Sei sulla pagina 1di 5

F. Kuhlau, Sonatina in Do maggiore Op.20 n.

1 I
Tempo
Le Sonatine di Kuhlau sono delle vere e proprie perle a livello
didattico. Contengono scale, ribattuti, arpeggi e passaggi dagilit,
tutti esercizi utili allapprendimento. Inoltre, da un punto di vista
musicale, sono estremamente lineari e funzionanti.
La Sonatina che prendiamo in esame oggi la numero 1 dellopera
20, in Do maggiore. Larticolo di oggi dedicato al primo tempo.
La prossima settimana potrete leggere larticolo sul secondo tempo
e la settimana successiva ancora quello sul terzo.
https://www.youtube.com/watch?v=j-6ZIaBz0bI
Il brano in perfetto stile classico, ma ricordiamo che Kuhlau fu
anche un compositore romantico dato che visse nel periodo che va
dal 1786 al 1832. Contemporaneo di Beethoven e grande interprete
delle sue musiche.
Analizzeremo questo tempo in tutti gli aspetti:

dal
dal
dal
dal
dal

punto
punto
punto
punto
punto

di
di
di
di
di

vista
vista
visto
vista
vista

armonico;
della diteggiatura;
dello studio delle sezioni complicate;
delle legature e dei segni di dinamica;
interpretativo.

Analisi armonica del brano


Perch analizzare un brano armonicamente?
Perch larmonia importante a supportare anche laspetto
interpretativo. Conoscendo la struttura armonica di un brano, e
comprendendo come si sviluppa in una battuta o porzione di
questa, possiamo decidere se rallentare o accelerare o se eseguire
un crescendo o un diminuendo. Inoltre, conoscere il percorso
armonico di un brano un ottimo espediente per rafforzare la
memoria nel caso di esecuzione senza spartito del brano.
Sotto ogni accollatura trovi le numeriche e evidenziate in giallo
invece le note che giustificano tale analisi armonica.

Il brano poi si ripete allo stesso modo, rimanendo questa volta in Do


maggiore, senza la modulazione in Sol maggiore.
Quali sono le armonie salienti di questa composizione? A Battuta
7 c un Do# che funge da appoggiatura. Lappoggiatura cade in
battere ovviamente, quindi sul tempo forte. Perci lo evidenzierei.
Da Battuta 9 invece la sinistra che conduce il gioco. La destra
funge da accompagnamento. A Battuta 13 si passa da una tonalit
di Do maggiore a un improvviso Do minore. bene evidenziare tale
passaggio da Maggiore a Minore. Da Battuta 17 il passaggio a Sol
maggiore rende il brano pi dolce, come confermato al piano,
dolce. A Battuta 25 e 27, c un rinforzo con queste cadenze
perfette di V-I. A Battuta 39 troviamo una cadenza evitata.
possibile sottolinearla attraverso un rinforzando del suono o un
leggero ritardando o tutti e due.

Diteggiatura
Battuta 2: mano destra ribatte il Sol con le seguenti dita
4,3,2.
Battuta 7: mano destra prende il Do# con il 2.

Battuta 18: mano destra, due Mi ribattuti da suonare prima col


3 e poi col 5.
Battuta 19: la prima nota della mano destra da suonare con
il 2
Battuta 35: mano destra, ribattuti da suonare con 3,2,1.
Battuta 39: mano sinistra, i bicordi sono da suonare con queste
dita: 4+2, 4+1, 5+1, 4+1.
Battuta
47:
diteggiatura
per
la
mano
destra
5,4,3,2,1,2,3,2,1,3,2,1,3,2,1,2

Sezioni difficili
Vediamo quali sono le sezioni che potrebbero creare dei problemi.
Battute 18-19-20, in cui ci sono molti passaggi del pollice e cambi di
diteggiatura. Consiglio di suddividere la prima met di ogni battuta
e ripeterla in modo ciclico con la prima nota del terzo tempo:

Le dita saranno 2-1-2-3-5. Il passaggio difficile sar ovviamente fra


il 3 dito e il 5. Ripeti con estrema cura, precisione e pazienza
questo passaggio finch il cambio dal 3 al 5 dito non creer pi
problemi.
Utilizza questo metodo di studio in tutte le altre sezioni in cui hai le
quartine di ottavi che si comportano in questo modo.

Legature e dinamiche
Da battuta 32 e seguenti ci sono delle legature di frase che legano
3 note. La prima cade sullultimo tempo della battuta e le altre due
sui primi due tempi di quella successiva. Per dare maggior risalto a
quel fraseggio, lautore ha inserito delle forcelle, a evidenziare
lespressivit di quelle piccole frasi.

A battuta 45 invece c una legatura a due tra il secondo e il terzo


tempo della battuta, mano destra. La sinistra invece esegue una
quartina di semicrome che va ad appoggiarsi su una semiminima.
Per riuscire a fare leffetto sfumato, la sinistra dovr partire col
polso basso e terminare col polso alto.
Calibra molto bene le dinamiche perch in questo primo tempo hai
una gamma di colori che va dal p fino al ff che trovi nelle ultime
due battute finali. Dovrebbe esserci tanta differenza fra il p e
ilmf, cos come tra ilmf e ilf, cos come tra ilf e ilff.