Sei sulla pagina 1di 17

Trigonometria Generale

Daniele Cozzolino

C.d.L. Matematica, L'Aquila

28 novembre 2008
Capitolo 1

Tabella
Qui di seguito è riportata una tabella con i valori delle funzioni trigonometriche
per angoli noti:
Gradi Radianti Seno Coseno Tangente Cotangente
15 π
√ √
6− 2

√ √
6+ 2
2− 3

2+ 3

18
12 4 4 √
π

5−1 10+2 5
q
5−2 5
√ p √
5+2 5
30
10 4 √4 5
π 1 3

3

3
45
6 √2 √2 3
π 2 2
1 1
60
4 √2 2 √ √
π 3 1 3
3
90 π
3 2
1
2
0 Non Esiste 3
0
180 2
π 0 −1 0 Non Esiste
270 3π
−1 0 Non Esiste 0
360 2
2π 0 1 0 Non Esiste

1
Capitolo 2

Formulario con Verica

2.1 Teorema fondamentale per triangoli rettan-


goli
Prima di iniziare a vericare queste relazioni, è opportuno fare qualche richiamo.
Innanzitutto ricordiamo che si denisce Seno di un angolo α la distanza dall'asse
X di un punto P della circonferenza goniometrica tale che il raggio congiungente
il centro forma con l' asse X un angolo α. Similmente si ha che il Coseno di un
angolo α è la distanza dello stesso punto P dall'asse Y.
Chiamando H la proiezione di P sull'asse X, si ha che:
PH
sin α =
OP
ed anche:
cos α =
OH
OP
.
Dunque possiamo generalizzare questo risultato per tutti i triangoli rettan-
goli grazie alla loro similitudine con i triangoli OHP al variare di α. Si ha quindi
4

il seguente teorema:
Teorema 1 In un triangolo rettangolo, la misura di un cateto è uguale al
prodotto della misura dell'ipotenusa per il seno dell'angolo opposto al cateto,
o per il coseno dell'angolo acuto adiacente ad esso.

2
2.2 Formula di Addizione per il Seno
Questa relazione la vericheremo con un metodo semplice. Ci avvarremo infatti
la seguente gura:

Sia ora sin(α + β) = AH . Possiamo notare inoltre:


AH = AD + DH .

Per le relazioni tra angoli e lati di un triangolo rettangolo si ha che:


AD = AC cos α =
= sin β cos α

ed anche:
DH = CE =
= OC sin α =
= cos β sin α

In conclusione si ha che
sin(α + β) = sin α cos β + sin β cos α .
2.3 Formula di Addizione per il Coseno
Sempre dalla stessa gura si può notare che:
cos(α + β) = OH = OE − HE .
Poichè:
OE = OC cos α =
= cos β cos α

e:
3
HE = QC =
= BC sin α =
= sin β sin α

si ottiene:
cos(α + β) = cos α cos β − sin α sin β .
2.4 Formula di Addizione per la Tangente
sin(α + β)
tan(α + β) = =
cos(α + β)
sin α cos β + sin β cos α
= =
cos α cos β − sin α sin β
sin α cos β+sin β cos α
cos α cos β
= cos α cos β−sin α sin β
=
cos α cos β
tan α + tan β
=
1 − tan α tan β

2.5 Formule di Sottrazione


Poichè si ottengono sostituendo β con −β, non eseguiremo nuovamente la veri-
ca ma daremo solamente le formule diretta:
sin(α − β) = sin α cos β − sin β cos α ;

cos(α − β) = cos α cos β + sin α sin β ;

tan(α − β) = .
tan α − tan β
1 + tan α tan β
Ricordiamo al lettore inoltre che il Seno è una funzione tale che sin(−α) =
− sin α, mentre per il Coseno si ha cos α = cos(−α).

2.6 Formule di Duplicazione


Anche in questo caso, dato che i conti risultano estremamente semplici, li svol-
geremo solamente per il Seno. Infatti adotteremo una semplice sostituzione:
β = α. Così facendo avremo:

sin 2α = sin(α + α) =
= sin α cos α + sin α cos α =
= 2 sin α cos α

4
Per tutte le altre versioni del Coseno, si usa la relazione fondamentale della
trigonometria:
sin α + cos α = 1 .
2 2

Duqnue si ha:
cos 2α = cos2 α − sin2 α = 1 − 2 sin2 α = 2 cos2 α − 1

tan 2α =
2 tan α
1 − tan2 α
.
2.7 Formula di Bisezione per il Seno
Per questi conti vogliamo ricordare che x = y ⇒ x = ±√y. Iniziamo la verica
2

considerando invece di sin , sin . Con questo espediente potremmo rendere


α 2 α

più lineare la dimostrazione.


