Sei sulla pagina 1di 1

Primo piano Sabato 4 ottobre 2008 9

LA DENUNCIA

Napoli (Pdl): «La città


stretta nella morsa
della massoneria deviata»
CROTONE. Ferita a morte. Lacerata dalla stati. Solo che non si capisce che fine hanno
‘ndrangheta e dalla massoneria deviata. fatto». Non ci sta la Napoli neanche a dare il
Ecco come la deputata del Pdl, Angela Na- suo assenso all’assessore regionale all’Am-
poli vede Crotone. Lei, l’onorevole di Allean- biente, Greco che ha annunciato lo stanzia-
za Nazionale, componente della commissio- to di 15 miliono di euro per la caratterizza-
ne giustizia della Camera, non solo ha pre- zione dei veleni di Pertusola.
sentato ben due interrogazioni parlamen- «A che serve tale studio se già ne esisto-
tari per chiedere ragioni su che cosa sta ac- no? - spiega la Napoli - Sulla bonifica è stata
cadendo, ma ha fatto di più, ieri è arrivata a fatta troppa speculazione. E i fondi, impie-
Crotone e, nei giorni scorsi, ha avuto un in- gati negli anni non si è capito che fine han-
contro con il presidente del consiglio, Sil- no fatto. Qui non si deve partire da zero, I
vio Berlusconi. Lo raccontano sottovoce i soldi ci sono. Anzi dovrebbero essere resti-
suoi più stretti collaboratori. E non è un ca- tuiti alla collettività». La Napoli chiede an-
so che le interpellanze non sono ai ministri, che spiegazioni sulla prova cancellata, de-
ma al premier. «Perché il caso Calabria è or- nunciata dal Quotidiano, domenica scorsa.
mai la vera emergenza d’Italia. Più della «Se le indagini durano nove anni può esser-
Campania. È qui il marcio». ci anche un video cancella-
Lo dice, senza scomporsi, to, magari smagnetizzato.
Angela Napoli. E snocciola Ecco io voglio capire come
dati. Attacca tutti: «La ma- è possibile che tutto questo
gistratura che rallenta i sia accaduto - continua la
processi, l’imprenditoria parlamentare - Intanto hi
che specula, la politica im- sbaglia deve pagare. Non
mobile, la massoneria de- c’è alcun dubbio. Bisogna
viata che sovrasta su tutto e dirlo ormai che le leggi per
tutti». la bonifica ci sono, i finan-
La Napoli arriva con i do- ziamenti e le deleghe alla
cumenti alla mano a Croto- Regione anche, ma non è
ne. Lascia spazio ai dirigen- avvenuto nulla. Chi ha
ti locali di Forza Italia e Al- sfruttato i finanziamenti li
leanza Nazionale, ma la par- rimetta a disposizione del-
te da leone resta la sua. «Vo- la comunità. Il governo,
gliamo capire adesso quali poi, deve rivisitare la legi-
quanti appalti sono stati af- slazione sui reati ambien-
fidati alle due società inda- tali e le pene per gli stessi,
gate - dice la parlamentare - data la loro gravità». Nel
perchè qui c’è in gioco la vi- frattempo, ha concluso la
ta delle persone, conside- parlamentare, «le indagini
rando non solo 350mila ton-
nellate di scorie sotterrate,
«Scorie pericolose proseguono e ci auguria-
mo che non vadano avanti

Capo Rizzuto replica alle accuse di Iritale ma anche chilometri di fal-


de acquifere inquinate. Lo
dicono i dati. Chi oggi si co- smaltite anche
per altri nove anni; si accer-
tino le risponsabilità senza
guardare in faccia a nessu-
stituisce parte civile e mi ri- no, che si tratti di politici,

