Sei sulla pagina 1di 16

ROMA CAPITALE FUNZIONARIO BIBLIOTECHE

001. Il provvedimento privo di sottoscrizione: A) Costituisce mera irregolarit quando il difetto di sottoscrizione non comprometta l'identificabilit dell'autore e la sottoscrizione non sia richiesta come forma ad substantiam dalla legge. B) riconducibile alle ipotesi di abnormit del provvedimento e comporta in ogni caso l'inesistenza dello stesso. C) considerato in ogni caso nullo. D) Costituisce in ogni caso mera irregolarit. Il candidato si soffermi sinteticamente sulle cause di nullit del provvedimento amministrativo. 002. L'assunzione di quale/quali dei seguenti atti in materia di tributi e tariffe rientra/rientrano tra le competenze della Giunta? A) Gli sgravi e rimborsi. B) Le aliquote delle imposte. C) Gli accertamenti. D) L'ordinamento dei tributi, compresa la determinazione delle relative tariffe. Il candidato si soffermi sinteticamente sulle principali entrate tributarie dei Comuni. 003. L'assunzione di quale dei seguenti atti, rientra tra le competenze del Consiglio? A) Le nomine e le designazioni di rappresentanti in aziende, istituzioni ed enti, tranne che la legge non riservi espressamente l'atto alla competenza della Giunta. B) La temporanea sostituzione del consigliere sospeso dalle funzioni. C) Il programma triennale della trasparenza. D) La proposta del programma di mandato. Il candidato si soffermi sinteticamente sulla competenza individuata. 004. a) approvazione della mozione di sfiducia; b) istituzione di Commissioni; c) approvazione dello Statuto. In quali dei citati casi il quorum per la validit delle deliberazioni stabilito direttamente dalla legge? A) Nei casi a e b. B) In tutti i casi citati. C) Nei casi a e c. D) Nei casi b e c. Il candidato si soffermi sinteticamente sui casi individuati. 005. Nella fattispecie concessoria il concessionario: A) Nei rapporti con i terzi responsabile in solido con la p.a. dei fatti e degli atti illeciti compiuti. B) Nella concessioni di servizi ha il dovere di organizzare e far funzionare il servizio assunto. C) Nei rapporti con i terzi agisce sempre in nome e per conto della p.a. D) Nella concessione di beni ha la facolt di utilizzare il bene stesso entro i limiti e con le modalit fissate dalla concessione o dalla legge. Il candidato si soffermi sinteticamente sui provvedimenti concessori. 006. A norma del disposto di cui al co. 1, art. 19, l. n. 241/1990 per i permessi o nulla osta comunque denominati trova applicazione l'istituto della segnalazione certificata di inizio attivit? A) No, l'istituto della segnalazione certificata di inizio attivit trova applicazione solo in caso di domande per iscrizioni in albi o ruoli richieste per l'esercizio di attivit imprenditoriale, commerciale o artigianale. B) No, l'istituto della segnalazione certificata di inizio attivit trova applicazione solo in caso di autorizzazione o licenze. C) Si, alle condizioni indicate al citato articolo. D) No, l'istituto della segnalazione certificata di inizio attivit trova applicazione solo in caso di concessioni non costitutive. Il candidato si soffermi sinteticamente sulla natura dell'istituto della segnalazione certificata di inizio attivit. 007. Le dispense: A) Sono rilasciate dall'autorit a suggello della conformit delle cose alle norme nazionali e internazionali a tutela della sicurezza o dell'uniformit dei prodotti. B) Attingono ad attivit normalmente vietate o comunque precluse ai destinatari dell'atto. C) Sono atti con cui la p.a. dichiara di non avere nulla in contrario in ordine all'adozione di un provvedimento da parte di un'altra autorit. D) Costituiscono posizioni giuridiche di svantaggio. Il candidato si soffermi sinteticamente sul provvedimento di dispensa. 008. Per effetto del principio di separazione delle competenze tra organi di governo o politici da un lato e dirigenti dall'altro, l'assunzione di quali dei seguenti atti, in materia di programmazione e bilancio, rientra tra le competenze dei dirigenti? A) Bilancio di previsione annuale, pluriennale e relazione previsionale e programmatica. B) Provvedimenti conseguenti all'eventuale diniego di ratifica di variazione di bilancio aventi ad oggetto la regolazione dei rapporti sorti sulla base di detta variazione. C) Atti di gestione finanziaria. D) Variazioni di piano esecutivo di gestione. Il candidato si soffermi sinteticamente sulla prenotazione degli impegni di spesa.

ROMA CAPITALE FUNZIONARIO BIBLIOTECHE


009. Dispone il co. 1, art. 51, tuel che il Consiglio dura in carica per un periodo di cinque anni. Il mandato del Consiglio connesso alla durata del mandato del Sindaco? A) Si, se il Consiglio viene anticipatamente sciolto automaticamente cessa dalla carica anche il Sindaco, analogamente la cessazione anticipata del Sindaco comporta la cessazione anticipata del Consiglio. B) No, il Sindaco dura in carica sette anni. C) No, lo scioglimento anticipato del Consiglio non comporta la cessazione dalla carica di Sindaco, analogamente la cessazione anticipata del Sindaco non comporta la cessazione anticipata del Consiglio. D) No, in quanto il Consiglio comunale non un organo di governo dell'Amministrazione ma un organo di gestione. Il candidato motivi sinteticamente la risposta data. 010. L'annullabilit: A) Pu costituire oggetto di convalida. B) Non pu costituire oggetto di convalida, ma al pi di conversione. C) Opera sempre di diritto. D) connotata dall'inidoneit dell'atto a produrre effetti sin dall'origine. Il candidato si soffermi sinteticamente sulla convalida del provvedimento annullabile. 011. L'assunzione di quale dei seguenti atti, in materia di servizi pubblici locali e di forme di collaborazione tra enti locali, rientra tra le competenze del Consiglio? A) L'attivit di vigilanza sulle istituzioni. B) La verifica dei risultati di gestione dell'istituzione. C) Il conferimento di capitale di dotazione all'istituzione. D) La determinazione degli indirizzi dell'istituzione. Il candidato si soffermi sinteticamente sulle istituzioni. 012. In quale dei seguenti casi riscontrabile nullit strutturale del provvedimento amministrativo per mancanza degli elementi "essenziali"? A) Provvedimento adottato ioci o docendi causa o adottato sulla base di causa illecita o impossibile. B) Provvedimento privo di forma. C) Provvedimento viziato nella volont del funzionario pubblico. D) Provvedimento in cui non sia identificato a priori il soggetto passivo dell'atto. Il candidato si soffermi sinteticamente sugli elementi essenziali del provvedimento amministrativo. 013. Il co. 4, art. 93 del tuel (responsabilit patrimoniale) prevede che: A) L'azione di responsabilit nei confronti degli amministratori e del personale dei Comuni e delle Province si prescrive trascorsi 7 anni dalla commissione del fatto, personale e non si estende agli eredi salvo il caso in cui non vi sia stato illecito arricchimento del dante causa e conseguente illecito arricchimento degli eredi stessi. B) L'azione di responsabilit nei confronti degli amministratori e del personale dei Comuni e delle Province si prescrive trascorsi 5 anni dalla commissione del fatto e si estende in ogni caso agli eredi. C) L'azione di responsabilit nei confronti degli amministratori e del personale dei Comuni e delle Province imprescrittibile, personale e non si estende agli eredi. D) L'azione di responsabilit nei confronti degli amministratori e del personale dei Comuni e delle Province si prescrive trascorsi 5 anni dalla commissione del fatto, personale e non si estende agli eredi salvo il caso in cui non vi sia stato illecito arricchimento del dante causa e conseguente illecito arricchimento degli eredi stessi. Il candidato si soffermi sinteticamente sulle differenze sostanziali tra responsabilit amministrativo-contabile e civile verso terzi. 014. La revoca del provvedimento amministrativo: A) A differenza dell'annullamento d'ufficio, non necessita di preventiva comunicazione all'interessato dell'avvio del relativo provvedimento. B) un provvedimento di secondo grado con cui la p.a. riconosce e rimuove un vizio che inficia un proprio provvedimento. C) Quanto a competenza ad adottare il relativo provvedimento, essa attribuita, di norma, alla stessa amministrazione che ha adottato l'atto di primo grado, con le medesime modalit procedimentali che hanno visto sorgere il primo atto. D) Pu avere ad oggetto atti vincolati e negozi giuridici conclusi dalla p.a. Il candidato si soffermi sinteticamente sugli effetti ex nunc e su quelli a medio tempore prodotti dal provvedimento revocato. 015. Per effetto del principio di separazione delle competenze tra organi di governo o politici da un lato e dirigenti dall'altro, l'assunzione di quale dei seguenti atti in materia di personale rientra tra le competenze dei dirigenti? A) Parere sulla revoca del segretario generale. B) Convenzione per la gestione di uffici del personale in forma associata. C) Comminazione di sanzioni disciplinari sino alla sospensione dal servizio sino a dieci giorni. D) Nomina dei responsabili degli uffici e servizi. Il candidato si soffermi sinteticamente sulla competenza individuata.

