Sei sulla pagina 1di 7

PADRE NOSTRO

con riferimento allAlbero Spherotico


Francesco Ieiaiel La preghiera del Padre Nostro lo strumento pi ardito ed efficace per rivolgersi allEterno e sentirsi consapevoli, nello stesso tempo, della propria natura divina. Infatti, il Padre Nostro, nei simboli e nelle formule contenuti nei vari versetti che lo compongono, racchiude un metodo che fornisce un insieme di applicazioni pratiche per sviluppare e aumentare la propria natura psicospirituale e, successivamente, di raggiungere lunione con il S Spirituale (la Scintilla Divina che alberga in ciascuno di noi). Certamente, tutto questo non di facile attuazione o, tanto meno, ci si pu illudere che un s gran beneficio possa essere acquisito con una recita automatica della Preghiera, seppure partecipata da una sincera ed estrema devozione. Il Padre Nostro un rituale magico, anzi di alta magia, e, pertanto, per produrre i suoi effetti deve essere eseguito secondo le regole proprie dei riti magici. Non si possono ottenere, perci, dei risultati di alta valenza se si prescinde dallattivare quella condizione interiore che va formandosi esclusivamente se si applica lelemento chiave comune ad ogni rituale: il trinomio Pensiero Sentimento Volont. Se si analizza la struttura del Padre Nostro, ci si rende subito conto che essa comprende le tre fasi canoniche ed essenziali che compongono ogni rituale magico:

Invocazione Richiesta Ringraziamento o Comunione.

Linvocazione contenuta nella parte della preghiera che recita:

Padre nostro che sei nei cieli; sia santificato il Tuo Nome; venga il Tuo regno; sia fatta la Tua volont, come in cielo cos in terra.
La richiesta, che concretizza loggetto del rito, espressa nella parte della preghiera che recita:

Dacci oggi il nostro pane quotidiano e rimetti a noi i nostri debiti come noi li rimettiamo ai nostri debitori;
Infine, il ringraziamento o meglio, in questo caso, la comunione con lEterno sono realizzati nellultima parte della preghiera che recita:

E non ci indurre in tentazione, ma liberaci dal male. Amen.

Cio, possedere e mantenere la condizione di purezza per poter essere in comunione con la Divinit. Il significato del termine purezza meglio espresso dalla parola ebraica Kadosh ( c w d q ), che esprime la condizione di purezza riferita alla santit. Non incorrere in tentazione e essere liberi dal male significa avere il dominio della propria natura inferiore, in modo da controllare pensieri ed emozioni che sono foriere di energie che tendono ad impastoiare luomo per tenerlo legato alla materia e allindividualit e, quindi, a renderlo schiavo del suo piccolo ego. Il dominio della propria natura inferiore rende luomo capace di squarciare tutti i veli che nascondono il principio della Divinit che in lui e permettergli, cos, di riconoscere la sua vera natura. A completamento di questa preghiera sarebbe utile, se non indispensabile, aggiungere la seguente formula che, nellindicare un atto di sottomissione e rispetto, attrae la potenza della Divinit nel piano dellazione:

Perch Tuo il regno, e la potenza, e la gloria del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo.

Dopo questa indispensabile premessa, si pu passare ad illustrare un uso pratico del Padre Nostro, quello che utilizza la tecnica cabalistica, con riferimento specifico allAlbero Sephirotico. Il metodo consiste nellattribuire a ciascuna sephira dellalbero un versetto della preghiera e utilizzare le note corrispondenze delle sephiroth con le parti del corpo. Sephira Kether Hochmah Binah Chised Gheburah Tiphereth Netzach Hod Yesod Malkuth Parte del corpo Centro della testa Tempia sinistra Tempia destra Spalla sinistra Spalla destra Plesso solare Anca sinistra Anca destra Pube Piedi Colore Luce bianca e brillante Luce bianca e brillante Luce bianca e brillante Azzurro Rosso Oro Verde Arancione Argento Marrone

Questapplicazione della preghiera tende a risvegliare ed armonizzare tutti i centri energetici del corpo, in modo da ottenere un perfetto allineamento dei corpi spirituale, mentale, animico e fisico.

Attraverso questa sopravvenuta condizione, infine, si cercher di raggiungere lilluminazione spirituale e lunione con il S superiore.

ESECUZIONE
Ci si pone in posizione eretta con le braccia lungo i fianchi, i palmi delle mani in avanti e i piedi appena divaricati. Dopo aver rilassato il corpo fisico, acquietato il corpo animico e concentrato il corpo mentale, sinizia la preghiera.

