Sei sulla pagina 1di 106

Piattaforma Fiscale

Manuale

730
I 730

Indice
0

Part I Introduzione 4
1 730 ................................................................................................................................... 4

Part II P r e d i s p o s i z i o n e A m b i e n t e 6

Part III Gestione Dichiarazioni 8


1 Dichiarazioni
................................................................................................................................... 8
Stato delle dichiarazioni
.......................................................................................................................................................... 9
2 Composizione
...................................................................................................................................
Dichiarazione 10
3 Inserimento
...................................................................................................................................
delle dichiarazioni 10
Quadro Dati anagrafici
.......................................................................................................................................................... 21
Quadro Coniuge e ..........................................................................................................................................................
Familiari a carico 23
Quadri A - Terreni e..........................................................................................................................................................
B - Fabbricati 26
Passaggio 730-IMU
.........................................................................................................................................................
per immobili iscritti su piu' righi 30
Quadro C - Redditi..........................................................................................................................................................
di Lavoro 31
Quadro D - Altri Redditi
.......................................................................................................................................................... 38
Quadro E - Oneri .......................................................................................................................................................... 38
Quadro F - Altri Dati
.......................................................................................................................................................... 58
Quadro G - Crediti ..........................................................................................................................................................
d'imposta 61
Quadro I - Imposte ..........................................................................................................................................................
da compensare 61
Quadro 730/1 .......................................................................................................................................................... 61
Quadro 730/2 .......................................................................................................................................................... 64
Quadro 730/3, riquadro
..........................................................................................................................................................
Messaggi al contribuente, generazione deleghe F24 65
Stato 'Completa' (Conferisce/Non
..........................................................................................................................................................
conferisce delega) 69
Quadro Fattura/Quietanza
.......................................................................................................................................................... 72
Quadro Anomalie .......................................................................................................................................................... 74
Quadro Autocertificazione
..........................................................................................................................................................
e altri modelli 75
Quadro Simulazione
..........................................................................................................................................................
convenienza Cedolare secca 79

Part IV Gestione Sostituti 83

Part V Gestione Stampe 87


1 Dichiarazioni
................................................................................................................................... 87
Composizioni di stampa
..........................................................................................................................................................
di tipo = "Xn" 89

Part VI Gestione Seq.le Telematico 92


1 Sequenziale
...................................................................................................................................
Ministeriale 92
2 Acquisizione
...................................................................................................................................
ricevute ministeriali 93

Part VII Gestione Modelli 730/4 95


1 Produzione
...................................................................................................................................
730/4 95
Funzioni "Telematico",
..........................................................................................................................................................
"Stampa" e "Adempimento Unico" 96

2015 Vers. 1.0.0


Contents II

Part VIII Tabelle 99


1 Codici raggruppamento
................................................................................................................................... 99
2 Gestione
...................................................................................................................................
Elenco Onlus 100
3 Codici Dichiarazione
...................................................................................................................................
di Responsabilit 101

Part IX Utilit 103


1 Ripresa ...................................................................................................................................
dati da anno precedente 103
2 Congiunzione
...................................................................................................................................
/ Disgiunzione Dichiarazioni 105
3 Variazione
...................................................................................................................................
stato 105

2015 Vers. 1.0.0

II
Parte

I
Introduzione 4

1 Introduzione

1.1 730

Manuale operativo per l'utilizzo


dell'applicativo 730
Il programma prevede la gestione degli adempimenti previsti per legge per gli operatori
CAF,
Professionisti abilitati o Sostituti d'imposta che effettuano il servizio di assistenza fiscale
con i relativi obblighi.

Le principali funzioni dell'applicativo sono:

Stampa dichiarazioni (di controllo e ufficiali)


Stampa altri documenti (Autocertificazione oneri, Modello figli a carico, Lettera II
acconto, eccetera)
Generazione Sequenziale Telematico Ministeriale
Gestione Modello 730-4
Gestione acquisizione flussi Ministeriali o da altre fonti

Si rimanda alle istruzioni ministeriali per qualunque problema di carattere normativo e


per gli obblighi/termini di presentazione del modello.

2015 Vers. 1.0.0


Parte

II
Predisposizione Ambiente 6

2 Predisposizione Ambiente

L'Amministratore di sistema, prima dell'inizio dell'utilizzo dell'Applicativo e pertanto


dell'elaborazione delle dichiarazioni, ha la possibilit di predisporre:

a) i "Logins-Utente" che si identificheranno al sistema;

b) i "Ruoli Applicativi" di ciascun Login-Utente;

c) ulteriori "Parametri Utente" specifici.

Ciascun argomentazione su-esposta e' ritrovabile all'interno del Manuale "Guida


Generale" ai seguenti capitoli:

a) P r e d i s p o s i z i o n e A m b i e n t e - Capitolo "Gestione Utenti";

b) P r e d i s p o s i z i o n e A m b i e n t e - Capitolo "Ruoli Applicativi";

c) P r e d i s p o s i z i o n e A m b i e n t e - Capitolo "Parametri Utente".

2015 Vers. 1.0.0


Parte

III
Gestione Dichiarazioni 8

3 Gestione Dichiarazioni

3.1 Dichiarazioni

Dal men Gestione / Dichiarazioni

si accede alla lista delle dichiarazioni presenti, gestite, stampate, eccetera.

Tramite il bottone "Quadri Compil." e' possibile visualizzare ulteriori colonne informative.

E' possibile procedere agli inserimenti di nuove dichiarazioni, o alla variazione di


dichiarazioni gi esistenti, nonche' alla stampa delle stesse.

Per variare l'insieme di dichiarazioni da visualizzare e' a disposizione l'apposito men a


tendina in corrispondenza di "Stato".

Per ricercare le dichiarazioni in base all'appartenenza ad una specifica tipologia, sono


disponibili gli appositi men a tendina in corrispondenza di "Tipologia Dich.".

Inoltre, tramite il filtro "Stato Arch." possibile mettere in evidenza la situazione


collegata al processo di archiviazione.

E' possibile ricercare, tra le altre possibilit, per "Codice" ovvero "Codice Fiscale" ovvero
"Cognome e Nome" indicando la stringa interessata e confermando mediante il bottone
"Trova".

A seguito della ricerca filtrata della dichiarazioni, e' possibile ripristinare la


visualizzazione di tutte le dichiarazioni presenti, tramite il l'utilizzo di "richiedi" posto in

2015 Vers. 1.0.0


9 730

corrispondenza di "Totale Elenco:".

Per inserire una nuova dichiarazione occorre premere il tasto "Inserisci".

Per modificare una dichiarazione esistente occorre premere il tasto "Modifica".

Per eliminare una dichiarazione esistente occorre premere il tasto "Elimina".

Per stampare una dichiarazione esistente occorre premere il tasto "Stampa".

Per visualizzare una dichiarazione esistente gia' gestita (ad es. nello stato di
"Stampata") occorre premere il tasto "Visualizza".

I tasti "Stampa", "Inserisci/Visualizza", "Modifica", "Elimina" risultano abilitati in


funzione dello stato in cui si trova la dichiarazione e a seconda dei ruoli definiti per
ciascun Utente.

3.1.1 Stato delle dichiarazioni

La dichiarazione viene interessata da continui cambi di "stato" che vengono di seguito


descritti in dettaglio.

Gli "stati" che una dichiarazione 730 pu assumere sono:

Disattivata: dichiarazione ripresa dal precedente anno e non ancora gestita nell'anno
in corso
Sospesa: dichiarazione che l'operatore non considera definitiva, per la quale viene
apposta "X" al campo "Sospesa" presente al Quadro Impostazioni
Errata: dichiarazione che presenta almeno un'anomalia di tipo "bloccante" al Quadro
Anomalie e che pertanto non risulta stampabile
Completa: dichiarazione correttamente gestita che non presenta alcuna anomalia di
tipo "bloccante" al Quadro Anomalie
Stampata: dichiarazione per la quale e' stato stampato il Modello 730/3 in modalit
"Ufficiale"; la dichiarazione non e' modificabile
Elab. /4: dichiarazione elaborata ai fini della produzione del Modello 730/4
Inviata: dichiarazione predisposta per l'invio telematico

In base al preciso "stato" di ciascuna pratica, vengono attivati/disattivati i bottoni


relativi alle funzioni di gestione della pratica, come di seguito mostrato:

2015 Vers. 1.0.0


Gestione Dichiarazioni 10

VISUALIZZ. MODIFICA ELIMIN. STAMPA TELEMATICO ELAB.


730/3 730/4
Disattivata SI SI SI NO NO NO
Sospesa SI SI SI NO NO NO
Errata SI SI SI NO NO NO
Completa SI SI SI SI NO NO
Stampata SI NO NO SI SI SI
Inviata SI NO NO SI SI SI

E' possibile variare lo "stato" della dichiarazione, se si e' in possesso degli appositi
diritti, tramite la funzione "Variazione stato" presente al menu' Utilita'.

3.2 Composizione Dichiarazione

La dichiarazione 730 composta da:

1. Quadro Impostazione
2. Pagina 1 dichiarante, che prevede la gestione dei quadri Dati anagrafici, Familiari a
carico, A
3. Pagina 2 dichiarante, che prevede la gestione dei quadri B, C, D
4. Pagina 3 dichiarante, che prevede la gestione del quadro E
5. Pagina 4 dichiarante, che prevede la gestione dei quadri F, G, I
6. Scheda 730-1 dichiarante
7. Pagina 1 coniuge (se dichiarazione congiunta)
8. Pagina 2 coniuge (se dichiarazione congiunta)
9. Pagina 3 coniuge (se dichiarazione congiunta)
10. Pagina 4 coniuge (se dichiarazione congiunta)
11. Scheda 730-1 coniuge (se dichiarazione congiunta)
12. Pagina 1 tutore (se dichiarazione con rappresentante legale)
13. Scheda 730-2 dichiarante/coniuge (se dichiarazione congiunta)
14. Scheda 730-3 (Pagina 1 e 2 Prospetto di liquidazione)
15. Scheda Messaggi 730-3 (Pagina 3 Prospetto di liquidazione)

3.3 Inserimento delle dichiarazioni

L'inserimento di una dichiarazione avviene nel modo seguente:

1 Inserimento anagrafica Dichiarante


2 Inserimento anagrafica Sostituto (se mancante)
3. (se congiunta) Inserimento anagrafica Coniuge

2015 Vers. 1.0.0


11 730

4. Selezione tipologia dichiarazione (se diverso da "Singola")


5. Compilazione modello 730 Base
6. (facoltativa) Compilazione del Modello 730/1
7. (facoltativa) Visualizzazione del Modello 730/2
8. (facoltativa) Visualizzazione del Modello 730/3 e del Quadro Messaggi al
contribuente
9. (facoltativa) Compilazione del documento di fatturazione
10. (facoltativa) Compilazione di "Autocertificazione e altri modelli..."

Per procedere all'inserimento di una nuova dichiarazione occorre premere il bottone


"Inserisci", in modo tale da avere l'accesso al Quadro Impostazioni, come di seguito
mostrato:

Dati Anagrafici del Dichiarante


E' necessario inserire il codice fiscale del soggetto dichiarante, nonche' cognome e
nome. Il sistema automaticamente provvedera' ad indicare gli altri dati anagrafici
decodificandoli dal codice fiscale stesso.

Il programma esegue dei controlli bloccanti di congruit tra codice fiscale e dati
anagrafici inseriti.

E' possibile, in fase di creazione nuova pratica, utilizzare il riporto automatizzato dei dati
da eventuale Anagrafica Comune gi presente, ovvero da dichiarazione gestita
all'interno dell'Applicativo 730 ovvero Unico Persone Fisiche per l'anno d'imposta
precedente, in abbinamento all'Applicativo IMU anno precedente.

Numero Pratica: numero di assegnazione personalizzata ai fini archiviativi della


dichiarazione

2015 Vers. 1.0.0


Gestione Dichiarazioni 12

Sostituto d'imposta che effettuer il conguaglio


Si procede indicando il Codice fiscale del sostituto oppure richiamandone uno gia'
esistente.
Nel caso il sostituto non sia gia' presente, verr proposta la possibilit di procedere
all'inserimento diretto della corrispondente anagrafica.

E' inoltre necessaria l'indicazione della sede di destinazione del Modello 730/4. E'
possibile verificare la presenza delle sedi gia' esistenti tramite il tasto funzione F4.
Inoltre e' data la possibilit dell'inserimento diretto di una nuova sede tramite l'utilizzo,
dal campo "Sede", della funzione CTRL + N "per gestione Altre sedi Sostituto".

Mod. 730 dipendenti senza sostituto


E' possibile escludere la presenza del sostituto d'imposta, per i casi disposti dalla
normativa.

Al Quadro Impostazioni necessario indicare "X" in corrispondenza di "Mod. 730


dipendenti senza sostituto".

Accedendo al Modello automaticamente prevista "A" in corrispondenza di "730 senza


sostituto".

Inoltre, in corrispondenza della sezione "Dati del sostituto d'imposta che effettuer il
conguaglio" il sistema provveder a mostrare:

Caf/Sede/Ufficio periferico del CAF (obbligatorio): predefinito dalla configurazione


iniziale.

Gruppi: indicazione di appartenenza ai gruppi secondo tabelle appositamente


predisposte, al fine di poter realizzare insiemistiche di dichiarazioni aventi specifiche
caratteristiche

Tipo Contribuente: codice tipologia contribuente secondo tabella appositamente


predisposta (distinta tra Dichiarante e Coniuge)

Categoria Sindacale: codice categoria sindacale secondo tabella appositamente


predisposta (distinta tra Dichiarante e Coniuge)

Dati Anagrafici del Coniuge


Se la dichiarazione e' di tipo "Congiunta" obbligatorio inserire i dati relativi al coniuge.

2015 Vers. 1.0.0


13 730

Tipologia dichiarazione
La tipologia della dichiarazione e' obbligatoria e deve essere impostata scegliendola tra
una delle seguenti.

Singola: dichiarazione di un singolo contribuente; tipologia proposta automaticamente


dal sistema;
Congiunta: dichiarazione di due coniugi; permette l'attivazione dei quadri relativi al
coniuge;
Rappresentante o Tutore: dichiarazione di un singolo contribuente sostenuto da
rappresentante o tutore; permette l'attivazione del Quadro Rappresentante.

Se la scelta della dichiarazione "Singola" possibile impostare un codice dichiarazione


collegato tramite l'ausilio dell'apposita funzione CTRL + D "per Codice Fiscale
collegato", al fine di poter ottenere il prelievo automatico dei dati relativi ai Quadri
Familiari, A, B, ed E:

Congiunzione/Disgiunzione

E' possibile variare la tipologia di dichiarazione di una pratica gia' inserita, spostando la
scelta. Di seguito vengono evidenziate tutte le casistiche permesse:

Da Singola a Congiunta

Da Singola a Rappresentante o Tutore

Da Congiunta a Singola: il sistema richiede la volont di eseguire la disgiunzione e, a


conferma avvenuta, produce due dichiarazioni singole con assegnazione di un
progressivo alla pratica del coniuge che diventa anch'egli dichiarante.

Da Rappresentante o Tutore a Singola

Ordinaria / Integrativa

La tipologia della dichiarazione e' obbligatoria e deve essere impostata scegliendola tra

2015 Vers. 1.0.0


Gestione Dichiarazioni 14

una delle seguenti:

Ordinaria: dichiarazione presentata per la prima volta nel corso dell'anno; in relazione al
codice fiscale e' ammessa s o l o una dichiarazione ordinaria.

Integrativa: dichiarazione gia' inviata all'amministrazione finanziaria che deve essere


presentata nuovamente.

In caso di pratica di tipo "Integrativo = "1" - "Integrativa: maggior credito/minor


debito", e' presente un messaggio bloccante, in fase
di registrazione, per invitare alla compilazione del Prospetto 730/3 Ordinario, attivabile
tramite la combinazione CTRL + D "per Dati
del 730/3 Ordinario". Accedendo al Prospetto 730/3 Ordinario saranno
automaticamente ritrovabili gli importi derivanti dalla
dichiarazione della quale stato prescelto il prelievo. Eventualmente possibile ripetere
in ogni momento il prelievo dei dati utilizzando
la funzione CTRL + R "per Ripresa dati da dichiarazione ordinaria".

In caso di pratica di tipo "Integrativo = "2" - "Variazione s o l o dati Sostituto", e'


automaticamente disabilitata la possibilit di
modifica dei dati dei Quadri, eccezion fatta per i dati relativi alla Sezione "Sostituto
d'imposta".

In caso di pratica di tipo "Integrativo = "2" - "Variazione s o l o dati Sostituto" o "3" -


"Integrativa: maggior credito/minor debito e variazione dati Sostituto", e' presente un
messaggio bloccante per invitare alla variazione della Sezione "Sostituto d'imposta" al
Quadro Impostazioni (Sostituto ovvero Altra Sede Sostituto).

In caso di pratica di tipo "Integrativo = "3" - "Integrativa: maggior credito/minor debito


e variazione dati Sostituto", e'
automaticamente disabilitata la possibilit di inserimento dei dati ai Righi F9 e F10 del
Quadro F.

In fase di generazione di una dichiarazione di tipo "Rettificativa" ovvero "Integrativa" e'


data la possibilit di scelta della
dichiarazione di partenza, avente Stato "Stampata" o successivo, tramite l'ausilio del
campo "Cod. dich. da duplicare", come da
immagine:

2015 Vers. 1.0.0


15 730

Selezione altre caratteristiche

Sospesa: nel caso si debba ritenere la pratica non completa ad esempio per assenza di
documenti, e' possibile assegnare lo stato di "Sospesa" apponendo l'apposita scelta.

Mod. gratuito: se e' presente "P" ("P" = Presenza di modello gratuito) il sistema
provvede a fornire le opportune comunicazioni al contribuente al Riquadro Messaggi del
Quadro 730/3 per abbattimenti eseguiti nei limiti di legge o riconduzioni di importi a
zero, secondo disposizioni normative.

730-2 dett.: permette di ottenere la compilazione automatica del Quadro 730/2 con
l'elencazione dei documenti, a seconda dei righi/Dettagli compilati

Forzatura Dich. (***C): permette di effettuare lo scarico dati su file Telematico


Ministeriale della dichiarazione interessata, raggirando eventuali anomalie di tipo
bloccante (***C), considerate non congrue.

Modalit di utilizzo
a) Ri-attivare la dichiarazione affinch assuma lo Stato di "Errata";
b) Inserire l'opzione "X" al campo "Forzatura Dich." presente al Quadro Impostazioni;
c) F2 "Salva";
d) F10 "Esecuzione calcoli";
e) Stampare la dichiarazione;
f) Effettuare lo scarico dati della dichiarazione tramite la funzione Telematico
"Sequenziale Ministeriale"

E' possibile ottenere l'insieme delle pratiche aventi "X" in corrispondenza di "Forzatura
Dich.", utilizzando l'apposito filtro "Con Forzatura dich. (***C)", presente in Elenco
pratiche.

