Sei sulla pagina 1di 2

Anno Accademico 2009-2010

Facoltà di Psicologia - AFP 3° anno


“Elementi di deontologia professionale”
Prof. Fulvio Frati

A.F.P. “Elementi di deontologia professionale” 2009-2010


ed indicazioni per la prova di acquisizione dell’idoneità
Gli incontri relativi all’A.F.P. “Elementi di deontologia professionale” condotta dal
prof. Frati si tengono in due differenti cicli, ciascuno riservato ad un differente
gruppo di studenti. Al riguardo, si riepilogano qui di seguito i temi dei quattro
incontri previsti per il secondo ciclo dell’A.F.P.:
- 19 Febbraio 2010, ore 10.00-14.00: Introduzione al Codice Deontologico degli
Psicologi Italiani; I principi deontologici fondamentali dello Psicologo;
- 26 Febbraio 2010, ore 10.00-14.00: Privacy, segreto professionale, obbligo di
denuncia, obbligo di testimonianza e consenso informato nella legislazione e
nella Deontologia degli Psicologi italiani;
- 05 Marzo 2010, ore 10.00-14.00: La Deontologia dello Psicologo nella
valutazione e nella selezione del Personale, in Psicologia Clinica ed in
Psicologia Forense;
- 11 Marzo 2010, ore 10.00-14.00: La Deontologia dello Psicologo in ambito
scolastico e giuridico minorile.
Lo studente del terzo anno, per acquisire l’idoneità relativa all’A.F.P. “Elementi
di deontologia professionale”, dovrà innanzitutto essere regolarmente presente
ad almeno tre dei quattro incontri previsti per ogni ciclo e per l’intera durata
degli stessi, ed in ogni caso dovrà essere presente all’ultimo di essi in cui si svolgerà,
durante le ultime due ore per esso previste, la prova scritta per l’acquisizione
dell’idoneità. Inoltre, nel caso lo studente abbia fatto registrare una mancata presenza
ad uno dei quattro incontri previsti per l’A.F.P prima dell’ultimo incontro dovrà
essere prodotta un’ulteriore relazione, concordata con il docente, di almeno due
pagine, sul tema dell’incontro al quale non è stato presente.
Non sarà pertanto ammesso alla prova finale per l’idoneità lo studente che avrà
fatto registrare più di un’assenza all’interno del ciclo dei quattro incontri
previsti. L’argomento sul quale lo studente dovrà sviluppare il proprio elaborato
scritto per la prova di idoneità all’A.F.P., verrà comunicato dal docente all’inizio
della stessa, e verterà sullo sviluppo di un progetto di intervento fondato sui temi
sviluppati nel corso degli incontri ed ai quali ogni candidato sarà chiamato a fornire
la propria visione ed interpretazione. Pertanto, ai fini della valutazione dell’idoneità
alla A.F.P., verranno valutate positivamente solo le prove scritte nelle quali, oltre ad
una sostanziale coerenza con i principi fondamentali della Deontologia dello
Psicologo contemporaneo in ambito nazionale ed internazionale, risulterà
rigorosamente rispettato il criterio della stesura formale “con parole proprie” da parte
del candidato.
A tal fine, oltre alla bibliografia indispensabile per poter affrontare la prova finale è
pertanto indicata in calce anche una “bibliografia consigliata”, all’interno della quale
lo studente potrà trovare utili indicazioni rispetto ai temi che nel corso della prova
d’esame intenderà approfondire. Gli esiti delle prove di idoneità sostenute verranno
pubblicate nella pagina web delle A.F.P. entro quarantacinque giorni dalla data in cui
verranno effettuate. Gli studenti che non otterranno esito favorevole a tale prova di
idoneità potranno ripeterla in data che verrà successivamente indicata.

Cesena, 02 Dicembre 2009


Prof. Fulvio Frati
Bibliografia indispensabile per l’Esame:
- Codice Deontologico degli Psicologi Italiani
- Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo
- Costituzione della Repubblica Italiana
- Legge 56/89 e sue successive modificazioni ed integrazioni
- Calvi, E., Gulotta, G. (1999), Il codice deontologico degli psicologi italiani
commentato articolo per articolo. Giuffré, Milano, 1999
- Frati, F. (2004a), “I principi deontologici fondamentali dello Psicologo nella pratica
professionale del terzo millennio”. In Bollettino d’informazione dell’Ordine degli
Psicologi dell’Emilia-Romagna, vol. 9, n.2.
- Frati, F. (2004b), “Il segreto professionale, la privacy ed il consenso informato
nell’attività sanitaria degli Psicologi italiani”. In Bollettino d’informazione
dell’Ordine degli Psicologi dell’Emilia-Romagna, vol. 9, n.3

Bibliografia consigliata per l’Esame:


- Calvi, E. (a cura di) (2002), Lo Psicologo al lavoro. Contesto professionale, casi e
dilemmi, deontologia. Franco Angeli, Milano
- Crocetti, G., Cucino, A., Maiorano, N., Stampa, P. e Mazzeo, F. (2008) – Manuale
etico-giuridico della professione di Psicologo. Raccolta delle norme fondamentali
annotate e commentate, Bologna, Pendragon, 2008
- Frati, F. (2002), “La deontologia come parametro di qualità nell’esercizio della
professione di Psicologo”. In Bollettino d’informazione dell’Ordine degli Psicologi
dell’Emilia-Romagna, vol. 7, n. 3.
- Altri articoli e contributi deontologici a cura dell’Ordine Nazionale degli Psicologi
Italiani e dell’Ordine degli Psicologi dell’Emilia-Romagna (tutti reperibili in Internet
agli indirizzi web www.psy.it e www.ordpsicologier.it )