l’hoscopertoio» a Cassano
ferisco a Comune e Provin- imprenditori, forze dell’or-
cia, mi fa sorridere. Mi sem- dine o magistratura».
bra una barzelletta. Anche Da Roma intanto anche il
perchè finora poco, pochis- deputato dell’Unione di
simo è stato fatto». La Napo-
li inizia a parlare con voce
pacata, mai si infiamma, ma
allo Jonio» Centro, Mario Tassone in-
terviene sulla vicenda e lo
fa con lo stesso tono dirom-
E’ lo stesso Gareri a ricordare, an- gione io oppure Iritale. Ma la riserva le sue parole sono come sas- pente della Napoli: «Croto-
cora, le motivazioni della sentenza c’entra poco col problema dell’arseni- si. E non si intimidisce neanche quando ne sta vivendo una condizione sempre più
(peraltro a lui sfavorevole) del giudi- co. Il responsabile di questo non sono qualcuno gli ricorda che il Comune, per ot- drammatica per la vicenda delle scorie e dei
ce del Lavoro di Crotone Stefania Pe- io. Le responsabilità sono di un’inte- to anni, è stato governato dal centro destra. rifiuti nelle scuole e non solo. Sembra una
pe che, nel febbraio 2007, nel respin- ra classe dirigente, e vanno ricercate «Io no. Io non sento di avere responsabili- bomba ad orologeria che coinvolge tutto il
gere il ricorso contro la revoca in una settantina d’anni di industria- tà in questa vicenda. E’ dal 2003 che denun- territorio della città. Non può passare sotto
dell’incarico (ma è pendente l’appel- lizzazione selvaggia dell’area di Cro- ciamo la mancata bonifica. Dov’erano allo- silenzio: occorre coinvolgere anche il Parla-
lo), circa l’omissione richiamata da tone e in un decennio di mancata bo- ra il presidente della Provincia, Iritale o il mento attraverso il dibattito, affinchè si
Iritale affermava che «tale inadempi- nifica». sindaco Vallone o lo stesso governatore possa capire sul piano operativo cosa il Go-
mento, pur essendo stato reiterato Ma qualche altro sassolino dalla Loiero? Avevano ruoli di governo, eppure verno intenda fare». Dice l’onorevole Mario
per due volte, non riveste anche il ca- scarpa l’ex direttore vuole toglierse- non agivano». Tassone, intervenuto nell’Aula di Monteci-
rattere della gravità attenendo l’ele- lo. «Reclutai Iritale come consulente Sorprende tutti la parlamentare quando torio prima del dibattito sulla decreto Gel-
vata concentrazione di arsenico ad dell’Amp perché dal ’95 al ’96 è stato ricorda una riunione del 6 marzo dell’anno mini per richiamare l’attenzione della Pre-
una sola delle zone di rilevamento e assessore provinciale all’Ambiente scorso, a Roma: «In quel summit in cui si sidenza della Camera sulla vicenda. «La po-
non già ad ampie aree della riserva con delega sulla riserva. Quindi era doveva parlare di Pertusola, si puntò l’at- polazione – ha sottolineato l'esponente cen-
marina». Gareri è un fiume in piena. un esperto. Non gli rinnovai l’incari- tenzione sull’antica Kroton. Per carità è trista – vive con angoscia una vicenda che
«Di tutta la mia attività sulla riserva co, però, perché i suoi risultati erano fondamentale l’archeologia, ma con i dati a dovrebbe ricevere risposte immediate da
si è appropriata la giunta provinciale di natura squisitamente culturale». disposizione sui rifiuti tossici l’emergenza parte del Governo, il quale è chiamato ad as-
nelle delibere successive all’ottobre Infine: «Iritale è anche coordinatore era un’altra - dice la Napoli - Nessuno dice sumere iniziative al di là di delle sollecita-
2004, data della mia defenestrazio- provinciale del Pd. Basta cadaveri e che, già nel 2003, si sapeva che le scorie di zioni che si possono muovere attraverso le
ne. Sulla mia rimozione dall’incarico servi - dice Gareri da dirigente del Pertusola finivano a Cassano allo Ionio? interrogazioni parlamentari».
c’è un contenzioso tuttora in atto e al- partito - subito le primarie per le Qui sulla bonifica i finanziamenti ci sono and. ill.
la fine stabiliranno i giudici se ho ra- prossime provinciali».

Da un’idea della senatrice Dorina Bianchi, associazioni e cittadini uniti sulla questione rifiuti

Nasce il comitato vertenza ambientale


di GIACINTO CARVELLI «fare chiarezza, sulle azioni da fare da tutti i cisato che la senatrice Bianchi partecipa al
livelli, sulla situazione reale della sicurezza comitato a livello personale e non politico.
«RISPONDENDO alla mia interrogazione e dell'inquinamento, sulla salute dei cittadi- Anna Melillo, presidente di Emily, ha sotto-
nel question time, il governo ha detto delle ni, sulla bonifica e sul registro dei tumori. A lineato che «lo scandalo suscitato dai rifiuti
cose non vere. Probabilmente, non hanno questo proposito, non condivido il fatto che può essere positivo, se da ciò scaturisce una
neanche l'esatta conoscenza di cosa sta suc- sia stato istituito tale registro insieme a Co- reazione di tutta la città, che, invece, su tale
cedendo a Crotone. Il commissario per l'e- senza, visto che il nostro territorio ha delle questione, sembra essere addormentata; il
mergenza rifiuti ha terminato la sua fun- specifiche esigenze, legate maggiormente problema - ha concluso - va affrontato senza
zione già da un anno. Lo stesso ministro al- alla presenza di metalli pesanti nell'ambien- paura». Per Francesco Zurlo, dei Verdi «è
l'ambiente, che non ha risposto alla mia in- te». arrivato il momento di unire la città per ot-
terrogazione, doveva essere a Crotone mar- Il primo intervento è stato quello di Anto- tenere la bonifica tanto attesa. La novità ri-
tedì, ma poi è saltato tutto». nio Tata, della Legambiente, per il quale «il spetto al passato è che adesso la questione è
E' quanto ha detto la senatrice Dorina comitato, che è aperto a qualsiasi contribu- all'ordine del giorno». Ha poi annunciato
Bianchi nel corso della conferenza stampa to, è un insieme di associazioni e di cittadi- che anche Grazia Francescato, leader dei
che annunciava, ieri pomeriggio,, la nasci- ni, che intendono vigilare affinché i proble- Verdi, ha aderito al comitato.
ta del “Comitato vertenza ambientale pro- mi non vengano dimenticati dopo l'iniziale Alla conferenza era presente anche San-
vincia di Crotone”, costituito da Italia No- fragore. Innanzitutto - ha detto ancora Tata dro Tricoli che ha fornito le modalità di ade-
stra, Legambiente, Wwf, Verdi Crotone, - bisogna accertare l'effettiva pericolosità di sione, ed una folta delegazione di genitori di
amici del Neto, Paidea, Emily e associazione questi rifiuti, perché, ad oggi, non si sa nul- bambini che frequentano le scuole nei cui
“Don Tonino Bello”. La senatrice, che ha la di certo se non il sequestro delle 18 aree. piazzali sono state messi i rifiuti e delle pa-
avuto l'idea di far nascere questo comitato, Non si possono tenere i cittadini e le fami- lazzine comunali costruite con materiale ri-
Gli aderenti al comitato ha evidenziato che il suo scopo è quello di glie con queste preoccupazioni». Ha poi pre- tenuto pericoloso.