ROMA CAPITALE FUNZIONARIO BIBLIOTECHE


016. Si configura mero accertamento tecnico: A) Quando la verifica demandata alla p.a. da condurre applicando non regole dal risultato opinabile ma regole tratte da scienze esatte che consentono di approdare ad un risultato certo, ripetibile e verificabile. B) Quando la p.a. si limita a verificare la sussistenza di fatti, applicando la regola del risultato opinabile. C) Quando la p.a. abilitata a scegliere, tra pi opzioni amministrative, quella pi conveniente nella prospettiva del miglior soddisfacimento dell'interesse pubblico affidato alle sue cure. D) Quando la p.a. verificata la sussistenza di fatti, applicando la regola del risultato opinabile, compie anche valutazioni di opportunit, scegliendo la misura amministrativa pi idonea a soddisfare l'interesse pubblico primario. Il candidato si soffermi sinteticamente sul mero accertamento tecnico. 017. L'assunzione di quale/quali dei seguenti atti, in materia di affari istituzionali, rientra/rientrano tra le competenze dei dirigenti? A) Denominazione di borgate o frazioni. B) Programma di mandato. C) Certificazioni e attestazioni ed ogni manifestazione di giudizio o di conoscenza. D) Programma triennale della trasparenza. Il candidato si soffermi sinteticamente sul principio di separazione delle competenze tra organi di governo o politici da un lato e dirigenti dall'altro. 018. Cosa comporta il "silenzio devolutivo" disciplinato dall'art. 17 della l. n. 241/1990? A) L'obbligo per il responsabile del procedimento di procedere indipendentemente dalle valutazioni tecniche, nel caso in cui l'organo competente non le fornisca nei termini previsti dalla legge, o in mancanza entro 90 giorni dalla richiesta. B) L'obbligo per il responsabile del procedimento di richiedere, ad altri organi della p.a., o ad enti pubblici dotati di qualificazione e capacit tecnica equipollenti, ovvero ad istituti universitari, le valutazioni tecniche, nel caso in cui l'organo competente non le fornisca nei termini previsti dalla legge, o in mancanza entro 60 giorni dalla richiesta. C) La facolt per il responsabile del procedimento di procedere indipendentemente dalle valutazioni tecniche, nel caso in cui l'organo competente non le fornisca nei termini previsti dalla legge, o in mancanza entro 90 giorni dalla richiesta. D) L'obbligo per il responsabile del procedimento di richiedere, ad altri organi della p.a., o ad enti pubblici dotati di qualificazione e capacit tecnica equipollenti, ovvero ad istituti universitari, le valutazioni tecniche, nel caso in cui l'organo competente non le fornisca nei termini previsti dalla legge, o in mancanza entro 90 giorni dalla richiesta. Con riferimento alle valutazioni tecniche, il candidato si soffermi sinteticamente sulle disposizioni contenute all'art. 17 della legge 241/1990. 019. L'assunzione di quale/quali dei seguenti atti, in materia di personale, rientra/rientrano tra le competenze del Consiglio? A) I provvedimenti risolutivi del rapporto di lavoro. B) Le norme fondamentali per l'organizzazione dell'ente e l'ordinamento degli uffici, in sede di statuto. C) I criteri per il conferimento di incarichi di posizione organizzativa. D) La revoca del direttore generale. Il candidato si soffermi sinteticamente sulle competenze del Consiglio in materia di personale. 020. Attraverso la discrezionalit tecnica: A) La p.a. si affida a criteri attinti dalle c.d. scienze esatte, e tali da comportare un'utilizzazione ontologicamente priva di qualsiasi voglia margine valutativo o di opinabilit. B) La p.a. abilitata a scegliere, tra pi opzioni amministrative, quella pi conveniente nella prospettiva del miglior soddisfacimento dell'interesse pubblico affidato alle sue cure. C) Non si tende ad operare una comparazione tra interesse pubblico primario e interessi secondari, ma a compiere una valutazione di fatti. D) La p.a. verificata la sussistenza di fatti, applicando la regola del risultato opinabile, compie anche valutazioni di opportunit, scegliendo la misura amministrativa pi idonea a soddisfare l'interesse pubblico primario. Il candidato si soffermi sinteticamente sul concetto di discrezionalit tecnica. 021. A norma del disposto di cui al co. 1, art. 58, tuel sono incandidabili alla carica di componente del Consiglio: A) I legali rappresentanti ed i dirigenti delle societ per azioni con capitale superiore al 50% del Comune. B) Gli ispettori generali di pubblica sicurezza che prestano servizio presso il Ministero dell'interno. C) Gli ecclesiastici ed i ministri di culto, che hanno giurisdizione e cura di anime e coloro che ne fanno ordinariamente le veci, nel territorio, nel quale esercitano il loro ufficio. D) Coloro che hanno riportato condanna definitiva per il delitto di concussione previsto all'art. 317 del c.p. Il candidato si soffermi sinteticamente sulle cause di incandidabilit alla carica di Consigliere comunale. 022. Indicare quale affermazione consona alle disposizioni contenute all'art. 52 del tuel sulla mozione di sfiducia. A) La mozione di sfiducia deve essere votata con voto segreto dai tre quinti dei componenti il Consiglio. B) La mozione di sfiducia deve essere motivata e sottoscritta da almeno un terzo dei consiglieri assegnati, senza computare a tal fine il Sindaco. C) Se la mozione viene approvata, si procede allo scioglimento del Consiglio e alla nomina di un Commissario. D) Il voto del Consiglio contrario ad una proposta del Sindaco o della Giunta comporta lo scioglimento della Giunta. Il candidato si soffermi sinteticamente sulle altre cause di cessazione dalla carica di Capo dell'Amministrazione.

ROMA CAPITALE FUNZIONARIO BIBLIOTECHE


023. Il Sindaco, quale Ufficiale del Governo: A) Sovrintende alla vigilanza su tutto quanto possa interessare la sicurezza e l'ordine pubblico, informandone il Prefetto. B) Coordina e riorganizza gli orari di apertura al pubblico degli uffici pubblici localizzati nel territorio, al fine di armonizzare l'espletamento degli esercizi con le esigenze degli utenti. C) Sovrintende all'espletamento delle funzioni statali e regionali attribuite o delegate all'amministrazione. D) Nomina i responsabili degli uffici e dei servizi. Il candidato si soffermi sinteticamente sulle competenze del Sindaco quale Ufficiale del Governo. 024. I revisori dei conti degli enti locali svolgono attivit: di controllo, propositiva, consultiva, di collaborazione con il Consiglio, ecc. Nell'ambito delle funzioni di controllo si pu/possono ricondurre: A) La predisposizione del piano delle performance. B) La deliberazione dell'esercizio provvisorio. C) L'approvazione del bilancio di previsione annuale. D) I provvedimenti di riconoscimento di debiti fuori bilancio adottati dal Consiglio. Il candidato si soffermi sinteticamente sui doveri dei Revisori dei conti. 025. La p.a. deve motivare i provvedimenti amministrativi concernenti il personale? A) Si, la motivazione per i provvedimenti amministrativi concernenti il personale espressamente prevista all'art. 3 della l. n. 241/1990. B) No, la motivazione richiesta espressamente solo per i provvedimenti giurisdizionali. C) No, la motivazione per i provvedimenti amministrativi concernenti il personale non costituisce un obbligo per la p.a. D) No, la motivazione richiesta espressamente solo per i provvedimenti che attribuiscono vantaggi economici. Il candidato si soffermi sinteticamente sulle disposizioni contenute all'art. 3 della l. n. 241/1990 sulla motivazione del provvedimento. 026. L'azienda speciale e lIstituzione. Indicare quale affermazione corretta: A) Sia nell'azienda speciale che nell'Istituzione le modalit di nomina e revoca degli amministratori sono stabilite dallo Statuto dell'ente locale. B) Sia l'azienda speciale che l'istituzione sono organismi strumentali dell'ente locale. C) L'istituzione dotata di propri organi quali: consiglio di amministrazione, presidente e direttore mentre per l'azienda speciale previsto solo il presidente D) Nell'azienda speciale l'approvazione degli atti fondamentali conferita all'ente locale mentre per l'istituzione conferita alla regione. Il candidato si soffermi sinteticamente sulla risposta individuata. 027. L'art. 2 della l. n. 241/1990 dedicato alla conclusione del procedimento. Quale delle affermazioni in merito corretta. A) Ove il procedimento consegua obbligatoriamente ad una istanza, ovvero debba essere iniziato d'ufficio, la p.a. ha il dovere di concluderlo mediante l'adozione di un provvedimento espresso. B) Ove il procedimento consegua obbligatoriamente ad una istanza, la p.a non obbligata a concluderlo mediante l'adozione di un provvedimento espresso. C) Solo ove il procedimento consegua obbligatoriamente ad una denuncia, la p.a. ha il dovere di concluderlo mediante l'adozione di un provvedimento espresso. D) Ove il procedimento debba essere iniziato d'ufficio la p.a. non obbligata a concluderlo mediante l'adozione di un provvedimento espresso. Il candidato si soffermi sinteticamente sui termini previsti dalla l. n. 241/1990 per la conclusione del procedimento. 028. Le autorizzazioni: A) Comportano per la p.a. poteri di ingerenza nello svolgimento del servizio che si esprime nel potere di indirizzo, controllo e vigilanza, nonch nel potere sostitutivo. B) Si sostanziano in provvedimenti costitutivi di diritti soggettivi nuovi in capo al soggetto destinatario. C) Attribuiscono al destinatario il diritto-dovere di svolgere in via esclusiva un'attivit o di godere di un determinato bene riservati originariamente alla p.a. D) Provvedono alla rimozione di un limite legale che si frappone all'esercizio di un'attivit inerente ad un diritto soggettivo. Il candidato si soffermi sinteticamente sui c.d. procedimenti autorizzatori in senso stretto. 029. Nell'ambito dello Statuto dell'ente locale si distingue il contenuto: obbligatorio; obbligatorio speciale; facoltativo; facoltativo speciale; ulteriore. Rientra/rientrano tra il contenuto obbligatorio: A) La previsione della conferenza dei Capogruppo. B) La previsione dell'eventuale partecipazione dell'organo di revisione alle sedute della Giunta. C) Le norme per assicurare le condizioni di pari opportunit tra uomini e donne ai sensi della l. 125/1991. D) La previsione di consultazioni referendarie. Il candidato si soffermi sinteticamente sul contenuto obbligatorio che lo Statuto deve necessariamente disciplinare.

