Sei sulla pagina 1di 57

DavideEre$ola

felicita
L l I L/>L/l

di esercizi

tte l .- .p t'.i - zi n

l)ta-t\)

at

a l d i Ofn O
tt

ne.r rrv Lr,p.re.fe.liCi v ritl v rv l yur

1
l r r l i al ec a r l l :l

I I
I

tf
\-,

Etdcisio nn hparuh Ptcndctc un quotidiano o ur rcttimanala Lcgctc i timli dci vari articoli c sottolincate le parole ncgativc c drammatichc chc nc costituisconoi contenuti: GUERRA, DEPRESSIONE,

POVEAffA,,FINE, MORTE, PI,RICOLO, ATThCCO, PANICO, EGOISMO, CATASTROFE...


Tiescrivrtclc. Ora nsn dovctefu altro che scrivcrcil consario delle parole individuatePACE,SERENNA,BENESSERE" INIZIO, NASCnh... Ritrov*rclc parclcbuoncescminarle mondosignifica ncl spcrarc di fu gennogliarcil bcne a partirc dal proprio vocabolario quoddiuro...

LovJcr:nc;r:calafejrltilbnfgrq

Introduzione

Quando vi sentite soli, contro rurri, quando non c'd nessunoche vi possaaiutare,quando non c'd nessuno che vi voglia aiurare, quando un amico vi traclisce,quando non c't o non vi capisce,quando avete una delusione, quando piangete per un'illusione, quando smettete di sognare,quando sentite che non ce la potete fare, quando fate fatica a respirare,a sentire i battiti del vostro cuore, quando vi criticano e vi disprezzano,quando v'accorgeteche qualcuno vi ha abbandonato,quando conrate su un amico e scoprite che I'amicizia d solo un'utopia, quando contate su un lrmore e capite che anch'esso, giorno o I'altro, fiun nir), quando camminate soli con nessunoper mano, quando non vi va di vederela genre, quando vi chiudete nel vostro mondo e la vita vi sembra una barca gii affondataper meta, quando piangetee non senrire piil la vostra forza, quando la vita perde ogni senso, cluando non vi batte piil il cuore per un rramonto o un aurora, quando una rosa non vi emoziona, quanclo il buio diventa la vostra rana per difendervi dal rnondo, per difendervi dalle emozioni, per difendervi dalla paura, per difendervi da altri sogni che andranno infranti, e scoppierannocome una bolla di sapone,

I
{

lottate, mettetecela tutta, correte, saltate l'ostacolo pir\ alto, nuotate nel piil tempestosodei mari, volate, aggiustate vostre ali spezzate, le arrivatefino alla stella piir luminosa, andate sempre piil su, arrivate in alto senzaguardaregir), sorridete, perch6 tutto cambier); dovete solo aspettare,e aprire agli altri il vostro cuore, guardareil sole, guardarei colori, immaginare un mondo che da bianco e nero improwisamente si tinge e acquisisce sfumature fino a questo momento inedite. Cosi facendo scopriretequanto siete fortunati. Amate, anche se pub sembrar rischioso,buttatevi a capofitto senzatemere,sognate,fatelo, perch6senza sogni non si vive, se smetteretedi sognareperderete voi sressi nessunovi potr) ritrovare. e Vivete, perch6 la vita d una sola, non c'd una seconda occasione, e un giorno guardando indietro ringrazieretechi vi dice le cose che arrivano dritte al cuore. Un'ultima cosa: non abbiate paura, conoscete il coraggio,se dovete dire una cosaditela, se dovete farla, fatela,se dovete dare un addio t ora, se dovete dare un bacio datelo. Se vi accorgeteche stavate sbagliando percorso, abbandonatelo subito, se vi accorgetedi non amare piil, ditelo e se troverete la giusta via, o una nuova o una che avevateabbandonato da tempo e non ve ne eravateaccorti, non esitatea prenderla...in fondo alla strada, proprio dietro l'angolo, c'd qualcuno che vi aspetta.Se non c'E qualcuno, arriveri presto perchd 8

la vostravita migliorer). e quando sieteottimisti avete run'aura positiva che attira a voi le persone. Sta a voi decidere:feliciti o rristezza. Davide Bregola

Comesi usa oEsercizid; fellcltA,

Il libro d stato scritto con entusiasmo. La radice etimologica greca di uentusiasmo,fa derivare la parola da uessere ispirato>, (essere acceso>, ma lc definizioni perfette che ne costituisconoil significato ,ono: En-Theos,ossiaupienodi Dior, pii precisamente i: uno stato di eccitazione diuinamente ispirato. Lentusiasmo quindi d qualcosadi altamente spirituale, una condizione che nasce grazieal divino e ci fa sentire in uno stato d'animo perfetto per vivere nel Mondo. Una personaentusiasta pud ancheessere felice; sicuramenteI'infelice non d mai entusiasta qualcosao per di qualcosache gli sta accadendoe non pud quindi essere ispiratodiuinamente.Lentusiasta irradia sul mondo beatitudine, d pervaso da un sentimento di gioia totale, "spensierata con profonditi'. Agli occhi di scettici disincantati pud sembrareinfantile, ma la sua condizione comprende certo anche la felicith individuale. In un bellissimo passodel romanzo Felicith di Katherine Mansfield si descrive la condizione della protagonista Bertha: uNonostante i suoi trent'anni Bertha Young avevamomenti come quello, che si sentiva la voglia di correre anzichddi camminare, di abbozzare passi
il

di ballo su e giil dal marciapiede,di giocare al cerchio, di buttare qualche cosaper aria e riprenderlo a volo, di li starsene a ridere di nulla, semplicementedi nulla. Che farci se avete trent'anni e, svoltando I'angolo della vostra strada,vi sentitesopraffattad'improwiso da un sensodi feliciti - una felicith assoluta- come aveste inghiottito un frammento luminoso di questotardo sole pomeridiano, che vi arda giir nel fondo, mitragliandovi di una piccola gragnuola di raggi in ogni particella, in ogni dito della mano e del piede?o Questo inspiegabileappagamentodi Bertha invade anche chi si sentefelice, in un rapporto armonico tra s6 e i suoi ideali di vita. Si sentespesso dire che gli uomini sono infelici, che certi popoli, in alcuni Stati, sono piir felici di altri, ma cosi dicendo non si chiariscemai se la feliciti di cui si parla d una felicit) del corpo o della mente; soprattutto in Occidente, al corpo sono legati i piaceri, mentre allo spirito compete la felicith, e rimaniamo sbalorditi nel sapere che in popolazioni molto povere i piil alta la feliciti mentre in popoli molto ricchi economicamente vige la piil cupa tristezza.La vera e pieni di benessere conquista personaleawerri quando capiremo nel fondo delle nostre anime che la feliciti dipende da un equilibrio armonico tra mente e corpo, tra individuo e societ) e il dualismo cosi parzialee sbagliatotra mente e corpo si cancelleri in un attimo. Esercizidifel;cm si usaquindi semplicemente facendosi contagiaredall'entusiasmoche lo ha mosso.Non t2

rrn rnanuale,ma un eserciziario seguiree leggere,una da grrida pratica per scrivere,pensaree meditare. Leggere, seguirealla lettera cid che si dice, e poi me.lirare facendosiuna propria idea di feliciti, cercandodi r<lstruirsi su misura una propria "filosofia" riguardo al tcma trattato. Lesperienzadella felicit) non la si pud mai del tutto scinderedalle strategieper ottenerlaper cui questo libro offre la possibilit) di individuare un proprio metodo, le proprie tattiche, un proprio sistema. Lentusiasmo di cui si parlavaall'inizio non fondato sul fatalismo, ma d nato nella consapevolezza la che felicit) nascedal controllo degli individui che piegano ai loro scopi nobili e virtuosi il mondo circostante.

