Sei sulla pagina 1di 5

PS Review of FM & Luca Ferruzzi - All Rights Reserved - 2006

http://www.freemasons-freemasonry.com/
Falce (Scythe)
E questo uno dei simboli di tristezza del grado di Maestro, che ci ricorda del rapido trascorrere del
tempo, e che la morte, con inesorabile rapidit, visiter sia il palazzo del principe che la capanna
del villano.
Fallo (Phallus)
Dal greco . Il fallo rappresenta limmagine lignea del membrum virile che, innalzato su di un
palo, era presente nella maggior parte dei misteri pagani e veniva adorato come simbolo del
principio generativo maschile.
Ladorazione del fallo nacque nellantico Egitto, ed ebbe questorigine: In seguito allassassinio di
Osiride ed alla mutilazione del suo corpo da parte di Tifone, Iside recuper ogni parte del corpo
smembrato con la sola eccezione dei genitali.
Fu quindi a questa stessa parte che essa, commemorandone la perdita, attribu onori particolari.
La rappresentazione dellorgano, il fallo appunto, era realizzata in legno e veniva trasportata in
occasione delle festivit sacre dei misteri di Osiride, come simbolo di fecondit. Il fallo veniva
considerato, dalla gente, con la pi grande venerazione, non evocando nel pensiero degli antichi
alcuna immagine impura o lasciva.
DallEgitto fu introdotto in Grecia, dove la sua esibizione formava parte dei misteri dionisiaci. Nei
misteri indiani esso era il lingam, e si ritrovava sempre nel luogo considerato il pi santo del
tempio.
Venne anche adottato dagli idolatri israeliti, allorquando essi caddero preda del peccato, che lo
adottarono dai moabiti col nome di Baal-peor ( Per il Cumberland il termine Baal-peor in linguaggio caldeo
significherebbe il dio nudo, equivalente della deit romana Priapo).
In breve, la venerazione, sotto nomi diversi, del fallo, fu elemento comune a tutte le nazioni
dellantichit. Avremo nuovamente occasione di farvi riferimento nellarticolo relativo al Punto
allinterno del cerchio, simbolo massonico che, secondo il Dr. Oliver, vi si identifica, come da lui
riportato in un esauriente capitolo del suo Segni e Simboli.
La filosofia massonica corrente comunque, come si avr modo di apprendere pi tardi, non
contiene pi alcuna allusione allorbe solare, o grande principio della fecondit, eccetto che nella
sua forma - -, un simbolo tuttora utilizzato dagli astronomi come rappresentazione del sole. Vedi
Punto allinterno di un cerchio.
Fare (Make)
Il Far Massoni termine molto antico, utilizzato nel testo dei pi antichi doveri come sinonimo del
verbo iniziare.
Fascia (Sash)
Gli antichi dettami a proposito dellindossar fasce allorquando in processione cos recitano: Solo
agli ufficiali, che debbono sempre essere Maestri Muratori, concesso di indossar fasce,
ornamenti che soltanto ufficiali particolari possono indossare. In questo paese, luso della fascia
giustamente limitato al MV come simbolo distintivo del suo uffizio.
Una fascia di color scarlatto viene indossata da tutti i partecipanti al grado dellArco Reale, con le
parole Santit al Signore impresse su di essa. Queste erano le parole che si ritrovavano sulla
mitria del Gran Sacerdote degli ebrei. La fascia, o sciarpa sembra esser derivata dallo Zennar, o
corda sacra, che veniva posta sul candidato alliniziazione nei misteri indiani, e che doveva esser
indossata da ogni bramino. Questa corda era intessuta con grande solennit e veniva indossata
dalla spalla sinistra al fianco destro, gi fino allaltezza delle dita della mano.
Albert G. Mackey - Lessico Della Libera Muratoria

