Sei sulla pagina 1di 6

Salvatore Natoli - Wikipedia

05/09/13 10.18

Salvatore Natoli
Salvatore Natoli (Patti, 1942) un accademico e filosofo italiano.

Biografia[modifica | modifica sorgente]


Si laureato in Filosofia presso l'Universit Cattolica di Milano, dove ha trascorso gli anni nel Collegio Augustinianum. Attualmente professore ordinario di filosofia teoretica presso la Facolt di Scienze della Formazione dell'Universit degli Studi di Milano Bicocca.

Attivit accademica[modifica | modifica sorgente]


In particolare, Salvatore Natoli il propugnatore di un neopaganesimo, cio di un'etica che, riprendendo elementi del pensiero greco (in particolare, il senso del tragico), riesca a fondare una felicit terrena, nella consapevolezza dei limiti dell'uomo e del suo essere necessariamente un ente finito (v., in particolare l'opera La salvezza senza fede), in contrapposizione con la tradizione cristiana.

Filosofia del dolore[modifica | modifica sorgente]


Una particolare a approfondita analisi sul tema del dolore stata condotta da Natoli in diverse sue opere. Il dolore parte essenziale della vita e per gli antichi filosofi greci era l'altra faccia della felicit: la natura infatti dava la vita e nello stesso tempo crudelmente la toglieva. Il dolore in realt fa parte della vita ma non la nega: il dolore pu essere vissuto e reso sopportabile se chi soffre percepisce non la piet dell'altro ma che la sua sofferenza importante per chi entra in rapporto con lui e con la sua sofferenza. Se chi soffre si sente importante per qualcuno, anche se soffre ha motivo di vivere. Se non importante per nessuno pu lasciarsi prendere
http://it.wikipedia.org/wiki/Salvatore_Natoli Pagina 1 di 6

Salvatore Natoli - Wikipedia

05/09/13 10.18

dalla morte. Secondo Natoli l'esperienza del dolore ha due aspetti: uno oggettivo: il danno e uno soggettivo, cio come viene vissuta e motivata la sofferenza. La stessa sofferenza interpretata in modo differente da diverse culture: per alcune il dolore fa parte della contingenza del mondo fenomenico, dell'apparenza per altre invece, vissuto intensamente come ad esempio nel cristianesimo dove al dolore viene associata la redenzione. Vi una circolarit tra il dolore e il senso che fa si che, pur essendo il dolore universale, ad ognuno appartiene un dolore diverso. Vi dunque un senso del dolore e un non senso che il dolore causa. Il dolore infatti contraddice la ragione che non sa darsi spiegazione del perch il dolore abbia colpito proprio quell'individuo e per quali colpe quello abbia commesso e infine perch il dolore travagli il mondo. Il tentativo di rispondere a queste fondamentali domande fa s che l'individuo scopra nuove forze in lui che generino un vittorioso uomo nuovo che, partendo dall'esperienza del dolore, s'interroghi sul senso dell'esistere tenendo sempre presente per, che il dolore pu segnare anche una definitiva sconfitta. Nel dolore l'uomo pu scoprire le sue possibilit di crescita ma questo non vuol dire disprezzare il piacere sostenendo che questo invece ottunde gli animi. Il piacere invece affina la sensibilit come accade per chi ascolta frequentemente una buona musica. Il piacere invece negativo quando diventa monomaniaco, eccessivo, quando, anzich sviluppare la sensibilit, la fossilizza in un punto di eccessiva stimolazione. E l'eccessivo stimolo distrugge l'organo. A differenza del piacere, dell'amore che dialogo tra due, che espansivo e affabulatorio anche quando silenzioso, l'esperienza del dolore chiude il singolo nella sua individualit e incomunicabilit poich il corpo sano sente
http://it.wikipedia.org/wiki/Salvatore_Natoli Pagina 2 di 6

