Sei sulla pagina 1di 3

sabato 1 settembre 2007

CAMPANIA IN BREVE

AMALFI

SALERNO

PAGANI

CAVA DEI TIRRENI

Sequestrate opere abusive Terrazza crollata a Conca Denunciate 14 persone Fuori


pericolo due feriti
AMALFI.

In manette algerino appartenente ai salafiti


PAGANI.

Si ribalta un camion, l'A3 in tilt per due ore


CAVA DEI TIRRENI. Traffico bloccato,

Quattordici persone denunciate, quattro opere abusive per un valore di un milione


di euro finite sotto sequestro: questo il bilancio di un'operazione dei
carabinieri di Amalfi. I militari hanno individuato a Positano, Praiano e Tramonti
quattro manufatti risultati abusivi. Le persone denunciate sono proprietari,
operai, direttori dei lavori e titolari di imprese edili. Quattro di loro devono
inoltre rispondere anche del reato di violazione di sigilli.

SALERNO. Lorenzo Di Chiara, il

24enne laziale rimasto ferito nel crollo della terrazza di Conca dei Marini - che
lo scorso 18 agosto provocò la morte di una persona e il ferimento di otto - dal
reparto di rianimazione dell'ospedale di Salerno è stato trasferito ieri in
eliambulanza in un centro ortopedico specializzato di Roma. Sta meglio anche la
fidanzata Eugenia Bellini, 22 anni anche lei romana, che ha lasciato la
rianimazione per essere trasferita nel reparto di or-

topedia dell'ospedale salernitano. Nell'ospedale San Giovanni di Dio di Salerno


rimane ancora ricoverato nel reparto di ortopedia Claudio Iodice, anche lui
rimasto ferito nel crollo del solarium.

Era ricercato dall'8 gennaio del 2004, quando il Tribunale di Napoli emise a suo
carico un ordinanza di custodia cautelare in carcere con l'accusa di essere
responsabile dei reati di ricettazione, di falsità ideologica e materiale. Fatah
Khelilli, 35 anni di nazionalitàalgerina, ritenuto appartenente al gruppo Salafita
per la predicazione ed il combattimento (l'attuale Al Qaida per il Magreb
islamico), è stato arrestato a Pagani dai carabinieri del Ros in col-

laborazione con i militari del nucleo operativo del comando provinciale di Salerno
e della compagnia di Nocera Inferiore. L'uomo si era reso irreperibile. Ma dopo
tre anni è stato ripreso.

sull'A3 per il ribaltamento, ieri mattina, tra Salerno e Cava dei Tirreni, in
direzione Napoli, di un mezzo pesante, un autoarticolato, che ha disperso il
carico di ferro sulla carreggiata: illeso l'autotrasportatore. Sul posto sono
intervenuti la polizia stradale, i vigili del fuoco, gli operatori del soccorso
meccanico e sanitario, il personale della Società autostrade meridionali.Il
traffico è ripreso dopo circa due ore.

LA GRANA-PASER

| Crescono le adesioni alla manifestazione di mercoledì prossimo a Santa Lucia:


