Sei sulla pagina 1di 6

STATUTO PARTITO POLITICO

PREAMBOLO Noi Liberali Sardi, ci uniamo nello scopo comune di rappresentare il popolo sardo in tutte le istituzioni politiche e amministrative della Repubblica Italiana, riconoscendoci totalmente nel Manifesto di Oxford del 1947, nella Dichiarazione di Oxford del 1967 e nei principi giuridici e umanitari dellOrganizzazione Mondiale delle Nazioni Unite. Noi, Liberali Sardi, riconosciamo che la vitalit delle istituzioni politiche e amministrative della nostra nazione il fondamento della forza vitale del suo popolo. Noi, Liberali Sardi, desideriamo per la nostra nazione che tutti i cittadini raggiungano il massimo livello di libert civile, politica ed economica. Noi, Liberali Sardi, consapevoli del fatto che un partito politico deve rispondere degnamente e responsabilmente della sua azione politica, ci impegniamo con onest e moralit di ricoprire dentro le istituzioni politiche e amministrative pubbliche, in maniera degna per una nazione democratica, liberale e laica. In nome di Dio e delle virt civili della nostra nazione, noi elaboriamo e adottiamo questo statuto del Partito Democratico dei Liberali Sardi.

ARTICOLO 1. Denominazione e Oggetto statutario.


Il partito nasce con la denominazione Partito Democratico dei Liberali Sardi. I suoi obiettivi statutari sono: 1. raggiungere gli obiettivi esposti nel preambolo dello Statuto;

2. presentarsi alle elezioni per eleggere i propri candidati nelle seguenti istituzioni: Parlamento Europeo; Parlamento Italiano; Membri del Consiglio Regionale e del Governatore della Sardegna; Membri dei Consigli Provinciali e dei Presidenti delle Provincie della Sardegna; Membri dei Consigli Comunali e dei Sindaci dei Comuni della Sardegna.

ARTICOLO 2. Requisiti e adesione al partito.


Al partito del Liberali Sardi, possono aderire tutti i sardi residenti su tutto il territorio italiano e nei territori degli Stati europei membri dellUnione Europea, nonch tutti i cittadini italiani, comunitari ed extracomunitari residenti in Sardegna. Tutti gli aderenti, devono aver compiuto il 14 anno di et, non aver contratto condanne penali, non essere coinvolto in alcuna indagine giudiziaria, e non avere in corso indagini da parte delle autorit tributarie italiane. Liscrizione al partito deve avvenire presso la pi vicina sede dei Liberali Sardi alla propria residenza. Per i non residenti in Sardegna, liscrizione potr avvenire in forma telematica, via computer.

ARTICOLO 3. Organizzazione territoriale.


Il partito dei Liberali Sardi organizzato sul territorio della Sardegna, con tre livelli di strutture: i Circoli, i Comitati Provinciali e il Comitato Nazionale.

ARTICOLO 4. I Circoli Liberali.


I circoli liberali sono la struttura elementare del partito dei Liberali Sardi. Sono la struttura di base che si trova sul territorio sardo su base comunale. I Circoli sono di due classi: i Circoli Senior e i Circoli Junior. I Circoli Senior sono quelli che trovano sede presso tutti i comuni sardi con una popolazione superiore ai 15.000 abitanti. Questi Circoli possono essere pi di uno, in base alla suddivisione amministrazione di comuni (quartieri, distretti, circoscrizioni). Per aprire un Circolo Senior, bisogna presentare domanda da parte di 25 persone, con una quota associativa dingresso di 50 Euro, di 25 Euro per gli over 65 anni e di 15 Euro per gli under 25 anni. I Circoli Junior sono quelli che trovano sede presso tutti i comuni sardi con una popolazione inferiore ai 15.000 abitanti. Questi circoli possono essere uno solo per ognuno di questi comuni. Per aprire un Circolo Junior, bisogna presentare domanda da parte di almeno 10 persone. Le quote associative dingresso sono identiche a quelle dei Circoli Senior. Al momento della costituzione del Circolo, nella prima riunione, viene eletto il presidente e due vice presidenti del Circolo, che da quel momento, insieme a tutti gli altri iscritti del circolo, avranno il dovere di portare avanti gli obiettivi statutari del partito. Nei circoli non contemplata alcun tipo di remunerazione. Lattivit