Salvatore Natoli - Wikipedia

05/09/13 10.18

il mondo, il corpo malato sente il corpo. E quindi il corpo diventa una barriera tra il proprio desiderio, l'universo delle possibilit, e la realizzabilit delle medesime possibilit. Sebbene il dolore sia "insensato" si cerca di spiegarlo con le parole spesso inutili ed allora si cerca dapprima la parola "efficace" che offre la tecnica o la parola "efficace" della preghiera, della fede, che non annulla il dolore, ma d una speranza nel miracolo. L'efficace uso della parola per spiegare il dolore fa s che gli uomini trovino conforto nella comune sofferenza, in quella universalit del dolore dove per ognuno rimane nella sua singolarit di senso. La parola efficace della tecnica per un verso ha alleviato il dolore ma per un altro pu creare delle condizioni di vita tali per cui la stessa tecnica controlla il dolore senza togliere la malattia, creando cos un'esistenza prolungata senza futuro sotto la continua incombenza della morte:
A partire dal Settecento, ma ancor pi nel corso dellOttocento, la tecnica stata sempre di pi associata alle losoe del progresso: infatti ha emancipato gli uomini dai vincoli naturali, ha ridotto il peso della fatica, ha attenuato il dolore, ha accresciuto il benessere, ha conteso lo spazio alla morte differendola sempre di pi...ma la tecnica, oggi, nelle condizioni di interferire in modo profondo nei processi naturali modicandone i cicli...[5]

Una soluzione all'inevitabilit del dolore pu essere l'adesione a un nuovo paganesimo secondo l'antica visione greca dell'accettazione dell'esistenza del finito e della morte dell'uomo. Il neopaganesimo, certo non cristiano ma non contro il cristianesimo. Anche il cristianesimo infatti teorizza l'uomo finito, ma non essere naturale destinato alla morte, ma come creatura di Dio. Per il cristiano la vita finita condotta secondo il dovere porta all'accettazione della morte come passaggio a Dio. Per il neopaganesimo la vita finita degna di essere vissuta senza speranza di infinitezza ma vivendola secondo un ethos, che non dovere di obbedire a un comando morale con la speranza di un premio eterno, ma buona e spontanea abitudine di una condotta
http://it.wikipedia.org/wiki/Salvatore_Natoli Pagina 3 di 6

Salvatore Natoli - Wikipedia

05/09/13 10.18

consapevole dell'universale fragilit umana.

Opere[modifica | modifica sorgente]


Soggetto e fondamento: studi su Aristotele e Cartesio, Padova, Antenore, 1979 (nuova edizione Milano, Feltrinelli, 2010) La scienza e la critica del linguaggio (a cura di), Venezia, Marsilio, 1980 Ermeneutica e genealogia: filosofia e metodo in Nietzsche, Heidegger, Foucault, Milano, Feltrinelli, 1981 L'esperienza del dolore. Le forme del patire nella cultura occidentale, Milano, Feltrinelli, 1986 Giovanni Gentile filosofo europeo, Torino, Bollati Boringhieri, 1989 Vita buona vita felice: scritti di etica e politica, Milano, Feltrinelli, 1990 Teatro filosofico: gli scenari del sapere tra linguaggio e storia, Milano, Feltrinelli, 1991 L'incessante meraviglia: filosofia, espressione, verit, Milano, Lanfranchi, 1993 La felicit. Saggio di teoria degli affetti, Milano, Feltrinelli, 1994 I nuovi pagani, Milano, Il Saggiatore, 1995 Dizionario dei vizi e delle virt, Milano, Feltrinelli, 1996 La politica e il dolore (con Leonardo Verga), Roma, EL, 1996 Soggetto e fondamento: il sapere dell'origine e la scientificit della filosofia, Milano, Bruno Mondadori, 1996 Delle cose ultime e penultime: un dialogo (con Bruno Forte), Milano, Mondadori, 1997 Dialogo su Leopardi: natura, poesia, filosofia (con Antonio Prete), Milano, Bruno Mondadori, 1998 Progresso e catastrofe: dinamiche della modernit, Milano, Marinotti, 1999 Dio e il divino: confronto con il cristianesimo, Brescia, Morcelliana, 1999 La politica e la virt (con Luigi Franco Pizzolato), Roma, Lavoro, 1999 La felicit di questa vita. Esperienza del mondo e stagioni dell'esistenza, Milano, Mondadori, 2001 L'attimo fuggente o della felicit, Roma, Edup, 2001
http://it.wikipedia.org/wiki/Salvatore_Natoli Pagina 4 di 6