sono 61 le associazioni

Consulenze, tutti contro la Regione


MARIO PEPE
NAPOLI. Cresce sempre di più il numero delle associazioni che hanno aderito alla
catena umana promossa da "Napoli punta a capo" per mercoledì prossimo sotto
Palazzo Santa Lucia per protestare contro le consulenze previste nel Paser
regionale. Ad oggi, le adesioni sono 61. Ultime, Fedele e Martuscelli:
«L'iniziativa quelle di "Fac", "Unico mercato", "Regole per non ha alcuna
ispirazione politica. Napoli", "RomaneapoBen venga la partecipazione degli lis",
Mezzogiorno europeo", "I lunedì per Na- schieramenti, ma in modo apartitico»
poli", "Nuova Campania", "Insorgenza civile", "Odissea flegrea" Bassolino ed ai
suoi uomini che i campae "Comitato civico San Giovanni". Sergio ni non si fidano
più delle sue chiacchieFedele e Stefania Martuscelli ricordano re. A questo
proposito spicca l'adesione alche «le continue adesioni, assolutamen- l'iniziativa
dell'associazione di categoria te spontanee e non sollecitate, all'evento dei
dirigenti regionali che, professionalsono il segno evidente di una protesta che
mente mortificati, decidono di rendere monta dal basso e la prova tangibile di
pubblico ed esplicito il proprio dissenso». un'autonomia politica, partitica ed
orga- E anche l'Ugl aderirà alla catena umana. nizzativa. Ribadiamo che la
manifesta- A darne notizia è il segretario regionale zione non è promossa o
organizzata da al- Vincenzo Femiano. «In una regione, come cun partito politico.
Ben vengano le ade- la Campania, colpita da emergenze sociali sioni dal centro,
dalla sinistra e dalla de- di ogni natura, l'atteggiamento e le scelstra ma con un
punto fermo: manifesta- te della giunta Bassolino sono del tutto zione
apartitica». E a comunica la propria fuori luogo nonché offensive nei
confronadesione alla protesta di mercoledì pros- ti dei cittadini campani
costretti a convi-

simo sotto la Regione anche il capogruppo comunale di Napoli di Forza Italia


Salvatore Varriale, che chiede a Bassolino di sospendere «il bando» e di
verificare la disponibilità di risorse interne adeguate, per l'attuazione del
Paser. Una cosa che si può fare in 15 giorni. La catena umana di protesta è
l'occasione per chiarire a

FLAGELLATO IL SALERNITANO

Incendi, non c'è tregua Prorogati gli interventi


NAPOLI. Oltre venti incendi nel Salernitano, poco di meno nell'Avellinese e nel
Beneventano: ancora fiamme in Campania dove fronti attivi continuano a registrarsi
in quasi tutte le province. L'area salernitana detiene ancora il primato di zona
più colpita. Incendi sono stati segnalati a Valva, Caggiano e Salvitelli, per i
quali sono stati richiesti i mezzi aerei, a Baronissi, dove le fiamme sono in
azione da due giorni, ma anche a San Mango Piemonte, Campagna, Cava dei Tirreni,
Olevano sul Tusciano. Altrettanto numerosi i fronti anche in provincia di Avellino
e nel Beneventano. La provincia di Napoli non ha registrato ieri fronti attivi: a
Pianura, i vigili del fuoco hanno ultimato lo spegnimento di un incendio, che si
era sviluppato l'altroieri, in una discarica. E la giunta regionale della Campania
ha approvato due provvedimenti sull'emergenza incendi: uno che proroga le attività
di prevenzione e di contrasto agli incendi mediante aeromobili regionali,
autorizzando altresì Comunità montane e Province a presentare proposte di variante
connesse all'emergenza; un altro ha dato mandato all'assessore ai Lavori pubblici
Vincenzo De Luca di attivare i Geni civili per la messa in sicurezza di abitati,
viabilità ed altri servizi.

vere con ogni tipo di disagio, dalla disoccupazione, alla povertà, alla
malasanità, alla tassazione iniqua e gravosa, al disastro ambientale. Dopo le
denunce presentate dall'Ugl e dai sindacati in genere anche nei confronti dei
soggetti che in questa città e in questa regione si sono estraniati troppo a lungo
dalle esigenze reali del territorio, come lo sviluppo e la legalità, salutiamo
positivamente il segnale di risveglio della società civile e dell'associazionismo
libero dai condizionamenti dei partiti rappresentato dall'iniziativa di mercoledì
prossimo promossa

dall'associazione "Napoli punto e a capo"». E a prendere parte alla manifestazione


saranno anche le associazioni "Movimento giovanile campano", "Identità stabiese" e
"Scugnizzi" presiedute rispettivamente da Bruno Improta, Simone Giordano e Franco
Antonio. «La nostra partecipazione all'iniziativa - spiegano in una nota - nasce
dal bisogno di rappresentare i disagi della nostra città e della Campania dove gli
sperperi non trovano limiti, lo sviluppo e l'occupazione sono ferme al palo enei
settori culturali e associativi vige il monopolio della sinistra».