Sei sulla pagina 1di 1

VERSO LA SUPREMA ILLUMINAZIONE

Sua Santità Rangjung Rigpae Dorje, 16° Gyalwa Karmapa

Rimaniamo all’interno di questa profondità,


senza distrazione.
Senza la necessità di disciplinare il corpo e la voce,
tutto arriverà spontaneamente.
Non c’è niente in QUESTO da realizzare:
capire che qualsiasi cosa appare
è priva di esistenza propria.

Tutti i fenomeni sono privi di ego


e il Dharmadhatu, il reame della mente,
è completamente privo di pensiero.
La grande consapevolezza trascendente
al di là della dualità
è il Sacro Spirito in cui tutto è uniforme.

Mentre il Grande Fiume scorre


qualsiasi meditazione silenziosa si faccia,
contiene virtù.

QUESTA dunque è sempre la natura del Buddha, l’Illuminazione.


La parola semplicemente non c’è
e noi tutti, la grande Beatitudine,
i Dharma, ogni singola cosa,
tutto è vuoto in essenza,
e per questo non può essere afferrato dalla mente.

Così, automaticamente, siamo liberi dall’attaccamento.

Al di là dell’intelletto, all’interno della mente nulla sorge.


QUESTA è la via di tutti i Buddha, gli Illuminati.

Composto da Sua Santità nel monastero di Rumtek


avvolto da una miriade di raggi di arcobaleno nell’agosto 1974
Traduz. Thupten Nyima