Sei sulla pagina 1di 204

Libretto di uso e manutenzione

I

Libretto di uso e manutenzione I 1
Libretto di uso e manutenzione I 1

I

Siamo lieti di darti il benvenuto tra i Ducatisti e ci complimentiamo con Te per l’ottima scelta effettuata. Crediamo che oltre ad usufruire della tua nuova Ducati come mezzo di normale spostamento, la utilizzerai per effettuare viaggi anche lunghi, che la Ducati Motor Holding S.p.A. Ti augura siano sempre piacevoli e divertenti. Nel continuo sforzo di fornire un’assistenza sempre migliore, la Ducati Motor Holding S.p.A. Ti consiglia di seguire attentamente le semplici norme qui riportate, in particolare per quanto concerne il rodaggio. Avrai così la certezza che la tua Ducati sia sempre in grado di regalarti grandi emozioni. Per riparazioni o semplici consigli, rivolgiti ai nostri centri di assistenza autorizzata. Inoltre abbiamo predisposto un servizio informazioni per i ducatisti e gli appassionati, a tua disposizione per suggerimenti e consigli utili.

a tua disposizione per suggerimenti e consigli utili. Note Il servizio non è accessibile per chiamate

Note

Il servizio non è accessibile per chiamate provenienti

da operatori di telefonia mobile e fissa Tele2 ed Operatore 3.

DUCATI LINEA DIRETTA

mobile e fissa Tele2 ed Operatore 3. DUCATI LINEA DIRETTA 00800-00382284 Buon divertimento! Note La Ducati
mobile e fissa Tele2 ed Operatore 3. DUCATI LINEA DIRETTA 00800-00382284 Buon divertimento! Note La Ducati

00800-00382284

Buon divertimento!

3. DUCATI LINEA DIRETTA 00800-00382284 Buon divertimento! Note La Ducati Motor Holding S.p.A. declina qualsiasi

Note

La Ducati Motor Holding S.p.A. declina qualsiasi

responsabilità per eventuali errori in cui può essere incorsa nella compilazione del presente libretto. Tutte le informazioni riportate si intendono aggiornate alla data di stampa. La Ducati Motor Holding S.p.A. si riserva il diritto di apportare qualsiasi modifica richiesta dallo sviluppo evolutivo dei suddetti prodotti. Per la sicurezza, la garanzia, l’affidabilità ed il valore del motociclo Ducati usa solo ricambi originali Ducati.

del motociclo Ducati usa solo ricambi originali Ducati. Attenzione Questo libretto é parte integrante del motociclo

Attenzione

Questo libretto é parte integrante del motociclo e, in

I

caso di passaggio di proprietà, deve essere consegnato al nuovo acquirente.

I

Sommario

Indicazioni generali

7

Indicatore spazio parziale percorso “Trip 1”

25

Indicatore spazio parziale percorso “Trip 2”

25

Indicazione funzione DTC attiva / non attiva

26

Indicazione funzione LAP attiva / non attiva

26

Indicazione Warning (Allarmi / Segnalazioni)

27

Livello Batteria “Basso”

Traction Control (DTC) disattivato

Chiave Hands Free (HF) non riconosciuta

28

28

29

Livello batteria della chiave Hands Free (HF) “Basso”

29

Temperatura liquido di raffreddamento motore “Alto”

30

Sblocco dello sterzo in errore - Sterzo ancora bloccato

30

Diagnostica del cruscotto

Indicatore interventi manutenzione

31

35

Garanzia 7

Indicazione Chilometraggio residuo al raggiungimento del

Simboli 7

SERVICE 35

Informazioni utili per viaggiare in sicurezza

Guida a pieno carico

Dati per l’identificazione

9

11

8

Cruscotto (Dashboard)

Cruscotto 12 LCD – Funzioni principali

LCD – Impostazione/visualizzazione parametri

Indicatore velocità veicolo

Indicatore giri motore (RPM) Indicatore marcia inserita Orologio 21 Indicatore livello carburante

Temperatura liquido di raffreddamento motore Indicatore spazio totale percorso “Totalizzatore”

12

15

16

18

19

20

22

23

24

Indicazione chilometraggio raggiunto per il SERVICE

Tabella interventi di manutenzione

36

35

SET UP - Indicazione “Stile di guida impostato”

38

Indicatore “RANGE” - Autonomia Residua

40

Indicatore “CONS I.” - Consumo Istantaneo

41

 

Indicatore “CONS M.” - Consumo Medio

41

Indicatore “AVG” - Velocità Media

42

Indicatore temperatura aria

42

Indicatore “TIME TRIP” - Tempo di viaggio

43

Funzione “Riding Mode” (cambio stile di guida)

44

FUNZIONE “LOAD” (cambio assetto moto)

46

FUNZIONE controllo “manopole riscaldate”

48

Menù di “setting”

50

Funzione disattivazione ABS

52

Indicatore della tensione batteria (BATTERY)

54

Personalizzazione “Riding Mode” 56 Funzione settaggio DTC (Ducati Traction Control) 58 Funzione settaggio ENGINE (Controllo Potenza Motore) 62 Funzione settaggio DES (Ducati Electronic suspension) 64

Funzione DEFAULT (Ripristino parametri di default Ducati)

72

Funzione regolazione retroilluminazione cruscotto 74 Funzione Attivazione/Disattivazione LAP (Tempo sul giro) 76 Funzione registrazione LAP 78 Funzione visualizzazione LAP memorizzati 80 Funzione attivazione/disattivazione DTC (Ducati Traction Control) 82 Funzione indicazione giri motore digitale 84 Funzione regolazione orologio 86 Il sistema immobilizer 88 Chiavi 88 Sostituzione batteria della chiave attiva 90 Duplicazione delle chiavi 93 Procedura di sblocco immobilizer 94 Controllo luci 100 Modifica Unità di Misura 105

Comandi per la guida

108

Posizione dei comandi per la guida del motociclo

Sistema “Hands free”

109

Commutatore sinistro

120

Leva comando frizione

121

Commutatore destro

122

Manopola girevole comando acceleratore

Leva comando freno anteriore Pedale comando freno posteriore

123

124

123

108

Pedale comando cambio

Registrazione posizione pedale comando cambio e freno

posteriore 125

124

Elementi e dispositivi principali

Posizione sul motociclo

Tappo serbatoio carburante

Serratura sella

Cavetto portacasco

Cavalletto laterale

134

Maniglia sollevamento motociclo

Presa di corrente Cavalletto centrale

Montaggio borse laterali Ducati

Utilizzo borse laterali

Regolazione forcella anteriore

Regolazione ammortizzatore posteriore

Variazione assetto motociclo

127

128

129

132

133

135

136

138

137

142

144

143

127

Norme d’uso

145

Precauzioni per il primo periodo d’uso del motociclo

Controlli prima dell’avviamento

Accensione/spegnimento motore Avviamento e marcia del motociclo

Frenata 151 Arresto del motociclo Parcheggio 153 Rifornimento carburante Accessori in dotazione

Kit semiparafango anteriore

147

149

151

153

156

157

157

145

I

I

Kit parafango posteriore lungo

159

Operazioni d’uso e Manutenzione principali 160

Controllo ed eventuale rabbocco livello liquido di raffreddamento 160

Controllo livello fluido freni e frizione

Verifica usura pastiglie freno

Lubrificazione delle articolazioni

Regolazione corsa a vuoto comando acceleratore

Carica della batteria

161

163

164

166

165

Controllo tensione catena trasmissione

167

Lubrificazione della catena trasmissione

168

Utilizzo calibro tensione catena in dotazione

Sostituzione lampade luci abbaglianti e anabbaglianti

Indicatori di direzione posteriori

Luce targa

Orientamento del proiettore

Regolazione specchietti retrovisori

Pneumatici Tubeless

Controllo livello olio motore Pulizia e sostituzione candele

Pulizia generale

Lunga inattività

Avvertenze importanti

182

169

173

174

174

176

177

179

180

181

182

Piano di manutenzione programmata

Operazioni da effettuare da parte del concessionario

171

183

183

Operazioni da effettuare da parte del concessionario

Operazioni da effettuare da parte del cliente

186

Caratteristiche tecniche

Ingombri (mm)

187

Pesi 187

Motore 189

Distribuzione 189

Prestazioni 190

Candele d'accensione Alimentazione 190 Freni 191 Trasmissione 192 Telaio 193 Ruote 193 Pneumatici 193 Sospensioni 193 Impianto di scarico

194

Impianto elettrico

Colori disponibili

190

194

194

187

185

Promemoria manutenzioni periodiche

200

Indicazioni generali

Garanzia

Nel Tuo interesse, a garanzia ed affidabilità del prodotto, Ti consigliamo vivamente di rivolgerti ad un Concessionario o ad un’Officina Autorizzata per qualsiasi operazione che richieda particolare competenza tecnica. Il nostro personale, altamente qualificato, dispone di adeguate attrezzature per eseguire qualsiasi intervento a regola d’arte utilizzando esclusivamente ricambi originali Ducati che garantiscono la perfetta intercambiabilità, buon funzionamento e lunga durata.

Tutti i motocicli Ducati sono corredati di Libretto di Garanzia. La garanzia non verrà riconosciuta ai motocicli impiegati in gare sportive o nei casi in cui sia accertata una insufficiente manutenzione. Durante il periodo di garanzia nessun componente può essere manomesso, modificato oppure sostituito con altro non originale, pena l’immediata decadenza del diritto di garanzia.

Simboli

La Ducati Motor Holding S.p.A. Ti invita a leggere attentamente il seguente libretto al fine di imparare a conoscere il Tuo motociclo. In caso di dubbi rivolgersi ad un Concessionario o ad un’Officina Autorizzata. Le nozioni che apprenderai si riveleranno utili durante i viaggi che la Ducati Motor Holding S.p.A. Ti augura siano sereni e divertenti e Ti permetteranno di mantenere inalterate per lungo tempo le prestazioni del motociclo. In questo libretto sono state riportate note informative con significati particolari:

riportate note informative con significati particolari: Attenzione La non osservanza delle istruzioni riportate può

Attenzione

La non osservanza delle istruzioni riportate può creare

una situazione di pericolo e causare gravi lesioni personali e anche la morte.

e causare gravi lesioni personali e anche la morte. Importante Esiste la possibilità di arrecare danno

Importante

Esiste la possibilità di arrecare danno al motociclo e/o

ai suoi componenti.

di arrecare danno al motociclo e/o ai suoi componenti. Note Ulteriori notizie inerenti l’operazione in corso.

Note

Ulteriori notizie inerenti l’operazione in corso.

I

Tutte le indicazioni relative a DESTRA o SINISTRA si riferiscono al senso di marcia del motociclo.

I

Informazioni utili per viaggiare in sicurezza

I Informazioni utili per viaggiare in sicurezza Attenzione Leggere prima di usare la moto. Molti incidenti

Attenzione

Leggere prima di usare la moto.

Molti incidenti sono spesso dovuti all’inesperienza nella guida del motociclo. Non guidare mai senza patente; per utilizzare il motociclo è necessario essere titolari di regolare patente di guida. Non prestare il motociclo a piloti inesperti o sprovvisti di regolare patente di guida. Il pilota e il passeggero devono indossare SEMPRE un abbigliamento adeguato e casco protettivo. Non portare abiti o accessori svolazzanti che possono impigliarsi nei comandi o limitare la visibilità. Non avviare mai il motore in un ambiente chiuso. I fumi di scarico sono velenosi e possono provocare perdita di conoscenza o addirittura la morte in tempi brevi. Il pilota e il passeggero devono appoggiare i piedi sulle pedane ogni volta che il motociclo è in movimento. Per essere pronto ad ogni cambiamento di direzione o ad ogni variazione del fondo stradale, il pilota deve tenere SEMPRE le mani sul manubrio, mentre il passeggero deve tenersi SEMPRE con entrambe le mani nelle apposite maniglie sul codino posteriore. Attenersi alla legislazione e alle regole nazionali e locali. Rispettare SEMPRE i limiti di velocità dove indicati e comunque non superare MAI la velocità che le condizioni di visibilità, di fondo stradale e di traffico consentono.

Segnalare SEMPRE e con sufficiente anticipo, utilizzando gli appositi indicatori di direzione, ogni svolta o cambiamento di corsia. Rendersi ben visibili evitando di viaggiare nelle “aree cieche” dei veicoli che precedono. Fare molta attenzione negli incroci, in corrispondenza delle uscite da aree private o da parcheggi e nelle corsie d’ingresso in autostrada. Spegnere SEMPRE il motore quando si fa rifornimento e fare attenzione a non far cadere del carburante sul motore o sul tubo di scarico. Non fumare mai durante il rifornimento. Durante il rifornimento si possono inalare vapori di carburante nocivi alla salute. Se qualche goccia di carburante dovesse cadere sulla pelle o sugli abiti, lavarsi immediatamente con acqua e sapone e cambiare gli abiti. Togliere SEMPRE la chiave quando si lascia il motociclo incustodito. Il motore, i tubi di scarico e i silenziatori restano caldi a lungo.

i tubi di scarico e i silenziatori restano caldi a lungo. Attenzione L’impianto di scarico può

Attenzione

L’impianto di scarico può essere caldo, anche dopo lo

spegnimento del motore; prestare molta attenzione a non toccare con nessuna parte del corpo l’impianto di scarico e a non parcheggiare il veicolo in prossimità di materiali infiammabili (compreso legno, foglie ecc.).

Parcheggiare il motociclo in modo che non possa essere urtato e utilizzando il cavalletto laterale. Non parcheggiare mai su un terreno sconnesso o morbido, in quanto il motociclo potrebbe cadere.

