Sei sulla pagina 1di 48

1

Il libro del viandante


SUSSIDIO DI PREGHIERE CATTOLICHE
2

“Chi prega, già da ora entra a dimorare nel cielo,


e comincia fin da questa vita a godere la compagnia di Dio.
Essa è un’ambasciatrice fedele, ben nota al Re del cielo e abituata ad entrare nella sua reggia”
Sant’Alfonso Maria de Liguori

A CURA DELLA PARROCCHIA DEL S. CUORE DI GESÙ - BADESI (SS)


6 AGOSTO 2021 - FESTA DELLA TRAFIGURAZIONE
Preghiere di ogni giorno 3

SEGNO DELLA CROCE


Nel nome del Padre GLORIA AL PADRE
e del Figlio Gloria al Padre e al Figlio
e dello Spirito Santo. e allo Spirito Santo,
Amen. Come era nel principio,
ora e sempre,
PADRE NOSTRO nei secoli dei secoli. Amen.
Padre nostro che sei nei cieli
sia santificato il Tuo nome AVE, O MARIA
venga il Tuo Regno Ave, o Maria, piena di grazia,
sia fatta la Tua volontà il Signore è con te.
come in cielo così in terra. Tu sei benedetta fra le donne
Dacci oggi il nostro pane quotidiano e benedetto è il frutto
rimetti a noi i nostri debiti del tuo seno, Gesù.
come anche noi li rimettiamo ai nostri Santa Maria, Madre di Dio,
debitori prega per noi peccatori,
e non abbandonarci alla tentazione adesso e nell’ora
ma liberaci dal male Amen. della nostra morte. Amen.
4 CREDO (Niceno-Costantinopolitano) Il terzo giorno è risuscitato,
secondo le Scritture, è salito al cielo,
Credo in un solo Dio, siede alla destra del Padre.
Padre onnipotente, E di nuovo verrà, nella gloria,
Creatore del cielo e della terra, per giudicare i vivi e i morti,
di tutte le cose visibili e invisibili. e il suo regno non avrà fine.

Credo in un solo Signore, Gesù Cristo, Credo nello Spirito Santo,


unigenito Figlio di Dio, che è Signore e dà la vita,
nato dal Padre prima di tutti i secoli: e procede dal Padre e dal Figlio.
Dio da Dio, Luce da Luce, Con il Padre e il Figlio è adorato e glorificato,
Dio vero da Dio vero, e ha parlato per mezzo dei profeti.
generato, non creato,
della stessa sostanza del Padre; Credo la Chiesa,
per mezzo di lui tutte le cose sono state create. una santa cattolica e apostolica.
Per noi uomini e per la nostra salvezza discese Professo un solo Battesimo
dal cielo, per il perdono dei peccati.
e per opera dello Spirito Santo Aspetto la risurrezione dei morti
si è incarnato nel seno della Vergine Maria e la vita del mondo che verrà. Amen.
e si è fatto uomo.
Fu crocifisso per noi sotto Ponzio Pilato,
mori e fu sepolto.
SIMBOLO APOSTOLICO ANGELO DI DIO
5
Angelo di Dio, che sei il mio custode
Io credo in Dio, Padre onnipotente, illumina, custodisci, reggi e governa me
Creatore del cielo e della terra. che ti fui affidato dalla pietà celeste. Amen
E in Gesù Cristo, Suo unico Figlio, nostro
Signore, L’ETERNO RIPOSO
il quale fu concepito di Spirito Santo, L’eterno riposo dona loro,
nacque da Maria Vergine, o Signore,
patì sotto Ponzio Pilato, e splenda ad essi la luce perpetua.
fu crocifisso, Riposino in pace. Amen.
morì e fu sepolto; discese agli inferi;
il terzo giorno risuscitò da morte; SALVE REGINA
salì al cielo, Salve, Regina, madre di misericordia,
siede alla destra di Dio Padre vita, dolcezza e speranza nostra, salve.
onnipotente: A te ricorriamo, esuli figli di Eva;
di là verrà a giudicare i vivi e i morti. a te sospiriamo, gementi e
Credo nello Spirito Santo, piangenti in questa valle di lacrime.
la santa Chiesa cattolica, Orsù dunque, avvocata nostra,
la comunione dei santi, rivolgi a noi gli occhi tuoi misericordiosi.
la remissione dei peccati, E mostraci, dopo questo esilio, Gesù,
la risurrezione della carne, il frutto benedetto del tuo Seno.
la vita eterna. Amen. O clemente, o pia, o dolce Vergine Maria!
6
Preghiere del mattino
Pregare al mattino è il vero ossigeno di tutta la giornata. Prima di dare avvio alle
varie incombenze è necessario ringraziare il Signore per il nuovo giorno, che è dono
Suo, affidare a Lui ogni attimo e domandare che ci preservi dal peccato perchè la
giornata trascorra nella ricerca della nostra santificazione.

