Sei sulla pagina 1di 4

REGOLAMENTO DEL TORNEO

24 - 25 LUGLIO 2010
Coriano di Rimini

TORNEO FEMMINILE
CALCIO A 5 SU ERBA
ART 1 – FORMULA DI GIOCO

Il torneo è composto da 24 squadre,suddivise a loro volta in 4 gironi da 6 squadre.


Di ogni girone accedono ai quarti le prime 2 squadre,in caso di parità di punti deciderà la
differenza reti tra gol fatti e gol subiti (es: gol fatti 10 gol subiti 3 = 7).
Nel caso coincida anche questo si terrà conto dello scontro diretto.
Infine ne consegue semifinale e finale.
Le partite non finiranno mai in parità,ma bensì verrà decretato il vincitore tramite i calci di
rigore(3 per ogni squadra).

ART.1 bis - PUNTEGGIO DI GARA

Verranno assegnati 3 punti a partita vinta in tempi regolamentari;


verranno assegnati 2 punti a partita vinta non ai tempi regolamentari (ai calci di
rigore);
verranno assegnati 0 punti in caso di sconfitta;
verranno assegnati 3 punti alla squadra che si presenta al campo di gioco e tolto 1 punto alla
squadra che non si presenta,in caso di partita vinta a “tavolino”,cioè partita non giocata.

ART.2 - PERIODO DI SVOLGIMENTO

Il torneo dura 24 ore continuative dalle ore 13,00 del 24/07/10 alle ore 13,00 del
25/07/10.

ART.3 - SVOLGIMENTO DELLE GARE

La durata delle gare è stabilita in due tempi da 13 minuti ciascuno senza intervallo
con il solo cambio di campo da parte delle due squadre.
Potranno partecipare alle gare ed essere inserite nella distinta di gioco un numero
illimitato di giocatrici per squadra.
10 minuti prima dell’inizio della gara della propria squadra, le ragazze dovranno
essere pronte a presentarsi in campo,sostando nei pressi del campo in cui dovranno disputare la
gara.
Il ritardo è stabilito entro 5 minuti, oltre i quali si procederà alla partita successiva, ritenendo
partita vinta a tavolino alla squadra presente con numero minimo di 3 giocatrici.
Nel caso in cui entrambe le squadre non fossero presenti perderanno ognuna
1 punto.

ART.4 - CALENDARIO DELLE GARE

Nei pressi del campo di gioco verrà affisso un calendario con le partite di ogni girone e i rispettivi
campi in cui si giocherà.
Lo Staff organizzatore si riserva il diritto di variare orario di gioco, dandone comunicazione alle 2
referenti delle squadre interessate, nei tempi previsti e
necessari per l’organizzazione della partita.
ART.5 - NUMERO MINIMO DI GIOCATRICI

La gara viene considerata regolare se in campo vengono schierate un minimo di 3


giocatrici.
La gara viene sospesa quando la squadra rimane in campo con meno di 3 giocatrici.
In tal caso sarà decretata la vittoria “a tavolino)della squadra avversaria con il punteggio
minimo di 0-3.

ART.6 - RICONOSCIMENTO GIOCATRICI

Prima dello svolgimento della prima gara, ogni squadra dovrà effettuare il
riconoscimento delle giocatrici.
Una volta iniziata la gara può partecipare al match solo chi è stato preventivamente indicato in
tale elenco non più modificabile.

ART. 7 - IL DIRETTORE DI GARA

Le gare sono dirette da Arbitri designati dallo staff di Donne sotto le Stelle.
Dei quali le decisioni prese sono indiscutibili.

ART.8 - DISCIPLINA PRIMA, DURANTE E DOPO LA GARA

Le Referenti di ogni squadra, sono responsabili del comportamento delle proprie


giocatrici e fungeranno per loro da relatore.
Eventuali danni provocati dalle proprie giocatrici alle strutture del centro sportivo,
dovranno essere risarciti.
Vi ricordiamo che siamo tutte qui per divertirci giocando, pertanto se lo staff vedrà
comportamenti non consoni (sperando che non se ne presentino alcuni), prenderà le relative
decisioni.