Guida a pieno carico

Questo motociclo è stato progettato per percorrere lunghi tratti a pieno carico in assoluta sicurezza. La sistemazione dei pesi sul motociclo è molto importante per mantenere inalterati gli standard di sicurezza ed evitare di trovarsi in difficoltà in caso di manovre repentine o in tratti di strada sconnessa.

caso di manovre repentine o in tratti di strada sconnessa. Attenzione La velocità massima consentita con

Attenzione

La velocità massima consentita con le borse laterali,

topcase e la borsa serbatoio montate non deve superare i

180 km/h.

e la borsa serbatoio montate non deve superare i 180 km/h. Attenzione Non superare il peso

Attenzione

Non superare il peso complessivo ammesso del

motociclo e prestare attenzione alle informazioni sul carico trasportabile di seguito riportate.

Informazioni sul carico trasportabile

Il peso complessivo del motociclo in ordine di marcia con conducente, passeggero, bagaglio e accessori addizionali non deve superare i:

430 kg.

10 5 Kg Kg 10 Kg fig. 1 Attenzione Il peso massimo ammissibile delle borse
10
5
Kg
Kg
10
Kg
fig. 1
Attenzione
Il peso massimo ammissibile delle borse laterali,

topcase e borsa serbatoio non deve assolutamente superare i 35 kg così suddivisi (fig. 1):

10

kg max per ogni borsa laterale;

10

kg max per il Top Case;

5 kg max per la borsa serbatoio.

I

I

I Importante Disporre il bagaglio o gli accessori più pesanti in posizione più bassa possibile e

Importante

Disporre il bagaglio o gli accessori più pesanti in

posizione più bassa possibile e possibilmente al centro del motociclo. Fissare saldamente il bagaglio alle strutture del motociclo; un bagaglio non fissato correttamente può renderlo instabile. Non fissare elementi voluminosi e pesanti sulla testa di sterzo o sul parafango anteriore in quanto causerebbero una pericolosa instabilità del motociclo. Non inserire parti da trasportare negli interstizi del telaio in quanto potrebbero interferire con le parti in movimento del motociclo. In caso di montaggio delle borse laterali (disponibili su richiesta presso il servizio ricambi Ducati), suddividere i bagagli e gli accessori in base al loro peso e disporli uniformemente all’interno delle borse laterali. Chiudere con l’apposita serratura a chiave ogni borsa laterale. Verificare che i pneumatici siano gonfiati alla pressione indicata a pag. 177 e che risultino in buone condizioni.

Dati per l’identificazione

Ogni motociclo Ducati è contraddistinto da due numeri di identificazione, rispettivamente per il telaio (fig. 2) e per il motore (fig. 3).

Telaio N.

Motore N.

(fig. 2) e per il motore (fig. 3). Telaio N. Motore N. Note Questi numeri identificano

Note

Questi numeri identificano il modello del motociclo e

sono indispensabili nelle richieste di parti di ricambio.

fig. 2
fig. 2

I

fig. 3
fig. 3

I

Cruscotto (Dashboard)

Cruscotto

1)

LCD Dot-Matrix, (vedi pag.15)

2)

CONTAGIRI (min -1 ).

Indica il numero di giri al minuto del motore.

3)

Si accende quando il cambio è in posizione di folle.

4)

Si accende per indicare le luci abbaglianti accese.

5) SPIA PRESSIONE OLIO MOTORE

Si accende per indicare una pressione dell'olio motore insufficiente. Deve accendersi al “Key-on”, ma deve spegnersi alcuni secondi dopo l'avvio del motore. Può succedere che si accenda brevemente in caso di motore molto caldo, dovrebbe spegnersi quando i numeri di giri

aumentano.

SPIA FOLLE N (VERDE).

SPIA LUCE ABBAGLIANTE

giri aumentano. SPIA FOLLE N (VERDE). SPIA LUCE ABBAGLIANTE (BLU). (ROSSA). Importante Non utilizzare il motociclo

(BLU).

SPIA FOLLE N (VERDE). SPIA LUCE ABBAGLIANTE (BLU). (ROSSA). Importante Non utilizzare il motociclo quando la

(ROSSA).

SPIA FOLLE N (VERDE). SPIA LUCE ABBAGLIANTE (BLU). (ROSSA). Importante Non utilizzare il motociclo quando la

Importante

Non utilizzare il motociclo quando la spia (5) rimane

accesa in quanto si potrebbe danneggiare il motore.

3 5 10 8 6 DDA 4 LAP GEAR 1 2 9 7 fig. 4
3
5
10
8
6
DDA
4
LAP
GEAR
1
2
9
7 fig. 4
6) SPIA RISERVA CARBURANTE (GIALLO AMBRA).
Si accende quando il serbatoio è in riserva; sono rimasti circa
4 litri di carburante.
7)
SPIE INDICATORI DI DIREZIONE
(VERDE).

Si accende e lampeggia la spia dell’indicatore di direzione in funzione.

8)

(GIALLO AMBRA). Si accende in corrispondenza di errori “motore” e/o “veicolo” e, in alcuni casi, il conseguente blocco del motore.

SPIA “DIAGNOSI MOTORE/VEICOLO - EOBD”

e/o “veicolo” e, in alcuni casi, il conseguente blocco del motore. SPIA “DIAGNOSI MOTORE/VEICOLO - EOBD”

9)

Spia limitatore “Over rev”/ spia controllo di trazione “DTC” (ROSSA) (fig. 4):

 

Spia Over rev

Nessun taglio

Off

1° soglia - n. RPM prima del Limitatore (*)

On - FISSA

Limitatore (Taglio Fuorigiri) (*)

On - Lampeggiante

Spie Intervento DTC

Nessun intervento

Off

Intervento DTC

On - FISSA

(*) ogni Calibrazione della Centralina Controllo Motore, a seconda del Modello, può avere un diverso “settaggio” delle soglie che precedono il limitatore e del limitatore stesso.

soglie che precedono il limitatore e del limitatore stesso. Note Nel caso particolare in cui si

Note

Nel caso particolare in cui si ha contemporaneamente

l'accensione delle spie per attivazione della Funzione Over rev e per Intervento del DTC il Cruscotto dà priorità alla Funzione Over rev.

10) SPIE ABS

Si accende per indicare l’ABS disabilitato o non funzionante.

accende per indicare l’ABS disabilitato o non funzionante. (GIALLO AMBRA) (fig. 4). Motore spento / velocità

(GIALLO AMBRA) (fig. 4).

Motore spento / velocità inferiore 5 Km/h

Spia spenta

Spia lampeggiante

Spia fissa

 

ABS disabilitato

ABS abilitato ma non

tramite funzione

ancora funzionante

-

“DISAB ABS” da menù (**)

Motore acceso / velocità inferiore 5 Km/h

Spia spenta

Spia lampeggiante

Spia fissa

 

ABS disabilitato

ABS abilitato ma non

tramite funzione

ancora funzionante

-

“DISAB ABS” da menù

Motore acceso / velocità maggiore 5 Km/h

Spia spenta

Spia lampeggiante

Spia fissa

ABS abilitato e funzionante

ABS disabilitato tramite funzione “DISAB ABS” da menù

ABS disabilitato e non funzionante a causa di un problema.

I

(**) l'ABS è da ritenersi effettivamente disabilitato solamente se la spia rimane lampeggiante anche dopo aver avviato il motore.

I

11) PULSANTE DI COMANDO (fig. 5)

Pulsante utilizzato per la visualizzazione e l'impostazione di parametri del cruscotto con posizione “s”. 12) PULSANTE DI COMANDO (fig. 5) Pulsante utilizzato per la visualizzazione e l’impostazione di parametri del cruscotto con posizione “t”. 13) PULSANTE LAMPEGGIO ABBAGLIANTE FLASH (fig. 5) Il pulsante che normalmente ha la funzione di lampeggio abbagliante può essere utilizzato per le funzioni LAP. 14) PULSANTE DI DISATTIVAZIONE (RESET) (fig. 5). Il pulsante che normalmente ha la funzione di disattivare le frecce può essere utilizzato anche per la funzione RESET/ CONFERMA del cruscotto e attivazione del “Riding Mode”.

13 11 14 12 fig. 5
13
11
14
12
fig. 5

LCD – Funzioni principali

LCD – Funzioni principali Attenzione Intervenire sul cruscotto esclusivamente a veicolo fermo. Non intervenire per

Attenzione

Intervenire sul cruscotto esclusivamente a veicolo

fermo. Non intervenire per nessun motivo sul cruscotto mentre si è alla guida del veicolo.

1) TACHIMETRO. Indica la velocità di marcia 2) CONTACHILOMETRI.

Indica la distanza totale percorsa.

3)

Indica la distanza percorsa dall'ultimo azzeramento (TRIP 1 e TRIP 2).

CONTACHILOMETRI PARZIALE.

4)

OROLOGIO.

5)

LIVELLO CARBURANTE.

6)

INDICATORE GIRI MOTORE (RPM).

7)

REGISTRAZIONE TEMPO SU GIRO, VELOCITÀ

8)

MASSIMA E RPM MASSIMI (LAP). INDICATORE DTC ATTIVO/NON ATTIVO.

9)

INDICATORE MARCIA.

10 2 3 1 5 8 DDA LAP 4 GEAR 11 9 7 6 fig.
10
2
3
1
5
8
DDA
LAP
4 GEAR
11
9 7
6
fig. 6
10) INDICATORE TEMPERATURA ACQUA.
Indica la temperatura del liquido di raffreddamento del
motore.
Importante
Non utilizzare il motociclo quando la temperatura

I

raggiunge il valore massimo in quanto si potrebbe danneggiare il motore.

11) LCD Dot-Matrix

I

LCD – Impostazione/visualizzazione

parametri

Al termine del check il cruscotto visualizza sempre come

indicazione “principale” il Totalizzatore (TOT) sul display principale e lo “Stile di guida” sul display circolare.

principale e lo “Stile di guida” sul display circolare. Note È possibile interrompere il check premendo

Note

È possibile interrompere il check premendo il pulsante

(1, fig. 8).

Al termine del check iniziale il Cruscotto si porta sempre nella

visualizzazione “principale” in cui vengono indicate le

seguenti informazioni.

Sull’LCD principale (A, fig. 7):

- Indicazione velocità veicolo;

- Indicazione giri motore (RPM);

- Indicazione marcia;

- Indicazione orologio

- Indicazione livello carburante

- Indicazione temperatura liquido di raffreddamento motore;

- TOT - Totalizzatore

A questo punto premendo il pulsante (1, fig. 8) “s” è

possibile passare alle seguenti funzioni:

- TRIP1 - Totalizzatore parziale 1

- TRIP2 - Totalizzatore parziale 2

A DDA LAP GEAR B fig. 7
A
DDA
LAP
GEAR
B
fig. 7
1 2 fig. 8
1 2
fig. 8

LCD Dot-Matrix (B, fig. 7):

-

-

-

- SET UP - Indicazione “Stile di Guida” impostato

WARNING (solo se attivi) ERRORI (solo se attivi) DESMO SERVICE (solo se attivi)

A questo punto premendo il pulsante (2, fig. 8) “t” è possibile passare alle seguenti funzioni:

- RANGE - Autonomia residua

- CONS I. - Consumo istantaneo

- CONS M. - Consumo medio

- AVG - Velocità media

- AIR - Temperatura aria

- TIME TRIP - Tempo di viaggio

I

I

Indicatore velocità veicolo

Questa funzione visualizza la velocità del veicolo (Km/h o mph a seconda del sistema di misura scelto). Il cruscotto riceve l'informazione della velocità reale (calcolata in km/h) e visualizza il dato maggiorato dell' 8%. La massima velocità visualizzata è 299 km/h (186 mph). Oltre i 299 km/h (186 mph) vengono visualizzate le lineette “- - -” (non lampeggianti).

fig. 9

fig. 9

Indicatore giri motore (RPM)

Questa funzione permette la visualizzazione dei giri motore. Il cruscotto riceve l'informazione dei giri motore e visualizza il dato. Il dato viene visualizzato da sinistra a destra in maniera progressiva identificano il numero dei giri.

fig. 10
fig. 10

fig. 10

I

I

Indicatore marcia inserita

Questa funzione permette la visualizzazione delle marce. Il cruscotto riceve l'informazione del dato ed indica la marcia innestata o “N” per la posizione di folle.

la marcia innestata o “N” per la posizione di folle. Note In caso di un “errore”

Note

In caso di un “errore” sensore marcia viene

visualizzato il trattino “-” (non lampeggiante).

GEAR GEAR GEAR GEAR GEAR GEAR GEAR GEAR fig. 11
GEAR
GEAR GEAR
GEAR GEAR
GEAR GEAR
GEAR
fig. 11

Orologio

Questa funzione permette la visualizzazione dell'indicazione dell'ora. L'orario è sempre visualizzato secondo la seguente sequenza:

AM da 0:00 a 11:59 PM da 12:00 a 11:59

Nel caso di un'interruzione della batteria (Batt-OFF), al ripristinarsi della tensione e al successivo (Key-On), l'orologio viene resettato e riprendere automaticamente a contare partendo da “0:00”.

fig. 12

fig. 12

I

I

Indicatore livello carburante

Questa funzione permette la visualizzazione del livello carburante. La spia riserva si accende quando il livello scende fino a 2 tacche e nel serbatoio sono presenti ancora circa 4 Litri; se il livello scende ancora la visualizzazione prevede l'ultima tacca lampeggiante.

la visualizzazione prevede l'ultima tacca lampeggiante. Importante Se si entra nello stato di riserva e la

Importante

Se si entra nello stato di riserva e la spia è accesa,

durante il rifornimento di carburante, si consiglia di spegnere il veicolo (key-off); aggiungendo carburante senza spegnere (key-on e motore off) l’aggiornamento dei dati potrebbe risultare non immediato.

l’aggiornamento dei dati potrebbe risultare non immediato. Note In caso di un “errore” della sonda livello

Note

In caso di un “errore” della sonda livello viene

visualizzato il bargraph senza tacche ed il resto del digit diventa lampeggiante.

