Sei sulla pagina 1di 22

RETTIFICHE SU ACQUISTI E SU VENDITE

Le rettifiche su acquisti (vendite) determinano componenti positivi (negativi) di


reddito corrispondenti ad una riduzione dei costi di acquisto (ricavi di vendita)
rilevati in precedenza. Derivano da:
• RESI (per materie difettose, avariate, ecc.)
• ABBUONI, RIBASSI, SCONTI
• PREMI DI QUANTITA’ E FEDELTA’
• ERRORI DI FATTURAZIONE

E’ importante che questi componenti vengano rilevati in conti unilaterali di


rettificazione dei costi (ricavi) d’esercizio, al fine di fornire una migliore
informazione circa l’incidenza delle rettifiche complessive sugli acquisti (sulle
vendite).
RESI SU ACQUISTI

I resi di beni imponibili I.V.A. vengono rilevati quando si riceve la NOTA DI


CREDITO dal fornitore.

ESEMPIO
01/12/200N - Ricevuta fattura per acquisto di merci al prezzo di Euro 3.000 più
IVA 10%.
05/12/200N - A causa di una notevole differenza qualitativa riscontrata in alcune
merci, si procede alla restituzione di una parte delle stesse per
l’importo di Euro 1.000. Pertanto, si riceve dal fornitore la nota di
credito, con variazione IVA, relativa alle suddette merci.
Ricevimento della fattura di acquisto:

_____________________01.12.200N ____________________ D A
DIVERSI a FORNITORI 3.300
MERCI C/ACQUISTI 3.000
IVA NS CREDITO 300

Ricevimento della nota di credito per merci rese


FORNITORI D - DEBITI VF +
RESI SU ACQUISTI A RETTIFICA COSTI D’ESERCIZIO VE +
IVA NS DEBITO A + DEBITI VF -
FORNITORI IVA NS DEBITO RESI SU ACQUISTI
1.100 100 1.000

_____________________05.12.200N ____________________ D A
FORNITORI a DIVERSI 1.100
RESI SU ACQUISTI 1.000
IVA NS DEBITO 100

L’UTILIZZO DEL CONTO “IVA NS CREDITO” OPPURE “IVA NS


DEBITO” DIPENDE DAL REGISTRO I.V.A. SU CUI VIENE ESEGUITA
LA RETTIFICA (REGISTRO DEGLI ACQUISTI / REGISTRO DELLE
VENDITE)
RESI SU VENDITE

I resi su vendite di beni imponibili I.V.A. vengono rilevati quando si emette la


NOTA DI CREDITO al cliente.

ESEMPIO

01/12/200N - Emessa fattura di vendita di prodotti finiti di Euro 2.200 + IVA 4%.

05/12/200N - Vengono rese dal cliente prodotti finiti per Euro 200. Pertanto, si
emette nota di credito con variazione IVA.
Emissione della fattura di vendita:

_____________________01.12.200N ____________________ D A
CLIENTI a DIVERSI 2.288
PRODOTTI FINITI 2.200
IVA NS DEBITO 88

Emissione della nota di credito per prodotti finiti resi:

CLIENTI A - CREDITI VF -
RESI SU VENDITE D RETTIFICA RICAVI D’ESERCIZIO VE -
IVA NS CREDITO D + CREDITI VF +
CLIENTI IVA NS CREDITO RESI SU VENDITE
208 8 200

_____________________05.12.200N ____________________ D A
DIVERSI a CLIENTI 208
RESI SU VENDITE 200
IVA NS CREDITO 8
RETTIFICA AGLI ERRORI DI FATTURAZIONE

• SU ACQUISTI:
NOTA DI VARIAZIONE PER RETTIFICARE FATTURA RICEVUTA ERRATA

RISPETTO AL PREZZO DI LISTINO.

CASO: Valore di listino inferiore a quello della fattura


01/12/200N - Ricevuta fattura in base al prezzo di listino per l’acquisto di merci al
prezzo di Euro 1.000 + IVA 20%.
10/12/200N - Ricevuta nota di variazione per minore importo di Euro 900 + IVA
20%, per la correzione dell’errore.
Ricevimento della fattura di acquisto:

_____________________01.12.200N ____________________ D A
DIVERSI a FORNITORI 1.200
MERCI C/ACQUISTI 1.000
IVA NS CREDITO 200

Ricevimento della nota di variazione per correzione errore:


FORNITORI D - DEBITI VF +
MERCI C/ACQUISTI A RETTIFICA COSTI D’ESERCIZIO VE +
IVA NS CREDITO A - CREDITI VF -

FORNITORI IVA NS CREDITO MERCI C/ACQUISTI


1.080 180 900
_____________________10.12.200N ____________________ D A
FORNITORI a DIVERSI 1.080
MERCI C/ACQUISTI 900
IVA NS CREDITO 180

Il conto Merci c/acquisti è un conto BIFASE poiché si sta solo correggendo un


errore.

Il conto IVA è NS CREDITO perché è una semplice correzione.


CASO: Valore di listino superiore a quello della fattura

10/12/200N - Ricevuta nota di variazione per maggiore importo di Euro 900 + IVA
20%, per la correzione dell’errore.

Ricevimento della nota di variazione per correzione errore:


FORNITORI A + DEBITI VF -
MERCI C/ACQUISTI D COSTI D’ESERCIZIO VE -
IVA NS CREDITO D + CREDITI VF +

_____________________10.12.200N ____________________ D A
DIVERSI a FORNITORI 1.080
MERCI C/ACQUISTI 900
IVA NS CREDITO 180
• SU VENDITE:

NOTA DI VARIAZIONE PER RETTIFICARE FATTURA EMESSA


ERRATA RISPETTO AL PREZZO DI LISTINO.

