Sei sulla pagina 1di 1

In principio ra il nulla.

E_ qusto nulla non ra n_ vuto n_ vacuo:


sso nominava slo s stsso. E _Dio vide ch _questo ra un bne. Pr
ninte al mndo avrbbe creato alcunch. Il nulla nn slo gli piacva,
ma addirittura lo appagava totalmnte.
Dio avva gli cchi perennemnte aprti e _fissi. Se() anche fssero
stati chiusi, nulla sarbbe comunque cambiato. Non cra ninte da
vedre e _Dio nn guardava ninte. ra pino e _dnso cme un uvo
sdo, di cui possedva anche la rotondit e _limmobilit. _
Dio ra soddisfazine assoluta. Nn desiderava ninte, nn aspettava
ninte, nn percepiva ninte, nn rifiutava ninte e _ninte lo
interessava. La vita ra di una pienzza talmnte intnsa ch _nn ra
vita. Dio nn vivva: esistva.
Lesistnza nn avva avuto pr lui un inizio percettibile. Alcuni
grandi libri esordiscono cn frasi a_ tal punto pco chiassse ch _le
dimentichiamo quasi immediatamnte, rimanndo cn limpressine
di ssere impegnati in qulla lettura dalla ntte di tmpi. Allo stsso
mdo ra impossibile rilevare il momnto in cui Dio avva iniziato a
esistere. ra cme se() esistsse da smpre. Dio nn possedva
linguaggio e, _di consegunza, nn possedva pensiro. gli ra saziet
ed eternit. Il ch_ dimostrava,
incontestabilmnte, ch_ Dio ra Dio. E _qusta evidnza nn avva la
minima importanza, poich _Dio se ne infischiava altamente di essere
Dio.
Gli occhi degli esseri viventi possiedono la pi straordinaria delle
propriet: lo sguardo. Nulla pi eccezionale dello sguardo. Quando
parliamo delle orecchie delle creature non diciamo che hanno un
ascoltardo, oppure, delle loro narici, che hanno un sentardo o un
annusardo.
Cos lo sguardo? qualcosa di inesprimibile. Nessuna parola esprime,
neanche lontanamente, la sua strana essenza. Eppure lo sguardo
esiste. Poche sono le realt che hanno un tale livello di esistenza.