ROMA CAPITALE FUNZIONARIO BIBLIOTECHE


030. Alla conferenza di servizi di cui agli articoli 14 e 14-bis legge 241/1990 possono partecipare i soggetti proponenti il progetto dedotto in conferenza? A) Si. B) No, possono partecipare solo i concessionari e i gestori di pubblici servizi con diritto di voto. C) No, possono partecipare solo i concessionari e i gestori di pubblici servizi senza diritto di voto. D) No mai Il candidato si soffermi sinteticamente sulla partecipazione dei soggetti privati alla conferenza di servizi. 031. Si ravvisa incompetenza relativa: A) Quando l'atto posto in essere da un soggetto non investito della pubblica funzione. B) Quando il soggetto che ha adottato l'atto appartiene al medesimo plesso organizzatorio di cui fa parte l'organo competente in base alla legge. C) Quando l'atto, pur riguardando una materia attribuita all'amministrazione, adottato da un soggetto nell'esercizio di un potere totalmente estraneo alle sue attribuzioni. D) Quando l'atto adottato dall'amministrazione riguarda una materia riservata ad altro potere dello Stato. Il candidato si soffermi sinteticamente sull'incompetenza relativa causa di mera annullabilit del provvedimento. 032. Gli artt. 4, 5 e 6 della l. n. 241/1990 disciplinano la figura del responsabile del procedimento. Questi: A) Non mai competente alla valutazione della sussistenza dell'obbligo di provvedere. B) Non pu ordinare esibizioni di documenti. C) solo competente all'indizione delle conferenze di servizi e a decidere avverso i ricorsi del provvedimento emanato. D) Valuta, ai fini istruttori, le condizioni di ammissibilit, i requisiti di legittimazione ed i presupposti che siano rilevanti per l'emanazione di un provvedimento. Il candidato si soffermi sinteticamente sul ruolo del responsabile del procedimento. 033. La conferenza di servizi istruttoria, detta "trasversale", delineata dal comma 3, art. 14, l. n. 241/1990: A) Pu essere indetta dall'amministrazione procedente qualora sia opportuno effettuare un esame contestuale di vari interessi pubblici coinvolti in un singolo procedimento amministrativo. B) Pu essere convocata per l'esame contestuale di pi interessi coinvolti in pi procedimenti amministrativi reciprocamente connessi, riguardanti p.a. diverse ma medesime attivit, risultati, o procedimenti, e che abbiano il medesimo oggetto. C) indetta quando l'amministrazione procedente debba acquisire intese, concerti, nulla osta o assensi comunque denominati di altre amministrazioni pubbliche, richiesti ma non ottenuti. D) Nasce dall'esigenza di sottoporre al vaglio preventivo delle p.a. progetti di particolare complessit e di insediamenti produttivi di beni e servizi, al fine di verificare quali siano le condizioni per ottenere, alla presentazione dell'istanza o del progetto definitivo, i necessari atti di consenso. Il candidato si soffermi sinteticamente sulla conferenza di servizi istruttoria, detta "trasversale", delineata dal comma 3, art. 14, l. n. 241/1990. 034. Indicare quale affermazione sull'unit organizzativa responsabile del procedimento e/o sul responsabile del procedimento correttamente riferibile agli artt. 4 e 5 della l. n. 241/1990. A) Fino a quando non sia effettuata l'assegnazione del responsabile del procedimento considerato responsabile l'organo di governo dell'Amministrazione. B) L'U.O. competente e il nominativo del responsabile del procedimento sono comunicati ai soggetti nei confronti dei quali il provvedimento finale destinato a produrre effetti diretti ed a quelli che per legge debbono intervenire e, a richiesta, a chiunque vi abbia interesse. C) Il dirigente di ciascuna U.O. provvede ad assegnare ad altro dipendente addetto all'unit la responsabilit della istruttoria e di ogni altro adempimento inerente il singolo procedimento nonch l'adozione del provvedimento finale. D) Le disposizioni adottate sono rese pubbliche mediante pubblicazione nella GURI. Il candidato si soffermi sinteticamente sulla risposta individuata. 035. Al fine di assicurare l'attuazione dei provvedimenti adottati dai Sindaci ai sensi dell'art. 54 tuel, il Prefetto, pu disporre ispezioni per l'acquisizione di dati e notizie interessanti servizi di carattere generale? A) No, il Prefetto, ove le ritenga necessario, pu disporre solo misure adeguate per assicurare la cooperazione della polizia locale con le Forze di polizia. B) Si, il Prefetto pu disporre ispezioni per accertare il regolare svolgimento dei compiti affidati, nonch per l'acquisizione di dati e notizie interessanti altri servizi di carattere generale. C) No. Con riferimento alle attribuzioni dei Sindaci nei servizi di competenza statale, il Prefetto pu solo provvedere ad indire una conferenza, qualora i provvedimenti adottati dai Sindaci comportino conseguenze sull'ordinata convivenza delle popolazioni di comuni contigui o limitrofi. D) No, il Prefetto non pu disporre ispezioni. Con riferimento ai compiti del Comune per servizi di competenza statale, il candidato si soffermi sinteticamente sui poteri attribuiti al Prefetto.

ROMA CAPITALE FUNZIONARIO BIBLIOTECHE


036. Al Segretario comunale, oltre alle funzioni indicate all'art. 97 del tuel, possono essere attribuite funzioni dallo Statuto, dai regolamenti, ecc. Quale competenza propria del Segretario? A) Proporre alla Giunta il piano esecutivo di gestione. B) Svolgere compiti di collaborazione e assistenza giuridico-amministrativa nei confronti degli organi dell'amministrazione. C) Predisporre il piano dettagliato degli obiettivi. D) Esprimere parere di regolarit tecnica (art. 49 tuel), in relazione alle sue competenze. Il candidato si soffermi sinteticamente sulla risposta individuata. 037. Qualora controllore e controllato siano soggetti equiordinati: A) I poteri di controllo devono trovare espressa previsione normativa esclusivamente nel dettato costituzionale. B) Il controllante pu esercitare ispo iure solo i poteri di annullamento ma non quelli di riforma o revoca degli attivi dell'ente controllato. C) Il controllante pu solo adottare, nei confronti dell'ente controllato provvedimenti avocativi. D) L'assenza di ontologica subordinazione fa s che la costituzione dei poteri di controllo debba avvenire, necessariamente, con espressa previsione di legge oppure sulla base di apposita convenzione. Il candidato si soffermi sinteticamente sulla classificazione dei controlli in base alle parti del rapporto di controllo. 038. Quali ordinanze sono adottate dal Sindaco quale rappresentante della comunit locale? A) Ordinanze contingibili ed urgenti per la modificazione degli orari degli esercizi commerciali, dei pubblici esercizi e dei servizi pubblici, in caso di emergenza connessa con il traffico. B) Ordinanze contingibili ed urgenti in caso di emergenze sanitarie o di igiene pubblica o carattere esclusivamente locale. C) Ordinanze contingibili ed urgenti per la modificazione degli orari degli esercizi commerciali, dei pubblici esercizi e dei servizi pubblici, in caso di emergenza connessa con l'inquinamento atmosferico o acustico. D) Ordinanze contingibili ed urgenti per la prevenzione e l'eliminazione di pericoli per l'incolumit pubblica e la sicurezza dei cittadini. Il candidato si soffermi sinteticamente sulle ordinanze contingibili ed urgenti adottate dal Sindaco quale rappresentante della comunit locale. 039. A norma del disposto di cui al co. 9, art. 2, l. n. 241/1990 la mancata o tardiva emanazione del provvedimento nei termini: A) Costituisce elemento di valutazione della performance individuale, nonch di responsabilit disciplinare e amministrativocontabile del dirigente e del funzionario inadempiente. B) Costituisce elemento di valutazione della performance collettiva dell'Amministrazione, nonch di responsabilit disciplinare e amministrativo-contabile del dirigente e del funzionario inadempiente. C) Costituisce responsabilit disciplinare e amministrativo-contabile del dirigente e del funzionario inadempiente, ma non elemento di valutazione della performance individuale. D) Costituisce elemento di valutazione della performance individuale e collettiva, nonch di responsabilit disciplinare e amministrativo-contabile del dirigente e del funzionario inadempiente. Il candidato si soffermi sinteticamente sulla performance individuale e collettiva. 040. Dispone il co. 1, art. 5, tuel che la ripartizione delle risorse destinate al finanziamento del programma di investimenti degli enti locali determinata in base agli obiettivi generali della programmazione economico-sociale e territoriale. Gli obiettivi sono indicati: A) Dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri. B) Dal Dipartimento della Funzione Pubblica. C) Dalla Regione. D) Dalla Conferenza Stato-citt ed autonomie locali. Il candidato si soffermi sinteticamente sulle disposizioni contenute all'art. 5 del tuel in ordine alla programmazione regionale e locale. 041. La l. 689/1981, sulla disciplina legislativa di riferimento delle sanzioni amministrative pecuniarie, pone una serie di principi sostanziali e procedimentali. Il divieto di cumulo delle sanzioni: A) Comporta che non pu essere assoggettato a sanzione amministrativa, chi, al momento in cui ha commesso il fatto, non aveva compiuto i diciotto anni o non aveva la capacit di intendere e volere. B) Prevede che nel caso di commissione di pi violazioni con una azione od omissione, o con pi azioni od omissioni esecutive di un medesimo disegno, si applica la sanzione prevista per la violazione pi grave aumentata sino al triplo. C) Prevede che concorrono con l'autore dell'illecito al pagamento della sanzione il titolare di diritto reale o personale sulla cosa che serv o fu destinata a commettere la violazione, se questi non prova che la cosa stata utilizzata contro la sua volont. D) Prevede che ciascuno responsabile della propria azione od omissione, cosciente e volontaria, sia essa dolosa o colposa. Il candidato si soffermi sinteticamente sui principi dettati della l. 689/1981 con particolare riferimento all'esclusione della illiceit dei fatti in presenza di cause di giustificazione. 042. L'assunzione di quale dei seguenti atti, in materia di programmazione, rientra tra le competenze del Consiglio? A) Proposta di deliberazione di rendiconto della gestione. B) Variazione di piano esecutivo di gestione. C) Schema di bilancio di previsione annuale e pluriennale e relazione previsionale e programmatica. D) Bilancio di previsione annuale, pluriennale e relazione previsionale e programmatica. Il candidato si soffermi sinteticamente sulla predisposizione e approvazione del bilancio annuale.