TI ADORO, MIO DIO Padre Nostro


Ti adoro, mio Dio, Ave Maria
e ti amo con tutto il cuore. Gloria al Padre
Ti ringrazio di avermi creato, Angelo di Dio
fatto cristiano e conservato
in questa notte. Preghiamo e affidiamoci al Signore anche
Ti offro le azioni della giornata: con parole spontanee.
fa che siano tutte
secondo la tua santa volontà VIENI, SANTO SPIRITO
e per la maggior tua gloria.
Preservami dal peccato Vieni, Santo Spirito,
e da ogni male. riempi il cuore dei tuoi fedeli
La tua grazia sia sempre con me e accendi in essi
e con tutti i miei cari.
Amen. il fuoco del tuo amore.
ATTO DI FEDE
7
Mio Dio, perché sei verità infallibile, credo fermamente tutto quello che tu hai rivelato
e la santa Chiesa ci propone a credere. Ed espressamente credo in te, unico vero Dio in
tre Persone uguali e distinte, Padre, Figlio e Spirito Santo. E credo in Gesù Cristo, Figlio
di Dio, incarnato e morto per noi, il quale darà a ciascuno, secondo i meriti, il premio
o la pena eterna. Conforme a questa fede voglio sempre vivere. Signore, accresci la mia
fede.
ATTO DI SPERANZA
Mio Dio, spero dalla tua bontà, per le tue promesse e per i meriti di Gesù Cristo, nostro
Salvatore, la vita eterna e le grazie necessarie per meritarla con le buone opere, che io
debbo e voglio fare. Signore, che io possa goderti in eterno.
ATTO DI CARITA’
Mio Dio, ti amo con tutto il cuore sopra ogni cosa, perché sei bene infinito e nostra
eterna felicità; e per amore tuo amo il prossimo come me stesso, e perdono le offese
ricevute. Signore, che io ti ami sempre più.
OFFERTA DELLA GIORNATA AL SACRO CUORE DI GESÚ
Cuore Divino di Gesù, io ti offro per mezzo del Cuore Immacolato di Maria, madre
della Chiesa, in unione al Sacrificio Eucaristico, le preghiere, le azioni, le gioie e le
sofferenze di questo giorno in riparazione dei peccati e per la salvezza di tutti gli uomini,
nella grazia dello Spirito Santo, a gloria del Divin Padre. Amen.
8 Preghiere durante la giornata
L’invito dell’Apostolo Paolo, “Pregate incessantemente”, risuona nella Chiesa. Può attuarsi vivendo nella
giornata tanti, pur se piccoli, momenti di preghiera, perché il nostro cuore sia sempre immerso in Dio. San
Francesco di Sales, riferendosi alla preghiera, invita a fare “tanti spuntini” spirituali durante il giorno!

Recita il Padre Nostro, O Maria, concepita senza peccato,


l’Ave Maria, il Gloria al Padre pregate per noi che ricorriano a voi!
o altre preghiere.
Madre mia, fiducia mia!
Le giaculatorie, quasi come frecce infocate d’amore, Lodato sempre sia il santissimo nome
raggiungono il Cuore di Dio. Puoi recitarle anche
di Gesù, Giuseppe e Maria.
mentre sei impegnato in varie incombenze.
La tradizione orientale raccomanda questa Mio Signore e mio Dio!
invocazione da recitarsi di continuo:
Signore Gesù Cristo, __________________________
Figlio di Dio, PREGHIERA PRIMA DEI PASTI
abbi pietà di me, peccatore. Benedici, Signore, noi e questi doni
che stiamo per ricevere dalla tua bontà.
Altre giaculatorie: Per Cristo nostro Signore. Amen.
Gesù mio, perdona le nostre colpe,
e preservaci dal fuoco dell’Inferno.
Porta in Cielo tutte le anime, PREGHIERA DOPO I PASTI
specialmente le più bisognose Ti rendiamo grazie, per tutti i tuoi benefici,
della tua misericordia. o Dio onnipotente,
che vivi e regni nei secoli dei secoli. Amen.
Invochiamo lo Spirito Santo
Lo Spirito Santo, terza Persona della Ss.ma Trinità, è il Paraclito, ossia il Consolatore di noi in cammino verso la Patria.
9
Lo Spirito abita in noi come in un Tempio. “Egli vi guiderà alla verità tutta intera”(Gv 16).

VENI, CREATOR SPIRITUS VENI, SANCTE SPIRITUS


Vieni, o Spirito creatore, (Sequenza di Pentecoste)
Sii luce all’intelletto,
visita le nostre menti, fiamma ardente nel cuore; Vieni, Santo Spirito, manda a noi dal
riempi della tua grazia sana le nostre ferite cielo un raggio della tua luce. Vieni,
padre dei poveri, vieni, datore dei
i cuori che hai creato. col balsamo del tuo amore.
doni, vieni, luce dei cuori. Consolatore
O dolce consolatore, Difendici dal nemico, perfetto; ospite dolce dell’anima,
dono del Padre altissimo, reca in dono la pace, dolcissimo sollievo. Nella fatica, riposo,
acqua viva, fuoco, amore, la tua guida invincibile nella calura riparo, nel pianto conforto.
santo crisma dell’anima. ci preservi dal male. 0 luce beatissima, invadi nell’intimo il
cuore dei tuoi fedeli. Senza la tua forza
Dito della mano di Dio, Luce d’eterna sapienza, nulla è nell’uomo, nulla senza colpa.
promesso dal Salvatore, svelaci il grande mistero Lava ciò che è sordido, bagna ciò che
irradia i tuoi sette doni, di Dio Padre e del Figlio è arido, sana ciò che sanguina. Piega
suscita in noi la parola. uniti in un solo Amore. Amen. ciò che è rigido, scalda ciò che è gelido,
Sii luce all’intelletto, drizza ciò che è sviato. Dona ai tuoi
fiamma ardente nel cuore; fedeli che solo in te confidano i tuoi
sana le nostre ferite santi doni. Dona virtù e premio, dona
col balsamo del tuo amore. morte santa, dona gioia eterna. Amen.
10 Preghiere della sera
La giornata di un buon cristiani si conclude con la preghiera. L’orazione della sera è tempo per
ringraziare Dio per il giorno trascorso, chiedere perdono per i peccati commessi, domandare a Dio
la grazia della conversione, il dono di un riposo sereno e attendere il nuovo giorno. È cosa buona
avere un luogo, preferibilmente nella propria camera dove poter pregare in intimità davanti a un
Crocifisso.

TI ADORO, MIO DIO ESAME DI COSCIENZA


Ti adoro, mio Dio, Del tempo di silenzio può consentirti di ripercorrere
e ti amo con tutto il cuore. la giornata trascorsa e ripensare ai doni riceuti dal
Ti ringrazio di avermi creato, Signore, al bene compiuto e ai peccati commessi.
fatto cristiano e conservato in
questo giorno. Mio Dio, mi pento e mi dolgo
Perdonami il male
oggi commesso con tutto il cuore dei miei peccati,
e, se qualche bene compiuto, perché peccando ho meritato
accettalo. i tuoi castighi e molto più perché ho
Custodiscimi nel riposo offeso te, infinitamente buono
e liberami dai pericoli. e degno di essere amato sopra ogni
La tua grazia sia sempre con me cosa. Propongo col tuo santo aiuto
e con tutti i miei cari. Amen. di non offenderti mai più e di fuggire
le occasioni prossime di peccato.
Signore, misericordia, perdonami.
Puoi recitare il Padre Nostro, l’Ave Maria, il Gloria al Padre.
11
Affiada il riposo alla protezione del tuo Angelo custode con l’Angelo di Dio.
CANTICO DI SIMEONE (Lc 2)
perché i miei occhi han visto la tua salvezza
Ora lascia, o Signore, preparata da te davanti a tutti i popoli;
che il tuo servo vada in pace luce per illuminare le genti
secondo la tua parola; e gloria del tuo popolo Israele. (Gloria al Padre...)

