Sei sulla pagina 1di 1

Riflessione riguardo al film “Il sale della terra”

Coraggio, è questo secondo me il tema centrale di tutto il film. Sebastiao si dimostra coraggioso sin
dall’inizio della sua carriera quando prende una scelta che in pochi nella sua situazione sarebbero riusciti a
prendere: abbandonare il suo impiego sicuro per dedicarsi a quello che molti avrebbero giudicato un
azzardo, la fotografia.

Questo coraggio è una costante anche in gran parte della carriera fotografica, egli infatti si impegna in
modo intenso politicamente affrontando anche tematiche scomode, cercando di aumentare la sensibilità
delle persone facendo alcune tra le immagini più drammatiche mai apparse sui giornali.

Sebastiao con la sua fotografia cruda e senza alcun filtro riesce a trasmettere le emozioni e le sofferenze
delle persone da lui ritratte, queste realtà sono infatti più attuali che mai anche se noi ne ignoriamo
l’esistenza. Grazie alla sua fotografia riesce a rendere l’osservatore parte di quella realtà crudele e delle
sofferenze subite quotidianamente da alcune persone. Egli non si limita però solamente a ciò, cerca di
rappresentare anche la bellezza del mondo cercando in tutti i luoghi da lui visitati gioia, tradizioni,
festeggiamenti, l’affetto reciproco di genitori e figli. A mio parere il fotografo è riuscito a rappresentare in
maniera oggettiva la realtà da lui osservata senza comprometterla in alcun modo, come ho detto in
precedenza il suo stile crudo riesce ad esaltare le sue fotografie mostrandoci realtà a noi spesso ignote.