Visto Direttore Tec.: appare automaticamente


"V" = "da Validare" = a seguito della predisposizione alla convalida del "Visto" da parte
del Direttore Tecnico (solo per i CAF che lo prevedono)
"C" = "Confermata" = a seguito dell'ottenimento del "Visto"
"P" = "Prelevata" = a seguito
"A" = "Annullata" = a seguito dell'annullamento del "Visto"

Gestione consegna Mod. 730


In fase di inserimento nuova pratica il sistema propone automaticamente "1"
"Contestuale alla stampa", eventualmente eliminabile ovvero modificabile utilizzando
una differente opzione contenuta all'interno dell'apposito men a tendina, come da
immagine:

2015 Vers. 1.0.0


Gestione Dichiarazioni 16

Date: appaiono automaticamente

Chiusura dichiarazione: prima volta che la dichiarazione viene posta in stato di tipo
"Completa"

Stampa modello 730/3: stampa del Modello 730, in modalit "Ufficiale", effettuando la
selezione di una "Composizione" all'interno della quale sia presente il Modello 730/3

Ultima modifica: ultima modifica alla dichiarazione

Ultima stampa 730/4: elaborazione del Modello 730/4

Ultimo telematico: scarico dati su formato file Telematico Ministeriale in modalit


"Ufficiale"

Informato dal CAF: permette di effettuare la scelta da parte del contribuente,


mediante apposizione di "X", qualora lo stesso
desideri essere informato di eventuali comunicazioni arrivanti dall'Agenzia delle Entrate.

2015 Vers. 1.0.0


17 730

Al Quadro 730/2 e al Quadro 730/3 pag. 1 il


sistema imposta automaticamente "X" in corrispondenza di "Impegno ad informare il
contribuente di eventuali comunicazioni
dell'Agenzia delle Entrate relative alla presente dichiarazione".

Prot: numero di Protocollo (assegnato dall'Agenzia delle Entrate per effetto


dell'acquisizione del Sequenziale Ministeriale),
automaticamente introdotto tramite la funzione di cui men

Telematico
"Acquisizione ricevute ministeriali"

Utente: indicazione automatizzata del Login-Utente possessore della dichiarazione

Una volta terminato l'inserimento dei dati al Quadro Impostazioni, occorre procedere
con la compilazione degli altri quadri interessati, partendo dal Quadro Dati anagrafici del
Dichiarante.

Il sistema provvede all'abilitazione automatica dei quadri di pertinenza sulla base della
tipologia di dichiarazione impostata al Quadro Impostazioni.

E' presente una differenziazione di colorazione delle voci relative ai Quadri, in base
alla situazione reale dei
dati contenuti all'interno di ciascuno di essi:

Arancio: dati presenti riportati automaticamente dal sistema (R)


Verde: dati confermati (C)
Rosso: assenza di dati (X)
Grigio: dati stampati in modalit "Ufficiale" (S)

Si fa presente che la colorazione Arancio verr volutamente mantenuta tale, fino a


quando non avverr un'effettiva variazione di datuccessiva alla situazione
automaticamente riportata, con conseguente registrazione tramite la funzione F2
Salva.

CTRL + B - collegamento Anagrafica Comune: permette l'accesso diretto


all'Anagrafica Comune di riferimento

CTRL + P - gestione Privacy e recapiti: permette l'apertura diretta della funzione


riferita alla gestione privacy e recapiti, nonch alle opzioni inerenti la modalit di
gestione della delega al prelievo dei dati precompilati dall'Agenzia delle entrate:

2015 Vers. 1.0.0


Gestione Dichiarazioni 18

CTRL + T - Annotazioni:permette l'indicazione di annotazioni distinte tra bloccanti


(che assegnano lo stato di "Errata" alla dichiarazione) e non bloccanti. Il riquadro
"Annotazioni (bloccanti/non bloccanti)" viene automaticamente aperto in fase di
indicazione dello Stato di "Sospesa" all'interno del Quadro Impostazioni.
Il riquadro "Annotazioni (non bloccanti)" risulta compilabile anche in presenza di
dichiarazioni i cui dati non risultano pi essere accessibili, per effetto dell'accesso ad
esse tramite la funzione "Visualizza" (pratiche aventi Stato "Stampata" o superiore).

2015 Vers. 1.0.0


19 730

All'interno della funzione CTRL + T "Annotazioni" e' presente la funzione CTRL + T


"Annot. A. P." per l'apertura in visualizzazione del prospetto CTRL + T "Annotazioni"
della eventuale esistente dichiarazione 730 anno precedente, avente stato "Stampato" o
successivi, come in esempio:

ALT + 4 Gestione Invio 730/4

2015 Vers. 1.0.0


Gestione Dichiarazioni 20

La funzione Alt + 4 - "Gestione Invio 730/4" permette l'esposizione della situazione di


invio/consegna del Modello 730/4:

Alt + D CF errato (per Utenti Esperti e Autorizzati)


La funzione Alt + D - "CF errato" permette l'inserimento del Codice Fiscale del
contribuente indicato errato in una dichiarazione g i t r a s m e s s a e non accolta
per tale motivo (e conseguente adeguamento di scarico di tale dato all'interno del
Record B del file Sequenziale Ministeriale)

Sequenza operativa suggerita


Qualora, a seguito di verifica tramite Procedura di Controllo Sogei/Entratel, venga
rilevata, per una determinata dichiarazione gi "Inviata", la presenza di Codice Fiscale
inesistente in Anagrafe Tributaria, e' necessario:
a) chiedere al contribuente il corretto ed esistente Codice Fiscale;
b) procedere alla creazione di una nuova dichiarazione relativa al soggetto in
questione;
c) utilizzare al Quadro Impostazioni la nuova funzione Alt + D "CF errato";
d) inviare la nuova dichiarazione cosi' prodotta tramite la funzione "Telematico
Ministeriale 730";
e) eliminare dall'archivio la dichiarazione originaria (avente il Codice Fiscale non
presente nell'Anagrafe Tributaria).

Si fa presente che questo procedimento e' sostituibile preventivamente dal processo di


trasmissione file Telematico a Siatel (tramite l'apposita funzione corrispondente), per
ottenere a priori la notifica di Codici Fiscali non presenti in Anagrafe Tributaria.

ALT + R Abilita Verbale (solo per C.A.F. specifici)

Specifiche di funzionamento

E' possibile procedere manualmente, da parte dell'operatore, all'assegnazione del controllo


di tipo "V" alle pratiche interessate, qualora non sia gi stato assegnato automaticamente.

E' necessario:
- accedere alla pratica;
- utilizzare, al Quadro Impostazioni, la nuova funzione ALT + R "Abilita Verbale";

2015 Vers. 1.0.0


21 730

- rispondere affermativamente, tramite l'utilizzo del bottone "OK", alla richiesta di


conferma;
- registrare la pratica tramite il tasto funzione F2.

ALT + U - "Descrizione Utente": permette la visualizzazione dei dati relativi a


"Cognome", "Nome", "Login-Utente" e "Descrizione del Centro" di appartenenza,
dell'utente che ha apportato l'ultima modifica alla pratica

CTRL + I - per reimpostare ufficio periferico: permette l'assegnazione dei codici


"CAF/Professionista", "Sede", "Uff. perif." e "Descrizione" al Quadro Impostazioni della
dichiarazione in uso.

3.3.1 Quadro Dati anagrafici

Accedendo al Quadro Dati anagrafici e' necessario inserire i dati obbligatori, quali il
domicilio all'01/01.
L'indicazione di stato civile = "Tutelato/a" ovvero "Minore" obbligatoria in caso di
dichiarazione di tipo "Rappresentante o tutore".

Stato civile - Funzione ALT + S "per Stato civile"

Utilizzando la funzione ALT + S "per Stato civile" si ottiene la visualizzazione del

2015 Vers. 1.0.0


Gestione Dichiarazioni 22

contenuto del seguente dettaglio

Domicilio fiscale - Funzione CTRL + R "per ripresa da Residenza anagrafica"

Tramite la funzione CTRL + R "per ripresa da Residenza anagrafica" attiva al campo


"Comune" delle sezioni "Domicilio fiscale" si ottiene il recupero automatizzato dei dati
relativi al Comune e Provincia di residenza.
In relazione ai campi "Provincia" con dato assente, errato o non congruente rispetto al
"Comune" corrispondente, e' presente il messaggio di avviso "Attenzione: Provincia del
domicilio fiscale non congruente rispetto al Comune".

Risulta essere presente un meccanismo per la registrazione automatizzata in Anagrafica


Comune dei dati relativi alla Residenza anagrafica, se presenti.

CTRL + B - "collegamento Anagrafica Comune": permette l'accesso diretto


all'Anagrafica Comune di riferimento

CTRL + P - "gestione Privacy e recapiti": permette l'apertura diretta della funzione


riferita alla gestione privacy e recapiti, nonch alle opzioni inerenti la modalit di
gestione della delega al prelievo dei dati precompilati dall'Agenzia delle entrate:

2015 Vers. 1.0.0


23 730

3.3.2 Quadro Coniuge e Familiari a carico

Il Quadro Familiari a carico deve essere compilato qualora si debbano indicare i dati di
coniuge e/o familiari a carico:

2015 Vers. 1.0.0


Gestione Dichiarazioni 24

Percentuale ulteriore detrazione per famiglie con almeno 4 figli: da indicare (50%
ovvero 100%) in presenza di almeno quattro figli.
Il sistema, in caso di presenza di almeno quattro figli e assenza della percentuale per
ulteriore detrazione, invia automaticamente un
messaggio di avviso "Attenzione! Percentuale ulteriore detrazione per famiglie non
indicato."

Numero figli in affido preadottivo a carico del contribuente: il quantitativo di figli


in affido preadottivo a carico del contribuente
e' corrispondente alla numerosit di figli presenti privi di Codice fiscale.
In caso di compilazione delle Caselle F1, F ovvero D e assenza del Codice fiscale, il
sistema avvisa tramite il
messaggio "Attenzione! Verificare il numero di figli in affido preadottivo".

Casella C: da barrare qualora sia presente il coniuge (anche se non a carico)

Casella F1: da barrare qualora sia presente un primo figlio


In presenza di primo figlio a carico, la cui situazione variata nel corso dell'anno,
necessario attivare due Quadri Familiari.

Casella F: da barrare qualora siano presenti ulteriori figli dopo il primo

Casella A: da barrare qualora sia presente un familiare diverso da figlio

Casella D: da barrare qualora sia presente un familiare disabile

Codice fiscale: codice fiscale del familiare


Con l'apposita funzione CTRL + D "per Controllare/Correggere la posizione del
primo figlio" eseguita dal campo "Codice fiscale" del figlio F1 (primo figlio) possibile
determinare/verificare la posizione dei codici fiscali dei figli presenti, nonch confermare
l'automatica sostituzione di posizione del primo figlio qualora rilevata non congrua.

Mesi a carico: mesi a carico del familiare per un massimo di 12


Una volta inserito il codice fiscale, il programma in automatico imposta i "Mesi a carico"
ed eventualmente i mesi "Minore di 3 anni".

Minore di 3 anni: mesi a carico dei figli minori di tre anni per un massimo dei mesi a
carico e comunque di 12 complessivi.
E' presente un controllo di avviso, in fase di salvataggio, per singolo figlio interessato, per
suggerire la convenienza all'indicazione dei
mesi "Minore di 3 anni" qualora spettante, tramite il messaggio "Attenzione! Il campo Minore

2015 Vers. 1.0.0


25 730

di 3 Anni non risulta compilato nel rigo N


dei Familiari".

%: percentuale per un massimo di 100 ovvero "C" (nel caso il figlio benefici della
detrazione per mancanza di coniuge)

Detrazione 100% - Affidamento figli: da barrare solo se:


a) alla col. 7 e' indicato il valore 100 ovvero la lettera "C"
e
b) la relazione di parentela assume il valore "F" o "D".

E' a disposizione la funzione ALT + D "per Consultazione familiari da flusso CU",


attivabile dall'interno della Pagina 1 del Modello 730, automaticamente compilata in fase
di esecuzione della funzione di pre-caricamento dati CU da applicativo esterno CU/201n.

Relativamente alle pratiche di tipo "Congiunta" ovvero "Collegata", in relazione al


Quadro Coniuge e Familiari a carico, e' a disposizione la funzione CTRL + R "per
ripresa dati dal Dichiarante" che esegue il riporto di tutti i familiari presenti
determinando la percentuale a carico in modalit complementare.

In fase di elaborazione della dichiarazione 730, il sistema effettua le seguenti verifiche,


rilasciando eventuali comunicazioni all'interno del Quadro Anomalie:

1) in caso di dichiarazione di tipo "Congiunta" e solo in presenza di familiare introdotto


all'interno di e n t r a m b i i Quadri Familiari, viene eseguito un controllo della
presenza di percentuale = 100% s o l o in corrispondenza del contribuente avente
l'importo al rigo "Reddito di riferimento" maggiore del congiunto;

2) in caso di dichiarazione di tipo "Congiunta", viene dato messaggio nel caso risulti
presente l'indicazione dei mesi a carico in
corrispondenza del Coniuge, e si abbia la contemporanea presenza al Modello 730-3
dell'azzeramento dei conteggi al rigo "Detrazione
per coniuge a carico" per effetto del superamento del limite.

3) in caso di dichiarazione di tipo "Congiunta", presenza di almeno un familiare a carico


sia all'interno del Quadro Familiari del
Dichiarante che all'interno del Quadro Familiari del Coniuge dichiarante, percentuale del
familiare a carico = 100% in riferimento al
Quadro Familiari del Dichiarante, e righi "Detrazione per figli a carico" e "Ulteriore
detrazione per figli a carico" presenti a col. 1 del
Quadro 730/3 = 0, il sistema avvisa tramite messaggio "Presenza di familiari a carico
per il Dichiarante con percentuale pari
al 100%. Verificare se e' pi conveniente ripartire la detrazione con il Coniuge." Lo
stesso controllo e' gestito in maniera speculare in
riferimento al Coniuge dichiarante.

2015 Vers. 1.0.0


Gestione Dichiarazioni 26

3.3.3 Quadri A - Terreni e B - Fabbricati

Il Quadro A deve essere compilato qualora si sia in possesso di terreni.


Il Quadro B deve essere compilato qualora si sia in possesso di fabbricati.

E' possibile effettuare l'inserimento secondo tre modalit differenti:

1. Inserimento diretto dei dati sul modello: occorre indicare i dati obbligatori
(redditi/rendita, titolo/utilizzo, percentuale di possesso, giorni di possesso)

2. Funzione specifica per l'inserimento tramite Dettaglio

3. Funzione specifica per l'inserimento tramite collegamento all'applicativo IMU

Inserimento diretto (modalit consigliata ad utenti esperti)

E' necessario inserire i dati direttamente nel quadro.


Il sistema provvede ad eseguire dei controlli direttamente in fase di inserimento,
abbinati ad altri che avvengono al Quadro Anomalie.
Nell'esempio seguente viene mostrato il Quadro B:

CTRL + N "per inserire Nuovo rigo": permette di inserire un rigo

CTRL + E "per Eliminare il rigo": permette di eliminare un rigo


Avvertenza
N o n e' consigliata l'eliminazione di un rigo svuotando campo per campo, in quanto ci
non d luogo al conseguente
svuotamento del rigo medesimo all'interno del Dettaglio.

CTRL + R "per Ripresa da altra dichiarazione": permette la ripresa di un singolo


rigo di immobile, ovvero permette la ripresa multipla di pi righi se attivato dal primo

2015 Vers. 1.0.0


27 730

rigo presente nel modello. In presenza di % di possesso pari al 50%, il sistema nel
riprendere l'immobile imposta automaticamente % di possesso pari al 50%; in tutti gli
altri casi, la % di possesso viene lasciata assente.

Funzione specifica per l'inserimento tramite Dettaglio (modalit


consigliata ad utenti che hanno necessit di compilare in maniera dettagliata gli
immobili in previsione di utilizzo dell'Applicativo IMU, con possibilita' di registrazione dei
dati da Applicativo 730 a IMU)

Utilizzando la funzione CTRL + D - "per Dettagli" si attiva un Dettaglio in cui viene


data la possibilit di indicare i singoli righi dei relativi terreni o fabbricati assieme alle
informazioni relative al Comune (e se fabbricato, relative inoltre alla Categoria), come di
seguito illustrato in riferimento al Quadro B:

In corrispondenza di Titolo/Utilizzo Anno Prec. avviene la visualizzazione del


titolo/utilizzo presente nella dichiarazione anno precedente dalla quale avvenuto il
riporto dei dati (da 730 ovvero da Unico Persone Fisiche, in abbinamento a IMU).

Se selezionato Immobile storico/artistico il sistema autonomamente effettua


l'abbattimento al 50% dei campi "Rendita" e "Rendita rivalutata", secondo normativa.

2015 Vers. 1.0.0


Gestione Dichiarazioni 28

All'interno del Dettaglio sono previste le seguenti funzioni:

CTRL + INVIO - "per Inserimento rigo": permette la convalida rapida del rigo senza
l'obbligo di scorrimento di tutti i campi che lo compongono

CTRL + G - "per calcolo Giorni": indicando uno o entrambi gli estremi, relativi
all'anno di competenza fiscale, si ottiene il calcolo automatico dei giorni

CTRL + Q - "per calcolo Quota proporzionale": oltre alla percentuale di possesso e'
possibile indicare eventuali frazioni di quote acquisite o cedute per un massimo di due
ciascuna; ad es. supponiamo che un contribuente sia in possesso del 30% di un
immobile e che ne abbia acquisito 1/5 di 3/7, occorrer indicare Quota = 30% e alla
sezione "Acquisizioni" rispettivamente 1/5 e 3/7 nei rispettivi campi; si otterr pertanto
30%+8,57%=38,57%.

CTRL + P - "per calcolo quota Proporzionale del canone (solo per Fabbricati)":
permette la ripartizione proporzionale del canone; indicando il codice canone
avvalendosi dell'apposito men a tendina, nonch l'importo di canone lordo per ottenere
il canone effettivo o viceversa (a seconda delle informazioni di cui si e' in possesso) e
selezionando con apposita spunta i fabbricati interessati, confermando si ottiene la
ripartizione automatica del canone tra i righi. Gli importi determinati automaticamente
vengono memorizzati in sede di uscita dal Dettaglio tramite "Conferma".

CTRL + I - "per registrazione dati in IMU"


Tale funzione permette la registrazione automatica dei dati riferiti all'immobile
direttamente all'interno dell'applicativo IMU 200n (anno
in corso), con eventuale pre-creazione della dichiarazione nel caso non fosse gi
presente. Una volta ottenuta la registrazione dei
dati, ed aver completato mediante l'indicazione eventuale di "Data inizio" e "Data fine",
necessarie per il mantenimento dei giorni
riportati alla Sezione "Dati per dichiarazione redditi" qualora differenti da 365, e'
possibile e necesssario effettuare il calcolo delle
distinte Sezioni presenti all'interno dell'applicativo IMU, tramite la funzione CTRL + C
"Ricalcola".

CTRL + T/F - "per confronto Terreni/Fabbricati"


Tale funzione permette di ottenere un Dettaglio, riferito al contribuente, di confronto
della situazione immobili
presenti all'interno dell'Applicativo 730 e dell'Applicativo IMU.

: permette la duplicazione di un rigo qualora il rigo dal quale lo si esegue abbia


un periodo di possesso inferiore ai 365 giorni

CTRL + C - "per Calcolare imponibili"


Tale funzione permette di ottenere il calcolo o di aggiornare lo stesso, in riferimento alle
colonne di calcolo degli imponibili/non imponibili, contemporaneamente per ciascun rigo
presente all'interno del Dettaglio. Gli importi determinati automaticamente vengono
memorizzati in sede di uscita dal Dettaglio tramite "Conferma".

