Sei sulla pagina 1di 4

70501

9 771827 347005

QUOTIDIANO

D'INFORMAZIONE

FONDATO

NEL

1862

www.ilroma.net
A N N O C X LV N . 1 1 9
[ O R G A N O D E L M O V I M E N T O P O L I T I C O - C U LT U R A L E « M E D I
T E R R A N E O » ]

MARTEDÌ 1 MAGGIO 2007

P O S T E I T A L I A N E S . P. A . - S P E D . I N A B B . P O S T . - D . L . 3
5 3 / 2 0 0 3 ( C O N V . I N L . 2 7 . 0 2 . 2 0 0 4 , N . 4 6 ) A R T. 1 , C O M
M A 1 D C B ( N A )

1,00

A Napoli e provincia abbinamento obbligatorio "Roma" + "Il Giornale"

ALL'INTERNO

DECUMANI, SOS CRIMINE

IL VERDETTO D'APPELLO

RACKET A SILVANA FUCITO

Ancora bande di giovani in azione: tre rapine


Continua l'allarme criminalità ai Decumani (nella foto). Ancora bande di
giovanissimi armati di coltelli in azione: tre le vittime in poche ore. Nel mirino
sono finiti una turista di Palermo, una napoletana di 38 anni e un automobilista
di 65 anni. Domenica notte era stato accoltellato un 20enne dopo una lite in
discoteca.

Estorsioni alla Torretta: assolti Esposito e Cirella


Giovanni Cirella (nella foto) e Pasquale Esposito, sono stati scagionati
dall'accusa di estorsione. Furono arrestati nel 2002 per aver messo sotto
pressione un fruttivendolo della Torretta. Ma dopo una condanna in primo e in
secondo grado e il rinvio della Cassazione è arrivata l'assoluzione.

Catturato in Abruzzo il ras Vincenzo Acanfora


Era latitante dal 18 novembre dello scorso anno, dopo che era stato condannato a 9
anni di carcere per estorsione aggravata dal metodo camorristico per l'incendio
del colorificio di Silvana Fucito, l'imprenditrice-coraggio. Domenica notte il
boss Vincenzo Acanfora (nella foto) è stato stanato in Abruzzo.

Occupazione, piange il "patto per Napoli"


ANTONIO SASSO
E QUALCHE SETTIMANA FA non avessimo visto da vicino, toccato con mano, il
"miracolo" urbanistico di Valencia, sede dell'America's Cup 2007, compiuto in due
anni e frutto esclusivo della volontà e dell'impegno collettivi, oggi, nel giorno
della festa del Primo Maggio, per noi sarebbe stato meno bruciante la
constatazione del lavoro che, a Napoli, manca, e continuerà, purtroppo, a mancare,
fino a quando non si creerà una concreta cultura della efficienza. La verità è
che, nel vedere e nel verificare a Valencia la vastità degli impegni presi e il
rigoroso rispetto dei tempi di realizzazione di una serie di importanti opere -
infrastrutture, centri polifunzionali, ogni tipo di comfort o servizi, finanche
un'isola al centro del porto, il "balcon al mar", una sorta di atollo - si è
portati immediatamente a pensare a quello che sarebbe potuta essere anche Napoli
con altra classe dirigente amministrativa, capace di essere all'altezza di sfide
internazionali. Un rammarico che aumenta nel vedere, da una parte, certi nostri
rappresentanti di gran lunga lontano dagli standard europei, e, dall'altra,
l'affermazione di "marchi" e di imprenditori napoletani - il Cis Interporto di
Gianni Punzo e la Yamamay e la Carpisa delle famiglie Carlino e Cimmino - come
sponsor di eventi internazionali come la stessa Coppa America. Un'asimmetria tra
istituzioni e società. Il limite è tutto qui e può farci capire, ancora una volta,
il perché di tante occasioni perdute, a cominciare da Bagnoli. Sono passati
tredici anni da quando nel 1994 l'allora "giovane" Bassolino diede l'annuncio di
questa sfida epocale; sono stati impiegati in varie riprese 600 miliardi di
vecchie lire e lo sviluppo resta un miraggio. Un castello di sabbia, inquinato per
giunta da idrocarburi sparsi un po' dovunque malgrado le assicurazioni di
bonifiche capillari. Noi non vogliamo evocare scenari già noti, sentiamo però il
dovere di ricordare come un invito a riflettere che a Valencia il ritorno
economico dell'America's Cup porterà 1,3 miliardi di euro, alimenterà un business
da capogiro, e una occupazione per oltre

COMUNE DI NAPOLI

| La CdL boccia il Bilancio e prepara una valanga di correttivi

È scontro sulle società miste


Subito bagarre in Consiglio sui conti in rosso. Ecco tutti i "trucchi" di Cardillo
Il Bilancio del Comune arriva in aula ed è subito

