Sei sulla pagina 1di 1

Serie B R 21a giornata LUNEDÌ 28 GENNAIO 2019 LA GAZZETTA DELLO SPORT 29

Che spettacolo Brescia


giusto così. Perché quando
due squadre si affrontano a vi­ PARI IN BIANCO
so aperto e il pubblico si diver­

Livorno sfortunato
te come fosse al luna park, il

Spezia avanti 4 volte


pareggio lascia una sensazio­
ne di giustizia.

SUPER DONNARUMMA Non


Tre pali, zero gol
Ma c’è Donnarumma
sarebbe stato piacevole vede­

Il Pescara resiste
re qualcuno uscire a mani vuo­
te dal Rigamonti, nessuna del­
le due squadre se lo sarebbe
meritato. Perché la partita
1 Marino sempre in fuga con Mora, Bidaoui (2) e Okereke non ha lasciato un attimo di
respiro. Il Brescia è andato
LIVORNO-PESCARA
LIVORNO (3-4-1-2) Mazzoni 6;
0-0 ma poca personalità. Il crollo
nella ripresa appare preoccu­
Il capocannoniere fa la terza tripletta: non basta per la vetta sotto quattro volte ed è sem­ Gonnelli 6 (dal 40’ s.t. Marie Sain-
te s.v.), Di Gennaro 6, Bogdan 6,5;
pante per una squadra che è
pre riuscito a rimediare, gra­ stata una delle rivelazioni del
zie alle idee di Tonali (per lui Valiani 6 (dal 36’ s.t. Canessa s.v.), girone di andata.
Agazzi 7, Luci 6,5, Fazzi 5; Dia-
anche una rete) e al fiuto del manti 6; Giannetti 6, Murilo 5,5
BRESCIA 4 gol di Alfredo Donnarumma, (dal 24’ s.t. Kupisz 6). (Zima, Rom- LA PARTITA Si parte con un Pe­
che ha segnato la terza triplet­ boli, Gemmi, Soumaoro, Gasbarro, scara molto alto e aggressivo e
SPEZIA 4 ta stagionale arrivando a 18 Raicevic, Porcino). All. Breda 6,5. il Livorno ha difficoltà ad usci­
gol in 17 partite. Certo, per la PESCARA (4-3-3) Fiorillo 7; Balza- re dalla sua area e mettere in
PRIMO TEMPO 2-2 no 6,5, Gravillon 6,5, Scognamiglio
MARCATORI Mora (S) al 1’, Tonali
squadra di Corini l’occasione azione Diamanti. Ma è solo un
6, Del Grosso 5,5; Memushaj 6,
(B) al 24’, Bidaoui (S) al 41’, era ghiotta: con la vittoria (sa­ Kanoute 6,5 (dal 36’ s.t. Bruno 5),
fuoco di paglia: con il passare
Donnarumma (B) al 46’ p.t.; Bidaoui rebbe stata l’ottava di fila in Melegoni 5,5; Marras 6 (dal 27’ s.t. dei minuti il Livorno riesce a
(S) al 3’, Donnarumma (B) al 9’, casa, mai successo dal Dopo­ Ciofani 5,5), Mancuso 5,5, Anto- riordinare le idee prendendo
Okereke (S) su rigore al 19’, Donna- guerra a oggi) avrebbe preso nucci 5 (dal 10’ s.t. Monachello 6). in mano il pallino. Al 31’ il pri­
rumma (B) su rigore al 32’ s.t. la vetta solitaria, ma il Paler­ (Kastrati, Farelli, Bettella, Perrotta, mo brivido con Gonnelli, che
mo alla fine è sopra solo un Crecco, Machin, Capone, Del Sole). avendo chiesto di essere cedu­
BRESCIA (4-3-1-2) Andrenacci 4; All. Pillon 5,5.
Sabelli 5,5, Cistana 5,5, Romagnoli punto. Il Brescia ha pagato la ARBITRO Piscopo di Imperia 5,5.
to potrebbe aver disputato l’ul­
5,5, Mateju 6; Bisoli 7, Tonali 7, giornata no del portiere An­ ASSISTENTI Muto 6-Formato 6. tima gara in amaranto: il suo
Dessena 6 (dal 20’ s.t. Ndoj 6); drenacci, colpevole sui primi AMMONITI Agazzi (L), Gravillon destro sbatte sul palo. Passa un
Spalek 5,5 (28’ s.t. Tremolada 6); due gol (è uscito male sulla re­ (P) e Bruno (P) per gioco scorr. minuto e stavolta è Diamanti
Torregrossa 7,5, Donnarumma 8,5. te di Mora dopo un minuto e si NOTE paganti 1.103, incasso di che con un gran sinistro centra
PANCHINA Bastianello, Morosini, è fatto sorprendere da Bidaoui 9.087 euro; abbonati 4.174, quota il palo. Il Pescara si chiude da­
Gastaldello, Lancini, Curcio, di 33.849 euro. Tiri in porta 7 (con
Martinelli. ALLENATORE Corini 7,5. Alfredo Donnarumma, 28 anni, terza tripletta stagionale LAPRESSE sul 2­1) e in ritardo su Oke­ 3 pali)-0. Tiri fuori 14-3. In fuori-
vanti alla propria area schiac­
reke, in occasione del rigore gioco 3-2. Angoli 9-2. Recuperi: p.t. ciato da un Livorno aggressivo
SPEZIA (4-3-3) Lamanna 6; De Col ospite. 0’, s.t. 4’. e determinato che al 41’ spreca
6, Terzi 5, Giani 5, Augello 6,5; De Matteo Pierelli IL MIGLIORE una buona occasione con
Francesco 6 (dal 20’ s.t. Crimi 6), INVIATO A BRESCIA SPEZIA ARRABBIATO Dal can­ Francesco Foresi Giannetti (diagonale alto). La
Bartolomei 6, Mora 7; Vignali 6,5, to suo, lo Spezia del grande ex ripresa è un monologo ama­
LIVORNO