PREGHIERA A MARIA SANTISSIMA PRIMA DEL RIPOSO


O Vergine, si fa tardi, Metti la tua mano sulla mia fronte,
tutto si addormenta sulla terra, arresta il mio pensiero.
è l’ora del riposo: non abbandonarmi! Dolce sarà il mio riposo, se benedetto da te,
Metti la tua mano sui miei occhi perché domani il/la tuo/a povero/a figlio/a
come una buona madre. si desti più forte e riprenda allegramente
Chiudili dolcemente alle cose di quaggiù il peso del nuovo giorno.
L’anima mia è stanca di affanni e di tristezze, Metti la tua mano sul mio cuore.
la fatica che mi attende è qui, Lui solo vegli sempre e ridica al suo Dio
a me vicina. un amore eterno.

Preghiamo.
Visita, o Padre, la nostra casa e tieni lontano le insidie del nemico;
vengano i santi angeli a custodirci nella pace, e la tua benedizione rimanga sempre con noi.
Per Cristo nostro Signore. Amen.
12
Ai piedi di Gesù Crocifisso
Il cammino cristiano è via della Croce, dalla quale scaturisce la vera gioia e speranza. Un buon cristiano
medita quotidianamente la Passione del Signore e dedica del tempo a stare ai piedi della Croce.
«Ai piedi della Croce le anime mettono le ali per spiccare il volo» (San Pio da Pietrelcina)
PREGHIERA DI SAN FRANCESCO ORAZIONE AL SS.MO CROCIFFISSO
O alto e glorioso Dio, Eccomi, o mio amato e buon Gesù, che, alla
illumina le tenebre del cuore mio. tua santissima presenza prostrato, ti prego con
Dammi una fede retta, il fervore più vivo di imprimere nel mio cuore
speranza certa, carità perfetta sentimenti di fede, di speranza, di carità, di
dolore dei miei peccati, e di proponimento di
e umiltà profonda.
non offenderti, mentre io con tutto l’amore e la
Dammi, Signore, compassione vado considerando le tue cinque
saggezza e discernimento piaghe, cominciando da ciò che disse dite, o
per compiere la tua vera e santa volontà. mio Gesù, il santo profeta Davide: “Hanno
Amen. trapassato le mie mani e i miei piedi, hanno
contato tutte le mie ossa”. Amen.
Pater, Ave, Gloria
(A colui che recita questa preghiera dopo la Comunione dinanzi
all’immagine di Gesù crocifisso è concessa l’indulgenza plenaria i
singoli venerdì del tempo quaresimale e nel venerdì santo e l’indulgenza
parziale in tutti gli altri giorni dell’anno – Pio IX).
ANIMA DI CRISTO
Anima di Cristo, santificami.
Corpo di Cristo, salvami.
La Via Crucis
Si recita in particolare ogni venerdì di Quaresima,
13

Sangue di Cristo, inebriami.


ma può recitare piamente ogni venerdì dell’anno.
Acqua del costato di Cristo, lavami.
Passione di Cristo, confortami. Si inizia col Segno della Croce.
O buon Gesù, esaudiscimi.
Dentro le tue piaghe nascondimi. 1. Gesù condannato a morte.
Non permettere che io mi separi da te. “Pilato lo diede nelle loro mani perché fosse crocifisso;
Dal nemico maligno difendimi. presero dunque Gesù e lo condussero via” (Gv 19,16).
Nell'ora della mia morte chiamami: dopo ogni stazione:
fa che io venga a te, Ti adoriamo Cristo e Ti benediciamo
affinché ti lodi con i tuoi santi, Perchè con la tua santa Croce hai redento il mondo.
nei secoli dei secoli. Amen.
Padre nostro
AL SIGNORE RISORTO Santa Madre, deh! voi fate che le piaghe del Signore
O, Risorto mio Gesù, adoro e bacio siano impresse nel mio cuore!
devotamente le piaghe gloriose del vostro
santissimo corpo, e per questo vi prego con 2. Gesù è caricato della croce.
tutto il mio cuore di farmi sorgere da una “Ed egli, portando su di sé la croce,
vita di tiepidezza ad una vita di fervore per uscì verso il luogo detto Cranio, in ebraico Golgota” (Gv 19,17).
poi passare dalla miseria di questa terra alla 3. Gesù cade la prima volta.
gloria eterna del Paradiso. Amen. “Guardai attorno e nessuno che mi aiutasse;
attesi ansioso e nessuno che mi sostenesse” (Is 63,5).
14
11. Gesù inchiodato sulla croce.
4. Gesù incontra sua Madre. “Fu crocifisso insieme ai malfattori,
“Gesù vide la Madre lì presente” (Gv 19,26). uno alla sua destra e uno alla sua sinistra” (Lc 23,33).
5. Gesù aiutato del Cireneo. 12. Gesù muore in croce.
“Or mentre lo conducevano al patibolo, presero un certo “Quando Gesù ebbe preso l’aceto esclamò:
Simone di Cirene e gli posero addosso la Croce” (Lc 23,26). Tutto è compiuto! Poi, chinato il capo, rese lo spirito” (Gv 19,30).
6. Veronica asciuga il Volto di Gesù. 13. Gesù deposto dalla croce.
“In verità vi dico: ogni volta che avete fatto queste cose “E Giuseppe d’Arimatea prese il corpo di Gesù
a uno dei più piccoli, l’avete fatta a me” (Mt 25,40). e lo avvolse in un candido lenzuolo” (Mt 27,59).
7. Gesù cade la seconda volta. 14. Gesù deposto nel sepolcro.
“Consegnò la sua vita alla morte, e fu annoverato tra i malfattori” “Giuseppe lo mise in un sepolcro scavato nella pietra,
(Is 52,12). dove nessuno ancora era stato messo” (Lc 23,53).
8. Gesù consola le pie donne piangenti.
“Figlie di Gerusalemme, non piangete per me, Preghiamo:
ma piangete per voi stesse e per i vostri figli” (Lc 23,28). Sopra il popolo che ha commemorato la morte di Cristo
9. Gesù cade la terza volta. tuo Figlio, nella speranza di risorgere con lui, scenda, o
“Quasi esanime a terra mi ha ridotto; Padre, l’abbondanza dei tuoi doni: venga il perdono e la
già mi vanno accerchiando i cani in frotta” (Sal 22,17). consolazione, si accresca la fede e l’intima certezza della
10. Gesù è spogliato delle sue vesti. redenzione eterna. Per Cristo nostro Signore. Amen.
“Divisero le sue vesti, tirarono a sorte la sua veste
per sapere a chi di loro dovesse toccare” (Mt 15,24). Preghiamo secondo le intenzioni del Papa: Pater, Ave, Gloria.
Coroncina alla Divina Misericordia 15