Tacche fisse

Tacche fisse

Tacche fisse

Tacche fisse
Tacche fisse
Tacche fisse

Tacca

Tacca  
 

lampeggiante

lampeggiante
lampeggiante

fig. 13

Temperatura liquido di raffreddamento motore

Questa funzione descrive il funzionamento dell'indicazione del liquido di raffreddamento del motore. È possibile scegliere l'unità di misura della temperatura (°C o °F). L'indicazione del dato avviene nel seguente modo:

- se il dato è compreso tra - 39°C e +39°C il cruscotto visualizza la scritta “LO” in modo fisso;

- se il dato è compreso tra +40°C e +120°C il cruscotto visualizza il dato in modo fisso;

- se il dato è uguale o superiore a +121°C il cruscotto visualizza la scritta “HI” in modo lampeggiante.

visualizza la scritta “HI” in modo lampeggiante. Note In caso di un “errore” del sensore vengono

Note

In caso di un “errore” del sensore vengono visualizzati

i trattini (“- - -”) in modo lampeggiante e contemporaneamente viene accesa la spia “Diagnosi Motore/Veicolo - EOBD” (8, fig. 4).

vs. EU, CND, FRA, JAP Dato Fisso Dato Fisso Dato Fisso Dato Lampeggiante Dato Lampeggiante
vs. EU, CND, FRA, JAP
Dato Fisso
Dato Fisso
Dato Fisso
Dato Lampeggiante
Dato Lampeggiante
Diagnosi Motore
vs. UK, USA
Dato Fisso
Dato Fisso
Dato Fisso
Dato Lampeggiante
Dato Lampeggiante
Diagnosi Motore
fig. 14

I

I

Indicatore spazio totale percorso

“Totalizzatore”

Questa funzione permette la visualizzazione dell'indicazione dello spazio totale percorso. Al Key-On il sistema entra automaticamente in questa funzione. Il dato è memorizzato in modo permanente e non è azzerabile. Se il dato supera il chilometraggio 99999 Km (o 99999 miglia) rimane visualizzata in modo permanente la scritta “99999“.

vs. EU, CND, FRA, JAP vs. UK, USA fig. 15
vs. EU, CND, FRA, JAP
vs. UK, USA
fig. 15

Indicatore spazio parziale percorso “Trip 1”

Questa funzione permette la visualizzazione dell'indicazione dello spazio parziale percorso. Quando si è all'interno di questa funzione se viene premuto il pulsante (1, fig. 8) “s” per 3 secondi il dato viene azzerato. Se il dato supera il numero 999.9 lo spazio percorso viene azzerato e il conteggio ricomincia automaticamente. Se in un qualsiasi momento vengono cambiate le unità di misura del sistema o vi è un'interruzione dell'alimentazione (Battery Off), lo spazio percorso viene azzerato e il conteggio riparte da zero (tenendo conto delle eventuali nuove unità di misura impostate).

conto delle eventuali nuove unità di misura impostate). Note Azzerando questo dato vengono azzerate anche le

Note

Azzerando questo dato vengono azzerate anche le

funzioni “Consumo Medio”, “Velocità Media” e “Tempo di Viaggio”.

Indicatore spazio parziale percorso “Trip 2”

Questa funzione permette la visualizzazione dell'indicazione dello spazio parziale percorso. Quando si è all'interno di questa funzione se viene premuto il pulsante (1, fig. 8) “s” per 3 secondi il dato viene azzerato. Se il dato supera il numero 999.9 lo spazio percorso viene azzerato e il conteggio ricomincia automaticamente. Se in un qualsiasi momento vengono cambiate le unità di misura del sistema o vi è un'interruzione dell'alimentazione (Battery Off), lo spazio percorso viene azzerato e il conteggio riparte da zero (tenendo conto delle eventuali nuove unità di misura impostate).

vs. EU, CND, FRA, JAP vs. UK, USA fig. 16
vs. EU, CND, FRA, JAP
vs. UK, USA
fig. 16

I

vs. EU, CND, FRA, JAP vs. UK, USA fig. 17
vs. EU, CND, FRA, JAP
vs. UK, USA
fig. 17

I

Indicazione funzione DTC attiva / non attiva

Questa funzione indica se il DTC (Ducati Traction Control) è attivo. Quando la scritta “DTC” dentro la cornice è spenta significa che la funzione è disattivata.

Indicazione funzione LAP attiva / non attiva

Questa funzione indica se il LAP (Tempo sul giro) è attivo. Quando la scritta “LAP” è spenta significa che la funzione è disattivata.

DTC OFF DTC ON fig. 18
DTC OFF
DTC ON
fig. 18
LAP OFF LAP
LAP OFF
LAP

LAP ON

“LAP” è spenta significa che la funzione è disattivata. DTC OFF DTC ON fig. 18 LAP

fig. 19

Indicazione Warning (Allarmi / Segnalazioni)

Il cruscotto attiva in tempo reale e visualizza sul display

circolare “Dot-Matrix” (B, fig. 20) alcune segnalazioni / malfunzionamenti non comunque pericolosi per il corretto funzionamento del veicolo. Al Key-On (al termine del check) vengono visualizzati uno o più “warning” solo se attivi. In corrispondenza dell'attivazione di un “warning” durante il funzionamento, l'indicazione corrente sul display circolare “Dot-Matrix” (B, fig. 20) commuta automaticamente la segnalazione. Nel caso le segnalazioni siano più di una vengono visualizzate in “rolling” ogni 3 secondi.

di una vengono visualizzate in “rolling” ogni 3 secondi. Note In corrispondenza dell'attivazione di uno o

Note

In corrispondenza dell'attivazione di uno o più

“warning” non viene accesa nessuna spia di segnalazione.

I “warning” che potrebbero essere visualizzati sono i seguenti:

- Livello batteria;

- Traction control;

- Chiave hands free;

- Livello batteria chiave hands free;

- Temperatura liquido raffreddamento;

- Sblocco dello sterzo in errore.

Quando uno o più “warning” sono attivi è comunque possibile, tramite il pulsante (2, fig. 8) “t”, passare alle altre funzioni.

B DDA LAP GEAR fig. 20
B
DDA
LAP
GEAR
fig. 20

I

I

Livello Batteria “Basso”

L'attivazione di questo “warning” indica che lo stato della batteria del veicolo è basso. L'attivazione avviene quando la tensione batteria è 11.0 Volt.

avviene quando la tensione batteria è ≤ 11.0 Volt. Note In questo caso Ducati raccomanda di

Note

In questo caso Ducati raccomanda di caricare al più

presto la batteria con l'apposito strumento in quanto potrebbe essere che non sia possibile avviare il veicolo.

Traction Control (DTC) disattivato

L'attivazione di questo “warning” indica che il DTC (Ducati Traction Control) è disattivato.

indica che il DTC (Ducati Traction Control) è disattivato. Note In questo caso Ducati raccomanda di

Note

In questo caso Ducati raccomanda di fare particolare

attenzione alla guida perché il comportamento del veicolo risulta differente rispetto al funzionamento con Controllo di Trazione attivo.

fig. 21

fig. 21

fig. 22

fig. 22

Chiave Hands Free (HF) non riconosciuta

L'attivazione di questo “warning” indica che il sistema Hands Free non rileva la chiave attiva (1, fig. 61) nelle vicinanze del veicolo.

la chiave attiva (1, fig. 61) nelle vicinanze del veicolo. Note In questo caso Ducati racc

Note

In questo caso Ducati raccomanda di verificare che

effettivamente la chiave attiva (1, fig. 61) sia nelle vicinanze

(e quindi che non sia stata persa) oppure che funzioni

correttamente.

Livello batteria della chiave Hands Free (HF) “Basso”

L'attivazione di questo “warning” indica che il sistema

Hands Free rileva che la pila che permette alla chiave attiva

(1, fig. 61) di comunicare ed accendere il veicolo stà per

scaricarsi.

di comunicare ed accendere il veicolo stà per scaricarsi. Note In questo caso Ducati raccoma nda

Note

In questo caso Ducati raccomanda di sostituire al più

presto la pila come riportato al paragrafo “Sostituzione batteria della chiave attiva” (pag.90).

 
 

fig. 23

fig. 24

fig. 24

I

I

Temperatura liquido di raffreddamento

motore “Alto”

L'attivazione di questo “warning” indica che la temperatura del liquido di raffreddamento del motore è alta. L'attivazione avviene quando la temperatura raggiunge i 121°C (250°F).

avviene quando la temperatura raggiunge i 121°C (250°F). Note In questo caso Ducati raccomanda di fermarsi

Note

In questo caso Ducati raccomanda di fermarsi e

spegnere immediatamente il motore; accertarsi che le ventole siano in funzione.

Sblocco dello sterzo in errore - Sterzo ancora bloccato

L'attivazione di questo “warning” indica che il Sistema Hands Free non è riuscito ad estrarre il bloccasterzo.

Hands Free non è riuscito ad estrarre il bloccasterzo. Attenzione In questo caso Ducati consiglia di

Attenzione

In questo caso Ducati consiglia di spegnere e

riaccendere il veicolo (Key-Off / Key-On) tenendo spinto il manubrio a fine corse. Se la segnalazione permane (e quindi lo sterzo non si “sblocca”) occorre rivolgersi ad un Concessionario o ad un'Officina Autorizzata Ducati.

fig. 25

fig. 25

fig. 26

fig. 26

Diagnostica del cruscotto

Questa funzione permette di individuare eventuali comportamenti anomali del veicolo. Il cruscotto attiva in tempo reale eventuali comportamenti anomali del veicolo (ERRORI). Al Key-On (al termine del check) vengono visualizzati uno o più “ERRORI” (solo se attivi). In corrispondenza dell'attivazione di un “errore” durante il funzionamento, l'indicazione corrente sul display circolare “Dot-Matrix” (B, fig. 7) commuta automaticamente sulla segnalazione. Nel caso gli errori siano più di uno vengono visualizzati in “rolling” ogni 3 secondi; in corrispondenza dell'attivazione di uno o più errori viene sempre accesa anche la spia “Diagnosi Motore/Veicolo - EOBD” (8, fig. 4).

Quando uno o più errori sono attivi è comunque possibile, tramite il pulsante (2, fig. 8) “t”, passare alle altre funzioni. Di seguito viene indicata la tabella degli errori che potranno essere visualizzati.

la tabella degli errori che potranno essere visualizzati. Attenzione Quando viene visualizzato uno o più errori

Attenzione

Quando viene visualizzato uno o più errori rivolgersi

sempre ad un Concessionario o ad un’Officina autorizzata Ducati.

I

SPIA

MESSAGGIO DI ERRORE

ERRORE

BBS/DTCautorizzata Ducati. I SPIA MESSAGGIO DI ERRORE ERRORE Centralina Black Box / Traction Control GEAR SENSOR

Centralina Black Box / Traction Control

GEAR SENSORSensore Marcia

Sensore Marcia

FUEL SENSORSonda Livello Carburante

Sonda Livello Carburante

SPEED SENSORSensore Velocità

Sensore Velocità

EXVL ERRORMotorino Valvola Scarico

Motorino Valvola Scarico

I

SPIA
SPIA

MESSAGGIO DI ERRORE

ERRORE

UNKNOW DEVICE

Centralina Sconosciuta

DEVICE ECUDI ERRORE ERRORE UNKNOW DEVICE Centralina Sconosciuta Centralina ECU non funzionante DEVICE DASHBOARD Cruscotto

Centralina ECU non funzionante

DEVICE DASHBOARDSconosciuta DEVICE ECU Centralina ECU non funzionante Cruscotto non funzionante DEVICE HANDS FREE Centralina Hands

Cruscotto non funzionante

DEVICE HANDS FREEnon funzionante DEVICE DASHBOARD Cruscotto non funzionante Centralina Hands Free non funzionante DEVICE BBS - DTC

Centralina Hands Free non funzionante

DEVICE BBS - DTCDEVICE HANDS FREE Centralina Hands Free non funzionante Centralina Black Box non funzionante THROTTLE POSITION

Centralina Black Box non funzionante

THROTTLE POSITIONDEVICE BBS - DTC Centralina Black Box non funzionante Posizione Farfalla errata ACCELER. POSITION Posizione

Posizione Farfalla errata

ACCELER. POSITIONnon funzionante THROTTLE POSITION Posizione Farfalla errata Posizione acceleratore errata ETV MOTOR Motorino Farfalla

Posizione acceleratore errata

ETV MOTORerrata ACCELER. POSITION Posizione acceleratore errata Motorino Farfalla non funzionante ETV RELAY Relè Motorino

Motorino Farfalla non funzionante

ETV RELAYerrata ETV MOTOR Motorino Farfalla non funzionante Relè Motorino Farfalla non funzionante PRESSURE Sensore

Relè Motorino Farfalla non funzionante

PRESSUREETV RELAY Relè Motorino Farfalla non funzionante Sensore Pressione atmosferica ENGINE TEMPERAT.

