Sei sulla pagina 1di 3

117 116

che i partiti populisti di destra almeno nei paesi europei come


Olanda, Belgio, Austria, Francia e Italia stiano facendo un lavoro
decisamente migliore, riscuotendo successo laddove la politica di
sinistra sta fallendo. Negli ultimi decenni, questi partiti sono riusciti
a guadagnare molto sostegno dalle classi medio-basse della
popolazione, anche se naturalmente attraverso un programma
reazionario (rimanendo pur sempre allinterno del frame del libero
mercato e della democrazia rappresentativa).
In relazione a questo successo della politica populista di destra
nel conquistare i cuori e le menti di ampie fasce della popolazione
poco abbiente, sembra esserci una crescente consapevolezza tra
le le della sinistra della necessit di trarre un insegnamento dai
successi della politica populista, tentando di batterla al suo stesso
gioco. In un numero di Open una rivista olandese di arte e spazio
pubblico pubblicato nel novembre del 2010, si tenta proprio
questo, proponendo una denizione alternativa della politica come
arte dellimmaginazione. Nel saggio introduttivo, il sociologo e
attivista Merijn Oudenampsen sviluppa tale concetto denendo la
lotta politica in termini di articolazione e re-articolazione di storie.
In questa lotta tra narrazioni, la narrazione vincente quella che
meglio corrisponde ai desideri intimi delle masse, riuscendone
a dare una direzione. In questo modo la storia politica si mostra
come un accumulo di storie che vanno e vengono a seconda del
ritmo mutevole delle masse e dei loro credo. La narrazione pu
andare verso sinistra o verso destra, includere o escludere gruppi
diversi, ma ci che conta il potere dellimmaginazione.
Non una coincidenza che il controverso Geert Wilders, il politico
di estrema destra, islamofobo e populista, che dal 2006 dirige
il Partij voor de Vrijheid [letteralmente il Partito per la Libert,
N.d.T.], da lui stesso fondato, occupi un ruolo centrale nel saggio
di Oudenampsen, che scrivendo allinterno del contesto politico
olandese ne analizza le sue tattiche narrative. Wilders pu essere
visto come il campione della politica intesa come storytelling.
Le sue narrazioni popolari incentrati sulle secolari battaglie del
popolo olandese contro il mare, contro la cricca politica dellAia,
la capitale amministrativa, contro le lite culturali e intellettuali
che vivono lungo i vecchi canali di Amsterdam, contro Bruxelles
Comunicazione politica / Costruzione dellimmaginario / Narrazioni fondative
Perch alla politica radicale
contemporanea serve
un vuoto di immaginazione
di BAVO
Oggi, il dibattito riguardo ad unalternativa allattuale ordine
sociale basato sui principi gemelli del libero mercato e della
democrazia rappresentativa presente ovunque, trovando nei
movimenti sociali radicali, come gli Indignados o il Movimento per
lOccupazione (Occupy), la propria avanguardia.
Uno dei grandi problemi di questi movimenti sta nel coinvolgere e
mobilitare il cosiddetto 99% della popolazione che si dice escluso
dallattuale assetto del capitalismo nanziario, e che non vede in
questo nessuna rappresentanza dei propri interessi.
Questo 99% che include persone normali, apolitiche, come
il famigerato Joe the plumber [letteralmente, Joe lidraulico,
la persona qualunque, N.d.T], costantemente presente nella
campagna presidenziale degli Stati Uniti nel 2008 viene utilizzato
con entusiasmo dai manifestanti per sostenere la loro legittimit
e mantenere lillusione che la loro non soltanto la protesta di
una minoranza radicale e di estrema sinistra. Tuttavia, in n dei
conti e per il momento, il rapporto tra i movimenti di resistenza
e questo 99% alquanto indiretto e tradizionale, un rapporto di
rappresentanza: come consuetudine per lavanguardia, lala
radicale agisce e parla a proprio nome, piuttosto che dare vita a
una situazione in cui ciascuno allinterno di questo 99% possa
esprimere le proprie frustrazioni e parlare per s stesso. La sda
degli attuali movimenti di protesta forse anche la sua ultima e
denitiva prova quindi di intercettare la parte non radicale della
popolazione afnch ricopra una parte attiva nella costruzione di
una societ alternativa e di uneconomia estranea alle esistenti
coordinate ideologiche della democrazia liberal-capitalista.
Per quanto riguarda la mobilitazione degli scontenti, sembra
BAV / Perch alla politica radicale / BAVO / eng: p. 300
119 118
le narrazioni esistenti dello Stato fossero in bancarotta. Il suo
obiettivo primario era quello di connettere il profondo desiderio di
libert dei neri americani con lideale costituzionale di libert. Con
la sua adesione totale al sogno americano e alle sue promesse,
dichiarate e non, King non solo ha dovuto combattere contro i
