Sei sulla pagina 1di 4

FLYING FUNCTIONAL TRAINING

Il Flying nasce dall’idea dall’azienda Italiana SIDEA s.r.l. di Cesena, la quale prendendo spunto dal lavoro
dell’attrezzistica classica con gli anelli, ha creato un attrezzo più pratico e versatile adattandolo alle
esigenze del moderno Fitness e della Preparazione Atletica. Da qui è stato elaborato tutto un sistema di
allenamento, il Flying Functional Training, basato sull’utilizzo del proprio sovraccarico corporeo in
sospensione alle due cinghie che costituiscono l’attrezzo stesso.

In questo modo, rimanendo sospesi con le mani o con i piedi ad uno o due parti dell’attrezzo (maniglie o
supporti per i piedi), durante l’esecuzione di un qualsiasi movimento di trazione, spinta o traslazione,
siamo continuamente sottoposti a sollecitazioni esterne, che per compenso richiedono al nostro corpo
tutta una serie di reazioni interne. Questo normalmente non avviene in Palestra quando ci alleniamo
con le macchine, dove non abbiamo sollecitazioni esterne a stabilizzare la nostra posizione del corpo
semplicemente perché i movimenti si sviluppano lungo delle traiettorie imposte dall’azione della
macchina stessa. Una maggiore azione degli stabilizzatori è richiesta quando utilizziamo i pesi liberi
(bilancieri, manubri), ma qui di contro c’è una maggiore difficoltà a percepire la corretta dinamica di
esecuzione, tale da coinvolgerli in maniera appropriata, per cui c’è maggior rischio di infortunio dato da
poca confidenza coi movimenti per i principianti, e poca propriocettività del proprio corpo, anche per gli
atleti avanzati.

Il Flying Functional Training invece ci porta continuamente a dover reagire alla mancanza di riferimenti
esterni (a cui siamo male abituati dal confort delle macchine!), per cui ci dobbiamo creare dei
riferimenti interni al nostro corpo, che in realtà abbiamo sempre avuto, ma non abbiamo mai utilizzato!

Questo sistema di allenamento ci permette di riscoprire un enorme potenziale che tutti noi abbiamo, la
capacità di controllare in toto il nostro corpo nello spazio: la propriocezione del nostro corpo riuscendo
a gestire al meglio gli effetti della forza di gravità.

In termini pratici riscopriremo tutta una serie di muscoli che sono fondamentali per la gestione delle
normali attività quotidiane e dei gesti di ogni disciplina sportiva: gli stabilizzatori, muscoli fissatori della
corretta postura delle articolazioni e muscoli motori delle catene muscolari.

Ne risulta un forte impulso dei muscoli del Core, con miglioramenti di tutte le qualità fisiche e della
postura. Diventiamo più propriocettivi e quindi più rapidi e reattivi; più stabili e coordinati e quindi
preveniamo e curiamo gli infortuni. Ma maggiore stabilità significa minore dispersione di tensione
nell’esecuzione di un determinato movimento; maggiore coordinazione significa maggiore reclutamento
muscolare (unità motorie che danno coordinazione intramuscolare) e maggior coordinazione di
movimenti che implicano diversi muscoli posti sulla stessa catena muscolare (coordinazione
intermuscolare).
Il tutto si traduce in maggiore Forza neuro-muscolare! Inoltre maggior Forza, abbinata a miglior Postura
danno un miglior stato di salute. Tanto più che il Flying Functional Training, sviluppandosi sull’impiego di
tutte le masse muscolari coordinate tra loro, ha un forte impatto anche sulle qualità aerobiche e cardio-
vascolari, respiratorie e metaboliche. Ne risulta anche un miglioramento dell’efficienza cardio-
respiratoria e della composizione corporea in termini di aumento della massa magra a scapito della
massa grassa, il che significa maggior tono muscolare e maggior dimagrimento!

Articolo tratto dal Manuale Didattico dei corsi di “Istruttore di Flying Functional Training”,
tenuti dal M° Troiano Emilio
1
Con la giusta programmazione, il Flying Functional Training ha una forte azione anche per il Body
Building, ma rispetto alle classiche metodiche ed attrezzature permette di creare Massa Muscolare
Funzionale, molto diversa dalla Massa Muscolare puramente Estetica del Body Building classico, che in
termine di operatività e benessere fisico diventa una zavorra (quasi come lo è un eccesso di grasso!).
Il Flying Functional Training è un allenamento globale e razionale, che va oltre le semplici finalità
estetiche e permette di eseguire un allenamento neuro-muscolare basato sulla esecuzione dei
movimenti e dei gesti che il nostro corpo è in grado di fare e non si sofferma sull’isolamento del singolo
distretto muscolare fine a se stesso.
Il tanto rinomato negli ultimi tempi Allenamento Funzionale, non può prescindere dal Flying.
Infatti allenarsi con il Flying significa allenarsi in maniera funzionale sia alle esigenze della vita quotidiana
che a quelle delle varie discipline sportive: coinvolgere i tre piani di movimento( frontale, sagittale,
trasversale) ed in maniera combinata tra loro; coinvolgere sempre le catene muscolari e gli stabilizzatori
con accento particolare al Core; saper gestire i movimenti improvvisi, le accelerazioni, le decellerazioni e
i cambi di direzione; saper gestire lo sviluppo delle azioni con l’intervento del corpo in toto, in modo da
ottimizzare le energie a disposizione per poter aumentare anche la durata e la resistenza. Ricapitolando,
il Flying Functional Training permette di:

- Incrementare la Forza;

- Migliorare la Mobilità Articolare e la Flessibilità;

- Migliorare la Stabilità e la Propriocezione;

- Migliorare la Coordinazione;

- Migliorare la Potenza;

- Migliorare la Velocità e la Reattività;

- Migliorare la Resistenza Muscolare e Cardiovascolare;

- Incrementare la Ipertrofia Muscolare;

- Migliorare l’efficienza cardiovascolare e cardiorespiratoria;

- Incrementare la lipolisi grazie ad un notevole stimolo dell’EPOC (dispendio d’ossigeno post


allenamento) e quindi accelerare il Dimagrimento;

- Migliorare la Postura.

I miglioramenti sono globali, a 360°. Tutte le qualità fisiche vengono allenate e tutte
contemporaneamente, il che si traduce in un enorme ottimizzazione dei tempi di lavoro! Questo tipo di
approccio integrato velocizza in maniera sorprendente i risultati, proprio perché riusciamo ad utilizzare
tutto il nostro potenziale neuro-motorio.

Inoltre il Flying Functional Training sviluppa grandi motivazioni, spirito di sacrificio e voglia di migliorarsi
sempre, per cui l’approccio psicologico a questo tipo di lavoro è molto più partecipe e di conseguenza
redditizio in termini di risultati, rispetto agli allenamenti classici.

Vedremo nel proseguo della trattazione che gestendo tre semplici principi di regolazione del carico di
intensità di ogni esercizio, tutti possono allenarsi col Flying, dal principiante all’avanzato, dall’anziano

Articolo tratto dal Manuale Didattico dei corsi di “Istruttore di Flying Functional Training”,
tenuti dal M° Troiano Emilio
2
che vuole recuperare la propria indipendenza motoria
all’atleta di elitè di una determinata disciplina, da chi
deve recuperare dopo un infortunio o un intervento, a
chi vuole semplicemente tenersi in forma: Il Flying
Functional Training è per tutti i livelli di Fitness
(Principiante; Intermedio; Avanzato) ed è per tutti gli
obiettivi che sia estetico, posturale, riabilitativo, di
preparazione atletica, proprio perché è un
allenamento funzionale a tutto ciò che è richiesto nelle
normali attività della vita quotidiana, e dalle varie
discipline sportive.

Un altro beneficio legato alla costituzione semplice


dell’attrezzo è che per essere sviluppato, il Flying
Functional Training non ha bisogno di grossi spazi o
strutture. Il Flying è una Palestra a portata di mano, e
con esso ci possiamo praticamente allenare ovunque,
in palestra, a casa, all’aperto in un parco, in spiaggia, in
viaggio, in vacanza, in albergo!

Come abbiamo visto il Flying Functional Training da


risultati a 360°, ma per far sì che questo avvenga, è
fondamentale cimentarvici con alta cognizione di
causa! E’ impensabile sviluppare un allenamento sicuro
ed efficace col Flying improvvisando (o scaricando
video da You Tube!), per cui è fondamentale avvalersi
di un Istruttore altamente preparato in materia!

Il Flying è un’ ottima possibilità di incrementare la


propria professionalità e i propri guadagni per un
Personal Trainer: per la sua versatilità di impiego,
permette di sviluppare praticamente qualsiasi
protocollo di lavoro per qualsiasi cliente ed in qualsiasi
luogo!

Inoltre il Flying può essere inserito in maniera molto


efficace e produttiva in un contesto di lezioni di
gruppo. Il problema maggiore in queste tipo di lavoro
è dato dalla eterogeneità del gruppo stesso, dove ci
sono giovani e meno giovani, principianti e avanzati,
e l’istruttore deve sempre trovare una via di mezzo
per poter gestire al meglio il gruppo che di volta in
volta si trova ad avere.

Col Flying invece, come abbiamo detto in


precedenza, chiunque può trovare il proprio grado di

Articolo tratto dal Manuale Didattico dei corsi di “Istruttore di Flying Functional Training”,
tenuti dal M° Troiano Emilio
3
intensità di ogni singolo esercizio, per cui un gruppo eterogeneo, se ben diretto, non avrà nessun
problema a lavorare in maniera coordinata e produttiva, senza dover costringere nessuno a doversi
adattare al livello di allenamento di un atro partecipante che magari è più alto o più basso del proprio.

Articolo tratto dal Manuale Didattico dei corsi di “Istruttore di Flying Functional Training”,
tenuti dal M° Troiano Emilio
4