Sei sulla pagina 1di 5

CRITERI PER IL DIMENSIONAMENTO

DELLE FOSSE BIOLOGICHE IMHOFF

1. PREMESSA

Il presente documento finalizzato a fornire le informazioni necessarie per un corretto


dimensionamento di una fossa biologica Imhoff.
La funzione del manufatto consiste nellesecuzione di una chiarificazione primaria delle acque
reflue, ovvero liquami provenienti da insediamenti di tipo residenziale e derivanti
prevalentemente dal metabolismo umano e da attivit domestiche.
Il Regolamento 3/2006 della Regione Lombardia definisce acque reflue domestiche, oltre a
quelle provenienti da edifici residenziali o installazioni in cui si svolgono attivit commerciali,
anche quelle derivanti da attivit quali: laboratori di parrucchiere, barbiere e istituti di
bellezza; lavanderie a secco a ciclo chiuso, stirerie non industriali, commercio al dettaglio
anche di generi alimentari; attivit alberghiere e di ristorazione.

2. NORMATIVA DI RIFERIMENTO

Il presente documento fa riferimento alle Linee guida per lo scarico di acque reflue
domestiche sul suolo e negli strati superficiali del sottosuolo pubblicate dall Agenzia
Regionale per la Protezione dellAmbiente della Lombardia.
Tali Linee Guida fanno riferimento alle seguenti normative:
o
o
o
o
o
o
o

D.lgs. n 152/06 e sue modifiche


Legge Regionale n 26 e sue modifiche
Regolamento Regionale n 3/2006
Deliberazione Giunta Regionale n 2244/2006 e 2557/2006
Raccomandazione Europea n 2001/331/UE
Circolare n 5 del 16 Aprile 2009
Deliberazione Comitato per la tutela delle acque dallinquinamento del 04/02/1977

3. FUNZIONAMENTO DEL MANUFATTO

Le vasche settiche tipo Imhoff sono costituite da una vasca principale (digestione anaerobica)
che contiene al suo interno un vano secondario (di sedimentazione).
L'affluente entra nel comparto di sedimentazione, che ha lo scopo di lasciar precipitare pi o
meno lentamente le materie pi grossolane sedimentabili, le quali scivolano sulle pareti
inclinate della tramoggia e raggiungono, attraverso la fessura, la camera sottostante.
proporzionato in modo tale da garantire il giusto tempo di ritenzione e da impedire che
fenomeni di turbolenza, causati dal carico idrico, possano diminuire l'efficienza di
sedimentazione.
Il comparto di digestione dimensionato affinch avvenga la stabilizzazione biologica delle
sostante organiche sedimentate (fermentazione o digestione anaerobica).
Il fango digerito viene poi estratto mediante un tubo che pesca sul fondo della vasca, dove i
sedimenti sono pi vecchi.

Se correttamente dimensionata una vasca Imhoff consente i seguenti livelli di abbattimento:


o BOD5: fino al 30 %
o Solidi sospesi sedimentabili: fino al 90 %
o Solidi sospesi totali: fino al 60 %

4. COMPARTO DI SEDIMENTAZIONE

Il comparto di sedimentazione deve permettere circa 4 - 6 ore di detenzione, per le portate di


punta.
Deve essere dimensionato considerando 50 litri per utente.

5. COMPARTO DI DIGESTIONE

Per il comparto di digestione si devono considerare 120 litri per utente.

6. PROGRAMMA DI MANUTENZIONE E GESTIONE

Il programma di manutenzione deve prevedere almeno i seguenti punti:


o Controllo visivo del corretto funzionamento;
o Ogni 4 mesi controllo del livello dei fanghi con una asticella; si provveder alleventuale
spurgo quando il livello supera i 50 cm dal fondo;
o Asportazione almeno una volta allanno della crosta di fango formatasi in superficie;
o Estrazione dei fanghi di depurazione almeno due volte allanno.

TABELLA DI DIMENSIONAMENTO BIOLOGICHE IMHOFF

CALUBINI S.r.l.
Sede e stabilimento: via Boccalera 4, 25018 Montichiari (BS) Tel: 030 961793 Fax: 030 961137 info@calubini.com
Stabilimento: via Pontevecchio 1, 26023 Grumello Cremonese (CR) Tel: 0372 729554 Fax: 0372 70039