Sei sulla pagina 1di 145

€ 12,00

Qualità - Competenza - Qualificazione


Qualità - Competenza - Qualificazione Supplemento Trimestrale · numero 7
Trasparenza - Servizio - Aggiornamento - Informazione -
Trasparenza - Servizio - Aggiornamento - Informazione -
Tutela Assicurativa - Assistenza Legale
Tutela Assicurativa
Qualità - Assistenza
- Competenza Legale
- Qualificazione GRUPPI DI STUDIO
Trasparenza - Servizio - Aggiornamento - Informazione - Prof. Ivo Bianchi
Tutela Assicurativa - Assistenza Legale

AMINOACIDI
CHI È APDB
L’Associazione Professionisti Discipline CHIdel È APDBè stata costituita a norma della Legge
Benessere
L’Associazione
n. Professionisti
4 del 14 gennaio 2013 recanteDiscipline del Benessere
“Disposizioni è stata
in materia costituita a non
di professioni norma della Legge
organizzate in
n. 4 del
ordini 14 gennaio
e collegi” 2013 recante
pubblicata in Gazzetta CHI È APDB
“Disposizioni
Ufficiale in 22
n. materia
del 26digennaio
professioni
2013.non organizzate in
ordini e collegi” pubblicata
L’Associazione in Gazzetta
Professionisti Discipline Ufficiale n. 22èdel
del Benessere 26costituita
stata gennaio a2013.
norma della Legge
n. 4 del 14 gennaio 2013 recante “Disposizioni in materia di professioni non organizzate in
ordini e collegi” pubblicata in Gazzetta Ufficiale n. 22 del 26 gennaio 2013.
SCOPO
Ha lo scopo di valorizzare le competenze SCOPO degli iscritti, promuovendo e proponendo stili di vita
eHaintegrazioni
lo scopo di naturali
valorizzareper leil competenze
benessere del degli
SCOPO iscritti,epromuovendo
cittadino autorizzando egli proponendo stili di vita
stessi all’utilizzo del
e integrazioni
riferimento
Ha lo scopo naturali
all’iscrizione per ilagli
di valorizzare lebenessere
elenchi del
competenze cittadino
dell’Associazione
degli e autorizzando
quale
iscritti, promuovendo gli stessistili
attestato
e proponendo all’utilizzo
di diqualità
vita dele
riferimento
qualificazione all’iscrizione
e integrazioni naturali peragli
professionale elenchi
ilaibenessere
sensi deldell’Associazione
degli artt. 7 e 8edelle
cittadino quale
Legge
autorizzandon.gli4.attestato di qualità
stessi all’utilizzo del e
qualificazione
riferimento professionale
all’iscrizione agli ai sensi deglidell’Associazione
elenchi artt. 7 e 8 delle Legge
quale n. 4.
attestato di qualità e
qualificazione professionale ai sensi degli artt. 7 e 8 delle Legge n. 4.

OPERATIVITÀ
Pubblicando i nominativi dei Professionisti OPERATIVITÀ
OPERATIVITÀ iscritti e certificati nel sito web, secondo la
Pubblicando
Regione Italiana
Pubblicando
i nominativi
i di esercizio
nominativi
dei
deidiProfessionisti iscrittie ecertificati
attività, garantisce
Professionisti
certificati
iscritti visibilità il nel
pernel Sociosito web, secondo la
e trasparenza
sito web, secondo la per il
Regione
Cittadino Italiana
fruitore. di esercizio
Consente di attività,
tranquillità garantisce
operativa neivisibilità
confrontiper il
del Socio e
Cliente
Regione Italiana di esercizio di attività, garantisce visibilità per il Socio e trasparenza per trasparenza
e delle il per il
Istituzioni,
Cittadino
essendo ilfruitore.
Cittadino fruitore.Consente
Professionista Consente tranquillità
certificato operativanei
dall’Associazione.
tranquillità operativa nei confrontidel del
Tutto ciò
confronti nel Cliente
rispetto
Cliente edidelle
e delle Istituzioni,
precise
Istituzioni,regole
essendo il Professionista
deontologiche
essendo di cui al codice
il Professionista certificato dall’Associazione.
di condotta
certificato Tuttociòciò
nel nel
adottato dell’Associazione
dall’Associazione. Tutto rispetto
rispettoper di precise
di poter
precise regoleregole
consentire la
deontologiche
trasparenza deidirapporti
deontologiche cuicuialalcodice
di codice
con di
di condotta
condotta
i Clienti adottato
e altriadottato dell’Associazione
dell’Associazione
Professionisti, per poter
per poter
di altre categorie. consentire
consentire la la
trasparenza
trasparenza deidei
rapporti
rapporticon
coni iClienti
Clienti ee altri
altriProfessionisti,
Professionisti, di altre
di altre categorie.
categorie.

A
A CHI SIRIVOLGE
CHI SI RIVOLGE
A tutti gli Operatori
A tutti delle
gli Operatori delleDisciplineAdel
Discipline CHI
del SI RIVOLGE
Benessere.
Benessere.
A tutti gli Operatori delle Discipline del Benessere.

TuttiTutti gli Operatori


gli Operatori delleDiscipline
delle Discipline del
del Benessere
Benesserepossono
possono iscriversi al BCMA
iscriversi al BCMA
Tutti(British
(British Complementary
gli Complementary
Operatori Medicine del
delle Discipline
Medicine Association),
Benessereil ilpossono
Association), registro professionale
registroiscriversi di
al BCMA
professionale di
riferimento
(British del Regno Unito.
Complementary
riferimento del Regno Unito.
riferimento del Regno Unito.
Medicine Association), il registro professionale di DISPENSA N. 19
Per ulteriori informazioni APDB - www.associazioneprofesionistidelbenessere.it
Per ulteriori informazioni
Via Giuseppe Verdi, 41, 45100 Rovigo Tel.APDB
Per ulteriori
www.associazioneprofesionistidelbenessere.it
-
049.8647449 Fax 049.8898924 - info@associazioneprofessionistidelbenessere.it Mos Maiorum
Via Giuseppe Verdi, 41, informazioni
45100 Rovigo Tel. APDB - www.associazioneprofesionistidelbenessere.it
049.8647449 Fax 049.8898924 - info@associazioneprofessionistidelbenessere.it
Via Giuseppe Verdi, 41, 45100 Rovigo Tel. 049.8647449 Fax 049.8898924 - info@associazioneprofessionistidelbenessere.it
Supplemento Trimestrale · numero 7

GRUPPI DI STUDIO
Prof. Ivo Bianchi

AMINOACIDI

DISPENSA N. 19

Mos Maiorum
SOMMARIO
Introduzione ............................................ 5 SEZIONE III
Aminoacidi e bellezza .................. 81

SEZIONE I • Metionina
Gli aminoacidi ...................................... 7 • Cisteina
• Prolina
SEZIONE II
Aminoacidi e la mente .................... 2
9 • Lisina
• II A: Aminoacidi
e neurotrasmettitori ...................... 35 SEZIONE IV
Aminoacidi e sport ......................... 109
• Fenilalanina
• Arginina
• Tirosina
• Ornitina
• Triptofano
• BCAA (Leucina, Isoleucina
• Teanina e Valina)
• Glutammina

Bibliografia .......................................... 135

Suggerimenti integrativi ............ 139


AMINOACIDI

Introduzione

Come ogni inizio di semestre, anche all’esordio di questo 2017, viene inserito un
nuovo argomento nel ciclo di lezioni che tengo in varie città italiane. Nuovo tema
di studio e di dibattito fattivo con i colleghi sono questa volta gli Aminoacidi. Que-
ste molecole sono già state oggetto di studio da parte mia e ad esse ho dedicato
uno specifico volume alcuni anni fa. Questo ciclo di lezioni parte da quelle ac-
quisizioni ma vuole essere un sostanziale approfondimento alla luce delle nuove
scoperte scientifiche e soprattutto delle mie esperienze cliniche.
In questa lezione tratterò in particolare di due argomenti : il ruolo degli aminoaci-
di nell’equilibrio psicologico e le loro potenzialità nell’ambito della medicina este-
tica e dell’anti aging. Il campo è stato quindi delimitato ma si tratta di argomenti
molto vasti e complessi, che debbono essere approfonditi da ogni operatore che
voglia organizzare un protocollo strutturale in questi ambiti. Del resto, quasi tutti
i pazienti oggi anelano alla salute mentale ed alla bellezza fisica.
Nell’ambito della Medicina Naturale si impiegano varie categorie di sostanze, è
importante capirne sempre ruolo ed indicazioni specifiche. Ad esempio i fitotera-
pici in generale hanno, grazie alla loro complessa biochimica, una azione funzio-
nale, di stimolo o di inibizione. Essi agiranno talora come depurativi ma avranno
spesso un impatto molto evidente per una attività di tipo simil-ormonale, basti
pensare alla Dioscorrea villosa, al Tribulus terrestris o alla Withamnia sominifera.
L’elemento minerale ha una funzione di riempimento in alcuni tessuti ed inoltre
entra nella struttura di specifiche molecole attive quali l’emoglobina, la SOD, il
GTF… Le vitamine funzionano come coenzimi, regolando la velocità di specifiche
reazioni biochimiche tanto che un corretto funzionamento del ciclo di Krebs mito-
condriale richiede opportune integrazioni di vitamina B1, B2, B3 , B5 e B6. I fun-
ghi medicinali sono grandi apportatori di provitamina D, beta-glucani e minerali
specifici ed andranno usati come tonici ed immunostimolanti.
Gli aminoacidi sono dei mattoni, simili ai Lego, essi possono formare qualsiasi
struttura con grande versatilità di impiego. La loro potenzialità tuttavia può essere
un’arma a doppio taglio, essi possono infatti essere stimolo di sintesi per molecole
o proliferazioni anomale. Di qui deriva la ragione di questo ciclo di lezioni: cono-
scere profondamente queste molecole, questi veri e propri mattoni della vita. Do-
vremo insieme spiegarci l’azione clinica di ogni aminoacido studiandone la strut-
tura biochimica ed il metabolismo, dalla sintesi alla degradazione della molecola,
valutando attentamente le interazioni. Fonti precipue di aminoacidi per il nostro
organismo sono gli alimenti e quindi dovremo cercare di modulare la dieta del

5
DISPENSA N. 19

paziente in base al quadro clinico che richiede un cibo ricco di alcuni aminoacidi
rispetto ad altri. Poiché gli aminoacidi sono la base strutturale di molti ormoni e
neurotrasmettitori, talora si dovranno effettuare integrazioni anche molto consi-
stenti per forzare la sintesi di uno specifico ormone o neurotrasmettitore carente.
Abbiamo 20 mattoncini ma dobbiamo conoscere molto bene il loro colore e la loro
struttura per costruire e riparare a livello tissutale. Immergiamoci in questo studio
per guidare in maniera corretta la continua opera di restauro che il nostro edificio
corpo richiede.