gruppi razzisti dei bianchi americani, ma anche contro i suoi stessi
sostenitori, tentati di ritirarsi nel proprio stato di neri ghettizzati o
arrendersi alle promesse messianiche per il futuro.
Oggi pi che mai necessario che la prassi politica di sinistra
inneschi dei cortocircuiti tra le prevalenti narrazioni esistenti
e la realt sociale, piuttosto che inventare una narrazione del
tutto nuova. Nei Paesi Bassi, per esempio, ci comporterebbe
da parte dei politici di sinistra labbandono del sogno di una
societ multiculturale, gi spesso dichiarata morta non solo dai
politici populisti come Wilders, ma anche dai partiti di carattere
tradizionale. invece fondamentale capire come la stessa
politica populista si costituisca a partire da un sogno di libert e
di responsabilit. Ci offrirebbe possibilit uniche per la sinistra
nello spirito di Martin Luther King per rendere questi sogni
liberal-populisti universali e forzare quindi la loro realizzazione,
raggiungendo degli obiettivi progressisti. Il problema qui non
tanto il fallimento della sinistra in quanto carente della potenza
immaginativa di personaggi come Martin Luther King, come
sostiene Oudenampsen. Piuttosto, alla sinistra manca il realismo
di personalit alla stregua di King, capace di incassare gli assegni
respinti da Geert Wilders.
Per fare questo, la politica radicale deve prima fare ordine in
casa propria. Il primo passo quello di lasciare in sospeso le
sue critiche contro tutto ci che possa solamente portare con s
una traccia di populismo. Questa ipersensibilit non genera altro
che una crescente marginalizzazione della politica radicale. Il
secondo passo di abbandonare la convinzione che le narrazioni
progressiste siano costantemente recuperate dalla destra
populista punto che ritorna spesso nel saggio di Oudenampsen.
Martin Luther King ha dimostrato proprio il contrario, ossia che le
narrazioni profondamente conservatrici contengono elementi che
possono avvantaggiare la sfera progressista.
e contro lislamizzazione sono state estremamente efcaci nel
mobilitare le classi medio-basse olandesi, minando ulteriormente i
collegi elettorali che tradizionalmente appartenngono alla sinistra.
Al contrario, Oudenampsen accusa questi partiti, nei Paesi Bassi
ma non solo, incapaci di concepire la lotta politica come potere
dellimmaginazione capace di mobilitare le masse e imporre
una disciplina. Dato il fallimento della sinistra nei Paesi Bassi,
Oudenampsen propone un nuovo compito per la politica radicale
in Olanda: occorrono nuove narrazioni in grado di impegnarsi nella
battaglia contro il monopolio di Wilders nel fare leva sulla fantasia
popolare. Un compito politico che pu essere esteso ai movimenti
di sinistra di tutto il mondo.
Tuttavia ci sono alcuni aspetti problematici riguardanti questo
concetto alternativo del fare politica, effetti che debilitano la prassi
politica. Ci pu essere spiegato considerando il pi importante
esempio fornito da Oudenampsen, allinterno della sinistra, di
politica come narrazione: il leader del movimento americano
per i diritti civili Martin Luther King. Secondo Oudenampsen, il
famoso sogno di King in cui anche i neri americani godevano
dei diritti fondamentali dellistruzione, della casa e del lavoro
riscrisse ingegnosamente il sogno americano rendendolo
universalmente accessibile.
Si deve per relativizzare il cuore della resistenza di Martin Luther
King. Per essere pi precisi, King ha incentrato il suo sogno (e la
sua famosa marcia su Washington, che ha costituito il contesto
del sogno), esattamente nella realt. Allinizio del suo discorso
King indic chiaramente che stava parlando nellombra di Abraham
Lincoln, il quale aveva proclamato lemancipazione degli schiavi
un secolo prima. Uno sguardo alle vergognose condizioni di vita
in cui versavano le comunit nere nel 1963 rivelava quanto poco
era stato fatto in un secolo per i loro diritti fondamentali. Lo scopo
di King, e della marcia su Washington, era quello di riscuotere
lassegno rmato da Lincoln, in nome di una piena emancipazione
della popolazione nera. Un assegno in circolazione da centanni,
ma che continuava a essere restituito per mancanza di liquidit.
Martin Luther King, quindi, non si limitato a inventare una nuova
narrazione, ma piuttosto ha riutato di accettare o credere che
Comunicazione politica / Costruzione dellimmaginario / Narrazioni fondative BAV / Perch alla politica radicale / BAVO / eng: p. 300
121 120
Codice BAV / 02
Autore A. Facchetti
Titolo M. L. King
Link http://bit.ly/11jSuxp
Codice BAV / 01
Autore A. Facchetti
Titolo Pigs in Wall Street
Link http://bit.ly/YzzbjD
Comunicazione politica / Costruzione dellimmaginario / Narrazioni fondative BAV / Perch alla politica radicale / BAVO / eng: p. 300