Sei sulla pagina 1di 2

I POPOLI PROCLAMINO LA SAPIENZA DEI SANTI

canto di ingresso dal Comune dei Dottori della Chiesa

testo da Sir 44, 15.14 e dal Salmo 32 musica di G. Verardo


(versione metrica di D. M. Turoldo)

 Solenne
  ˆ ˆ ˆˆ ˆ ˆˆ  ˆ ˆˆ ˆ ˆ ˆˆ
ˆ ˆ ˆˆ
 ˆˆ  ˆˆ ˆˆ ˆ  ˆ ˆˆ ˆˆ
Ì
ˆ ˆ ˆ ˆ
ˆˆ  ˆˆ ˆ ˆ ˆ  ˆˆ  
   ˆ ˆ  ˆ ˆ  ˆˆ ˆˆ  ˆˆ ˆ ˆ ˆ
ˆ
ˆ

RIT.   
S 
ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ  ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ  ˆ ˆ
  
I po po li pro cla mi no la sa pien za dei san ti, e la Chie sa ne

 ˆ ˆ ˆ ˆ
ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ  ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ
C

  
I po po li pro cla mi no la sa pien za dei san ti, e la Chie sa ne

 ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ  ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ
T
ˆ ˆ
ˆ ˆ
8


I po po li pro cla mi no la sa pien za dei san ti, e la Chie sa ne
  ˆ ˆ ˆ
ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ
B

ˆ ˆ ˆ  ˆ ˆ ˆ
I po po li pro cla mi no la sa pien za dei san ti, e la Chie sa ne
 
  ˆ ˆˆ  ˆ ˆ ˆ ˆˆ ˆ ˆˆ ˆˆ ˆˆ ˆˆ 
ˆ ˆ ˆ 

ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ ˆˆ ˆ ˆ
ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ
ˆ ˆˆ ˆˆ ˆ ˆ ˆˆ ˆ ˆ ˆ
  ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ
ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ
ˆ
ˆ ˆ ˆˆ ˆˆ 
ˆ  ˆ

   ˆ
S  ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ  
  
ce le bri le lo di; il lo ro no me vi vrà in e ter no.

 ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ
ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ  
C

 
ce le bri le lo di; il lo ro no me vi vrà in e ter no.
 
  ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ  ˆ ˆ ˆ 

T
8


ce le bri le lo di; il lo ro no me vi vrà in e ter no.
   ˆ ˆ   ˆ ˆ ˆ ˆ 
B

 ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ 
ce le bri le lo di; il lo ro no me vi vrà in e ter no.
 
  ˆˆ  ˆ ˆˆ ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ ˆˆ  ˆˆ ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ
ˆ ˆ ˆ   ˆ ˆˆ ˆˆ ˆ ˆ   
  ˆ ˆ

  ˆˆ ˆˆ ˆˆ ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ ˆˆ ˆ ˆ ˆ ˆˆ
ˆ  ˆ ˆ ˆ  
ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ 


1
  
STROFA

ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ
 ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ
1. Nel Si gno ç
re e sul ta te, o san ti, ai suoi giu sti con vie ne la lo de:
2. Com po ne te gli un ç can ti co nuo vo, vo ç
ce e ce tre u ni te con ar te:
3. E gli a ma giu sti zia eç di rit to, la sua gra zia ri em pie la ter ra:
4. Co me in va ç so rac co glie i ma ri, co ç
me in scri gno rac chiu ç
de gli a bis si:
 ˆ
 ˆ ˆ ˆ
ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ ˆˆ ˆˆ ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ ˆˆ ˆˆ ˆ
ˆ
ˆ ˆ
ˆ ˆ ˆ ˆ
 ˆ
  ˆ ˆ ˆ  ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ  ˆ  ˆ  ˆ ˆ
ˆ ˆ
ˆ ˆ ˆ
ˆ ˆ ˆ ˆ
ˆ

  ˆ ˆ 
  ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ
al RIT.
ˆ ˆ ˆ

con le ar ç
pe o no ra ç
te il Si gno re, i più gran di stru men ti suo na te!
la pa ro la di Di o è san ta, e fe de le in o gni sua o pe ra.
la sua vo ce ri em pie i cie li, il suo spi ri ç
to a dor na il ç cre a to.
ç
te ma Id di o la ter ra in te ra, per lui tre mi no tut ç
ti i vi ven ti.
 
  ˆ ˆˆ  ˆˆ ˆˆ ˆˆ ˆˆ ˆ ˆ ˆˆ  ˆˆ  ˆˆ ˆˆ ˆˆ ˆˆ ˆ ˆ ˆ ˆ  ˆˆ  ˆ ˆ ˆˆ  ˆ  ˆ ˆ ˆ
 ˆ ˆ ˆ ˆˆ ˆˆ ˆ ˆ ˆ 

ˆ ˆ ˆ ˆ
ˆ ˆ ˆ
  ˆ  ˆ ˆ ˆ
ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ 

Rit. I popoli proclamino la sapienza dei santi,


e la Chiesa ne celebri le lodi;
il loro nome vivrà in eterno.

1. Nel Signore esultate, o santi, 3. Egli ama giustizia e diritto,


ai suoi giusti conviene la lode: la sua grazia riempie la terra:
con le arpe onorate il Signore, la sua voce riempie i cieli,
i più grandi strumenti suonate! il suo spirito adorna il creato.

2. Componetegli un cantico nuovo, 4. Come in vaso raccoglie i mari,


voce e cetre unite con arte: come in scrigno racchiude gli abissi:
la parola di Dio è santa, tema Iddio la terra intera,
e fedele in ogni sua opera. per lui tremino tutti i viventi.

Il ritornello può essere eseguito all'unisono, seguendo la parte dei soprani, oppure in polifonia.