Prof. Ivo BIANCHI



Verona; 20 Gennaio 2017

6
SEZIONE I

GLI AMINOACIDI
Tiziano, “Flora”
AMINOACIDI

Aminoacidi
• Gli aminoacidi si possono definire
come sostanze organiche che
contengono nella loro molecola un
gruppo amminico ed un gruppo acido

9
DISPENSA N. 19

• Ogni aminoacido è caratterizzato


dalla struttura chimica del gruppo
legato al carbonio α. Può trattarsi
di:
• semplice atomo di idrogeno, come
nell’aminoacido Glicina,
• gruppo fenolico, come nella
Prolina,
• gruppi alcoolici – OH, come nella
Serina e Treonina,
• gruppi contenenti zolfo come
nella Cisteina e Metionina
• gruppi azotati come nella
Glutammina o nell’Arginina,
• gruppi carbossilici, acidi, come
nell’Aspartato,
• gruppi aromatici, cioè molecole
cicliche con legami doppi tra i
carboni, come per esempio nel
Triptofano,Tirosina e Fenilalanina
• catene di carbonio ramificate
come nella Leucina, Isoleucina e
Valina.

10
AMINOACIDI

• In natura siano stati descritti oltre 300 diversi aminoacidi, solo 20 si


riscontrano normalmente nelle proteine dei mammiferi.
• La struttura primaria di tutte le proteine umane è sintetizzata partendo da
questi 20 aminoacidi organizzati in una sequenza lineare determinata dal
codice genetico.
• Le basi puriniche controllano la carica, le pirimidiniche la polarità

11
DISPENSA N. 19

• 20 aminoacidi del corpo umano si dividono in due gruppi:


• Aminoacidi Essenziali, 9, sono indispensabili per le funzioni organiche ed
il corpo non può sintetizzarli
• Aminoacidi non Essenziali, sono pure indispensabili per le funzioni
organiche, ma possoni essere sintetizzati partendo da altri aminoacidi.

12
AMINOACIDI

Funzione degli Aminoacidi

• Quasi tutti gli aminoacidi che


possono essere sintetizzati
dall’organismo umano, sono
impiegati per la sintesi di altri
composti azotati.
• Glicina -- sintesi di porfirina e
purine
• Glutammina -- precursore di
neurotrasmettitori e purine
• ac. Aspartico -- sintesi di purine e
pirimidine.

13
DISPENSA N. 19

FUNZIONI FISIOLOGICHE
DEGLI AMINOACIDI
• Trasmissione e controllo dei segnali neurologici
• Regolazione dell’attività muscolare
• Mantenimento dello stato Redox
• Regolazione Ormonale
• Enzimi e proteine ematiche di trasporto
• Formazione di ligamenti, tendini e matrice ossea

14
AMINOACIDI

Aminoacidi Essenziali
• La sopravvivenza dell’essere umano è correlata alla presenza di 9 amino
acidi essenziali
• Senza di essi si verifica una serie di eventi che provocano a cascata un serio
danno cellulare

Sintesi Endogena degli


Aminoacidi
• Nove aminoacidi non essenziali possono essere prodotti dal surplus di
glucosio, naturalmente in presenza di una fonte di azoto, tipo un altro
aminoacido o ammoniaca.

15
DISPENSA N. 19

Sintesi Endogena
degli Aminoacidi
• Due aminoacidi non essenziali, Tirosina e Cisteina, richiedono un
aminoacido essenziale per la loro sintesi, rispettivamente: Fenilalanina e
Metionina. Gli atomi di carbonio per la Cisteina vengono dal glucosio, la
Metionina dona solo l’atomo di zolfo.

16
AMINOACIDI

17
DISPENSA N. 19

18
AMINOACIDI

• Nei neonati e durante lo svilupoo,


2 aminiacidi non sono sintetizzati a
sufficienza e sono quindi essenziali:
Istidina e Taurina
• I bambini prematuri devono essere
integrati anche con Cisteina,
perché incapaci di sintetizzarla
dalla Metionina, negli adulti
spesso da quest’ultimo aminoacido
viene sintetizzata la pericolosa
Omocisteina, quindi esiste un altro
aminoacido virtualmente essenziale:
• Cisteina

19
DISPENSA N. 19

Aminoacidi semi-Essenziali
• Aminoacidi
sintetizzati
dall’organismo
ad una velocità
inadeguata
in particolari
circostanze:
crescita,
gravidanza,
degenerazione
senile…

20
AMINOACIDI

• Tenendo conto delle perdite


giornaliere di proteine (urine,
feci, pelle, capelli, unghie, seme
e perdite mestruali) un adulto di
struttura normale deve introdurre
ogni giorno almeno 30-40gr di
proteine di alta qualità, ovvero che
contengano tutti gli aminoacidi
essenziali.
• Le proteine dietetiche del
bambino, ancora metabolicamente
immaturo, dovrebbero contenere
almeno il 37% di aminoacidi
essenziali, per quelle dell’adulto
basta il 15%

• Le persone in genere non si


rendono conto della estrema
necessità di aminoacidi per il
corpo che, ad esempio a livello
midollare, ogni secondo sforna
2.5 milioni di globuli rossi. Ogni
4 giorni tutte le piastrine e la
maggior parte delle cellule che
ricoprono le mucose intestinali,
sono rimpiazzate. La maggior parte
dei globuli bianchi viene sostituita
ogni 10 giorni. Ognuno di noi ha
virtualmente una nuova pelle
ogni 24 giorni ed una struttura
collagenica completamente
rifatta ogni 30 anni. Il corpo
quindi è continuamente in fase di
riparazione e tutto questo lavoro
richiede soprattutto aminoacidi

21
DISPENSA N. 19

CONDIZIONI CHE INDUCONO


UN DEFICIT DI AMINOACIDI
• Deficit proteici nella dieta
• Insufficiente acidità gastrica
• Deficit di enzimi pancreatici
• Deficit di Secretina o di altri
ormoni gastroenterici
• Aumentate perdite di aminoacidi
da stress

Aminoacidi
Essenziali
• La causa più comune di deficit
aminoacidico è la carenza dietetica
che se presente dovrebbe essere
accertata e curata il più presto
possibile

22
AMINOACIDI

SITUAZIONI CLINICHE CHE


DEBBONO FAR SOSPETTARE
UN DEFICIT DI AMINOACIDI
• Severo controllo della dieta
• Vegetarianismo non informato
• Uso di antiacidi
• Turbe della digestione

23
DISPENSA N. 19

SINTOMI CARENZIALI
GENERALI
• Sensazione generale di non
benessere generale
• Autismo e sintomi correlati
• Rapida perdita di peso
• Dispepsia
• Disordini del comportamento
• Fatica cronica
• Depressione

SINTOMI CARENZIALI
SPECIFICI
ISOLEUCINA
• Sintomi di Ipoglicemia
• Vertigini
• Depressione
• Irritabilità
• Confusione

LEUCINA
• Stanchezza
• Vertigini
• Cefalea
• Irritabilità

24
AMINOACIDI

SINTOMI CARENZIALI
SPECIFICI
VALINA ISTIDINA
• Deterioramento Mielinico • Dolori articolari
• Danni Muscolari • Cataratta precoce
• Deterioramento mentale • Eczema
• Insonnia
• Ipersensibilità cutanea

SINTOMI CARENZIALI
SPECIFICI
METIONINA LISINA

• Paralisi • Stanchezza

• Ritardo della Crescita • Ritardo della Crescita

• Epatopatia • Perdita di massa magra

• Schizofrenia • Problemi della Fertilità

• Depressione • Anemia

• Perdita di Capelli • Perdita di Capelli

• Morbo di Parkinson

25
DISPENSA N. 19

SINTOMI CARENZIALI
SPECIFICI
FENILALANINA TRIPTOFANO
• Letargia • Depressione
• Ritardo della Crescita • Ansia
• Stanchezza • Insonnia
• Ritardo della crescita • Tendenza al Suicidio
• Eruzioni cutanee • Aggressività
• Epatopatia • Ovaio Policistico

Deficit
di Aminoacidi Essenziali
TREONINA
• Ansia - Agitazione
• Epatopatia – Steatosi
• Deterioramento Mentale
• Deficit Digestivo
• Disordini Intestinali
• Malassorbimento
• Deficit di Assorbimento Proteico

