Sei sulla pagina 1di 1

22 Sport LUNED

9 OTTOBRE 2017

SERIE B, OTTAVA GIORNATA

VECCHIA GUARDIA
La Cremonese
rischia grosso
ma non si spezza
Avanti con Piccolo su rigore, i grigiorossi subiscono
la reazione della Ternana che va sul 3 a 1. Alla fine 3 a 3
di FELICE STABOLI CREMONESE 3 pre alla larga dalla porta av-
TERNANA 3 versaria e, tranne una volta,
n Il tiro di Scappini al 95 anche dallarea. E la sostitu-
avrebbe potuto regalare ai CREMONESE (4-3-1-2): Rava- zione, dopo unora, sem-
grigiorossi una vittoria ve- glia; Almici (51 Brighenti), Canini, brata la mossa pi scontata.
ramente memorabile, simili Claiton, Renzetti; Pesce, Cavion, Per tutti, ma non per lui che
Cinelli; Piccolo (67 Perrulli); Pau-
a quella dello scorso anno ha preferito ignorare il sa-
linho (53 Scappini), Mokulu. All.
con lArezzo. Forse sarebbe Tesser.
luto del mister, bravo a far
stato persino troppo, ma di finta di nulla (neanche me
certo non uno scandalo, TERNANA (4-3-1-2): Bleve; Val- ne sono accorto, dir Tes-
perch il pareggio (3 a 3) che jent, Gasparetto, Signorini, Favalli ser negli spogliatoi menten-
la Cremonese ha agguantato (62 Ferretti); Paolucci, Defendi, do ovviamente). Al suo po-
quasi alla disperata, quando Varone; Tremolada, Montalto (18 sto entrato Scappini, dopo
la partita sembrava aver im- Carretta), Albadoro (74 Marino). che Perrulli aveva sostituito
boccato tutta unaltra strada, All. Pochesci. Piccolo e Br ighent i p oco
alla fine ha lasciato in so- ARBITRO: Lorenzo Illuzzi di Mol- prima Almici. Un bel po di
speso alcune questioni e, in- fetta. vecchia guardia.
sieme, un retrogusto non fa-
cile da definire, che tuttavia RETI: 9 Piccolo rig. (C), 42 Car- CROSS, PETTO, GOL
tende un po a sconfinare, se retta (T), 45 Signorini (T), 47 Al- Era il 22: sar come sar, da
non proprio nellamaro, al- badoro (T), 70 Scappini (C), 87 l in poi la musica cambia-
meno in qualcosa che gli as- Mokulu (C) ta. Perch Perrulli si messo
somiglia. Per dirla tutta, fino NOTE: ammoniti 48 Albadoro (T), sulla trequarti a dialogare
al 20 del secondo tempo i 61 Varone (T), 73 Signorini (T), 95 con Renzetti (infaticabile e
grigiorossi di Tesser, salvo Pesce (C). Espulso: 83 Signorini prezioso), dirigendo le gio-
qualche scampolo, hanno (T). Spettatori 6.500 (abbonati cate dalla met campo in su
dato lidea di capirci poco, al 3.520). Calci dangolo 4-8; recu- e mandando fuori giri la re-
punto che la Ternana (tutto- pero pt 2; st 5. Possesso palla troguardia avversaria. Scap-
ra ultima, sia pur in compa- 50%-50%; tiri 6/14; 6/10. pini ha ricordato a tutti qua-
gnia) per lunghi tratti e in le sia la sua qualit migliore,
vari momenti ha disposto ovvero la capacit di andare
secondo il proprio piacere che unidea suffragata da al tiro e in gol: prima si esi-
dello Zini. Neanche il rapido qualche barlume di ragione. bito in una sforbiciata vo-
vantaggio su rigore, procu- Non solo, lavvio di ripresa lante respinta con un mezzo
rato da Cinelli su azione di stato tuttaltro che incorag- prodigio dal portiere, poi ha
Mokulu e trasformato dal si- giante: squadra troppo lun- girato di testa, spalle alla
nistro di Piccolo, ha garan- ga, nessuno in grado di porta, un cross di Cavion,
tito un pomeriggio tranquil- prendere in mao le redini, con la palla che finita nel-
lo. Anzi, dal vantaggio in poi con Pesce costretto agli langolino lontano, dove Ble-
la Cremonese sembrata af- straordinari in chiusura e ve ha potuto solo guardare.
fievolirsi sotto il sole che con Piccolo che si faceva Un gol tanto bello quanto
poco aveva di autunnale, apprezzare s per la volont, difficile, che ha scosso an-
concedendo metri e soprat- ma che andava via via affie- cora di pi la Cremonese e La sforbiciata spettacolare di Scappini
tutto spazi, causa un centro- volendosi insieme alle sue minato le certezze umbre.
campo un po molle e un po energie col passare dei mi- Traballanti quando Signorini
troppe volte preso dinfilata nuti. ha messo gi Mokulu al li- la palla finita in gol, un gol
dalla superiorit - anche E cos, a met tempo, sem- mite ed stato espulso; cal- quasi di sponda, per un 3 a 3