Salvatore Natoli - Wikipedia

05/09/13 10.18

Stare al mondo: escursioni nel tempo presente, Milano, Feltrinelli, 2002 Il cristianesimo di un non credente, Magnano, Qiqajon, 2002 Libert e destino nella tragedia greca, Brescia, Morcelliana, 2002 Parole della filosofia o dellarte di meditare, Milano, Feltrinelli, 2004 ISBN 8807-10365-6

La verit in gioco. Scritti su Foucault, Milano, Feltrinelli, 2005 Guida alla formazione del carattere, Brescia, Morcelliana, 2006 Sul male assoluto. Nichilismo e idoli nel Novecento, Brescia, Morcelliana, 2006 I dilemmi della speranza: un dialogo (con Nichi Vendola), Molfetta, La meridiana, 2006 La salvezza senza fede, Milano, Feltrinelli, 2006 La mia filosofia: forme del mondo e saggezza del vivere, Pisa, Ets, 2007 L'attimo fuggente e la stabilit del bene, Roma, Edup, 2007 Stare al mondo. Escursioni nel tempo presente, Milano, Feltrinelli, 2008 Edipo e Giobbe: contraddizione e paradosso, Brescia, Morcelliana, 2009 Dialogo sui novissimi (con Francesco Brancato), Troina, Citt Aperta, 2009 Il crollo del mondo. Apocalisse ed escatologia, Brescia, Morcelliana, 2009 L'edificazione di s. Istruzioni sulla vita interiore (Saggi tascabili Laterza) (2010) Il buon uso del mondo. Agire nell'et del rischio (Saggi) (2010) Soggetto e fondamento. Il sapere dell'origine e la scientificit della filosofia (Universale economica. Saggi) (2010) Figure d'Occidente. Platone, Nietzsche e Heidegger (con Massimo Don e Carlo Sini, introduzione di Erasmo Silvio Storace), (AlboVersorio, Milano 2011) Eros e Philia, Milano, AlboVersorio, 2011 Nietzsche e il teatro della filosofia (Universale economica. Saggi) (2011) Le parole ultime. Dialogo sui problemi del fine vita (Nuova biblioteca Dedalo) (2011) I comandamenti. Non ti farai idolo n immagine (Voci) (2011) Le verit del corpo, Milano, AlboVersorio, 2012
http://it.wikipedia.org/wiki/Salvatore_Natoli Pagina 5 di 6

Salvatore Natoli - Wikipedia

05/09/13 10.18

Sperare oggi, (2012)

Note[modifica | modifica sorgente]


1. ^ Fonte principale per questa sezione della voce Enciclopedia multimediale delle Scienze Filosofiche - Salvatore Natoli - Il senso del dolore 2. ^ Cfr. L'esperienza del dolore. Le forme del patire nella cultura occidentale, La politica e il dolore, Dialogo su Leopardi: natura, poesia, filosofia, Edipo e Giobbe: contraddizione e paradosso 3. ^ S. Natoli, Op, cit. ibidem 4. ^ S.Natoli, Op. cit. ibidem 5. ^ Salvatore Natoli: Siamo "niti". E anche la tecnica lo , da Europa, 6 dicembre 2006

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]


Wikiquote contiene citazioni di o su Salvatore Natoli

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]


Video intervista su Asia.it

http://it.wikipedia.org/wiki/Salvatore_Natoli

Pagina 6 di 6