Sei sulla pagina 1di 46

Società per Azioni

DIPARTIMENTO PROGETTAZIONI E SISTEMI DI GESTIONE

AMIA, NELLA CITTA’ E NEL


SISTEMA DEI
TERMOVALORIZZATORI
IL TERMOVALORIZZATORE NEL GIARDINO DI CASA MIA?
11 Dicembre 2008
Aldo Serraino
serraino.aldodiego@amianet.it
1
AMIA E LA CITTA’

2
Cos’è AMIA
Società per Azioni posseduta al 100%
dal Comune di Palermo
Servizi Principali: Igiene Ambientale,
Manutenzione strade, Gestione Impianti
Trattamento Rifiuti
Principale cliente: Palermo (Soc.
Ambito)

3
Cos’è AMIA
1850 dipendenti +
850 ex LSU
Bilancio annuale 150 milioni di Euro

4
Cara Amia, quanto mi costi!

Indagine di Cittadinanza Attiva – pubbl. La Repubblica –ed. Palermo- 29/11/08 5


La Raccolta Differenziata
Alcuni Dati (t/anno al 2007):
„ Carta e cartone 5.000
„ Vetro e metalli 1.400
„ Plastiche 1.300

Tonnellate in discarica: 400.000

6
RIORGANIZZAZIONE DEI SERVIZI DI
RACCOLTA DIFFERENZIATA

7
Obiettivi R.D.
70%
D.Lgs.152/2006
60%

50%
Finanziaria Nazionale
40% 2007

30% L.R.2/2007 art.45 c.3


20%

10% Circolare 18/06/2008


riordino ATO (gurs
0% n.30 del 4/7/08)
2006 2008 2010 2012

8
Inoltre

con delibera CIPE n. 174 del 22/12/06 è stato istituito


un meccanismo di incentivazione, legato agli obiettivi
di servizio del QSN 2007-2013, costituito da una
quota pari al 30% delle risorse FAS (fondi aree sottosviluppate)
da dedicare al mezzogiorno.

9
Premialità
Si ottengono con il conseguimento di obiettivi misurabili attraverso
target quantitativi, da raggiungere entro il 2013, per indicatori:

indicatori target
Rifiuti urbani smaltiti
1 In discarica (kg/ab/a);
230 Kg/ab/a

Raccolta differenziata dei


2 rifiuti urbani (ΣRD/RSUtot); 40%

Quantità di frazione umida trattata


3 in impianti di compostaggio per la 20%
produzione di compost di qualità;

10
CALCOLO DELLA % R.D. :

% R.D. = - S x 100 Σ RD

RSUTOT

Σ RD = somma in peso di tutte le frazioni di raccolta differenziata e talune tipologie di


rifiuto di provenienza domenstica pericolose e non, effettivamente avviate a
recupero;

S= scarti provenienti da operazioni di selezione e trattamento;

RSUTOT = quantità totale di rifiuti urbani (rifiuti raccolti in maniera differenziata al lordo
degli scarti + rifiuti raccolti in maniera indifferenziata + rifiuti raccolti in maniera
separata ed avviata ad operazioni di smaltimento;

11
cosa stiamo facendo?

12
ARRA (Agenzia Regionale Rifiuti e Acque)

Palermo Ambiente S.p.A.

AMIA S.p.A. Palermo

Considerando il prossimo completamento dell’iter


di acquisizione di mezzi ed attrezzature in
comodato dalla Palermo Ambiente, nell’ambito del
finanziamento dell’Agenzia dei Rifiuti, si è
pianificato per step temporali l’AVVIAMENTO ED
IL POTENZIAMENTO DEI SERVIZI PREVISTI
NEL PIANO D’AMBITO.

13
Un po’ di storia…
Nel 2005 la Società d’Ambito “Palermo
Ambiente” celebrò la gara per l’acquisto di
mezzi e attrezzature per la raccolta
differenziata nell’ATO PA3.
Finanziamento dell’Agenzia per i Rifiuti e
le Acque: circa 11 mln€ (con IVA)
Consegne a partire da settembre 2008 e
in corso: ultimate entro l’anno

14
Con l’attuale finanziamento si potrà attivare e potenziare la

raccolta differenziata
“di prossimità” stradale
in tutti i quartieri tranne quelli serviti nei quartieri serviti dal
dal “porta a porta” domestico “porta a porta” domestico

“porta a porta” utenze commerciali “porta a porta” utenze domestiche


presso piccole e medie utenze commerciali nei condomini con più di 12 residenti
nei quartieri 1, 2, 8, 9 ,10 e 20 nei quartieri 1, 2, 8, 9, 10, 17 ,20, 21 e 22

grandi utenze commerciali ingombranti


presso i grandi utenti per la raccolta su appuntamenti e su strada
degli imballaggi cellulosici per quelli abbandonati

scuole ed uffici sfalci


con “porta a porta” dedicato per il nelle aree interessate a
materiale cartaceo tale produzione
15
Raccolta differenziata “di prossimità”
Perché: difficoltà del sistema “porta a porta” causata dalla scarsa
disponibilità di spazi privati per il posizionamento di contenitori
condominiali.
Finalità:
aumentare le quantità e la qualità di materiali intercettabili;

facilitare l’utente e minimizzare il costo del servizio;

un moderato impatto su viabilità e arredo urbano,


mediante l’uso di contenitori meno ingombranti;

l’implementazione di un sistema (automezzi e contenitori)


quanto più flessibile.

