Sei sulla pagina 1di 5

A.TOR.A.

S Associazione Torinese Anti-stalking


Carta dei servizi

L'Associazione Torinese Anti-Stalking, denominata A.TOR.A.S., fondata nel mese di gennaio


2010, è un'associazione senza fine di lucro contro il reato di Stalking. Ne fanno parte professionisti
con qualifiche e competenze diverse, accomunati da un unico obiettivo: aiutare le vittime del
suddetto reato attraverso la creazione di un gruppo di lavoro che fornisce un aiuto concreto
(psicologico, giuridico..) alle vittime e sia in grado di trasmettere le proprie conoscenze ad altri.
A.TOR.A.S. collabora con altre Associazioni presenti sul territorio (Piemonte, Valle d'Aosta), con le
Autorità Giudiziarie competenti e con i presidi ospedalieri.

Obiettivi
L’Associazione “A.TOR.A.S.” si propone di raggiungere i seguenti obiettivi:
a. diffondere materiale informativo sul reato di Stalking a coloro che si rivolgono
all’Associazione;
b. garantire assistenza legale, psicologica e rieducativa alle vittime di detto reato, promuovendo
azioni di prevenzione, sensibilizzazione, formazione, ricerca sull’argomento;
c. individuare, valorizzare e diffondere esempi di buone pratiche di contrasto alla violenza;
d. promuovere ed organizzare forme di supporto individuale e di gruppo;
e. sensibilizzare i minori organizzando incontri con studenti delle scuole medie inferiori e
superiori;
f. realizzare un centro in cui si approfondiscano le tematiche dello Stalking tramite ricerche,
organizzazioni di convegni, seminari di studio e dibattiti ed ogni genere di iniziative atte ad
approfondire la tematica;
g. gestire attività di sensibilizzazione, formazione, aggiornamenti, anche innovativi e/o
sperimentali integrativo e/o di supporto, alle forze dell’ordine, alle/agli operatrici/ori socio-
sanitari, educatori, insegnanti, tirocinanti, istituzioni…interessati a lavorare sulle tematiche
dello Stalking;
h. costituire reti di collegamento con i vari Servizi presenti sul territorio (sociali, ospedalieri,
giudiziari, culturali…) promuovendo la comunicazione e il rapporto con loro e per la
concretizzazione di procedure e protocolli finalizzati al miglioramento del servizio offerto da
detta Associazione;
i. produzione e raccolta di documentazione e dati, nel rispetto delle leggi vigenti e garantendo
anonimato e privacy, sul tema dello Stalking (somministrazione di questionari anonimi, raccolta
di informazioni derivanti dal confronto fra le vittime) comprese possibili iniziative editoriali

Metodo e strumenti di lavoro


Gli utenti, attraverso la CARTA DEI SERVIZI, possono conoscere i vari servizi offerti
dall’Associazione e di conseguenza scegliere, con l’aiuto degli operatori, il percorso che ritengono
idoneo alla loro situazione e alle loro esigenze.
Attraverso un colloquio iniziale, gratuito, l’operatore raccoglie le notizie significative sul soggetto
in difficoltà in modo da conoscerne la storia il più approfonditamente possibile e poterlo, così,
guidare nel percorso più adatto alla sua situazione tra i vari servizi offerti.
Ogni operatore utilizza, quale strumento per raccogliere i dati, un QUESTIONARIO (Cfr. allegato),
creato ad hoc, somministrato a ciascun utente tesserato.
Il questionario, compilato in forma anonima, servirà agli operatori per stilare una statistica dei dati
ottenuti; migliorare il servizio e individuare gli aspetti che non si riescono a catalizzare con il
semplice colloquio.
Tutti gli operatori, nonché soci, periodicamente si incontrano per effettuare una valutazione sintetica
dell’operato; per un confronto diretto. L’obiettivo di dette riunioni è di individuare le problematiche
comuni e differenti di cui sono venuti a conoscenza; di unire tutti i dati raccolti in schede
personalizzate (che ai fini giuridici serviranno per l’eventuale costituzione di parte civile, nonché
per aiutare la vittima ad uscire dallo stato di paura ed ansia in cui è precipitato a causa degli atti
persecutori subiti). Gli incontri sono uno spazio organizzativo e comunicativo, di informazione,
occasione per attivare un processo di problem solving, spazio risolutore di eventuali conflitti, crisi,
emozioni; occasione di supervisione e crescita professionale.
E’ un momento in cui vengono programmati convegni, seminari, conferenze, oltre che riunire i dati
e le informazioni raccolte.
I membri dell’associazione lavorano in collaborazione con altri centri, quali: pronto soccorso dei
vari nosocomi presenti nella città di Torino, del Piemonte e della Valle d’Aosta; con la Questura,
con Vigili Urbani, con le Autorità Giudiziarie competenti, università, associazioni anti violenza.