13

Esercizio di gratitudine

Felice di vivere e padrone di s6 d chi al cadere di ogni giorno potri dire: <Ho vissuto. Domani il Padreawolga pure il cielo di nubi oscureo sereno l'accendail sole,non renderh mai sterile il mio passatoe non potr) mai cancellare come se per me non fosseaccaduto ci6 che I'attimo fuggente mi ha portato.))

Orazio

Spesso siamo infelici perchpensiamo di non essere abbastanza apprezzati perchd ci sentiamo sottostimati o dalle persone. Se cambiamo la prospettiva da cui guardiamo noi stessie proviamo a dare importanza agli altri serbando loro una serenaattenzione,magari anche gli altri avranno con noi un atteggiamentodiverso. Riserviamocigiornalmente qualche minuto per scrivere sul diario o su un foglio una lista di almeno dieci personea cui siamo grati. Possonoessere sempre le stesse, oppure cambiare in baseall'andamento della giornara appena passara. Meglio fare I'esercizio di gratitudine a fine giornata, poco prima di andarea riposare. Ci accorgeremoche i piccoli o i grandi gesd degli altri sono maggiori di quel che credevamo.

T4

l5

Eserciziodi Gratitudine nei confronti degli eventi giornalieri

Abbiamo soltanto la felicit) che siamo in grado di capire. Maurice Maeterlinch

Distratti come siamo a volte ci sfuggono i particolari che rendono una giornata veramente importante. Dovremmo abituarci a considerarele giornate suddividendole tra "giornate belle" e "giornate riuscite". Per farecid dovremmo scriverealmeno dieci coseche hanno reso la giornata "riuscita" o semplicemente"bella". Ed essere grati attraversole esperienze vissutenella giornata trascorsa fa rendereconro di quante piil cosebelle ci ci accadonorispetto a quelle spiacevoli.

t6

t7

Esercizioper diventare vna rosA

Thova la tua vera debolezzae arrenditi a essa, perchi d li che si trova il sentieroversola genialiti. La maggior parre delle personepassano loro vita la usando i propri punri di forzaper evirare o coprire le loro debolezze. pochi che usano la propria forza per poter Quei incorporare la propria de\olezza,sono coloro che diventano leaderdella propria generazione. Moshe Feldenkrais

Artraverso la poesiasi possonocreareimmagini di si rnolto suggesrive. immagini che illuminano una parre di noi, quella creativa,magari tenuta sopira p., ,.oppo rempo o poco utilizzata. La scrittrice Emily Dickinson scrisse una poesiainti_ tolata semplicementeRosadove nei versi utilizzaalcuni accorgimenri che porremmo prendere a presrito per i nostri scopi: Rosa Un sipah e un petalo e und spina in un comune mattino d'estate, un fasco di rugiada, un'ape o due, una brezza, unfullo in mez,zo agli alberi. E io sonouna rosa! Il sdpalodel primo versod la parte della rosain cui ci sono Ie foglioline che formano il calice del fiore. Come potere vedereci sono sei versi. euesti sei versi perd rimandano a immagini precise.

l8

19

Se li andiamo a commentare risultano cosi composti: Primo verso: Parti di cui d costituita la rosa. Secondoverso:Momento in cui viene osservata. Terzo verso: Elementi diversi vicini e nei dintorni della rosa. Quarto verso:Elementi vicini alla rosa. Quinto verso:Elementi vicini alla rosain cui I'udito d coinvolto. Sestoverso: Identificazionecon la rosa. Seproviamo a seguirele "istruzioni" che ci di Emily potremmo comporre anche noi la poesiaidentificandoci con cid che vorremmo essere ci piace o ci d) felicith: o il vento, il mare, un simpatico animale, un colore, una nuvola... procediamocosi: 1- Pensaa quale elemento della natura, oggetto o animale potresti assomigliaree descrivine le caratteristiche. 2- Fissaloin un momento della giornata. 3- Descrivi cid che sta attorno alla cosache descrivi, se ad esempioparli di acquaci sarannoi pesci,o la battigia,o i gabbianio un rubinetto... 4- Infine dichiara cosasei diventato. La mia poesiain cui voglio diventare acqua:

r\r.t1ua I h po'd'azzurro pennellato, trdsparenze, nitore itr un mattino al sorgere caldi colori. di [ lna piatta lastra serena, tm tremolio legero, rot pesce guizza, la suapinna si specchia, luccica. I'. io sonoI acqua!

20

2l

La feliciti non t averequello che si desidera, cib ma desiderare che si ha.

I segretidella stradaper la feliciti sono determinazione,sforzo e tempo. Dalai Lama

OscarWiAe

22

23

Eserciziocon le paroie

Siateservizievoli,attenti, spontanei,senza presenti, domandarenulla in cambio, senzacercaredi sentirvi amati.

Erik Pigani

Siamo spessoincattiviti dalle brutte notizie, da fatt i che accadono nel Mondo e ci fanno perdere fiducia rrcll'uomo,in noi stessi. Sappiamobenequali guerrebisogrracombattere ogni giorno per soprawiverea una societi ;rbbrutita da falsi valori. Perd siamo anche dotati di sperrnzae dentro di noi, magaricelato,abbiamoun desiderio di migliorare la parte di mondo in cui viviamo. Cerchiamo di credereche nel vero fondo degli uornini vi sia qualcosad'altro rispetto alle tenebre.Magari d difficile crederlo perchd non si vede nulla di buono. Il rnaled dappertutto, bastaaprire gli occhi e lo si incontra ovunque. Il bene i da cercare.Proviamo a partire dal linguaggio. Prendeteun quotidiano o un settimanale.Leggete i titoli dei vari articoli e sottolineate le parole negative e drammatiche che ne costituiscono i contenuti:
C R ISI, cuE R R A , P E R IC OLO, MIC I, D E I,R E S S IoN E , P A N IC O, rrov nR t\., E GOIS MO, FIN E , MoR TE , ATTA C C O, GU A I E C ON O-

C ATA S TR OF E .,.

Tiascrivetele. Ora non dovetefar alro che scrivereil contrario delle parole individuate: AIrAGAMENTo,pAcE, sERENlri.,
B E N E S S E R E . IN IZIO. N A S C ITA ...

24

25

?
Ritrovare le parole buone e seminarlenel mondo significa speraredi fare germogliare il benea Partire dal quoridiano. proprio vocabolario

Tiro primo dovered di far felice te sresso. Se sei felice, fai felice anche gli altri. Il felice vuol solo vedersi dei felici arrorno. Ludtuig Andreas Feuerbach

26

21

I
h U

[; t
#

I
I

'i

Esercizio di Consapeuolezza

Il segretodella felicitl d un profondo rispetto per la vita in ogni sua forma. Sutami Kriyananda

La feliciti non I qualcosache si ricorda, ma cui si appartiene,e ci6 cui si appartienenon si pud ricordare. Il ricordo delle belle cosenon ci di felicit) ma crea una piacevolenostalgia.Noi invecevorremmo essere felici qui e ora; insomma, non va verso la felicit) chi si volta indietro. La felicit) invecenon si pud ricordareper il semplice fatto che non se ne escemai; noi ricordiamo solo cid da cui usciamo.Non possiamoricordarecid che siamo: lo siamo sempre. Se la felicit) sbocciadal profondo della nostra vita, siamo semprevita fino a quando esisteremo, quindi, e in quanto vita, siamo semprenella feliciti. Proviamo a scriverequante sono le cose che ci darebberofeliciti ora, in questoprecisomomento. Pensiamo cid che abbiamo scritto e il giorno suca cessivoandiamo a rileggeretutto. Quali cose si possonofare realmente e quali invece sono impossibili? Concentriamocisu quelle realistiche partiamo da e li per averesogni alla nostra portata.