ROMA CAPITALE FUNZIONARIO BIBLIOTECHE


043. L'approvazione: A) A differenza dell'autorizzazione e del visto condizione di validit e non di efficacia dell'atto, intervenendo prima della sua formazione. B) Va comunicata in forma espressa all'autorit che ha emanato l'atto approvato, ma non recettizia, producendo i suoi effetti sin dal momento dell'emanazione, indipendentemente dalla comunicazione. C) un atto di controllo preventivo di legittimit ad esito positivo. D) un atto di controllo preventivo antecedente. Il candidato si soffermi sinteticamente sulla natura dei controlli sugli atti e sulle diverse tipologie. 044. Nei casi indicati al co. 1, art. 141, tuel, tra i quali sono previsti impedimento permanente, rimozione, decadenza, decesso del Sindaco, il Consiglio: A) sospeso dalle sue funzioni per un periodo non superiore a 60 giorni. B) sciolto con decreto del Capo dello Stato. C) dichiarato decaduto con deliberazione del Parlamento. D) sciolto con provvedimento del Prefetto. Con riferimento ai controlli sugli organi dell'ente locale, il candidato si soffermi sinteticamente sui controlli sostitutivi e sul ruolo del Prefetto. 045. La disciplina sul dissenso di uno o pi rappresentanti delle amministrazioni, regolarmente convocate alla conferenza di servizi: A) Prevede particolari meccanismi di superamento del dissenso, nel rispetto delle competenze demandate agli enti territoriali dal riformato Titolo V della Costituzione. B) Stabilisce che il dissenso espresso da un'amministrazione che partecipa alla conferenza deve rispondere ai principi di imparzialit e buon andamento dell'azione amministrativa e pu riferirsi anche a questioni connesse che non costituiscono oggetto della conferenza. C) Consente ai rappresentanti delle amministrazioni interessate, di esprimere dissensi postumi o successivi alla chiusura dei lavori della conferenza. D) Prevede che in caso di dissenso tra amministrazioni Statali e una o pi Regioni, su una materia di competenza Regionale, la determinazione sostitutiva sia rimessa dall'amministrazione procedente alla Conferenza Stato-regione. Il candidato si soffermi sinteticamente sui meccanismi particolari per il superamento del dissenso espresso all'interno della conferenza dei servizi. 046. A norma del disposto di cui al co. 2, art. 20, l. n. 241/1990, fatta salva l'applicazione dell'art. 19 (Scia), entro quanti giorni dalla presentazione dell'istanza per il rilascio di provvedimenti amministrativi, la p.a. competente, pu indire una conferenza di servizi? A) Entro venti giorni. B) Entro sessanta giorni. C) Entro trenta giorni. D) Entro quindici giorni. Il candidato si soffermi sinteticamente sulle disposizioni di cui all'art. 20 delle legge 241/1990 afferente il silenzio assenso. 047. Si ravvisa violazione di legge: A) Quando l'atto adottato dall'amministrazione riguarda una materia riservata ad altro potere dello Stato. B) Quando un'autorit emana un provvedimento attribuito ad altra autorit in ragione del suo valore economico o della spesa che esso comporta. C) Quando la p.a. attribuisce ad una disposizione un significato diverso da quello proprio. D) Quando, per il perseguimento del fine previsto per legge, la p.a. utilizzi poteri diversi da quelli all'uopo individuati. Il candidato si soffermi sinteticamente sui vizi del provvedimento amministrativo. 048. Il difetto di istruttoria, quale figura sintomatica di eccesso di potere: A) Ricorre solo quando l'istruttoria sia mancata del tutto. B) Non ricorre quando l'istruttoria sia da ritenersi inadeguata. C) Non configurabile allorquando la p.a. si sia limitata a riprodurre le ragioni poste dall'interessato a sostegno dell'istanza. D) Ricorre anche quando l'istruttoria sia da ritenersi inadeguata. Il candidato si soffermi sinteticamente sulle conseguenze di una inadeguata istruttoria. 049. L'annullamento d'ufficio (art. 21 nonies l. n. 241/1990): A) Non pu avere ad oggetto provvedimenti amministrativi viziati da incompetenza. B) Ha ad oggetto provvedimenti amministrativi discrezionali con efficacia durevole. C) attribuito, quanto a competenza, in via ordinaria all'organo dell'amministrazione che in concreto ha adottato l'atto, salvo che la legge non attribuisca il potere ad altro organo o ad altra amministrazione. D) Non richiede il rispetto delle regole del contraddittorio procedimentale e un'adeguata istruttoria. Il candidato si soffermi sinteticamente sui presupposti richiesti per il legittimo esercizio del potere di annullamento.

ROMA CAPITALE FUNZIONARIO BIBLIOTECHE


050. A norma del disposto di cui al co. 2, art. 99, tuel, salvo quanto disposto in caso di revoca, il Segretario comunale cessa automaticamente dall'incarico: A) Con la cessazione del mandato del Sindaco; le relative funzioni sino alla nomina del successore sono esercitate dall'Assessore delegato dal Sindaco. B) Trascorsi cinque anni dal conferimento dell'incarico. C) Con la scadenza del mandato conferitogli. D) Con la cessazione del mandato del Sindaco, continuando ad esercitare le funzioni sino alla nomina del successore. Il candidato si soffermi sinteticamente sulla nomina e sulla revoca del Segretario. 051. La legge prevede alcuni adempimenti che il Consiglio tenuto obbligatoriamente nella seduta di insediamento, ovvero nella prima seduta successiva alle elezioni. Quale tra i seguenti dovr essere trattato prima di deliberare su qualsiasi altro oggetto e quindi rappresenta il primo punto all'ordine del giorno della seduta di insediamento? A) Elezione delle Commissioni Permanenti. B) Elezione del Presidente del Consiglio. C) Giuramento del Sindaco. D) Esame delle condizioni degli eletti e dichiarazione di ineleggibilit di coloro nei cui confronti sussista una delle cause previste dalla legge. Il candidato si soffermi sinteticamente sugli adempimenti obbligatori del Consiglio nella seduta di insediamento. 052. In relazione ai destinatari si pu distinguere tra atti: particolari, plurimi, collettivi, generali. Sono atti amministrativi generali: A) Se i destinatari sono solo determinabili in un momento successivo all'emanazione dell'atto. B) Se i soggetti sono tanti ma l'atto, pur unico, formalmente scindibile in tanti atti per quanti sono i soggetti. C) Se i soggetti sono unitariamente considerati. D) Se il destinatario un solo soggetto. Il candidato si soffermi sinteticamente sugli atti generali. 053. L'assunzione di quale/quali dei seguenti atti, in materia di programmazione e bilancio, rientra/rientrano tra le competenze della Giunta? A) L'assunzione degli impegni di spesa. B) La determinazione del compenso dei revisori dei conti. C) Le variazioni di piano esecutivo di gestione. D) I pareri sulla proposta di bilancio di previsione e sulle variazioni di bilancio. Il candidato si soffermi sinteticamente sulla competenza individuata. 054. A norma del disposto di cui all'art. 16 della l. n. 241/1990, il mancato rilascio del parere facoltativo o la mancata rappresentazione di esigenze istruttorie: A) Facoltizzano la p.a. richiedente di procedere indipendentemente dall'acquisizione del parere stesso. B) Obbligano la p.a. a proseguire l'iter procedimentale prescindendo dall'espressione del parere. C) Obbligano la p.a. che richiede il parere ad interrompere l'iter procedimentale ed a sollecitare il parere che deve essere espresso entro 60 giorni. D) Obbligano la p.a. che richiede il parere ad interrompere l'iter procedimentale ed a sollecitare il parere che deve essere espresso entro 30 giorni. Il candidato si soffermi sinteticamente sulla l. 69/2009 che ha disciplinato ex novo la materia dei pareri. 055. L'assunzione di quale dei seguenti atti, in materia di affari istituzionali, rientra tra le competenze del Sindaco quale Capo dell'amministrazione locale? A) L'individuazione dei responsabili del procedimento amministrativo. B) La promozione degli accordi di programma. C) Il programma triennale della trasparenza. D) La convalida degli eletti alla carica di consigliere. Il candidato si soffermi sinteticamente sulle competenze del Sindaco in materia di affari istituzionali. 056. Il controllo sulla compatibilit dei costi della contrattazione collettiva decentrata integrativa con i vincoli di bilancio dell'ente (art. 5, co. 3 CCNL, area dirigenza) compete: A) Al Collegio dei revisori dei conti o, ove non istituito, al nucleo di valutazione o servizio di controllo interno. B) Al Segretario generale. C) Al responsabile del servizio finanziario, di ragioneria o qualificazione corrispondente. D) Al Direttore generale. Il candidato si soffermi sinteticamente sui controlli interni di regolarit amministrativo-contabile degli enti locali.

