Sei sulla pagina 1di 13

Materiale didattico: prof.ssa G.

Perricone

Secondo i modelli di lettura dello sviluppo


probabilistici, olistici, interazionisti,
costruttivisti

Maturazione e
influenze
biologiche
passate

Stato attuale
dellorganismo

Individuo

Comportamento

Esiti
di Sviluppo

Esperienze
passate

Interazione dinamica

Contesto attuale

Tempo

Cfr. Bonino, 2001

Lo sviluppo un cambiamento sistematico e coerente, probabilistico, progressivo e multidirezionale che


comporta cambiamenti tali da incrementare o rendere pi complessa larticolazione dei tratti strutturali e
funzionali della persona, mantenendo al tempo stesso unorganizzazione coerente e ununit strutturale e
funzionale della persona come un tutto inscindibile (Ford, Lerner, 1992)

LO SVILUPPO UN PROCESSO RICORSIVO CHE


AVVIENE LUNGO TUTTO IL TEMPO DELLA VITA IN UN
FLUSSO INCESSANTE IN CUI LE ESPERIENZE DEL
PASSATO SI LEGANO A QUELLE DEL PRESENTE

Percorso di sviluppo scandito da


Percorso di sviluppo scandito da
eventi critici che definiscono
eventi critici che definiscono
traiettorie individuali
traiettorie individuali
Intreccio tra fattori di rischio e di
Intreccio tra fattori di rischio e di
fattori di protezione
fattori di protezione
Crisi come sfida, opportunit di
Crisi come sfida, opportunit di
sviluppo e di crescita
sviluppo e di crescita
Compiti evolutivi
Compiti evolutivi
Resilienza
Resilienza

Traiettorie evolutive individuali


Traiettorie evolutive individuali
possibili (Magnusson, Stattin, 1997)
possibili (Magnusson, Stattin, 1997)
Presenza di bisogni
Presenza di bisogni
generalizzabili e dunque,
generalizzabili e dunque,
irrinunciabili (Brazelton,
irrinunciabili (Brazelton,
Greenspan, 2001)
Greenspan, 2001)
Variabilit inter-individuale e
Variabilit inter-individuale e
intraindividuale: le differenze
intraindividuale: le differenze
individuali
individuali
Interazione presente-passato,
Interazione presente-passato,
contesto-soggetto
contesto-soggetto

Linearit
Causa/effetto
Trasformazione
di diversi
elementi
Ciclicit
Circolarit
del
cambiament
o

Discontinuit

Tempi del
cambiament
o

Fotosintesi clorofilliana

Giorno/Notte

Stagioni

Unidirezionalit
Staticit della
diversit

Metamorfosi bruco farfalla

Compromissione
evolutiva
i
de

Processi di comunicazione
Processi di messa in comune
dinformazioni, di socializzazione di
idee, emozioni, esperienze, di
relazione con gli altri nei diversi
contesti di vita
Processi di costruzione
dellintersoggettivit (condivisione
dellattivit mentale tra due soggetti
allinterno degli atti comunicativi)
Processi relazionali

Percorso di sviluppo scandito da eventi


Percorso di sviluppo scandito da eventi
critici normativi e/o non normativi che
critici normativi e/o non normativi che
definiscono traiettorie individuali non
definiscono traiettorie individuali non
generalizzabili
generalizzabili
L intreccio tra fattori di vulnerabilit
L intreccio tra fattori di vulnerabilit
personali, rischiosit esterne e fattori di
personali, rischiosit esterne e fattori di
protezione configura una condizione di
protezione configura una condizione di
rischio evolutivo
rischio evolutivo
Crisi evolutiva non come sfida, ma
Crisi evolutiva non come sfida, ma
momento di stagnazione e/o
momento di stagnazione e/o
deterioramento
deterioramento

so
Bi

i
ial
c
e
sp
C
i
o
gn

m
p
r
o e
m v
i o
s l
s u
i t
o i
n v
e a

Esitano dal rapporto tra il


percorso evolutivo
individuale e la
compromissione evolutiva

Percorso evolutivo

Valenza del
gruppo
Allenamento

Formula 1

Classifica
Competizione
Misurazione
prestazione
personale

Olimpiadi

Sfida
personale
Superamento
dei propri limiti
Assenza di
direzioni precise

Deltaplano

Superamento degli
ostacoli esterni
Risorse dellaltro
Definizione del
percorso e della
meta