A
Okereke 7 (dal 35’ s.t. Galabinov
pplausi. A Corini e Ma­ Pasquale Marino si è confer­ ranto. Al 2’ solo un grande in­

T
s.v.), Bidaoui 7,5 (47’ s.t. Gyasi s.v.).
PANCHINA Manfredini, Barone, rino, che hanno educa­ mato una squadra molto tosta. re pali e un grande Fio­ tervento di Fiorillo nega a Di
Crivello, Bastoni, Acampora, Pierini, to le proprie squadre a Ha ritrovato i gol di Bidaoui rillo negano al Livorno Gennaro, su colpo di testa, la
Mastinu, Gudjohnsen. un calcio propositivo e pieno (che non segnava da settem­ quei tre punti che gioia del gol. All’8’ ancora il pa­
ALLENATORE Marino 7,5. di (belle) idee. A tutti i gioca­ bre) e ha sempre giocato in avrebbe meritato contro un lo non permette agli amaranto
tori, che si sono dati battaglia verticale. Mora, oltre alla rete, Pescara che dopo i primi di passare in vantaggio: altro
ARBITRO Di Paolo di Avezzano 5,5.
ASSISTENTI Robilotta 6-Margani dall’inizio alla fine. Al pubbli­ ha mostrato un carattere fuori buoni 20’ si è sciolto come grande sinistro dal limite di
6. co, che ha applaudito indistin­ dal comune e Okereke ha dato neve al sole. Il Livorno ­ se­ Diamanti. Il Pescara fa acqua
AMMONITI Mora (S), Terzi (S),
Bartolomei (S) e Bisoli (B) per
tamente i protagonisti, come
giusto che sia dopo 90 e passa
8,5 profondità. Il rammarico (ol­
tre al rigore un po’ generoso
sto risultato utile consecuti­
vo ­ oltre alla sfortuna paga
da tutte le parti, solo che di
fronte ha una squadra che non
gioco scorretto. minuti che definire stupendi è ● DONNARUMMA dato al Brescia, secondo Mari­ la scarsa concretezza delle ha feeling con il gol. Ancora
NOTE spettatori 7.000 circa; riduttivo. Otto gol, tre traver­ ATTACCANTE BRESCIA no «un regalo») è forse quello punte, ecco perché Breda Diamanti e poi Agazzi non rie­
paganti e incasso non comunicati,
abbonati 4.195, quota non
se (tutte dei padroni di casa), Giocatore letale, veloce di non aver saputo gestire i aspetta una attaccante che scono a concretizzare due buo­
comunicata. Tiri in porta 7 (con 3 emozioni a raffica: Brescia­ di gambe e di testa: appena vantaggi. Ma sono dettagli: dovrebbe essere De Luca, ex ne occasioni e così gli amaran­
traverse)-4. Tiri fuori 12-5. Spezia è stata una delle partite ha una palla buona la butta continuando così il futuro sarà Entella (ora al Cluj), oltre to si devono accontentare del
In fuorigioco 2-1. Angoli 6-4. più belle viste in B negli ultimi dentro. Questa è la terza roseo. ad un centrocampista. Il Pe­ punto.
Recuperi: p.t. 2’, s.t. 4’. anni. È finita 4­4 ed è stato tripletta ed è a 18 gol in 17 gare © RIPRODUZIONE RISERVATA scara ha mostrato qualità © RIPRODUZIONE RISERVATA