2015 Vers. 1.0.0


29 730

Funzionamenti
Per il selezionamento di un rigo esistente (ai fini di modifica dei dati dello stesso)
occorre procedere tramite d o p p i o - clic (uso
del tasto s i n i s t r o del mouse).

Per il selezionamento di un rigo esistente (ai fini di visualizzazione dei dati dello stesso
ovvero ai fini di eliminazione dello stesso)
e' possibile procedere tramite un clic (uso del tasto s i n i s t r o del mouse).

Per lo scorrimento in sequenza in avanti dei righi esistenti e' opportuno selezionare in
visualizzazione uno di essi e utilizzare il tasto
TAB.

Per lo scorrimento in sequenza a ritroso dei righi esistenti e' opportuno selezionare in
visualizzazione uno di essi e utilizzare la
combinazione SHIFT + TAB.

Per il de-selezionamento dallo stato di modifica di un rigo esistente e' possibile


procedere tramite la combinazione CTRL + CLIC
(uso del tasto s i n i s t r o del mouse).

Per l'eliminazione di un rigo occorre l'utilizzo del tasto DEL/CANC.

Funzione specifica per l'inserimento tramite collegamento


all'applicativo IMU (modalit
consigliata ad utenti che desiderano compilare direttamente i dati ai fini del calcolo IMU
e la relativa sezione reddittuale direttamente dall'Applicativo IMU, e compilare
conseguentemente l'Applicativo 730)

La funzione CTRL + I - "per Collegamento IMU" attivata dai Quadri A e B prevede un


collegamento diretto all'Applicativo IMU.

Qualora il nominativo in uso n o n risulti gi presente all'interno dell'Applicativo IMU


anno in corso, il sistema provveder ad eseguire una ricerca all'interno dell'Applicativo
IMU anno precedente e nel caso vi risulti presente, eseguir il riporto automatizzato di
tutti i dati creando la nuova pratica IMU all'interno dell'Applicativo IMU anno in corso.
In alternativa, qualora il nominativo in uso non risulti presente nemmeno all'interno
dell'Applicativo IMU anno precedente, il sistema eseguir la creazione automatizzata
della nuova pratica all'interno dell'Applicativo IMU anno in corso, utilizzando i dati
presenti ai Quadri Dichiarante/Coniuge della pratica 730 in gestione.

Dopo aver inserito tutti i dati obbligatori per il calcolo dell'IMU e dell'IRPEF di tutti gli
immobili, occorre uscire con la funzione "Indietro" (F12).

Il sistema procede inviando la richiesta di conferma per la ripresa automatizzata


nell'Applicativo 730 dei dati utili presenti all'interno dell'Applicativo IMU, (comprendendo
anche quelli che interessano la Sez. II - "Dati relativi ai contratti di locazione" del
Quadro B), tramite il seguente messaggio in esempio:

2015 Vers. 1.0.0


Gestione Dichiarazioni 30

Rispondendo affermativamente, i dati saranno riportati all'interno dei Quadri A/B


dell'Applicativo 730.

Gli immobili collegati all'Applicativo IMU non saranno pi modificabili dall'interno del
Quadro A/B, se non tramite l'esclusivo ausilio della funzione di CTRL + D - "per
Dettagli".

I dati eventualmente modificati successivamente all'interno dell'Applicativo IMU non


verranno aggiornati nell'Applicativo 730.

Durante l'utilizzo della funzione suddetta, il sistema provvede altres all'automatica


assegnazione al Quadro Impostazioni della pratica IMU dei medesimi 8 Gruppi, nonch
Tipo Contribuente e Categoria Sindacale presenti al Quadro Impostazioni della
pratica 730 in uso.

Quadro B - Sezione II - Dati relativi ai contratti di locazione

Per quanto riguarda il Quadro B, in corrispondenza della Sezione II, secondo disposizioni
normative, e' necessario indicare per ciascun rigo il N. rigo di riferimento, il N. del
Modello, gli estremi di registrazione del contratto e l'anno di presentazione della
dichiarazione IMU:

3.3.3.1 Passaggio 730-IMU per immobili iscritti su piu' righi

La sequenza di compilazione che permette il passaggio fluido dei dati di immobili


iscritti su piu' righi da 730 - Quadri A/B ad applicativo IMU e' la seguente:

2015 Vers. 1.0.0


31 730

a) Quadri A/B CTRL + D - "per Dettagli": inserimento di tutti i righi di


continuazione relativi all'immobile, tramite l'eventuale

utilizzo della funzione per la duplicazione del rigo e l'eventuale uso


della funzione CTRL + P "per calcolo quota
Proporzionale canone".

b) Quadri A/B CTRL + D - "per Dettagli": utilizzo della funzione CTRL + I "per
registrazione dati in IMU" per ottenere
automaticamente all'interno dell'applicativo IMU la compilazione della Sezione
"Dati per dichiarazione redditi 200n"

3.3.4 Quadro C - Redditi di Lavoro

Il Quadro C deve essere compilato nel caso debbano essere dichiarati redditi di lavoro
dipendente o assimilati.

La compilazione del quadro C pu avvenire secondo differenti modalit:

a) pre-caricamento automatico dei dati derivanti da utilizzo della funzione automatizzata


di importazione dati CU da applicativo esterno CU/201n, eseguita in fase di creazione di
nuova pratica;

b) inserimento diretto dei dati;

c) compilazione tramite Dettaglio, relativamente alle Sez. I e II.

Pre-caricamento automatico mediante uso della funzione automatizzata di


riporto dei dati da applicativo esterno CU/201n

La funzione automatizzata di riporto dei dati da applicativo esterno CU/201n, eseguita


esclusivamente in fase di c r e a z i o n e di una n u o v a dichiarazione, sia essa singola
ovvero congiunta, ed in eventuale abbinamento alla fase di ripresa dei dati da 730
ovvero Unico Persone Fisiche anno precedente, prevede:

a) introduzione all'interno della funzione CTRL + T "per Annotazioni" sezione "Bloccanti"


del messaggio informativo di avvenuta operazione di prelievo dei dati da applicativo
esterno CU/201n, distinta tra dichiarante e coniuge dichiarante;

b) introduzione all'interno della funzione CTRL + T "per Annotazioni" sezione "Bloccanti"


del messaggio informativo, unico per
dichiarazione,
""Uno o pi Mod. C.U. originali e s c l u s i per presenza di anomalie di compilazione" qualora si
presenti almeno uno dei seguenti casi
di incongruenza di compilazione:

2015 Vers. 1.0.0


Gestione Dichiarazioni 32

- all'interno dello stesso Mod. C.U. presenza contemporanea di Punto CU 1 (Reddito di


lavoro dipendente) e Punto CU 3 (Reddito di pensione);
- all'interno dello stesso Mod. C.U. presenza contemporanea di Punto CU 1 / CU 3 e
Punto CU 4 (Altri redditi assimilati) / CU 5 (Assegni periodici corrisposti dal coniuge)

c) riporto dei dati sia all'interno dei Dettagli C.U., sia di conseguenza direttamente
anche a Modello Quadro C, nonch conseguentemente ai quadri E ed F;

d) riporto dei seguenti campi particolari:


"X" in corrispondenza di "File esterno";

e) riporto ai Quadri Dati anagrafici Dichiarante/Coniuge dei dati relativi ai due domicili;

f) generazione del Dettaglio C.U. alla Sez. II del Quadro C in caso di presenza di
compilazione di punto CU 4 e/o punto CU 5.

E' a disposizione inoltre la funzione ALT + D "per Consultazione familiari da flusso


CU", attivabile dall'interno della Pagina 1 del Modello 730, distintamente per dichiarante
e coniuge, automaticamente compilata in fase di esecuzione della funzione di pre-
caricamento automatico da applicativo esterno CU/201n.

Modalit di compilazione tramite Dettaglio

Tramite l'utilizzo della funzione CTRL + D "per Dettagli C.U." comparir il Modello C.U.
(Certificazione Unica) che dovr essere compilato cos come consegnato dal
contribuente:

2015 Vers. 1.0.0


33 730

E' possibile, rimanendo all'interno del Dettaglio stesso, avvalersi della funzione F6 -
"Aggiungi" per proseguire nell'inserimento di un Dettaglio successivo, nonch utilizzare
le funzioni di avanzamento/retrocessione per lo scorrimento dei Dettagli presenti.

Inoltre, possibile avvalersi della funzione per procedere alternativamente al


passaggio velocizzato dalla sezione I alla sezione II, e viceversa, come da immagine:

2015 Vers. 1.0.0


Gestione Dichiarazioni 34

Una volta effettuato il salvataggio e la chiusura del Dettaglio, i dati verranno riportati al
Quadro C.

Il sistema, in uscita da ciascun Dettaglio, effettua tra tanti, i seguenti automatismi:

a) campo "Specifica Reddito" automaticamente collegato all'applicativo esterno RED per


il riporto dei dati. In relazione alla Sezione II, in caso di indicazione di "Specifica
Reddito" = "L1 - Assegni periodici percepiti dal coniuge", si ottiene il riporto
automatizzato di "X" al campo "Assegno del coniuge";
b) messaggio di avviso "Numero giorni per i quali spettano le detrazioni mancanti", in
caso di assenza di indicazione di entrambi i campi "Giorni";
c) messaggio di avviso "Se i redditi di lavoro socialmente utile NON concorrono al
reddito complessivo, azzerare i giorni di lavoro dipendente e indicare solo quelli di
pensione al fine di fruire della deduzione art. 11 per questi ultimi", in caso di
indicazione di Tipo Reddito = "3";
d) campi "Ritenute Irpef sospese", "Addizionale Regionale all'Irpef sospesa",
"Addizionale Comunale all'Irpef sospesa", "Acconti Irpef sospesi" e "Acconto cedolare
secca sospesi" automaticamente riportati alla Sez. "Ritenute a Acconti sospesi per
Eventi eccezionali" del Quadro F, nonch all'interno del corrispondente Dettaglio
attivabile tramite la combinazione "CTRL + D - per Dettaglio Acconti Sospesi"
e) campi "Credito riconosciuto per famiglie numerose" e "Credito riconosciuto per canoni
di locazione", automaticamente riportati alla Sez. "Altri dati" del Quadro F;
f) messaggi di avvertenza riferiti ai campi "Ritenute Irpef", "Addizionale regionale
all'Irpef", "Acconto Addizionale comunale all'Irpef 200n", "Saldo Addizionale
comunale all'Irpef 200n" e "Acconto Addizionale comunale all'Irpef 200(anno
successivo)", in caso di superamento della rispettiva percentuale stabilita applicata
all'importo del campo "Redditi per i quali e' possibile fruire della detrazione";
g) messaggio di avvertenza "Attenzione: verificare la detassazione", in caso di
compilazione del campo "Redditi non imponibili art. 51, comma 6 del Tuir";
h) automatica riconduzione dei dati presenti nel Modello, rispetto a quanto indicato
all'interno del Dettaglio CU, qualora se ne tenti la
modifica. I dati presenti all'interno del Dettaglio CU risultano pertanto prioritari e
modificabili solo all'interno del Dettaglio CU
stesso;
i) verifica di consecutivit di compilazione dei righi, sia in riferimento alla Sez. I, sia alla
Sez. II.

Codice Categorie particolari


Tramite l'ausilio dell'apposito men a tendina possibile selezionare il codice opportuno,
per soli fini informativi.

Codice Previdenza complementare


Tramite l'ausilio dell'apposito men a tendina possibile selezionare il codice opportuno
inerente la previdenza complementare.
Eventualmente indicare "B" in caso di "Codice convenzionale da indicare in caso di
previdenza complementare assente".

Il campo "Previdenza complementare eccedente" attivo esclusivamente all'interno del


Dettaglio CU rigo C1 del Modello n. 1.

2015 Vers. 1.0.0


35 730

In riferimento ai Punti CU inerenti la sezione "Previdenza complementare", in caso di


variazione degli stessi successivamente all'avvenuto gi precedente riporto dei dati al
Quadro E, si fa presente che il riporto ennesimo dei dati dal Quadro C al Quadro E
avverr sempre in modalit "aggiuntiva" e non "rettificativa/sostitutiva". Pertanto resta
di facolt dell'operatore la verifica finale dei dati riportati al Quadro E - Sezione II -
"Previdenza complementare", con conseguente eliminazione di quelli non pi utili.

Pertanto, in caso di una successiva necessit di variazione di dati rispetto ad una iniziale
compilazione del Dettaglio CU - sezione "Previdenza complementare", si consiglia di:

1. procedere ad eliminare all'interno del Dettaglio CU, sia Codice Previdenza, sia gli importi
annessi relativi a "Previdenza Complementare";

2. procedere ad eliminare all'interno del Quadro E - Dettaglio righi E27-E31 gli importi
precedentemente riportati da Dettaglio CU;

3. rientrare nel Dettaglio CU e procedere alla nuova compilazione dei dati.

Sezione Acconti

E' a disposizione un Dettaglio per l'inserimento dei distinti importi inerenti gli acconti,
attivabile mediante la funzione CTRL + D "per Acconti". In uscita dal Dettaglio CU, gli
importi cos inseriti verranno fatti confluire automaticamente al Quadro F - Rigo F1.

L'opzione "Acconti congiunti" permette l'attivazione in aggiunta anche dei campi della
colonna "C.U." riferiti al congiunto, con conseguente riporto distinto all'interno delle
sezioni C.U. di competenza, nonch ai rispettivi quadri F dichiarante/coniuge
dichiarante:

Sezione Crediti non rimborsati

E' a disposizione un Dettaglio per l'inserimento dei distinti importi inerenti i crediti non
rimborsati, attivabile mediante la funzione CTRL + C "per Crediti". In uscita dal
Dettaglio CU, gli importi cos inseriti verranno fatti confluire automaticamente al Quadro
F - Righi F3/F4.

L'opzione "Eccedenze ongiunte" permette l'attivazione in aggiunta anche dei campi della
colonna "C.U." riferiti al congiunto, con conseguente riporto distinto all'interno delle
sezioni C.U. di competenza, nonch ai rispettivi quadri F dichiarante/coniuge
dichiarante:

2015 Vers. 1.0.0


Gestione Dichiarazioni 36

Sezione Altri dati

Per una gestione approfondita delle informazioni, e' a disposizione il Dettaglio attivabile
mediante la combinazione ALT + T "per Altri dati", all'interno del quale e' possibile
l'inserimento delle sezioni "Dati INPS" e "Periodi lavorativi".

In base al "Periodo lavorativo" intercorso, il sistema effettua, in uscita dal Dettaglio, il


riporto dei giorni in corrispondenza di "Lavoro dipendente" ovvero "Pensione",
effettuando un controllo incrociato di sovrapposizione dei periodi temporali
eventualmente derivanti da compilazione di pi Dettagli CU.

Sezione Oneri detraibili

In corrispondenza della sezione "Oneri detraibili" attivo l'apposito men a tendina per
l'individuazione del codice onere. In uscita dal Dettaglio CU, il sistema provvede al
riporto automatizzato al Quadro E (sia a modello che all'interno del corrispondente
Dettaglio).

Sezione Somme erogate per l'incremento della produttivit del lavoro

I campi previsti per la sezione "Somme erogate per l'incremento della produttivit del
lavoro", sono accessibili solo in presenza di Tipo
Reddito" = "2", "3" o "4".

Al Quadro C e' a disposizione il Dettaglio CTRL + R "per annualita' Reddito lavoro


dipendente" per l'inserimento dell'importo
complessivo di Lavoro dipendente derivante dall'annualit anno precedente. Tale importo
viene automaticamente introdotto,
all'interno di questo Dettaglio, in fase di ripresa dati da 730/Unico Persone Fisiche anno
precedente, eventualmente modificabile.

Le opzioni di "Tassazione ordinaria" e "Tassazione sostitutiva" presenti al Quadro C, risultano

2015 Vers. 1.0.0


37 730

in ogni caso modificabili rispetto a quanto indicato o non indicato all'interno del Dettaglio
CU.

Sezione Annotazioni

Selezionando uno o piu' codici all'interno della sezione "Annotazioni" ne avverra' il


corrispondente riporto automatico degli importi anche ai quadri E, F e G (laddove
previsto).

Funzione di "Cambio valuta estera" (ALT + V)

Gli importi in valuta estera possono essere convertiti utilizzando la combinazione di tasti
ALT + V da qualsiasi campo numerico, come mostrato in esempio:

E' necessario indicare il paese ed i relativi importi da convertire.

Il programma effettua la conversione della valuta basandosi sui cambi ufficiali mensili
dell'UIC (Ufficio Italiano Cambi).

2015 Vers. 1.0.0


Gestione Dichiarazioni 38

3.3.5 Quadro D - Altri Redditi

Il Quadro D relativo agli altri redditi pu essere compilato direttamente:

oppure, relativamente ai righi D1, D3, D4 e D5, tramite l'utilizzo della specifica
combinazione di tasti per l'apertura del Dettaglio.

Procedendo alla compilazione del rigo D1 tramite l'ausilio del Dettaglio, il sistema in
uscita riporta punto 37 Ritenuta al campo D1 col. Ritenute, ed effettua il seguente
riporto al campo D1 col. Redditi in base al Tipo di Reddito indicato:

a) Tipo reddito = "1": riporto del 40% punti 28+30+32+34


b) Tipo reddito = "2": riporto del 100% punti 28+29+30+31+32+33+34
c) Tipo reddito = "3": riporto del 100% punti 28+29+30+31+32+33+34
d) Tipo reddito = "4": riporto del 40% punti 28+30+32+34
e) Tipo reddito = "5": riporto del 49.72% punti 29+31+33
f) Tipo reddito = "6": riporto del 49.72% punti 29+31+33

All'interno del Dettaglio presente al rigo D1 e' possibile l'utilizzo della funzione

CTRL + INVIO - "per Inserimento rigo": permette la convalida rapida del rigo senza
l'obbligo di scorrimento di tutti i campi che lo compongono.

Per ciascun rigo che compone il Quadro D, e' presente il messaggio di avviso "Le
ritenute indicate nel rigo D? sono superiori al reddito".

Funzione "Calcolatrice"

All'interno di ciascun Dettaglio, e' utilizzabile la funzione "Calcolatrice" per l'apertura


immediata dell'utilit corrispondente.

3.3.6 Quadro E - Oneri

Il Quadro E e' relativo agli oneri detraibili o deducibili sostenuti.

2015 Vers. 1.0.0


39 730

Riconduzione degli importi ai limiti di legge

Relativamente a ciascun rigo, qualora previsti dalla normativa, sono presenti dei
controlli automatici di abbattimento con riconduzione dell'importo per superamento del
limite consentito. L'importo originario verr evidenziato con apposito messaggio al
contribuente inviato alla Pag. 3 del Quadro 730/3, come di seguito illustrato in esempio:

E' possibile l'inserimento diretto ovvero l'utilizzo degli appositi Dettagli apribili tramite
l'apposita combinazione di tasti.

Generalit di utilizzo dei Dettagli

Tramite l'ausilio dell'apposita combinazione di tasti si ottiene l'apertura del Dettaglio.

Una volta aver terminato l'inserimento dei dati di ciascun rigo, per ottenere
l'inserimento dello stesso e' necessario utilizzare i tasti "Invio" ovvero "Tab" da tastiera
ovvero la funzione

CTRL + INVIO - "per Inserimento rigo": permette la convalida rapida del rigo senza
l'obbligo di scorrimento di tutti i campi che lo compongono.

