Sei sulla pagina 1di 4

Terza declinazione

La terza declinazione greca particolarmente complessa e articolata, dal momento che atematica, cio i suoi
temi sono privi di vocale tematica e le desinenze dei vari casi si aggregano direttamente ai temi principali. Fanno
parte della terza declinazione numerosissimi sostantivi, sia di genere maschile, sia femminile, sia neutro, a uscite
diverse.
I sostantivi della 3 declinazione si possono distinguere in tre grandi gruppi:

Gruppo di sostantivi con tema in consonante

Gruppo di sostantivi con tema in vocale debole ( e )

Gruppo di sostantivi con tema in dittongo

Per sapere se un sostantivo ha il tema in consonante oppure in vocale, sufficiente omettere la desinenza del
genitivo singolare e controllare se l'ultima lettera del tema una consonante oppure una vocale.

1 Tabella delle desinenze

2 Accentazione

3 Temi in consonante

3.1 Temi in occlusiva

3.1.1 Temi in gutturale

3.1.1.1 Particolarit

3.1.1.2 Aggettivi in gutturale

3.1.2 Temi in labiale




3.1.3 Temi in dentale

3.1.3.1 Particolarit

3.1.3.2 Aggettivi in dentale

3.2 Temi in liquida

3.2.1 Temi in

3.2.2 Temi in




3.2.2.1 Particolarit

3.2.3 Temi in con apofonia

3.2.3.1 Particolarit

3.2.3.2 Aggettivi

3.3 Temi in nasale

3.3.1 Particolarit


o

3.1.2.1 Aggettivi in labiale

3.3.1.1 Aggettivi

3.4 Temi in sibilante

3.4.1 Temi in -

3.4.1.1 Nomi neutri

3.4.1.2 Nomi maschili

3.4.1.3 Nomi femminili

3.4.1.4 Aggettivi

3.4.2 Temi in -

3.4.3 Temi in -

3.5 Temi in nasale e dentale

3.5.1 Temi in -

3.5.2 Temi in -

3.5.3 Temi in -

3.5.4 Temi in -

3.5.5 Temi in -

3.5.5.1 Temi in un -

4 Temi in vocale

4.1 Temi senza apofonia


o

3.4.1.2.1 Particolarit

4.1.1 Particolarit

4.2 Temi con apofonia

4.2.1 Temi in -

4.2.2 Temi in -

4.2.3 Particolarit

4.2.4 Aggettivi

5 Temi in dittongo

5.1 Temi in -


o

5.1.1 Particolarit

5.2 Temi in -

5.2.1 Particolarit

5.3 Temi in -

5.4 Temi in - (-)

5.5 Temi in (-)

Tabella delle desinenze


Maschile e Femminile

Singolare

Plurale

Nominativo -*

Genitivo

Dativo

Accusativo -/-**

Vocativo

come Nom./puro tema***

Neutro

Singolare

Plurale

Nominativo

puro tema***

Genitivo

Dativo

Accusativo

come il Nominativo

Vocativo

come il Nominativo

* = In alternativa il sostantivo si presenta al tema puro, eventualmente manifestando il fenomeno dell'apofonia


vocalica quantitativa o qualitativa (per approfondire, vedi alternanza quantitativa).

** = - vale per i temi in vocale e per i temi in dentale maschili e femminili baritoni (cio n ossitoni n
perispomeni) che escono in - e -, per analogia ai temi in vocale, ad esempio, ha, oltre al regolare ,
l'accusativo ; - vale per quelli in consonante.
*** = Il puro tema si ottiene semplicemente privando il genitivo singolare della desinenza -.
Si noti inoltre che i nomi neutri hanno le stesse forme nei casi retti di tutti i numeri.

Accentazione
Per quanto riguarda gli accenti, i sostantivi della terza declinazione hanno l'accento che tende a restare sulla
sillaba in cui al caso nominativo.
I temi monosillabici spostano l'accento sull'ultima sillaba nei casi obliqui del singolare, del plurale e del duale.
Fanno

eccezione

alcuni

"prigioniero, servitore"; , , "animale

nomi,

quali , ,
feroce, sciacallo"; , ,

"torcia"; ,

-,

"orecchio"; , ,

"fanciullo"; , , "luce". Questi nomi sono parossitoni nel genitivo e dativo duale e nel genitivo plurale.