26
SEZIONE II

AMINOACIDI
E LA MENTE
AMINOACIDI

Aminoacidi e salute mentale

Nonostante non siano ancora chiari tutti i meccanismi biochimici che stanno alla
base delle molteplici funzioni della mente umana, è tuttavia evidente l’influenza
dell’integrazione di specifici aminoacidi sulla psiche. La funzione di queste mole-
cole è duplice, da una parte essi sono mattoni per la struttura stessa dell’encefa-
lo, dall’altra sono la base sintetica dei neurotrasmettitori e quindi permettono a
100 miliardi di neuroni il coordinamento emotivo, cognitivo e comportamentale.
Il Triptofano e la Tirosina sono rispettivamente i precursori di Serotonina e Do-
pamina, fondamentali per una attitudine mentale positiva e per l’equilibrio com-
portamentale. La Glicina e il Glutammato, sono aminoacidi ma al tempo stesso
neurotrasmettitori fondamentali rispettivamente per il rilassamento e le capacità
di apprendimento. L’Arginina, precursore dell’Ossido Nitrico, modula a sua volta
il rilascio di altri neurotrasmettitori.
Pertanto dall’apporto dietetico o dall’ integrazione oculata di specifici aminoacidi
dipendono l’appetito, il metabolismo ed il comportamento sociale. Ne deriva che
l’endocrinologo, il nutrizionista o lo psichiatra non possono non tener conto de
ruolo di queste molecole. Il problema tuttavia è molto complesso, bisogna valuta-
re il tipo di aminoacido che si somministra, da cui dipende il suo assorbimento,
inoltre poiché gli aminoacidi siano rilasciati dalle proteine deve esserci, a livello
gastrico, un buon livello di acido cloridrico, che può essere inficiato da farmaci od
età. Il trentenne ha un 40% in meno di capacità di assorbimento aminoacidico ri-
spetto al quarantenne, il settantenne ha ridotto tale capacità di un altro 50%. Deve
essere quindi valutata la modalità di supplementazione ed eventualmente curata
la disfunzione, talora parafisiologica, che ostacola all’assorbimento ( problemi
pancreatici, celiachia … ).
Alcuni aminoacidi hanno un ruolo indiretto ma fondamentale sulla psiche e la
loro integrazione dovrà essere attentamente valutata, parliamo di: Treonina, Me-
tionina, Lisina e degli Aminoacidi Ramificati.
Quanto detto è ancora più evidente se si analizzano le problematiche mentali
correlate agli errori congeniti del metabolismo aminoacidico che riscontriamo in
patologie quali: albinismo, alcaptonuria, fenilchetonuria, malattia dalle urine sci-
roppo d’acero.

31
DISPENSA N. 19

32
DISPENSA N. 19

34
SEZIONE II A

Aminoacidi
e Neurotrasmettitori
DISPENSA N. 19

36
AMINOACIDI

DOPAMINA
• Neurotrasmettitore sintetizzato
dagli aminoacidi L-Fenilalanina e
L-Tirosina.
• Bassi livelli di Dopamina
sono tipici della Depressione
(neurotrasmettitore del piacere)
e Morbo di Parkinson
(neurotrasmettitore trofico
cerebrale)
• Il desiderio di cibo, di fare sesso
o di bere è associato con un
incremento di Dopamina
• Cocaina e Nicotina agiscono
mimando la Dopamina
• Alti livelli di Dopamina sono tipici
della Schizofrenia

SEROTONINA
• Neurotrasmettitore sintetizzato
dall’aminoacido L-Triptofano
• Precursore dell’ormone Melatonina
• Regola il sonno, la coagulazione
ed è coinvolto nella genesi della
depressione
• Molti antidepressivi agiscono
influenzando i livelli di Serotonina
• La Serotonina rende possibile una
migliore risposta allo stress
• Gli eventi esterni, se il livello
di Serotonina è buono, non
determinano somatizzazioni a
livello gastroenterico, turbe del
sonno e cardiocircolatorie

37
DISPENSA N. 19

38
AMINOACIDI

Riequilibrio
Serotonina/Dopamina
• È fondamentale per la salute
psicologica individuare in
relazione alla Costituzione
ed alla Specifica Situazione
Contingente l’equilibrio tra i due
neurotrasmettitori
• Supplementazione di opportuni
aminoacidi sarà la migliore
modalità di riequilibrio

39
FENILALANINA
AMINOACIDI

Fenilalanina: l’Antidolorifico
• Aminoacido essenziale le cui
principali fonti di sono carne,
pesce, uova, formaggio, latte, soya,
avocado, mandorle, noccioline e
semi in generale.
• L’aminoacido libero si trova anche
negli alimenti fermentati (yogurt,
natto, miso…)
• Apporto anomalo di questo
aminoacido viene fatto con il
consumo di dolcificanti artificiali,
oggi sempre più diffusi nei
così detti prodotti dietetici. Il
dolcificante aspartame è un
dipeptide della L-Fenilalanina,
in forma di metil estere ed acido
L-Aspartico.

• Nei soggetti depressi, senza


entusiasmo, senza più emozioni
sono stati evidenziati bassi livelli
serici ed urinari di L-Fenilalanina,
la supplementazione ha
determinato importanti
miglioramenti
• A livello cerebrale l’aminoacido
determina anche un incremento
delle endorfine ed è quindi utile
nei soggetti affetti da malattie
croniche dolorose.

41
DISPENSA N. 19

• La L-Fenilalanina viene utilizzata


per contrastare il senso di fame.
Fenilalanina è precursore di
Tirosina mediante idrossilazione
ed entrambi sono precursori
della dopamina e noradrenalina,
implicati nel “senso di fame”.
• Favoriscono infatti la produzione
di colecistochinina, ormone
secreto dopo il pasto dal duodeno,
causa rilascio di bile e di enzimi
pancreatici.
• La colecistochinina è ormone
anoressizzante: riduce il senso di
fame e l’assunzione di cibo, ed è
per questo chiamato ormone della
sazietà.

42
AMINOACIDI

43
TIROSINA
AMINOACIDI

Tirosina: l’Antidepressivo
• Aminoacido neutro a lunga catena
(LNAA), passa facilmente la
barriera emato-encefalica grazie al
trasportatore degli LNAAs, motivo
per cui la L-Tirosina compete
con gli altri LNAAs, tra cui il
Triptofano, per il passaggio della
barriera ematoencefalica.
• Ha struttura analoga alla
Fenilalanina se si eccettua la
presenza del gruppo reattivo OH,
questo lo rende molto più coinvolto
in reazioni con atomi non proteici
• Ha ruolo specifico nella
fosforilazione delle proteine
intracellulari trasduttrici di
segnale ( Tirosinachinasi )
• Precursore diretto di dopamina,
noradrenalina ed adrenalina,
tutti neurotrasmettitori essenziali
per il corretto funzionamento
del Sistema Nervoso Simpatico.
Per tale motivo la L-Tirosina
viene utilizzata per contrastare
l’esaurimento da stress.
• Sotto stress il cervello non è in
grado di sintetizzare una quantità
sufficiente di Tirosina a partire
dalla Fenilalanina.

45
DISPENSA N. 19

• Integrazione con L-Tirosina può migliorare la performance mentale, la


memoria e l’apprendimento in condizioni estreme ambientali, durante
esercizio fisico intenso o stress fisiologico.
• Situazioni di stress cronico necessitano di una supplementazione di
Tirosina che può antagonizzare la deplezione di catecolamine e la
conseguente depressione biochimica.
• La concentrazione nei tessuti di questo aminoacido non è alta poiché viene
rapidamente metabolizzato in presenza di acido folico, vitamina C e rame.

46
AMINOACIDI

Tirosina
• 1 gr, 1-2 volte al giorno, è molto
utile per contrastare il vizio del
fumo, alcool e la dipendenza da
droghe pesanti, anche se non
sembra utile nei cocainomani.
• Supporto nei soggetti con
depressione cronica, utile in quei
pazienti che non rispondono alle
cure più comuni .
• Il 5-HTP alla sera e la Tirosina al
mattino, possono essere molto utili
nei pazienti depressi che fanno
fatica ad alzarsi al mattino ma
hanno difficoltà ad addormentarsi
la sera.
• Utile da solo o in associazione con
altri nella demenza senile e forme
iniziali di morbo di Alzheimer.

47
DISPENSA N. 19

• Questo amminoacido svolge


un’azione fisiologica di stimolo
della funzionalità tiroidea
fornendo alla tiroide il substrato
necessario per la sintesi ormonale
• È preferibile l’utilizzo al mattino
in linea con i principi della
cronobiologia che evidenzia un
picco della produzione di ormoni
tiroidei tra le 10 e le 11 del
mattino.
• Ricordiamo che l’ipofunzione
tiroidea è una delle cause più
frequenti di depressione

48
AMINOACIDI

49
TRIPTOFANO
AMINOACIDI

Triptofano:
il Promotore del Sonno
• La concentrazione cerebrale di
serotonina dipende dall’apporto di
L-Triptofano.
• Maggior enzima coinvolto nel
metabolismo dell’aminoacido è
la Triptofano idrossilasi, che per
essere attivato richiede adeguate
quantità di ac. folico, vitamina B6
e magnesio.
• NAD derivato da Niacina e
Glutammina essenziale per il
metabolismo del Triptofano.

51
DISPENSA N. 19

52
AMINOACIDI

• L’ac. Picolinico, suo metabolita, è importante per l’assorbimento di zinco.


Animali con deficit di Triptofano o di B6, assorbono con difficoltà questo
metallo.
• È aminoacido relativamente raro nel cibo, ne sono ricchi: prosciutto, carne
di manzo e maiale, parmigiano, acciughe, uova ed albicocche.
• Dieta quasi esclusiva di polenta e di altri cibi poveri dell’aminoacido porta a
pellagra, malattia da deficit associato di niacina e Triptofano.