Qualora si abbia la necessit di apportare modifiche ad uno o piu' righi gia' inseriti, e'
necessario selezionare il rigo interessato, effettuare le variazioni, e confermare tramite i
tasti "Invio" o "Tab" da tastiera ovvero utilizzare la funzione

CTRL + INVIO - "per Inserimento rigo": permette la convalida rapida del rigo senza
l'obbligo di scorrimento di tutti i campi che lo compongono.

Per la cancellazione di un rigo occorre selezionare lo stesso, e procedere tramite il


tasto "Canc/Del" da tastiera.

Relativamente alle pratiche di tipo "Congiunta" ovvero "Collegata", all'interno dei


Dettagli dei righi del "Coniuge" o "Collegato", e' a disposizione la funzione di "Ripresa
Oneri" che permette di recuperare automaticamente tutti i righi di oneri aventi
percentuale diversa da 100%. Di seguito viene illustrato l'esempio:

2015 Vers. 1.0.0


Gestione Dichiarazioni 40

Tabella Oneri
All'interno dei Dettagli, dove previsto, e' possibile assegnare il descrittivo a ciascun
onere o insieme di oneri.
Il sistema permette la generazione di una tabellazione di descrittivi per la velocizzazione
dell'inserimento degli oneri.
E' necessario accedere al menu Tabelle - Oneri per procedere all'inserimento dei
descrittivi, come di seguito mostrato:

Oltre all'indicazione di "Codice Onere" e "Descrizione" sono a disposizione i campi

Richiesta "Data" obbligatoria = (X o spazio)


Richiesto "Num. Doc." obbligatorio = (X o spazio)
Richiesto "Tipo" obbligatorio = (qualsiasi lettera o cifra)
Richiesta "Partita Iva" obbligatoria = (X o spazio)

In presenza di compilazione di almeno uno dei dati su-indicati e di attivazione del ruolo
applicativo 730 "Abilita estremi documento", all'interno del Dettaglio corrispondente al

2015 Vers. 1.0.0


41 730

Codice Onere inserito, si otterr l'apertura di un sotto-Dettaglio riguardante gli "Estremi


del documento"

all'interno del quale risulter obbligatoria l'indicazione dei dati richiesti, i quali
risulteranno riportati automaticamente quali parte integrante della descrizione
dell'onere. Per quanto riguarda il campo "Tipo" verranno accettate esclusivamente le
lettere o le cifre introdotte all'interno del campo - Richiesto "Tipo" obbligatorio - Tabella
Oneri.

Dettagli E1-E2-E3-E6

Il pannello si divide nelle due tipologie "Spese" e "Scontrini".

Le cartelle "Spese" e "Scontrini" sono utilizzabili anche contemporaneamente.

Cartella "Spese"

E' necessario indicare:

2015 Vers. 1.0.0


Gestione Dichiarazioni 42

Importo = valore della singola spesa


Moltipl. = numero per il quale si decide di moltiplicare l'importo della singola spesa
Spese rimborsate = valore complessivo della spesa rimborsata. Il sistema esegue la
moltiplicazione tra il valore del campo "Importo" e il valore del campo "Moltipl." e al
risultato sottrae il valore del campo "Spese rimborsate". A ci che si ottiene viene
applicata l'eventuale "%" se differente da 100%.
% = percentuale proposta a 100, modificabile
N.Doc. = numero dei documenti (visualizzati anche al modello 730/2) proposti uguali al
numero presente al campo "Moltipl.", eventualmente modificabili
Cod. = codice di spesa prelevabile da tabella preventivamente generata
Descrizione = descrizione della spesa visualizzata sulla base del codice di spesa indicato
oppure direttamente compilabile
Sotto-Dettaglio Estremi = pannello di dettaglio in cui indicare gli estremi della fattura al
fine di ottenerli visualizzati al campo "Descrizione"; si tratta di un pannello che il
sistema mostra solo relativamente a determinati codici di spesa e solo qualora risulti
essere attivato l'apposito ruolo applicativo.

Cartella "Scontrini"

E' necessario indicare:

Importo = valore del singolo scontrino


Moltipl. = numero per il quale si decide di moltiplicare l'importo del singolo scontrino
Importo non detraibile = valore complessivo dell'importo non detraibile. Il sistema
esegue la moltiplicazione tra il valore del campo "Importo" e il valore del campo
"Moltipl." e al risultato sottrae il valore del campo "Importo non detraibile". A ci che si
ottiene viene applicata l'eventuale "%" se differente da 100%.
% = percentuale proposta a 100, modificabile
N.Doc. = numero dei documenti (visualizzati anche al modello 730/2) proposti uguali al
numero presente al campo "Moltipl.", eventualmente modificabili

2015 Vers. 1.0.0


43 730

Gli importi ed il numero scontrini relativamente al rigo E1 sono utili alla generazione del
Modello Autocertificazione oneri.

Dettagli E4, E5, ...

Accedendo a questo tipo di dettagli e' necessario indicare:

Importo = valore della singola spesa


% = percentuale proposta a 100, modificabile
N.Doc. = numero dei documenti (visualizzati anche al modello 730/2), proposti uguali a
1
Cod. = codice di spesa prelevabile da tabella preventivamente generata
Descrizione = descrizione della spesa visualizzata sulla base del codice di spesa indicato
oppure direttamente compilabile
Sotto-Dettaglio Estremi = pannello di dettaglio in cui indicare gli estremi della fattura al
fine di ottenerli visualizzati al campo "Descrizione"; si tratta di un pannello che il
sistema mostra solo relativamente a determinati codici di spesa e solo qualora risulti
essere attivato l'apposito ruolo applicativo.

Esempio
In riferimento al Rigo E4, in presenza di un onere sostenuto complessivamente pari a
20.000 euro al 50%, il conteggio prevede la riconduzione al limite massimo di euro
18.076 prima dell'applicazione della percentuale:
18.076 x 50% = 9.038

Dettagli E7, Dettagli righi E8/E12 codici 8, 9, 10, 11

Il Dettaglio di rigo E7, come quelli previsti per i righi E8/E12 codici 8, 9, 10 e 11,
propone la compilazione di singoli importi che compongono la cedola, come di seguito
illustrato:

2015 Vers. 1.0.0


Gestione Dichiarazioni 44

E' necessario indicare:

Interessi passivi = valore dell'importo


Oneri accessori = valore dell'importo
Quote rivalutazione = valore dell'importo
Contributi statali = valore dell'importo
Totale = importo calcolato, eventualmente modificabile
% = percentuale proposta a 100, modificabile
N.Doc. = numero dei documenti (visualizzati anche al modello 730/2), proposti uguali a
1
Codice = codice di spesa prelevabile da tabella preventivamente generata
Descrizione = descrizione della spesa visualizzata sulla base del codice di spesa indicato
oppure direttamente compilabile
Sotto-Dettaglio Estremi = pannello di dettaglio in cui indicare gli estremi della fattura al
fine di ottenerli visualizzati al campo "Descrizione"; si tratta di un pannello che il
sistema mostra solo relativamente a determinati codici di spesa e solo qualora risulti
essere attivato l'apposito ruolo applicativo.

Relativamente al Dettaglio E7 inoltre sono a disposizione:

Valore immobile = valore dell'importo o compilazione tramite Dettaglio

2015 Vers. 1.0.0


45 730

Mutuo erogato = valore dell'importo


Mutuo residuo = valore dell'importo o compilazione tramite Dettaglio
Nuovo mutuo = valore dell'importo
Data stipula acquisto = data di stipula dell'acquisto
Data stipula mutuo = data di stipula del mutuo

Per ciascuna delle cartelle "Acquisto" e "Riacquisto" il sistema provvede ad effettuare


distintamente la corrispondente riconduzione al limite di 4.000 Euro, rapportato alle
percentuali di possesso e alla percentuale di detraibilit.
Inoltre, nell'effettuare il riporto del risultato da Dettaglio a Modello, il sistema provvede
alla sommatoria delle due distinte riconduzioni determinando il massimo ammissibile
con ulteriore confronto finale delle percentuali di possesso.

Si tengano in considerazione, per approfondimenti, eventuali casi particolari presenti


nella Circolare 39E del 1 Luglio 2010.

Di seguito si forniscono esempi.

E s e m p i o n. 1

Valore immobile = 130.000 Mutuo erogato = 150.000

Detraibilit =
130.000 : X = 150.000 : 100
X= 86.67%

Mutuo residuo = 100.000 Nuovo mutuo = 160.000

Mutuo detraibile = 100.000 x 86.67/100 = 86.670

Nuova detraibilit = 86.670/160.000x100 = 54.17%

La nuova percentuale di detraibilit pari a 54.17% viene applicata alla sommatoria


derivante dal calcolo di ciascun rigo di dettaglio presente.

Scheda "Acquisto Ab. Pr."


7.282,39 50%
9.000,71 50%

(7.282,39 x 50%) + (9.000,71 x 50%) = 3.641,20 + 4.500,36 = 8.141,56

8.141,56 x 54.17% = 4.410 Euro

L'importo totale determinato assoggettato alla nuova percentuale di detraibilit deve


essere successivamente
ricondotto al massimo limite predisposto per Legge (ad es. 4.000 per il Rigo E7), e a
seguire riportato al Modello,
eventualmente ridotto della percentuale di possesso qualora differente da 100%.

Nel caso su-esposto, l'importo determinato al Modello, in corrispondenza di E7, sar:

2015 Vers. 1.0.0


Gestione Dichiarazioni 46

4.410 Euro, ricondotto al massimo limite di 4.000 Euro x 50% = 2.000 Euro.

E s e m p i o n. 2

Valore immobile = 100.000 Mutuo erogato = 60.000

Scheda "Acquisto Ab. Pr."


1.000,00 50%
5.000,00 100%

(1.000,00 x 50%) = 500,00


(5.000,00 x 100%) = 5.000,00
------------------ ---------
6.000.00 5.500,00

1.000,00 x 100 / 6.000,00 = 16,67%


5.000,00 x 100 / 6.000,00 = 83,33%

100 = valore fisso

16,67 x 50 / 100 + 83,33 x 100/100 = 8,34 + 83,33 = 91,67%

L'importo determinato al Modello, in corrispondenza di E7, sar:

5.500,00 Euro, ricondotto al massimo limite di 4.000,00 Euro x 91,67% = 3.667,00


Euro.

E s e m p i o n. 3

Valore immobile = 100.000 Mutuo erogato = 60.000

Scheda "Acquisto Ab. Pr."


1.000,00 50%

Scheda "Ri-Acquisto Ab. Pr."


5.000,00 100%

Totale Scheda "Acquisto Ab. Pr." + Totale Scheda "Ri-Acquisto Ab. Pr." = 4.500,00

L'importo determinato al Modello, in corrispondenza di E7, sar 4.000,00 Euro.

E s e m p i o n. 4

Valore immobile = 100.000 Mutuo erogato = 60.000

Scheda "Acquisto Ab. Pr."


5.000,00 50%

Scheda "Ri-Acquisto Ab. Pr."

2015 Vers. 1.0.0


47 730

1.000,00 100%

Totale Scheda "Acquisto Ab. Pr." + Totale Scheda "Ri-Acquisto Ab. Pr." = 3.000,00

L'importo determinato al Modello, in corrispondenza di E7, sar 3.000,00 Euro.

E s e m p i o n. 5

Scheda "Acquisto Ab. Pr."


Valore immobile = 108.000 Mutuo erogato = 140.000

1761,00 50%

Detraibilit =
108.000 : X = 140.000 : 100
X= 77,14%

1761 x 50% = 880,50 x 77,14% = 679,00 = "Importo in detrazione" 679,00

Scheda "Ri-Acquisto Ab. Pr."


Valore immobile = 240.000 Mutuo erogato = 212.000

4063,00 50%

4063 x 50% = ricondotto al limite 4.000,00 x 50% = "Importo in detrazione" 2.000

"Totale in detrazione" = 679,00+2.000,00 = 2.679,00 = ricondotto al limite 2.000,00

Cartella "Riacquisto Abitazione Principale". In fase di uscita dal Dettaglio, sulla


base del Codice Onere
indicato avverr il corrispondente abbattimento di limite massimo:
a) D07A e D93A: 4.000 euro;
b) D93B: 2.065,83 euro.
In presenza di dichiarazione di tipo "Congiunto", all'interno del Dettaglio per il rigo E7
del Coniuge, alla cartella "Acquisto Ab. Pr." e' presente il bottone "Ripresa oneri inferiori
al 100% dal Dichiarante", che effettua la ripresa dei dati di entrambe le cartelle.

Il sistema effettua inoltre un controllo tra la percentuale di detrazione del mutuo e


quella di possesso dell'abitazione principale, dandone avviso come si seguito illustrato
come esempio:

2015 Vers. 1.0.0


Gestione Dichiarazioni 48

In aggiunta, in caso il rigo E7 venga compilato in assenza di almeno un rigo al Quadro B


avente Utilizzo 1, 11, 12 - "Abitazione principale" il sistema fornir apposito avviso
"Attenzione: Si stanno inserendo interessi passivi in assenza di una abitazione
principale".

Righi E8 / E12

In corrispondenza dei righi E8/E12, in fase di elaborazione della dichiarazione 730,


viene eventualmente rilasciato un messaggio
al Quadro Anomalie, in caso di presenza di non consecutivit di compilazione dei righi in
oggetto.

Il sistema provvede alla proposta automatizzata del Codice Onere all'interno del
Dettaglio, in riferimento al Codice Onere indicato nel
Modello, in caso di abilitazione del Ruolo Applicativo 730 "Attiva la richiesta obbligatoria
del Codice di Spesa"

Relativamente al Dettaglio codice 8

Nel caso in cui il codice 8 venga compilato in assenza di almeno un rigo al Quadro B
avente Utilizzi diversi da 1, 11, 12 o 5 il sistema fornir apposito avviso "Attenzione: Si
stanno inserendo interessi passivi in assenza di immobili".

Relativamente al Dettaglio codice 9 sono a disposizione:

Spese documentate = valore dell'importo


Mutuo erogato = valore dell'importo
Mutuo residuo = valore dell'importo o compilazione tramite Dettaglio
Nuovo mutuo = valore dell'importo

Relativamente al Dettaglio codice 10 sono a disposizione:

Spese documentate = valore dell'importo ovvero utilizzo del sotto-Dettaglio


Mutuo erogato = valore dell'importo
Chiusura lavori = barrare nel caso in cui si e' verificata la chiusura lavori
Mutuo residuo = valore dell'importo o compilazione tramite Dettaglio
Nuovo mutuo = valore dell'importo

2015 Vers. 1.0.0


49 730

Importo in detrazione = importo calcolato automaticamente; se presente "X" al campo


"Chius. Lavori" viene eseguita la proporzione [Totale Importo / (Mutuo erogato / Spese
documentate)]

Per un esempio di calcolo fare riferimento a quanto indicato in corrispondenza del


Dettaglio Rigo E7.

Nel caso in cui il codice 10 venga compilato in assenza di almeno un rigo al Quadro B
avente Utilizzo 1, 11, 12 - "Abitazione principale" il sistema fornir apposito avviso
"Attenzione: Si stanno inserendo interessi passivi in assenza di una abitazione
principale".

"Spese per attivit sportive praticate dai ragazzi"

Le spese per attivit sportive esercitate dai ragazzi spettano per un importo non
superiore, per ciascun ragazzo di et compresa tra 5 e 18 anni, a euro 210,00.

In presenza di compilazione del rigo avente codice "Spese per attivit sportive praticatei
da ragazzi" e' presente un messaggio di
avviso "Non sono presenti figli a carico con et compresa tra 5 e 18 anni. Verificare le
condizioni di detraibilit", in caso di assenza di
almeno un Figlio (a carico) con et compresa tra 5 e 18 anni nell'anno di competenza di
applicazione fiscale, indicato con Codice
Fiscale al Quadro Familiari.

"Spese per asili nido"

In presenza di compilazione del rigo avente codice "Spese per asili nido" e' presente un
messaggio di avviso "Non sono
presenti figli minori di 3 anni. Verificare le condizioni di detraibilit", in caso di assenza
di almeno un Figlio minore di anni 3 (indipendentemente se a carico o non a carico),
indicato con Codice Fiscale al Quadro Familiari.

Rigo "Assegno al Coniuge"

In caso di presenza di compilazione del rigo, il sistema esegue, in fase di registrazione,


un controllo di verifica dello "Stato civile" indicato al Quadro Dati anagrafici; se presente
"Celibe/Nubile" ovvero "Tutelato/a" appare messaggio "Lo stato civile del dichiarante
non e' congruo per la deducibilit relativa al rigo".

Dettaglio Rigo "Contributi per addetti ai servizi domestici e familiari"

Il Dettaglio in oggetto consente l'inserimento agevolato dei bollettini previsti per


soggetti "Colf" e "Badanti".

E' necessario indicare:

Trimestre = proposto da sistema e modificabile tramite l'ausilio del menu' a tendina

2015 Vers. 1.0.0


Gestione Dichiarazioni 50

Retribuzione oraria effettiva = proposta da sistema e modificabile tramite l'ausilio del


menu' a tendina
C.Colf = se barrato, assegnazione della corrispondente tariffa ridotta da 0.01 a 0.03
(0.01 parte Lavoratore + 0.02 parte Datore di lavoro)
Ore lavorate del trimestre = n. ore lavorate nel trimestre
Importo bollettino = valore dell'importo
Competenza lav. + Cassa Colf = importo calcolato
Totale = importo calcolato, eventualmente modificabile
% = percentuale proposta a 100, modificabile
N.Doc. = numero dei documenti (visualizzati anche al modello 730/2), proposti uguali a
1
Cod. = codice di spesa prelevabile da tabella preventivamente generata
Descrizione = descrizione della spesa visualizzata sulla base del codice di spesa indicato
oppure direttamente compilabile
Sotto-Dettaglio Estremi = pannello di dettaglio in cui indicare gli estremi della fattura al
fine di ottenerli visualizzati al campo "Descrizione"; si tratta di un pannello che il
sistema mostra solo relativamente a determinati codici di spesa e solo qualora risulti
essere attivato l'apposito ruolo applicativo.

"V o u c h e r"
All'interno del campo "Retribuzione oraria effettiva", e' possibile selezionare "Voucher"
per ottenere il conseguente calcolo:
"Importo bollettino" x 13% = "Totale".
La presenza o l'assenza dell'opzione "X" al campo "C. Colf" non influisce nel calcolo.

Rigo "Altri oneri deducibili" - Elenco Ong

In corrispondenza del campo "Importo" del rigo "Altri oneri deducibili", in presenza di
tipo = "2", e' a disposizione per consultazione, l'Elenco "Ong" tramite l'ausilio della
funzione CTRL + O "per Elenco Ong".

Righi "Previdenza complementare"

In corrispondenza dei campi relativi alla previdenza complementare e' a disposizione il


seguente Dettaglio:

2015 Vers. 1.0.0


51 730

La presente funzione di Dettaglio permette la generazione delle comunicazioni al


contribuente al riquadro Messaggi del Quadro 730-3, inerenti gli importi di intervenuto
abbattimento ai righi da E27 a E31 del Quadro E.

Sezione "Spese per interventi di recupero del patrimonio edilizio"

Le spese per interventi di recupero del patrimonio edilizio devono essere indicate alla
Sezione III-A del quadro E.

In base all'"Anno" si ottiene la proposta automatizzata del "N. rate - 10".