ROMA CAPITALE FUNZIONARIO BIBLIOTECHE


057. Le ammissioni: A) Costituiscono atti di consenso all'esercizio di un'attivit o di un potere di cui il soggetto pubblico o privato richiedente titolare in virt di una posizione giuridica soggettiva riconosciutagli dall'ordinamento. B) Sono atti con cui la p.a. dichiara di non avere nulla in contrario in ordine all'adozione di un provvedimento da parte di un'altra autorit. C) Sono provvedimenti di natura concessoria, con cui la p.a. attribuisce al destinatario vantaggi economici, al termine di un procedimento amministrativo finalizzato all'accertamento della sussistenza dei requisiti soggettivi ed oggettivi per la corresponsione del beneficio. D) Attengono ai servizi pubblici e si riferiscono al rapporto autoritativo tra ente erogatore del servizio ed utenti accreditati. Il candidato si soffermi sinteticamente sulle ammissioni. 058. Dispone il co. 1, art. 49, tuel che sulle proposte di deliberazione sottoposte alla Giunta ed al Consiglio comunale, che non siano mero atto di indirizzo, deve essere richiesto il parere in ordine alla sola regolarit tecnica del responsabile del servizio interessato. Chi esprime il parere nel caso in cui l'ente non abbia i responsabili dei servizi? A) Il Collegio dei revisori dei conti. B) Il Sindaco in relazione alle sue competenze. C) L'Assessore competente per materia. D) Il Segretario generale in relazione alle sue competenze. Il candidato si soffermi sinteticamente sui pareri sulla regolarit tecnica rilasciati dai responsabili dei servizi. 059. L'autorizzazione: A) Come per il visto e l'approvazione condizione di validit e non di efficacia dell'atto, intervenendo prima della sua formazione. B) atto finalizzato alla rimozione di un ostacolo all'esercizio di un diritto o di un potere gi rientrante nella sfera giuridica del soggetto che la richiede. C) Ha natura giuridica controversa, essendo considerata da alcuni un atto di controllo preventivo susseguente, da altri un atto di amministrazione attiva. D) una forma di controllo vincolata e non discrezionale, essendo l'autorit competente obbligata a rilasciarla, ove non ravvisi un vizio di legittimit. Il candidato si soffermi sinteticamente sulle caratteristiche dell'autorizzazione. 060. Dispone, tra l'altro, il co. 2, art. 18, l. n. 241/1990 che i documenti attestanti atti, fatti, qualit e stati soggettivi, necessari per l'istruttoria del procedimento, sono acquisiti d'ufficio quando sono in possesso dell'amministrazione procedente. Ove i documenti siano detenuti, istituzionalmente, da altre pubbliche amministrazioni, l'amministrazione procedente: A) Richiede agli interessati copia autentica dei documenti. B) Pu richiedere agli interessati i soli elementi necessari per la ricerca dei documenti. C) Richiede agli interessati copia conforme dei documenti. D) Pu richiedere agli interessati copia dei documenti. Il candidato si soffermi sinteticamente sulla risposta individuata. 061. Al dipendente, nel corso di svolgimento del rapporto di lavoro, possono essere concessi anche permessi brevi (art. 20, CCNL 6 luglio 1995). Si indichi quale affermazione in merito corretta. A) Le ore di assenza vanno recuperate entro l'anno solare secondo modalit individuate dal dirigente dell'ufficio di appartenenza del dipendente. B) Complessivamente, la fruizione dei permessi brevi non pu determinare il superamento del limite massimo per essi previsto di dodici ore annue. C) I permessi sono necessariamente di breve durata, non possono in nessun caso essere superiori a due ore consecutive. D) Al fine della concessione dei permessi brevi, il dipendente deve presentare una specifica richiesta al dirigente dell'ufficio di appartenenza. Il candidato si soffermi sinteticamente sulle condizioni che legittimano la fruizione di permessi retribuiti e su quelle che legittimano i permessi brevi. 062. Il rapporto di lavoro pubblico privatizzato viene individuato tramite la presenza di alcuni specifici indici rilevatori (Cons. St., Sez. IV, 7 marzo 2001, n. 1291). Per quanto riguarda la subordinazione gerarchica corretto affermare che: A) La subordinazione trova origine nella struttura gerarchica degli uffici nei quali si articola l'organizzazione degli apparati amministrativi. B) La subordinazione non costituisce l'elemento discretivo tra l'impiego pubblico e l'incarico professionale. C) Si tratta di una subordinazione strumentale allo svolgimento della prestazione lavorativa e non di una subordinazione che trova origine nella struttura gerarchica degli uffici nei quali si articola l'organizzazione degli apparati amministrativi. D) Si tratta di una subordinazione meramente tecnico-funzionale. Il candidato si soffermi sinteticamente sul rapporto di subordinazione gerarchica.

ROMA CAPITALE FUNZIONARIO BIBLIOTECHE


063. Presso la CiVIT istituita la Sezione per l'integrit nelle amministrazioni pubbliche, che ha la funzione di: A) Favorire la diffusione della legalit e della trasparenza all'interno della p.a., sviluppando interventi a favore della cultura dell'integrit. B) Intervenire in tutte le fasi del ciclo di gestione della performance, provvedendo anche al coordinamento, al supporto operativo e al monitoraggio delle attivit di controllo sulla qualit dei servizi pubblici. C) Svolgere indagini e accertamenti sugli OIV e relazionare all'Ispettorato per la funzione pubblica. D) Indirizzare, coordinare e sovrintendere all'esercizio indipendente delle funzioni di valutazione, di garantire la trasparenza dei sistemi di valutazione, di assicurare la comparabilit e la visibilit degli indici di andamento gestionale. Il candidato si soffermi sinteticamente sul Programma triennale per la trasparenza e l'integrit. 064. Indicare quale affermazione afferente i requisiti per l'accesso al pubblico impiego non conforme alle disposizioni legislative in materia. A) Non possono accedere agli impieghi coloro che siano esclusi dall'elettorato politico attivo, nonch coloro che siano stati destituiti o dispensati dall'impiego presso una pubblica amministrazione per persistente insufficiente rendimento, ovvero siano stati dichiarati decaduti da un impiego statale. B) Il t.u.p.i. prevede all'art. 37 che per l'accesso all'impiego pubblico necessaria la conoscenza dell'uso delle apparecchiature e delle applicazioni informatiche pi diffuse e di almeno una lingua straniera. C) richiesto ai cittadini italiani soggetti all'obbligo di leva di comprovare di essere in posizione regolare nei confronti di tale obbligo (art. 2, comma 7 bis, D.P.R. 9 maggio 1994, n. 487). D) Con la l. 29 ottobre 1984, n. 732 stato abolito il requisito della buona condotta anche per l'accesso agli uffici della Presidenza del Consiglio, della polizia di Stato, della giustizia ordinaria e in genere degli uffici che esercitano istituzionalmente funzioni di difesa dello Stato, per i quali era richiesta una condotta civile morale e politica "illibata". Il candidato si soffermi sinteticamente sulle preclusioni all'accesso al pubblico impiego. 065. Tra le norme fondamentali che hanno segnato il percorso verso la privatizzazione del rapporto di pubblico impiego fino al d.lgs. 30 marzo 2001, n. 165, il d.lgs. n. 546/1993: A) Ha introdotto il principio secondo il quale i rapporti di lavoro dei dipendenti delle p.a. sono disciplinati dalle disposizioni del capo I, titolo II, del libro V del c.c. e dalle leggi sui rapporti di lavoro subordinato nell'impresa, salvo i limiti stabiliti dallo stesso decreto per il perseguimento degli interessi generali cui l'organizzazione e l'azione amministrativa sono indirizzate. B) Ha devoluto alla competenza del giudice ordinario, in funzione di giudice del lavoro, tutte le controversie relative alla costituzione e ai rapporti di lavoro alle dipendenze delle pubbliche amministrazioni. C) Ha introdotto la carriera dirigenziale speciale, rispetto alla direttiva articolata in tre qualifiche. D) Ha previsto per la prima volta il dovere di produttivit del pubblico dipendente. Il candidato si soffermi sinteticamente sulle norme fondamentali che hanno segnato il percorso verso la privatizzazione. 066. A norma del disposto di cui all'art. 46 del t.u.p.i., l'Aran: A) Disciplina le procedure in materia di mansioni superiori. B) Detta disposizioni al fine di razionalizzare il costo del lavoro, contenendo la spesa complessiva per il personale. C) Svolge attivit di studio, monitoraggio e documentazione necessarie all'esercizio della contrattazione collettiva. D) Provvede alla gestione del personale in mobilit. Il candidato si soffermi sinteticamente sul ruolo dell'Agenzia per la Rappresentanza negoziale delle Pubbliche Amministrazioni. 067. Il collocamento in disponibilit, come atto finale della procedura (art. 33, c. 7 e 8, t.u.p.i.): A) Non comporta, la sospensione di tutte le obbligazioni connesse al rapporto di lavoro, in quanto non viene meno l'obbligo del dipendente di rendere la prestazione lavorativa. B) Non d luogo alla risoluzione del rapporto di lavoro ma solo ad una sospensione nel tempo dello stesso. C) D luogo alla risoluzione del rapporto di lavoro e non ad una sospensione dello stesso. D) Comporta per il lavoratore il diritto ad una indennit pari al 90% dello stipendio e dell'indennit integrativa speciale per un massimo di sedici mesi. espressamente esclusa la corresponsione di qualunque altro elemento retributivo, comunque denominato. Il candidato si soffermi sinteticamente sulle diverse modalit in cui si attua il principio di mobilit del personale nell'ambito della pubblica amministrazione. 068. L'indennit di disponibilit di cui all'art. 33, c. 8, del d.lgs. 165/01: A) Quanto a spesa, grava sul bilancio dell'ente, ma l'ente non tenuto al versamento, all'ente previdenziale di riferimento, dei contributi previdenziali ed assistenziali relativi alla retribuzione goduta al momento della messa in disponibilit per tutto il periodo della stessa. B) corrisposta per sedici mesi. C) Ha natura previdenziale e non retributiva. D) comunque legata alla prestazione lavorativa, in quanto corrisposta dal datore di lavoro. Il candidato si soffermi sinteticamente sull'indennit di disponibilit.