numerica altrui. E poi una pre sotto di due gol, mister pestate quando Carretta si che a quel punto avrebbe
difesa che, dopo tanto pro- Tesser ha pensato quel che divorato il quarto gol a tu appagato chiunque. Gi, ma
digarsi fino a ieri, ha accu- pensavano tutti, ovvero che per tu con Ravaglia (pallo- non questa Cremonese che
sato le fatiche e tutte in una qualcosa andasse provato, netto alto sopra la traversa); un po ne aveva ancora da
volta. anche azzardato se necessa- crollate quando Perrulli ha spendere e da farsi perdo-
rio. E qui, in pochi minuti, la innes cat o Renz et t i che nare. E cos, dopo il brivido
CINQUE MINUTI partita girata e merita di sceso sulla sinistra e ha in area (punizione di secon-
Loccasione capitata a Mo- essere raccontata. Ma prima, messo in mezzo un cross da, dopo presa bimane di
kulu sull 1 a 0, da dentro breve digressione su Pauli- che sembrava un tiro, di Ravaglia su retropassaggio Il gol di Piccolo su rigore
larea bravo a domare un nho . Lattaccante, alla sua quelli che basta una devia- di Pes ce ), il contropiede,
cross di Renzetti e a girarsi, seconda consecutiva da ti- zione. La traiettoria arri- lassist di Perrulli per Scap-
meno nel tiro, finito in curva tolare, ha giocato un po di vata nel posto pi sicuro, pini, al limite, il tiro a colpo
appartiene ai se e ai ma di sponda, ha girovagato a me- ovvero sul petto di Mokulu, sicuro e palla, vigliacca, so-
una gara che ha visto per t campo nel tentativo di appostato a due metri dalla pra la traversa.
quasi tutta la prima frazione combinare qualcosa, sem- porta e, come rimbalzando, Sabato la Cremonese far
gli ospiti crescere con il pas- visita al Cittadella, che ieri
sare dei minuti, prendere le ha vinto in casa del Pescara.
misure ai grigiorossi, far loro
girare la testa e poi colpire
CIFRE E CURIOSIT Uscendo dallo Zini qualcuno
si chiedeva se questa Cre-
una, due, tre volte in pochi monese pu permettersi da-
minuti: al 42 con Carretta, E LO ZINI RESISTE ANCORA vanti un Paulinho in queste
al 45 con Signorini (figlio, condizioni o almeno quelle
darte, di Gianluca), al 47 n Con il rocambolesco 3-3 contro la Ternana la Cremonese ha in cui ha dimostrato di na-
con Albadoro. Minuti finali conservato limbattibilit interna, che perdura dal 12 dicembre vigare anche ieri; se qualche Scappini segna il secondo gol della Cremonese
che sono sembrati simili a 2016 (2-3 contro il Livorno); da allora otto vittorie e sei pareggi sul volta non sia il caso di gio-
ganci diretti alla bocca dello terreno amico. In questa striscia positiva rientra il precedente care con una punta e un tre-
stomaco di una Cremonese 3-3 colto dai grigiorossi allo Zini: quello dello scorso 5 febbraio quartista (e un centrocam-
senza fiato e senza ossigeno, contro la Carrarese (doppietta di Belingheri al 25 e al 91 e gol di pista in pi) per dare una
supplicante il lancio della Maiorino al 45, reti per gli ospiti di Floriano al 40 su rigore, Rol- mano al centrocampo e alla
spugna e che con sollievo ha fini al 61 e Rosaia al 72). difesa; se il centrocampo
accolto il fischio finale del- Risale invece al lontano 18 maggio 1997 lultima gara in cui la Cre- pu fare a meno di Croce
larbitro ed tornata negli monese aveva subito, come ieri, tre reti in soli 5 minuti: si tratta (infortunato) e Arini (ieri in
spogliatoi tramortita, ferita. della sfortunata trasferta di Venezia, alla quartultima giornata del panchina) nello stesso mo-
Ma, per fortuna, ancora vi- campionato di serie B 1996-97, che sanc la matematica retroces- mento.
va. In fondo, un gol a inizio sione in C-1 della squadra grigiorossa, allenata da Sonetti. In dop- Ci sar molto da imparare da
ripresa, si diceva sulle tribu- pio vantaggio nel primo tempo, grazie a una doppietta di Mirabel- una partita cos, come quel-
ne nellintervallo, riaprireb- li, incass fra il 79 e l84 le tre reti dellincredibile sorpasso ve- la di ieri. E allora tanto vale
be la partita, ma sembrava neziano, a opera di Zironelli, Polesel e Bellucci su rigore (F. Cap.). farlo in fretta.
pi una speranza remota RIPRODUZIONE RISERVATA Mokulu in mischia mette in rete: 3 a 3