I tre campi presenti a colonna 8 "N. rate" sono alternativi.

Il Dettaglio, di ausilio per la compilazione, e' univoco per contribuente, e non


differenziato per singolo rigo/modello.

Effettuando l'inserimento, all'interno del Dettaglio, di "N" righi, automaticamente in fase


di uscita dallo stesso, avverr la corrispondente creazione di Modelli con il conseguente
riporto dei dati.

Analiticamente di seguito vengono descritti i singoli campi previsti:

2015 Vers. 1.0.0


Gestione Dichiarazioni 52

Progressivo num.: numero progressivo della spesa.

Continuazione num.: numero progressivo di continuazione della spesa sostenuta in


anni precedenti al quale il rigo si riferisce.

Rif. Quadro B Mod.: numero di Modello di riferimento del fabbricato al quale si


riferisce la spesa (informazione a solo fine statistico). E' possibile utilizzare il men a
tendina per la visualizzazione dei fabbricati presenti al Quadro B della pratica in uso,
distintamente tra dichiarante e coniuge dichiarante.

Rif. Quadro B Rigo.: numero di Rigo del Modello di riferimento del fabbricato al quale
si riferisce la spesa (informazione a solo fine statistico).

Codice altro immobile: tipologia del fabbricato al quale si riferisce la spesa (alternativo
ai campi Rif. Quadro B Mod. e Riga).

I valori ammessi sono:


1 Uso gratuito
2 Affitto
3 Convivente
4 Altro
5 Lavori condominiali

N. contitolari: numero di contitolari

Importo dichiarato: importo inerente la spesa sostenuta propriamente dal


contribuente per il quale si sta gestendo la Dichiarazione, espresso eventualmente
con decimali. E' eventualmente presente la modalit di inserimento tramite Dettaglio,
mediante l'ausilio della combinazione CTRL + D.

2015 Vers. 1.0.0


53 730

Importo spesa: importo eventualmente ricondotto ai limiti previsti per Legge, e


ricalcolato sulla base dell'eventuale presenza di "N. Contitolari". Il "N. Contitolari"
viene applicato all'"Importo dichiarato" solo in presenza di "Anno" di colonna 1 =
"2006" e colonna 2 = "2" ovvero in presenza di anni successivi, e viene applicato solo
in caso di superamento dei limiti previsti per Legge.

N. d'ordine immobile: numero d'ordine immobile di collegamento alla Sez. III - B.

L'accesso diretto per la conseguente compilazione obbligatoria della Sez. III-B e'
possibile tramite il bottone

che provveder all'apertura del Dettaglio appositamente predisposto:

Una volta compilato il rigo all'interno del Dettaglio Sez. III-B, il sistema acceder
nuovamente al Dettaglio Sez. III-A per l'ultimazione della registrazione del rigo.

Al termine, uscendo dal Dettaglio Sez. III-A, il sistema provveder


contemporaneamente al riporto a Modello sia dei dati introdotti all'interno del Dettaglio
Sez. III-A, sia introdotti all'interno del Dettaglio Sez. III-B.

Approfondimenti

Esempi di compilazione Dettaglio in presenza di "Continuazione Num."

Si consiglia, in caso di spese indicate su pi righi e pertanto collegate dalla


presenza del campo "Continuazione Num.", di effettuare la compilazione in
ordine c r o n o l o g i c o in base all'anno, come di seguito evidenziato

2015 Vers. 1.0.0


Gestione Dichiarazioni 54

all'Esempio n. 1.

Esempio n. 1

Primo Rigo
Anno = 2012 Periodo = "3" Importo dichiarato = Euro 35.000

Secondo Rigo Continuazione del Primo Rigo


Continuazione Num. = 1
Anno = 2008 Importo dichiarato = Euro 45.000

Il Totale degli Importi dichiarati e' pari a Euro 35.000+45.000 = Euro 80.000

Il Limite di Legge per Anno 2012 Periodo = "3" corrisponde a Euro 96000.
Il Limite di Legge per Anno 2008 corrisponde a Euro 48.000.

Il Limite di legge applicato dal sistema in caso di presenza di "Continuazione Num." e


Anni con
limiti differenti di applicazione, e' quello previsto per l'ultima spesa inserita in ordine c r
o n o l o g i c o: pertanto in questo caso viene applicato il Limite di Euro 48.000 e
ricondotto il secondo rigo a Euro 13.000 (48.000-35.000).

Esempi di compilazione in presenza di "N. Contitolari"

Il "N. Contitolari" viene applicato, come di seguito indicato in esempi, all'"Importo


dichiarato" per qualsiasi "Anno" di colonna 1 presente, eccezion fatta per "Anno" di
colonna 1 = "2006" e colonna 2 = "1".

Esempio n. 2

N. Contitolari = 3
Anno = 2006
Periodo 2006 = 2
Importo dichiarato = Euro 45.678

Il Limite di Legge per Anno 2006 corrisponde a Euro 48.000.

L' "Importo dichiarato" di Euro 45.678 non supera in questo caso il Limite di Legge di
Euro 48.000, ma indistintamente il "N. Contitolari" viene applicato sempre sull'importo
che corrisponde al Limite di Legge; pertanto:

l' "Importo" e' pari a Euro 48.000 / 3 = Euro 16.000.

Esempio n. 3

N. Contitolari = 8
Anno = 2007
Importo dichiarato = Euro 55.000

Il Limite di Legge per Anno 2007 corrisponde a Euro 48.000.

2015 Vers. 1.0.0


55 730

L' "Importo dichiarato" di Euro 55.000 supera in questo caso il Limite di Legge di Euro
48.000, ma indistintamente il "N. Contitolari" viene applicato sempre sull'importo che
corrisponde al Limite di Legge; pertanto:

l' "Importo" e' pari a Euro 48.000 / 8 = Euro 6.000.

Esempio n. 4

N. Contitolari = 5
Anno = 2006
Periodo 2006 = 1
Importo dichiarato = Euro 75.000

Il Limite di Legge per Anno 2006 corrisponde a Euro 48.000.

Il "N. Contitolari" non viene applicato in quanto il "Periodo 2006" = "1", pertanto:

l' "Importo" e' pari a Euro 48.000.

Presenza di spese di ristrutturazione sostenute nel corso di anni precedenti


Nel caso si abbia la necessit di indicare spese sostenute nel corso di anni precedenti e
gi detratte, occorre avvalersi della compilazione del sotto-Dettaglio attivabile al campo
"Importo", nonch utilizzare il codice spese "SPESE RECUPERO PATRIMONIO EDILIZIO
GIA' DETRATTE IN ANNI PRECEDENTI". Gli importi indicati con il suddetto codice spesa
non verranno considerati per l'anno d'imposta di riferimento della dichiarazione, ma
risulteranno esclusivamente utilizzati ai fini del calcolo globale delle detrazioni applicate
alle spese di ristrutturazione.

Sezione "Spese per l'arredo degli immobili ristrutturati"

Per ciascuno dei due campi appositamente predisposti, e' disponibile la funzione CTRL +
D "per dettagli", all'interno della
quale o b b l i g a t o r i o indicare la "Data spesa sostenuta" compresa tra 06/06/201n
e 31/12/201n.

Sezione "Spese per interventi di risparmio energetico"

Le spese per interventi di risparmio energetico devono essere indicate alla Sezione IV
del quadro E.

In base all'"Anno" si ottiene la proposta automatizzata a di "Rateazione" e "Numero


rata".

Il Dettaglio, di ausilio per la compilazione, e' univoco per contribuente, e non


differenziato per singolo rigo/modello.

Effettuando l'inserimento, all'interno del Dettaglio, di "N" righi, automaticamente in fase


di uscita dallo stesso, avverr la corrispondente creazione di Modelli con il conseguente
riporto dei dati.

2015 Vers. 1.0.0


Gestione Dichiarazioni 56

Analiticamente di seguito vengono descritti i singoli campi previsti:

Progressivo num.: numero progressivo della spesa.

Continuazione num.: numero progressivo di continuazione della spesa sostenuta in


anni precedenti al quale il rigo si riferisce.

Rif. Quadro B Mod.: numero di Modello di riferimento del fabbricato al quale si


riferisce la spesa (informazione a solo fine statistico). E' possibile utilizzare il men a
tendina per la visualizzazione dei fabbricati presenti al Quadro B della pratica in uso,
distintamente tra dichiarante e coniuge dichiarante.

Rif. Quadro B Rigo.: numero di Rigo del Modello di riferimento del fabbricato al quale
si riferisce la spesa (informazione a solo fine statistico).

Codice altro immobile: tipologia del fabbricato al quale si riferisce la spesa (alternativo
ai campi Rif. Quadro B Mod. e Riga).

I valori ammessi sono:


1 Uso gratuito
2 Affitto
3 Convivente
4 Altro
5 Lavori condominiali

N. contitolari: numero di contitolari

Importo dichiarato: importo inerente la spesa sostenuta propriamente dal


contribuente per il quale si sta gestendo la Dichiarazione, espresso eventualmente
con decimali. E' eventualmente presente la modalit di inserimento tramite Dettaglio,
mediante l'ausilio della combinazione CTRL + D.

Importo spesa: importo eventualmente ricondotto ai limiti previsti per Legge, e

2015 Vers. 1.0.0


57 730

ricalcolato sulla base dell'eventuale presenza di "N. Contitolari".

Sezione "Detrazioni per Canoni di Locazione"

In corrispondenza dei campi "Numero di giorni" e' a disposizione la funzione CTRL + D


"per Calcolo giorni".
Le date possono essere indicate al solo scopo di determinazione del conteggio dei giorni
e non verranno pertanto memorizzate.

Campo "Evento"

All'interno dei Dettagli, laddove previsto, e' presente il campo "Evento", per la gestione
di inserimento di N classificazioni.

La detrazione/deduzione viene automaticamente assegnata a ciascuna differente


numerazione del campo "Evento".

Funzione CTRL + R "per inserimento dato ricondotto" su tutti i campi di tipo


"Importo" (attivabile tramite apposito Ruolo Applicativo 730 - Sezione "Abilita funzioni
generali" - "Abilita gestione rigo ricondotto")

La funzione CTRL + R - "per inserimento dato ricondotto" permette l'indicazione


dell'importo effettivamente dichiarato dal contribuente e non riconosciuto per
differenziate motivazioni (errato conteggio, scontrini non validi, ecc.). Solo in presenza
di importo indicato all'interno di questa funzione, si ha la generazione di una
corrispondente comunicazione all'interno del Riquadro Messaggi presente al Quadro 730.
Ad esempio si supponga di aver compilato il rigo E1 Campo 2 con l'indicazione di un
importo pari a 1996 euro, e di aver indicato all'interno del Dettaglio apribile tramite la
funzione CTRL + R "per inserimento dato ricondotto" un importo pari a 2.004,00 euro:
accedendo al Quadro 730-3, al Riquadro Messaggi verr mostrata la seguente
comunicazione "Quadro E (Rigo 1) L'importo riconosciuto dall'intermediario ai fini
dell'assistenza fiscale e' di Euro 1996.00 Dato dichiarato dal Dichiarante pari a Euro
2004.00".

Funzione "Calcolatrice"

All'interno di ciascun Dettaglio, e' utilizzabile la funzione "Calcolatrice" per l'apertura


immediata dell'utilit corrispondente.

Funzione ALT + D "Per Autocertificazione"

E' possibile accedere direttamente al Modello "Autocertificazione o n e r i" tramite la


combinazione di tasti ALT + D "Per Autocertificazione".
Il sistema acceder al modello di Autocertificazione del Dichiarante ovvero del Coniuge,
a seconda, rispettivamente, dall'interno di quale Quadro E verr attivata la funzione
appositamente predisposta.

2015 Vers. 1.0.0


Gestione Dichiarazioni 58

3.3.7 Quadro F - Altri Dati

Il Quadro F prevede l'indicazione di diversi dati organizzati in distinte sezioni:

Sez. I - Acconti Irpef, Addizionale Comunale e Cedolare secca


Sez. II - Altre ritenute subite
Sez. III - Eccedenze risultanti dalle precedenti dichiarazioni
Sez. IV - Ritenute e acconti sospesi per eventi eccezionali
Sez. V - Misura degli acconti e rateazione del saldo
Sez. VI - Soglie di esenzione Addizionale Comunale
Sez. VII - Dati da indicare nel Mod. 730 Integrativo
Sez. VIII - Altri dati

Dettaglio rigo F1

Al rigo F1, tramite la funzione CTRL + D "per Dettaglio Acconti", e' possibile
utilizzare un Dettaglio che consente la compilazione degli acconti dividendoli in:

acconti provenienti dal Modello C.U. (Certificazione Unica)


acconti provenienti dai versamenti effettuati tramite Delega F24

Il Dettaglio prevede le medesime colonne distinte per il coniuge.

In relazione ai righi F1 c. 1, c. 2, c. 3, c. 4, c. 5, c. 6 e' presente l'automatica


riconduzione dei dati presenti nel Modello, rispetto a quanto indicato all'interno del
Dettaglio, qualora se ne tenti la modifica. I dati presenti all'interno del Dettaglio
risultano pertanto prioritari e modificabili solo all'interno del Dettaglio stesso.

In caso di assenza del sostituto d'imposta, sono a disposizione le colonne "730 senza
sostituto" necessarie per l'evidenziazione degli importi derivanti da riporto
automatizzato dati da anno precedente, ovvero in ogni caso per inserimento diretto di
pratiche riferite a fiscalit anno precedente.

La compilazione delle colonne "730 senza Sostituto" alternativa alla compilazione


delle colonne "CU" e "F24".

Il sistema provvede, in uscita dal dettaglio, al riporto dei dati nei corrispondenti campi
del Quadro F Rigo F1.

2015 Vers. 1.0.0


59 730

Dettaglio righi F3/F4 - Eccedenze

Al rigo F3 c. 1 "IRPEF", tramite la funzione CTRL + D "per Dettaglio", e' possibile


utilizzare un Dettaglio che consente la compilazione di importi inerenti i crediti non
rimborsati:

La col. "CU" risulta automaticamente compilata in base a quanto inserito all'interno dei
Dettagli CU.

Le col. "730", "Unico", "Altro" permettono l'introduzione di importi integrativi aggiuntivi.

La sommatoria degli importi viene automaticamente riportata, in uscita da Dettaglio, in


corrispondenza de righi F3/F4.

Dettaglio F5 - Ritenute e acconti sospesi

Al rigo F5, tramite la funzione CTRL + D "per Dettaglio Acconti Sospesi" e' possibile
utilizzare un Dettaglio che consente la compilazione di ritenute e acconti sospesi per
eventi eccezionali:

2015 Vers. 1.0.0


Gestione Dichiarazioni 60

La col. "CU" risulta automaticamente compilata in base a quanto inserito all'interno dei
Dettagli CU.

La col. "730" permette l'introduzione di importi integrativi aggiuntivi.

La sommatoria degli importi delle col. "CU" + "730" viene automaticamente riportata, in
uscita da Dettaglio, in corrispondenza del rigo F5 col. 2, 3, 4, 5, 6 e 7.

Dettaglio F6 - Numero rate

Al rigo F6 "Numero rate" e' possibile visualizzare il prospetto di calcolo rateizzazione e il


conseguente importo calcolato relativo agli "Interessi", tramite l'ausilio della funzione
CTRL + D "per Elenco". Agli "Interessi" viene applicata una percentuale pari allo
0.33%, secondo normativa.

E' possibile ottenere la stampa del prospetto mediante l'utilizzo del tasto "Stampa Dati".

In caso di assenza di "Numero rate" e di presenza al Quadro 730-3 - Rigo "IMPORTO


TRATTENUTO DAL DATORE DI LAVORO O ENTE PENSIONISTICO IN BUSTA PAGA" -
MESE DI LUGLIO (ovvero AGOSTO O SETTEMBRE per i Pensionati) di un importo
superiore a 500,00 Euro, il sistema provveder alla generazione di un'anomalia di tipo
"Non Bloccante" all'interno del Quadro Anomalie tramite messaggio "Il debito
superiore a 500 , verificare se necessaria una rateizzazione del debito al Quadro F."

Rigo F11 - colonna 1 "Ulteriore detrazione per figli"

In caso di compilazione dell'"Importo" e contemporanea assenza, al Quadro "Familiari a


carico", della "Percentuale ulteriore detrazione
per famiglie con almeno 4 figli", il sistema provvede ad inviare un apposito messaggio di
avvertenza.

2015 Vers. 1.0.0


61 730

3.3.8 Quadro G - Crediti d'imposta

Il Quadro G prevede l'indicazione di differenti dati organizzati in distinte sezioni:

Sez. I - Crediti d'imposta relativi ai fabbricati


Sez. II - Credito d'imposta reintegro anticipazioni Fondi pensione
Sez. III - Credito d'imposta per redditi prodotti all'estero
Sez. IV - Credito d'imposta per gli immobili colpiti dal sisma in Abruzzo
Sez. V - Credito d'imposta per incremento occupazione
Sez. VI - Credito d'imposta per mediazioni
Sez. VII - Credito d'imposta per erogazioni cultura

E' previsto il solo inserimento diretto.

3.3.9 Quadro I - Imposte da compensare

Per la compilazione del Quadro I - Imposte da compensare e' necessario attenersi alle
disposizioni presenti nella "Circolare dei controlli e conteggi 730", nonch alle eventuali
indicazioni proposte dalle strutture nazionali di riferimento.

Al Quadro I e' vincolata la possibilit, da parte dell'Amministratore, di escluderne la


compilazione tramite apposito ruolo applicativo.

Il Quadro I risulta il seguente:

Il quadro I composto da un unico rigo I1 suddiviso in due campi alternativi tra loro.

Ciascun congiunto, in dichiarazione congiunta, puo' autonomamente decidere di


compilare o meno il Quadro I.

E' a disposizione la funzione CTRL + D - "per Elenco" per la visualizzazione degli


importi dovuti ai fini IMU, nonch degli importi inerenti la liquidazione d'imposta della
dichiarazione 730.

3.3.10 Quadro 730/1

Il Quadro 730/1 si compone di due pagine: la prima riguarda la scelta per la


destinazione dell'otto per mille dell'IRPEF, la seconda inerente la scelta per la
destinazione del cinque per mille dell'IRPEF e la scelta per la destinazione del due per

2015 Vers. 1.0.0


Gestione Dichiarazioni 62

mille dell'IRPEF, come da immagine:

2015 Vers. 1.0.0


63 730

Per effettuare una scelta occorre barrare l'apposito riquadro tramite l'apposizione di una
"X".

Nel caso di scelta destinazione "5 per mille dell'Irpef" e' possibile inoltre l'indicazione del
codice fiscale del beneficiario.
E' a disposizione, tramite l'utilizzo della funzione CTRL + D "Per elenco Onlus", una
tabella di Enti Onlus con indicazione delle denominazioni e corrispondenti Codici fiscali.
In presenza di Codice fiscale non rientrante tra quelli previsti in elenco, il sistema
provveder ad inviare messaggio informativo.

In corrispondenza del campo "Firma" della scelta destinazione "5 per mille dell'Irpef" di
cui "Sostegno del volontariato",

2015 Vers. 1.0.0


Gestione Dichiarazioni 64

disponibile la funzione CTRL + P "per elenco onlus Preferiti" che permette


l'elencazione delle sole associazioni preferite, qualora pre-caricate all'interno del men
Tabelle - "Gestione Elenco Onlus".