ROMA CAPITALE FUNZIONARIO BIBLIOTECHE


069. Al fine di realizzare una semplificazione dei procedimenti disciplinari ed un incremento della loro funzionalit, il d.lgs. 27 ottobre 2009, n. 150 (c.d. "Riforma Brunetta") ha esteso i poteri dei dirigenti delle strutture stabilendo tra l'altro che: A) Il responsabile della struttura, se non ha qualifica dirigenziale ovvero se la sanzione da applicare pi grave di quelle di cui all'art. 55 bis co. 1 t.u.p.i., dopo aver contestato al dipendente l'addebito, trasmette gli atti, entro dieci giorni dalla notizia del fatto, all'ufficio competente. B) In tutti i casi di illecito disciplinare, a prescindere dalla gravit, l'ufficio competente per i procedimenti disciplinari pu attivarsi esclusivamente dopo aver ricevuto la segnalazione del dirigente responsabile. C) Quando il responsabile della struttura non ha qualifica dirigenziale o comunque per le infrazioni punibili con sanzioni pi gravi, il procedimento disciplinare si svolge avanti all'ufficio competente per i procedimenti disciplinari di cui al co. 4 dell'art. 55-bis t.u.p.i. D) Per le infrazioni di minore gravit da infliggere al dipendente, per le quali prevista l'irrogazione di sanzioni superiori al rimprovero verbale ed inferiori alla sospensione dal servizio con privazione della retribuzione per pi di trenta giorni, il procedimento disciplinare viene istruito direttamente dal responsabile della struttura con qualifica dirigenziale (art. 55-bis, co. 1 t.u.p.i.). Il candidato si soffermi sinteticamente sulle tipologie di infrazioni particolarmente gravi assoggettate al licenziamento con preavviso di cui all'art. 55-quater del d.lgs. 165/01. 070. La riserva in via residuale alla giurisdizione del giudice amministrativo, contenuta nel co. 4, art. 63, del d.lgs. 165/01, concerne: A) L'assunzione al lavoro. B) Il conferimento e la revoca degli incarichi dirigenziali e la responsabilit dirigenziale. C) Le indennit di fine rapporto, comunque denominate e corrisposte. D) Le procedure concorsuali strumentali alla costituzione del rapporto di pubblico impiego, nonch, in sede di giurisdizione esclusiva, le controversie relative ai rapporti di lavoro del personale in regime di diritto pubblico. Il candidato si soffermi sinteticamente sulla risposta individuata. 071. Tra le cause di sospensione del rapporto di lavoro prevista anche l'aspettativa per motivi personali o familiari (art. 11, CCNL 14 settembre 2000). Si indichi quale affermazione in merito corretta. A) Comporta il temporaneo venire meno, per tutta la durata temporale della stessa, dell'obbligazione del dipendente di rendere la prestazione lavorativa; il datore di lavoro pubblico corrisponde al dipendente una indennit sostitutiva della retribuzione. B) I periodi di fruizione dell'aspettativa per motivi personali non sono in alcun modo retribuiti e non sono utili ai fini della anzianit di servizio. C) Il dipendente durante il periodo di aspettativa non assoggettato alle particolari disposizioni in materia di incompatibilit e di cumulo di impieghi (art. 53 t.u.p.i.). D) Pu essere richiesta anche dai dipendenti con contratto di lavoro a tempo determinato, stante la sostanziale assimilazione, sotto il profilo regolamentare, di tale tipologia contrattuale al contratto a tempo indeterminato. Il candidato si soffermi sinteticamente sul trattamento economico e normativo applicabile durante il periodo di aspettativa. 072. L'art. 63 del d.lgs. 165/01 oltre ad individuare una competenza giurisdizionale del giudice ordinario sul piano soggettivo, sancisce anche un criterio di riparto per materia, prevedendo la devoluzione al giudice ordinario, in funzione di giudice del lavoro, delle controversie: A) Concernenti il conferimento e la revoca degli incarichi dirigenziali e la responsabilit dirigenziale delle categorie non privatizzate. B) Attinenti alla fase antecedente alla costituzione del rapporto di pubblico impiego. C) Relative a comportamenti antisindacali delle pubbliche amministrazioni ai sensi dell'art. 28 della l. 20 maggio 1970, n. 300. D) Relative al bando di concorso, all'esclusione dalla partecipazione al concorso, allo svolgimento delle fasi concorsuali, alla formazione della graduatoria e valutazione dei titoli. Il candidato si soffermi sinteticamente sulla ripartizione giurisdizionale sul piano oggettivo operata dall'art. 63 del d.lgs. 165/01. 073. Gli incarichi retribuiti, per cui prescritta la previa autorizzazione da parte della p.a., sono tutti gli incarichi, anche occasionali, non compresi nei compiti e doveri di ufficio, per i quali previsto, sotto qualsiasi forma, un compenso. Sono esclusi: A) Solo i compensi derivanti dall'attivit di formazione professionale. B) I compensi derivanti dall'esercizio della libera professione in societ con fini di lucro. C) Solo i compensi derivanti da incarichi conferiti dalle organizzazioni sindacali a dipendenti presso le stesse distaccati o in aspettativa non retribuita. D) I compensi derivanti dalla partecipazione a convegni e seminari ovvero derivanti da incarichi per i quali corrisposto solo il rimborso delle spese documentate. Il candidato si soffermi sinteticamente sull'autorizzazione all'esercizio di incarichi retribuiti.