IL DERBY IL POSTICIPO
CLASSIFICA
Venezia su, Padova giù Nel Verona
po prendendo il pallone con la
mano? Negli occhi di tutti, an­ SQUADRE PT PARTITE RETI

c’è Di Gaudio
che di Zenga, sarebbe rimasto G V N P F S

lo splendido sinistro di Trevi­ PALERMO 37 20 10 7 3 32 17

Di Mariano: finale show Il Cosenza


san. Che, a pochi secondi dalla BRESCIA 36 20 9 9 2 41 28
fine, fa l’imperdonabile sgarbo LECCE 34 20 9 7 4 33 25

con il tridente
di non restituire la rimessa do­ PESCARA 34 20 9 7 4 29 23
po che Vicario aveva mandato VERONA 30 19 8 6 5 29 22
fuori il pallone con Zampano BENEVENTO 30 19 8 6 5 28 22

VENEZIA 2 1Zenga avanti con Segre, pari di Trevisan steso dai crampi. Di Mariano,
l’uomo del 2­1, a sua volta per­
CITTADELLA
PERUGIA
30
29
20
20
7
8
9
5
4
7
23
28
18
28 VERONA (4-3-3)

PADOVA 1
seguito da rigore, espulsione e polemiche de la testa, sente Trevisan dire a SPEZIA 28 20 7 7 6 30 25
COSENZA (4-3-3)
Marcandella «vai in porta!» e SALERNITANA 27 20 7 6 7 24 27
PRIMO TEMPO 1-0 chiusa l’azione aggredisce il ca­ CREMONESE 26 20 6 8 6 22 18 OGGI ore 21 ARBITRO Rapuano di
MARCATORI Segre (V) al 6’ p.t.; pitano del Padova. Espulso. Poi VENEZIA 25 20 6 7 7 20 21 Rimini PREZZI 12-100 euro TV Dazn
Trevisan (P) al 40’, Di Mariano (V) arrivano le scuse: di Trevisan a ASCOLI 25 20 6 7 7 20 25
1
su rigore al 48’ s.t. Di Mariano, che ammette la COSENZA 20 19 4 8 7 14 23 SILVESTRI
colpa a compagni e tifosi. FOGGIA (-6) 18 20 6 6 8 28 33 5 6 27 33
VENEZIA (3-5-2) Vicario 6; CROTONE 17 20 4 5 11 19 29 FARAONI MARRONE DAWIDOWICZ EMPEREUR
Coppolaro 6, Modolo 6,5, Domizzi
DUE FACCE È il derby, bellezza. CARPI 17 20 4 5 11 19 36
6,5; Zampano 6, Segre 6,5 (dal 30’ 8 14 20
s.t. Suciu s.v.), Schiavone 7, Pinato Giocato meglio dal Venezia nel LIVORNO 16 19 3 7 9 17 25 GUSTAFSON COLOMBATTO ZACCAGNI
6,5 (dal 36’ s.t. Bentivoglio s.v.), primo tempo, grazie al gol arri­ PADOVA 15 20 3 6 11 22 33
Garofalo 6,5; Rossi 5 (dal 17’ s.t. 7 11 23
vato in tempi brevissimi: Segre SERIE A PLAYOFF PLAYOUT RETROCESSIONI MATOS PAZZINI DI GAUDIO
Vrioni 6,5), Di Mariano 6. da fuori, dopo una respinta cor­
PANCHINA Facchin, Bruscagin,
Fornasier, Cernuto, Besea, ta dell’ex Andelkovic e il resto 25 19 32
Lombardi, St Clair, Citro, Geijo. della difesa che dorme. Il Pado­ PROSSIMO TURNO TUTINO MANIERO BAEZ