Trekking

Il rapporto tra richieste


Ansia

del compito e risorse


Molti compiti
impegnativi
Poche
risorse

Pochi compiti
impegnativi

Molte
risorse

Sicurezza
Cfr.: Hendry, Kloep, 2002

Trasformazioni individuali in seguito alla


risoluzione di un compito

Sviluppo

Compiti
impegnativi

Stagnazione
Compiti di routine

Compiti rischiosi

Deterioramento

Cfr.: Hendry, Kloep, 2002

Superamento del limite


Fatica

Potenziamento autostima

Risposta ai compiti
Nuovo equilibrio

sviluppo
Adattamento creativo

Competenze di coping

Fattori di protezione
interni ed esterni
Materiale didattico G. Perricone

Rapporto tra continuit e discontinuit dello sviluppo.


-lattivazione di
esperienze;
-la
promozione
di
contesti
e
relazioni
significative;
-la
consuetudine
a
porre
e
porsi
dei
compiti.

-il riconoscimento
della valenza della crisi
evolutiva;
-lindividuazione del
compito evolutivo
-lindicatore
relativo
al
sostegno, alla ricerca delle
risposte
necessarie
e
al
superamento
del
compito
evolutivo.

Il processo di attraversamento del rischio


-la
ne
io
destrutturaz
io
br
ili
qu
e
ll
de
e
disfunzional
o
at
id
ol
cons
to
-il suppor
to
za
liz
na
fi
sociale
o di
pp
ilu
sv
allo
condizioni
alla
funzionali
e
n
io
az
rm
trasfo

Lo sviluppo della barriera protettiva

-riduzione dellesposizione al

rischio psicosociale
-linterruzione di reazioni
negative a catena
-lo sviluppo dellautostima e
dellautoefficacia
-lapertura a nuove
opportunit

Materiale didattico G. Perricone

Il soggetto come
protagonista
la presa in carico del soggetto
nella complessit del qui e ora,
focalizzandosi sulle
interconnessioni processuali e
non sulle singole dimensioni
evolutive
La dinamica
motivazionale
il processo che permette
lesplicitazione di quei
bisogni che si sviluppano da
una situazione di
disagio/mancanza sia
allinterno del polo
individuale che ambientale

Lorientamento
come relazione
daiuto attraverso

Consente di lavorare
sulle e attraverso le
competenze come
padronanze

Consente di lavorare
sulle e attraverso le
competenze come
padronanze
Il gruppo
nellaccezione di
realt esterna e di
gruppalit interne
Assessment
Mediazione
Supporto
Protezione

Materiale didattico G. Perricone

direzione

soggetto

direzione

sistema

Materiale didattico G. Perricone

Modello clinico-funzionalista

Modello olistico-sistemico

Categorie
epistemologiche

-Ritiro strategico
-Individualit/S
-Riconoscimento
-Rapporto con laltro
-Soggettivit

-Relazione
-Pluralit
-Complessit
-Bisogno/scopo dei soggetti coinvolti
-Confine della situazione come
demarcazione (forma contenitiva)

Principi

-Si deve considerare il profilo della


configurazione del soggetto

-Si devono considerare i differenti


contesti e le loro relazioni

Processi

-Coinvolgimento del minore (attivazione


della dinamica motivazionale)
-Chiamata in causa dellaltro
-Attivazione della crisi

-Sensibilizzazione
-Partecipazione/comunicazione
-Coinvolgimento
-Condivisione
-Attivazione di collegamenti, di reti

Criteri/parametri

-Livelli di attivazione del coinvolgimento


-Metacognizione
-Livelli di autostima
-Livelli di autoefficacia percepita

Valutazione di
prodotto

-Sviluppo di coping
-Adattamento creativo
-Sviluppo delle condotte adattive

-Livelli di attivazione della


sensibilizzazione, della partecipazione e
del coinvolgimento
-Livelli di consapevolezza dei sistemi
rispetto al considerarsi risorsa del
cambiamento come attivazione della
dinamica mentalizzazione
cambiamento - mentalizzazione
-Autopercepirsi come agente del
supporto al cambiamento
-Numero e tipologie delle Istituzioni
coinvolte e modalit di coinvolgimento
-Consapevolezza
delle Istituzioni
Materiale
didattico G. Perricone

Potrebbero piacerti anche