ROMA CAPITALE FUNZIONARIO BIBLIOTECHE


074. Indicare quali tra quelli proposti costituiscono diritti patrimoniali per il lavoratore della p.a. A) Diritto alla riservatezza e diritto ai compensi per lavoro straordinario ove spettanti. B) Diritto al trasferimento e diritto allo stipendio tabellare. C) Diritto alla retribuzione individuale di anzianit e diritto ai compensi per lavoro straordinario ove spettanti. D) Diritto alle pari opportunit e diritto al trasferimento. Il candidato si soffermi sinteticamente sui diritti e doveri dei dipendenti pubblici. 075. I permessi retribuiti previsti (art. 19, CCNL 6 luglio 1995) sono applicabili al personale con contratto di formazione e lavoro? A) No, la disciplina contrattuale del contratto a termine (art. 3, c. 12, CCNL 14 settembre 2000), ha previsto che al personale con contratto di formazione e lavoro, in presenza di esigenze personali di qualunque tipo, possono essere concessi solo permessi non retribuiti, eccezion fatta per il solo caso della partecipazione a concorsi od esami. B) No, la disciplina contrattuale del contratto a termine (art. 3, c. 12, CCNL 14 settembre 2000), ha previsto che al personale con contratto di formazione e lavoro, in presenza di esigenze personali di qualunque tipo, possono essere concessi solo permessi non retribuiti, eccezion fatta per il solo caso di lutto di parenti e affini. C) No. espressamente previsto (art. 3, c. 12, CCNL 14 settembre 2000) che la disciplina normativa applicabile al personale con contratto di formazione e lavoro la medesima prevista per il personale con contratto di lavoro a termine, con le esclusioni ivi espressamente stabilite. D) Si. espressamente previsto (art. 3, c. 12, CCNL 14 settembre 2000) che la disciplina normativa applicabile al personale con contratto di formazione e lavoro la medesima prevista per il personale con contratto di lavoro a tempo indeterminato. Il candidato si soffermi sinteticamente sulle forme contrattuali flessibili di assunzione e di impiego del personale previste dal codice civile e dalle leggi sui rapporti di lavoro subordinato nell'impresa. 076. Ai sensi dell'art. 16, co.1, let. l - bis del d.lgs. 165/01 il compito di concorrere alla definizione di misure idonee a prevenire e contrastare i fenomeni di corruzione e a controllarne il rispetto da parte dei dipendenti dell'ufficio cui sono preposti, attribuito: A) Alla Commissione per le pari opportunit dell'amministrazione. B) Alla Civit. C) Ai dirigenti degli uffici dirigenziali generali dell'amministrazione. D) Solo agli organi di governo dell'amministrazione. Il candidato si soffermi sinteticamente sui compiti attribuiti dall'art. 16 del d.lgs. 165/01 all'organo individuato. 077. A norma del disposto di cui al co.1, art. 10, d.lgs. 150/2009 la Relazione sulla performance: A) adottata entro il 31 gennaio. B) Definisce gli obiettivi assegnati al personale dirigenziale ed i relativi indicatori. C) Definisce, con riferimento agli obiettivi finali ed intermedi ed alle risorse, gli indicatori per la misurazione e la valutazione della performance dell'amministrazione. D) Evidenzia, a consuntivo, con riferimento all'anno precedente, i risultati organizzativi e individuali raggiunti rispetto ai singoli obiettivi programmati ed alle risorse, con rilevazione degli eventuali scostamenti, e il bilancio di genere realizzato. Il candidato si soffermi sinteticamente sul Piano e sulla Relazione della performance. 078. Nel complesso di attivit necessarie per la misurazione e la valutazione della performance organizzativa e individuale delle amministrazioni pubbliche intervengono principalmente due soggetti: la CiVIT e gli OIV; essi, insieme all'organo di indirizzo politico-amministrativo e ai dirigenti di ciascuna amministrazione, provvedono alle varie fasi del ciclo di gestione (art. 12, d.lgs. 27 ottobre 2009, n. 150). L'OIV: A) deputato a promuove la cultura della responsabilit per il miglioramento della performance, del merito, della trasparenza e dell'integrit all'interno dell'amministrazione. B) Compila una graduatoria delle valutazioni individuali del personale, sulla base dei livelli di performance attribuiti ai valutati secondo il sistema di cui al Titolo II del d.lgs. 27 ottobre 2009, n. 150. C) Previo accordo con il Presidente dell'ARAN, pu avvalersi del personale e delle strutture dell'ARAN e pu richiedere indagini, accertamenti e relazioni all'Ispettorato per la funzione pubblica. D) Interviene in tutte le fasi del ciclo di gestione della performance, provvedendo anche al coordinamento, al supporto operativo e al monitoraggio delle attivit di controllo sulla qualit dei servizi pubblici, disciplinate dall' art. 11, comma 2, d.lgs. 30 luglio 1999, n. 286, come modificato dall'art. 28, d.lgs. 27 ottobre 2009, n. 150. Il candidato si soffermi sinteticamente sugli strumenti per premiare il merito e le professionalit. 079. In relazione al trattamento economico dei periodi di malattia del dipendente, previsto un sistema di progressiva riduzione della retribuzione allo stesso spettante, man mano che aumenta il numero delle assenze per malattia (art. 21, c. 7, CCNL 6 luglio 1995). Nell'ambito del periodo massimo di conservazione del posto (18 mesi), prevista la corresponsione del 50% della retribuzione: A) Per gli ultimi 12 mesi. B) Per gli ultimi 6 mesi. C) Per l'ultimo mese. D) Per gli ultimi 10 mesi. Il candidato si soffermi sinteticamente sugli obblighi di comunicazione e sul sistema dei controlli nell'ipotesi di assenza per malattia.

ROMA CAPITALE FUNZIONARIO BIBLIOTECHE


080. Con riferimento al rapporto di lavoro c.d. privatizzato alle dipendenze di pubbliche amministrazioni e all'esercizio di mansioni pi elevate rispetto a quelle della qualifica di appartenenza, si indichi quale affermazione coerente al disposto di cui all'art. 52 del d.lgs. 30 marzo 2001 n. 165. A) L'esercizio di fatto di mansioni non corrispondenti alla qualifica di appartenenza ha effetto anche ai fini dell'inquadramento del lavoratore o dell'assegnazione di incarichi di direzione. B) Il conferimento delle mansioni superiori pu avvenire anche con un semplice ordine di servizio. C) L'esercizio di fatto di mansioni non corrispondenti alla qualifica di appartenenza non ha effetto ai fini dell'inquadramento del lavoratore o dell'assegnazione di incarichi di direzione. D) Il conferimento di mansioni superiori legittimo solo in caso di sostituzione di altro dipendente assente con diritto alla conservazione del posto, compresa l'assenza per ferie. Il candidato si soffermi sinteticamente sulla responsabilit dirigenziale a seguito dell'assegnazione di mansioni superiori al di fuori delle ipotesi tassativamente previste dalla legge. 081. A norma del disposto di cui al co. 5, art. 27 dello Statuto quale maggioranza prevista per l'approvazione del regolamento del Municipio? A) Dei due terzi dei Consiglieri presenti. B) Assoluta dei Consiglieri assegnati. C) Assoluta dei Consiglieri presenti. D) Dei due quinti dei Consiglieri assegnati. Il candidato si soffermi sinteticamente sulle disposizioni contenute all'art. 15 del Regolamento del Decentramento Amministrativo afferente il Regolamento del Municipio. 082. A norma del disposto di cui al co. 14 ter, art. 27 dello Statuto, i componenti della Giunta del Municipio hanno il diritto di partecipare alle sedute del Consiglio e delle sue Commissioni? A) Si, hanno il diritto e, se richiesto, il dovere, di partecipare alle sedute del Consiglio e delle sue Commissioni con diritto di voto. B) Si, hanno il diritto e, se richiesto, il dovere, di partecipare alle sedute del Consiglio e delle sue Commissioni senza diritto di voto. C) Si, hanno il diritto e, se richiesto, il dovere, di partecipare esclusivamente alle sedute del Consiglio. D) No, i componenti della Giunta del Municipio non hanno il diritto di partecipare alle sedute del Consiglio e delle sue Commissioni. Il candidato si soffermi sinteticamente sui diritti e doveri dei componenti della Giunta del Municipio. 083. Secondo le disposizioni di cui al Reg. sull'ordinamento degli Uffici e dei Servizi di Roma Capitale gli incarichi di funzioni dirigenziali: A) Sono conferiti a tempo determinato, tenendo conto della programmazione pluriennale e comunque per un tempo non eccedente il mandato del Sindaco.. B) Sono conferiti e revocati dall'Assessore alle Politiche delle risorse umane. C) Sono conferiti per un tempo non eccedente i tre anni. D) Non possono essere conferiti a dirigenti che abbiano maturato meno di cinque anni di effettivo servizio di funzioni dirigenziali. Il candidato si soffermi sinteticamente sui criteri previsti dal Reg. per il conferimento degli incarichi dirigenziali "ad interim". 084. Le Commissioni Consiliari Permanenti di cui all'art. 87 del Reg. Consiglio, costituite in numero di dodici, si compongono di dodici Consiglieri. Le Commissioni Permanenti: A) Sono istituite per svolgere esclusivamente indagini conoscitive su questioni di propria competenza, informandone il Sindaco e il Presidente dell'Assemblea. B) Sono istituite al fine di svolgere funzioni di controllo e garanzia in materia di esercizio del diritto di iniziativa deliberativa delle Consigliere e dei Consiglieri dell'Assemblea e di richiesta di convocazione della stessa. C) Sono istituite per un pi incisivo svolgimento delle funzioni di indirizzo e controllo politico-amministrativo e per una pi approfondita e specifica trattazione delle materie di competenza dell'Assemblea. D) Sono istituite al fine di svolgere funzioni di controllo e garanzia in materia di attuazione degli indirizzi, delle mozioni e degli ordini del giorno approvati dall'Assemblea e verifica del rispetto degli impegni, in essi contenuti, al compimento di atti o all'adozione di iniziative di competenza del Sindaco e della Giunta. Il candidato si soffermi sinteticamente sulle Commissioni Consigliari Permanenti. 085. Dispone il co. 11, art. 27 dello Statuto che il Presidente e la Giunta del Municipio cessano dalla carica in caso di approvazione di una mozione di sfiducia votata per appello nominale dalla maggioranza assoluta dei componenti il Consiglio Municipale. La mozione di sfiducia: A) Se approvata, deve essere trasmessa al Sindaco che provvede ad indire nei termini di legge le nuove elezione. B) Deve essere motivata e sottoscritta da almeno due quinti dei Consiglieri. C) Se approvata, comporta solo lo scioglimento del Consiglio del Municipio, ma non la decadenza della Giunta del Municipio. D) Viene messa in discussione non prima di sei giorni e non oltre venti dalla sua presentazione. Il candidato si soffermi sinteticamente sulla risposta individuata.