ALLENATORE Zenga 7. va incassa il colpo, non riesce a 22ª GIORNATA 7 6 21


reagire, non cambia passo. Ec­ VENERDÌ 1 FEBBRAIO MUNGO PALMIERO BRUCCINI
PADOVA (3-5-2) Minelli 6,5; co manifestarsi i difetti di co­ LECCE-ASCOLI ORE 21 (0-1)
Andelkovic 5,5, Cherubin 6,
Trevisan 6,5; Morganella 5,5,
municazione mascherati dal SABATO 2 FEBBRAIO 18 3 5 2
CARPI-VERONA ORE 15 (1-4) LEGITTIMO DERMAKU IDDA CORSI
Mazzocco 5 (dal 1’ s.t. Clemenza 3­0 al Verona: la rivoluzione di
COSENZA-CITTADELLA (0-2) 33
6,5), Calvano 5,5, Pulzetti 6 (dal 35’ Francesco Di Mariano, 22 anni, segna il rigore della vittoria LAPRESSE mercato (8 nuovi acquisti) non PADOVA-SALERNITANA (0-3) PERINA
s.t. Marcandella s.v.), Cappelletti 4; poteva non avere controindica­ SPEZIA-CREMONESE ORE 18 (0-2) ANDATA 3-0 (A TAVOLINO)
Mbakogu 5,5 (dal 45’ s.t. Lollo s.v.), zioni. Non schierare la stessa DOMENICA 3 FEBBRAIO
Bonazzoli 6,5. Guglielmo Longhi squadra per due giornate di fila BENEVENTO-VENEZIA ORE 15 (3-2)
PANCHINA Favaro, Merelli, IL MIGLIORE PANCHINA 12 L. Ferrari, 26 Berardi,
Ceccaroni, Zambataro, Broh, INVIATO A VENEZIA comporta molti rischi. Per dire: CROTONE-LIVORNO (1-0) 15 Balkovec, 29 Almici, 30 Bianchetti,
PESCARA-BRESCIA ORE 21 (1-1) 4 Henderson, 21 Laribi, 25 Danzi,
Belingheri, Longhi, Capello. stavolta Mbakogu, devastante

U
LUNEDÌ 4 FEBBRAIO 10 Di Carmine, 16 Lee, 19 Cisse, 28 Tupta.
ALLENATORE Bisoli 6. n gol capolavoro, poi un al debutto, si fa vedere solo per PALERMO-FOGGIA ORE 21 2-1) ALLENATORE Grosso.
rigore. La cafonata, poi l’assist di testa per il pari. Gui­ RIPOSA: PERUGIA SQUALIFICATI nessuno.
ARBITRO Sacchi di Macerata 7. la rissa. Sullo sfondo, er­ dato da un sapiente Schiavone, DIFFIDATI nessuno.
ASSISTENTI Lombardi 6- INDISPONIBILI Tozzo, Kumbulla,
Mastrodonato 6.
rori e tanta paura di perdere. È il Venezia controlla: pressing MARCATORI Crescenzi, Ragusa.
ESPULSI Di Mariano (V) al 49’ s.t. il derby dei signori e dei dotto­ alto e possesso palla, con Pina­ 18 RETI: Donnarumma (Brescia, 3)
ri, di gente che non si ama e to e Segre a togliere spazio a PANCHINA 22 Saracco, 4 Capela,
per c.n.r. 12 RETI: Mancuso (Pescara, 1) 29 Pascali, 11 D’Orazio, 15 Schetino,
AMMONITI Rossi (V) e Calvano quando s’incrocia fa di tutto Mazzocco e Pulzetti certifican­ 9 RETI: Coda (Benevento, 4) 16 Sciaudone, 10 Embalo, 9 Perez.
(P) per proteste; Mbakogu (P), per mostrarlo. Il Venezia torna do così la superiorità a centro­ 8 RETI: Pazzini (Verona, 3) ALLENATORE Braglia.
Modolo (V), Coppolaro (V), Pinato
(V) e Trevisan (P) per gioco scorr.
a vincere dopo 5 gare, il Padova
s’inchioda dopo aver steso il Ve­
7 campo. Bisoli nel secondo tem­
po cambia: 3­4­1­2 con Cle­
7 RETI: Torregrossa (Brescia), Mancosu
(1), Palombi (Lecce), Verre (1), Vido
(Perugia, 3)
SQUALIFICATI nessuno.
DIFFIDATI Garritano, Palmiero.
INDISPONIBILI Garritano, Trovato.
NOTE paganti 3.451, incasso di
44.388 euro; abbonati 1.820, quota rona. Risultato giusto? Dipen­ ● SCHIAVONE menza trequartista. I suoi deci­ 6 RETI: La Mantia (Lecce), Diamanti
di 10.592 euro. Tiri in porta 5 (con de: per il numero di occasioni CENTROCAMPISTA VENEZIA dono di osare di più, le squadre (Livorno, 3), Nestorovski (Palermo, 1),
Okereke (Spezia, 1), Di Mariano (Venezia, 1)
1 traversa)-3. Tiri fuori 5-5. create, sì. Per la capacità di fare Centro di gravità permanente si allungano, il Venezia soffre. 5 RETI: Finotto, Schenetti (Cittadella),
In fuorigioco 1-0. Angoli 3-3. la partita, anche. Ma se Cappel­ del Venezia. Quando Bisoli E il Padova s’illude. Tutino (Cosenza), Bonazzoli (Padova, 2),
Recuperi: p.t. 1’, s.t. 4’. letti non fosse impazzito di col­ cambia modulo, frena Clemenza © RIPRODUZIONE RISERVATA Bocalon (Salernitana)