Sei sulla pagina 1di 9

Buona Pasqua

Dice il Vangelo che "passato il sabato Maria Maddalena, Maria di Giacomo e Salome, di
buon mattino vennero al sepolcro, dopo aver comperato oli aromatici, per imbalsamare
Ges."
Volevamo compiere l'ultimo dovere di amicizia verso il loro Maestro. Era un dovere che si
apprestavano a compiere col cuore rotto dalla tragedia che avevano visto consumarsi in
quei giorni.
"Esse dicevano tra loro: chi ci rotoler via il masso dall'ingresso del sepolcro?". Era un
problema non indifferente per delle donne. Mentre erano ancora incerte, ecco due uomini
apparire vicino a loro in veste sfolgoranti. Le donne si impaurirono, e chinarono il volto a
terra, ma essi dissero loro :"Perch cercate tra i morti colui che vivo? Non qui,
risuscitato". Erano venute per un estremo saluto, invece ebbero la gioia di incontrare di
nuovo il loro Signore, di proclamare al mondo e ai fratelli: Ges vivo ed sempre con
noi.
Anche noi ci prepariamo a fare Pasqua.
Forse tanti lo sentono come un dovere, un impegno da compiere in fondo siamo cristiani.
Ma cos' per noi fare Pasqua? Andare a baciare il Crocifisso, confessarci in fretta per
poter fare la comunione pasquale e cos essere a posto; aver fatto il proprio dovere?

Se fosse solo cos, assomiglierebbe alla denuncia dei redditi..." o meglio dei debiti, una
cosa, tra le tante, che ci tocca fare in questo periodo dell'anno.
La realt della Pasqua ben superiore.
Ges risorto presente in mezzo a noi per costruire un mondo nuovo. Per questo fa
nuovo ciascuno di noi: ci libera dal nostro passato e stabilisce una comunione di vita, non
solo par partecipare a fatiche gioie e dolori, ma per farci vivere in pienezza.
L'augurio che faccio proprio questo: che tutti noi partecipando ai riti pasquali abbiamo a
fare una forte esperienza di fede da poter dire a tutti, veramente Ges risorto. E le
parsone vedendo la nostra vita nuova possano esclamare: certamente cos.

don Matteo













Orario santa funzioni

Domenica dalle palme
ore 7 santa Messa
ore 10 benedizione degli ulivi: santa Messa
ore 14,30 Via Crucis
inizio sante confessioni
ore 20 santa Messa

Luned, Marted, Mercoled santo
ore 7,45 santa Messa
ore 20 santa Messa

Gioved santo
ore 20 santa Messa solenne in commemorazione della Cena del Signore
Adorazione del Santissimo -Sacramento

Venerd santo
ore 15 Azione liturgica in memoria della Passione
Adorazione della Croce Canta Comunione

Sabato Santo
ore 20 Inizio della Veglia Pasquale

Santa Pasqua
ore 7 santa Messa
ore 10,30 santa Messa Solenne
ore 15 canto dei Vesperi
ore 18 santa Messa

Luned dellAngelo
ore 7 santa Messa
ore 10 santa Messa

Nuove norme stabilite dai Vescovi della regione lombarda per l'ammissione del
Sacramento del Matrimonio.-

Le recenti vicende della legislazione civile italiana sul matrimonio e sulla famiglia
(introduzione del divorzio, legge sulla maggior et, nuovo diritto di famiglia) hanno
suggerito ai nostri vescovi di presentare norme adeguate alla nuova situazione.
Perch gli sposi possano celebrare il matrimonio con consapevolezza di fede e cosciente
responsabilit stabilito quanto segue:
Si raccomanda vivamente una preparazione remota al Matrimonio mediante la frequenza
ai corsi per fidanzati che si tengono sia a Como presso il Centro per la famiglia, e in zona.
Prima della celebrazione del matrimonio si devono tenere tre colloqui, opportunamente
distanziati tra il parroco e gli sposi. Per poter far questo occorre prendere contatto con la
parrocchia circa tre mesi prima della data stabilita per la celebrazione del matrimonio.

Nel primo colloquio il parroco presenta gli elementi di fede cristiana che fanno da
presupposto per la comprensione del sacramento del matrimonio. Nel secondo colloquio si
procede allesame degli sposi, detto anche consenso. Nel terzo colloquio, che si tiene in
prossimit delle nozze, si illustrer il rito liturgico del matrimonio cristiano. Si ricorda che il
nuovo diritto di famiglia, non permette il matrimonio ai minori di anni 18; eventuali
eccezioni devono essere autorizzate dal tribunale.

Per maggiori chiarimenti si prega di rivolgersi al parroco.
Si avverte che queste norme sono obbligatorie per tutti a partire dalla Pasqua di
quest'anno.









Un'idea, come un lampo, viene alla mente mentre stiamo pregando in chiesa. - E don
Albino? vero non un Missionario nel senso tradizionale, ma anche lui ha lasciato tutto,
anche lui partito. E poi .... di Ronago o no!?.

Dopo la funzione telefono e vado subito a casa della sua mamma perch da molto tempo,
dal giorno della sua ordinazione sacerdotale non avevo pi avuto sue notizie precise.

- Dov'? Cosa fa?
- in Spagna, mi fu risposto - e lavora molto.
Mi faccio spiegare meglio il suo lavoro.