Relativamente a "2 per mille dell'Irpef", in corrispondenza di "CODICE", disponibile


l'apposito men a tendina contenente le opportune opzioni stabilite dalla normativa.

Qualora vengano riscontrate anomalie, e' possibile agevolare del menu' a tendina
appositamente predisposto in corrispondenza dei campi "Anomalia 8 x 1000" ovvero
"Anomalia 5 x 1000" ovvero "Anomalia 2 x 1000".

(per specifici CAF) La funzione CTRL + R "per ripresa da anno precedente" (distinta
per Dichiarante e Coniuge dichiarante) permette l'automatico recupero delle scelte (e
non degli eventuali codici anomalie) relative a 5 e 8 per mille effettuate all'interno della
corrispondente pratica 730 anno precedente avente "Stato" pratica = "Stampato" o
superiore.

3.3.11 Quadro 730/2

Al Quadro 730/2 vengono visualizzati automaticamente i documenti esibiti dal


contribuente, distinti tra Dichiarante e Coniuge dichiarante.

Per ottenere l'indicazione s i n g o l a di ciascun documento e' necessario utilizzare


l'opzione "730/2 dett." presente al Quadro Impostazioni; in caso contrario i documenti
saranno agglomerati per tipologia.

La generazione dei documenti avviene esclusivamente in a s s e n z a di anomalie di


tipo "bloccante" al Quadro Anomalie, e pertanto cio in presenza di pratica avente Stato
= "Completo", come mostrato in esempio:

2015 Vers. 1.0.0


65 730

La "Data" nonche' la "Firma dell'incaricato del C.A.F. o del professionista abilitato"


vengono riportate in automatico.

In corrispondenza della "Firma del contribuente" il sistema pone automaticamente una


"X" per invitare all'apposizione della firma autografa.

3.3.12 Quadro 730/3, riquadro Messaggi al contribuente, generazione deleghe F24

Il Quadro 730/3 e' inerente il prospetto di liquidazione relativo all'assistenza fiscale


prestata e visualizza automaticamente gli importi calcolati.

2015 Vers. 1.0.0


Gestione Dichiarazioni 66

In caso di dichiarazione avente Stato = "S o s p e s a" il quadro 730/3 non


subir alcun calcolo o ricalcolo, ma ne rester volutamente escluso.

Il Riquadro Messaggi, presente alla pagina 3 del Modello 730/3, riguarda la generazione
automatica delle comunicazioni rivolte al
contribuente, come da istruzioni indicate nella "Circolare dei controlli e conteggi 730".

Ciascun messaggio e' anticipato da una specifica codifica, richiesta dalla normativa, ai
fini di individuazione in fase di scarico dati su
Sequenziale Ministeriale del numero di messaggi distinto per origine e differenziato tra
Dichiarante e Coniuge dichiarante.

Funzione CTRL + D "per Esportazione in F24"


La funzione in oggetto presenta due differenti modalit d'uso, distinte dalla presenza
ovvero dall'assenza del sostituto d'imposta della
dichiarazione in uso.

E' necessario essere in possesso dell'Applicativo F24.

Dichiarazione 730 in p r e s e n za di sostituto d'imposta


In caso di dichiarazione 730 avente presente il sostituto d'imposta, accedendo alla

2015 Vers. 1.0.0


67 730

pagina 3 del Quadro 730/3, eseguendo la funzione CTRL + D "per Esportazione in


F24" si ottiene il seguente prospetto:

E' possibile eseguire automaticamente la creazione delle deleghe F24 relative a

- Versamento a saldo e primo acconto Irpef/Cedolare secca


ovvero
- Versamento secondo acconto Irpef/Cedolare secca
ovvero
- Versamento IMU (Compensazione/Acconto/Saldo).

In caso di dichiarazione congiunta, viene data la possibilit, alternativa, di


generazione della delega per il dichiarante e della delega per il coniuge con
l'assegnazione dei rispettivi importi dovuti.

La funzione CTRL + D "per Esportazione in F24" effettua soltanto la creazione delle


deleghe (e pertanto non la stampa delle stesse).

E' possibile scegliere tra Modello F24 Semplificato (confermando l'opzione "X")
ovvero Modello F24 Standard (eliminando l'opzione "X").

Versamento IMU (Compensazione/Acconto/Saldo)

E' necessaria l'esistenza della pratica IMU anno in corso con Quadro Versamenti
calcolato affinch avvenga la generazione delle deleghe F24 relative a IMU. Il
sistema genera le deleghe a Giugno e Dicembre con gli importi di acconto e saldo
IMU, tenendo conto dell'eventuale rispettiva compensazione con i crediti risultanti
dalla dichiarazione 730, e procede all'indicazione automatica al Quadro Impostazioni
dell'applicativo IMU anno in corso dello stato di "Stampato" in riferimento

2015 Vers. 1.0.0


Gestione Dichiarazioni 68

all'Acconto.
Non e' necessaria la presenza di compilazione del Quadro I.

Se la funzione in oggetto viene ripetuta, si ottiene la generazione a nuovo delle


deleghe stesse mediante conseguente eliminazione delle deleghe gi preesistenti,
collegate all'opzione prescelta.

Dichiarazione 730 in a s s e n z a di sostituto d'imposta


In caso di dichiarazione 730 n o n avente presente il sostituto d'imposta, accedendo alla
pagina 3 del Quadro 730/3, eseguendo la funzione CTRL + D "per Esportazione in F24"
si ottiene il seguente prospetto versamenti:

In caso di presenza di "Numero rate" al rigo F6 del Quadro F del Dichiarante, il sistema
provveder a evidenziare i calcoli delle singole rate/interessi in riferimento ai singoli
tributi.

E' possibile scegliere il versamento entro la seconda scadenza apponendo "X" in


corrispondenza dell'opportuna opzione e salvando mediante la funzione "F2 Salva".

In corrispondenza della sezione "CREDITO UTILIZZABILE DA QUADRO I", ai righi "di cui
IMU", sia per Dichiarante che Coniuge,
presente la funzione CTRL + I "Consultazione debiti IMU":

2015 Vers. 1.0.0


69 730

E' data la possibilit di procedere alla stampa del prospetto in oggetto, tramite la
funzione "F3 Stampa".

E' disponibile la funzione "F10 Calcola Versamenti" in caso si rendessero necessari


eventuali ricalcoli.

Tramite la funzione CTRL + D "per Esportazione in F24" eseguita all'interno del


prospetto versamenti, si ottiene l'automatica generazione di t u t t e le deleghe di
tipo "Mod. F24 Semplificato", sia riferite a saldo/primo acconto che secondo acconto,
sia in relazione al dichiarante che al coniuge.
In caso di congiunta tutte le deleghe relative a tutti i tributi saranno intestate
unicamente al dichiarante.

Versamento IMU (Compensazione/Acconto/Saldo)

E' necessaria l'esistenza della pratica IMU anno in corso con Quadro Versamenti
calcolato affinch avvenga la generazione delle deleghe F24 relative a IMU. Il sistema,
tramite le due funzioni distinte CTRL + D "per Esportazione in F24 D i c h i a r a n t
e" e CTRL + C "per Esportazione in F24 C o n i u g e" genera le deleghe a Giugno e
Dicembre con gli importi di acconto e saldo IMU, tenendo conto dell'eventuale rispettiva
compensazione con i crediti risultanti dalla dichiarazione 730, e procede all'indicazione
automatica al Quadro Impostazioni dell'applicativo IMU anno in corso dello stato di
"Stampato" in riferimento all'Acconto.
Non e' necessaria la presenza di compilazione del Quadro I.

A ciascuna delega generata viene assegnato "Tipo vers." = 3 - "Tramite posta o banca".
La funzione CTRL + D "per Esportazione in F24" effettua soltanto la creazione delle
deleghe (e pertanto non la stampa delle stesse).

Se la funzione in oggetto viene ripetuta, si ottiene la generazione a nuovo delle deleghe


stesse mediante conseguente eliminazione delle deleghe gi preesistenti.

3.3.13 Stato 'Completa' (Conferisce/Non conferisce delega)

Per permettere al sistema, in fase di elaborazione pratica tramite la funzione "F10


Esecuzione calcoli", di assegnare lo stato pratica
= "Completa", necessario, oltre all'assenza di anomalie di tipo "Bloccante" al
Quadro Anomalie, la presenza di compilazione,
all'interno dell'Anagrafica Comune di riferimento (dichiarante e coniuge) della
sezione"Delega 730 Precompilato",
secondo le seguenti modalit differenziate tra "Conferisce delega" = "No" e "Conferisce

2015 Vers. 1.0.0


Gestione Dichiarazioni 70

delega" = "S".

"Conferisce delega" = "No"

Si suggerisce la seguente modalit operativa:

a) accedere al Quadro Impostazioni;


b) eseguire CTRL + B "collegamento Anagrafica Comune";
c) indicare "NO" in corrispondenza di "Conferisce", come da immagine:

d) indicare almeno uno tra i recapiti (telefono, cellulare, indirizzo di posta


elettronica);
e) uscire dall'Anagrafica Comune per rientrare nella dichiarazione 730 in uso.

In caso di dichiarazione congiunta, ripetere le medesime operazioni dal punto b),


preventivamente posizionando il cursore in corrispondenza del "Cognome" del
Coniuge dichiarante.

Il sistema, in fase di elaborazione pratica mediante la funzione "F10 Esecuzione


calcoli", provveder ad indicare automaticamente "X" in corrispondenza di
"Sostituto, CAF o Professionista non delegato", all'interno del Quadro 730/3
Pagina 1:

"Conferisce delega" = "Si"

Si suggerisce la seguente modalit operativa:

a) accedere al Quadro Impostazioni;


b) eseguire CTRL + B "collegamento Anagrafica Comune";
c) indicare "SI" in corrispondenza di "Conferisce", come da immagine:

2015 Vers. 1.0.0


71 730

d) indicare almeno uno tra i recapiti (telefono, cellulare, indirizzo di posta


elettronica);
e) eseguire la procedura di cui funzionalit ALT + B "per Archiviazione ottica
documenti", al fine di ottenere l'assegnazione del "Protocollo mittente"
all'interno dell'Anagrafica Comune in uso:

f) uscire dall'Anagrafica Comune per rientrare nella dichiarazione 730 in uso.

In caso di dichiarazione congiunta, ripetere le medesime operazioni dal punto b),


preventivamente posizionando il cursore in corrispondenza del "Cognome" del
Coniuge dichiarante.

Il sistema, in fase di elaborazione pratica mediante la funzione "F10 Esecuzione


calcoli", provveder:

i)ad indicare all'interno del Quadro Anomalie, rispettivamente per il dichiarante e


per il coniuge dichiarante, la seguente
comunicazione di avviso

"In attesa della risposta dall'Agenzia delle entrate per la richiesta del 730 Precompilato del
Dichiarante/Coniuge dichiarante."

ii) ad indicare all'interno del Quadro 730/3 Pagina 3, al riquadro "Messaggi al


contribuente" la seguente comunicazione

2015 Vers. 1.0.0


Gestione Dichiarazioni 72

"Il presente prospetto di liquidazione si intende provvisorio in quanto in attesa del modello
precompilato da parte dell'ADE come da lei richiesto"

3.3.14 Quadro Fattura/Quietanza

Il Quadro Fattura/Quietanza permette di gestire u n documento di fatturazione per


dichiarazione:

Numerazione e data di emissione documento


I due Sezionali, la numerazione e la data di emissione del documento (distinti tra F -
Fattura e Q - Quietanza) vengono assegnati in automatico in fase di stampa del
documento stesso.

E' necessario consultare il Manuale "Fatturazione Esterna" per tutti gli approfondimenti
necessari ai fini di predisposizione dell'ambiente di fatturazione.

Accedendo al Quadro Fattura/Quietanza occorre procedere nel seguente modo:

Fattura/Quietanza: indicare F se trattasi di Fattura ovvero Q se trattasi di Quietanza


Codice: tramite il tasto funzione F4 prelevare la parametrizzazione che si intende
applicare
Descrizione: di sola visualizzazione sulla base del codice indicato
Sezionali: in concomitanza all'inserimento di "F" o "Q", vengono automaticamente
visualizzati i Sezionali sulla base delle assegnazioni eseguite all'interno di Tabelle -
"Assegnazione Sezionali per Utente". Qualora, all'interno di Tabelle - "Assegnazione
Sezionali per Utente", risultino presenti per lo stesso Login- Utente in uso, sia un

2015 Vers. 1.0.0


73 730

elemento che preveda "Programma" = "730", sia un elemento che preveda


"Programma" = "vuoto", il sistema utilizzer l'elemento che prevede "Programma" =
"730"
Numero / del: di sola visualizzazione e assegnati in fase di stampa, e pertanto cio in
fase di emissione del documento

Modalit di pagamento: indicare, in via facoltativa, una delle modalit di pagamento


previste all'interno del men a tendina,
propriamente personalizzabili accedendo al men "Tabelle Fatturazione" "Modalit
pagamento Fatturazione"
(visibile s o l o in presenza di attivazione del n u o v o ruolo applicativo "Abilita gest.
Modalit Pagamento").
Nel caso si rendesse necessaria la modifica o l'inserimento della "Modalit di
pagamento" successivamente all'emissione del documento, possibile agire
direttamente da men Fatture/Ricevute Fiscali/Quietanze (gestione fatturazione e s t e r
n a).

Quota lorda: indicare un eventuale importo aggiuntivo, con conseguente utilizzo della
funzione CTRL + D - "per calcolare il documento" per la determinazione dell'"Imponibile"
complessivo.

Il sistema provvede a visualizzare i dati alle sezioni A B C D in base al codice di


parametrizzazione impostato.
Alla sezione "Somme dovute" viene visualizzata la lettera corrispondente alla sezione di
parametrizzazione applicata, nonch vengono eseguiti i conteggi di calcolo dell'importo
di Iva e di somma totale dovuta.

E' presente il messaggio di avvertenza "Attenzione! Importo documento = 0", inviato


dal sistema in fase di registrazione del Quadro
Fattura/Quietanza, in presenza di "Importo Totale Documento" = "0".

Il calcolo dell'importo imponibile del Quadro Fattura/Quietanza avviene utilizzando la


funzione
"CTRL + D - per calcolare il documento".

In riferimento alla sezione C, in corrispondenza di "Oneri", alcune specifiche:


a) i righi da E27 a E31 inerenti la previdenza complementare, vengono conteggiati
distintamente in base alla sola presenza, per ciascuno, del campo "Non esclusi";
b) il rigo E57 viene conteggiato una volta, indipendentemente se siano compilati
entrambi i campi o solo uno dei due;

Casistica dichiarazione congiunta


Compilazione, all'interno del tariffario, della Sezione F - Codice coniuge
In caso di dichiarazione "Congiunta", qualora sia stato assegnato all'interno del tariffario
in uso, anche il Codice del tariffario per il c o n i u g e alla Sezione F, accedendo al
Quadro Fattura, alle Sezioni A B C D del Coniuge verranno mostrate le parametrizzazioni
specifiche tratte dal Codice tariffario di cui Sezione F.
All'interno del Quadro Fattura, in caso di dichiarazione "Congiunta", e' in ogni caso
sempre possibile inserire o modificare il Codice tariffario del Coniuge presente alla
sezione A.

2015 Vers. 1.0.0


Gestione Dichiarazioni 74

Non compilazione, all'interno del tariffario, della Sezione F - Codice coniuge


In caso di dichiarazione "Congiunta", qualora n o n sia stato assegnato all'interno del
tariffario in uso il Codice del tariffario per il c o n i u g e alla Sezione F, l'eventuale
importo presente per la sezione A (Quota fissa), e le parametrizzazioni inerenti la
Sezione B e C n o n verranno assegnate. La Sezione D relativa al Coniuge, verr
calcolata tramite l'attribuzione delle parametrizzazioni del Codice tariffario Dichiarante.
Le Sezioni A B C saranno determinate esclusivamente in riferimento al Dichiarante.

Stampa del documento


Una volta terminata la compilazione del documento con conseguente salvataggio tramite
il tasto funzione F2 e in presenza di dichiarazione nello stato di "Completa", e' possibile
procedere alla stampa dello stesso. In fase di stampa avverr l'assegnazione del numero
progressivo e della data di emissione del documento. A stampa avvenuta, rientrando
successivamente nel Quadro Fattura/Quietanza, verr visualizzato il numero nonche' la
data di emissione.

Il documento non sar piu' modificabile, a meno che, in presenza di apposita attivazione
del ruolo applicativo - "Impostazioni generali" - "Abilita cancellazione fatture" si proceda
tramite l'ausilio della funzione "CTRL + R - per Riattivare il documento".

Obbligatoriet compilazione documento di fatturazione


E' possibile impostare la richiesta di compilazione obbligatoria del documento di
fatturazione per ciascuna dichiarazione elaborata, mediante l'apposizione dell'opzione
corrispondente al ruolo applicativo 730:

"Disabilita stampa 730 No Fattura":


abilita/disabilita la possibilit di richiesta obbligatoria di compilazione del Quadro
Fattura/Quietanza internamente a ciascuna
dichiarazione, con conseguente gestione di un messaggio di anomalia bloccante qualora
il quadro non risulti compilato.

3.3.15 Quadro Anomalie

Il Quadro Anomalie e' di sola visualizzazione perche' generato automaticamente tramite


l'utilizzo della funzione F10 - "Esecuzione Calcoli sulla dichiarazione corrente", e gestisce
l'insieme di rilevazioni bloccanti imposte dal documento normativo, assieme ad ulteriori
controlli.

Il sistema, per ciascuna anomalia, fornisce l'indicazione del quadro/rigo di


appartenenza.

Fino a quando risulteranno presenti anomalie di tipo "bloccanti", la pratica rimarr nello
stato di "Errata".

Qualora non sia presente alcuna anomalia, o siano presenti esclusivamente anomalie di
tipo "!" (messaggi di avvertenza), la dichiarazione verr posta nello stato di "Completa".

2015 Vers. 1.0.0


75 730

3.3.16 Quadro Autocertificazione e altri modelli

All'interno di ogni singola dichiarazione, accedendo al Quadro Autocertificazione e altri


modelli, e' possibile avvalersi della compilazione dei seguenti modelli:

Autocertificazione oneri
Dichiarazione di responsabilit
Modello figli a carico
Lettera Inquilino
Lettera II acconto
Lettera a fondo previdenza

Inserimento di un modello
Per inserire un modello e' necessario accedervi, procedere alla compilazione e terminare
salvando tramite il tasto funzione F2.

Inserimento di piu' modelli della stessa tipologia


Nel caso si abbia la necessit di inserire piu' modelli della stessa tipologia (ad es. un
modello Autocertificazione oneri per il Dichiarante ed un modello Autocertificazione oneri
per il Coniuge) occorrer avvalersi del tasto funzione F6.

Eliminazione di un modello
Per procedere all'eliminazione di un modello compilato, e' sufficiente utilizzare il tasto
funzione F7.

Stampa di un modello
Se si ha la necessit di stampare un modello e' possibile selezionare la composizione
corrispondente. Nel caso si debbano stampare modelli di diverse tipologie si potr
selezionare la composizione che prevede la voce "Altri modelli".

Autocertificazione oneri
Il modello Autocerficazione oneri prevede la possibilit di autocertificare gli oneri
sostenuti secondo quanto disposto dalla normativa vigente.