28

29

Il silenzio d il perfettissimosegno della feliciti: e la feliciti sarebbeben poca cosa se la potessidire. William Shakespeare

Io so che nulla mi appartiene tranne il pensieroche incondizionato fluiri dalla mia anima, e ogni istante favorevole che un destino propizio mi fa goderefino in fondo.

J. IXI Goethe

30

3t

Esercizioper la Feliciti come progerto di vita

C'era una volta, in un luogo fuori dal rempo, una PiccolaAnima che dissea Dio: ulo so chi sono!, uMa d meraviglioso! dimmi, chi sei?u E chieseil Creatore. nSonola luce!n Il volto di Dio si illumind di un grandesorriso. nE proprio vero!Tir sei la Luce.o La PiccolaAnima si senti tanto felice, perch6 aveva finalmente scoperroquello che tutti i suoi simili nel Regno avrebberodovuto immaginare. Neale Donald Wakch

C' una differenzaabissale gioia e felicit). tra gioia pud essere momento fulmineo, un d un ^La soffio. Paradossalmente pud assaporare si un attimo di gioia anche in un giorno infelice. La feliciti invece d un progetto di vita che si co_ struiscepian piano, cogliendo gli attimi di gioia ma ambendo a qualcosa di piil ,o]ido. euesta solidiri compresasolo pensandoal progetto della 1y9..:r"r. retlclta.

i t

rl
t

'l

f
'i I

l 'l

Cerchiamo di non confonderla con gli attimi, perchi essad duratura solo se la consideriamo un vero e proprio obiettivo da raggiungere nel rempo. La feliciti ci rendespiritualmenl fertlli, la felici_ t) d generatrice,la feliciti d sviluppo, accrescimenro, arricchimenro, potenziamento d,rfl,errrr", berr. Compreso questo proviamo a scriveresu un foglio o sul.nostro_diario personale cos,dper noi la ..gioii, e cosa invece "feliciri.". Non mi riferisco al concetto fi_ losofico, ma proprio a qualcosache chiaramente nella nosrra texa d gioia e cosainvece dfelicitd: il sorriso di un bambino, la carezzadiuna p..roi", un gelato alla vani_ glia, un conro in bancaenorme, un fisico da palestra,un
JJ

32

asperto migliore, un cappuccino la domenica mattina con il sole che ci scaldail viso, una gita fuoriporta... rurri esempi molto semplici ai quali dare un valore di "gioia" o "felicitf'.

Credo che il piacere sia principio e fine della vita felice, perchdlo considero il bene fondamentale e naturalmente congenito per I'essere vivente. Sulla basedel piacerevalutiamo cid che vogliamo o rifiutiamo ed esso d la guida per valurarecib che d buono.

Epicuro

34

35

Eserciziper costruire una propria parabolasulla feliciti

Tirtto quel che sapetefar bene contribuisce alla vostra felicit).

BertrandRussell

Un gruppo di persone brancola tra il nero pece alla ricerca di un animale bellissimo chiamato felicith e ognuno dice la sua. Poichdl'oscurit) impedisceloro di distinguerele forme, le personetoccrno il misteriosoanimale per farsi un idea. Il primo toccail suo manto e dice: nCerto,d semplice, se la felicith d cid che sto toccando, allora vellutata e morbida!r. Il secondo tocca una zampa ed esclama: uNo no, certamentela felicith dritta e forte come la zampa che sto toccandoiolr. Arriva un terzo, tocca gli occhi dell'animale e dice: uSi tratta certamentedi pietre preziose,per cui secondo me la feliciti t pregiata come un diamanter. Un altro tasta il dorso credendolo un tappeto, un altro ancora cercadi essere pii preciso possibilee dice: ul-a felicit) d tutto, come I'animale intero che sto sentendo con il mio tatto...o. E cosi via. Tutte le loro esperienze fcliciti si badi sanosulla parzialiti del loro punto di vista e ognuno di essicrede di averela rispostagiusta sul vero significato della felicit). 37

36

I
Per questo nascono tante definizioni di essaquante sono le personeche cercanodi afFerrarla. Non capiscono che la loro idea d parziale quanto la parte toccata nel buio. Se dovessi scrivere tu una parabola sulla Felicitl come inizieresti?Io I'ho personificatarendendola concreta attraversol'idea di un animale nel buio, tu potresti immaginare di trovarla in un recipientema hai gli occhi bendati, oppure ti compare nel sogno qualcuno e dice coseimportanti, oppure.. . ? Dieci, quindici righe partendo o prendendo spunto dall'idea che le paraboleaiutano a dare una propria idea sulla feliciti.

Il potere terreno ela ricchezzanon sono stati mentali. Una volta ottenuti, seryono soltanto a diluire la feliciti. Di sicuro non possonoaumentarla. ParamhansaYogananda

38

39

Esercizioper guardarecon occhi nuovi

Feliciti d la vita conforme alla virtr): essasi svolgecon serieti e non consistenel divertimento. Aristotele

Per un bambino tutto i festa.Anche una farfalla che vola d fonte di feliciti. Da quanto rempo non guardate la vita con gli occhi di chi si entusiasmaper il volo di una farfalla? Da quanto tempo vi vergognate a raccontare cosa avete provato mentre guardavate il tramonto o uno stormo di uccelli volare alto in cielo? In quei momenti eravateincantati e l"'incanto" d uno stato d'animo che in eti adulta pud sembrareuna cosa da anime belle,da personesemplici. Disinteressatevi delle convenzioni che vogliono rendervi aridi! Provate a descriverele cose piil puerili che vi piacciono: il suono delle onde del mare, il profumo del calicanto, guidare in aperta campagnao ascolrare radio la di domenica, oppure fare I'amore su un prato o scaldarsi le mani congelatevicino al camino. Descrivetela situazione,le sensazionie poi condividetele con un amico, con un parente, con moglie e marito, con il vostro collega.Non abbiate paura di sembrare infantili. Non siete infantili, avete solo ricominciato a guardareil mondo con occhi nuovi!

