Sei sulla pagina 1di 1

Salmi responsoriali - Giuseppe Verardo

SANT'ANTONIO DI PADOVA

dal Salmo 88

Rit. Can

te rò in e ter 
no 
l’a mo re del Si gno re.

   42 ˆˆ ˆ ˆ ˆˆ ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ ˆˆ ˆ
ˆˆ ˆ ˆˆ ˆ ˆ ˆˆ ˆ ˆ
+ ˆ
ˆ
  2 ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ ˆ
4 ˆ ˆ

1. Canterò in e terno l’a more del Si gnore, di generazione in gene ra zione


2. «Ho stretto un’al le anza con il mio e letto,
Ho trova to Davide, mi o servo,

3.

 La mia fedeltà e il mio a  more sa ranno 


con lui
 
4.

ˆ   ˆ  ˆˆ
 ˆ  ˆ 
 
   ˆ   ˆˆ  ˆˆ
  ˆ 
  
1. farò conoscere con la mi a bocca la tua fe del tà,
2. ho giurato a Davide, mi o servo.
3. con il mio san to olio l’ho con sa crato;


4. e nel mi o  nome s’innalze rà la su a  fronte.

  ˆ   ˆ
  ˆ 
 
 ˆ

   ˆ  ˆ
  ˆ   ˆ
 
1. perché ho detto: «È un a more edifi cato per sempre;
2. Stabilirò per sempre la tua di scen denza,
3. la mi a mano è il suo so stegno,
 Egli mi invo che
 rà: “Tu sei mi o  padre,
 
4.

ˆˆ   ˆˆ
 
 
    ˆˆ  ˆ
   ˆ

 
1. nel cielo ren di stabile la tua fe del tà».
2. di generazione in gene ra zione edifiche rò il tu o trono».
3. il mi o braccio è la su a forza.


4. mio Dio e
 roccia della mia sal  vezza”».

  ˆˆ   ˆˆ ˆ
   ˆ
 
   ˆˆ   ˆˆ