• Deficit di Triptofano, per


eccessiva degradazione, in caso
di: depressione, ritardo mentale,
ipertensione, assunzione di
contraccettivi orali, stati di ansia.
• Le necessità dietetiche di
Triptofano diminuiscono con l’età.
• La carenza dell’aminoacido è
correlata con comportamenti
aggressivi, particolarmente in
soggetti mentalmente ritardati.

53
DISPENSA N. 19

54
AMINOACIDI

Triptofano
• La carenza dietetica di vitamina
B6 e Triptofano sembrano essere
correlate a crimini violenti e
la supplementazione di può
correggere la componente
biochimica dell’aggressività.
Farmaci che incrementano il
neurotrasmettitore opponente, la
dopamina, quali la bromocriptina
o che bloccano la vitamina B6,
inibendo la trasformazione del
Triptofano in niacina, quali
l’isoniazide, stimolano pertanto i
comportamenti violenti.

55
DISPENSA N. 19

• Supplementi di L-Triptofano da 500 a 2000 mg o di 5-HTP a partire da


100 mg possono essere utili nel trattamento dell’insonnia e per correggere
problematiche relative al sonno REM, si possono usare dosaggi anche
maggiori.
• Precursore della Melatonina la carenza può portare a: anoressia -
ipertensione - sindrome maniaco depressiva - psoriasi

56
AMINOACIDI

Triptofano
• Effetti di stimolo sul
GH, particolarmente se
associato con Ornitina e
Arginina
• Bambini mentalmente
ritardati e con sindrome
di Down si giovano
dalla somministrazione
dell’aminoacido
associato con vitamina
B6 (50 mg/die) e zinco
(10 mg/die)
• Vi sono miglioramenti
nella maturità sociale e
nel comportamento.

57
DISPENSA N. 19

5-HTP
• Consigliabile l’integrazione di
Triptofano sotto forma di 5-HTP,
soprattutto quando si voglia
incrementare rapidamente i livelli
di Serotonina
• L’assunzione di cibi che
contengano anche grandi quantità
di Triptofano, non necessariamente
porta ad un significativo aumento
del 5-HTP, miglior integrazione
si ottiene assumendo preparati
a base di semi di Griffonia
simplicifolia (la più ricca fonte
naturale di HTP)

58
INTRODUZIONE

5 HTP
• Calmante, antidepressivo,
dimagrante per diminuzione
del craving
• Utile anche per
• cefalea muscolo tensiva
• fibromialgia
• atassia di Friedreich
• insonnia
• obesità con bulimia

59
DISPENSA N. 19

5-HTP
• Ha interessanti proprietà ipotensive,può essere impiegato per prevenire
l’insufficienza renale nei pazienti ipertesi.
• Il 5-HTP è utile nei soggetti iperfagici ed obesi, spesso compensanti in tal
modo uno stato depressivo di fondo. La somministrazione dell’aminoacido è
stata associata a:
• inibizione della gluconeogenesi
• aumento della glicemia
• aumento della fornitura di glucosio al cervello
• inibizione del rilascio di insulina
• diminuzione del desiderio di dolci
• Nei pazienti con morbo di Parkinson, la supplementazione dell’aminoacido
riduce i tremori e contrasta i disturbi dell’umore, frequentemente presenti.

60
AMINOACIDI

Pazienti depressi, agitati, inclini al suicidio, hanno bassi libelli di


Triptofano e trovano giovamento dall’integrazione.
5-HTP alla sera e Tirosina al mattino, molto utili nei pazienti
depressi.

61
TEANINA
AMINOACIDI

Teanina: la forza tranquilla


• Aminoacido contenuto nelle
foglie di Camelia sinensis passa
la barriera encefalica con il
trasportatore degli aminoacidi
neutri (Leucina)
• Stimola la sintesi cerebrale di
GABA, Dopamina e Serotonina
• Attiva le onde cerebrali alfa del
rilassamento ed ha un effetto
importante sull’attenzione
• Indicata in:
• Stress/deficit di attenzione
• Ipertensione arteriosa

63
DISPENSA N. 19

64
AMINOACIDI

• La Teanina è molto indicata quando la Depressione concomita con Ansia


• Interessante ed unica è la sua proprietà calmante ma non sedativa, quindi
di riequilibrio
• Specifica per gli studenti

65
DISPENSA N. 19

Teanina:
GABA stimolo
• L’acido gamma amino Butirrico
(GABA) è un aminoacido non
essenziale che contribuisce alla
normale funzione cerebrale
bloccando i messaggi correlate
allo stress ed impedendo che essi
raggiungano i siti recettoriali del
sistema nervoso centrale.
• Il GABA aiuta a ridurre il senso
di ansietà e può essere utile per
trattare le problematiche legate a
stress emozionale, quali il calo del
desiderio sessuale e l’ipertensione
arteriosa.
• Agisce sostanzialmente come
un tranquillante, i suoi effetti
sono paragonabili a quelli
delle benzodiazepine e di altri
tranquillanti.

66
AMINOACIDI

• Il GABA è indicato nel trattamento delle patologie legate ad


iperstimolazione dei centri motori cerebrali, quali epilessia e sindrome da
iperattività e disturbo dell’attenzione.
• Le ricerche indicano che questa molecola è utile nel ridurre il desiderio
di alcoolici negli alcoolisti, in maniera analoga al suo precursore, l’acido
Glutammico.
• Ricopre un ruolo chiave nella regolazione degli ormoni sessuali è utile nella
terapia dell’ ipertrofia prostatica.
• Studi hanno evidenziato che il GABA aumenta i livelli di GH determinando
conseguentemente un incremento nella massa muscolare ed una
diminuzione del grasso corporeo.

67
DISPENSA N. 19

68
GLUTAMMINA
DISPENSA N. 19

70
AMINOACIDI

Glutammina:
Carburante
cerebrale
• Il più abbondante aminoacido non
essenziale, può attraversare la
barriera emato-encefalica
• Diventa essenziale, per aumentate
necessità, in caso di malattia,
traumi o sport intenso
• I Neuroni sintetizzano Ac
Glutammico e GABA partendo
dalla Glutammina. Gli Astrociti ,
degradano questi metaboliti a H2O
e CO2 a fini energetici
• È fonte di ac. Alfa Ketoglutarico
per il ciclo di Krebs

71
DISPENSA N. 19

• Trasportatore-depuratore di gruppi aminici a livello mitocondriale


• Substrato energetico per il ciclo di Krebs
• Stimolo proliferativo tramite la sintesi di nucleotidi

Glutammina e Cellule
a Rapido Turnover
• Per il suo ruolo nella sintesi
di nucleotidi è utilizzato
avidamente da tutte le cellule
con elevata intensità di
proliferazione
• Cellule immunitarie (fibroblasti,
linfociti)
• Cellule dell’epitelio intestinale
• Per il suo ruolo nel ciclo di Krebs
è substrato energetico delle
cellule
• Diminuisce i livelli di IL 6 e IL 8
• La sua carenza può determinare
gravi danni tissutali
• Un suo eccesso nel soggetto
neoplastico, può favorire la
crescita tumorale

72
AMINOACIDI

73
DISPENSA N. 19

• 500 mg/die sono necessari per il ricambio cellulare a livello dell’intestino


tenue e del colon e prevenire alterazione della permeabilità intestinale
• La cellula ha come principali carburanti il glucosio e glutammina, la
proliferazione cellulare non può avvenire in mancanza di ac. Glutammico

74
AMINOACIDI

• Questo aminoacido, tramite il suo effetto a livello cerebrale e muscolare:


• Riduce la fatica
• Limita il desiderio di dolci, cioccolato, alcool, sigarette, droghe
• Fornisce N per la sintesi proteica ma è utile per rimuovere l’azoto in chiave
depurativa
• Stimola la detossificazione epatica Previene la degradazione muscolare
sotto stress o dopo traumi e interventi
• È importante anche in caso di:
• Ipoglicemia
• Accumulo di Radicali liberi, poichè stimola la sintesi dell’antiossidante
per antonomasia: il Glutatione

75
DISPENSA N. 19

Allenamento Intenso
e Glutammina
à innalzamento del cortisolo

catabolico a livello muscolare
à consumo di glucosio ed in

sua carenza utilizzazione di
aminoacidi glucogenici con
degradazione massa muscolare
à deficit immunitario per ridotta

sintesi linfocitaria in carenza di
glutammina
à produzione di ac. Lattico

con rischio acidosi metabolica
antagonizzata da Glutammina
stimolo della produzione renale di
Bicarbonato

76
AMINOACIDI

Glutammina
e Sport

Favorisce l’ingresso nelle cellule
muscolari di acqua, amminoacidi
ed altre sostanze, aumentandone
il volume. Oltre a stimolare la
sintesi proteica ed ostacolare
il catabolismo, questa sua
caratteristica potrebbe essere alla
base dell’aumentata disponibilità
di glicogeno muscolare durante il
recupero

L’eccessivo allenamento crea una
gran quantità di radicali liberi,
la Glutammina interviene nella
sintesi del Glutatione

Utile nella sindrome da
sovrallenamento: relazione tra
il calo permanente dei livelli
plasmatici di glutammina e la
comparsa dei sintomi tipici del
sovrallenamento (stanchezza
cronica, calo di peso, perdita di
appetito, comparsa di infezioni di
lieve entità, nausea, depressione,
apatia, aumento della frequenza
cardiaca a riposo e diminuzione
della frequenza cardiaca di
allenamento). Tale sindrome
si previene somministrando
glutammina ed aminoacidi
ramificati