40

4l

I
{
.j

Eserciziodi stupore

Due modi ci sono per non soffrire. Il primo riesce facile a molti: accettareI'inferno e diventarne parte 6no al punto di non vederlopit. Il secondod rischiosoed esigearrenzione apprendimento e continui: cercaree saperriconoscerechi e che cosa, in mezzo all'inferno, non d inferno, e farlo durare, e dargli spazio. Italo Caluino

Semplifcare d la parola d'ordine; semplifcdre la nostra vita, semplificarei nostri pensieri,semplifcare nole stre azioni. Semplificando non diventeremo piir superficiali,ma getteremo tutte le zavorreche ci appesantiscono penil siero e quindi anche I'esistenza, facendoci diventare piil profondi. Sappiamo riconoscerela feliciti quando si presenta? Il profumo dei fiori, una notte stellata,I'affetto di chi ci vuole bene sembrano non bastarcimai. Sesolo cercassimo di epprezzare tramonto o il canto di un usignolo un ci riterremmo delle anime bellee avremmo paura di essereconsideratidelle anime belle,sinonimo di ingenuiti e sempliciti. E normale avere quesro atteggiamento disilluso? d giusto essere diventati cosi cinici da guardare con biasimo chi ha il sorriso sramparoin volto e dice di essere contento? Spessomolti di noi esistono non uiuono realmenma te proprio perchdnon sanno gioire per le "piccole cose", perch6 queste"piccole cose"non ci parlano piil al cuore. La vita ci dona continuamente motivi per essere felici. Proviamo a pensareal nuovo giorno che comin43

42

cia, all'affetto di chi ci ama, alla possibiliti di conoscere nuovi amici, allabellezzadellanatura, a un'amicizia sincera,al cielo stellato.Ogni giorno d un nuoyo e prezioso regalo.Ce ne rendiamo conto? Sembrano non bastarci mai argomentazioni come queste perchd spessoil nostro cuore si d chiuso alla meraviglia, alla passione,al benee abbiamo bisogno di argomentazioni contorre per capire quanta felicit) puo esserci nella nostra vita. Qualcuno vedendovi felici sospettae dice: nSei realmente felice o ti accontenti della tua condizione per non soffrire?, Non c'd mai fine al pessimismoe alle bizzarrepossibilit) che si di l'uomo per essere infelice! Spesso nostra sofferenza la deriva dal fatto che noi non vediamo la natura reale delle cose. Cominciare a vederele coseper quello che sono, e non per come vorremmo che fossero, uno dei segretiper raggiunI gere la feliciti. Chi ci chiede se agiamo cosi per non soffrire non vuole comprendere che Ia pienezzanon d possedere molto, ma essere enormemente. Proviamo quindi a guardarci estraniandoci da noi stessi.Osserviamocidall'alto. Cosa c'd in noi di cosi grave o irrisolvibile da farci essere disperati? Pochecosedella vita sono senzasoluzione. Tutte le altre si devono guardareper quello che sono realmente. Stupiamoci almeno una volta al giorno! 44

il

ii
i:

Descriviamo il nostro stupore su una pagina di diario.

ri

45

I I
fr
il

Eserciziodi aperturaverso il mondo

Lo scioccocercala felicitir lontano, il saggiola fa crescere suoi piedi. ai JamesOppenheim

La felicit) vera non sta nel solo atto della fruizione, ma d uno stato d'animo interiore, spirituale, che unito a una felicit) materialecompone in noi una vera e propria espansione. il Chi d felice si tendeverso mondo; I'infelice si ritrae dal mondo. Proprio per iniziare a uscire proviamo a guardare piccoli elementi della natura che ci capita di scoprire: una foglia che si staccadal ramo, una goccia che cade, una formica che si nasconde dietro a un sasso... Thascrivi una tabella su un quaderno e scomponi ogni azionein tanti movimenti.
ELEMENTO N,dTURA
PAROLE CORRELATE,

MOVIMENTI

Una foglia che si staccadal ramo.

La foglia vibra sul ramo, si stacca,si tuffa, vola, si ferma, tocca terra.

Sembra salutare Sembra slacciarsi Pare un nuota t or e. Par e am m accar si.

46

41

Segui lo schema dell'esempio per descrivereil tuo elemento della natura, i movimenti che Faimmaginando frame dopofame i suoi spostamenti.Infine per libera associazione idee fai una lista di parole correlate. di Ora metti in fila come sefosseuna brevedescrizione o narrazionecid che hai raccolto. Con il mio esempiod scaturitoquesto: Una fbglia dall'albero vibra. Sembra salutare il mondo. Si slacciadal cordone. si staccae come un nuotatore vola dal trampolino. Tuffandosi nell'aria libra e volteggia,si ferma a terra. Dorme.

La formula della felicit), fino a questomomento, d consistitanell'eseguire I'operazioneconsumi fratto desideri. Ma questai statauna ricetta per il consumismo. Se invece si azzerano desideri, i la felicit) tende all'infinito. Paul Samuelson

48

49

d'intensith Esercizio

il uomo sceglie male Nessun d il male; perch soloper la felicit), lo scambia per il benechecerca. Mary Wollstonecraf

Come tutto cid che accadenell'universo, xn5hs la nostra vita ha un inizio e una fine, in armonia con le

una traccia nel mondo e durerir in eterno. Gli uomini hanno 6gli, chi non ha figli vive nel ricordo custodiro graziealla memoria. Le opere buone compiute in vita resistono come i semi degli alberi che producono alrri alberi e da quesri alberi nascono semi che producono alberi..ori ui". Consapevolidi questo proviamo a elencare buone le cose.seminate nella nostra esistenza. Proviamo a contrapporle alle cosemeno buone che abbiamo famo. Nel confronto vinceranno le une o le altre. Non allarmiamoci, quelle cose scrirteson gii Passa' te. Cid che d fatto d fatto. fupartiamo. Ora possiamo decidere di dare spazio alle cose buone. Pensiamointensamenteche sari cosi. Esseci darannoe daranno a chi ci graviraflrtorno la vera feliciti. 5l

:1'J::il:::1.ffi ::,"#lll,:j:; #,:l:.': l?J

50

Esercizioper creareuna ricetta felice

che Per tanto tempo ho avuto la sensazione la vita sarebbepresto cominciata, la vera vita! Ma c'erano sempreostacoli da superarestradafacendo,qualcosa di irrisolto, un affareche richiedevaancora del tempo' dei debiti che non erano stati ancora regolati. In seguito la vita sarebbecominciata. Finalmente ho capito che questi ostacoli erano la mia vita.

Sevi sentite tristi cercatechi vi pub aiutare. fuvolgetevi a un amico piccolo o grande che vi sappia ascoltare. Non chiudetevi in voi stessi! Qualsiasi problema ha la sua soluzione, ed d piir facile trovarla parlandone. Dopodichd ognuno cercheri di costruire la sua ricetta per la feliciti. La mia d questa: Imparare ad amarese stessi perchd solo cosi d possibile riuscire ad amare gli altri. Capire quali sono le coseche contano dawero e crederci! Sapercogliereil lato positivo in tutto cib che accade. Una buona dose di pazienza aitta, assieme un saccodi umorismo e a ottimismo! Avere alcuni amici fidati aiuta a stare bene. Cercate la vostra ricetta e preparatelasull'esempio della mia.

Alfrrd Souza

52

53

Eserciziodi quiete

La felicith d una merce favolosa: pitr se ne di e piir se ne ha. Bhise Pascal

Spesso per rumo il giorno dobbiamo parlare, in un certo senso,senzarirare il fiato. Non siamo piir capacidi ascoltare. Proviamo oggi a starein ascolto. Il vento cade. Quando si leva di nuovo e si senreil frusciare degli alberi, awerriamo un senrimenro virale estraneo,tranquillo. Lerba sta dritta e tremola. Le automobili passanoininterrottamente dietro gli alberi del corso; ogni tanto un colpo di clacson,o uno scoppiettio e un ruggito, guando una moto supera le automobili. Il pensierovaga lontano eppure d presente.D'un tramo sembriamo vivere un'esperienza mentre ancora la vie viamo desideriamonon dimenticarla mai. Chi ha mai detto che il mondo i gii stato scoperto? Silenzio. Proviamo a cercarecose nuove attraversoI'udito e lo sguardo. Lasciamoa riposo altri sensi. Scriviamoalmeno cinque cosenuove che abbiamo scopertoo delle quali non ci siamo mai accorti.