Sensore Pressione atmosferica

ENGINE TEMPERAT.Temperatura Motore

Temperatura Motore

AIR TEMP.Temperatura Aria

Temperatura Aria

SPIA

MESSAGGIO DI ERRORE

ERRORE

FUEL INJECTIONRelè Iniezione

Relè Iniezione

COILBobina

Bobina

INJECTORIniettore

Iniettore

PICK-UPSensore giri fase

Sensore giri fase

LAMBDASonda Lambda

Sonda Lambda

LAMBDA HEATERRiscaldatore Lambda

Riscaldatore Lambda

FAN RELAYRelè Ventole

Relè Ventole

HIGH BEAMRelè Luce Abbagliante

Relè Luce Abbagliante

LOW BEAMRelè Luce Anabbagliante

Relè Luce Anabbagliante

CANLuce Abbagliante LOW BEAM Relè Luce Anabbagliante Linea di comunicazione CAN I BATTERY Tensione Batteria (HIGH

Linea di comunicazione CAN

I

BATTERYRelè Luce Anabbagliante CAN Linea di comunicazione CAN I Tensione Batteria (HIGH o LOW) DEVICE DES

Tensione Batteria (HIGH o LOW)

DEVICE DESCAN Linea di comunicazione CAN I BATTERY Tensione Batteria (HIGH o LOW) Centralina Sospensioni non funzionante

Centralina Sospensioni non funzionante

I

SPIA
SPIA

MESSAGGIO DI ERRORE

ERRORE

DES GENERIC

Problema al funz. centralina Sospensioni

STOP LIGHTLuce Stop Posteriore

Luce Stop Posteriore

ECU GENERICCentralina ECU in errore

Centralina ECU in errore

KEY ERRORStop Posteriore ECU GENERIC Centralina ECU in errore Problema di Comunicazione HF HANDS FREE GENERIC Centralina

Problema di Comunicazione HF

HANDS FREE GENERICECU in errore KEY ERROR Problema di Comunicazione HF Centralina Hands Free in errore DES FRONT

Centralina Hands Free in errore

DES FRONT COMPRESS.HF HANDS FREE GENERIC Centralina Hands Free in errore Problema allo stepper che regola la compressione

Problema allo stepper che regola la compressione della sospensione anteriore

DES FRONT REBOUNDche regola la compressione della sospensione anteriore Problema allo stepper che regola l'estensione della

Problema allo stepper che regola l'estensione della sospensione anteriore

DES REAR COMPRESS.che regola l'estensione della sospensione anteriore Problema allo stepper che regola la compressione della

Problema allo stepper che regola la compressione della sospensione post.

DES REAR REBOUNDstepper che regola la compressione della sospensione post. Problema allo stepper che regola l'estensione della

Problema allo stepper che regola l'estensione della sospensione post.

DES PRELOADERstepper che regola l'estensione della sospensione post. Problema al motorino DC che regola il precarico della

Problema al motorino DC che regola il precarico della sospensione post.

Indicatore interventi manutenzione

Questa funzione indica che il veicolo stà per raggiungere o ha raggiunto un chilometraggio tale per cui occorre rivolgersi ad un'Officina Autorizzata Ducati per eseguire la manutenzione generale preventiva o il cambio dell'Olio.

Indicazione Chilometraggio residuo al raggiungimento del SERVICE

Quando mancano 1000 Km (621 miglia) al chilometraggio programmato da Ducati per eseguire il ”SERVICE” il cruscotto attiva (al termine del check iniziale) l'indicazione che anticipa che tipo di tagliando si dovrà eseguire e il chilometraggio residuo (count-down). L'indicazione si attiva ad ogni accensione (Key-On) per 5 secondi in maniera lampeggiante . Il chilometraggio residuo verrà aggiornato ogni 100 Km (-1000, -900, -800, -700, ecc… ).

aggiornato ogni 100 Km (-1000, -900, -800, -700, ecc… ). Attenzione Il reset dell'indicazione può essere

Attenzione

Il reset dell'indicazione può essere eseguito solamente

da un Concessionario o da un'Officina Autorizzata Ducati che provvederà alla manutenzione.

Indicazione chilometraggio raggiunto per il SERVICE

Se si raggiunge il chilometraggio programmato da Ducati il cruscotto attiva (al termine del check iniziale) l'indicazione che occorre recarsi ad un Concessionario o ad un'Officina Autorizzata Ducati per eseguire la manutenzione programmata “DESMO SERVICE” oppure “OIL SERVICE” . L'indicazione si attiva ad ogni accensione (Key-On) in maniera non lampeggiante; premendo il pulsante (2, fig. 8) “t” sarà possibile passare alla visualizzazione delle altre funzioni; L'indicazione permane fino a che non si esegue il reset e sarà possibile visualizzarla in qualunque momento eseguendo lo scroll delle funzioni.

in qualunque momento eseguendo lo scroll delle funzioni. Attenzione Il reset dell'indicazione può essere

Attenzione

Il reset dell'indicazione può essere eseguito solamente

da un Concessionario o da un'Officina Autorizzata Ducati che provvederà alla manutenzione.

Autorizzata Ducati che provvederà alla manutenzione. Note Le soglie di chilometraggio sono definite in senso I

Note

Le soglie di chilometraggio sono definite in senso

I

“assoluto” e non tengono conto di quando viene effettuata la richiesta di “reset” da parte dell'Officina Autorizzata Ducati della segnalazione.

I

Tabella interventi di manutenzione

 

Segnalazione

Chilometraggio

count down -1000 DESMO SERVICE

count down -1000 OIL SERVICE

DESMO

OIL SERVICE

percorso

SERVICE

1

1000

     

2

11000

 

   

12000

     

3

23000

     

24000

   

 
 

35000

 

   

4

36000

     

 

47000

     

5

48000

   

 

6

59000

 

   

60000

     

 

71000

     

7

72000

   

 

8

83000

 

   

84000

     

9

95000

     

96000

   

 
fig. 27

fig. 27

I

I

SET UP - Indicazione “Stile di guida

impostato”

Questa funzione indica lo “Stile di guida” impostato nel veicolo. Sono disponibili quattro “Stili di guida”: SPORT, TOURING, URBAN ed ENDURO. Ogni stile di guida può essere cambiato attraverso la funzione “Riding Mode”.

Viene indicato l'assetto impostato (fig. 28) e lo stile di guida (fig. 29).

Singolo passeggeroSingolo passeggero con bagaglio Dooppio passeggero Doppio passeggero con bagaglio fig. 28

Singolo passeggero con bagaglioSingolo passeggero Dooppio passeggero Doppio passeggero con bagaglio fig. 28

Singolo passeggero Singolo passeggero con bagaglio Dooppio passeggero Doppio passeggero con bagaglio fig. 28

Dooppio passeggeroSingolo passeggero Singolo passeggero con bagaglio Doppio passeggero con bagaglio fig. 28

Singolo passeggero Singolo passeggero con bagaglio Dooppio passeggero Doppio passeggero con bagaglio fig. 28

Doppio passeggero con bagaglioSingolo passeggero Singolo passeggero con bagaglio Dooppio passeggero fig. 28

Singolo passeggero Singolo passeggero con bagaglio Dooppio passeggero Doppio passeggero con bagaglio fig. 28
Singolo passeggero Singolo passeggero con bagaglio Dooppio passeggero Doppio passeggero con bagaglio fig. 28

fig. 28

fig. 29
fig. 29
fig. 29
fig. 29
fig. 29
fig. 29
fig. 29
fig. 29
fig. 29
fig. 29
fig. 29
fig. 29
fig. 29
fig. 29
fig. 29
fig. 29

fig. 29

I

I

Indicatore “RANGE” - Autonomia Residua

Questa funzione indica quanto chilometraggio può essere effettuato con il carburante presente nel serbatoio. Il calcolo viene effettuato in base al livello carburante ed un consumo medio riferito a circa gli ultimi 90 secondi di guida (non al consumo medio “CONS M.”). Se si esegue il rifornimento con il veicolo spento (key-off) introducendo una quantità di carburante superiore a 4 litri, al successivo key-on, il dato di autonomia residua viene aggiornato istantaneamente e viene calcolato tenendo conto del nuovo livello carburante e di un consumo medio di 18.0 Km/L; in caso contrario (cioè se si introduce una quantità di carburante inferiore a 4 litri) l'aggiornamento del dato avviene solamente dopo che il veicolo è in movimento (in maniera non istantanea). Quando il chilometraggio arriva a zero “0” l'indicazione diventa lampeggiante sincrona con il lampeggio del simbolo (moto + pompa benzina). La fase attiva del calcolo avviene quando il motore è acceso ed il veicolo è in movimento (non vengono considerate le interruzioni della marcia duranti le quali la velocità è uguale a zero “0” e/o il motore è spento).

velocità è uguale a zero “0” e/o il motore è spento). Attenzione Durante il rifornimento di

Attenzione

Durante il rifornimento di carburante si consiglia di

spegnere il veicolo (key-off); aggiungendo carburante senza spegnere (key-on/motore off), l’aggiornamento del dato avverà appena il veicolo sarà in movimento (velocità maggiore a zero).

il veicolo sarà in movimento (velocità maggiore a zero). Attenzione L'autonomia residua rilevata è comunque un

Attenzione

L'autonomia residua rilevata è comunque un dato

approssimato; Ducati raccomanda di non sfruttare fino all'ultima indicazione disponibile la percorrenza indicata.

vs. EU, CND, FRA, JAP

vs. EU, CND, FRA, JAP vs. UK, USA fig. 30
vs. EU, CND, FRA, JAP vs. UK, USA fig. 30

vs. UK, USA

vs. EU, CND, FRA, JAP vs. UK, USA fig. 30

fig. 30vs. EU, CND, FRA, JAP vs. UK, USA

Indicatore “CONS I.” - Consumo Istantaneo

Questa funzione indica il consumo istantaneo del veicolo.

Il calcolo viene effettuato considerando la quantità di carburante utilizzata e lo spazio percorso nell'ultimo secondo;

il dato viene espresso in “L / 100” ( litri / 100 Km ); è possibile impostare comunque tramite la funzione “Setting special” l'unità di misura “Km / L” ( chilometri / litro ). La fase attiva del calcolo avviene solamente quando il motore è acceso ed il veicolo è in movimento (non vengono considerate le interruzioni della marcia duranti le quali la velocità è = 0 e/o il motore è spento). Durante la fase in cui non viene eseguito il calcolo sul display vengono visualizzati

i trattini “- -.-”.

Indicatore “CONS M.” - Consumo Medio

Questa funzione indica il consumo medio del veicolo. Il calcolo viene effettuato considerando la quantità di carburante utilizzata e i km percorsi a partire dall'ultimo reset del Trip 1. Quando si azzera il Trip 1 il dato viene azzerato ed

il primo dato disponibile viene visualizzato dopo 10 secondi

dal reset. Durante i primi 10 secondi in cui il dato non è ancora disponibile sul display vengono visualizzati i trattini “- -.-”.

Il dato viene espresso in “L / 100” ( litri / 100 Km ); è possibile impostare comunque tramite la funzione ”Setting special” l'unità di misura “Km / L” ( chilometri / litro ). La fase attiva del calcolo avviene quando il motore è acceso anche con veicolo fermo (non vengono considerate le interruzioni della marcia duranti le quali il motore è spento).

vs. EU, CND, FRA, JAP

vs. UK, USA

vs. EU, CND, FRA, JAP vs. UK, USA fig. 31
vs. EU, CND, FRA, JAP vs. UK, USA fig. 31
fig. 31
fig. 31

fig. 31

I

vs. EU, CND, FRA, JAP

vs. UK, USA

vs. EU, CND, FRA, JAP vs. UK, USA fig. 32
vs. EU, CND, FRA, JAP vs. UK, USA fig. 32
fig. 32
fig. 32

fig. 32

I

Indicatore “AVG” - Velocità Media

Questa funzione indica la velocità media del veicolo. Il calcolo viene effettuato considerando lo spazio ed il tempo trascorso dall'ultimo reset del Trip 1. Quando si azzera il Trip 1 il dato viene azzerato ed il primo dato disponibile viene visualizzato dopo 10 secondi dal reset. Durante i primi 10 secondi in cui il dato non è ancora disponibile sul display vengono visualizzati i trattini “- -.-”. La fase attiva del calcolo avviene quando il motore è acceso anche con veicolo fermo (non vengono considerate le interruzioni della marcia duranti le quali il motore è spento). Il dato calcolato viene poi visualizzato maggiorato dell'8% per essere allineato all'indicazione velocità veicolo.

Indicatore temperatura aria

Questa funzione permette la visualizzazione della temperatura esterna. Estremi di visualizzazione: -39°C ÷ +124°C In caso di FAULT del sensore (-40°C,+125°C o scollegato) vengono visualizzati i trattini “- - -” non lampeggianti con conseguente accensione della spia “Diagnosi Motore/ Veicolo - EOBD” (8, fig. 4) e la segnalazione di un errore nel Menù “Errors”.

4) e la segnalazione di un errore nel Menù “Errors”. Note A veicolo fermo il calore

Note

A veicolo fermo il calore del motore può influenzare

l'indicazione della temperatura.

vs. EU, CND, FRA, JAP

vs. UK, USA

vs. EU, CND, FRA, JAP vs. UK, USA fig. 33
vs. EU, CND, FRA, JAP vs. UK, USA fig. 33
fig. 33
fig. 33

fig. 33

vs. EU, CND, FRA, JAP

vs. UK, USA

vs. EU, CND, FRA, JAP vs. UK, USA fig. 34
vs. EU, CND, FRA, JAP vs. UK, USA fig. 34
fig. 34
fig. 34

fig. 34

Quando la temperatura rilevata scende fino a raggiungere 4°C (39°F) si attiva l'avvertimento di possibile formazione di ghiaccio. L'indicazione si disattiva quando la temperatura sale fino a raggiungere 6°C (43°F).

quando la temperatura sale fino a raggiungere 6°C (43°F). Attenzione L'avvertimento non esclude che ci possano

Attenzione

L'avvertimento non esclude che ci possano essere

tratti stradali con presenza di ghiaccio anche con temperature superiori a 4°C (39°F); quando le temperature esterne sono “basse” si raccomanda di guidare sempre con prudenza, in particolare su tratti non esposti al sole e/o ponti.