TUMORI, EMERGENZA PER I BAMBINI

battaglia. Ieri è bastata la lettura della relazione dell'assessore Enrico


Cardillo a scatenare le proteste dell'opposizione, in particolare dei capigruppo
Salvatore Varriale (Fi) e Luciano Schifone (An). Sotto accusa soprattutto il piano
di ristrutturazione delle società miste: «Fa acqua da tutte le parti ed è contro
le nuove normative».
NAPOLI. La manovra contabile torna in Commissione giovedì. Obiettivo: tentare un
improbabile accordo tra maggioranza e Casa delle Libertà sulle modifiche da
apportare. Ma il centrodestra non molla, non è disposto a trattare ed annuncia una
valanga di emendamenti. L'opposizione non usa mezzi termini ed attacca: «Vi
mostreremo tutti i "trucchi" dell'assessore Cardillo». È duro anche il giudizio
dei Revisori dei Conti. PRIMO PIANO A PAG.3

Nel mirino della CdL. Il sindaco Iervolino e l'assessore Cardillo

IL PRIMO MAGGIO

| Corteo con Fo a Pomigliano. A Napoli crollo di turisti


NAPOLI.
Un minuto di silenzio per le morti bianche
Vecchio Policlinico senza soldi, genitori pagano gli psicologi
NAPOLI. Emergenza per l'Oncologia pediatrica anche per la struttura di riferimento
della Regione al Vecchio Policlinico (nella foto). Qui, infatti, dove ci sono solo
otto posti letto, sono stati stanziati da Palazzo Santa Lucia dei fondi per
ristrutturare il reparto. Ma mancano 70mila euro per le attrezzature. A
raccoglierli è un'associazione di genitori, la stessa che deve pagare anche il
servizio di assistenza psicologica che la struttura universitaria non si può
permettere. «I bimbi sono solo il 3% degli ammalati di tumore, la Regione non ha
alcun interesse ad investire», ha detto il primario Fiorina Casale. L'altro centro
che cura le stesse patologie, il PauPRIMO PIANO A PAG.2 silipon, da 4 mesi ha
dovuto interrompere i ricoveri.

Il maltempo minaccia la festa del lavoro, quest'anno dedicata agli infortuni: un


minuto di silenzio in tutte le piazze per ricordare le morti bianche. In Campania
corteo regionale di sindacati ed associazioni a Pomigliano, con i testa i
cassintefrati di Fiat Avio e il premio Nobel Dario Fo, che alle 18 terrà con la
moglie Franca Rame uno spettacolo di beneficenza al Palapartenope. Intanto è flop
turismo a Napoli. Calo del 30% negli arrivi. PRIMO PIANO A PAG.5

Il pungiglione di corvo rosso È l'occasione per l'ennesimo ponte festivo

Morti bianche. Allarme sicurezza sul lavoro

LE POLEMICHE SUL FESTIVAL DEL TEATRO

STASERA AL SAN PAOLO NAPOLI-ALBINOLEFFE

Dossier rivela: Campania indegna


ROMA. In rapporto alla popolazione, l'attività

In 50mila per restare secondi


NAPOLI.

[SEGUE A PAG.2]

teatrale e musicale prodotta dalla Campania è inferiore persino alla piccola Val
d'Aosta. Nel dossier del ministero del Turismo e dello Spettacolo la nostra
regione è in fondo alla lista in tutti gli indicatori e non si comprende come si
sia aggiudicato il Festival del Teatro. PAG.9

Stasera (ore 20,30) il Napoli sfida al San Paolo l'AlbinoLeffe nel recupero della
nona giornata di ritorno in B. Sono attesi 50mila tifosi per aiutare gli azzurri a
vincere la quinta gara di fila e conservare il secondo posto. Reja non ha
annunciato la formazione e in attacco l'unica certezza dovrebbe essere quella di
Calaiò (nella foto). NELLO SPORT

rimo maggio. Una volta era una giornata simbolo. Oggi è un giorno di festa. Una
volta l'occasione per sfilare e manifestare in nome di un valore costitutivo della
nostra democrazia. Oggi, l'occasione per l'ennesimo ponte. Una volta per sindacati
e partiti la festa del lavoro era sacra. Oggi si esaurisce in un concerto rock tra
cantanti, veline e calciatori. È cambiato il 1° Maggio ed è cambiato il lavoro.
Sono sempre meno quelli che lo considerano un valore e sempre di più quelli che lo
sostituiscono con le vacanze. A leggere i numeri dei vacanzieri nei week end e nei
"ponti" vien il dubbio che a lavorare sia ormai una minoranza.
[SEGUE A PAG.2]

CONVENIENZA