77
DISPENSA N. 19

Modalità di Assunzione
• un’ora prima dell’inizio dello
sforzo insieme a carboidrati per
favorire una prestazione sportiva
ottimale.
• subito dopo l’allenamento,
entro trenta minuti dal termine
dell’esercizio, insieme ad
abbondanti liquidi ed aminoacidi
ramificati, per favorire il recupero
ed i processi anabolici cellulari
• a digiuno, possibilmente prima di
coricarsi, per favorire la fisiologica
secrezione di ormone somatotropo,
più facilmente stimolabile da
parte della Glutammina, in fase
ipoglicemica

78
AMINOACIDI

79
SEZIONE III

AMINOACIDI
E BELLEZZA
AMINOACIDI

Aminoacidi e bellezza

I parametri più evidenti e simbolici di bellezza e salute oggi come sempre, al di la


delle mode, sono: pelle bella e morbida, unghie forti e capelli lucenti. Molti studi
ed esperienze cliniche confermano che per mantenere sane queste strutture, facil-
mente compromesse da problemi metabolici, allergici e circolatori, è necessaria
un attento e continuo drenaggio delle tossine corporee, l’antagonizzazione delle
spinte infiammatorie, ma anche una corretta integrazione soprattutto di specifici
aminoacidi. Questa supplementazione, tramite lo stimolo della sintesi di collage-
ne, permetterà di mantenere l’elasticità della pelle ed una struttura forte di unghie
e capelli.
La Creatina, sintetizzata dagli aminoacidi Arginina e Metionina, è particolarmen-
te importante per il più grande dei nostri organi, la pelle, poiché supporta il meta-
bolismo del connettivo e la rigenerazione cutanea.
È importante ricordare che, con l’avanzare dell’età, il tasso di divisione cellulare
diminuisce e le cellule cutanee dell’ultra quarantenne si rinnovano non più in 28
giorni ma in 30-40. Contemporaneamente, già dopo i 25 anni, le fibre di supporto
connettivale, collagene ed elastina diminuiscono.
Tutto questo direttamente influisce sull’aspetto giovanile dell’individuo, inoltre
raggi ultravioletti e radicali liberi incidono maggiormente su queste strutture in
calo rigenerativo, la pelle si indurisce e compaiono le rughe. La supplementazione
dei già citati aminoacidi necessari per la sintesi di Creatina, rende disponibile
questa molecola a livello cutaneo, essa protegge la cute dalle sostanze danno,
crea un film liquido a livello connettivale ridonando turgore alla pelle. Le cellule
connettivali grazie all’integrazione di Creatina, rallentano l’invecchiamento e so-
no capaci di riparare il DNA nucleare danneggiato, riprendono a produrre una
adeguata quantità di fibre collagene.
Una dieta squilibrata-tossica fatta di carni rosse, patatine, bevande edulcorate e
caffè, determina un aumento dell’acidità tissutale molto dannosa per tutto l’orga-
nismo ma evidente soprattutto a livello cutaneo. Oltre al correggere queste scon-
siderate abitudini, sarà utile consigliare al pur non più piacente soggetto, una
supplementazione dell’aminoacido Glutammina, capace di stimolare la depura-
zione delle sostanze azotate da parte del rene. Quasi la metà delle proteine che
rendono umida e morbida la pelle derivano dall’aminoacido Glutammina che, pur
solitamente abbondante nella dieta e prodotto anche dall’organismo, è tuttavia
spesso in relativa carenza in soggetti in fase di senescenza. La carenza di questo
aminoacido, se non integrato, si ripercuote non solo a livello cutaneo ma anche
muscolare, intestinale e cerebrale.

83
DISPENSA N. 19

Arginina Miglioramento
Rivitalizzazione Sintesi di nuovo della struttura di
Creatina Cellulare Collagene
Metionina Pelle ed Annessi


La supplementazione di aminoacidi, in particolare di quelli ramificati, è inoltre
importante per favorire, contemporaneamente all’esercizio fisico, la trasformazio-
ne del grasso corporeo in eccesso in massa muscolare magra. Gli effetti dell’attivi-
tà sportiva sono ottimizzati.

Metionina
Arginina
CUTE, CAPELLI,
UNGHIE
Glutammina
AMINO FITNESS

LEUCINA
MUSCOLI ISOLEUCINA
VALINA

84
AMINOACIDI

85
METIONINA
AMINOACIDI

Metionina: per Pelle e Capelli


• Con la Cisteina è uno dei due
aminoacidi proteogenici sulforati
• Il suo metabolita S-adenosil
metionina (SAMe) è un
fondamentale donatori di metili
• È precursore della Cisteina ma
anche di Taurina, Carnitina,
Lecitina, Fosfatidilcolina ed altri
Fosfolipidi
• Un inadeguato metabolismo
della Metionina può favorire
l’insorgenza di aterosclerosi
• Malati di AIDS hanno bassi
livelli di Metionina che ne spiega
deterioramento nervoso e demenza
• Ha importanti funzioni di
disintosscazione epatica per vari
tossici

87
DISPENSA N. 19

88
AMINOACIDI

• Col Triptofano, è uno


dei due soli aminoacidi
codificati da un singolo
codone (AUG) nel
codice genetico
• Tale codone è anche il
messaggio per l’inizio
della sintesi proteica
nei ribosomi da mRNA,
conseguentemente la
Metionina è incorporata
in posizione N terminale
in tutte le proteine degli
eucarioti e degli archea.
• Generose somministrazioni di Metionina (5 gr/die) ma non di SAMe, sono
utili nel morbo di Parkinson
• La supplementazione di Metionina (2 gr/die ) è utile nella prevenzione
delle ricorrenze di pancreatite
• Poichè stimola la sintesi di Glutatione è un importante disintossicante ed
epatoprotettore
• Agente lipotropico, inibisce l’accumulo di grasso a livello epatico

89
DISPENSA N. 19

• Lo stimolo alla sintesi proteica


indotto dalla Metionina la rende
estremamente utile per le
problematiche della cute e degli
annessi cutanei (capelli, unghie)
• In particolare viene supportata la
sintesi di cheratina che favorisce
la crescita e la forza strutturale dei
capelli
• Gli atomi di Zolfo della Cisteina,
sintetizzata dalla Metionina, sono
fondamentali per la struttura
terzaria della cheratina del capello

90
AMINOACIDI

• La Metionina è soprattutto utile


in corso di allergie sia di tipo
alimentare che ambientale
• Riduce l’entità della reazione
allergica a tutti i livelli:
respiratorio gastroenterico e ..
Nervoso
• Molti casi di depressione e di
schizofrenia ad eccessivi livelli di
istamina
• Utile nella dominanza Estrogenica
che determina problemi a livello
epatico, mammario e nervoso

91
DISPENSA N. 19

92
AMINOACIDI

93
CISTEINA
AMINOACIDI

Cisteina: il Detossificante
• Aminoacido sulforato non
essenziale, sintetizzato
nell’organismo a partire dagli
aminoacidi essenziali L-Metionina
e L-Serina, attraverso una reazione
di transulfurazione, diventa
essenziale solo in determinate
situazioni, come ad esempio la
prematurità neonatale.
• Interviene per la sintesi di
proteine, Glutatione, Taurina,
coenzima A e fornisce solfato
inorganico.
• Il Glutatione è un tripeptide che
a sua volta esplica numerose
funzioni biochimiche, tra cui il
mantenimento di un normale stato
cellulare redox.

95
DISPENSA N. 19

Cisteina
• Interviene nei processi depurativi
epatici inattivando le sostanze
chimiche tossiche ed i cancerogeni
• Utile dopo utilizzo di paracetamolo
ad alti dosaggi che comportano
diminuzione dei livelli di
Glutatione nel fegato.
• Ha un ruolo sia nell’eliminazione
di sostanze tossiche, che nella
prevenzione di alcune forme
tumorali legate al danno da
sostanze tossiche.
• Utile in tutte quelle situazioni
ove necessita la potente azione
riducente dei suoi gruppi tiolici
• L’azione riduttiva porta
all’ossidazione della sua molecola
e alla formazione di un composto
fatto di due residui cisteinici: la
Cisteina.

96
AMINOACIDI

97
PROLINA
AMINOACIDI

Prolina: il Supporto Osseo


• Aminoacido non essenziale la cui concentrazione come molecola libera nei
fluidi organici è superata solo da L-Glutammina ed L-Alanina.
• Il collagene, che rappresenta il 25-30% delle proteine corporee, è la
maggiore riserva di L-Prolina
• Supplementazioni di questo aminoacido siano importanti per mantenere in
efficienza articolazioni, tendini e muscoli.
• È anche componente essenziale dell’umor vitreo, del muscolo cardiaco e
della membrana basale di tutti gli organi.

• In generale, gran parte degli effetti dell’invecchiamento possono essere


attribuibili al depauperamento del pool aminoacidico organico.
• Il deficit di Prolina, amminoacido essenziale per la struttura collagenica, si
manifesta non solo con dolore articolare e vertebrale ma anche con rughe
ed alterazioni della struttura della cute, soprattutto se questa sia stata
esposta a traumi meccanici o radianti come l’eccessiva esposizione ai raggi
UV.

99
DISPENSA N. 19

• In caso di artrosi a livello delle


grande articolazioni o vertebrale,
il sostenere la funzione collagenica
integrando non solo con L-Prolina
ma anche con L-Lisina, l’altro
aminoacido coinvolto nella sintesi
di Idrossiprolina e collagene, è di
fondamentale importanza.
• Vero modo per trattare artrosi
ed osteoporosi, ben più efficace
ed assai meno pericoloso di
Bifosfonati ed anti infiammatori.