54

55

La felicith non d cosafacile: d molto difficile trovarla in noi, e impossibile trovarla altrove. Nicolas Chamfort

La feliciti di chi sa acconrentarsi. Aristotele

Esercizioper capire I'importanza dell'essenzialit)

Chi non ha mai Pensato: uMi va tutto cosi bene che ne ho quasipaura...r? Perchi temiamo la felicitl? Anonimo

Pii cose accumuliamo in una casache non ci appartiene e pii faticheremo quando andremo da un'altra parte. Cosi nell'animar piir complicazioni ci stanno dentro e piir si aggroviglia la mente. Pensiamoall'importanza che riveste la sobrietir nella nostra esistenza; pensiamo alla bellezza del vuoto, della moderazione, della misura. In un mondo in cui I'accumulo sembra un valore nobile d rivoluzionario pensaredi togliere invece di aggiungere. Selezionare averesolo le cosenecessarie, affetper gli i la ti necessari, soldi necessari, salute necessaria. Scrivetesu un quaderno dieci coseche vi vengono in mente nella giornata appenatrascorsa. Non faticherete a scegliere le tre realmente essenziali. Le altre sono inutili. Gettiamole. Teniamo I'essenzialith.

58

59

Esercizio d'imperfezione

Tenete il viso rivolto verso il sole, e non vedretele ombre.

HelenKeller

La bellezzai indissolubilmente legata alla sua caduciti. Se I'uomo non svanissecome la rugiada somo il sole, se non si dileguassecome fumo ma rimanesse sempre nel mondo, a che punto le coseperderebberoil potere di commuoverci? Proviamo a vivere nell'incertezza,perchi nell'incertezza della vita che si capiscela sua preziosit). Pensiamoci:quali sono le cosedella nostra vita pii precarie? Quali irregolari e incomplete? Scrivetesu un quaderno le coseche non vanno. Poi pensatea questo: I'incompletezza,l'inegolarir), Ie coseprecarie rendono la vita piil interessante perch6 danno l'impressioneche ci sia la possibiliti di perfezionarsi.

I
l

60

61

i
A volte la feliciti t una benedizione, ma generalmentet una conquista. Listante magico del giorno ci aiuta a cambiare,ci spinge ad andare in cercadei nostri sogni. Paulo Coelho Il pit bel regalo che possiatefare agli altri d la vostra felicit) perch6 quando sietefelici, conrenri o soddisfami,sietepienamente connessial Flussodi Energia della Fonte pura e positiva che rappresenta vostra vera essenza. quando vi trovate la E in un simile stato di connessione tutto cid o rumi coloro che sono al centro della vostra attenzione ne rrarranno beneficio.

EsthereJerry Hicks

62

63

Esercizio per valorizzareil relativo a scapito dell'assoluto

Non devi stupirti di cid che vedi o senti... le Se sei pronto ad accettare cose per come stanno, le accoglieraicome vecchi amici.

Shunryu Suzuki

Spessola nostra sofferenzaproviene dal contrasto tra immaginazionee realti. Luomo d dunque responsabile in prima personadelle proprie insoddisfazionie delle proprie soddisfazioni. Noi non possiamoessere felici quando I'immaginazione sfuggeal nostroconffollo, scivolanell'irreale moltiplicando i desideri al di li di ogni possibile realizzazione:piil si sogna di diventare un grande professionista, un grande artista, un grande uomo d'affari, un grande arnatore,uomo politico... piil ci si allontana da quello che si d veramente.Questa esaltazione potrebbe essere all'origine di seri conflitti interiori che conducono alla vaniti, alla depressione, all'orgoglio. Liberiamoci dalle illusioni dell'ego e cerchiamo di immaginare per essere felici, e non utilizziamo I'immaginazione per bramare porere. Cerchiamo semplicemente di essere stessi. noi Bene e feliciti spessocoincidono. La feliciti si raggiunge vivendo secondo ragione e non imboccando o seguendoquella via che sappiamo essere sbagliatao che i pit, in un mondo di infelici, seguono. Cerchiamo quindi di costruire un nostro piccolo mondo dentro ai piccoli mondi di altri sei miliardi di 65

64

personein cui ci dicono che d l'universalead avereimportanza, in cui ci fanno credereall'assoluto,all'oggettivo.

Concenrrarevi sugli aspetti essenziali, ignorando Ia gerarchia materiale.

ASSOLUTO

RETATIVO

O rganizzazione geometrica O r ganizzazioneorganica deldella forma (forme e margi- la forma (forme e margini ni netti, precisi,de6niti) morbidi e indefiniti) Cerca soluzioni universali Prodotto su larga scala Cerca soluzioni individuali Unico, variabile secondo le esigenze

Esprimefede nel progresso Esprimefede negli uomini virtuosi scientifico


C)rientato al futuro Crede nel controllo sulla natufa Ha una concezione romantica della tecnologia Orientato al presente Crede nella fondamentale incontrollabiliti de[a natura Ha una concezione romantica della natura

Le personesi adattano alle Le persone si adattano alla natura macchine

Provate voi a dare nella tabella un ideale di Assoluto e di Relativo e chiedetevi:sono in armonia con la mia mente e il mio corpo o mi faccio fagocitare dall'esterno? 66 67

Esercizioper srarebene migliorando

La felicith piil grande non sta nel non caderemai, nel risollevarsisempredopo una caduta.

Confucio

Il sommo bene d I'animo che disprezzail caso e si compiace delle virti. (Jn uomo felice d colui per il quale il bene e il male non sono altro che la bonti e la malvagit) dell'animo; colui che pratica I'onesri, s'atriene alla virtir e non si lasciaesaltare abbamere o dalle cosefortuite. Cosi, vivere secondoragione significa vivere seguendo la propria natura e i rirmi del proprio corpo, della propria menre, in un conrestodi Natura e di Equilibrio. Guarire la mente dalle vaniti., sopportare, esercitarela pazienza,usare i doni della fortuna e del casosenza farsene schiavisignifica vivere nel bene supremoe significa investiresulla felicitlL. Provate a valutare quali di queste caratteristichevi appartiene pit: di

Ipersensibiliti fusentimento Irritabiliti Diffidenza Eccessivo senso critico


68 69

Capito quali di queste sfumature caratteriali vi d) piir noia, scrivete un breve racconto in cui c't una persona che per colpa di quella caratteristicasi rovina la giornata e rovina la giornata agli altri. Nel racconto fate dire a un personaggioil modo per superarequel problema. Ecco, la soluzione sta in quel che diri quel personaggio. Un rivo di pace scendenel mio animo: mi pare che la feliciti sia una cosa semplicee facile: come un fiore fiorito nel giardino, come un sorriso sul volto di un bimbo: sta aspettandotutti calma in silenzio completamentefiorita, sparsa per tutto, da con fede fanciulla, tutti i giorni e tutte le norri con sulle labbra il baciod'immortalit). Rabindranath Tizgore

