Sei sulla pagina 1di 2

Ars Praedicandi

01-03-2017

La figura del predicatore

tre fase della produzione, pensare, produrre, comunicare.

La persona del mitente e la persona che riceve, sono parti attivi del testo. Chi sono Io? Chi sono le
persone che mi ascoltano? Come sono io in grado di empaticamente entrare nella mente della gente?
Il mitente ha la autorit, la empatia la capacit che la persona si apre al nostro testo.

Ethos, cosa dice Aristotele?, Il mitente ha bisogno di tre caratteristiche:


Phronesis, la capacit di giudicare, che cosa la pi giusta. Distinguere il bene del male.
Aret, primo significato eccellenza, la virt. La persona che ha questo diventa forte, dal
punto di vista del carattere.
Eunoia, Eu significa bene, noia pensieri, libera volont. Pensare bene e agire bene.

Pensare guardando. Detenersi a guardare. Guardare le tante prospettive. Phronesis si vide si il


sacerdote parla sempre delle frasi di sempre, o si parla delle cose che ha visto. Il piacere della
lentezza. La phronesis ci da profondit nel pensare. La Phronesis la ermeneutica.

La Aret, come la virt ci trasforma nella ripetizione degli atti, importanti vivere le Virt. Leggere
de dottrina cristiana di San Agostino, tre libri di ermeneutica e un libro di retorica. Nel libro della
retorica si ferma parlando sulla figura del predicatore. S. Agostino Predicatore e maestri sono al
servizio del vero maestro, i ladri della parola di Dio, che parlano di quello che non vive. Quello che
parla senza unit di vita questo ti porta in rovina, distrugge internamente.

Quando io cerco di vivere secondo le cose che voglio dire, mi informo, mi faccio forma di quello
che voglio dire. E cosi convince!! unione tra phronesis e aret . Oratore la persona che prega e che
parla. Pi orator che dictoro, diceva San Agostino.

La Eunoia, Lc 4 e Lc 5. Ges parlava con autorit. Cosa significa pensare bene e volere bene?
Perch il altro lo capisce subito. Le persone sviluppo una quantit di energia quando si sentono
voluti bene. Significa per un predicatore come penso bene della gente. Questa presupposizione non
una tecnica, un voler bene. Nella filosofia del dialogo, come Martin Boober, fanno una
differenziazione tra esperienza incontro. Esperienza un Io che si trova davanti a un questo (cosa),
la esperienza che la cosa diventa mia. Il incontro solo possibile tra un IO e un TU. Io davanti a
un Tu, non possiamo cosificare una persona, c un cerco che non pu essere traversato, un circolo
dove ognuno pensa con tranquillit e decidere. Quando un Tu si sente cosi rispettato, fa lo stesso
con il mittente. Quando una persona parla rispettando, va aggiungendo, va formando comunit.
Lasciando, rispettando si forma comunit, soltanto pu avere comunit con persone liberi.
Fare comunit con gente che pensa diverso di noi, non facile. Il nostro pensiero diventa nostra
personalit. Fare comunit con la gente che pensa diverso, il compito della Eunoia, questo si fa
con molto rispetto.

Come migliorare il ethos.


Distinzione tra
ethos pre-discorsivo: la presentazione di una persona prima di parlare, se le da autorit.
ethos discorsivo: conforme parla acquista autorit.

Potestas, quello che comanda, che viene dalla persona che ha il potere.
Autoritas la autorit del parlante, che viene del popolo che gli ascolta.

Questo ethos pre-discorsivo la autorit del carattere di una persona. Che immagine ha la persona del
Oratore. necessario perch la gente cominci ad ascoltare, ma non sufficiente. Caratteristiche
della autorit e della maturit della persona.
1. Coerenza di vita, il centro vitale, il relativismo buono, secondo il centro che io ho, cosi le cose
sono importanti per me. Trovare una persona che sa da dove viene a dove va, quello che
importante o quello che non importante. Noi non siamo funzionari della chiamata di Dio,
necessario rinnovarla, abbiamo un centro di gravit che ci aiuta a relativizzare le cose. E questo la
gente lo percepisce.
2. Auto-conoscenza: una persona che mi vede di fuori, mi conosce meglio di quello che io mi
conosco. La gente ha una tendenza a sotto valutarsi. Quale il virus, che non ci lascia di conoscere
a se stessi il perfezionismo, se io non sono il migliore del mondo sono il peggio del mondo. La
ragione della paura al parlare il perfezionismo. Il migliore o il pi cattivo.
La auto conoscenza possibile si uno ci pu guardare da fuori, conosciamo i nostri limiti e ho
pazienza con me stesso e con gli altri. Quando una persona ha comprensione con noi, questo apre
alla gente ad ascoltare. Se cominciano a sviluppare energia in noi. Come la mia concezione della
realt.
3. Umore, il umore voglie dire non prendersi sul serio, questo significa che noi non siamo cosi
importati di quanto pensiamo. Questo importante, non facile avere successo pastorale. Con mal
umore meglio non parlare. Il umore mi aiuta a diventare tranquillo. Io non sono la mia predica. Un
colpo al lavoro un colpo a me. Io non sono il mio lavoro. Io non sono quello che faccio. A ridere
su mi stesso. Perch mi da una distanza dalle mie azioni.

Ethos discorsivo
quattro virt del oratore: quando una persona parla. La veracit, semplicit (come lo posso spiegare
perch si possa capire), il ottimismo, e la pi importante la umilt.
Leggere Victor Frank, cerca il futuro cerca un senso. Sempre c un senso che doviamo riscoprire.
Sempre c un senso per dire si alla vita. La logoterapia, la terapia del senso. Un oratore che cerca
di mostrare cammini. La cosa pi difficile partendo di una situazione difficile dove il senso.
Anche si non umanamente facile, sempre c un senso sopranaturale. Non solo trovare una
soluzione pratica, se non una soluzione spirituale che non trova nessuno. Questo da ottimismo
umano, che ci porta alla speranza sopranaturale che solo pu dare il predicatore.

Il ottimismo, quando la gente vede che un uomo che mi apre camini ha autorit, non me dice le
cose terribile.