100
AMINOACIDI

• Artrosi in generale e coxartrosi in


particolare, colpiscono gli atleti,
soprattutto quelli che praticano
gli sports di endurance. La
supplementazione di L-Prolina è la
vera arma.
• L’integrazione di questo
amminoacido è importante
anche nel momento stesso
dell’allenamento poiché esso
viene sintetizzato da quell’acido
glutammico che il muscolo usa
per ricavare glucosio nel momento
della massima attività.
• La carenza di uno di questi
aminoacidi, costringe il muscolo
alla cannibalizzazione del suo
tessuto per rifornirsi di glucosio.

101
LISINA
AMINOACIDI

Lisina:
la Difesa anti Virale
• Aminoacido essenziale molto
concentrato nel muscolo
(secondo solo a ac. Aspartico e
Glutammina).
• Il collagene contiene buone
quantità di Idrossilisina, derivata
dalla stessa Lisina.
• La necessità di Lisina è massima
nelle prime fasi della vita (100mg/
Kg/die a 6 mesi, 50mg/Kg/die a
12 anni)

103
DISPENSA N. 19

• Una dieta ricca in Lisina e povera in Arginina può essere utile nella
prevenzione dell’herpes, mentre la dose in fase acuta va da 100 mg a 4 gr.
Anche in vitro, alte concentrazioni di Lisina sopprimono la crescita virale,
mentre quelle di Arginina la stimolano. La Lisina ha quindi un ruolo di
stimolo immunologico e dovrebbe essere sempre somministrata in corso di
stress, condizione che apre la strada al deficit di difese ed alle conseguenti
patologie.
• Anche la rinite su base virale si giova di supplementazioni di Lisina che
ne riducono l’incidenza e la durata. I migliori risultati si ottengono se alla
Lisina si associano Zinco ( 25mg/die) e vitamina C ( 250mg/die ).
• Pazienti affetti da morbo di Parkinson, insufficienza renale, ipotiroidismo,
asma e depressione, hanno bassi livelli di questo aminoacido e possono
giovarsi della supplementazione.
• Anfetamina e derivati, inibiscono l’assorbimento intestinale di Lisina.

104
AMINOACIDI

• L’acido amino caproico, un derivato della Lisina, può essere considerato


una interessante alternativa al Coumadin ed è stato già impiegato nella
coagulazione intravasale diffusa che si verifica frequentemente nei pazienti
con cancro avanzato o sepsi.
• Alcuni derivati della Lisina, in associazione con la Fototerapia, si sono
rivelati utili in casi di alcune forme di tumore.
• Linus Pauling affermava che i pazienti affetti da aterosclerosi ed angina
pectoris si giovavano dalla somministrazione associata di Lisina e vitamina C.

105
DISPENSA N. 19

• Mentre l’apporto di proteine con la dieta determina solitamente perdita di


Calcio, la Lisina stimola l’assorbimento di questo elemento. Se si associa
questa considerazione al fatto che la Lisina è un importante precursore
dell’Elastina e di altre proteine del collagene, si capisce il suo ruolo nella
prevenzione e trattamento dell’osteoporosi. La Lisina si è rivelata utile
anche per disintossicare l’organismo da accumuli di Piombo e dovrebbe
essere considerata nelle terapie chelanti.

• Gia dal 1980 si è notato, in Africa,


che bambini affetti da marasma
per denutrizione, non sempre
rispondono ad un generico apporto
proteico. Arricchendo i supplementi
con Lisina, la ripresa era molto più
rapida. In particolare, in questi casi,
è importante un rapporto Lisina
Triptofano favorevole al primo dei due
aminoacidi.
• Lo stress psichico depaupera
l’organismo di Tirosina, Fenilalanina,
Cisteina, Citrullina ed acido
Aspartico, oltre che di Lisina.
Viceversa lo stress da eserciziio fisico
intenso non ha questo effetto.
• La Lisina stimola il rilascio di
tripsinogeno ed è quindi importante
per favorire la digestione.

106
AMINOACIDI

107
SEZIONE IV

AMINOACIDI
E SPORT
DISPENSA N. 19

110
AMINOACIDI

Aminoacidi e sport

Gli Aminoacidi sono fondamentali per la Massa Muscolare, sono gli elementi re-
sponsabili nella loro costruzione perché, legandosi tra di loro in catene, vanno a
formare le proteine. Delle 20 tipologie di aminoacidi riconosciute, ognuna concor-
re a stabilire e mantenere l’equilibrio psico-fisico idoneo per il nostro organismo,
alcune però si rivelano ideali per sostenere gli sforzi più intensi, fornire un imme-
diato reintegro di energie e favorire la crescita muscolare.
Possono infatti svolgere un ruolo importante nella sintesi proteica necessaria al
rinnovamento cellulare dell’organismo. A questa si aggiungono un particolare po-
tere antifatica e una attiva azione anti-catabolica che, contrastando la degrada-
zione delle proteine, favorisce il recupero post allenamento, soprattutto negli sport
di endurance.
Tra gli aminoacidi non essenziali, da menzionare la Glutammina, il più abbondan-
te componente del pool di aminoacidi liberi muscolari presenti nel corpo. Sebbene
sia prodotta autonomamente dall’organismo, e quindi non dovrebbe necessitare di
essere integrata attraverso l’alimentazione, si verifica spesso che la richiesta fisica
superi la sua normale disponibilità.
Importanti risultano invece tra gli aminoacidi essenziali i BCAA, gli aminoacidi a
catena ramificata, che hanno il grande vantaggio di non essere modificati al pas-
saggio dal fegato, ma di venire metabolizzati direttamente nei muscoli, fornendo
subito l’accesso ad un serbatoio energetico nella fase di recupero post allenamen-
to. Tale gruppo di aminoacidi (L-Leucina, L-Isoleucina e L-Valina) in questi ultimi
anni ha conquistato il mondo dell’integrazione nutrizionale, in particolare quello
della dietetica sportiva.
L’ampio utilizzo dei BCAA in ambito sportivo deriverebbe principalmente dal lo-
ro ruolo metabolico e dall’elevato trofismo muscolare. Questi aminoacidi, infatti,
raggiungono preferibilmente il tessuto muscolare, regolandone sia le funzioni ossi-
dative che quelle biosintetiche, e modulando di conseguenza sia la fase catabolica
che anabolica.
Dato l’elevato turn-over proteico dei tessuti in attiva rigenerazione, i BCAA vengo-
no utilizzati anche nelle fasi di recupero da grandi traumi e ustioni, e in alcuni
stati caratterizzati da un progressivo decremento della massa magra (cachessia e
sarcopenia).

111
ARGININA
AMINOACIDI

Arginina:
per i Muscoli
• Aminoacido semiessenziale,
tuttavia la sua importanza deve
essere messa in relazione con
lo stadio di sviluppo e la salute
dell’individuo. In generale
i bambini non riescono a
sintetizzare la grande quantità di
questo aminoacido necessaria ai
processi di crescita corporea.
• L-Arginina è l’aminoacido
più importante per la sintesi
di proteine e di Carnitina.
L’impatto di L-Arginina sulla
fisiologia globale della cellula
è fondamentale essendo un
precursore indispensabile per la
produzione di Ossido Nitrico e
poliamine quali la spermina.
• Anche varie condizioni di stress
provocano un aumento della
domanda di L-Arginina da parte
dell’organismo si annoverano
i traumi, compreso quello
chirurgico, la sepsi e le ustioni.
In queste condizioni, L-Arginina
diviene essenziale ed è pertanto
importante assicurarne un
corretto apporto che soddisfi
l’aumentato fabbisogno.
• Recenti ricerche hanno
dimostrato che somministrazioni
perioperatorie di L-Arginina
riducono la formazione di briglie
aderenziali post intervento, una
delle maggiori cause di sterilità
e dolore dopo la chirurgia
addominale.

113
DISPENSA N. 19

114
AMINOACIDI

• Oltre al fondamentale ruolo che


questo aminoacido ricopre nella
sintesi proteica, esso partecipa
anche ad una serie di altre
reazioni vitali per l’organismo.
Interviene:
• nel processo di detossificazione
dell’ammoniaca formatasi
durante il catabolismo dell’azoto
contenuto negli aminoacidi,
attraverso la formazione di urea.
• nella la sintesi di Creatina e
DNA.
• Tuttavia può indurre la
formazione di molte poliamine
a livello intestinale che possono
innescare processi putrefattivi e
favorire patologie.
• L’Arginina rilasciata dalle proteine
dietetiche è assorbita a livello
dell’intestino tenue grazie ad un
sistema di trasporto transluminale
condiviso con altri aminoacidi
basici, quali la L-Lisina e la
L-Istidina. La presenza di questo
trasporto intestinale competitivo
è una delle ragioni per cui
supplementazioni massive di
ognuno di questi aminoacidi dovrebbero essere effettuate con molta cautela
• Batteri intestinali possono decarbossilare l’Arginina per formare grandi
quantità di urea che tende ad aumentare la virulenza dell’Helicobacter pylori.

115
DISPENSA N. 19

• Un deficit di Arginina porta rapidamente ad iper ammoniemia per la non


attivazione del ciclo dell’urea tramite il quale è appunto rimossa l’NH3. In
questi casi si deve assumere una dieta a basso contenuto proteico ed evitare
soprattutto i cibi ricchi di Lisina. Inoltre è importante supplementare con
vitamina B6 ed alfa glutarato.
• È utile ricordare anche che la completa metabolizzazione dell’Arginina nel
ciclo dell’urea richiede le presenza dell’enzima arginase che è catalizzato
da ioni manganese. Importante quindi, quando si somministri L-Arginina,
supplementare piccole quantità di questo importantissimo oligoelemento.