Il modello Autocertificazione oneri viene generato automaticamente, senza necessit di


accesso, in uscita dalla dichiarazione.

In fase di stampa, inoltre, il sistema provvede alla automatica generazione delle


seguenti Sezioni:

Sezione DICHIARAZIONE DI RESPONSABILITA' (presente almeno un familiare a carico


[presenti almeno un valore di % o "C"] al Quadro Coniuge e Familiari a carico)

Sezione DICHIARAZIONE IN CASO DI MODELLO PRECOMPILATO (dichiarazione di tipo


"P" = "Precompilato")

Sezione DICHIARAZIONE IN CASO DI CASELLA ACCONTI BARRATA (quadro F rigo 6 colonna

2015 Vers. 1.0.0


Gestione Dichiarazioni 76

1 o 3 o 5)
Il Sottoscritto ____________________dichiara di aver chiesto espressamente all'operatore
CAAF di non calcolare gli acconti per il 200n in quanto non dovuti.

Sezione DICHIARAZIONE IN CASO DI COMPILAZIONE QUADRO B CODICE UTILIZZO 3/4


Il Sottoscritto____________________ dichiara che l'importo del canone di locazione indicato
nel presente modello coincide con quanto indicato nel contratto.

Qualora si proceda direttamente alla compilazione, occorre:

Dati del dichiarante: utilizzare la combinazione specifica di tasti per ottenere


automaticamente i dati anagrafici del Dichiarante, ovvero i dati anagrafici del Coniuge

Oneri dichiarati: il sistema provvede alla proposta automatica dei descrittivi inerenti gli
oneri presenti ed eventualmente e' possibile integrare con ulteriori descrittivi utilizzando
il tasto funzione F4.

I codici oneri proposti automaticamente in base ai righi presenti al Quadro E sono i


seguenti:

In caso di compilazione del rigo E1 (c.1 e/o c.2), avviene l'automatica assegnazione dei
codici autocertificazione n. 1 o 2, s o l o in presenza di preventiva associazione del
corrispondente onere, da attuarsi all'interno della Tabella - Oneri.

E3 = codice autocertificazione n. 3

E4 = codice autocertificazione n. 5 (a video) e codici autocertificazione n. 4, 8, 5 (a


stampa)

Relativamente al rigo E4 inoltre, in caso di utilizzo in "Gestione manuale" del codice


autocertificazione n. 6, in fase di stampa si otterr l'esposizione dei codici
autocertificazione n. 4, 8, 6.
Relativamente al rigo E4 inoltre, in caso di utilizzo in "Gestione manuale" del codice
autocertificazione n. 7, in fase di stampa si otterr l'esposizione dei codici
autocertificazione n. 4, 8, 7.

E5 = codice autocertificazione n. 9 (a video) e codici autocertificazione n. 9 e 10 (a


stampa)

E7 = codice autocertificazione n. 11 ovvero codice autocertificazione n. 12 o n. 13 (solo


in presenza di preventiva associazione del corrispondente onere all'interno della Tabella
"Oneri" e utilizzo della funzione CTRL + D "Dettagli")

E8/E12 - codice onere n. 8 = codice autocertificazione n. 14

E8/E12 - codice onere n. 10 = codice autocertificazione n. 15 ovvero codice


autocertificazione n. 16 o n. 17 (solo in presenza di preventiva associazione del
corrispondente onere all'interno della Tabella "Oneri" e utilizzo della funzione CTRL + D
"Dettagli")

E8/E12 - codice onere n. 14 = codice autocertificazione n. 18

2015 Vers. 1.0.0


77 730

E8/E12 - codice onere n. 17 - "Spese per intermediazione immobiliare" = codice


autocertificazione n. 35

E8/E12 - codice onere n. 18 - "Spese per canoni di locazione sostenute da


studenti universitari fuori sede" = codice autocertificazione n. 19

E8/E12 - codice onere n. 30 - "Spese sostenute per servizi di interpretariato dai


soggetti riconosciuti sordi" = codice autocertificazione n. 20

E8/E12 - codice onere n. 31 - "Erogazioni liberali a favore degli Istituti scolastici


di ogni ordine e grado" = codice autocertificazione n. 21

E23 - "Voucher" = codice autocertificazione n. 22 in base al codice onere presente


all'interno della funzione CTRL + D "Dettagli"

E25 = codice autocertificazione n. 23 o n. 24 in base al codice onere presente


all'interno della funzione CTRL + D "Dettagli"

Sez. III "Spese di ristrutturazione" = codice autocertificazione n. 25 o n. 26 o n. 27


(solo in presenza di preventiva associazione del corrispondente onere all'interno della
Tabella "Oneri")

E57 = codice autocertificazione n. 36

Sez. IV "Spese per interventi di risparmio energetico" = codice autocertificazione


n. 28

E71 - Tipo 1 o 2 o 4 = codice autocertificazione n. 29


E71 - Tipo 3 = codice autocertificazione n. 30
E72 = codice autocertificazione n. 31
E81 = codice autocertificazione n. 32

E82 - "Detrazione affitto terreni agricoli ai giovani" = codice autocertificazione n.


33

Quadro I = codice autocertificazione n. 34

Data: proposta automaticamente dal sistema, eventualmente modificabile

Estremi documento di riconoscimento: proposti automaticamente dal sistema, se


preventivamente inseriti in corrispondenza dell'Anagrafica Comune di riferimento

In fase di stampa viene prodotto il Codice a barre inerente il Codice Fiscale del
contribuente.

Gestione manuale

Il modello Autocertificazione viene automaticamente ricalcolato ad ogni utilizzo della


funzione F10 - "Esecuzione calcoli".

2015 Vers. 1.0.0


Gestione Dichiarazioni 78

In aggiunta, tramite l'ausilio dell'opzione "Gestione manuale" e' possibile introdurre righi
prescelti direttamente all'interno del modello Autocertificazione.

Dichiarazione di responsabilit

Il modello Dichiarazione di responsabilit deve essere predisposto nel seguente modo:

Dati del dichiarante: utilizzare la combinazione specifica di tasti per ottenere


automaticamente i dati anagrafici del Dichiarante, ovvero i dati anagrafici del Coniuge

Dichiara: inserimento del testo direttamente oppure avvalendosi dell'apposita tabella


incrementabile al menu'
Tabelle
"Codici Dichiar. di Responsabilit".

Data: proposta automaticamente dal sistema, eventualmente modificabile

Modello figli a carico


Il Modello figli a carico permette di autocertificare i figli a carico sprovvisti di codice
fiscale.

E' necessario procedere nel seguente modo:

Dati del dichiarante: utilizzare la combinazione specifica di tasti per ottenere


automaticamente i dati anagrafici del Dichiarante, ovvero i dati anagrafici del Coniuge

Cognome, Nome, Data di nascita: indicare il cognome, il nome e la data di nascita di


ciascun figlio

Data: proposta automaticamente dal sistema, eventualmente modificabile

Lettera Inquilino

Il modello Lettera Inquilino di diretta compilazione.

E' possibile l'elaborazione del modello "Lettera Inquilino" per qualsiasi tipologia di
"Stato" di dichiarazione.

Data: proposta automaticamente dal sistema, eventualmente modificabile

2015 Vers. 1.0.0


79 730

Lettera II acconto
Il modello Lettera II acconto pu essere compilato per comunicare al sostituto d'imposta
la volont pagare in misura ridotta la seconda rata di acconto.

E' possibile l'elaborazione del modello "Lettera II acconto" per qualsiasi tipologia di
"Stato" di dichiarazione.

E' necessario procedere nel seguente modo:

Dati del dichiarante e del sostituto d'imposta: utilizzare la combinazione specifica di


tasti per ottenere automaticamente i dati anagrafici del Dichiarante e i dati anagrafici
del Sostituto d'imposta, ovvero i dati anagrafici del Coniuge e i dati anagrafici del
Sostituto d'imposta

Importo da trattenere: indicare l'importo a titolo di Secondo o unico acconto Irpef

Luogo: indicare il luogo di stesura del documento

Data: proposta automaticamente dal sistema, eventualmente modificabile

Lettera a fondo previdenza

Il modello Lettera fondo previdenza deve essere impostato come segue:

Denominazione, Indirizzo e Luogo: indicare i dati relativi al fondo

Dati del dichiarante: utilizzare la combinazione specifica di tasti per ottenere


automaticamente i dati anagrafici del Dichiarante, ovvero i dati anagrafici del Coniuge

Dati del datore di lavoro: indicare nominativo, luogo, provincia e indirizzo

Fondo Integrativo Pensione: indicare il nominativo

Importo: indicare l'importo del versamento eccedente

Data: proposta automaticamente dal sistema, eventualmente modificabile

E' possibile l'elaborazione del modello "Lettera a fondo previdenza" per qualsiasi
tipologia di "Stato" di dichiarazione.

3.3.17 Quadro Simulazione convenienza Cedolare secca

Da un qualsiasi Quadro del Modello Base rispettivo, d i s t i n t a m e n t e per il


Dichiarante e per il Coniuge, disponibile la funzione
CTRL + G "per Simulazione Cedolare".

2015 Vers. 1.0.0


Gestione Dichiarazioni 80

Accedendo al "Quadro Simulazione cedolare secca"

occorre indicare l'importo di "Reddito complessivo" (escludendo gli importi riferiti alle
locazioni), l'importo di "Canone di locazione", la "Tipologia" scegliendo tra 1-Libero
ovvero 2-Concordato, l'eventuale "% Adeguamento ISTAT", gli "Oneri deducibili" e le
"Detrazioni d'imposta", nonch l'"Imposta di bollo".

In corrispondenza di "Oneri deducibili" e "Detrazioni d'imposta" sono disponibili


rispettivamente le funzioni
CTRL + R "per Ripresa Oneri da Mod. 730/3" (rigo 13) e
CTRL + R "per Ripresa Detrazioni da Mod. 730/3" (da rigo 21 a rigo 33).

Al termine della compilazione, e' necessario l'utilizzo della funzione CTRL + C "per
Calcolo Irpef", al fine di ottenere il calcolo del "Risparmio" per differenza tra i due
importi determinati in corrispondenza di "Stima totale imposte".

Nel caso in cui l'importo di "Stima totale Regime ordinario" risulti i n f e r i o r e

2015 Vers. 1.0.0


81 730

all'importo di "Stima totale Cedolare secca" verr determinato un importo per differenza
relativo a "Risparmio d'imposta con tassazione ordinaria";

nel caso in cui l'importo di "Stima totale Regime ordinario" risulti s u p e r i o r e


all'importo di "Stima totale Cedolare secca" verr determinato un importo per differenza
relativo a "Risparmio d'imposta con cedolare".

La determinazione dell'importo di "Risparmio d'imposta" costituisce una pura


simulazione di convenienza, pertanto non ne avverr ovviamente alcun riporto in
dichiarazione, in quanto tale prospetto rimane fine a se stesso.

Tramite l'ausilio della funzione F3 Stampa, disponibile la composizione "H1) Mod.


Convenienza Cedolare" che permette la generazione in formato file .PDF dei prospetti
di simulazione cedolare secca.

2015 Vers. 1.0.0


Parte

IV
83 730

4 Gestione Sostituti

Selezionando

Gestione
"Anagrafica Sostituti, Altre sedi sostituto"

si accede all'Anagrafica Sostituti e altre sedi sostituto.

Per l'inserimento di un nuovo sostituto e' possibile utilizzare la funzione "Inserisci",


come da immagine:

E' necessario compilare i dati identificativi, il codice attivit (ovvero 999999 - Dato non
conosciuto) e i dati relativi al luogo di consegna del modello 730/4.
In riferimento al campo "Cap" e' presente un controllo bloccante di genericit, per i
Comuni che prevedono una suddivisione in zone postali.

Il "Cod. Sede" viene assegnato automaticamente in fase di salvataggio uguale a 000, a


meno che non ne sia stato indicato uno specifico differente. Il "Cod. Sede" e' di
obbligatoria indicazione in caso di "Consegna/spedizione a mezzo" = "10 SOSTITUTO
SPERIMENTALE".

A seguire e' necessario confermare la registrazione del nuovo sostituto.

Nel caso in cui sia necessario inserire un sostituto gi presente avente differente
indirizzo di spedizione del 730/4, e' necessario procedere con l'inserimento di un "Altra
Sede".

2015 Vers. 1.0.0


Gestione Sostituti 84

Dati Invio Mod. 730-4 - "Consegna/spedizione a mezzo"

Al campo "Consegna/spedizione a mezzo" e' presente un opportuno men a tendina di


ausilio nella compilazione.

E' di fondamentale importanza la compilazione del campo "Consegna / spedizione a


mezzo", ai fini della determinazione delle differenti
modalit di invio. Ad esempio, solamente in presenza di codice "10 SOSTITUTO
SPERIMENTALE" il sistema includer le dichiarazioni
abbinate al Sostituto corrispondente nel file Telematico da inviare all'Agenzia delle
Entrate assieme al Record M. Il "Cod. Sede", in
questo caso, verr indicato nel file Telematico. Si fa presente che un'indicazione errata
del "Cod. Sede" in presenza di codice
"10 SOSTITUTO SPERIMENTALE", dar luogo alla generazione di un errore scartante
da parte del Programma di Controllo eseguito
sul file Telematico.

Per ulteriori approfondimenti fare riferimento al capitolo Gestione Modelli 730/4 -


"Produzione 730/4".

Altre sedi sostituto

Per l'inserimento di una nuova sede sostituto occorre accedere al Quadro "Altre Sedi
sostituto".

"Sede di Municipalizzata": permette di modificare la denominazione del sostituto nei casi


in cui questo si renda necessario. Ad esempio: il sostituto "Comune di Roma" possiede
con lo stesso codice fiscale diversi servizi/attivit a cui fanno riferimento i Caf per l'invio
del modello 730/3; questi servizi sono denominati diversamente: Comune, AMA, ecc. In
questo caso deve essere compilato un solo sostituto con l'unico Codice Fiscale del
Comune di Roma, quindi la sede dell'AMA deve essere compilata tra le altre sedi del
sostituto "Comune di Roma" e deve essere barrata la casella "Sede di Municipalizzata".

A seguire e' necessario confermare la registrazione della nuova sede.

Modifica Sostituto/Altre sedi


Per richiamare i dati di un sostituto gia' presente occorre premere il tasto F5 o il bottone

e selezionare il sostituto interessato.


Per richiamare i dati di un'altra sede gia' presente occorre premere il il tasto F5 o il

bottone e selezionare la sede interessata.


I campi "Cognome o Denominazione" e "Nome" risultano modificabili in presenza della
spunta al campo "Sede di municipalizzata".

Eliminazione Sostituto/Altre sedi

L'eliminazione definitiva di un sostituto (ovvero di altra sede) gia' presente avviene


tramite il tasto F7 una volta averlo visualizzato.

2015 Vers. 1.0.0


85 730

Non e' permessa l'eliminazione di sostituti (ovvero di altra sede) collegati ad almeno una
dichiarazione.

2015 Vers. 1.0.0


Parte

V
87 730

5 Gestione Stampe

5.1 Dichiarazioni

Per realizzare la stampa delle dichiarazioni occorre accedere al menu' Stampa -


Dichiarazioni.

Le dichiarazioni assumono lo stato di "Stampata" solo se:

1. hanno lo stato di "Completa";


2. e' stata scelta l'opzione di stampa "Ufficiale";
3. hanno lo stato di "Visto" di conformita' ottenuto (per i Caf per i quali e' previsto);
4. e' presente, all'interno della "Composizione", il modello "730/3"

2015 Vers. 1.0.0


Gestione Stampe 88

E' possibile effettuare selezioni per:

Intervallo: indicare gli estremi di "Da - Codice" e "A - Codice"

Al campo "Ordinamento" viene proposto "Codice", eventualmente modificabile in "Codice


Fiscale" o "Cognome", ovvero "Sostituto". Nel caso sia presente "Codice", i menu' a
tendina dei campi "Selezione Iniziale" e "Selezione Finale" mostrano le dichiarazioni in
ordine crescente di codice progressivo; qualora sia presente "Codice Fiscale"
l'ordinamento avviene per ordine crescente di codice fiscale del dichiarante, se presente
"Cognome" si ottiene un ordinamento crescente per cognome e nome del dichiarante.

Al riquadro Stato e' possibile selezionare un gruppo di dichiarazioni corrispondenti ad un


prescelto stato (ad es. "Completa").

2015 Vers. 1.0.0


89 730

Il riquadro Gruppi permette di filtrare ulteriormente la selezione indicando al campo


messo a disposizione un codice riferito ad uno degli otto gruppi gestiti.

L'opzione "Senza 'sede' sostituto" permette la selezione di dichiarazioni aventi al Quadro


Impostazioni il Codice
"Sede" sostituto assente.

Accedendo all'apposito menu' a tendina occorre selezionare la "Composizione di Stampa"


desiderata.

Per le Composizioni per le quali e' prevista la modalit fronte/retro e' presente
l'informazione (F/R) nel descrittivo delle stesse.

Il sistema propone la stampa del modello "Ufficiale", eventualmente modificabile in


stampa di "Controllo". Scegliendo la modalita' di "Controllo" verr apposta su ciascuna
pagina del modello la scritta trasversale di "Stampa di Prova".
E' presente un'eccezione legata alla Composizione chiamata "Precompilato) Base + /1 +
/2", la quale, anche se eseguita in modalit "Controllo" risulta priva della dicitura
"Stampa di Prova".

Una volta impostate le selezioni opportune, e' necessario premere il bottone


"Conferma".

Avvertenza
La funzione presente al Men Principale
Stampa - "Dichiarazioni"
ammette solo la possibilit di r i s t a m p a dei documenti di fatturazione.

L'e m i s s i o n e dei documenti di fatturazione e' attuabile esclusivamente dall'interno


di ciascuna dichiarazione in
uso.

5.1.1 Composizioni di stampa di tipo = "Xn"

In riferimento alle composizioni di stampa di tipo = "Xn" e nello specifico ad esempio:

X1) Modello Base


X2) Modello Base (2 Copie)
X3) Modello Elaborato
X4) Modello Elaborato (2 Copie)
X4R) Modello Elaborato (2 Copie) (F/R)
X5) Modello Base + Elaborato
X5R) Modello Base + Elaborato (F/R)
X6) Modello Base + Elaborato (2 Copie)
X6R) Modello Base + Elaborato (2 Copie) (F/R)

2015 Vers. 1.0.0


Gestione Stampe 90

si informa che nella terza pagina del Modello 730 contenente il Quadro E gli importi
vengono riportati in maniera differenziata:

a) al l o r d o degli abbattimenti previsti per Legge (Base)

ovvero

b) al n e t t o degli abbattimenti previsti per Legge (Elaborato).

2015 Vers. 1.0.0


Parte

VI
Gestione Seq.le Telematico 92

6 Gestione Seq.le Telematico

6.1 Sequenziale Ministeriale

La funzione "Sequenziale Ministeriale", per gli utenti autorizzati, consente la


generazione del formato ministeriale delle dichiarazioni da trasmettere con invio
telematico da parte degli intermediari autorizzati.

E' necessario procedere indicando il Codice del C.A.F o Intermediario, il Codice Tipo
Fornitore Telematico, e il Soggetto che ha prestato l'assistenza fiscale:

Se la fornitura del file deve essere prodotta da un determinato ufficio periferico, occorre
selezionare il Codice Ufficio Periferico.