2 2

α 2 sin2 α2
sin2 = =
2 2
1 − 1 + 2 sin2 α
2
= =
2
1 − cos α
=
2
Applicando la radice quadrata su ambo i membri si ha:
.
r
α 1 − cos α
sin = ±
2 2
Si vuole mettere in risalto, per eludere eventuali misticismi che potrebbero
insorgere nella mente del lettore, che è stato possibile considerare la radice di
1−cos α
2 poichè questa quantità è sempre non negativa.
−1 ≤ cos α ≤ 1
1 ≥ − cos α ≥ −1
−1 ≤ − cos α ≤ 1
1 − 1 ≤ 1 − cos α ≤ 1 + 1
0 ≤ 1 − cos α ≤ 2
0 ≤ 1−cos
2
α
≤1

2.8 Formula di Bisezione per il Coseno


Seguiremo una linea guida simile a quella per il calcolo del sin : α
2

α 2 cos2 α2
cos2 = =
2 2
α
1 − 1 + 2 cos2 2
= =
2
1 + cos α
=
2

5
Dunque segue:
.
r
α 1 + cos α
cos = ±
2 2

2.9 Formula di Bisezione per la Tangente


Sempre per la proprietà di scrittura della Tangente si ha:
α sin α2
tan = =
2 cos α2
q
± 1−cos 2
α
= q =
± 1+cos 2
α

s
2(1 − cos α)
= ± =
2(1 + cos α)
r
1 − cos α
= ±
1 + cos α

2.10 Formulazione Parametrica del Seno


Si ricorda al lettore che t = tan .
α
2

α α
sin α = 2 sin cos =
2 2
2 sin α2 cos α2
= =
1
α α
2 sin 2 cos 2
= =
sin2 α2 + cos2 α2
2 tan α2
= =
1 + tan2 α2
2t
=
1 + t2

6
2.11 Formulazione parametrica del Coseno
α α
cos α = cos2 − sin2 =
2 2
2 α 2 α
cos 2 − sin 2
= =
1
cos2 α2 − sin2 α2
= =
sin2 α2 + cos2 α2
α
1 − tan2 2
= α =
1 + tan2 2
1 − t2
=
1 + t2
Il tutto considerando sempre la sostituzione t = tan . α
2

2.12 Formulazione Parametrica della Tangente


La verica consta di una serie di piccoli passaggi:
sin α
tan α = =
cos α
2t
1+t2
= 1−t2
=
1+t2
2t(1 + t2 )
= =
(1 − t2 )(1 + t2 )
2t
=
1 − t2

2.13 Formula di Prostaferesi per l'Addizione del


Seno
p p q q
sin p + sin q = 2 sin cos + 2 sin cos =
2 2 2 2
p p q q q q p p
= 2(sin cos )(sin2 + cos2 ) + 2(sin cos )(sin2 + cos2 ) =
2 2 2 2 2 2 2 2
p p q p p q q q p q q p
= 2(sin cos sin2 + sin cos cos2 + sin cos sin2 + sin cos cos2 ) =
2 2 2 2 2 2 2 2 2 2 2 2
p q q p p q p q
= 2(sin cos + sin cos )(sin sin + cos cos ) =
2 2 2 2 2 2 2 2
p+q p−q
= 2 sin cos
2 2

2.14 Formula di Prostaferesi per la Dierenza del


Seno
Per la disparità del Seno si ha:
7
sin p − sin q = sin p + sin(−q) = 2 sin
p−q
2
cos
p+q
2
.
2.15 Formula di Prostaferesi per l'Addizione del
Coseno
p q
cos p + cos q = 2 cos2 − 1 + 1 − 2 sin2 =
2 2
p q
= 2(cos2 − sin2 ) =
2 2
p q q q p p
= 2(cos2 (sin2 + cos2 ) − sin2 (sin2 + cos2 )) =
2 2 2 2 2 2
2 p 2 q 2 q 2 p
= 2(cos cos − sin sin ) =
2 2 2 2
p q p q p q p q
= 2(cos cos + sin sin )(cos cos − sin sin ) =
2 2 2 2 2 2 2 2
p+q p−q
= 2 cos cos
2 2

2.16 Formula di Prostaferesi per la Sottrazione


del Coseno
p q
cos p − cos q = 2 cos2 − 1 − 2 cos2 + 1 =
2 2
p q
= 2(cos2 − cos2 ) =
2 2
2 p 2 q q q p p
= 2(cos (sin + cos2 ) − cos2 (sin2 + cos2 )) =
2 2 2 2 2 2
2 p 2 q 2 p 2 q
= 2(cos sin − sin cos ) =
2 2 2 2
p q p q p q p q
= 2(cos sin + sin cos )(cos sin − sin cos ) =
2 2 2 2 2 2 2 2
p+q q−p
= 2 sin sin =
2 2
p+q p−q
= −2 sin sin
2 2