70

1l

Esercizioper una svolta

E consigliabileridurre a una misura assaimoderata i le proprie pretese, godimenti, agli averi, al rango, perchd proprio I'aspirazione agli onori, eccetera; le alla felicit), il competereper essa, ambizioni al lustro e la brama di piaceri Provocano le pitr gravi disgrazie. Arthur SchoPenhauer

La feliciti non sra solo nelle piccole cose, ma B e anche nelle grandi cose.E un mondo rassegnato banale quello che vuole solo nel piccolo e non nel grande. Molte persone,visto che non riescono a produrre grandi coses'inventanoche la feliciti sta nelle piccole cose.Seguendoquesto ragionamento del grande e del piccolo staremo sempre fuori dalla portata della felicitlr e per quanto grandi o piccoleche siano le coseesse non ci danno da sole la feliciti e non ci conducono a essa. Proviamo quindi a ragionare in termini mentali e non solo geometrici; la feliciti d nel suo fondamento, nel rapporto tra noi e il mondo. Come trovare l'accordo tra noi e il mondo? Divenendo competenti del nostro desiderio. Cosa vuol dire competenti?Cosa vuol dire competenti del nostro desiderio?Significa: bisognasentire il mondo, ossiamettersi sulla sua lunghezzad'onda. La feliciti ha bisogno di curiositi, di attenzione alle cose.Non d costruendocoseartificiali, una carriera fulgida, possederetutto, che si ha feliciti, ma liberando in noi I'attenzione alle cose,piccole o grandi che siano. Il mondo ci meraviglia, se noi lo guardiamo. Tutto cib
IJ

72

significa: non possederele cose, ma essereattenti alle cose.Questo pud dare feliciti. Proviamo per una settimana a essere attenti a ogni minimo particolare,parliamo con le personecome sene fossimo innamorati, guardiamole come se fosseroopere d'arte. Poi quando arriviamo a casascriviamo cosaabbiamo fatto e descriviamoi risultati ottenuti. Mi raccomando:sorrisosulle labbra e occhi brillanti. Anche con le personeche un tempo ci stavanoantipatiche. Da oggi nessunoci d pit antipatico. Da oggi nessunrancore. Da oggi siamo personenuove e il mondo per noi i aPPenanato. Come ci appare? E noi come cl sembriamo? Non siamo ipocriti, stiamo solo cercandodi migliorare il nostro approccio con la vita. Scriviamolo.

Fatefinta... o nfatecome se..., fostefelici. la come se respiraste felicit).... Simulando un comportarnento, proprio come farebbeun attore, farete credereal vostro subconscioche sietefelici. Il morale seguiri.

&;,

q
=

Erih Pigani

74

Esercizioper capire cosanon si d

Pergli uomini di limitata intelligenza e con molto amor proprio ci sono di momenti in cui la coscienza essere infelici procura un certo godimento, ed essicivettano persino di fronte a se stessicon le loro sofferenze. Anton Cechou

La felicitl non d soltanto un mero godimento di qua.lcosa che parte da noi e si esplica in una vita dalla qualith migliore; la felicit) non d una soddisfazioneimmediata.Allora cos'8? Dovremmo iniziare a concepirla come fosseuna capacit) di vittoria. Proviamo allora a compilare questa formula fissa immaginando cosa non siamo in senso negativo e cosa invecesiamoe vorremmo essere: Non sono in primo luogo..., in secondo luogo... e in terzoluogo... Purtropponon sono... Grazieal cielonon sono... In definitiva non sono... Vorrei... Voglio... Ho... Sono... In fondo sonoanche... Qualchevolta sono anche...,ma poi...

76

77

I
cosaa una Personacara e conFate scriverela stessa frontatevi. Sari bello conoscerel'idea che si ha di sd e quali sono i desideri che ci distinguono e accomunano.

Se mai avretel'occasionedi incontrare un uomo veramentefelice, lo trovereteintento a costruire una nave,a scrivereuna sinfonia, a educareun figlio, a coltivare dalie nel suo giardino o a cercareuova di dinosauronel desertodel Cobi. Certo mai a cercarela felicitir come si cercherebbe il bottone d'una camiciarotolato sotto un mobile. Non inseguiri mai la felicith come se questafosse una mEta a s6 stantee non lo troverestemai assorto in problemi di metafisica. Per trovarela felicith bisognacercarlain una passione.

W Beran'Wolfe

78

79

Esercizioper ricordare cosadicono di te che ti rende felice

Vivi momento per momento, muori al passato, non proiettare alcun futuro. Osho

Spesso abbiamouna bassa considerazione noi stesdi si oppure al contrariotroppo amor proprio. In entrambi i casicapita di trovarsi a pensareche I'uno ci rende tristi e I'altro caso ci rende ingiustificatamentetroppo sicuri di noi salvo poi scoprire,soprattutto nei momenti difficili, che avevamosbagliatotutto. Ora che siamo sereni, a mente fredda, proviamo a elencare che gli altri hanno detto di noi nel corsodella cid vita. Scegliamo solo le cosebelle che ci hanno detto: Ad esempio: sei una persona sensibile sei una personaaffidabile i tuoi occhi verdi affascinano le tue lentiggini sono simpatiche Per ogni affermazionetrova una comparazionee poi trasformalain metafora: Persona sensibile/le di farfallasono sensibili ali = sensibilefarfalla:

80

8l

Personaaffidabile/il cane t affidabile = ringhio mansueto; Occhi verdi/ la foglia d verde = occhi di foglia; stellesul viso [r lentiggini sono simpatiche/sembrano = stella simpaticadi efelidi eccetera. completo e avrai Quando hai un elenco abbastanza fatto la selezionedelle caratteristichepiil poetiche puoi scriverela poesiacreatada ci6 che gli altri dicono di te: Io, per voi, ringhio mansueto sensibilefarfalla. Io, per voi, occhi di foglia, efelidi
S

t e

Non dobbiamo confondere il bisogno con il bene. Vi sono molte cosedi cui crediamo d'aver bisogno per poter vivere. Spesso non I vero: infatti riusciremmo a soprawivere anche se ci fosserotolte. E, quand'anchefossevero, quand'anche la loro scomparsa facesse ci morire o perlomeno affievolisse la nostra energiavitale, non per questo motivo sarebbero dei beni. Nessuno infatti si accontentapuramente e semplicementedi vivere. Desideriamo continuamente cosenuove. Vogliamo vivere, oh si, per qualche cosa. E sufficiente non mentire con noi stessiper sapereche non c'd nulla su questaterra per cui si possavivere. Proviamo a immaginare che rumi i nosrri desideri vengano esauditi:dopo un po'di tempo saremmodi nuovo insoddisfatti. Desidereremmoaltre cosee ci senriremmo infelici al pensiero di non sapereche cosavogliamo. SimoneWeil

le Io per voi, quello felice! 82

83

in rcizio per essere armonia con gli altri Ese

Io conoscoun pianetasu cui c'8 un signorecremisi. Non ha mai respiratoun fiore. Non ha mai guardato una stella.Non ha mai voluto bene a nessuno. Non fa altro che addizioni. E tutto il giorno ripete come te: "lo sono un uomo seriolIo sono un uomo serio!" e si gonfia di orgoglio. Ma non I un uomo, d un fungo. Antoine de Saint-Exuplry

Per il pensieroantico era evidenteche la felicith non determinate cose, d un avere,non dipende dal possedere Non in quello che hai, ma in ma d un modo d'essere. quello che sei si realizzaquell'armonico stato d'animo che rendefelici. Prova a scrivereuna lettera in cui elabori cib che sei quando sei felice.Se ora non sei nel miglior statod'animo possibile,prova comunque a ricordarecome eri e come ti sentiviquando lo eri. Imbusta due copie della lettera: una te la spedirai, cara. I'altra la dovrai inviarea una persona Chiedi alla personaa cui hai spedito la lettera di fare dei altrettanto.Discuteteassieme contenuti. fucevendo la tua lettera a mente fredda potrai legper gerlacon il distacconecessario capirecosadi impor"confessarti". tante sei riuscitoa Il confronto con un'altrapersonafari il resto.