Indicatore “TIME TRIP” - Tempo di viaggio

Questa funzione indica il tempo di viaggio del veicolo. Il calcolo viene effettuato considerando il tempo trascorso dall'ultimo reset del Trip 1. Quando si azzera il Trip 1 il dato viene azzerato. La fase attiva del calcolo avviene quando il motore è acceso anche con veicolo fermo (nelle interruzioni della marcia duranti le quali il motore è spento il tempo viene automaticamente stoppato e riparte automaticamente quando ricomincia la fase attiva di conteggio).

fig. 35

fig. 35

fig. 36
fig. 36

fig. 36

I

I

Funzione “Riding Mode” (cambio stile di

guida)

Questa funzione permette di cambiare lo stile di guida del veicolo. Ad ogni stile di guida è associato un diverso livello d'intervento del controllo di trazione (DTC - Ducati Traction Control) ed una diversa erogazione e potenza del motore (Engine). Ad ogni cambio dello stile di guida viene associato anche un diverso assetto della moto. Per cambiare lo stile di guida della moto è sufficiente eseguire una singola pressione del pulsante di reset (14, fig. 5) e sul display circolare (B, fig. 7) si attiva il menù “SET UP”. Premendo più volte sempre lo stesso pulsante di reset (14, fig. 5) è possibile selezionare lo stile di guida desiderato. Per confermare lo stile di guida occorre premere per 3 secondi sempre lo stesso pulsante. Se la manopola del gas è chiusa (veicolo fermo) l'effettivo cambio dello stile di guida avviene istantaneamente; se la manopola del gas è aperta (veicolo in movimento) compare sul display il messaggio “CLOSE THROTTLE TO ACTIVATE” che indica appunto di eseguire la chiusura; questo messaggio rimane attivo per 5 secondi nel quale occorre chiudere il gas se si vuole effettivamente rendere attivo il nuovo stile di guida. Al termine dei 5 secondi, se non viene chiusa la manopola del gas, la procedura viene abortita (non viene eseguito nessun cambiamento).

Se viene attivato il menù “SET UP” e non si esegue nessuna pressione del pulsante di reset (14, fig. 5) per 10 secondi consecutivi, il cruscotto esce automaticamente dalla visualizzazione senza applicare nessun cambiamento.

dalla visualizzazione senza applicare nessun cambiamento. Attenzione Ducati consiglia di eseguire il cambio dello

Attenzione

Ducati consiglia di eseguire il cambio dello stile di guida

quando il veicolo è fermo. Se si esegue il cambio dello stile di guida durante la marcia prestare molta attenzione (è consigliabile eseguire il cambio dello stile di guida a velocità non elevate).

Premere

RESET

Premere RESET
Premere RESET
Premere RESET Premere RESET Premere RESET per 2 s. Premere RESET Premere RESET per 2 s.
Premere RESET Premere RESET Premere RESET per 2 s. Premere RESET Premere RESET per 2 s.

Premere RESET per 2 s.

Premere RESET Premere RESET Premere RESET per 2 s. Premere RESET Premere RESET per 2 s.

Premere RESET

Premere RESET per 2 s.

Premere RESET

per 2 s. Premere RESET Premere RESET per 2 s. Premere RESET Premere RESET per 2

Premere RESET per 2 s.

Premere RESET

Premere RESET per 2 s.

Premere RESET Premere RESET per 2 s. Premere RESET Premere RESET per 2 s. Premere RESET
Premere RESET Premere RESET per 2 s. Premere RESET Premere RESET per 2 s. Premere RESET
Premere RESET Premere RESET per 2 s. Premere RESET Premere RESET per 2 s. Premere RESET

fig. 37

I

I

FUNZIONE “LOAD” (cambio assetto

moto)

Questa funzione, permette di cambiare l'assetto del veicolo. Ad ogni singolo stile di guida sono associati quattro diversi assetti (fig. 28). Per cambiare l'assetto della moto occorre premere per 3 secondi consecutivi il pulsante di reset (14, fig. 5) e sul display circolare (B, fig. 7) si attiva il menù “LOAD”. Premendo più volte sempre lo stesso pulsante di reset (14, fig. 5) è possibile selezionare il nuovo assetto desiderato. Per confermare l'assetto occorre premere nuovamente per 3 secondi sempre lo stesso pulsante di reset (14, fig. 5). Al termine dei 3 secondi il cambiamento avviene istantaneamente ed il cruscotto esce automaticamente dalla visualizzazione. Esempio di funzionamento: se si esegue un cambio dell'assetto da “singolo passeggero” a “passeggero con bagaglio”, il cambiamento può variare a seconda dello stile di guida impostato (l'assetto “passeggero con bagaglio” può avere diverse regolazioni a seconda se lo stile di guida impostato risulta essere SPORT, TOURING, URBAN oppure ENDURO). Se viene attivato il menù “LOAD” e non si esegue nessuna pressione del pulsante di reset (14, fig. 5) per 10 secondi consecutivi, il cruscotto esce automaticamente dalla visualizzazione senza applicare nessun cambiamento.

dalla visualizzazione senza applicare nessun cambiamento. Attenzione Il cambio dell'assetto può portare ad un

Attenzione

Il cambio dell'assetto può portare ad un diverso stile di

guida del veicolo; si consiglia quindi di fare attenzione se si esegue una variazione dell'assetto durante la marcia (è consigliabile eseguire il cambio assetto a velocità non elevate).

Premere

RESET

Premere RESET per 2 sec Premere RESET per 2 sec Premere RESET Premere RESET per
Premere RESET per 2 sec
Premere RESET
per 2 sec
Premere RESET
Premere RESET
per 2 sec
Premere RESET
Premere RESET
per 2 sec
Premere RESET
Premere RESET
per 2 sec

attivazione setup singolo passeggero

attivazione setup singolo passeggero con bagaglio

attivazione setup doppio passeggero

attivazione setup doppio passeggero con bagaglio

fig. 38

I

I

FUNZIONE controllo “manopole

riscaldate”

Questa funzione permette di attivare e regolare le manopole riscaldate. Per attivare il menù di controllo ”H.GRIPS” delle manopole riscaldate premere il pulsante di Start (2, fig. 103) posto sul commutatore destro.

di Start (2, fig. 103) posto sul commutatore destro. Note Il pulsante di Start (2, fig.

Note

Il pulsante di Start (2, fig. 103) assume la funzione di

controllo delle manopole riscaldate solamente quando il motore è avviato.

Una volta attivato il menù, premendo più volte lo stesso pulsante è possibile selezionare l'indicazione desiderata (le frecce indicano la selezione). Se le frecce sono posizionate sull'indicazione ”OFF” le manopole riscaldate sono disattivate; selezionando

l'indicazione ”MIN” si attivano le manopole nella regolazione

di calore più bassa; selezionando ”MID” si attivano le

manopole nella regolazione intermedia; selezionando ”MAX”

si attivano le manopole nella regolazione più alta.

Dopo aver selezionato la regolazione desiderata occorre non eseguire più nessuna pressione del pulsante di Start (2, fig. 103); dopo 3 secondi che non si esegue nessun cambiamento il Cruscotto esce automaticamente dall'indicazione mantenendo l'ultima condizione memorizzata.

Premere pulsante

di START Premere pulsante di START Premere pulsante di START Premere pulsante di START fig.
di START
Premere pulsante
di START
Premere pulsante
di START
Premere pulsante
di START
fig. 39

Se le manopole sono state attivate il Cruscotto avvisa l'utente ad ogni Key-On (segnalazione con durata 5 secondi) e ogni 5 minuti durante il funzionamento (segnalazione con durata 5 secondi) con l'indicazione ”H. GRIPS ACTIVATED” (fig. 40).

con l'indicazione ”H. GRIPS ACTIVATED” (fig. 40). Note Nel caso particolare che le manopole siano state

Note

Nel caso particolare che le manopole siano state

attivate ed il motore viene spento, le manopole vengono ”temporaneamente” disabilitate ma l'indicazione continua ad essere attiva; si riattiveranno automaticamente alla riaccensione del motore.

riattiveranno automaticamente alla riaccensione del motore. Note Il riscaldamento delle manopole comporta un elevato

Note

Il riscaldamento delle manopole comporta un elevato

consumo della corrente che, a basso regime motore, può provocare la scarica della batteria; se la batteria non è sufficientemente carica (tensione inferiore a 11.9 Volt) il riscaldamento delle manopole viene disattivato per preservare la capacità d'avviamento; si riattivano automaticamente quando la tensione batteria torna ad essere superiore al valore indicato

fig. 40

fig. 40

I

I

Menù di “setting”

Questo menù permette di impostare/abilitare alcune funzioni del veicolo. Per entrare nel “menù di setting” occorre premere il pulsante (2, fig. 8) “t” per 2 secondi.

premere il pulsante (2, fig. 8) “ t ” per 2 secondi. Note Quando ci si

Note

Quando ci si trova all'interno di questo menù non è più

possibile eseguire lo scroll delle funzioni sul display principale (A, fig. 7).

lo scroll delle funzioni sul display principale (A, fig. 7). Importante Per questioni di sicurezza l'ingresso

Importante

Per questioni di sicurezza l'ingresso nel menù di

setting può avvenire solamente se la velocità veicolo è inferiore o uguale a 20 Km/h; nel caso ci si trovi all'interno di questo menù e la velocità veicolo supera i 20 Km/h il cruscotto esce automaticamente e si porta nella visualizzazione “principale”.

Le “voci” presenti all'interno del menù di setting sono le seguenti:

- EXIT

- ABS

- BATTERY

- SETUP

- B.LIGHT

- LAP

- DTC

- RPM

- CLOCK

- PIN CODE

- EXIT

Per uscire dal menù di setting occorre evidenziare con il pulsante (1, fig. 8) “s” o il pulsante (2, fig. 8) “t” la scritta “EXIT” (presente all'inizio ed alla fine dell'elenco delle voci del menù) e premere il pulsante di reset (14, fig. 5).

Premere “s

Premere “s

Premere “s

Premere “t” x 2 sec. Premere “t” Premere “t” Premere “t” Premere “t” Premere “t”
Premere “t” x 2 sec.
Premere “t”
Premere “t”
Premere “t”
Premere “t”
Premere “t”
Premere “t”
Premere “t”
Premere “t”
Premere “t”
Premere “t”

fig. 41

I

I

Funzione disattivazione ABS

Questa funzione permette di disattivare la centralina ABS. Per visualizzare la funzione occorre entrare nel menù di “Setting” pag. 50 ed entrare nella pagina “ABS”. All'ingresso nella visualizzazione, per disabilitare l'ABS, occorre pulsante di reset (14, fig. 5) per 3 secondi.

Il cruscotto invia la richiesta di disabilitazione (compare sul

display circolare (B, fig. 7) la scritta “WAIT….” per 6 secondi)

e al termine, se l'ABS si è effettivamente disabilitato, sul

display circolare (B, fig. 7) compare la scritta “DISABLED”.

La spia ABS (10, fig. 4) segnala l'effettiva disabilitazione passando dallo stato “off” allo stato “lampeggiante”. Per riabilitare il sistema ABS è necessario spegnere e riaccendere il veicolo (key-off/key-on).

spegnere e riaccendere il veicolo (key-off/key-on). Note Nel caso la richiesta di disabilitazione non sia andata

Note

Nel caso la richiesta di disabilitazione non sia andata a

buon fine il cruscotto segnala nel display circolare (B, fig. 7) l'indicazione “NOT DISABLED”.

In questo caso si consiglia di ripetere la procedura. Se il problema persiste occorre rivolgersi ad un Concessionario o ad un'Officina Autorizzata Ducati.

fig. 42

fig. 42

Premere “ t ” Premere RESET Premere RESET per 3 sec. Premere “s” Premere RESET

Premere “t

Premere

RESET

Premere “ t ” Premere RESET Premere RESET per 3 sec. Premere “s” Premere RESET Premere
Premere RESET per 3 sec. Premere “s”
Premere
RESET
per 3 sec.
Premere “s”

Premere RESET

Premere RESET

Premere “ t ” Premere RESET Premere RESET per 3 sec. Premere “s” Premere RESET Premere

fig. 43

I

I

Indicatore della tensione batteria

(BATTERY)

Questa funzione descrive il funzionamento dell'indicatore della tensione della batteria. Per visualizzare la funzione occorre entrare nel menù di “setting” pag. 50 ed entrare nella pagina “BATTERY”. Il display visualizza l'informazione nel seguente modo:

- se la tensione batteria è compresa tra 11.8 e 14.9 Volt viene indicato il dato in modo fisso;

- se la tensione batteria è compresa tra 11.0 e 11.7 Volt viene indicato il dato in modo lampeggiante;

- se la tensione batteria è compresa tra 15.0 e 16.0 Volt viene indicato il dato in modo lampeggiante;

- se la tensione batteria è uguale o inferiore a 10.9 Volt viene indicata la scritta “LOW” lampeggiante e conseguente accensione della spia “Diagnosi veicolo/ motore - EOBD” (8, fig. 4);

- se la tensione batteria è uguale o superiore a 16.1 Volt viene indicata la scritta “HIGH” lampeggiante e conseguente accensione della spia “Diagnosi veicolo/ motore - EOBD” (8, fig. 4);

spia “Diagnosi veicolo/ motore - EOBD” (8, fig. 4); Note Se il dato non è disponibile

Note

Se il dato non è disponibile vengono indicati i trattini

“- - -“.

Premere RESET Premere RESET Premere RESET Premere RESET fig. 44
Premere RESET
Premere RESET
Premere RESET
Premere RESET
fig. 44

I

I

Personalizzazione “Riding Mode”

Questa funzione permette di personalizzare ogni singolo stile

di guida.

Per visualizzare la funzione occorre entrare nel menù di

“setting” pag. 50 ed entrare nella pagina “SET UP”. All'ingresso nella funzione sul display circolare (B, fig. 7) vengono visualizzati i quattro stili di guida; per personalizzare

i parametri selezionare con i pulsanti (1, fig. 8) “s” e (2, fig. 8) “t” lo stile di guida che si vuole modificare e premere il pulsante di reset (14, fig. 5) per confermare.

I parametri che possono essere “personalizzati” sono il

“DTC” (Ducati Traction Control), l'”ENGINE” (motore) e le

regolazioni delle Sospensioni Elettroniche “DES”. Qualsiasi parametro modificato viene tenuto in memoria anche dopo un Battery-Off.

Per modificare i parametri DTC vedi il paragrafo “DTC (Ducati Traction Control)”pag. 58 . Per modificare i parametri dell'Engine vedi il paragrafo “ENGINE (Controllo potenza motore)” pag. 62.