2.17 Formula di Werner per il prodotto di Coseni


Dal seguente sistema possiamo ricavare:

cos(α − β) = cos α cos β + sin α sin β
cos(α + β) = cos α cos β − sin α sin β



cos(α + β) + cos(α − β) = cos α cos β − sin α sin β + cos α cos β + sin α sin β

8


cos(α + β) + cos(α − β) = 2 cos α cos β


cos(α+β)+cos(α−β)
2 = cos α cos β

2.18 Formula di Werner per il prodotto di Seni



cos(α − β) = cos α cos β + sin α sin β
cos(α + β) = cos α cos β − sin α sin β



cos(α + β) − cos(α − β) = cos α cos β − sin α sin β − cos α cos β − sin α sin β


cos(α − β) − cos(α + β) = 2 sin α sin β


cos(α−β)−cos(α+β)
2 = sin α sin β

2.19 Formula di Werner per il prodotto misto



sin(α + β) = sin α cos β + sin β cos α
sin(α − β) = sin α cos β − sin β cos α



sin(α + β) + sin(α − β) = sin α cos β + sin β cos α + sin α cos β − sin β cos α


sin(α + β) + sin(α − β) = 2 sin α cos β


sin(α+β)+sin(α−β)
2 = sin α cos β

9
Capitolo 3

Formulario

3.1 Formule di Addizione e Sottrazione


sin(α + β) = sin α cos β + sin β cos α

sin(α − β) = sin α cos β − sin β cos α

cos(α + β) = cos α cos β − sin α sin β

cos(α − β) = cos α cos β + sin α sin β

tan α + tan β
tan(α + β) =
1 − tan α tan β
tan α − tan β
tan(α − β) =
1 + tan α tan β

3.2 Formule di Duplicazione


sin 2α = 2 sin α cos α

cos 2α = cos2 α − sin2 α = 1 − 2 sin2 α = 2 cos2 α − 1

2 tan α
tan 2α =
1 − tan2 α

3.3 Formule di Bisezione


r
α 1 − cos α
sin = ±
2 2
r
α 1 + cos α
cos = ±
2 2

10
r
α 1 − cos α 1 − cos α sin α
tan = ± = =
2 1 + cos α sin α 1 + cos α

3.4 Formule Parametriche


2t
sin α =
1 + t2

1 − t2
cos α =
1 + t2
2t
tan α =
1 − t2
Con t = tan α
2

3.5 Formule di Prostaferesi


p+q p−q
sin p + sin q = 2 sin cos
2 2
p+q p−q
sin p − sin q = 2 cos sin
2 2
p+q p−q
cos p + cos q = 2 cos cos
2 2
p+q p−q
cos p − cos q = −2 sin sin
2 2

3.6 Formule di Werner


cos(α − β) − cos(α + β)
sin α sin β =
2
sin(α − β) + sin(α + β)
sin α cos β =
2
cos(α + β) + cos(α − β)
cos α cos β =
2

11
Capitolo 4

Relazioni Trigonometriche
Fondamentali
• sin(x + π2 ) = − cos x
• sin(x − π2 ) = cos x
• cos(x + π2 ) = sin x

• cos(x − π2 ) = − sin x
• sin(x ± π) = − sin x
• cos(x ± π) = − cos x
• sin(−x) = − sin x

• cos(−x) = cos x
sin x
• tan x = cos x
cos x
• cot x = sin x
1 1
• tan x = cot x ⇒ cot x = tan x

• tan(x + π2 ) = − tan1 x = − cot x


• tan(x − π2 ) = 1
tan x = cot x
• tan(−x) = − tan x

• cot(−x) = − cot x

12
Capitolo 5

Periodicità
Le prossime relazioni sono date in funzione di un parametro k ∈ Z .
• sin(x + 2kπ) = sin x
• cos(x + 2kπ) = cos x
• tan(x + kπ) = tan x

• cot(x + kπ) = cot x

13
Capitolo 6

Graci delle Funzioni


Trigonometriche

6.1 Graco del Seno


sin : R −→ [−1 ; 1] .
Ovvero ∀α ∈ R ⇒ sin α ∈ [−1 ; 1].

14
6.2 Graco del Coseno
cos : R −→ [−1 ; 1] .
Ovvero ∀α ∈ R ⇒ cos α ∈ [−1 ; 1].

15
6.3 Graco della Tangente
tan : A −→ R .
Ovvero ∀α ∈ A ⇒ tan α ∈ R, con
A=
2
; 2
[  kπ (k + 1)π  [
{0}
k∈Z

16