Padre nostro che sei nei cieli


Si deve visualizzare una luce bianca e brillante al centro della testa. Con questa invocazione si prende coscienza della Scintilla Divina e si attiva la sephira Kether.

Sia santificato il Tuo Nome


Con questa invocazione si riafferma la presenza Divina e si attivano le sephirot Hochmah e Binah. La luce bianca e brillante scende dal centro della testa alla tempia sinistra e a quella destra formando un triangolo di luce che purifica il tempio vivente delloperatore. Questa luce si diffonde su tutto lessere rendendo loperatore purificato dallAmore e dal Fuoco Divino.

Venga il Tuo Regno


Con questa invocazione si attiva la sephira Chised. Si prende coscienza della misericordia, attributo di Dio in quanto giudice benigno e soccorritore degli uomini. Non tralasciare che Chised anche detto Ghedulah, cio, Maest o Grandezza di Dio, come dire che la misericordia sinonimo di regalit. Nellattivare questa sephira si dovr sentire il calore e lenergia creativa della misericordia e visualizzare il colore azzurro sulla spalla sinistra.

Sia fatta la Tua Volont come in cielo cos in terra


Con questa invocazione si attiva la sephira Gheburah, la Forza o Potere di Dio. Si deve prendere coscienza della propria forza di volont, in modo tale da riuscire trasformare i pensieri e le parole in mere azioni costruttive. Luomo di desiderio deve diventare uomo di volont. Nellattivare questa sephira bisogna visualizzare il colore rosso sulla spalla destra.

Dacci oggi il nostro pane quotidiano


Con questa invocazione si attiva la sephira Tiphereth, la Bellezza e lArmonia. Questa sephira collocata nel plesso solare, il centro della percezione dei sentimenti e delle emozioni.

Bisogna prendere coscienza che questi sentimenti ed emozioni devono essere di qualit elevate, per esprimere e rafforzare la devozione verso il Padre. Le passioni e i sentimenti legati alla materia grave rendono schiavo luomo, in quanto, logorando questo importante centro vitale, lo annebbiano e lo distolgono da funzioni pi nobili e costruttive. Nellattivare questa sephira bisogna visualizzare il colore giallo oro del sole al centro del plesso solare.

Rimetti a noi i nostri debiti come noi li rimettiamo ai nostri debitori


Con questa invocazione si attiva la sephira Netzach, la Vittoria, o anche Eternit e Trionfo. A questo punto bisogna prendere coscienza che larmonia creata dallaccettazione e dalla tolleranza lo strumento che determina la vittoria, il trionfo sulle forze negative che appesantiscono e inquinano laura delluomo. Perci, bisogna alimentare il sentimento di altruismo e la capacit di perdonare. Nellattivare questa sephira si deve visualizzare il colore verde sullanca sinistra.

Non ci indurre in tentazione ma liberaci dal male


Con questa invocazione si attivano le sephiroth Hod e Yesod. Nella consapevolezza che le tentazioni e il male non possono essere indotte dal S Spirituale, con questa richiesta si cerca laiuto per riconoscere le tentazioni e resisterne allattacco. Anche nella convinzione che la tentazione un banco di prova per saggiare il grado di crescita spirituale via via raggiunto. Nellattivare queste sephiroth si devono visualizzare: per Hod il colore arancione sullanca destra e per Yesod il colore argento sul pube.

Perch Tuo il regno, e la potenza, e la gloria del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo.
Con questa invocazione, che in aggiunta alla formula tradizionale, completa il Padre Nostro, si attiva la sephira Malkuth. Lo scopo di questa ultima invocazione che la Luce, la Vita e le Energie Divine devono diventare vive nel piano dellazione. Nellattivare questa sephira si deve visualizzare il colore marrone sui piedi.

Adattamento Cabalistico del PADRE NOSTRO


Papus

Oh Dio creatore che sei in Ain-Soph1 che il tuo verbo Kether2 sia santificato. Che Tiphereth3, splendore del tuo regno emani i suoi raggi. Che IAve, la tua legge ciclica regni in Malchuth4 come regna in Kether. Dona ogni giorno a Neschmah5 lilluminazione di una delle sue 506 porte di Binah7

note di Filippo Goti


n

Ain-Soph (LEssere e il Niente) concettualmente indica tutto ci che per luomo inconcepibile, in quanto posto oltre la manifestazione. Tutto ci che posto oltre la ragione, la fantasia, e limmaginazione umana. Tutto ci che non concretizzabile, e tutto ci che non ricade nella sfera dialettica e razionale AIN SOPH. Anche lidea stessa di Dio, estranea ad AIN SOPH AUR, in quanto plasmata su ci che concretamente attribuiamo a Dio, attraverso la fede, la speranza, e lillusione. Lo Zimzum latto di amore attraverso cui Ain Soph si ritir in se stesso dando vita al Tempo (prima e dopo), e allo Spazio (lassenza di Ain-Soph).
2