Per modificare i parametri delle sospensioni elettroniche vedi

il

paragrafo “DES (Ducati Electronic Suspension)”.

E'

possibile inoltre ripristinare per ogni singolo stile di guida i

parametri impostati da Ducati con la Funzione ”DEFAULT”.

Per ripristinare i parametri di “default” vedi il paragrafo “DEFAULT (Ripristino parametri di default Ducati)” pag. 72.

(Ripristino parametri di default Ducati)” pag. 72. Attenzione Si consiglia di modificare i parametri solamente

Attenzione

Si consiglia di modificare i parametri solamente se

abbastanza esperti nel setup del veicolo; nel caso vengano modificati inavvertitamente i parametri, si consiglia di utilizzare la funzione “DEFAULT” per il ripristino dei parametri stessi.

Premere “s

Premere “s

Premere “s

Premere “s

  Premere RESET Premere “ t ”   Premere RESET Premere “ t ”  
 

Premere RESET

Premere “t

 

Premere RESET

Premere “t

 

Premere RESET

Premere “t

 

Premere RESET

Premere “t

 

Premere RESET

Premere “t

fig. 45

I

I

Funzione settaggio DTC (Ducati Traction

Control)

Questa funzione permette di personalizzare il livello d'intervento del DTC (Ducati Traction Control). Per visualizzare la funzione occorre entrare nel menù di “setting” pag. 50 ed entrare nella pagina “SET UP”.

Selezionare con i pulsante (1, fig. 8) “s” e (2, fig. 8) “t” lo stile di guida che si vuole modificare e premere il pulsante di reset (14, fig. 5) per entrare nella funzione “DTC”. All'ingresso nella funzione sul display circolare (B, fig. 7) viene indicato in alto il livello del DTC impostato “LEVEL N.”.

I livelli d'intervento vanno da “1” a “8” e l'intervento del

Traction Control aumenta con l'aumentare del numero settato. Per modificare il livello d'intervento del DTC selezionare l'indicazione “NEW LEVEL” con i pulsante (1, fig. 8) “s” e (2, fig. 8) “t” e premere il pulsante di reset (14, fig. 5). Sul display viene evidenziato il numero che si vuole

impostare; con i pulsante (1, fig. 8) “s” e (2, fig. 8) “t” è possibile incrementare o decrementare il numero; premere il pulsante di reset (14, fig. 5) per confermare il nuovo livello.

A

questo punto memorizzare la nuova impostazione premere

il

pulsante di reset (14, fig. 5) con l'indicazione “MEMORY”

evidenziata. L'indicazione superiore “LEVEL N.2 verrà aggiornato per confermare che la nuova impostazione è stata “recepita” e memorizzata. Per uscire dalla funzione evidenziare la scritta “EXIT” e premere il pulsante di reset (14, fig. 5). L'intervento del DTC aumenta passando dal livello 1 al livello 8.

La tabella seguente indica il livello d'intervento del DTC più idoneo alle varie tipologie di guida e quali livelli sono impostati di default nei ”Riding Mode” selezionabili dall'utente:

LIVELLO

TIPOLOGIA

   

DTC

DI GUIDA

UTILIZZO

DEFAULT?

1

ENDURO

Fuoristrada per utenti molto esperti. Consente un elevato spin della ruota posteriore.Non interviene per tempo su asfalto.

NO

Professional

2

ENDURO

Fuoristrada per utenti poco esperti. Non interviene per tempo su asfalto.

È

il livello di default del Riding Mode “ENDURO”

3

TRACK

Pista per utenti molto esperti. Consente la derapata

NO

4

SPORT

Guida sportiva sia su strada sia su pista

È

il livello di default del Riding Mode “SPORT”

5

TOURING

Guida normale

È

il livello di default del Riding Mode “TOURING”

6

URBAN

Guida “molto sicura”, congruente con l'utilizzo di ENGINE 100HP (potenza massima 100 HP)

È

il livello di default del Riding Mode “URBAN”

7

RAIN

Strada bagnata

NO

8

HEAVY RAIN

Strada bagnata e asfalto molto scivoloso

NO

Premere “s” x 4 sec.

Premere RESET Premere RESET x 3 sec. Premere RESET Premere “s” Premere “t” Premere “t”
Premere RESET
Premere RESET
x 3 sec.
Premere RESET
Premere “s”
Premere “t”
Premere “t”
x 4 sec.
Premere RESET
Premere RESET
fig. 46

I

I

Indicazioni per la scelta del livello

I Indicazioni per la scelta del livello Attenzione La taratura degli 8 livelli del sistema DTC

Attenzione

La taratura degli 8 livelli del sistema DTC in dotazione

al suo veicolo è stata eseguita con i pneumatici di primo equipaggiamento della moto (marca, modello e misure caratteristiche). L'uso di pneumatici con dimensioni diverse da quelli di primo equipaggiamento può alterare le caratteristiche di funzionamento del sistema. In caso di differenze di piccola entità, come, ad esempio, nel caso di pneumatici di marca e/o modello diversi da quelli di primo equipaggiamento, ma comunque appartenenti alla stessa classe dimensionale (post. = 190/55-17; ant. = 120/ 70-17), può essere sufficiente selezionare il livello più idoneo tra quelli disponibili per ripristinare la funzionalità ottimale del sistema. In caso di utilizzo di pneumatici appartenenti ad altra classe dimensionale, o comunque di dimensioni sensibilmente diverse da quelli di primo equipaggiamento, è possibile che il funzionamento del sistema venga alterato a tal punto che nessuno degli 8 livelli selezionabili risulti soddisfacente. In questo caso è consigliabile disattivare il sistema.

Scegliendo il livello 8 la centralina DTC interverrà al minimo accenno di spinning del pneumatico posteriore. Tra il livello 8 e il livello 1 si hanno altri 6 livelli di intervento intermedi. L'intervento del DTC decresce in modo regolare passando dal livello 8 al livello 1. Con i livelli 1, 2 e 3, la centralina DTC permette al pneumatico posteriore sia lo spinning che la derapata in uscita di curva; si

consiglia l'utilizzo di tali livelli solo in pista e solo agli utenti molto esperti. La scelta del livello corretto sarà funzione di 3 variabili principalmente:

1)

L’aderenza (tipo pneumatico, usura pneumatico, tipo di

2)

asfalto, meteo, ecc.) Il tracciato/percorso (curve con velocità di percorrenza

3)

molto simile o molto diversa) Lo stile di guida (più “rotondo” o più “spigoloso”)

Dipendenza del livello dalle condizioni di aderenza:

La ricerca del livello corretto è strettamente correlata alle condizioni di aderenza del tracciato/percorso (vedi dopo, consigli per l'uso su pista e su strada).

Dipendenza del livello dal tipo di tracciato:

Se il tracciato/percorso ha curve con velocità di percorrenza omogenee, sarà più facile trovare un livello di intervento soddisfacente in ogni curva; viceversa un tracciato/percorso con un tornantino molto lento rispetto al resto delle curve richiederà un livello di intervento di compromesso (nel tornantino il DTC tenderà sempre a intervenire più che nel resto delle curve).

Dipendenza del livello dallo stile di guida:

Il DTC tende ad intervenire maggiormente a chi guida “rotondo” piegando molto la moto piuttosto che a chi guida “spigoloso” rialzando la moto più velocemente possibile in uscita di curva.

Consigli per l'uso su pista

Si consiglia l'utilizzo del livello 8 per un paio di giri di pista

completi (in modo da scaldare gli pneumatici) per la presa di contatto con il sistema; dopodiché si consiglia di provare in successione i livelli 7, 6, ecc. finché non si trova il livello di intervento DTC più gradito (sempre con un paio di giri di pista completi per ogni livello, in modo da portare in temperatura gli pneumatici). Nel caso in cui il livello trovato risulti soddisfacente in tutte le curve eccetto una o due lente in cui si ha un eccesso di intervento, si può tentare di modificare lievemente il proprio stile di guida “spigolando” maggiormente le curve lente e rialzando quindi la moto più velocemente in uscita, anziché andare subito alla ricerca di un diverso livello di intervento.

Consigli per l'uso su strada

Attivare il DTC, selezionare il livello 8 e guidare la moto secondo il proprio stile; nel caso l'intervento del DTC risulti eccessivo si consiglia di provare in successione i livelli 7, 6, ecc. finché non si trova il livello di intervento più gradito. Qualora intervenisse una variazione delle condizioni di

aderenza e/o del tipo di percorso e/o del proprio stile di guida,

e il livello impostato non risultasse più soddisfacente,

passare al livello successivo e procedere in questo modo alla ricerca del livello più gradito (es. se con il livello 7 l'intervento DTC risultasse eccessivo, passare al livello 6; se con il livello 7 non si avverte più alcun intervento DTC, passare al livello

8).

I

I

Funzione settaggio ENGINE (Controllo

Potenza Motore)

Questa funzione permette di personalizzare la potenza e l'erogazione dell'ENGINE (Motore). Per visualizzare la funzione occorre entrare nel menù di “setting” pag. 50 ed entrare nella pagina “SET UP”. Selezionare con i pulsante (1, fig. 8) “s” e (2, fig. 8) “t” lo stile di guida che si vuole modificare e premere il pulsante di reset (14, fig. 5) per entrare nella funzione “ENGINE” All'ingresso nella funzione sul display circolare (B, fig. 7) viene indicato in alto l'impostazione dell' Engine (150 HIGH, 150 LOW o 100 HP).

dell' Engine (150 HIGH, 150 LOW o 100 HP). Note Nelle versioni Francia e Giappone il

Note

Nelle versioni Francia e Giappone il display circolare (B,

fig. 7) visualizza le impostazioni (HIGH, MID e LOW).

Per modificare la “potenza” del motore selezionare l'indicazione “NEW SET” con i pulsante (1, fig. 8) “s” e (2, fig. 8) “t” e premere il pulsante di reset (14, fig. 5). Con i pulsante (1, fig. 8) “s” e (2, fig. 8) “t” è possibile selezionare una delle 3 selezioni (150 HIGH, 150 LOW o 100 HP) o per le versioni Francia e Giappone (HIGH, MID e LOW); premere il pulsante di reset (14, fig. 5) per confermare il nuovo livello.

A questo punto memorizzare la nuova impostazione

premendo per 3 secondi il pulsante di reset (14, fig. 5) con

l'indicazione “MEMORY” evidenziata. L'indicazione superiore verrà aggiornata per confermare che

la nuova impostazione è stata “recepita” e memorizzata.

Per uscire dalla funzione evidenziare la scritta “EXIT” e premere il pulsante di reset (14, fig. 5).

vs. FRA, JAP Premere RESET Premere RESET per 3 sec. “s” “t” “t” “s” Premere
vs. FRA, JAP
Premere RESET
Premere RESET
per 3 sec.
“s”
“t”
“t”
“s”
Premere RESET
“s”
“t”
“s”
“t”
Premere RESET
Premere RESET
“t” “s” Premere RESET “s” “t” “s” “t” Premere RESET Premere RESET “ t ” fig.
“t” “s” Premere RESET “s” “t” “s” “t” Premere RESET Premere RESET “ t ” fig.
“t” “s” Premere RESET “s” “t” “s” “t” Premere RESET Premere RESET “ t ” fig.

t

fig. 47

I

I

Funzione settaggio DES (Ducati Electronic

suspension)

Per visualizzare la funzione occorre entrare nel menù di “setting” pag. 50 ed entrare nella pagina “SET UP”. Selezionare con i pulsante (1, fig. 8) “s” e (2, fig. 8) “t” lo stile di guida che si vuole modificare e premere il pulsante di reset (14, fig. 5) per entrare nella funzione “DES”. All'ingresso nella funzione sul display circolare (B, fig. 7) vengono indicati i quattro diversi tipi di assetto (fig. 28).

Selezionare con i pulsante (1, fig. 8) “s” e (2, fig. 8) “t” l'assetto che si vuole personalizzare e premere il pulsante di reset (14, fig. 5).

Premere RESET Premere “t” Premere “s” Premere “s” Premere “t” Premere “t” Premere “s”
Premere RESET
Premere “t”
Premere “s”
Premere “s”
Premere “t”
Premere “t”
Premere “s”
Premere “t”
Premere “s”
Premere RESET
fig. 48

Sul display circolare (B, fig. 7) vengono indicati i tre parametri da modificare:

- FRONT: regolazione compressione ed estensione ammortizzatore anteriore;

- REAR: regolazione compressione ed estensione ammortizzatore posteriore;

- PRE-LOAD: regolazione precarico molla ammortizzatore posteriore.

Selezionare con i pulsante (1, fig. 8) “s” e (2, fig. 8) “t” il parametro che si vuole modificare e premere il pulsante di reset (14, fig. 5).

Premere “s

Premere “s

Premere “s

Premere RESET Premere “t” Premere “t” Premere “t” Premere RESET
Premere RESET
Premere “t”
Premere “t”
Premere “t”
Premere RESET

fig. 49

I

I

Regolazione “FRONT”

- sul display circolare (B, fig. 7) viene indicato in alto la compressione [C.] e l'estensione [R.] impostata.

- con i pulsante (1, fig. 8) “s” e (2, fig. 8) “t” selezionare il parametro che si vuole modificare e premere il pulsante di reset (14, fig. 5).

- sul display circolare (B, fig. 7) viene evidenziato il numero che si vuole modificare;

- con i pulsante (1, fig. 8) “s” e (2, fig. 8) “t” è possibile incrementare o decrementare il numero (da 1 a 32);

- premere il pulsante di reset (14, fig. 5) per confermare il nuovo livello.

di reset (14, fig. 5) per confermare il nuovo livello. Note Incrementando il valore impostato si

Note

Incrementando il valore impostato si “diminuisce” la

“frenatura” idraulica; viceversa, decrementando il valore si “aumenta” la “frenatura” idraulica dell'ammortizzatore.