84

85

T
Esercizio per ricrearti

moti burrascosie le agitazioni dell'animo provocate e sollevateda un cieco impulso, respingendoogni razionalit).,non rendono possibileuna vita felice. Cicerone

Ognuno di noi sa che quando scopredi essere infelice in realt) non fa una vera e propria scoperta,cosi per il processo felicith:non si fa una scoperta,ma si di decide di tentare un percorsoverso la felicith e questad una decisione. Per deciderebisognasuperare diversiostacoli:l'idea che abbiamodi noi stessi, pensieriche ci attanagliano. i Tirtto cid perd riguarda il passato. Noi da ora potremmo essere di qualcosa nuovo e potremmo costruireun nuovo concettodi noi stessi. Non Non Non Non Non siamo piil sfortunati. siamo piir antipatici. siamo pir) orribili. siamo piil vittime. siamo pir) inutili.

Ora siamo nuovi, anzi siamo la causadella nostra fatta d servita esperienza personalee ogni esperienza ed d statamagnifica,perfettaper cib che saremoda ora in poi. Proviamo?

86

87

In una griglia scriveremocinque eventi negativi della nostra vita. riporteremo cosaabbiamo sceltodi Successivamente riguardo a quegli eventi. essere Infine proveremo a ricordare cosaavevamosceltodi essere prima d'oggi.
EVENTO NEGATIVO COME MI PONGO IN MODO NUOVO prqrrFTTal Fssrl) a
COSA SCEGLIEVO DI SOLNO

La felicith come una farfalla: piil la insegui e meno si lasciaafferrare. Ma se ti siedi tranquillo, pud anche posarsisu di te. Dipenderi dalla tua fiducia poi, riuscire a conservarla o a farla scappare. Non negarti mai la possibiliti di essere felice! Accogli nel tuo cuore la danzadelle farfalle e le loro nuove melodie. Anonimo

88

89

Esercizioper capire chelapienezza d infelicitlr

La feliciti d una scelta. Laccettared una scelta. Il perdono d una scelta. La rabbia d una scelta. Lamore I una scelta. La vita d una scelta. Il tuo tempo: la tua scelta. ProuerbioZen

Noi uomini tendiamo a voler riempire le nostre vite ma allo stesso tempo, proprio riempiendo, siamo diventati spiacevolmente colmi. Sensoe semplicit) creano in noi sereniti. Esubero d difFcolti ci fanno sentire "pieni" di problemi. Ecco qui dieci parole per comprenderecome possiamo perfezionarela nostra esistenza. Accanto a ogni parola scrivetequale significaro pensatedi amribuire ai lemmi suggeriti:
I234,6789IORIDUCI = ORGANIZZA = TEM PO = IMPARA = GONTESTO = EMoZIoNE = FIDUCIA = FALLTMENTo = UNICITi. = SOLUZIONE =

90

9l

V
Eserciziodi quotidianit)
I

Dopo aver imparato a trascendere I'interesse finalizzato le unicamente versose stesse, personedawero vive il "significato" della loro esistenza. scoprono Tale significato corrisponde a quello che Viktor Frankl definisce"vocazioneo missione specificanella vita'. E r'r.r"questionedi impegno nei confronti di una personao di una causain cui si pu6 credere e alla quale ci si pud dedicare. degli individui Questa fede modella l'esistenza pienamente vivi, e fa sembrareimportante e utile ogni loro sforzo. La devozionecon cui essisi dedicano a un cerro obiettivo permette loro di superarela meschiniti e la grettezza che, prima o poi, erodono le esistenze prive di senso. John Powell

Le nostrevite sono in grandissima misura nelle nostremani. I miei istinti e le mie intuizioni personalisi ribellano alle psicologiedeterministiche e fatalisticheche fanno di noi dei fantocci passivie della nosrra esisrenza un registratoreche esegue programma preordinato. un Accettando I'ipotesi dell'idea sbagliataaccettiamoin larga misura anchela responsabiliti personaledel nostro destino. Vogliamo provare a prendere in mano la nostra vita? So per esperienza che, quando ci confidiamo con un amico intimo e teniamo un diario, d possibile sviluppare una notevole capacit) di autoconsapevolezza, affinando la nostracapaciti introspertiva. Parlareo scriveredelle proprie emozioni ci fa vivere una vita pii stimolante. fucordiamoci che durante la nostra vita non smertiamo mai, neancheper un attimo, di provare un qualche tipo di reazioneemozionale. Pensate seguentireazioni: alle

Mi sentotimido, introverso. Mi sento un fallimento.


92 93

Mi sento minacciato. Mi sento stranamentetriste. Mi fa molto piacerequest'attenzione. mi Quell'osservazione ha dawero ferito' Proviamo a risponderePerchi?a ognuna di esse' per Registrace iscritto quali di questeemozioni d starecentementepiir forte. ta e DescriveteI'evento scatenante come vi sietesentiti interiormente. Pensatea una soluzione per accettarela vostra debolezza facendola diventare un tratto distintivo della vostra forza. del Gli specialisti comportamentoumano da suggeriscono anni che tre sono le azioni fondamentali per apportare cambiamenti nella nostravita. convinti Prima di tutto, occorre essere un che sia necessario cambiamento. convinti di essere occorre essere In secondoluogo, giustaper cambiarela propria vita. la persona E, in terzo luogo, occorre credereche il cambiamentosia Possibile.

GlennVanEkeren

94

95

Eserciziodi inizio

Feliced colui che si credefelice.

Maria E. Lopez

Spessoci rendiamo conro che d I'inizio delle cosea rimanereben impressonella nostramemoria. Proviamo a usarele seguenti rracce come piste per narrarein breve(tre righe per tema) almeno rre momen_ ti della nosrravita. Segui i suggerimenti e ricorda la prima volta che: o hai provaro qualche cosadi imporrante per te o per gli altri o hai imparatoqualcosa di utile o hai voluto benea qualcuno o ti sei senriro/alibero/a o hai scopertola giustizia o hai scoperto la bellezza o ti sei sentito/a felice o hai visto qualchecosache ti sarebbe rimasroimpresso o hai scoperro I'esistenza bene del Mantieni per piu rempo possibile l,artirudine ... all'tNtzto delle cose anche se aliuni momenri, come ad esempio svegliarti,fare colazionecon latte e biscotti.

96 91

->

andareal lavoro, vederela fidanzatao il fidanzato, stare con marito o moglie, condividere momenti con colleghi di lavoro... sono abitudini quotidiane. Anche queste cosedevono essere percepitecome un inizio.

La felicith d come la salute: se non te ne accorgi vuol dire che c't.

Turgeneu Iuan Sergeeuii

98

99

Scriviamolee cerchiamodi farle diventarea noi nore attraversola conoscenza. Il presuppostoper questo esercizioE: uolontd e Ambizione.