E' a disposizione la possibilit di impostare una selezione di sostituti per codice,


indicando gli estremi di "Codice iniziale" e "Codice finale", nonch "Da sede" "A Sede",
utilizzando gli appositi men a tendina.

E' possibile effettuare selezioni di dichiarazioni indicando gli estremi di "Codice iniziale"
e "Codice finale" ovvero stabilendo un "Elenco di codici":

2015 Vers. 1.0.0


93 730

Tramite l'ausilio dell'apposito men a tendina resa possibile la scelta delle


dichiarazioni da considerare; inoltre, l'eventuale utilizzo dell'icona-funzione
permette l'eliminazione di uno specifico codice, nonch l'utilizzo dell'icona-funzione
d luogo alla rimozione globale dell'insieme di codici selezionati.

Si ha la facolt di filtrare le dichiarazioni tramite la scelta per tipo di dichiarazione in


abbinamento alla scelta per stato dichiarazione.

Selezionando l'opzione Modifica Stato ad "Inviata" si otterr l'assegnazione dello stato di


"Inviata" per ciascuna pratica scaricata. Al contrario, qualora la necessit sia quella di
eseguire lo scarico solo ai fini di verifica e pertanto non ufficialmente, non sar
necessario effettuare tale scelta.

La funzione Telematico integrato per Servizi On Line permette la generazione aggiuntiva


sia dei dati relativi all'elenco
dei documenti esibiti da parte del contribuente presenti al Quadro 730/2, sia dei dati
relativi ai Riquadro Messaggi al
contribuente presenti al Quadro 730/3.

In caso di necessit di individuazione delle pratiche tramite l'appartenenza a soli


sostituti destinatari o non destinatari della trasmissione telematica del mod. 730/4 da
parte dell'Agenzia delle Entrate, sono a disposizione le due opzioni alternative
appositamente predisposte.

Per dar avvio alla funzione e' necessario procedere tramite il bottone "Telematico", come
in immagine.

6.2 Acquisizione ricevute ministeriali

La funzione "Acquisizione ricevute ministeriali" permette di assegnare, all'interno di


ciascuna dichiarazione, il numero di protocollo attribuito dall'Agenzia delle Entrate, a
seguito dell'accettazione della dichiarazione acquisita dal file "Sequenziale Telematico"
inviato.

Il file-ricevuta e' scaricabile dal Sito C.A.F. Nazionale di competenza, tramite apposito
link.

E' necessario:

a) selezionare il file-rcevuta tramite bottone "Sfoglia";


b) confermare tramite la funzione "Importa".

2015 Vers. 1.0.0


Parte

VII
95 730

7 Gestione Modelli 730/4

7.1 Produzione 730/4

La funzione di "Produzione 740/4" consente la generazione delle comunicazioni al


sostituto d'imposta nei diversi formati previsti dalla normativa:

Telematico
Stampa
Adempimento Unico

come di seguito illustrato:

Il sistema mostra l'insieme dei sostituti d'imposta presenti all'interno delle dichiarazioni
730 gestite ("Tutti i Sostituti"). Eventualmente e' possibile decidere di visualizzare "Solo
Sostituti Elaborati", ovvero "Solo Sostituti da Elaborare".

E' possibile scegliere il tipo di ordinamento tra "Codice Fiscale" (proposto),


denominazione "Sostituto" ovvero "Data Elab.".

Per ciascun sostituto d'imposta risulteranno evidenti il n. di contribuenti abbinati (col.


Totale), il n. di contribuenti per i quali e' avvenuta l'elaborazione del Mod. 730/4 (col.
Elab.) e la corrispondente data (col. Data Elab.), nonch il n. di contribuenti per i quali
ancora non e' avvenuta l'elaborazione del Mod. 730/4 (col. Da Elab.).

In abbinamento ai tipi di ordinamento per "Codice Fiscale" ovvero per "Cognome o


denominazione" Sostituto e' possibile effettuare una ricerca mirata utilizzando l'apposito
campo "Ricerca per".

2015 Vers. 1.0.0


Gestione Modelli 730/4 96

7.1.1 Funzioni "Telematico", "Stampa" e "Adempimento Unico"

Accedendo alla funzione interessata scelta tra "Telematico", "Stampa" o "Adempimento


Unico", e' possibile impostare determinate opzioni o precisi filtri, come di seguito
spiegato in dettaglio.

Ufficio Periferico Unico: permette l'assegnazione di un unico ufficio periferico C.A.F. a


tutte le dichiarazioni rientranti, ignorando quanto presente al Quadro Impostazioni di
ciascuna. E' necessario porre la scelta al campo "Ufficio Periferico Unico" e procedere
all'indicazione dell'ufficio periferico C.A.F. prescelto avvalendosi dell'apposito menu' a
tendina.

Ufficio Periferico (Campi vuoti per tutti gli uffici periferici): permette di
individuare le dichiarazioni sulla base dell'ufficio periferico C.A.F. assegnato al Quadro
Impostazioni. E' possibile indicare, tramite apposito menu' a tendina, uno o piu' uffici
periferici C.A.F. da considerare.

Sostituti - Codice iniziale/Codice finale: permette l'indicazione, tramite apposito


menu' a tendina, di uno o piu' sostituti per i quali occorre eseguire l'elaborazione.

Sostituti - Sede (Codice iniziale/Codice finale): permette l'indicazione, tramite


apposito menu' a tendina, di una o piu' specifiche sedi sostituto per i quali occorre
eseguire l'elaborazione.

Sostituti - "Anche Sostituti Telematici": permette di includere, visualizzabili


all'interno del menu' a tendina presente al campo "Codice iniziale", i sostituti telematici
(INPS, INPDAP, ecc.). Non effettuando la scelta, risulteranno esclusi dalla selezione i
sostituti di tipo "Telematico".

Sostituti - "Anche Sostituti Sperimentali": permette di includere, visualizzabili


all'interno del menu' a tendina presente al campo "Codice iniziale", i sostituti
sperimentali. Non effettuando la scelta, risulteranno esclusi dalla selezione i sostituti di
tipo "Sperimentale".

Sostituti - "Consegna/spedizione a mezzo": permette l'indicazione, tramite apposito


menu' a tendina, di una tipologia specifica di codice di consegna/spedizione a mezzo,
tramite l'ausilio dell'apposito men a tendina.

Dichiarazioni - Codice iniziale/Codice finale: permette l'indicazione, tramite


apposito menu' a tendina, di uno o piu' dichiarazioni per le quali occorre eseguire
l'elaborazione.

Dichiarazioni - Tipo: permette la scelta del tipo di dichiarazione da elaborare tra

Ordinarie
Ordinarie Rettificative
Integrative
Integrative Rettificative
Integrative Neutre

2015 Vers. 1.0.0


97 730

Dichiarazioni - Stato: permette la scelta del tipo di "Stato" secondo il quale


ricomprendere le dichiarazioni da elaborare, e nello specifico

Tutte = Dichiarazioni aventi stato "Stampata" ovvero "Elab. 730/4" ovvero "Inviata"
Stampate e Inviabili = Dichiarazioni aventi il solo stato di "Stampata"
Stampate ed Elaborate /4 = Dichiarazioni aventi stato "Stampata" ovvero "Elab. 730/4"
Solo Elaborate /4 = Dichiarazioni aventi stato "Elab. 730/4"
Complete Convalidate = Dichiarazioni aventi stato "Completa" Convalidata
Inviate = Dichiarazioni aventi stato di "Inviata"
Stampate Convalidate = Dichiarazioni aventi stato "Stampata" Convalidata

Altri Dati - Dichiarazioni 730/4 non elaborate: permette di includere nella selezione
solo le dichiarazioni per le quali non e' ancora avvenuta alcun tipo di elaborazione
definitiva del Modello 730/4. Non effettuando la scelta, verranno ricomprese tutte le
dichiarazioni rientranti, siano esse gia' elaborate, siano esse non ancora elaborate ai fini
del Modello 730/4.

Altri Dati - Dichiarazioni con PDL a zero: permette di includere nella selezione anche
le dichiarazioni aventi il Quadro 730/3 con liquidazione d'imposta a zero. Non
effettuando la scelta, verranno escluse dalla selezione le dichiarazioni aventi il Quadro
730/3 con liquidazione d'imposta a zero.

Altri Dati - Dichiarazioni dei soli sostituti importati da file: permette di ottenere
l'elaborazione dei soli sostituti acquisiti da file specifico appositamente predisposto.

Altri Dati - Solo Dichiarazioni Convalidate: permette di ottenere l'elaborazione delle


sole dichiarazioni convalidate

Altri Dati - Data Elaborazione: permette l'assegnazione della data attuale (proposta
in ingresso), ovvero della data stabilita, quale data di elaborazione dei file sequenziali
prodotti (record 0 e record 9 di ciascun sequenziale).

Elaborazione Provvisoria: permette di assegnare alle dichiarazioni rientranti, lo stato


di "Elaborata 730/4", nonch la data di avvenuta operazione al Quadro Impostazioni. Si
consiglia di eliminare la scelta in questione, solo nel momento in cui si vuole
definitivamente considerare le dichiarazioni pronte per l'elaborazione, sia essa relativa
alla Stampa del Modello 730/4 ovvero all'esecuzione del Sequenziale 730/4.

2015 Vers. 1.0.0


Parte

VIII
99 730

8 Tabelle

Le tabelle personalizzabili dall'utente sono ritrovabili al menu' "Tabelle".

Inserimento di un elemento
Per procedere all'inserimento di un elemento della tabella e' necessario premere il tasto
Aggiungi (F6), nonche' indicare il codice (o accettare quello automaticamente proposto
dove previsto) e la descrizione.

Salvataggio di un elemento
Una volta aver inserito i dati di un elemento o aver modificato quelli di un elemento gia'
presente, occorre confermare tramite il tasto Registra (F2).

Modifica di un elemento
Nel caso si abbia necessit di modificare un elemento e' possibile visualizzarlo mediante
l'ausilio del tasto Trova (F5), ovvero tramite le funzioni laterali di scorrimento, e
apportare le variazioni necessarie.

Eliminazione di un elemento
Se si ha la necessit di eseguire l'eliminazione di un elemento, e' a disposizione il tasto
Elimina (F7).

8.1 Codici raggruppamento

La funzione "Codici raggruppamento" permette la gestione di otto tabelle da "Gruppo 1"


a "Gruppo 8" i cui rispettivi codici permettono diversificazioni di insiemistica sulla base
del significato assegnato a ciascun Gruppo.

L'assegnazione di un codice per ciascuna delle otto classificazioni avviene al Quadro


Impostazioni di ciascuna dichiarazione.

E' possibile, tramite apposito ruolo applicativo, richiedere in modo obbligatorio (al
Quadro Impostazioni) l'inserimento di una o piu' classificazioni.

Accedendo ad una qualsiasi delle tabelle da "Gruppo 1" a "Gruppo 8" occorre per ciascun
elemento procedere nel seguente modo:

- inserire il "Codice"
- inserire la "Descrizione" identificativa
- eventualmente inserire la "Procedura Assegnata" specifica, in modo tale che l'elemento
sia assegnabile solo all'interno dell'applicativo di riferimento. Ad es., nel caso in cui si
decida di visualizzare uno specifico codice solo all'interno dell'applicativo 730, al campo

2015 Vers. 1.0.0


Tabelle 100

"Proc. Assegnata" dovr essere indicata la descrizione "730".


In assenza di compilazione del campo "Procedura Assegnata", il codice continuer ad
essere utilizzabile dal Quadro
Impostazione di qualsiasi applicativo.

8.2 Gestione Elenco Onlus

La funzione "Gestione Elenco Onlus"

permette la realizzazione di un elenco ristretto di associazioni p r e f e r i t e abbinate


alla scelta destinazione "5 per mille dell'Irpef" di cui "Sostegno del volontariato", al
fine di permetterne il prelievo velocizzato all'interno del Quadro 730-1.

E' necessario:
a) utilizzare la funzione F6 "Aggiungi";
b) inserire il "Codice Fiscale" e la "Descrizione"

ovvero

utilizzare la funzione CTRL + D "Per elenco Onlus" al fine di velocizzare l'inserimento


dell'elemento tramite il recupero di un'associazione tra le presenti nell'elenco generale;

c) confermare tramite la funzione F2 "Salva".

Accedendo al Quadro 730-1, in corrispondenza della scelta in questione, al campo


"Firma" disponibile la funzione CTRL + P "per elenco onlus Preferiti" che elenca

2015 Vers. 1.0.0


101 730

tali assocazioni.

8.3 Codici Dichiarazione di Responsabilit

La funzione "Codici Dichiarazione di Responsabilit" introduce la possibilit di codificare i


descrittivi al fine di utilizzarli nella gestione del Modello Dichiarazione di Responsabilit
presente al Quadro "Autocertificazione e altri modelli".

2015 Vers. 1.0.0


Parte

IX
103 730

9 Utilit

9.1 Ripresa dati da anno precedente

In fase di creazione nuova pratica, e' possibile effettuare automaticamente il recupero


dei dati utili dalle dichiarazioni gestite all'interno dell'Applicativo 730 ovvero Unico
Persone Fisiche dell'anno precedente.

Stato della dichiarazione


Le dichiarazioni 730 ovvero Unico Persone Fisiche elaborate gli anni passati possono
essere viste dalla funzione di riporto dei dati solo se aventi Stato "Stampata" o
superiore.
Le pratiche IMU elaborate gli anni passati possono essere viste dalla funzione di riporto
dei dati, in caso di immobili 730 o Unico Persone Fisiche collegati, solo se aventi Stato
"Completa" o superiore.

Anagrafica Sostituto/Altre Sedi Sostituto


In fase di ripresa dati da 730 di una pratica, ne avviene automaticamente la ripresa dati
anche dell'Anagrafica Sostituto e di tutte le eventuali annesse Anagrafiche Altre Sedi
Sostituto.
Per ciascuna Anagrafica Sostituto generata automaticamente, il sistema provvede ad
assegnare la data di sistema al campo "Data conferma o ultima modifica".

Inversione di posizione Dichiarante/Coniuge in Dichiarazione di tipo


"Congiunto"
Qualora si abbia la necessit di gestire una dichiarazione di tipo "Congiunto" invertita di
posizione tra Dichiarante e Coniuge rispetto alla situazione presentata l'anno passato,
occorrer:
- indicare indifferentemente al Quadro Impostazioni della nuova pratica 730/200(anno
in corso), o il Codice Fiscale del Dichiarante o il Codice Fiscale del Coniuge della
dichiarazione 730/200(anno precedente);
- effettuare la conferma per il riporto dei dati da 730/200(anno precedente) della
pratica congiunta che risulter prelevata secondo la stessa posizione
Dichiarante/Coniuge presente nell'Applicativo 730/200(anno precedente);
- effettuare la funzione di "Disgiunzione Dichiarazione" accedendo a Utilit
"Congiungi/Disgiungi Dichiarazioni";
- effettuare il la funzione di "Congiunzione Dichiarazione" opposta, accedendo a Utilit
"Congiungi/Disgiungi Dichiarazioni".

In riferimento ai Quadri A e B:
a) se immobili non collegati all'Applicativo IMU e giorni inferiori a 365, il dato relativo ai
giorni non viene riportato;
b) se immobili non collegati all'Applicativo IMU, ed iscritti su pi righi, viene riportato
solo l'ultimo rigo presente nell'ordine di compilazione;
c) in presenza, all'interno della stessa pratica 730 o Unico Persone Fisiche, di situazione
mista (immobili sia collegati all'Applicativo IMU che non collegati), la modalit di
ripresa attuata e' "non collegati all'Applicativo IMU".

In riferimento al Quadro F in presenza di importi al Rigo F1 riportati dalla funzione di


riporto dei dati, accedendo ad un qualsiasi quadro presente all'interno della Pagina n. 4

2015 Vers. 1.0.0


Utilit 104

del Modello, verr automaticamente aperto il "Dettaglio Acconti" per invitare alla verifica
della situazione complessiva.
Volutamente, in fase di ripresa dati da anno precedente, gli importi inerenti gli acconti
vengono posizionati direttamente all'interno del Quadro F ed e' pertanto necessario
visionarli prima di effettuare l'inserimento dei dati all'interno degli eventuali Dettagli
C.U. da compilare, per evitare di eliminarli involontariamente. A tal scopo, sono state
introdotte le medesime informazioni inerenti gli importi di acconto suddetti, anche
all'interno del Riquadro Annotazioni Non Bloccanti.

In riferimento al Riquadro Annotazioni, in fase di ripresa dati da 730 ovvero Unico


Persone Fisiche anno precedente, ne avviene automaticamente l'apertura al fine di
verificarne il contenuto.
Il Riquadro Annotazioni al termine della ripresa dati da 730 ovvero Unico Persone
Fisiche anno precedente potr contenere:

a) informazioni riguardanti gli importi di Reddito di lavoro dipendente e assimilati della


Sez. I del Quadro C, informazioni necessarie per usufruire della tassazione
sostitutiva, distinte tra Dichiarante e Coniuge;

b) informazioni riguardanti gli importi di Acconto, distinte tra Dichiarante e Coniuge;

Ad esempio:

a) INFORMAZIONI 730/3 ANNO PRECEDENTE


Q.C Sez. I (Dichiarante) =

b) INFORMAZIONI 730/3 ACCONTI ANNO PRECEDENTE


Acconto 1ma Rata ( Dichiarante ) =
Acconto 2nda Rata ( Dichiarante ) =
Acconto Add. Com. ( Dichiarante ) =
[...]

c) informazione riguardante il codice pratica 730 ovvero Unico Persone Fisiche dal
quale e' avvenuto il prelievo;

d) informazione riguardante giorno e orario di prelievo.

Ad esempio:
"Ripreso da 730/200(anno precedente) cod. 21252 il giorno 28/02/200n ore 12.00.53

2015 Vers. 1.0.0


105 730

9.2 Congiunzione / Disgiunzione Dichiarazioni

La procedura di "Congiungi / Disgiungi Dichiarazioni" prevede la possibilit di


congiungere due dichiarazioni singole, oppure di disgiungere una dichiarazione
congiunta in due dichiarazioni singole.

"Disgiungi Dichiarazioni"
In caso di disgiunzione di una dichiarazione, il programma attribuisce due codici alle due
nuove dichiarazioni.
Ad operazione ultima, all'interno della funzione CTRL + T "Annotazioni" Sezione
"Bloccanti", viene posta la seguente comunicazione:
"Pratica proveniente da funzionalit di 'Disgiunzione' automatica."
Lo stesso automatismo presente quando la funzione viene svolta all'interno del Quadro
Impostazioni.

"Congiungi Dichiarazioni"
In caso di congiunzione di due dichiarazioni singole il programma unifica le dichiarazioni
e provvede ad attribuire un unico codice.

In entrambi i casi e' necessario effettuare un controllo sulla congruenza dei dati.

9.3 Variazione stato

La funzione "Variazione stato" consente il ripristino dello stato precedente ovvero


l'assegnazione di un altro stato.

E' necessario:

1) selezionare lo "Stato di origine";

2) selezionare il nuovo "Stato da assegnare";

3) scegliere l'intervallo di dichiarazioni interessate dalla modifica, indicando gli estremi


di "Dalla dichiarazione" e "Alla dichiarazione";

4) confermare tramite il bottone "Conferma".

Questa funzione risulta inibita agli utenti che non possiedono il ruolo applicativo
necessario.

2015 Vers. 1.0.0