dei circoli viene portata avanti in modo volontaristico. I circoli hanno lobbligo di riunirsi almeno una volta al mese, e di stilare un rapporto della riunione. La sede dei circoli pu essere un luogo pubblico adibito per la sede, oppure anche un luogo privato. Potr avere una denominazione dedicata ad una figura storica e illustre della Sardegna, che abbia fatta parte della comunit liberale sarda.

ARTICOLO 5. I Comitati Provinciali.


I comitati provinciali sono il secondo livello dellorganizzazione territoriale dei Liberali Sardi. I comitati trovano sede nei capoluoghi delle provincie sarde nazionali (Cagliari, Oristano, Nuoro e Sassari). I comitati provinciali sono formati da un Board, composto da tutti i presidenti dei circoli dei comuni di quella provincia. Nel Board viene eletto un presidente e due vice presidenti. I due vice presidenti assumeranno il ruolo di responsabile di tesoreria e il ruolo di responsabile Garante dello Statuto. I comitati provinciali vengono convocati ogni tre mesi per un totale di quattro volte allanno. Ogni tre mesi, i comitati provinciali stilano un rapporto. Nei comitati provinciali, non previsto alcuna forma di retribuzione.

ARTICOLO 6. Il Comitato Nazionale.


Il Comitato Nazionale il massimo livello territoriale dei Liberali Sardi. Ha sede nel capoluogo politico della Sardegna (Cagliari) e svolge lindirizzo di governo politico e di amministrazione finanziaria del partito dei Liberali Sardi. Il comitato nazionale formato da tre Board: 1. Board Esecutivo; 2. Board di Controllo; 3. Board Amministrativo. Board Esecutivo. Il Board esecutivo composto dai presidenti dei comitati provinciali, i quali nominano il Segretario Nazionale del Partito, il quale sotto retribuzione avr il compito di promuovere lindirizzo di governo del partito, cercando di raggiungere gli obiettivi statutari, sotto il consenso del Board Esecutivo. Board di Controllo. Il Board di Controllo composto dai vice presidenti dei comitati provinciali, responsabili della Garanzia dello Statuto. Sono i Garanti delle norme che regolano lo statuto del partito, e verranno chiamati ogni volta che c da risolvere un dubbio statutario. Sono anche coloro che dovranno dare una risposta su eventuali controvversie interne al partito, su questione oltre che normative, anche di natura etica. Board Amministrativo. Il Board Amministrativo composto dai vice presidenti dei comitati provinciali, responsabili dellamministrazione contabile e finanziaria. Sono gli amministratori del partito e dovranno collegialmente prendere le decisioni allunanimit.

I tre Board si incontrano in seduta comune, quando si verificano i seguenti eventi: 1. Congresso straordinario del partito, per modificare lo statuto o i regolamenti allegati allo statuto (regolamento delle Primarie, Codice Etico del Partito); 2. Congresso ordinario del partito, con cadenza triennale; 3. Pianificazione del Tournament delle Elezioni Primarie.

ARTICOLO 7. Rappresentanza Politica.


Il partito dei Liberali Sardi, permette agli aderenti dello stesso, oltre che di partecipare attivamente alla vita sociale del partito, anche quella di mettersi a disposizione per ricoprire una carica pubblica elettiva. Chiunque dentro il partito, ritiene di avere le doti morali e politiche, per ambire a ricoprire una carica pubblica elettiva, potr farlo depositando la domanda per partecipare alle elezioni interne del partito (Primarie) dove si dovr misurare con altri suoi compagni di partito, sulla base di un regolamento posto al di fuori dello statuto presente. I requisiti per iscriversi alle Primarie sono gli stessi che servono per aderire al partito. I costi di campagna elettorale alle Primarie e a totale carico del candidato. Lorganizzazione delle Primarie a totale carico del partito.