ART.9 - SANZIONI ALLE GIOCATRICI

Ammonizioni: la seconda ammonizione della stessa giocatrice, nella medesima


partita, corrisponderà a cartellino rosso che in questo caso prevede l’uscita dal
campo fino alla fine della partita in corso.
La giocatrice potrà regolarmente giocare la partita seguente.
Le squadre che accederanno alle finali, avranno le ammonizioni azzerate.

ART.10 - ABBIGLIAMENTO DA GIOCO

- Parastinchi facoltativi;
- Numerazione maglie: al momento dell’iscrizione il giorno di arrivo, è necessario
che il referente di ogni squadra sappia già la numerazione con corrispondenza delle
proprie giocatrici;
- Scarpe: anche se i campi sono in erba, NON sono consentite scarpe da calcio bensì
da calcetto o tipo tennis.
Nel caso in cui due squadre che si devono affrontare hanno lo stesso colore di
maglia o ritenuto non distinguibile dall’arbitro, una delle due dovrà indossare
le casacche. Questa decisione è presa per mezzo della monetina(arbitro).
ART.11 - DECISIONI INSINDACABILI

- variazioni orari partite;


- interpretazioni al regolamento di gioco;
Per quanto non specificato nel presente regolamento ci si rifarà al regolamento nazionale UISP.

ART. 12 - LINEE GUIDA DELLE PARTITE

- nel corso della gara la sostituzione è libera per tutta la durata della gara senza vincolo di ruolo;
- Non sono previsti time-out all’interno delle gare;
- I falli laterali verranno battuti con i piedi;
- La palla deve essere ferma sulla riga prima di essere rimessa in gioco;
- La palla dovrà essere rimessa in gioco entro 4 secondi(regola valida sia per il portiere che per le
giocatrici);
- La palla rimessa in gioco dal portiere, con le mani o con i piedi, affinché possa essere ritoccata
dalla stessa, dovrà rigorosamente superare la metà campo oppure essere toccata da una giocatrice
avversaria;
- Il portiere avrà facoltà di lanciare la palla oltre la metà campo con le mani;
- Da fallo laterale, affinché il goal venga ritenuto valido, la palla dovrà essere toccata almeno da
un’altra giocatrice;
- È vietato fare le scivolate;
- Non è prevista la regola del tiro libero per “falli cumulativi”
- Calcio d’inizio: il pallone è in gioco dal momento in cui viene toccato e deve essere calciato in
avanti altrimenti si deve ripetere. Gli avversari devono stare a 3 metri. Su calcio d’inizio si può
segnare direttamente una rete;
- Al fallo laterale la giocatrice della squadra avversaria, dovrà osservare una
distanza minima di 1 metro dalla palla. Ai calci di punizione la giocatrice della squadra avversaria
dovrà osservare una distanza di gioco di 1 metro, richiesta la distanza bisognerà osservare i 5
metri.
- Il goal effettuato dal portiere con la collaborazione di mani, in successione diretta o non diretta,
non sarà ritenuto valido;
- Le modalità della battuta delle punizioni(di prima o di seconda) verrà valutata dall’arbitro;
- Ritenuto che il tempo di gioco di ogni gara è già limitato, la persona che ha subìto il fallo dovrà
rientrare immediatamente in gioco oppure uscire dal campo nel più breve tempo possibile.

Gli Organizzatori, a loro insindacabile giudizio, potranno apportare modifiche al programma di


gara nel caso in cui avverse condizioni meteorologiche (o altri eventi esterni) abbiano causato
consistenti ritardi nella programmazione degli incontri, prevedendo, nei casi più gravi, la
sospensione definitiva della manifestazione, senza che ciò comporti l’obbligo da parte degli stessi
Organizzatori al rimborso delle quote di partecipazione.

Lo Staff Organizzativo di DONNE SOTTO LE STELLE.