CASO: Valore di listino inferiore a quello della fattura

___________________ data ________________ D A


DIVERSI a CLIENTI 1.200
MERCI C/VENDITE 1.000
IVA NS DEBITO 200
CASO: Valore di listino superiore a quello della fattura

___________________ data ________________ D A


CLIENTI a DIVERSI 1.200
MERCI C/VENDITE 1.000
IVA NS DEBITO 200
ACQUISTO DI IMMOBILIZZAZIONI MATERIALI

Le IMMOBILIZZAZIONI MATERIALI sono:


FATTORI PRODUTTIVI AD UTILIZZO PLURIENNALE
«STRUMENTI» DEL PROCESSO PRODUTTIVO

Le immobilizzazioni incorporano un potenziale di servizi che alimenta più


processi produttivi nell’arco della loro vita utile (sono costi pluriennali = F x p)
ed il loro valore si trasferisce gradualmente per quote sul reddito d’esercizio
attraverso l’ammortamento (f’ x p).

Esistono però immobilizzazioni che non si ammortizzano in quanto non perdono


la loro utilità economica nel tempo (esempio: i terreni).
LE IMMOBILIZZAZIONI MATERIALI

BENI IMMOBILI TERRENI


FABBRICATI CIVILI
FABBRICATI Industriali / Commerciali

BENI MOBILI DUREVOLI IMPIANTI E MACCHINARI


ATTREZZATURE Industriali / Commerciali
Macchine Elettriche ed Elettronic. (PC, fax,…)
MOBILI E ARREDI (scrivanie, librerie,…)
AUTOMEZZI (autovetture, furgoni,…)
ACQUISTO DI IMMOBILIZZAZIONI

L’acquisto di immobilizzazioni tecniche è rilevato in modo identico a quello dei


beni non durevoli, con la differenza che il costo NON E’ UN COMPONENTE
DI REDDITO DELL’ESERCIZIO (f x p), MA UN COSTO PLURIENNALE
(F x p), che si chiude all’ATTIVO DI STATO PATRIMONIALE.
L’acquisto di immobilizzazioni è un’operazione soggetta ad I.V.A., ad
esclusione dell’acquisto di beni da privati.

Gli eventuali costi accessori (spese notarili, tasse di registrazione dell’atto, spese
di installazione e di montaggio, ecc. …) VANNO CAPITALIZZATI, cioè
vanno aggiunti al costo del fattore produttivo pluriennale, partecipando insieme
ad esso al processo di ammortamento.
Esercizio:
20/05/200N - Ricevuta fattura per l’acquisto dell’arredamento di un nuovo
ufficio al prezzo complessivo di Euro 4.500 + I.V.A. del 20%.
20/05/200N Si rilascia al fornitore un assegno di Euro 4.000.
La quota residua del debito viene corrisposta in contanti sempre in
pari data.

Ricevimento della fattura di acquisto dell’arredamento:

FORNITORI A + DEBITI VF -
MOBILI E ARREDI D COSTO PLURIENNALE VE -
IVA NS CREDITO D + CREDITI VF +
MOBILI E ARREDI IVA NS CREDITO FORNITORI
4.500 900 5.400

_____________________20.05.200N ____________________ D A
DIVERSI a FORNITORI 5.400
MOBILI E ARREDI 4.500
IVA NS CREDITO 900

Pagamento della fattura:


FORNITORI D - DEBITI VF +
BANCA C/C A - DENARO VF -
CASSA CONTANTI A - DENARO VF -
FORNITORI BANCA C/C CASSA CONTANTI
5.400 4.000 1.400

_____________________20.05.200N__________________ D A
FORNITORI a DIVERSI 5.400
BANCA C/C 4.000
CASSA CONTANTI 1.400
ACQUISTO DI FATTORI PLURIENNALI con COSTI ACCESSORI

25/02/200N - Acquistato da una società di costruzioni un fabbricato commerciale al


prezzo di Euro 300.000 + I.V.A. 20%.
In pari data si riceve la fattura del notaio relativa all’acquisto
dell’immobile così dettagliate: onorario per Euro 5.000 soggetto ad
IVA 20%, mentre Euro 25.000 si riferiscono alle imposte di registro,
ipotecarie e catastali.

Ricevimento della fattura della società di costruzione:


FORNITORI A + DEBITI VF -
FABBRICATI D COSTI PLURIENNALE VE -
IVA NS CREDITO D + CREDITI VF +
FABBRICATI COMMERCIALI IVA NS CREDITO FORNITORI
300.000 60.000 360.000

_________________________25.02.2004_____________ D A
DIVERSI a FORNITORI 360.000
FABBRICATI COMMERCIALI 300.000
IVA NS CREDITO 60.000

Ricevimento della fattura del notaio:


FORNITORI A + DEBITI VF -
FABBRICATI D COSTI PLURIENNALE VE -
IVA NS CREDITO D + CREDITI VF +
FABBRICATI COMMERCIALI IVA NS CREDITO FORNITORI
25.000 (imposte) 1.000 31.000
5.000 (onorario)

_______________________25.02.2004______________ D A
DIVERSI a FORNITORI 31.000
FABBRICATI COMMERCIALI 30.000
IVA NS CREDITO 1.000

RIEPILOGANDO:
FABBRICATI COMMERCIALI
300.000
25.000 (imposte) TOTALE CONTO EURO 330.000
5.000 (onorario)