Kether o Grande Anziano, raccoglie in numero ed in potenza tutte le sefirot che da essa emanano, possiamo vedere questopera anche come una progressiva scomposizione di Kether, alla stregua di un raggio di luce che passando da un cristallo, si scompone nella pletora dei colori. Kether rappresenta lUnicit, a se stante, ma anche la volont di manifestazione da parte dellEnte Superiore, che lo riassume nel suo verbo di potenza. Questa sephira chiamata anche Corona: perch come una corona adorna la testa dellAdam Terreste, ricordandoci la regalit che dobbiamo nuovamente riconquistare.
3

Tiphereth Assieme a Kether ( la corona ), a Yesod e a Malkuth, Tiferet posta lungo lo sviluppo del pilastro centrale dellAlbero della Vita. Osservando la struttura di questo glifo,la posizione di Tiferet ne indica le qualit mediatrici fra le sefirot superiori, e le sefiort inferiori. A livello microcosmico essa rappresenta il punto pi elevato (abside) dove pu giungere la percezione umana, tramite lausilio dei sensi sottili. Il nome associato ad essa spesso Bellezza, intesa come espressione del sottile equilibrio che essa sa donare allalbero sephirotico. Nella cabala cristiana spesso associata al Cristo, trovando spiegazione anche di questo passo evangelico: Giovanni 14:8 Gli disse Filippo: Signore, mostraci il Padre e ci basta. Giovanni 14:9 Gli rispose Ges: Da tanto tempo sono con voi e tu non mi hai conosciuto, Filippo? Chi ha visto me ha visto il Padre. Come puoi dire: Mostraci il Padre?
4

Malchuth la decima ed ultima sefirot dellAlbero della Vita. Raccoglie da Yesod, quando espresso da ogni altra Sephira. ci che si formato, il Regno, la manifestazione ultima e densa, in cui si ode il lontano e labile richiamo di tutte le altre Sefirot. il mondo dellazione, dove il Filosofo e lEroe incarnando una delle qualit salienti potranno intraprendere lardua risalita dellalbero.
5

Neschmah la parte elevata dellanima, si riferisce allespirazione/inspirazione divina (genio-nume), o supercoscienza, intelletto divino, ed associato con il regno di Atziluth. Il Signore Dio form luomo di polvere della terra, gli ispir nelle narici il soffio vitale, nishmat-chaiim, e luomo divenne essere vivente (2:7).
6

50 il numero con cui lo Zohar identifica i cancelli della comprensione. 50 sono le domande di Giobbe, ma anche il numero di volte con cui lEsodo menzionato nei ciqnue libri attribuiti a Mos
7

Binah la comprensione . Questa Sephira posta in alto a sinistra rappresenta ogni Archetipo Femminile (Madre, Morte, Amante, ecc..). la Grande formatrice dove Chockmah trover raccolta per la propria saggezza. Venendo a seguito di Chockmah essa ne fecondata, e quindi consapevole dellaccettazione del compito in essa depositato: la manifestazione e il suo dispiegamento.

Opponi la misericordia infinita di Chesed8 alle scorze che ho creato alla mia immagine allorch misconoscendo una delle 329 vie di Chocmach10 eman il rigore di Ruach11 verso i miei fratelli. Preserva Neschamah dalle tradizioni di Nephesh12 e liberaci da Nahasch13. Perch tu sei il principio, El14 lo splendore creatore, Iod15 la matrice, Mem16 negli Elohim17.

Chesed la quarta sefirot, rappresenta l Archetipo dell Amore. Il puro amore concettuale, che si accompagna ad ogni manifestazione. Pensiero, Volont, Formazione, trovano coagulo nellamore per ci che deve essere manifestato. UnAmore puro che tutto arde, che tutto brucia, che tutto plasma.
9