PS Review of FM & Luca Ferruzzi - All Rights Reserved - 2006


http://www.freemasons-freemasonry.com/
Fede (Faith)
Il piolo pi basso della scala teologica, che ci ricorda che il primo scalino massonico, la prima,
essenziale qualifica di un candidato la fede in Dio. Nel corso della lettura dell AAsi dice che
La Fede pu esser persa di vista; la Speranza termina col godimento; ma la Carit si estende
oltre la tomba, attraverso i reami senza limiti delleternit.
E questo perch essendo la fede prova di cose non vedute, ne consegue che, quando si vede,
noi non crediamo pi per fede ma attraverso la dimostrazione; e siccome la speranza soltanto vive
nellattesa del possesso, essa cessa di esistere non appena lobbiettivo desiderato viene alfine
raggiunto, mentre la carit, esercitata sulla terra con atti di mutua gentilezza e di perdono, si
ritrover ancora nel mondo che verr nella forma sublime della grazia che Dio vorr estendere alle
sue creature erranti.
Fenditure delle Rocce (Clefts of the Rocks)
Lintero territorio palestinese di natura alquanto tormentata, con montagne che abbondano di
profondi crepacci e caverne nelle quali trovavano rifugio, in tempo di guerra, i suoi antichi abitanti e
che venivano spesso usate per nascondiglio dai briganti.
E quindi in accordo con questa verit geografica che, nel terzo grado, si sia fatto riferimento al
nascondersi di certe persone tra i crepacci delle rocce.
Feste (Festivals)
La feste massoniche pi celebrate sono quelle di San Giovanni Battista, il 24 giugno e di San
Giovanni Evangelista il 27 dicembre. Queste sono le feste celebrate in questo paese, cos come
avveniva, nel passato, in Inghilterra, mentre oggi la festa annuale della Gran Loggia dInghilterra
viene celebrata il mercoled che segue il giorno di San Giorgio, il 23 aprile, essendo tale Santo il
Santo patrono dInghilterra. Per una ragione simile la Gran Loggia di Scozia celebra la propria
festa il 30 novembre, ricorrenza di Sant Andrea.
Festivit Annuale (Feast, Annual)
La convocazione ad una festa annuale degli appartenenti allArte al lodevole scopo di promuovere
i sentimenti sociali e cementare i vincoli di amore fraterno con lo scambio di cortesie abitudine
antica ed onorata che tuttora viene osservata e, noi crediamo, sempre lo sar in futuro.
A questincontro, nessun lavoro dovr essere eseguito, con la sola eccezione dellinstallazione
degli ufficiali, mentre il giorno dovr essere dedicato alla socialit ed al riposo. Lelezione degli
ufficiali ha sempre luogo in una data precedente, secondo una regola adottata dalla Gran Loggia
dInghilterra nel 1729 che recita: Ci si accord quindi, per evitare dispute nel giorno della festa
annuale, che il nuovo Gran Maestro verr, per il futuro, nominato e proposto alla Gran Loggia in
precedenza al giorno di festa Vedi Costituzioni dellAnderson, p. 200.
Fides
Fedelt, virt alla quale gli antichi dedicavano onoranze di natura divina, sotto il nome di dea della
fede, dei giuramenti e dellonest. I giuramenti presi nel nome di questa dea erano considerati
essere i pi inviolabili tra tutti.
Numa fu il primo costruttore di templi; egli eresse altari alla dea Fides o Fedelt. Non venivano
compiuti sacrifici di animali, e nessun sangue era versato. I sacerdoti celebranti erano vestiti in
bianco, e venivano condotti in pompa magna, su carri, al luogo del sacrificio, con lintero corpo e le
mani avvolte nei loro capaci mantelli.
Tra gli antichi la fedelt veniva di solito rappresentata da due mani congiunte o da due figure
umane che si tenevano lun laltra per la mano destra. Orazio dice che la Fedelt incorruttibile la
sorella di Giustizia, mentre per Cicerone i due concetti sono identici. Egli afferma che quei principi
Albert G. Mackey - Lessico Della Libera Muratoria