116
AMINOACIDI

• La L-Arginina è un
aminoacido glicogenico:
può essere, infatti,
convertita a D-glucosio e
a glicogeno qualora se ne
crei la necessità da parte
del corpo, oppure può
venire metabolizzata allo
scopo di produrre energia
prontamente fruibile da
parte dei sistemi biologici.
• Il principale rifornimento
di Arginina avviene
tramite la L-Citrullina.
Questo aminoacido viene
sintetizzato a livello
delle cellule epiteliali
del piccolo intestino in
collaborazione con le
cellule prossimali del
tubulo renale, partendo
dall’abbondantissima
Glutammina. Tuttavia un
danno intestinale o renale
riduce l’apporto endogeno
di L-Arginina e richiede
una supplementazione
esterna.

117
DISPENSA N. 19

• Sia L-Arginina che L-Citrullina


fanno parte del ciclo dell’urea e
sono essenziali ed interscambiabili
per la sintesi di Ossido Nitrico
(NO). Diverse azioni della
L-Arginina possono, tra l’altro,
essere spiegate con il suo ruolo di
precursore dell’NO.
• Questo gas viene prodotto a livello
di tutti i tessuti dell’organismo
e svolge funzioni fondamentali
per l’apparato cardio-vascolare, il
sistema immunitario ed il sistema
nervoso.

118
AMINOACIDI

119
ORNITINA
AMINOACIDI

Ornitina: per la Massa Magra


• Aminoacido non essenziale non è codificato a livello
del DNA, non entra nella normale struttura proteica.
• Utilizzata dall’organismo per la sintesi di L-Arginina,
L-Prolina e Glutammina.
• Ha un ruolo centrale nel ciclo dell’urea tramite il
quale si eliminano gli eccessi azotati dall’organismo.
• Le spiccate proprietà anaboliche dell’Ornitina la
indicano quando si voglia incrementare la massa
magra e ridurre il grasso corporeo.
• I risultati migliori si ottengono quando questo
aminoacido venga associato con Arginina e
Carnitina.
• L’Ornitina stimola la produzione sia di insulina che
di GH

121
DISPENSA N. 19

• Con l’avanzare dell’età si tende a perdere massa muscolare, l’Ornitina ha


un effetto di stimolo del GH doppio rispetto all’Arginina ed è l’integrazione
opportuna quando si voglia raggiungere lo scopo di aumentare l’anabolismo
muscolare.
• In pazienti ospedalizzati per cancro, gravi infezioni, traumi, ustioni… la
supplementazione con Ornitina ha accelerato la guarigione, ha migliorato
l’appetito e la ripresa del peso, assicurando globalmente ai pazienti una
miglior qualità di vita.
• In caso di encefalopatia cirrotica, le supplementazioni di Ornitina giova alla
situazione neurologica ed alle condizioni del fegato.

122
AMINOACIDI

123
LEUCINA
AMINOACIDI

Leucina: il Sostegno Anabolico


• Aminoacido essenziale, importante soprattutto a
livello di muscolo (rappresenta 1/3 delle proteine
muscolari), tessuto adiposo ed epatico per la sintesi
di steroli
• Il solo aminoacido capace di stimolare la sintesi
proteica a livello muscolare. La sua integrazione
porta, anche nell’anziano, ad un rallentamento
della degradazione del tessuto muscolare tramite
un incremento della sintesi di proteine del muscolo
• Non è solo il più importante supplemento per gli
sportivi nell’ambito dei 3 aminoacidi ramificati
(sostituisce rapidamente il glucosio in corso
di attività fisica intensa o digiuno), è anche
catalizzatore della crescita ed integrità muscolare
• Potente attivatore della Rapamicina Chinasi che
regola la crescita cellulare
• Infusioni di questo aminoacido nel ratto
diminuiscono l’assunzine di cibo ed il peso
corporeo attivando il circuito mTOR.

125
DISPENSA N. 19

126
ISO LEUCINA
DISPENSA N. 19

Iso Leucina:
il Preparatore Atletico
• Aminoacido essenziale con catena
chirale laterale, è sia chetogenico
che glucogenico potendo dare
origine sia a Succinil CoA (via
glucogenica) che ad Acetil CoA (via
chetogenica)
• Leucina ed Isoleucina necessitano
di Biotina (B7) per la loro completa
e salutare metabolizzazione

128
AMINOACIDI

129
VALINA
AMINOACIDI

Valina: Protezione da Alcool


e Droghe
• Aminoacido essenziale, la
sua carenza nell’animale da
esperimento determina gravi
danni neurologici soprattutto
alla struttura della mielina ed ai
nuclei cerebrali, sembra quindi un
fondamentale organizzatore della
sintesi proteica a livello cerebrale.
• Ha effetto stimolante generale ed
è necessario per il metabolismo
del muscolo, per il quale, come gli
altri due aminoacidi ramificati,
provvede extra glucosio durante
lo sforzo fisico intenso o dopo
interventi chirurgici

131
DISPENSA N. 19

• Rimuove gli eccessi di ammonio dal fegato e fornisce azoto per la sintesi
proteica nei tessuti che lo richiedano.
• Utile per trattare le problematiche epatobiliari, in particolare se
riconducibili ad eccessivo consumo di alcool o droghe.
• Favorisce la regressione dell’ encefalopatia alcoolica, protegge l’encefalo dai
danni causati dall’alcool in generale.

132
AMINOACIDI

133
Bibliografia

Barbul A. (2008) “Proline Precursors to Sustain Mammalian Collagen Synthesis.”


J Nutr. Oct;138(10):2021S-2024S

Bender D.A. (1997) Introduction of Nutrition and Metabolism. Taylor and Francis Library

Bianchi I. (2010) Medicina Integrativa – Manuale pratico. Mos Maiorum Editions.

Bianchi I. (2010) Lezioni di medicina naturale – medicina interna I. Mos Maiorum Editions

Bianchi I. (2011) Medicina Integrativa – Stress Conoscerlo per prevenirlo e curarlo. Mos
Maiorum Edizioni.

Bianchi I. Micoterapia (2008) – I funghi medicinali nella pratica clinica. Nuova Ipsa.

Bianchi I. (2010) Medicina Integrativa: Aminoacidi- Integratori mirati per la salute e piena
efficienza. Mos Maiorum Editions.

Bianchi I. (2011) Stress – Conoscerlo per prevenirlo e curarlo. Mos Maiorum Editions.

Billie J.S., Birkner M.K. (2001) Aminoacids and Nutrients. Pain and Stress Publication.

Birdsall TC. (1998) “5-hydroxytryptophan: a clinically-effective serotonin precursor.”


Altern Med Rev. 3(4):271-80.

Bruni O, Ferri R, Miano S, Verrillo E. (2004) “L-5-Hydroxytryptophan treatment of sleep terrors


in children.” Eur J Pediatr. 163(7):402-7.

I.B.J.G. Debats, T.G.A.M. Wolfs, T. Gotoh et al. (2009) “Role of arginine in superficial wound
healing in man.” Nitric Oxide.;21(3-4):175-83

Gobbi G. (2005) “Serotonin firing activity as a marker for mood disorders: lessons from
knockout mice.” Int Rev Neurobiol. 65:249-72.

Goodman & Gilman’s (2011) The Pharmacological Basis of Therapeutics. 12th Ed McGrawHill.

Halford J.C., et al. (2005) “Serotonin (5-HT) drugs: effects on appetite expression and use for the
treatment of obesity.” Curr Drug Targets; 6(2):201-13.

Hartmann E. (1982) “Effects of L-tryptophan on sleepiness and on sleep.” J Psychiatr Res.


17(2):107-13.

Heresco-Levy, Javitt D.C., Ermilov M., et al. (1999) “Efficacy of high-dose glycine in the
treatment of enduring negative symptoms of schizophrenia.” J Psychiatr Res. 17(2):107-13.

Ito K., Nagato Y., Aoi N., Juneja L.R., Kim M., Yamamoto T., Sugimoto S. (1998) “Effects of
L-theanine on the release of α-brain waves in human volunteers” Nippon Nogeikagaku Kaishi
72, pagg. 153-157.

135
BIBLIOGRAFIA

Juneja LR, Chu D, Okubo T, Nagato Y, Yokogoshi H. (1999) “L-theanine – a unique amino acid of
green tea and its relaxation effect in humans.” Food Sci Tech. 10:199-204.

Kahn RS, Westenberg HG. (1985) “L-5-Hydroxytryptophan in the Treatment of Anxiety


Disorders.” J Affect Disord. 8:197-200.

Kakuda T. (2002) “Neuroprotective Effects of the Green Tea Components Theanine and
Catechins.” Biol. Pharm. Bull. 25(12) 1513—1518

Kaye WH, Frank GK, Bailer UF, Henry SE, Meltzer CC, Price JC, Mathis CA, Wagner A. (2005)
“Serotonin alterations in anorexia and bulimia nervosa: new insights from imaging studies.”
Physiol Behav. 85(1):73-81.

Kelly S.P., Gomez-Ramirez M., et al. (2008) “L-Theanine and Caffeine in Combination Affect
Human Cognition as Evidenced by Oscillatory alpha-Band Activity and Attention Task
Performance.” J Nutr. ;138(8):1572S-1577S.

Maron E, Tõru I, Vasar V, Shlik J. (2004) “The effect of 5-hydroxytryptophan on cholecystokinin-


4-induced panic attacks in healthy volunteers.” J Psychopharmacol. 18(2):194-9.

Mato JM, Martínez-Chantar ML, Lu SC. (2008) “Methionine metabolism and liver disease.”
Annu Rev Nutr.;28:273-93

Meyers S. (2000) “Use of neurotransmitter precursors for treatment of depression.” Altern Med
Rev. ;5(1):64-71.