Questa preghiera proviene dalle apparizioni private alla suora polacca Santa Faustina Kowalska. Il cuore del messaggio è l’annuncio
della misericordia di Dio verso i peccatori mediante la recita della Coroncina, la venerazione del quadro di Gesù Misericordioso e la
celebrazione della Festa della Divina Misericordia (Dom. successiva alla Pasqua). “Concederò grazie senza numero a chi recita questa
Corona. Se recitata accanto ad un morente non sarò giusto Giudice, ma Salvatore.” (Gesù a Santa Faustina).
Si recita ogni giorno alle tre del pomeriggio, facendo uso di una corona del Rosario.

1. Segno della Croce 6. Su ogni grano minore del Rosario si dica:


2. Padre Nostro
3. Ave Maria Per la Sua dolorosa Passione,
4. Credo (Simbolo degli apostoli) (←pag. 5) abbi misericordia di noi e del mondo intero.

5. Su ogni grano maggiore del Rosario si dica: 7. Invocazione.


Alla fine della corona, si dice la preghiera seguente tre volte:
Eterno Padre, Ti offro il Corpo e il Sangue,
l’anima e la Divinità del Tuo dilettissimo Santo Dio, Santo Forte, Santo Immortale,
Figlio e Signore nostro Gesù Cristo, in abbi pietà di noi e del mondo intero.
espiazione dei nostri peccati e di quelli del
8. Segno della Croce
mondo intero.
16
Coroncina al Sacro Cuore di Gesù
1. O mio Gesù, che hai detto: “In verità 3. O mio Gesù, che hai detto: “In verità vi
vi dico, chiedete ed otterrete, cercate dico, passeranno il cielo e la terra, ma le
e troverete, bussate e vi sarà aperto!”, mie parole mai!”, ecco che, appoggiato
ecco che io busso, io cerco, io chiedo la all’infallibilità delle tue sante parole, io
grazia... chiedo la grazia...
Padre Nostro, Ave Maria e Gloria
Padre Nostro, Ave Maria e Gloria Sacro Cuore di Gesù, confido e spero in te.
Sacro Cuore di Gesù, confido e spero in te. ______________________
O Sacro Cuore di Gesù, cui è impossibile
2. O mio Gesù, che hai detto: “In verità vi non avere compassione degli infelici, abbi
dico, qualunque cosa chiederete al Padre pietà di noi miseri peccatori, ed accordaci
mio nel mio nome, Egli ve la concederà!”, le grazie che ti domandiamo per mezzo
ecco che al Padre tuo, nel tuo nome, io dell’Immacolato Cuore di Maria, tua e
chiedo la grazia... nostra tenera Madre.
S. Giuseppe, padre putativo del S. Cuore di Gesù, prega per noi.
Padre Nostro, Ave Maria e Gloria
Sacro Cuore di Gesù, confido e spero in te. Si conclude con la Salve Regina
Invochiamo la Vergine Maria 17