A questo punto memorizzare la nuova impostazione premendo per 3 secondi il pulsante di reset (14, fig. 5) con l'indicazione “MEMORY” evidenziata. L'indicazione superiore [C.] o [R.] verrà aggiornata per confermare che la nuova impostazione è stata “recepita” e memorizzata. Per uscire dalla funzione evidenziare la scritta “EXIT” e premere il pulsante di reset (14, fig. 5).

Premere RESET RESET Premere “s” x 12 s Premere “s” RESET RESET Premere RESET x
Premere RESET
RESET
Premere “s” x 12 s
Premere “s”
RESET
RESET
Premere
RESET x 3 s
Premere
“t”
“s”
Premere “t” x 12 s
Premere “s” x 6 s
Premere “t”
Premere “s”
RESET x 3 s
RESET
RESET
Premere
Premere
“t”
Premere “t” x 6 s
Premere “t”
“s”
Premere
“t”
Premere RESET
Premere
“s”
fig. 50

I

I

Regolazione “REAR”

- sul display circolare (B, fig. 7) viene indicato in alto la compressione [C.] e l'estensione [R.] impostata.

- con il pulsante (1, fig. 8) “s” e (2, fig. 8) “t” selezionare il parametro che si vuole modificare e premere il pulsante di reset (14, fig. 5).

- sul display viene evidenziato il numero che si vuole modificare;

- con i pulsanti (1, fig. 8) “s” e (2, fig. 8) “t” è possibile incrementare o decrementare il numero (da 1 a 32);

- premere il pulsante di reset (14, fig. 5) per confermare il nuovo livello.

di reset (14, fig. 5) per confermare il nuovo livello. Note Incrementando il valore impostato si

Note

Incrementando il valore impostato si “diminuisce” la

“frenatura” idraulica; viceversa, decrementando il valore si “aumenta” la “frenatura” idraulica dell'ammortizzatore.

A questo punto memorizzare la nuova impostazione premendo per 3 secondi il pulsante di reset (14, fig. 5) con l'indicazione “MEMORY” evidenziata. L'indicazione superiore [C.] o [R.] verrà aggiornata per confermare che la nuova impostazione è stata “recepita” e memorizzata. Per uscire dalla funzione evidenziare la scritta “EXIT” e premere il pulsante di reset (14, fig. 5).

RESET

Premere

s

Premere

s

Premere RESET

 

Premere “s” x 12 s

 

Premere “s

RESET

 

RESET

Premere

 

t

 

Premere “t” x 12 s Premere “s” x 6 s

 

RESET x 3 s

Premere “t

 

RESET x 3 s

Premere “s

RESET

 

RESET

Premere

 
 

t

Premere “t” x 6 s

 

Premere “t

Premere

 

t

 

Premere RESET

Premere

 

s

fig. 51

I

I

Regolazione “PRE-LOAD”

- sul display circolare (B, fig. 7) viene indicato in alto il “precarico” ed un bargraph per indicare il valore impostato.

- con i pulsante (1, fig. 8) “s” e (2, fig. 8) “t” selezionare l'indicazione “NEW SET” e premere il pulsante di reset (14, fig. 5).

- sul display viene evidenziato il numero che si vuole modificare;

- con i pulsante (1, fig. 8) “s” e (2, fig. 8) “t” è possibile incrementare o decrementare il numero (da 1 a 16);

- premere il pulsante di reset (14, fig. 5) per confermare il nuovo livello.

di reset (14, fig. 5) per confermare il nuovo livello. Note Incrementando il valore impostato si

Note

Incrementando il valore impostato si “irrigidisce”

l'ammortizzatore posteriore; viceversa, decrementando il valore si “ammorbidisce” l'ammortizzatore posteriore.

A questo punto memorizzare la nuova impostazione premendo per 3 secondi il pulsante di reset (14, fig. 5) con l'indicazione “MEMORY” evidenziata. L'indicazione superiore ed il bargraph verrà aggiornata per confermare che la nuova impostazione è stata “recepita” e memorizzata. Per uscire dalla funzione evidenziare la scritta “EXIT” e premere il pulsante di reset (14, fig. 5).

Premere RESET RESET Premere “s” x 4 s Premere “t” RESET x 3 s RESET
Premere RESET
RESET
Premere “s” x 4 s
Premere “t”
RESET x 3 s
RESET
RESET
Premere
Premere
Premere “t” x 4 s
Premere “s”
“t”
“s”
Premere
Premere
“t”
“s”
Premere RESET
fig. 52

I

I

Funzione DEFAULT (Ripristino parametri

di default Ducati)

Questa funzione permette di ripristinare i parametri impostati da Ducati per ogni singolo stile di guida. Per visualizzare la funzione occorre entrare nel menù di “setting“ pag. 50 ed entrare nella pagina “SET UP”. Selezionare con i pulsante (1, fig. 8) “s” e (2, fig. 8) “t” lo stile di guida in cui si vogliono ripristinare i settaggi ed entrare nella funzione “DEFAULT”. All'ingresso nella funzione sul display circolare (B, fig. 7) viene visualizzata l'indicazione “DEFAULT PARAMETER ?”; Per ripristinare i parametri evidenziare la scritta “YES” e premere il pulsante di reset (14, fig. 5). Per il ripristino dei parametri sono necessari circa 15 secondi in cui sul display compare l'indicazione “WAIT…” (attesa); al termine della procedura sul display circolare (B, fig. 7) compare l'indicazione “DEFAULT OK” per indicare l'effettivo ripristino dei parametri.

OK” per indicare l'effettivo ripristino dei parametri. guida. Importante Questa procedura ripristina i parametri di

guida.

Importante

Questa procedura ripristina i parametri di tutti gli stili di

Premere “s”
Premere “s”

Premere RESET

Premere “t

Premere RESET

Premere RESET

fig. 53

I

I

Funzione regolazione retroilluminazione

cruscotto

Questa funzione permette di regolare l'intensità della retroilluminazione del cruscotto. Per visualizzare la funzione occorre entrare nel menù di “setting” pag. 50 ed entrare nella pagina “B.LIGHT”. Il display visualizza l'informazione nel seguente modo:

- le frecce indicano la regolazione attualmente in uso;

- con i pulsante (1, fig. 8) “s” e (2, fig. 8) “t” è possibile selezionare la nuova regolazione;

- per memorizzare la nuova regolazione occorre premere il pulsante di reset (14, fig. 5); le frecce si sposteranno sulla condizione memorizzata.

Per uscire selezionare la scritta “EXIT” e premere il pulsante di reset (14, fig. 5).

Regolazione “MAX”: memorizzando questa condizione la retroilluminazione è al massimo della sua potenza; Regolazione “MID”: memorizzando questa condizione la retroilluminazione è ridotta circa del 30% rispetto la sua potenza massima; Regolazione ”MIN“: memorizzando questa condizione la retroilluminazione è ridotta circa del 70% rispetto la sua potenza massima.

è ridotta circa del 70% rispetto la sua potenza massima. Note Nel caso di un'interruzione batteria,

Note

Nel caso di un'interruzione batteria, al ripristinarsi della

tensione e al successivo Key-On, il settaggio della retroilluminazione viene sempre settato alla sua massima potenza.

Premere RESET Premere Premere Premere “s” RESET Premere Premere “t” “t” “t” Premere RESET
Premere RESET
Premere
Premere
Premere “s”
RESET
Premere
Premere
“t”
“t”
“t”
Premere
RESET
Premere
Premere
“s”
“t”
Premere
Premere
“t”
Premere RESET
RESET
Premere
“t”
Premere “s”
fig. 54

I

I

Funzione Attivazione/Disattivazione LAP

(Tempo sul giro)

Questa funzione permette di attivare e disattivare la funzione LAP (tempo sul giro). Per visualizzare la funzione occorre entrare nel menù di “setting” pag. 50 ed entrare nella pagina “LAP”. Nella successiva visualizzazione premere il pulsante di reset (14. fig. 5) con la scritta “ON / OFF” evidenziata. Il display visualizza l'informazione nel seguente modo:

- le frecce indicano l'impostazione attualmente in uso;

- con i pulsante (1, fig. 8) “s” e (2, fig. 8) “t” è possibile selezionare la nuova impostazione;

- per memorizzare la nuova impostazione occorre premere il pulsante di reset (14, fig. 5); le frecce si sposteranno sulla condizione memorizzata.

Per uscire selezionare la scritta “EXIT” e premere il pulsante di reset (14, fig. 5). Memorizzando la condizione “OFF” la funzione LAP viene disabilitata; Memorizzando la condizione “ON“ la funzione LAP viene abilitata (vedi funzionamento registrazione LAP)

LAP viene abilitata (vedi funzionamento registrazione LAP) Note Quando la funzione “LAP” è attiva il pulsante

Note

Quando la funzione “LAP” è attiva il pulsante di flash

(13. fig. 5) assume la doppia funzione di “FLASH” luce abbagliante e Start / Stop del tempo sul giro.

Premere RESET

Premere “t” Premere “t”
Premere
“t”
Premere
“t”

Premere RESET

Premere

Premere RESET

“s” Premere “s” Premere RESET Premere Premere “t”
“s”
Premere
“s”
Premere RESET
Premere
Premere
“t”

s

fig. 55

I

I

Funzione registrazione LAP

Questa funzione descrive come avviene la registrazione dei tempi sul giro “LAP“. Se la funzione è stata attivata (vedi descrizione “attivazione / disattivazione LAP”) è possibile registrare il tempo sul giro nel seguente modo:

- la prima pressione del flash (13, fig. 5) dà il via al “cronometro” del primo giro ed il cruscotto visualizza sul display circolare (B, fig. 7) l'indicazione “START LAP” per 4 secondi tornando poi alla visualizzazione “precedente”;

- da questo momento tutte le volte che viene premuto il flash (13, fig. 5) il display circolare (B, fig. 7) visualizza automaticamente per 10 secondi il tempo sul giro tornando poi alla visualizzazione “precedente”.

Il numero massimo di giri memorizzabili è 30. Se la memoria è piena, ogni volta che viene premuto il flash (13, fig. 5) il cruscotto non memorizza più nessun tempo sul giro e visualizza sul display circolare (B, fig. 7) per 3 secondi la scritta “LAP MEMORY FULL” lampeggiante fino a che i tempi non vengono resettati. Quando si disabilita la funzione LAP il “giro” in corso non viene memorizzato. Nel caso la funzione LAP sia attiva ed improvvisamente il veicolo viene spento (Key-Off), la funzione viene disabilitata automaticamente (se anche il cronometro era attivo, il “giro” in corso non viene memorizzato). Se il tempo non viene mai “stoppato”, al raggiungimento di 9 minuti, 59 secondi, 99 centesimi, il cronometro ricomincia da 0 (zero) e il conteggio del tempo continua fino a che la funzione non viene disabilitata.

Se invece la funzione LAP viene abilitata e la “memoria” non è stata azzerata ma i giri memorizzati sono inferiori a 30 (esempio: 18 giri memorizzati) il Cruscotto memorizza gli eventuali restanti giri fino alla “saturazione” della memoria (in questo caso si potrà memorizzare altri 12 giri). In questa funzione è prevista la sola visualizzazione dei tempi sul giro che si stanno registrando; vengono comunque memorizzati anche altri dati (Velocità MAX, rpm MAX, limitatore se raggiunto) per una successiva visualizzazione completa nella funzione Lap Memory (visualizzazione LAP memorizzati).

LAP Premere FLASH 1° volta LAP LAP LAP LAP Premere FLASH 2° volta LAP
LAP
Premere FLASH
1° volta
LAP
LAP
LAP
LAP
Premere FLASH
2° volta
LAP

31° volta

Premere FLASH

Premere FLASH

32° volta

fig. 56

I

I

Funzione visualizzazione LAP memorizzati

Questa funzione permette di visualizzare i LAP memorizzati. Per visualizzare la funzione occorre entrare nel menù di “setting” pag. 50 ed entrare nella pagina “LAP”. Nella successiva visualizzazione premere il pulsante di reset (14, fig. 5) con la scritta “MEMORY” evidenziata. Il cruscotto visualizza l'informazione nel seguente modo:

Display circolare (B, fig. 7):

- numero del giro che si stà visualizzando (es: N.1);

- indicazione “NEXT” per passare alla visualizzazione del LAP successivo;

- indicazione “RESET” per cancellare tutti i tempi memorizzati;

Per uscire selezionare la scritta “EXIT” e premere il pulsante di reset (14, fig. 5).

Display principale (A, fig. 7):

- in alto a sx il tempo impiegato (es: 1:50:97);

- in alto a dx la velocità massima raggiunta nel LAP registrato;

- in basso il numero di giri motore (RPM) massimi raggiunti nel LAP registrato;

di giri motore (RPM) massimi raggiunti nel LAP registrato; Note La velocità MAX memorizzata è quella

Note

La velocità MAX memorizzata è quella indicata dal

display principale (A) (maggiorata dell'8%). Se durante la memorizzazione la velocità MAX indicata supera i 299 km/h (186 mph), viene comunque visualizzato il dato della velocità raggiunta (esempio: 316 km/h).

Se in memoria non è presente nessun dato vengono visualizzati i 30 tempi, con il cronometro che indica “0.00.00”, il numero di rpm MAX = 0 e la velocità MAX = 0. Se durante la registrazione del LAP il motore ha raggiunto la soglia che precede il limitatore o il limitatore stesso, durante la visualizzazione dei tempi memorizzati viene accesa la relativa spia “Over Rev” (9, fig. 4).

Per passare a visualizzare gli altri tempi memorizzati evidenziare la scritta “NEXT” e premere il pulsante di reset (14, fig. 5); ad ogni pressione del pulsante di reset (14, fig. 5) viene visualizzato il giro successivo. Per cancellare tutti i tempi in memoria evidenziare l'indicazione “RESET” e premere il pulsante di reset (14, fig. 5) per 3 secondi.

e premere il pulsante di reset (14, fig. 5) per 3 secondi. Note Se si cancellano

Note

Se si cancellano i tempi memorizzati e la funzione LAP

era attiva, viene disattivata automaticamente.