Attività e servizi
1. Azioni di ricerca, formazione, sensibilizzazione e prevenzione.

2. Servizio di psicologia: psicologi e psicoterapeuti accoglieranno le diverse problematiche di


natura emotiva e relazionale connesse alla situazione vissuta, guidando i soggetti in percorsi di
recupero e di sostegno individualizzati e di gruppo volti al raggiungimento dell’equilibrio e del
benessere psicologico.

3. Servizio legale: avvocati e giuristi saranno disponibili a fornire tutte le informazioni riguardanti
l’iter giudiziario che la vittima dovrà intraprendere per tutelarsi e per avere ristoro dei danni
subiti.
4. Servizio di chinesiterapia: specialisti saranno in grado di offrire non solo riabilitazione fisica
post-traumatica, ma anche un recupero delle proprie capacità.
5. Servizio di mediazione culturale: mediatori culturali saranno in grado di fare da intermediari fra
l’associazione e gli utenti appartenenti alle diverse etnie.

Modalità d’iscrizione
L’iscrizione, previa compilazione di un apposito modulo ed il versamento della quota associativa
per il tesseramento annuale, consentirà di:

- avere consulenza gratuita per ciascun servizio offerto;

- partecipare ai gruppi di incontro organizzati e gestiti da uno o più operatori

- accedere gratuitamente al sito dell’Associazione;

- partecipare a tutti gli eventi organizzati.

Principi
a. EGUAGLIANZA – è garantito il medesimo servizio a tutti i cittadini-utenti, senza alcun
tipo di discriminazione razziale, culturale, sessuale, religiosa o politica. Sono garantite le
stesse opportunità di veder tutelati i propri diritti davanti alla legge e di poter seguire un
trattamento di recupero psico-fisico personalizzato che permetta di uscire dalla situazione di
disagio emozionale.
b. IMPARZIALITA’ – il servizio viene prestato con obiettività, equità, giustizia e cortesia nei
confronti di coloro che intendono “avvicinarsi”, iscriversi all’Associazione sia in qualità di
volontari, sia di associati e di vittime; nonché viene assicurata una costante conformità a
leggi e regolamenti in ogni fase di erogazione dei servizi.
c. PARTECIPAZIONE – è garantita a tutti gli utenti (previo tesseramento) per favorire la
collaborazione con altre associazioni e creare una rete di collaborazione con tutti i gruppi
che abbiano quale obiettivo la lotta alla violenza.
d. CHIAREZZA e TRASPARENZA – viene fornita una descrizione chiara, semplice, completa
di tutte le procedure di erogazione dei servizi, gli obiettivi prefissati e i metodi utilizzati.
e. INDIVIDUALITA’ – ogni singolo utente che si rivolge al centro ha la possibilità di seguire
un iter di assistenza individuale o di gruppo, a sua discrezione.

Referenti:
Presidente:
Dott.ssa Tiziana Beraudi
Cell. 328.8925200

Vice Presidente:
Dott. Marco Barra
Cell. 328.7508371

Tesorieri:
Avv. Deborah Giambalvo
Cell. 347.7554766
Dott.ssa Lilia Harstea
Cell. 327.8689905

Segretario:
Dott.ssa Cinzia Beraudi
Cell. 328.7343130