ARTICOLO 8. Congresso Nazionale.


Il Congresso Nazionale la massima espressione democratica del partito dei Liberali Sardi. E lassemblea pi rappresentativa del partito e si suddivide in Congresso Ordinario e Congresso Straordinario. Il Congresso Ordinario si celebra ogni tre anni, per una verifica di natura politica e organizzativa. Ne fanno parte i membri del Comitato Nazionale, i membri dei Comitati Provinciali e i Presidenti di tutti i Circoli Comunali. Ne fanno parte anche tutti i dirigenti del partito che ricoprono una carica pubblica elettiva. Il Congresso Nazionale Straordinario viene convocato senza alcun limite, ma soltanto quando le situazioni lo consentono, ovvero quando c bisogno di modificare gli articoli dello Statuto, le norme del regolamento delle Primarie e del Codice Etico. Ne fanno parte tutti coloro che partecipano ai Congressi Nazionali Ordinari, con laggiunta dei delegati dei Circoli Comunali, su un rapporto di 1 Delegato per ogni 12 iscritti.

ARTICOLO 9. La Convenzione Elettorale.


La Convenzione Elettorale o Convention Finale, latto conclusivo del percorso delle Primarie, le elezioni interne del partito per determinare i candidati del partito agli appuntamenti elettorali. Proprio per questo, si suddivide la Convenzione in diverse classi: 1. Convenzione Europea: nella quale vengono scelti i candidati alle elezioni per Parlamento Europeo; 2. Convenzione Nazionale: nella quale vengono scelti i candidati alle elezioni politiche per il Parlamento Italiano;

3. Convenzione Regionale: nella quale vengono scelti i candidati alle elezioni regionali per il Consiglio Regionale e per la carica di Governatore della Sardegna; 4. Convenzione Provinciale: nella quale vengono scelti i candidati alle elezioni provinciali per il Consiglio Provinciale e per la carica di Presidente delle Provincie della Sardegna; 5. Convenzione Comunale: nella quale vengono scelti i candidati alle elezioni comunali per il Consiglio Comunale e per la carica di Sindaco dei Comuni della Sardegna sopra i 15.000 abitanti. Le norme che regolano lordinamento, lorganizzazione e la celebrazione della Convenzione Elettorale, sono contenute nel regolamento delle Primarie.

ARTICOLO 10. Elettori del Partito.


Nel partito dei Liberali Sardi, cos come ci si pu iscrivere, ci si pu candidare alle elezioni, cos si pu partecipare come corpo elettorale in occasione delle Primarie. Possono partecipare a tali elezioni, tutti coloro che sono iscritti al partito e tutti coloro che non essendo iscritti al partito, decidono di iscriversi nelle liste elettorali interne. Gli elettori si dividono in Elettori e Grandi Elettori. Gli Elettori sono coloro che avendo diritto di voto ai vari appuntamenti elettorali (Cittadini Italiani maggiorenni), si iscrivono alle liste interne del partito. Sono Grandi Elettori, chi dentro il partito ricopre una carica (membri del Comitato Nazionale, Comitati Provinciali, Presidenti dei Circoli Comunali) e tutti coloro che ricoprono una carica pubblica elettiva. Le norme che regolano ladesione e la tenuta delle liste elettorali, sono contenute nel regolamento delle Primarie.

ARTICOLO 11. Appendice statutaria.


Al presente Statuto, fanno seguito in allegato: Regolamento generale del Comitato Nazionale dei Liberali Sardi Regolamento generale dei Comitati Provinciali dei Liberali Sardi Regolamento generale dei Circoli Comunali dei Liberali Sardi Regolamento generale delle Primarie Codice Etico del Partito dei Liberali Sardi

ARTICOLO 12. Forma dello Statuto.


Il presente statuto ha forma verticale e aperta. Pu essere modificato senza limite alcuno e

possono essere aggiunti nuovi articoli rispettando la numerazione attuale.