Come al discepolo amato, il Signore Crocifisso, dice ad ogni cristiano: “Ecco tua Madre”.
La presenza materna di Maria accompagna noi pellegrini quaggiù, in viaggio verso la
Patria del Cielo, ove siede Regina a fianco al suo Figlio.
AVE, O MARIA (vedi pag. 3) SALVE REGINA (vedi pag. 5)
SOTTO LA TUA PROTEZIONE O SANTA MADRE
Sotto la tua protezione cerchiamo O santa Madre del Redentore,
rifugio, Santa Madre di Dio. porta dei cieli,
Non disprezzare le suppliche stella del mare,
di noi che siamo nella prova, soccorri il tuo popolo
ma liberaci da ogni pericolo,
che anela a risorgere.
o Vergine gloriosa e benedetta.
Tu che accogliendo il saluto dell’angelo,
AVE, REGINA DEI CIELI nello stupore di tutto il creato,
Ave, regina dei cieli, hai generato il tuo Creatore,
ave, signora degli angeli; madre sempre vergine,
porta e radice di salvezza, pietà di noi peccatori.
rechi nel mondo la luce.
Godi, vergine gloriosa,
bella fra tutte le donne;
salve, o tutta santa,
prega per noi Cristo Signore.
18 MEMORARE (San Bernardo) SALUTO ALLA VERGINE
Ricordati, o piissima Vergine Maria, (San Francesco d’Assisi)
che non si è mai inteso al mondo
che qualcuno sia ricorso alla tua protezione, Ave, Signora, santa regina,
abbia implorato il tuo aiuto, chiesto il tuo patrocinio santa genitrice di Dio, Maria
e sia stato da te abbandonato. che sei vergine fatta Chiesa
Animato da tale confidenza, ed eletta dal santissimo Padre celeste,
a te ricorro, o Madre, Vergine delle vergini, che ti ha consacrata
a te vengo, e, peccatore come sono, insieme col santissimo suo Figlio diletto
mi prostro ai tuoi piedi a domandare pietà. e con lo Spirito Santo Paraclito;
Non volere, o Madre del divin Verbo, tu in cui fu ed è
disprezzare le mie preghiere, ogni pienezza di grazia e ogni bene.
ma benigna ascoltale ed esaudiscile. Amen. Ave, suo palazzo,
ave, suo tabernacolo, ave, sua casa.
INVIOLATA Ave, suo vestimento,
Sei inviolata, integra e pura, o Maria: tu divenuta fulgida ave, sua ancella, ave, sua Madre.
porta del cielo. O nobile Madre di Cristo, carissima: E saluto voi tutte, sante virtù,
accogli il pio canto delle lodi. che per grazia
I cuori e le labbra devoti invocano te: rendi puri i nostri e illuminazione dello Spirito Santo
cuori e i nostri corpi. Per le tue dolcissime preci, ottienici venite infuse nei cuori dei fedeli,
il perdono per sempre. O benigna! o Regina! o Maria! Tu perché da infedeli
che, sola, rimanesti inviolata. fedeli a Dio li rendiate.
ANGELUS REGINA CAELI (Regina del Cielo) MAGNIFICAT 19
(Si recita all’Alba, a Mezzogiorno e al Tramonto) (Si recita all’Alba, a Mezzogiorno L’anima mia magnifica il Signore
e al Tramonto durante il Tempo di Pasqua) e il mio spirito esulta in Dio mio salvatore,
L’Angelo del Signore portò l’annunzio a Maria perché ha guardato l’umiltà della sua serva.
- Ed ella concepì per opera dello Spirito Santo. Regina dei cieli, rallegrati, alleluia. D’ora in poi tutte le generazioni
Ave Maria... - Cristo, che hai portato nel grembo, alleluia, mi chiameranno beata.
Eccomi, sono la serva del Signore. Grandi cose ha fatto in me l’Onnipotente
- Si compia in me la tua parola. è risorto, come aveva promesso, alleluia. e Santo è il suo nome:
Ave Maria... - Prega il Signore per noi, alleluia. di generazioneingenerazionela suamisericordia
E il Verbo si fece carne. si stende su quelli che lo temono.
- E venne ad abitare in mezzo a noi. Rallegrati, Vergine Maria, alleluia. Ha spiegato la potenza del suo braccio
Ave Maria... - Il Signore è veramente risorto, alleluia. ha disperso i superbi nei pensieri del loro cuore;
Prega per noi, santa Madre di Dio. ha rovesciato i potenti dai troni
Preghiamo.
Perché siamo resi degni delle promesse di Cristo. ha innalzato gli umili;
O Dio, che nella gloriosa risurrezione del tuo ha ricolmato di beni gli affamati
Preghiamo. Figlio hai ridato la gioia al mondo intero, per ha rimandato i ricchi a mani vuote.
Infondi nel nostro spirito la Tua grazia, o intercessione di Maria Vergine, concedi a noi di Ha soccorso Israele suo servo
Padre; Tu, che nell’annunzio dell’angelo ci hai godere la gioia della vita senza fine. Per Cristo ricordandosi della sua misericordia
rivelato l’incarnazione del Tuo Figlio, per la nostro Signore. Amen. come aveva promesso ai nostri Padri
Sua passione e la Sua croce guidaci alla gloria ad Abramo e alla sua discendenza per sempre.
della risurrezione. Per Cristo nostro Signore. Gloria al Padre e al Figlio
Amen. e allo Spirito Santo,
Gloria al Padre... (3 volte) come era nel principio e ora e sempre,
L’Eterno riposo... nei secoli dei secoli. Amen.
20
Il Santo Rosario
Il Rosario, è una vera scuola di preghiera e di vita cristiana. Il suo nome ricorda l’antico uso di ornare le immagini della
Santa Vergine con corone di Rose, rappresentanti le preghiere dei fedeli. Nel Rosario, affidandoci alla Santissima Vergine
Maria, meditiamo continuamente i Misteri della Redenzione. La sua recita è costituita normalmente da una corona
quotidiana di 50 Ave Maria, con la meditazione di alcuni misteri della redenzione a seconda del giorno della settimana.
La sua recita, però, può ampliarsi con la preghiera del Rosario completo, ossia tre corone (150 Ave Maria), differenziate
in tre momenti della giornata, imitando, così, i 150 Salmi di Davide e meditando ogni giorno i Misteri principali della
Redenzione: Incarnazione (Misteri Gaudiosi), Passione (Misteri Dolorosi), Risurrezione (Misteri Gloriosi). I Misteri
della Luce, introdotti da Papa San Giovanni Paolo II per il Giovedì, hanno un’indole facoltativa e non alterano l’antica
simbologia delle 150 Ave Maria o dei Salmi.

INIZIO DEL ROSARIO


1) Si pronuncia questa invocazione mentre si fa il Segno della croce, avendo fra le mani il Crocifisso
della Corona del Rosario:
O Dio, vieni a salvarmi.
Signore, vieni presto in mio aiuto.

2) Poi si continua:
Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo.
Come era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen.
ENUNCIAZIONE DEI MISTERI
Ogni Corona del Rosario prevede la Recita di 50Ave Maria, divise,
misteri gaudiosi 21
però, in cinque “poste” di dieci Ave Maria ciascuna, chiamate “Decine”. (LUNEDÌ E SABATO)
Ogni Decina si recita in questo modo: 1. L’annuncio dell’Angelo a Maria Santissima
a- ricordo del Mistero: “Nel primo mistero «Non temere, Maria, ecco, concepirai un figlio, lo
darai alla luce e lo chiamerai Gesù».
si contempla...”
b- Padre Nostro (nei grani singoli detti 2. La visita di Maria a Santa Elisabetta
“poste”) «Elisabetta esclamò a gran voce: «Benedetta tu fra
c- dieci Ave Maria (nei 10 grani) le donne e benedetto il frutto del tuo grembo!».
d- Gloria al Padre
e- Eventuale giaculatoria: 3. La nascita di Gesù
Gesù mio, perdona le nostre colpe e preservaci dal «Maria diede alla luce il suo figlio primogenito, lo
fuoco dell’Inferno, porta in Cielo tutte le anime, avvolse in fasce e lo pose in una mangiatoia».
specialmente le più bisognose della tua Misericordia.