32 Lindicazione dei 32 sentieri dellAlbero della Vita, si ricava dal Sefer Yetzir, e dal Pardes Rimonim di Rabbi Mosh Cordovero. I Sentieri rappresentano laspetto dinamico della creazione. 1) Intelletto Meraviglioso (Sekhel Mufla). 2) Intelletto Risplendente (Sekhel Mazhir). 3) Intelletto Santificato (Sekhel Mequdash). 4) Intelletto Fissato (Sekhel Qavua). 5) Intelletto Radicato (Sekhel Nishrash). 6) Intelletto dellAbbondanza Trascendente (Sekhel Nivdal). 7) Intelletto Segreto (Sekhel Nistar) 8) Intelletto Completo (Sekhel Shalem). 9) Intelletto Puro (Sekhel Tahor). 10) Intelletto Sfavillante (Sekhel Mitnotzetz). 11) Intelletto Doppiamente Scintillante (Sekhel Metzuchtzach). 12) Intelletto Chiaro (Sekhel Bahir). 13) Intelletto Organizzatore Dellunit (Sekhel Manhig Ha-Achud). 14) Intelletto Illuminante (Sekhel Meir). 15) Intelletto Che Sostiene (Sekhel Maamid). 16) Intelletto Eterno (Sekhel Nitzchi). 17) Intelletto del Sentimento (Sekhel Ha-Hergesh) 18) Intelletto della Casa dellAbbondanza (Sekhel Bait Ha-Shefa) 19) Intelletto del Mistero di tutte le Opere Spirituali (Sekhel Ha Peulot Ha-Ruchaniot Kulam). 20) Intelletto della Volont (Sekhel Ha-Ratzon). 21) Intelletto Desiderato e Ricercato (Sekhel Ha-Chafutz Ve-Ha-Mevuqash). 22) Intelletto Fedele (Sekhel Neeman). 23) Intelletto Sostenente (Sekhel Qaiam). 24) Intelletto dellImmaginazione (Sekhel Dimioni). 25) Intelletto della Prova (Sekhel Nissioni). 26) Intelletto Rinnovante (Sekhel Mechudash). 27) Intelletto Palpabile (Sekhel Murgash). 28) Intelletto Naturale (Sekhel Mutba). 29) Intelletto Materiale (Sekhel Mugsham). 30) Intelletto Generale (Sekhel Klali). 31) Intelletto Continua (Sekhel Temidi). 32) Intelletto Adorato (Sekhel Neebad).
10

Chocmach la Saggezza, rappresenta la volont che si concretizza nel compito, in attesa di incarnarsi nella formatrice Biinah. Rappresenta e Suggella ogni Archetipo maschile (Padre, Protettore, Portatore del Logos). la saggezza ridotta alla pura essenzialit, di una volont in essere non corrotta, n corruttibile.
11

Ruach lo spirito, viene detto che La ruach delluomo e la stessa ruach di Dio In principio, Dio cre il cielo e la terra. La terra era sterminata e vuota, le tenebre erano sulla faccia dellabisso e lo spirito, ruach di Dio si librava sulla superficie delle acque. Dio disse: Sia Luce. E luce fu (Genesi 1:1-3).
12

Nephesh il soffio vitale (anima inferiore)

Brulichino le acque di un brulicame di esseri viventi, nefesh chay (1:20).

13

Nahasch il serpente tentatore, che si annoda lungo lAlbero della Vita. Non un caso che il valore numerico di Nahasch lo stesso del Messia/Riparatore. In Isaia, 27,1 si parla dellesistenza di due serpenti: il serpente diritto e il serpente piegato nachash bariach ve nachash aqalaton In alcune tradizioni gnostiche veniva individuato come il Liberatore, e in alcune scuole iniziatiche rappresenta il Gemello del Cristo.
14 15

El il Dio creatore Colui che ha vita in s

Iod lettera ebraica il cui valore 10, rappresenta lEssere e il Niente. il granello iniziale su cui trova basamento lintero dispiegamento polare della manifestazione. Lunit minima ed indivisibile, perennemente eguale a se stessa che tutto racchiude. YOD la prima lettera nel Tetragramma h-w-h-y.
16

Mem la seconda delle tre lettere Madri. Essa legata allacqua. Il valore numerico 40. Graficamente ha due forme, una aperta e una chiusa. La forma aperta rappresenta la Gloria divina manifestata ( Mos ), la forma chiusa la gloria divina racchiusa nelluomo ( Messia ). Mos dona al popolo di Dio la Legge, il Messia dono al popolo di Dio linterpretazione della Legge. 40 ricorre nella Bibbia: il divulgo, la permanenza di Mos sul Monte Sinai, 40 anni nel palazzo del faraone, 40 alla guida di Israele. La Mem rappresenta limmanenza di Dio nella creazione ( Makom ): Si rivela e si occulta in essa.
17

Elohim un plurale della parola divinit. Sono i formatori della manifestazione, incarnado una specifica azione, potenza, volont di El. Dio disse: facciamo luomo, che sia la nostra immagine, conforme alla nostra somiglianza [] [] ecco, luomo diventato come uno di noi (Genesi 1,26 - episodio della cacciata di Adamo ed Eva dal giardino dellEden)