Millward D.J. & Rivers J.P.W. (1988) “The nutritional role of indispensable amino acids and the
metabolic basis for their requirements” Eur. J. Clin. Nutr., 42;367-93

Murray M.& Pizzorno J. Enciclopedia della medicina naturale, ed. Sperling Paperback.

Murray M.& Pizzorno J. Trattato di medicina naturale, ed. Red Edizioni.

Nelson D.L., Cox M. (2008) - Lehninger Principles of Biochemistry –W. H. Freeman and
Company

Nicolodi M, Sicuteri F. (1999) “L-5-hydroxytryptophan can prevent nociceptive disorders in


man.” Adv Exp Med Biol. 467:177-82.

Nobre AC, Rao A and Owen GN (2008) “L-theanine, a natural constituent in tea, and its effect
on mental state.” Asia Pac J Clin Nutr. 17 (S1):167-168

Owen GN, Parnell H, De Bruin EA, Rycroft JA. (2008) “The combined effects of l-theanine and
caffeine on cognitive performance and mood.” Nutr Neurosci. 11(4):193-8

Ribeiro CA. (2000) “L-5-Hydroxytryptophan in the prophylaxis of chronic tension-type


headache: a double-blind, randomized, placebo-controlled study.” Headache 40(6):451-6.

Ruddick J.P. et al. (2006) “Tryptophan metabolism in the central nervous system: medical
implications”. Expert reviews in molecular medicine 8 (20): 1–27.

Sakyama T., W.Musch M., Ropelesky M.J., et al. “Glutamine Increases Autophagy Under Basal
and Stressed Conditions in Intestinal Epithelial Cells.” Gastroenterology;136:924–932

Schruers K, van Diest R, Overbeek T, Griez E. (2002) “Acute L-5-hydroxytryptophan


administration inhibits carbon dioxide-induced panic in panic disorder patients.” Psychiatry
Res. 113(3):237-43.

136
BIBLIOGRAFIA

Yamada T, Terashima T, Okubo T, Juneja LR, Yokogoshi H. (2005) “Effects of theanine,


r-glutamylethylamide, on neurotransmitter release and its relationship with glutamic acid
neurotransmission.” Nutr Neurosci. 8(4):219-26.

Yamada J, Sugimoto Y, Ujikawa M. (2006) “Involvement of leptin in hypophagia induced by the


serotonin precursor 5-hydroxytryptophan (5-HTP) in mice.” Biol Pharm Bull. 29(3):557-9.

Yokogoshi H, Kobayashi M, Mochizuki M, Terashima T. (1998) “Effect of theanine,


r-glutamylethylamide, on brain monoamines and striatal dopamine release in conscious rats.”
Neurochem Res. 23(5):667-73.

Wolfe R. R. (2001) “Session II: Physiological Aspects of Glutamine Metabolism I—Discussion


Summary” American Society for Nutritional Sciences. J. Nutr. 131: 2496S–2497S

Wu G, Bazer FW, Burghardt RC et al. (2011) “Proline and hydroxyproline metabolism:


implications for animal and human nutrition.” Amino Acids.;40(4):1053-63

Zuzanna Sabina Goluch-Koniuszy (2016) “Nutrition of women with hair loss problem during the
period of menopause” Menopause Rev; 15(1): 56-61

Fonti delle Immagini:


http://science.howstuffworks.com/innovation/edible-innovations/question519.htm

Nature Review Drug Discovery of Macmillan Publishing Limited, trading as “Nature Publishing
Group” (“Nature”). http://www.nature.com/nrn/index.html

http://www.radiancehealthcenter.com/what-is-leaky-gut/

https://www.tidyforms.com/download/periodic-chart-of-amino-acids.html

137
SUGGERIMENTI INTEGRATIVI
I suggerimenti integrativi non sostituiscono le terapie mediche

Aminoacidi:

5-HTP (5-idrossitriptofano): Cod. 1448 AMINO-RELAX


Modo d’uso: Deglutire 1 capsula vegetale al giorno, con acqua,
lontano dai pasti.

Arginina: Cod. 140 AMINO ARGININA 500


Modo d’uso: Deglutire 1 capsula vegetale al giorno, con acqua,
lontano dai pasti.

Arginina e ornitina: Cod. 160 DIMA LIGHT PLUS


Modo d’uso: Deglutire 1 capsula vegetale al giorno,
con acqua o succo di frutta, lontano dai pasti,
prima di eventuali prestazioni sportive o semplicemente
prima di coricarsi.

Carnitina: Cod. 30721 LIQUID CARNITINE B5


Modo d’uso: Utilizzare 2 cucchiai da tè al giorno (10 ml),
preferibilmente lontano dai pasti.
Cod. 560 AMINO CARNITINA
Modo d’uso: Deglutire da 1 a 2 capsule vegetali al giorno, con acqua,
preferibilmente ai pasti.

Cisteina: Cod. 960 AMINO CISTEINA 500


Modo d’uso: Deglutire da 1 a 2 capsule vegetali al giorno, con acqua,
lontano dai pasti.
Cod. 2670 SULFOX
Modo d’uso: Deglutire 2 capsule vegetali al giorno, con acqua,
preferibilmente ai pasti.

Fenilalanina: Cod. 2200 DIMA NIL PLUS


Modo d’uso: Deglutire 1 capsula vegetale al giorno,
con acqua o succo di frutta, preferibilmente lontano dai pasti.
Cod. 1845 NEURO-NUTRIENTS
Modo d’uso: Deglutire da 1 a 2 capsule vegetali al giorno,
con acqua o succo di frutta, preferibilmente lontano dai pasti.

139
SUGGERIMENTI INTEGRATIVI

Glutammina: Cod. 1320 AMINO GLUTAMMINA 500


Modo d’uso: Deglutire 1 capsula vegetale al giorno,
con acqua o succo di frutta, preferibilmente lontano dai pasti.
Cod. 1845 NEURO-NUTRIENTS
Modo d’uso: Deglutire da 1 a 2 capsule vegetali al giorno,
con acqua o succo di frutta, preferibilmente lontano dai pasti.

Isoleucina, Leucina e Valina: Cod. 195 AMINO BCAA Plus


Modo d’uso: Deglutire 1 capsula vegetale al giorno,
con acqua o succo di frutta,
preferibilmente lontano dai pasti.
Cod. 3667/3672 Protein Vaniglia/Chocolate
Modo d’uso: Assumere un misurino raso di Protein,
miscelare in un bicchiere di succo di frutta, latte, latte di riso o di soia,
caffè, acqua o latte e agitare bene. A
seconda del tipo di liquido scelto come bevanda potrebbero
derivare calorie, proteine e nutrienti aggiuntivi.

Lisina: Cod. 1680 LISINA SYMPLEX


Modo d’uso: Deglutire da 1 a 2 capsule vegetali al giorno,
con acqua o succo di frutta, preferibilmente lontano dai pasti.
Cod. 100 AMINO 75™
Modo d’uso: Deglutire 1 capsula vegetale al giorno, con acqua,
preferibilmente lontano dai pasti.

Metionina: Cod. 1768 AMINO METIONINA 500


Modo d’uso: Deglutire 1 capsula vegetale al giorno,
con acqua o succo di frutta, preferibilmente lontano dai pasti.

Lisina, prolina: Cod. 3667/3672 PROTEIN VANIGLIA/PROTEIN CHOCOLATE


Modo d’uso: Assumere un misurino raso di Protein,
miscelare in un bicchiere di succo di frutta, latte, latte di riso o di soia,
caffè, acqua e agitare bene. A seconda del tipo di liquido scelto come
bevanda potrebbero derivare calorie, proteine e nutrienti aggiuntivi.
Cod. 1735 ESTETIC FORMULA
Modo d’uso: Deglutire 1 tavoletta al giorno, con acqua,
preferibilmente al pasto.

Ornitina: Cod. 2060 AMINO ORNITINA 500


Modo d’uso: Deglutire da 1 a 2 capsule vegetali al giorno,
con acqua o succo di frutta, preferibilmente lontano dai pasti.

Prolina: Cod. 2670 SULFOX


Modo d’uso: Deglutire 2 capsule vegetali al giorno, con acqua,
preferibilmente ai pasti.

Taurina: Cod. 2700 AMINO TAURINA


Modo d’uso: Deglutire da 1 a 2 capsule vegetali al giorno, con acqua,
preferibilmente lontano dai pasti.

Teanina: Cod. 2731 AMINO TEANINA


Modo d’uso: Deglutire 1 capsula vegetale al giorno, con acqua,
preferibilmente lontano dai pasti.

140
SUGGERIMENTI INTEGRATIVI

Tirosina: Cod. 2760 AMINO TIROSINA 500


Modo d’uso: Deglutire 1 capsula vegetale al giorno,
con acqua o succo di frutta, preferibilmente lontano dai pasti.
Cod. 1845 NEURO-NUTRIENTS
Modo d’uso: Deglutire da 1 a 2 capsule vegetali al giorno,
con acqua o succo di frutta, preferibilmente lontano dai pasti.

Treonina: Cod. 100 AMINO 75™


Modo d’uso: Deglutire 1 capsula vegetale al giorno, con acqua,
preferibilmente lontano dai pasti.
Cod. 3667/3672 Protein Vaniglia/Chocolate
Modo d’uso: Assumere un misurino raso di Protein,
miscelare in un bicchiere di succo di frutta, latte,
latte di riso o di soia, caffè, acqua o latte e agitare bene.
A seconda del tipo di liquido scelto come bevanda potrebbero derivare
calorie, proteine e nutrienti aggiuntivi.

141
Appunti