Premere

t

Premere

t

Premere RESET

 

Premere

RESET

Premere

RESET

Premere

 

s

Premere RESET x 3 s

 

Premere

RESET

RESET

Premere

 

s

 

Premere RESET

fig. 57

I

I

Funzione attivazione/disattivazione DTC

I Funzione attivazione/disattivazione DTC (Ducati Traction Control) Attenzione Il DTC è un sistema di assistenza a

(Ducati Traction Control)

Attenzione

Il DTC è un sistema di assistenza a disposizione del

pilota, utilizzabile sia nella guida su strada che su pista. Per sistema di assistenza si intende un meccanismo atto ad agevolare e rendere più sicura la guida della motocicletta, ma non elimina od attenua tutti i doveri comportamentali del pilota in relazione alla prudenza della guida, alla tenuta di una condotta che possa non solo prevenire un proprio errore, ma anche un errore altrui, ponendo in essere manovra di emergenza, così come imposto dalle normative sulla circolazione su strada.

Il pilota deve sempre considerare che i sistemi di sicurezza attiva svolgono una funzione di tipo preventivo. Gli elementi attivi aiutano il pilota a controllare il mezzo, affinchè la sua gestione sia la più agevole e sicura possibile. I sistemi attivi non devo indurre il pilota, facendo affidamento sulla presenza di questi, a condurre il mezzo a velocità superiori di quelle ragionevolmente consentite, prescindendo dal contesto ambientale il cui si muove il mezzo, dalle leggi fisiche, dalle sopra citate norme comportamentali, dal codice della strada.

Questa Funzione permette di attivare e disattivare il DTC (Ducati Traction Control). Per visualizzare la funzione occorre entrare nel menù di “setting” pag. 50 ed entrare nella pagina “DTC”. Nella successiva visualizzazione premere il pulsante di reset (14, fig. 5) con la scritta ON / OFF evidenziata.

Il display visualizza l'informazione nel seguente modo:

- le frecce indicano l'impostazione attualmente in uso;

- con i pulsante (1, fig. 8) “s” e (2, fig. 8) “t” è possibile selezionare la nuova impostazione;

- per memorizzare la nuova impostazione occorre premere il pulsante di reset (14, fig. 5); le frecce si sposteranno sulla condizione memorizzata.

Per uscire selezionare la scritta “EXIT” e premere il pulsante di reset (14, fig. 5). Memorizzando la condizione “OFF” il Traction Control viene disabilitato; Memorizzando la condizione “ON” il Traction Control viene abilitato.

la condizione “ON” il Traction Control viene abilitato. Note La disattivazione del DTC comporta automaticamente

Note

La disattivazione del DTC comporta automaticamente

l'attivazione del “warning” “DTC OFF” descritto precedentemente. Nel caso di un' interruzione Batteria, al ripristinarsi della Tensione e al successivo Key-On, il DTC viene sempre impostato automaticamente su “OFF”.

Premere

RESET

Premere “t” Premere “t”
Premere
“t”
Premere
“t”

Premere RESET

Premere

s

Premere

RESET

Premere RESET

Premere Premere “s” RESET Premere Premere “s” “t”
Premere
Premere
“s”
RESET
Premere
Premere
“s”
“t”

fig. 58

I

I

Funzione indicazione giri motore digitale

Questa funzione permette di visualizzare il numero dei giri motore (RPM) per avere una miglior precisione nella regolazione del minimo. Per visualizzare la funzione occorre entrare nel menù di “setting” pag. 50 ed entrare nella pagina “RPM”. Il display visualizza l'informazione dei giri motore in maniera numerica con precisione 50 rpm.

Premere RESET Premere RESET Premere RESET Premere RESET fig. 59

Premere RESET

Premere RESET Premere RESET Premere RESET
Premere RESET Premere RESET Premere RESET
Premere RESET Premere RESET Premere RESET
Premere RESET Premere RESET Premere RESET

Premere RESET

Premere RESET

Premere RESET Premere RESET Premere RESET Premere RESET fig. 59

Premere RESET

fig. 59

I

I

Funzione regolazione orologio

Questa funzione permette regolare l'orologio. Per visualizzare la funzione occorre entrare nel menù di “setting” pag. 50 ed entrare nella pagina “CLOCK”. Nella successiva visualizzazione premere il pulsante di reset (14, fig. 5) per 3 secondi con la scritta “SET UP” evidenziata per procedere all'effettiva regolazione. Sul display circolare (B) compare la scritta “SET CLOCK ….” per indicare che si stà eseguendo il settaggio dell'ora; l'effettiva impostazione dell'ora avviene sul display principale.

Settaggio Orologio

All'ingresso in questa funzione la scritta “AM” lampeggia; premendo il pulsante (2, fig. 8) “t” si passa al lampeggio della scritta “PM”; premendo il pulsante (2, fig. 8) “t” si ritorna al passo

precedente (nel caso l'ora sia 00:00, quando si passa da AM

a PM comparirà 12:00);

se si preme il pulsante (1, fig. 8) “s” si passa al settaggio delle ore che diventano lampeggianti; ad ogni pressione del pulsante (2, fig. 8) “t” il conteggio avanza in modo rotativo con passi di 1 ora; tenendo premuto

il pulsante (2, fig. 8) “t” il conteggio avanza in modo rotativo

con passi di 1 ora ogni secondo (durante la pressione prolungata del tasto le ore non lampeggiano). se si preme il pulsante (1, fig. 8) “s”, si passa al settaggio dei minuti che diventano lampeggianti.

ad ogni pressione del pulsante (2, fig. 8) “t” il conteggio avanza in modo rotativo con passi di 1 minuto; tenendo

premuto il pulsante (2, fig. 8) “t” il conteggio avanza in modo rotativo con passi di 1 minuto ogni secondo.

se viene tenuto premuto il pulsante (2, fig. 8) “t” per più di

5 secondi i passi aumentano con passi di 1 ogni 100 m (durante la pressione prolungata nella pulsante (2, fig. 8) “t” i secondi non lampeggiano).

se si preme il pulsante (1, fig. 8) “s” tutta l'indicazione del

nuovo orario diventa lampeggiante e sul display circolare compare la scritta “MEM”.

Per confermare (memorizzare) il nuovo orario impostato premere il pulsante di reset (14, fig. 5). Per uscire selezionare la scritta “EXIT” e premere il pulsante

di reset (14, fig. 5).

“EXIT” e premere il pulsante di reset (14, fig. 5). Note Nel caso di un’interruzione Batteria,

Note

Nel caso di un’interruzione Batteria, al ripristinarsi della

Tensione e al successivo Key-On, l'orologio deve essere reimpostato (riparte automaticamente da 00:00).

Premere RESET Premere RESET x 3 s Premere RESET Premere “s” Premere “t” Premere RESET
Premere
RESET
Premere
RESET x 3 s
Premere
RESET
Premere “s”
Premere “t”
Premere
RESET
Premere
RESET x 3 s
Premere “s”
Premere “t”
Premere RESET
Premere RESET
fig. 60

I

I

Il sistema immobilizer

Per aumentare la protezione contro il furto, il motociclo è dotato di un sistema elettronico di blocco del motore (IMMOBILIZER) che si attiva automaticamente ogni volta che si spegne il quadro. Ogni chiave racchiude infatti nell'impugnatura, un dispositivo elettronico che ha la funzione di modulare il segnale emesso all'atto dell'avviamento da una speciale antenna incorporata nel cupolino. Il segnale modulato costituisce la “parola d'ordine“, sempre diversa ad ogni avviamento, con cui la centralina riconosce la chiave e solo a questa condizione, consente l'avviamento del motore.

Chiavi (fig. 61)

Con il motociclo vengono consegnate:

- n° 1 chiave attiva (1, fig. 61)

- n° 1 chiave passiva (2, fig. 61).

Esse contengono il codice utilizzato dal sistema “Hands

free” per eseguire il key-on, in diverse modalità.

La

chiave attiva (1, fig. 62) è quella di normale uso ed è dotata

di

pulsante (A, fig. 62) spingendo il quale si ottiene la

fuoriuscita della parte metallica (B, fig. 62). Il rientro della parte metallica si ottiene accompagnando quest’ultima

dentro l’impugnatura.

1 2
1
2

fig. 61

1 A B fig. 62
1
A
B
fig. 62

All’interno della chiave attiva è presente una batteria che deve essere sostituita quando, all’accensione del cruscotto, viene visualizzato il messaggio “low level” sotto ai simboli della chiave e della pila (fig. 63).

sotto ai simboli della chiave e della pila (fig. 63). Note In questi casi si raccomanda

Note

In questi casi si raccomanda di sostituire la batteria il

più presto possibile (pag. 90).

Quando il livello di carica scende sotto ad un certo limite, la chiave può lavorare solo in modalità passiva, equivalente all’utilizzo della chiave passiva: in questo caso, sul cruscotto non compare alcun messaggio.

in questo caso, sul cruscotto non compare alcun messaggio. Attenzione Non viaggiate con la chiave (1

Attenzione

Non viaggiate con la chiave (1 o 2, fig. 61) inserita nella

serratura del tappo serbatoio o nella serratura sella in quanto potrebbe sfilarsi e costituire un potenziale pericolo. Inoltre, se urtata, la meccanica della chiave e il circuito integrato potrebbero danneggiarsi. Anche la guida in condizioni meteo avverse, con chiave inserita, potrebbe arrecare danni al circuito integrato della stessa. Non lasciare la chiave sul motociclo durante il lavaggio dello stesso in quanto potrebbe danneggiarsi, non essendo a tenuta stagna.

fig. 63

fig. 63

I

I

Sostituzione batteria della chiave attiva

I Sostituzione batteria della chiave attiva Utilizzare solamente batterie a ioni di litio CR 2032 da

Utilizzare solamente batterie a ioni di litio CR 2032 da 3 Volt.

Note

Dopo la sostituzione della batteria non è necessario

riprogrammare le chiavi.

Estrarre la parte metallica della batteria. Aprire i gusci in plastica dell’impugnatura facendo leva con una moneta di grandi dimensioni (moneta da 2 ) come mostrato in fig. 64.

dimensioni (moneta da 2 € ) come mostrato in fig. 64. Importante Inserire la moneta solo

Importante

Inserire la moneta solo nel punto indicato. Non

utilizzare altri oggetti inseriti in punti diversi da quello indicato in quanto si potrebbe danneggiare il circuito integrato e/o la guarnizione di protezione.

Una volta separati i gusci in plastica, estrarre il circuito stampato (1, fig. 65) facendo DELICATAMENTE leva sotto di esso con un piccolo cacciavite a taglio, come mostrato in figura.

un piccolo cacciavite a taglio, come mostrato in figura. Importante Inserire la punta del cacciavite a

Importante

Inserire la punta del cacciavite a taglio appena sotto al

circuito stampato prestando la massima attenzione a non danneggiarlo. Non sforzare sulla batteria o sul portabatteria.

90

fig. 64

fig. 64

1 fig. 65
1
fig. 65

Sfilare la batteria (2, fig. 66) dal circuito stampato (1, fig. 66) e sostituirla con una nuova. Fare attenzione alle polarità: il polo positivo (+) deve essere rivolto verso l’alto.

il polo positivo (+) deve essere rivolto verso l’alto. Importante Usare solo batterie del tipo prescritto.

Importante

Usare solo batterie del tipo prescritto.

Reinserire il circuito stampato (1, fig. 67) dal lato con batteria (2, fig. 67) nel guscio in plastica.

1 2 + fig. 66
1 2
+
fig. 66
2 1 fig. 67
2
1 fig. 67

I

I

Esercitare una leggera pressione sull’antenna (3, fig. 68) del

circuito stampato fino ad avvertire il click di aggancio avvenuto.

Allineare i due gusci dell’impugnatura ed esercitare pressione nelle zone indicate dalle frecce (fig. 69) per richiuderli. Accertarsi che facciano il tipico “click” di avvenuta chiusura e che la chiave risulti ben chiusa.

3 fig. 68 fig. 69
3
fig. 68
fig. 69

Duplicazione delle chiavi

Quando il cliente necessita di chiavi supplementari, deve rivolgersi alla rete assistenziale Ducati e portare con sé tutte le chiavi ancora a sua disposizione. La rete assistenziale Ducati, effettuerà la memorizzazione di tutte le chiavi nuove e di quelle già in possesso. La rete assistenziale Ducati, potrà richiedere al cliente di dimostrare di essere il proprietario del motociclo. I codici delle chiavi non presentate durante la procedura di memorizzazione, vengono cancellati dalla memoria, a garanzia che le chiavi eventualmente smarrite non siano più in grado di avviare il motore.

I

I

Procedura di sblocco immobilizer

Questa procedura permette di effettuare l'accensione “temporanea” del veicolo in caso di malfunzionamenti al Sistema HF (Hands Free).

in caso di malfunzionamenti al Sistema HF (Hands Free). Note La funzione PIN CODE deve essere

Note

La funzione PIN CODE deve essere attivata inserendo

il proprio PIN di 4 cifre nel cruscotto altrimenti non sarà possibile effettuare l'accensione temporanea in caso di malfunzionamento.

l'accensione temporanea in caso di malfunzionamento. Attenzione Il codice PIN deve essere attivato (memorizzato)

Attenzione

Il codice PIN deve essere attivato (memorizzato) dal

proprietario del veicolo; nel caso sia già presente un PIN rivolgersi al Concessionario Autorizzato Ducati per farsi “azzerare” la Funzione. Per eseguire questa procedura il Concessionario Autorizzato Ducati potrebbe richiedervi di dimostrare che siete proprietari del veicolo.

Funzione attivazione PIN CODE

Per visualizzare la funzione occorre entrare nel menù di “setting” pag. 50 ed entrare nella pagina “PIN CODE”.

pag. 50 ed entrare nella pagina “PIN CODE”. Note Se entrando in questa funzione compare

Note