ROMA CAPITALE FUNZIONARIO BIBLIOTECHE


086. A norma del disposto di cui al co. 17, art. 27 dello Statuto, il Presidente del Municipio pu affidare a Consigliere o a Consiglieri del Municipio compiti specifici? A) No, compiti specifici a Consigliere o a Consiglieri del Municipio possono essere affidati solo dal Direttore del Municipio. B) Si, delimitandone funzioni e termini. C) No, compiti specifici a Consigliere o a Consiglieri del Municipio possono essere affidati solo dal Sindaco di Roma Capitale. D) No, compiti specifici a Consigliere o a Consiglieri del Municipio possono essere affidati solo dal Presidente del Consiglio del Municipio. Il candidato si soffermi sinteticamente sulle funzioni svolte dalle Consigliere e dai Consiglieri del Municipio. 087. I Consiglieri Aggiunti previsti all'art. 20 dello Statuto e all'art. 11 del Reg. del Consiglio: A) Hanno titolo a partecipare alle sedute dell'Assemblea Capitolina con diritto di parola sugli argomenti iscritti all'ordine del giorno. B) Sono eletti nel numero di sette nell'Assemblea Capitolina e uno nel Consiglio del Municipio. C) Non possono presentare interrogazioni, interpellanze, mozioni e risoluzioni. D) Non hanno diritto di ottenere, dagli uffici dell'Amministrazione copie di atti e documenti. Il candidato si soffermi sinteticamente sulle funzioni dei Consiglieri Aggiunti. 088. A norma del disposto di cui al co. 1, art. 8, Statuto, gli appartenenti alla comunit cittadina esercitano l'iniziativa popolare presentando un progetto, redatto in articoli e accompagnato da una relazione illustrativa, che rechi: A) Non meno di duemila sottoscrizioni. B) Non meno di cinquemila sottoscrizioni. C) Non meno di tremila sottoscrizioni. D) Non meno di seimila sottoscrizioni. Il candidato si soffermi sinteticamente sulle disposizioni contenute all'art. 8 dello Statuto afferente l'iniziativa popolare. 089. Secondo le disposizioni di cui al Reg. sull'ordinamento degli Uffici e dei Servizi di Roma Capitale, un incarico dirigenziale pu essere revocato in assenza di valutazione negativa? A) S, gli incarichi possono essere revocati anche a seguito di processi di riorganizzazione della macrostruttura. B) No, gli incarichi possono essere revocati per grave e reiterata responsabilit ovvero in caso di insufficiente competenza tecnica. C) No. D) No, gli incarichi non possono essere revocati in assenza di valutazione negativa. Il candidato si soffermi sinteticamente sui criteri previsti dal Reg. per la revoca degli incarichi dirigenziali. 090. A norma del disposto di cui al co. 4, art. 96 del Reg. del Consiglio, la Commissione delle Elette in particolare: A) Promuove la presentazione di candidature femminili per le nomine e le designazioni di competenza dell'Amministrazione. B) Decide i ricorsi avverso il diniego o il differimento del diritto d'accesso ai documenti amministrativi e consiglia le iniziative da intraprendere e a chi rivolgersi se la questione non di sua competenza. C) Interviene perch organi e uffici dell'Amministrazione eliminino episodi e cause di cattiva amministrazione. D) Svolge una azione di promozione di politiche di pari opportunit nei confronti dei cittadini di Roma Capitale, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali. Il candidato si soffermi sinteticamente sulle funzioni svolte della Commissione delle Elette. 091. A norma del disposto di cui al co. 14, art. 27 dello Statuto, come si compone la Giunta del Municipio: A) Dal Presidente del Municipio, che la presiede, dal Presidente del Consiglio del Municipio e da un numero di assessori pari a dieci di cui uno con funzioni di Vice Presidente. B) Dal Presidente del Municipio, che la presiede, e da un numero di assessori pari a sei di cui uno con funzioni di Vice Presidente. C) Dal Presidente del Municipio, che la presiede, e da un numero di assessori pari a dieci di cui uno con funzioni di Vice Presidente. D) Dal Presidente del Municipio, che la presiede, dal Presidente del Consiglio del Municipio e da un numero di assessori pari a sei di cui uno con funzioni di Vice Presidente. Il candidato si soffermi sinteticamente sulle funzioni del Presidente del Municipio. 092. Le deliberazioni di competenza dell'Assemblea Capitolina, oltre che dal Sindaco e dalla Giunta, possono essere proposte: A) Dalle Commissioni Consiliari, dalle singole Consigliere e dai singoli Consiglieri, dalle Consulte previste dallo Statuto, dai cittadini. B) Dalle Consulte previste dallo Statuto, dai cittadini, dal Difensore Civico regionale. C) Dalle Commissioni Consiliari, dalle singole Consigliere e dai singoli Consiglieri, dai Consigli dei Municipi, dai Consiglieri Aggiunti, dalle Consulte previste dallo Statuto, dai cittadini. D) Dalle Commissioni Consiliari, dalle singole Consigliere e dai singoli Consiglieri, dal Difensore Civico regionale. Il candidato si soffermi sinteticamente sulle disposizioni contenute nel Reg. Consiglio circa la pubblicazione delle deliberazioni.

ROMA CAPITALE FUNZIONARIO BIBLIOTECHE


093. Dispone il co. 3, art. 17 dello Statuto che le Consigliere e i Consiglieri dell'Assemblea Capitolina possono presentare interrogazioni, interpellanze, mozioni e risoluzioni. In particolare l'atto di indirizzo deliberato dall'Assemblea Capitolina per impegnare il Sindaco e la Giunta al compimento di atti o all'adozione di iniziative di propria competenza, presentato in forma scritta da almeno tre Consiglieri o da un Presidente di Gruppo Consiliare, corrisponde: A) Alla interpellanza. B) All'interrogazione. C) Alla mozione. D) Alla risoluzione. Il candidato si soffermi sinteticamente sulla risposta individuata. 094. A norma di quanto dispone il Reg. per il diritto di accesso ai documenti e alle informazioni di Roma Capitale, i documenti di cui all'art. 12 per i quali prevista la preclusione all'accesso, possono essere ammessi all'esame o rilasciati in copia al richiedente? A) No. B) Si, previa informazione al richiedente, compresi quelli di cui al comma 1, e previo occultamento dei soli dati la cui conoscenza costituisca effettivo pregiudizio agli interessi richiamati all'art. 12. C) Si, previa informazione al Presidente di Municipio o dell'Assessore competente, ad esclusione di quelli di cui al comma 1. D) Si, previa informazione al richiedente, ad esclusione di quelli di cui al comma 1, e previo occultamento dei soli dati la cui conoscenza costituisca effettivo pregiudizio agli interessi richiamati all'art. 12. Il candidato si soffermi sinteticamente sulla disciplina contenuta all'art. 19 del Reg. per il diritto di accesso ai documenti e alle informazioni. 095. A norma del disposto di cui al c. 4, art. 50, Reg. del Decentramento Amministrativo, le funzioni di indirizzo e di coordinamento, nonch i poteri sostitutivi previsti dallo Statuto e dall'art. 8 del Regolamento competono: A) Al Segretario Generale. B) Al Sindaco di Roma Capitale. C) Alla Giunta Capitolina. D) All'Assemblea Capitolina. Il candidato si soffermi sinteticamente sulla risposta fornita. 096. La Consulta dei Presidenti dei Municipi di cui all'art. 13 del Reg. del Decentramento Amministrativo convocata e presieduta: A) Dal Segretario Generale. B) Dal Direttore Generale. C) Dal Sindaco. D) Dal Capo di Gabinetto. Il candidato si soffermi sinteticamente sul ruolo della Consulta dei Presidenti dei Municipi. 097. A norma del disposto di cui al co. 21, art. 27 dello Statuto, in caso di scioglimento anticipato del Consiglio del Municipio, il Sindaco comunica al Prefetto la deliberazione di scioglimento del Consiglio, il Prefetto indice nei termini di legge le nuove elezioni. In tal caso quanto dura in carica il rieletto Consiglio? A) Cinque anni. B) La durata in carica del rieletto Consiglio stabilita dal Prefetto. C) Non meno di due anni. D) Fino al rinnovo dell'Assemblea Capitolina. Il candidato si soffermi sinteticamente sulle cause di scioglimento anticipato del Consiglio del Municipio. 098. A norma di quanto dispone il Regolamento per il diritto di accesso ai documenti e alle informazioni di Roma Capitale chi dispone l'esclusione, la limitazione e il differimento all'accesso? A) Il Direttore Generale. B) Il Segretario Generale. C) Il Dirigente con determinazione vistata dal Direttore Apicale. D) L'Assessore competente. Il candidato si soffermi sinteticamente sulla disciplina contenuta all'art. 7 del Reg. per il diritto di accesso ai documenti e alle informazioni, afferente le modalit di accesso ai documenti. 099. Gli esiti della gestione del sistema integrato, dei relativi risultati di performance organizzativa e individuale, unitamente agli esiti del sistema dei controlli interni di cui all'art. 14 del Reg. sull'ordinamento degli Uffici e dei Servizi di Roma Capitale, sono esaminati a consuntivo: A) Dal Segretario Generale. B) Dall'OIV. C) Dal Direttore Generale, ove nominato, ovvero dal Segretario Generale. D) Dal Gabinetto del Sindaco. Il candidato si soffermi sinteticamente sul sistema dei controlli interni di cui all'art. 14 del Regolamento.

ROMA CAPITALE FUNZIONARIO BIBLIOTECHE


100. L'art. 5 dello Statuto sancisce il principio della pari opportunit in tema di nomine. Il Sindaco e l'Assemblea Capitolina sono tenuti a motivare le scelte e le conseguenti esclusioni operate con specifico riferimento al principio di pari opportunit? A) Si, lo prevede espressamente l'art. 5 dello Statuto. B) Solo il Sindaco tenuto a motivare le scelte e le conseguenti esclusioni operate con specifico riferimento al principio di pari opportunit. C) No. D) Solo l'Assemblea Capitolina tenuta a motivare le scelte e le conseguenti esclusioni operate con specifico riferimento al principio di pari opportunit. Il candidato si soffermi sinteticamente sui principi generali sanciti al Capo I dallo Statuto.