PS Review of FM & Luca Ferruzzi - All Rights Reserved - 2006


http://www.freemasons-freemasonry.com/
di giustizia esercitati verso Dio (la Religione) e verso i nostri genitori (la Piet), si dicono Fedelt
nel campo della fiducia (Justitia erga Deos religio, erga parentes pietas, - creditis in rebus fides nominatur. Orat.
78).
Figlio della Vedova (Widows Son)
Cos si descrive uno dei personaggi pi illustri nella storia massonica, perch viene detto nelle
Scritture che egli sia stato il figlio di una vedova della trib di Neftali.
Filo a Piombo (Line)
Si tratta di una corda dalla quale pende un pezzo di piombo, in modo da tenerla perpendicolare. Il
filo a piombo uno degli attrezzi di lavoro di un Ex Maestro Venerabile. I massoni Operativi ne
fanno uso per assicurarsi della correttezza del loro lavoro, ma per suo tramite si insegna allEx
Maestro Venerabile il criterio della rettitudine morale, dellastenersi da ogni dissimulazione nella
conversazione e nellazione ed a dirigere i propri passi sul sentiero che porta alla gloriosa
immortalit.
Finanze (Finances)
Le finanze delle logge vengono tenute dal Tesoriere, che ne fa uso su ordine del Maestro e col
consenso dei fratelli, espresso in precedenza il loggia aperta. Secondo una legge non scritta i fondi
dovrebbero esser prima ricevuti dal Segretario, per poi esser passati al Tesoriere, che ne rilascia
ricevuta. In tale modo esiste un doppio controllo effettuato sul danaro da parte di questi due
ufficiali.
Firma (Signature)
Il Massone che riceve un certificato da parte di una loggia deve apporvi, a margine, la propria firma
nel suo stile usuale, come mezzo per identificare il vero proprietario da un falso pretendente in
caso che il certificato debba andar perduto e quindi arrivare in possesso di chi non ne abbia alcun
titolo. Vedi la voce Ne Varietur.
Fondo della Beneficenza (Benefit Fund)
Nel 1798 venne stabilita a Londra, sotto il patrocinio del Principe di Galles, del Conte di Moira e
degli altri ufficiali di Gran Loggia, una societ il cui obbiettivo era laiuto ai fratelli malati, anziani o
imprigionati, e la protezione delle loro vedove, bambini ed orfani. Il pagamento di una guinea
allanno dava diritto ad ogni membro che si trovasse nel bisogno, o alla sua vedova e orfani nel
caso della sua morte, ad una contribuzione prefissata.
Fondi di beneficenza di questo tipo non furono utilizzati per lungo tempo dai Massoni americani,
mentre ultimamente diverse logge ne stanno facendo uso. La loggia di Stretta Osservanza della
citt di Nuova York, ed altre logge a Troy, Ballston, Schenectady ed altrove hanno oggi adottato
fondi di beneficenza. Nel 1844 diversi membri delle logge di Louisville, nel Kentucky dettero vita ad
una societ denominata degli Amichevoli Figli di San Giovanni
Organizzata sul modello della societ inglese della quale abbiamo detto, non vi vengono ricevuti
membri di oltre 45 anni di et, o che non siano membri quotizzanti di una loggia; la diaria
giornaliera ai membri malati di 75 centesimi; 50 dollari vengono stanziati nel caso di funerali di un
membro deceduto, mentre 25 dollari vanno ai funerali delle vedove; nel caso di morte di un
membro, viene corrisposta una certa indennit alla famiglia del deceduto.
Il 10 per cento dei fondi versati dai soci viene devoluto ad un fondo speciale per gli orfani mentre,
se le circostanze lo richiedessero, viene anche contemplata la possibilit di versare una certa
pensione alle vedove di membri deceduti.
Albert G. Mackey - Lessico Della Libera Muratoria