Il saggiodella montagna, a cui il viandante domandava se fossefelice, rispondevache non avevaassolutamente tempo per pensarci. Prouerbiocinese

t02

Eserciziodi umilti

Piil felice dei felici d colui che pud far la gente felice. Dumas Alessandro

e la di Due uomini raggiungono riva qn 6u6re si siedei a mangiare.Consumanodue trepanichehandono al no. uno di loro si alza, va a bere fiurxs,1s1[2, rloo presa' chi trovando la pagnotta,chiedeall'altro l'x66i4 uNon so>,, risponde. al Ripartiti, quello dei due cheeraandato fiume, ne due piccoli, chi1q2 s6uno, lo vede una gazzellacon " Poi uccide, ne arrostisceuna partee ne mangixns, dice al piccolo di gazzella: nCon il consensodi Dio, alzatilr, quello alzae se e gi ne va. Allora si rivolge all'uomo: nPer colui che ti ha mostrato psodigio' ti Questo e chiedo: chi ha preso la pagnona?,; quellorisponde: uNon lo sou. I'uomo ha arrostito Giunti a un corso d'acqua, che e la gazzella prende per mano I'altro i dus.rpminano sull'acqua. Domanda di nuovo: nPerColuiche ha mostrato ti questo prodigio, ti chiedo: chi ha preso pagnotta?,' la Laltro risponde di nuovo: nNon Io sor. Arrivati in un deserto I'uomodel fiume del cibo . della sabbia: prende a raccogliere

104

105

uCon il consenso Dio, diventa oror, dice, e cosi di accade. Luomo lo divide in tre parti: nLJn terzo a me, uno a te e uno a chi ha preso la Pagnotta)). Quello replica: nlJho presaio!,. Secondovoi cosarispondecolui che ha diviso in tre la sabbia facendolatrasformarein oro? nAlloLuomo o la donna infelici risponderebbero: ra la pagherai e a te non sar) donato un solo granello d'oror. La personafelice risponde: uAllora d tutto per te!,. SaluatoreNatoli Provate a scriverequesta storia mettendo voi stessi dentro alla vicenda. Come si svilupperebbe? Chi sareste voi? I modi di esperire felicith la sono molti ed essa prende molti nomi a seconda delle dinamichecon cui si manifesta. E percid beatitudine, sereniti, gioia.

r06

107

Positivi, Esercizioper nEssere

La feliciti non d altro che la gioia di veder felici gli altri. GeorgeByron

SpessoI'infeliciti t provocata da una bassafiducia in noi stessi. Essa trae origine da un bilancio poco obiettivo e dalla soprawalutazione degli episodi in cui non siamo stati all'altezzadella situazione o delle aspettativeo per entrambi i motivi. Se cominciamo con il domandarci se siamo inetti, incapaci o falliti, I naturale che andremo in cercaproprio dei casiin cui abbiamo fallito. Ovviamente ne scopriremo molti. Questa scoperta,e il conseguenteinevitabile mismo sono facilmenteevitabili. Scrivetenello spazioqui sotto la soluzioneper come poter evitaredi pensare"ai fallimenti" e, solo dopo, andate nella paginasuccessiva. Una semplice risposta prover) o meno la vostra idea.

108

109

C'd un strategia cognitiva molto efficaceche dice: cerca,basandoti solo sui casipositivi. Sbagli approccio se la tua domanda parte dal chiederti dove hai fallito. Parti semprecon il pretenderedove invecehai vinto o dove sei stato all'altezzadelle tue aspettative. Quando un persona inizia a domandarsi se la sua vita i un fiasco, comincia a riandare al suo passatoe a scoprire una sequenzasterminata di fallimenti. Si aula toconvince che d piil o meno un fallito, abbassa sua un incapace. autoimmagine e tende a etichettarsicome A questopunto tutti gli episodi della sua vita, presenti e futuri, che sembrano dargli ragione, rinforzeranno la sua autodiagnosi.Tirtti gli episodi che invece gli darebbero torto non vengono nemmeno presi in considerazione, perch6 non d di questo che si parla.

la Felicecolui che pud passare vita tra i suoi pari e regnaretranquillamente nella sua poveracasasenzapaura, senzainvidia, senzafinzioni, senzaambizioni mondane.

Joachimdu Belky

ll0

llt

Esercizio per correggersi

Se formulate pensieri tanto neri da non poterli neanchepiL vedere nell'oscuriti", cambiate colore!

Erih Pigani

Spessoabbiamo un modo distorro di percepire il mondo e le personecompresoil nostro io piiintimo. Pensiamoche il mondo sia rriste, spaventoso, folle, violento e cib ci rurba. Il mondo di per sdd senza questiattributi. Guardia_ moci intorno. Il mondo non d triste, spaventoso,folle, violento; siamo noi che pensiamo di vedereun mondo spavento_ so, un mondo pericoloso,un mondo ostile, un mondo triste, un mondo malvagio,un mondo folle... spesso i nostri pensierisono immagini fatte da noi stessie le im_ magini che vediamo sono createdai nostri pensieri. Scrivetecid che vorresrefosseil mondo.

Buono? Soddisfacente? Pieno di significato? Se ci pensare bene il mondo d anche cosi. A questo punro il mondo sari come vorreste che ^ fosse!

n2
r13

di Esercizio fiducia

Avere il fiatone arrivare al limite sentireil mio corPo I'albero dopo la corsa e nell'abbracciare awertire il legameProfondo che aiuta a riprendere a respirare. Piene Stutz

ts Chi ha fiducia in se stesso felice. tratta di costruire un po' alla volta la fiducia in Si voi, perb occorre una strategia. I nodi cruciali sono i seguenti: o La prima volm che proveretea fare qualcosa,incapperetein molti errori. Non badate agli errori ma insistete: un po' alla volta ne farete di meno' subito. Bastanon scoraggiarsi o Domandatevi come vi comportereste se foste convinti di esserebravi e competenti e provate a e comportarvi come se I'idea fosserealizzata vera' o E inevitabile che al principio commettiate Piir errori che mossegiuste, ma Presto imparerete anche a gestire gli errori prendendoli sempre pii in B considerazione; importante avereil coraggio,una volta presa sicurezza,di usare gli errori Per essere piir sereni quando essivi prenderanno di sorpresa' Limportanza e il peso di un errore sono inversamente proporzionali a quanto siete allenati' Solo alla fine bisognabadaresemPrepit agli errori: probravi! prio quando vi stateconvincendo di essere vicina a voi o Immaginate di essere una Persona

tt4

l15

felice. Cercher) di farvi fare che vi aiuteri a essere le coseche vi riesconobene o per le quali potesolo te dare il meglio di voi. Per le altre cosevi assister). come un angelo custode.Cosa diri di voi agli altri Scrivetelo!Come vi presenquesto angelocustode? teri agli altri per farvi fare bella figura?Scrivetelo! o Siate indulgenti con voi stessi e compiacetevi Vi dei successi. sareteaccorti che spessoi giudici piil implacabili sieteproprio voi. Tirtto cib a qualche irriducibile critico potri semma brare autoconsolatorio, studi psicologici affermano che non contano tanto i comportamenti effettivi ma i modi con cui vengono etichettati. Per cui per provare a costruire attraversoesercizila propria e I'altrui felicith ogni mezzo creativoe artistico, motivazionaleo emotivo possonoaiutare.

Pagineper gli esercizi

ff

{ c"

?
nl

116

t 17