Caratteristiche: posizionamento dei contenitori ad una distanza


massima di 80 mt dall’utente
16
Vari progetti presentati in attesa di finanziamento

PROGETTO PRELIMINARE DI RACCOLTA DIFFERENZIATA


“PORTA A PORTA CONVENZIONATO” PER UTENZE
1 DOMESTICHE NEI QUARTIERI 4, 5, 6, 7 e 24 (ampliamento
dell’attuale sistema);
Frazioni intercettate: carta/cartone – vetro/metalli.

PROGETTO PRELIMINARE DI RACCOLTA DIFFERENZIATA


“PORTA A PORTA CONVENZIONATO” PER ALCUNE UTENZE
2 DOMESTICHE NEI QUARTIERI 13, 14, 18 e 19;
19
Frazioni intercettate: carta/cartone – vetro/metalli – plastica - organico.

PROGETTO PRELIMINARE DI RACCOLTA DIFFERENZIATA


DELLA FRAZIONE ORGANICA PER UTENZE DOMESTICHE E
3 COMMERCIALI;
Frazioni intercettate: organico.

17
18
19
20
PREVISIONI DI RACCOLTA DIFFERENZIATA

50.000,00
45.000,00
40.000,00
Q u a n tità in te r c e tta te (t)

35.000,00
situazione al 2007
30.000,00
previsione futura con il contributo del
25.000,00
finanziamento attuato
20.000,00 previsione con il contributo di
progetti finanziabili
15.000,00
10.000,00
5.000,00
-
carta/cartone vetro/metalli plastica Organico
Frazioni
21
% DI RACCOLTA DIFFERENZIATA

17,00%

16,50%

16,00%

15,50%

15,00% % RD

14,50%

14,00%

13,50%

13,00%
contributo del finanziamento attuato contributo di progetti finanziabili

22
RD attesa nelle aree sperimentali
dei Quartieri 13,14,18,19

ORGANICO 25%

ALTRO 48%

CARTA E
CARTONE 18%

VETRO E PLASTICHE 5%
METALLI 4%

23
24
25
26
27
28
29
30
Impianto Compostaggio

31
AMIA E IL SISTEMA
TERMOVALORIZZATORI

32
33
Realizzazioni di impianti e
organizzazione di servizi:
STAZIONI DI TRASFERENZA
TRASPORTI
IMPIANTI DI SELEZIONE
SECCO/UMIDO
IMPIANTI DI
TERMOVALORIZZAZIONE
DISCARICHE
34
AMIA E LE SOCIETA’
PALERMO (Bellolampo)
Società PALERMO ENERGIA
AMBIENTE
Partecipazione AMIA: 48%

CASTELTERMINI – prov. Agrigento


Società PLATANI ENERGIA AMBIENTE
Partecipazione AMIA: 0,5%
35
COSA FA AMIA NEL SISTEMA
STAZIONI DI AMIA
TRASFERENZA
TRASPORTI AMIA
IMPIANTI DI SELEZIONE SOCIETA’
SECCO/UMIDO
IMPIANTI DI SOCIETA’
TERMOVALORIZZAZIONE
DISCARICHE AMIA

36
37
38
39
40
Vista dalla strada

Vista da monte

41
42
43
TARIFFE
€/t

Sistema PA

D €/t

0 20 40 60 80 100

Tariffa del “Sistema Palermo” raffrontata alle tariffe di 6


discariche approvate nel dicembre 2004

44
“CIP 6”
Incentivazione alle fonti di energia
rinnovabili: legge n. 9 del 1991 e delibera n.
6/1992 del Cip (in cui viene assimilata anche
la termovalorizzazione dei rifiuti).

Parte dei finanziamenti provengono da un


sovrapprezzo del costo della energia pari a
circa il 7% dell’importo di bolletta Enel (o
qualsiasi altro distributore), IVA esclusa

45
“CIP 6” e me

Se l’incentivo consente (anche) di ridurre le tariffe


di smaltimento dei rifiuti inceneriti,

e se abito a Palermo e pago le bollette dell’energia


elettrica (in cui è compreso l’incentivo),

a chi sto regalando i miei soldi?

46