PS Review of FM & Luca Ferruzzi - All Rights Reserved - 2006


http://www.freemasons-freemasonry.com/
Comunque, una riflessione personale pi profonda, assieme ad ulteriori ricerche da me effettuate
sui principi del nostro ordine dopo la prima edizione della presente opera mi hanno convinto che la
creazione di simili fondi di beneficenza da parte delle logge, cos come descritti in questo
paragrafo risultano essere contrari al sistema di beneficenza pura della carit massonica.
Questi fondi sono stati pertanto giustamente scoraggiati da parte di diverse Gran Logge.
Forma Ampia (Ample Form)
Se la Gran Loggia viene aperta dal Gran Maestro in persona, si dice che questa venga aperta in
forma Ampia, se dal Deputato Gran Maestro, allora si parla di forma Debita, se da altri ufficiali,
allora si dice semplicemente in forma.
Forma Debita (Due Form)
Vedi Forma Ampia.
Fortezza (Fortitude)
Una della quattro virt cardinali, delle cui eccellenze si discute nel primo grado. Essa non solo
istruisce il buon Massone a sopportare le sventure della vita con pazienza e rassegnazione
imbracciando larme contro il mare dei turbamenti ma cos come espresso in molte delle nostre
cerimonie, gli insegna a non lasciarsi scuotere da alcun pericolo, n a lasciar che alcun patimento
possa dissolvere la fedelt inviolabile che egli ha nella fiducia che stata in lui riposta.
Forza (Strength)
Una delle tre colonne portanti della Massoneria. Viene rappresentata dalla colonna dorica e dalla
figura del Primo S, essendo quello Dorico il pi forte e massiccio degli ordini, ed essendo dovere
del Primo S, per mezzo di un attento lavoro di sovrintendenza dellArte, aiutare il MV nel
compiere i propri doveri e nel rinforzare e supportare la sua autorit. Hiram, Re di Tiro, viene
inoltre considerato essere il rappresentante della colonna della Forza che sorreggeva il tempio.
Fratellanza di Naharda (Naharda, Fraternity of)
I Rabbini ebrei ci narrano che le trib deportate in cattivit al tempo della distruzione del primo
tempio fordarono a Naharda, sulle rive del fiume Eufrate, una fratellanza allo scopo di ben
conservare le conoscenze di tipo tradizionale che essi trasmettevano a pochi iniziati. Al momento
della restaurazione degli ebrei da parte di Ciro, Zerubabele, assieme con Giosu e Esdra,
trasportarono tali segreti a Gerusalemme e stabilirono in quella citt una simile fratellanza. Oliver ci
narra che gli ebrei, durante il periodo di cattivit, praticavano la massoneria in logge regolari fino al
tempo della loro liberazione ed ebbero, a tale scopo, tre Collegi o Gran Logge, situate a Sora,
Pompeditha e Naharda.
Fratelli di Giovanni (Johns Brothers)
In un singolare documento massonico, detto la Carta di Colonia, si afferma che prima dellanno
1440 la Societ dei Frammassoni era conosciuta con lunico nome dei Fratelli di Giovanni, che in
seguito cominciarono ad esser chiamati, nella citt di Valenciennes, i Massoni Liberi ed Accettati, e
che a quel tempo, in talune zone delle Fiandre, e per il tramite dellassistenza e delle ricchezze
della fratellanza, vennero edificati i primi ospedali per il soccorso di coloro che erano afflitti dal
fuoco di SantAntonio.
Fratelli Transitori (Transient Brethren)
Quando i fratelli di passaggio visitano una loggia questi debbono essere accolti cordialmente e
rivestiti in modo appropriato. Essi per non possono essere ammessi in alcun modo fintantoch,
Albert G. Mackey - Lessico Della Libera Muratoria

PS Review of FM & Luca Ferruzzi - All Rights Reserved - 2006


http://www.freemasons-freemasonry.com/
per mezzo delle adeguate precauzioni, non abbiano dato prova di essere massoni veri e degni di
fede. Vedi Visita, diritto di.
Fratello (Brother)
Termine che i massoni si danno lun laltro. I massoni sono fratelli non solo a causa della loro
comune partecipazione al consesso umano, ma perch professano la stessa fede, sono impegnati
negli stessi lavori e sono uniti da una mutua alleanza o vincolo, per cui essi vengono anche detti i
Fratelli del Vincolo Mistico.

Albert G. Mackey - Lessico Della Libera Muratoria