Sei sulla pagina 1di 8

05/02/2016

Clinica e farmacologia
delle sostanze d’abuso
Dott. Fabrizio Schifano, FRCPsych, Dip. Clin. Farmacologia
Pres. Farmacologia Clinica e Terapeutica
Consulente Psichiatra (Dipendenze)
University of Hertfordshire (UK)

www.ulss.tv.it

Conflitti di interesse:
dichiarazioni

FS è sia membro centrale del Advisory Council on the


Misuse of Drugs (ACMD, UK) che membro del Gruppo
consultivo specialistico (Psichiatria) per l’Agenzia
europea per i medicinali (EMA).
FS è PI del progetto EU_MADNESS (2014-2016)
finanziato dalla Commissione Europea e co-PI del
progetto EPS/NPS (2015-2016).
Non vi sono conflitti di interesse qui dichiarati tali da
aver potuto influenzare l’interpretazione dei dati
presenti.

1
05/02/2016

La struttura neuronale

terminale assone

Annullandosi a
vicenda quando si
incontrano.

2
05/02/2016

Neurotrasmettitori

Quando l’impulso o corrente elettrica raggiunge i rami terminali o


la fine di un assone, stimola i rami a rilasciare sostanze chimiche
note come neurotrasmettitori. Come suggerisce il loro nome, i
neurotrasmettitori sono i meccanismi attraverso i quali un
impulso nervoso viaggia da un neurone ad un altro o verso le
cellule del corpo.

Una volta rilasciato da un assone, un neurotrasmettitore viaggia


per la sinapsi verso un secondo neurone. Quando l’ha raggiunto,
si attacca a delle parti specifiche, chiamate recettori, nei dendriti
del secondo neurone. L’atto dell’attaccarsi crea lo stimolo per i
dendriti nel secondo neurone. Tali dendriti rispondono poi a
questo stimolo allo stesso modo in cui il primo neurone aveva
risposto al suo stimolo, e l’impulso nervoso continua.

Neurotrasmettitori

Ci sono diversi neurotrasmettitori, inclusi dopamina, serotonina


e acetilcolina.

Ogni neurotrasmettitore è presente in certi tipi di neurone e ha


specifiche funzioni. Può avviare un’azione o interromperla, come
far contrarre un muscolo o far smettere le secrezioni di una
ghiandola. Ad esempio, l’acetilcolina è il neurotrasmettitore
rilasciato presso i rami terminali dei neuroni motori che entrano
in stretto contatto con le fibre muscolari (in questo caso, la
sinapsi è chiamata giunzione neuromuscolare). Quando
l’acetilcolina si attacca ai recettori sulla membrana della fibra
muscolare, fa scattare una carica elettrica che viaggia
rapidamente da un’estremità all’altra della fibra muscolare,
facendo sì che si contragga.

3
05/02/2016

Neurotrasmettitori,
le loro funzioni e
le sostanze d’abuso

Schema generale delle dinamiche


fisiche dell’abuso di droga

Nicotina
Alcol
Oppiacei Peptidi
oppiodi Apporti di glutammato (es.
dalla corteccia)

Alcol
Oppiacei
Interneurone
VTA

Alcol Stimolanti

Nicotina

Cannabinoidi
Apporti di
glutammato
(es. dalla
amigdala
PPT/LDT)

4
05/02/2016

Il percorso
della ricompensa

corteccia
prefrontale

Il sistema limbico

Le strutture chiave del sistema limbico


includono l’amigdala, a forma di mandorla, e
l’ippocampo, a forma di cavalluccio marino.
Il sistema limbico si occupa degli stati
emozionali (come rabbia, paura ed
eccitazione sessuale) e della memoria.
L’ippocampo gioca un ruolo fondamentale
nell’apprendimento e nella memoria a lungo
termine.

5
05/02/2016

Percorsi Daergici SNC

Mesocorticale
Mesolimbico
Tuberoinfundibulari
Nigrostriatali

Sinapsi e
neurotrasmissione sinaptica

dopamina

recettore
della
dopamina

6
05/02/2016

Neurotrasmissione
della dopamina

endorfina

pompa
di captazione recettore degli
oppiacei

Aumento del campo prodotto nella


cellula post-sinaptica

7
05/02/2016

Grazie per l’attenzione!