Don Albino si trova nel Collegio Apostolico dell'opera di don Guanella ad Aguilar De
Campoo. a contatto di molti ragazzi, studenti; vive tutta la giornata con loro, li segue
nello studio, nel gioco. I ragazzi gli vogliono un gran bene e glielo dimostrano, a volte,
facendogli dei regali.
Poi la conversazione si fa pi vivace, intervengono tutti i parenti: il babbo, il fratello, la
sorella. Tutti ricordano fatti, episodi, momenti di vita insomma che mettono in luce la
capacit di don Albino di donarsi agli altri nel pi completo disinteresse di s, la sua
capacit di farsi uno con l'altro.
- Se con un muratore, si fa muratore; se c' da giocare, gioca; se si accorge che c' una
qualsiasi necessita, subito interviene.

Mi vengono in mente le parola di Ges:
"Chi di voi pi grande, sia il pi piccolo. Io sto in mezzo a voi come uno che serve. E
ancora: "Amatevi scambievolmente come io ho amato voi".

Suonano le campane per la Messa. Saluto tutti e lascio la casa ripromettendomi di
scrivere a don Albino per saperne di pi.
C' qualcuno che vuole farlo con me?












II mese scorso giunta a tutti i Gamiti una lunga, aggiornatissima e bellissima lettera di
Suor Amelia. Il pi presto possibile verr fatta leggere integralmente.
Per ora trascrivo, per farlo conoscere a tutti questo brano, che all'inizio della lettera e ci
fa conoscere cos bene l'animo di Suor Amelia.
"Chiss cosa direte del mio silenzio! Ed avete pienamente ragione! Ma sapete quanto mi
difficile trovare il tempo per scrivere e quante volte, dopo essermi proposta di scrivervi il tal
giorno, ho dovuto rimandare per tanti piccoli inconvenienti o problemi che qui in missione
diventano vita della nostra vita! Con ci non credetemi n un'eroina e tanto meno una
martire, no, perch se in principio forse me la prendevo un pochino per non essere riuscita
a fare quello che mi ero programmata, ora, giorno per giorno sto imparando e cerco di
praticare ci che dicono gli africani: "II sole nasce anche domani.
Vi dico la verit che questo detto mi piace moltissimo anche perch mi fa capire che non
sono io quella che riesce a convertire il mondo, ma solo il Signore. II mio compito quindi,
qual' se non quello di seguire il Suo piano che mi presenta momento per momento?
vero, non sempre mi facile, perci sono sicura della grande forza della vostra
preghiera; vi chiedo di aumentarla un pochino affinch riesca davvero a seguire Lui
sempre pi profondamente e donarlo a questa gente anche a noma vostro, d'accordo?

Preghiera
Signore, grazie di aver voluto suor Amelia cos piena di fiducia in noi.
Ma prima di tutto ti chiediamo perdono per tutto il tempo che dedichiamo alle cose inutili.
Poi ti chiediamo di farci capire sempre meglio quanto sia essenziale pregare.
Aiutaci a ricominciare sempre per essere strumenti del tuo amore dove viviamo. Solo cos
possiamo dire a suor Amelia che siamo a lei uniti.


NOTIZIARIO G A M




Padre Giuseppe proprio in questi giorni rientrato in Italia par un periodo di; cura e riposo.
Avremo quindi l'occasione di incontrarlo presto e aggiornarci sul suo lavoro.
Prendiamo occasione per porgergli i nostri auguri di una pronta guarigione.


Suor Amelia ci fa sapere di aver ricevuto 2 pacchi con vestiario e medicinali. Ci ringrazia
tanto.


Domenica 29 febbraio c' stata una giornata Missionaria a favore di tutti i missionari
Comboniani.
Ma .... stata una grazia spirituale per tutti noi.


Abbiamo spedito ogni due mesi circa una certa somma a Suor Amelia come le avevamo
promesso.
Fino ad ora le sono stata inviate- . 600 mila.
Il resto dei soldi raccolti fino a febbraio dal GAM, circa . 300 mila, verr dato a Padre
Giuseppe Ambrosoli.







Pellegrinaggio parrocchiale a Lourdes

Dall'8 al 13 agosto andremo in pellegrinaggio a Lourdes.
II viaggio sar in pulman.
La quota di partecipazione di . 127.000
Per iscrizioni e informazioni rivolgersi a Don Matteo.


Dai registri parrocchiali:

Sono entrati, col battesimo, nella famiglia parrocchiale:
Antonaz Laura di Davor e Bianchi Augusta
Aliverti Lorena di Mario e Callegari Doriana
Ferrazzo Catia .. di Felice e Grimaldi Isabella
Tropeano Giulia di Giuliano e Galli Annamaria
Ledda Daila di Sebastiano e Angelinetta Ornella
Fumagalli Ivano di Aldo e Pelosi Andreina
Albini Cristian di Romolo e Fioletti Domenica
Maffia Camion di Giuliano e Marchetta M. Rita
Gaggiani Paolo Antonio di Ciro e Bizzanelli Martina
Galli Ilaria di Felice e Senatore Antonia
Visconti Claudia di Pierino e Gusmeroli Ercolina
Pusterla .Davide di Gianantonio e Balatti Wanda

Si sono uniti in matrimonio:
Ratti Fausto con Ciceri Giuliana 27-12-75

Sono ritornati alla casa del Padre:
Ciceri Tarcisio anni 60 18-11-75
Bernasconi Giovanni anni 65 29-11-75
Marieni Angela Caterina anni 75 30-12-75
Panzeri Attilio Cirillo anni 68 21-01-76
Cerea Antonietta anni 81 05-02-76
Cerea Anna anni 83 23-02-76