Si passa poi a ricordare il Mistero successivo 4. La presentazione di Gesù al Tempio


«Maria e Giuseppe portarono il bambino a
I Misteri sono di quattro tipologie a seconda del giorno della Gerusalemme per presentarlo al Signore».
settimana:
- MISTERI GAUDIOSI 5. Il ritrovamento di Gesù dodicenne
- MISTERI LUMINOSI fra i dottori del Tempio
- MISTERI DOLOROSI «Dopo tre giorni lo trovarono nel tempio.
Rispose loro: «Perché mi cercavate? Non sapevate
- MISTERI GLORIOSI che io devo occuparmi delle cose del Padre mio?»
22 misteri luminosi misteri dolorosi
(GIOVEDÌ) (MARTEDÌ E VENERDÌ)
1. Il Battesimo di Gesù nel fiume Giordano 1. La preghiera di Gesù nell’Orto degli Ulivi
«Appena battezzato, una voce dal cielo disse: « Gesù, entrato nella lotta, pregava più
«Questi è il Figlio mio, l’amato: in lui ho posto il intensamente, e il suo sudore diventò come gocce
mio compiacimento».». di sangue che cadono a terra».
2. Le Nozze di Cana 2. La flagellazione di Gesù
«Sua madre disse ai servitori: “Fate quello che vi «Pilato, dopo aver fatto flagellare Gesù,
dirà!”». lo consegnò perché fosse crocifisso».
3. L’annuncio del Regno di Dio 3. La coronazione di spine di Gesù
Gesù diceva: «Il tempo è compiuto e il regno di «I soldati intrecciarono una corona di spine,
Dio è vicino; convertitevi e credete nel Vangelo». gliela posero sul capo e lo deridevano».
4. La Trasfigurazione 4. La salita al Calvario con la croce sulle spalle
«Fu trasfigurato davanti a loro: il suo volto brillò «Gesù, portando la croce, si avviò verso il luogo
come il sole e le sue vesti divennero candide detto del Gòlgota, dove lo crocifissero».
come la luce».
5. La morte di Gesù sulla Croce
5. L’Ultima Cena e il dono dell’Eucarestia «Gesù disse: «È compiuto!». E, chinato il capo,
«Gesù prese il pane, recitò la benedizione, lo consegnò lo spirito.»
spezzò e disse: «Prendete, mangiate: questo è il
mio corpo».
(Nella Recita del Rosario completo, il giovedì possono aggiungersi altri
due cicli di Misteri a scelta, arrivando comunque a 150 Ave Maria.)
misteri gloriosi COME SI CONCLUDE
IL S. ROSARIO 23
(MERCOLEDÌ E DOMENICA)
1. La Risurrezione di Gesù Alla fine dei cinque misteri si recita la seguente antifona:
«Perché cercate fra i morti colui che è vivo? non è
qui, è risorto come aveva detto». Salve, Regina, madre di misericordia,
2. L’Ascensione al Cielo vita, dolcezza e speranza nostra, salve.
«Dopo aver parlato ai suoi discepoli, fu assunto in A te ricorriamo, esuli figli di Eva;
Cielo, e sedette alla destra del Padre». a te sospiriamo, gementi e
3. La Pentecoste piangenti in questa valle di lacrime.
«Apparvero loro come lingue di fuoco che si Orsù dunque, avvocata nostra,
posarono su ciascuno di loro, e tutti furono rivolgi a noi gli occhi tuoi misericordiosi.
ripieni di Spirito Santo». E mostraci, dopo questo esilio, Gesù,
4. L’Assunzione di Maria al Cielo il frutto benedetto del tuo Seno.
«Grandi cose ha fatto in me l’Onnipotente e O clemente, o pia, o dolce Vergine Maria!
Santo è il suo Nome».
5. La Coronazione di Maria Regina del Cielo e della Terra
Possono seguire le Litanie Lauretane.
«D’ora in poi tutte le generazioni mi chiameranno
“Beata”». (vedi pag. seguente)
Litanie lauretane
Madre degna d’amore, Aiuto dei cristiani,
Madre ammirabile, Regina degli angeli,
24 Madre del buon consiglio, Regina dei patriarchi,
Signore, pietà
Signore, pietà Madre del Creatore, Regina dei profeti,
Cristo, pietà Madre del Salvatore, Regina degli Apostoli,
Signore, pietà. Vergine prudente, Regina dei martiri,
Cristo, ascoltaci. Vergine degna di onore, Regina dei confessori della fede,
Cristo, esaudiscici. Vergine degna di lode, Regina delle vergini,
Padre del cielo, che sei Dio, Vergine potente, Regina di tutti i santi,
abbi pietà di noi. Vergine clemente, Regina concepita senza peccato,
Figlio, Redentore del mondo, che sei Dio, Vergine fedele, Regina assunta in cielo,
Spirito Santo, che sei Dio, Specchio di perfezione, Regina del rosario,
Santa Trinità, unico Dio, Sede della Sapienza, Regina della famiglia,
Fonte della nostra gioia, Regina della pace,
Santa Maria, Tempio dello Spirito Santo, Agnello di Dio che togli i peccati del mondo,
prega per noi. Tabernacolo dell’eterna gloria, perdonaci, Signore.
Santa Madre di Dio, Dimora consacrata di Dio, ascoltaci, Signore.
Santa Vergine delle vergini, Rosa mistica, abbi pietà di noi.
Madre di Cristo, Torre della santa città di Davide, Prega per noi, Santa Madre di Dio.
Madre della Chiesa, Fortezza inespugnabile, E saremo degni delle promesse di Cristo.
Madre di misericordia, Santuario della divina presenza, Preghiamo
Madre della divina grazia, Arca dell’alleanza, Concedi ai tuoi fedeli, Signore Dio nostro,
Madre della speranza, Porta del cielo, di godere sempre la salute del corpo e dello
Madre purissima, Stella del mattino, spirito, per la gloriosa intercessione di Maria
Madre castissima, Salute degli infermi, santissima, sempre vergine, salvaci dai mali
Madre sempre vergine, Rifugio dei peccatori, che ora ci rattristano e guidaci alla gioia senza
Madre immacolata, Consolatrice degli afflitti, fine. Per Cristo nostro Signore. Amen.
Gesù Eucaristico: la Santa Messa 25
La Santa Messa è la forma di preghiera cattolica più eccelsa. In questo santo rito, infatti, si compie tutta l’opera della
Redenzione. La Santa Messa è un Sacrificio: il medesimo della Croce, sul Calvario cruento, nella Liturgia incruento. Il
cristiano cattolico non può far a meno di partecipare alla Santa Messa, perché in essa trova la Salvezza di cui ha bisogno,
e si incontra nell’Eucarestia col Signore Gesù Crocifisso e Risorto che si offre come cibo col suo Corpo e il suo Sangue. Ci
nutre perché siamo viandanti in cammino verso la Patria, il Cielo, e abbiamo bisogno di questo sostegno.
- Un buon cristiano ha il precetto di parteciparvi OGNI DOMENICA E NELLE SOLENNITA’ COMANDATE
(Natale, Epifania, Immacolata, S.Madre di Dio, Assunta)
- Per ricevere l’Eucarestia bisogna essere IN STATO DI GRAZIA (ossia senza aver compiuto peccati mortali:
in caso contrario ci si confessa prima)
Alcune indicazione del Santo Curato d’Ars per una buona partecipazione:
« Cominciate a prepararvi alla S. Messa sin da quando vi svegliate. Quando la campana suona per chiamarvi alla casa del Buon Dio, pensate
che è Gesù Cristo stesso che vi chiama. Andate in chiesa con un po’ di anticipo, al fine di avere qualche momento per meditare sulla grande
azione alla quale state per assistere. Non dite, come certa gente senza fede, che voi non avete il tempo, ricordate ciò che disse il Santo Profeta:
“ Quale gioia quando mi dissero: andremo alla casa del Signore” . Dal momento che uscirete da voi stessi, occupatevi di quello che andate a
fare e di ciò che domanderete al Buon Dio. Cominciate a lavare il vostro spirito dalle cose terrene, per non pensare che a Dio. Evitate ogni
conversazione inutile, che non serve altro che a farvi mal ascoltare la S. Messa. Entrando in chiesa, ricordatevi ciò che dice il Santo Patriarca
Giacobbe: “ E’ veramente la casa di Dio e la porta del cielo”. Quando siete al vostro posto, umiliatevi profondamente di fronte alla vostra
indegnità ed alla grandezza del vostro Dio che vuole, malgrado i vostri peccati, ammettervi alla sua presenza. Domandate a Dio che vi
faccia la grazia di non perdere nessuno dei favori che Egli accorda a coloro che vengono con le buone disposizioni. Aprite il vostro cuore,
affinché la Parola di Dio possa entrarvi, mettervi le radici e portarvi i frutti per la vita eterna. Prima di uscire dalla chiesa, non mancate mai
di ringraziare il Buon Dio delle grazie che vi ha concesso e andatevene in voi stessi, meditando su quello che avete visto e ascoltato. Allora la
casa del Buon Dio sarà veramente per noi la porta del cielo: è questo che io vi auguro. »
TRE REQUISITI PER FARE PRIMA DELLA S. COMUNIONE Figlio, nostro Signore Gesù Cristo, ebbe
26
UNA BUONA COMUNIONE dalla Vergine Maria, in modo che io stesso
Sto per accostarmi, o Dio onnipotente
- Essere in grazia di Dio venga incorporato al suo Mistico Corpo,
ed eterno, al sacramento che contiene il
-Sapere e pensare chi si va a ricevere la Chiesa, e annoverato tra le sue membra.
tuo Figlio unigenito, nostro Signore Gesù
-osservare il digiuno eucaristico di un’ora Concedimi, Padre amorevolissimo, di
Cristo; e mi accosto come infermo al
contemplare per sempre a volto scoperto, il
medico che ridona la vita, immondo alla
PRIMA DELLA SANTA MESSA tuo prediletto Figlio, che nel pellegrinaggio
sorgente di misericordia, cieco alla luce
PREGHIERA DI OFFERTA terrestre ricevo nascosto sotto le Specie
che non conosce tramonto, povero e
Eucaristiche: Lui che è Dio, e vive e regna
Eterno Padre ti offro il sacrificio che il tuo mendico al Signore del cielo e della terra.
con Te, nell’unione con lo Spirito Santo,
diletto Figlio Gesù ti offrì sulla Croce e che Perciò prego la tua divina munificenza
per tutti i secoli dei secoli. Amen.
tra breve si rinnoverà su quest’altare. Te lo di curare le mie infermità, lavare la mia
offro a nome di tutte le creature, con le Sante sporcizia, illuminare la mia cecità, arricchire
RINGRAZIAMENTO
Messe che si sono celebrate e si celebreranno la mia indigenza, vestire la mia nudità. Fa,
DOPO LA S. COMUNIONE
in tutto il mondo, per adorarti e renderti o Signore, che riceva il Pane degli Angeli,
l’onore che meriti, per ringraziarti dei tuoi il Re dei re, il Signore dei signori, con la
Anima di Cristo (Pag. 13)
innumerevoli benefici, per riparare le offese riverenza, l’umiltà, con il pentimento e
fatte a Te con i peccati che si commettono la devozione, la purezza, la fede, con la Orazione al Ss.mo Crocifisso (Pag. 12)
e per supplicarti per me, per la Chiesa, per retta intenzione e l’efficace proposito
il mondo intero e in modo particolare per che si convengono alla salvezza della mia
la salvezza dei morenti e in suffragio delle anima. O Dio mitissimo, concedimi di
Anime sante del Purgatorio. Amen. ricevere quel Corpo che il tuo unigenito
ATTO DI RIPARAZIONE CONSACRAZIONE A CRISTO
27
DOPO LA S. COMUNIONE PER MEZZO DELLA SANTA VERGINE
(Dell’Angelo di Fatima) Consapevole della mia vocazione cristiana, io rinnovo
oggi nelle tue mani, o Maria, gli impegni del mio
Mio Dio, io credo, adoro, spero e ti amo. Battesimo. Rinuncio a Satana, alle sue seduzioni e alle
Ti chiedo perdono per coloro che non credono, sue opere, e mi consacro a Gesù Cristo per portare
non adorano, non sperano, e non ti amano. con lui la mia croce nella fedeltà di ogni giorno alla
Santissima Trinità, Padre, Figlio e Spirito Santo: volontà del Padre. Alla presenza di tutta la Chiesa
ti adoro profondamente e ti offro ti riconosco mia Madre e Sovrana. A te offro e
consacro la mia persona, la mia famiglia, la mia vita
il preziosissimo Corpo, Sangue, Anima
e il valore delle mie buone opere, passate, presenti e
e Divinità di Gesù Cristo, future. Disponi di me e di quanto a me appartiene
presente in tutti i tabernacoli della terra alla maggior gloria di Dio, nel tempo e nell’eternità.
in riparazione degli oltraggi, Amen.
dei sacrilegi e delle indifferenze
con cui Egli stesso viene offeso. PREGHIERA DI “ADDIO ALL’ALTARE”
E per i meriti infiniti del suo Sacratissimo Cuore Sta in pace, o Altare di Dio. L’oblazione che ho
e per intercessione preso da te, sia per la remissione dei debiti e il
del Cuore Immacolato di Maria, perdono dei peccati, e mi ottenga di stare davanti
al tribunale di Cristo senza dannazione e senza
ti chiedo la conversione dei poveri peccatori.
confusione. Non so se mi sarà dato di ritornare e
Amen.
offrire sopra di te un altro Sacrificio. Proteggimi,
Signore, e conserva la tua santa Chiesa, quale via di
verità e di salvezza. Amen.
28 Gesù Eucaristico: pregare davanti al Tabernacolo
Il Tabernacolo è il luogo più sacro di tutta la terra. Qua è presente il Signore vivo e vero nel Santissimo
Sacramento dell’Eucarestia. Qua il Signore si da’ a conoscere ai suoi discepoli diletti e offre le divine consolazioni
al cuore di chi sta alla sua presenza. Davanti al Tabernacolo più che fare o dire qualcosa, si sta! È tempo
silenzioso di altissima contemplazione di Dio. Dedica del tempo settimanale, che potrà diventare
quotidiano, per compiere una visita eucaristica!
Alcune preghiere che possono favorire la Preghiera davanti al Tabernacolo:

LODI ALL’ALTISSIMO DIO (di San Francesco)


Tu sei santo, Signore solo Dio, Tu sei giustizia e temperanza,
che compi meraviglie. Tu sei tutto, ricchezza nostra a sufficienza.
Tu sei forte, Tu sei grande, Tu sei altissimo, Tu sei bellezza, Tu sei mansuetudine.
Tu sei onnipotente, Tu, Padre santo, Tu sei protettore,
re del cielo e della terra. Tu sei custode e nostro difensore,
Tu sei trino ed uno, Signore Dio degli dèi, Tu sei fortezza, Tu sei rifugio.
Tu sei il bene, ogni bene, il sommo bene, Tu sei la nostra speranza, Tu sei la nostra fede,
Signore Dio vivo e vero. Tu sei la nostra carità,
Tu sei amore e carità, Tu sei sapienza, Tu sei tutta la nostra dolcezza,
Tu sei umiltà, Tu sei pazienza, Tu sei la nostra vita eterna,
Tu sei bellezza, Tu sei sicurezza, Tu sei quiete. grande e ammirabile Signore,
Tu sei gaudio e letizia, Dio onnipotente, misericordioso Salvatore.
Tu sei la nostra speranza,
PREGHIERA DI SAN GIOVANNI M. VIANNEY COMUNIONE SPIRITUALE 29
Gesù mio, credo che Tu sei nel Santissimo Sacramento.
Ti amo, mio Dio, e il mio desiderio
Ti amo sopra ogni cosa e Ti desidero nell’anima mia.
é di amarti fino all’ultimo respiro della mia vita.
Poiché ora non posso riceverti sacramentalmente,
Ti amo, o Dio infinitamente amabile,
vieni almeno spiritualmente nel mio cuore. Come già
e preferisco morire amandoti,
venuto, io Ti abbraccio e tutto mi unisco a Te; non
piuttosto che vivere un solo istante senza amarti.
permettere che io mi abbia mai a separare da Te.
Ti amo, Signore, e l’unica grazia che ti chiedo
è di amarti eternamente. O SACRUM CONVIVIUM
Ti amo, mio Dio, e desidero il cielo, O Sacro Convito, in cui Cristo è nostro cibo, si perpetua
soltanto per avere la felicità di amarti perfettamente. la memoria della sua Pasqua, l’anima è ripiena di grazia e
Mio Dio, se la mia lingua non può dire ad ogni a noi è donato il pegno della gloria futura!
istante: ti amo, O SALUTARIS HOSTIA
voglio che il mio cuore te lo ripeta ogni volta che Oh, Ostia di salvezza, che apri le porte del cielo, aspre
respiro. battaglie ci stringono da ogni parte; donaci forza e
Ti amo, mio divino Salvatore, perché sei stato aiuto. Al Signore uno e trino sia gloria in eterno; da lui
crocifisso per me, attendiamo la vita senza fine nella patria celeste. Amen.
e mi tieni quaggiù crocifisso con te
GIACULATORIE
Mio Dio, fammi la grazia di morire amandoti
Sia lodato e ringraziato ogni momento
e sapendo che ti amo.
il santissimo e divinissimo Sacramento.
Ti adoro ogni momento, o vivo Pan del Ciel, gran Sacramento.
30 Confessione ed Esame di coscienza
Conoscendo la fragilità dell’uomo, il Signore misericordioso ha istituto dopo il Battesimo una seconda tavola di
salvezza: il Sacramento della Penitenza o della Confessione. Poiché il Signore è solito offrire il suoi doni all’uomo
mediante la sua Sposa, la Chiesa, anche il suo Perdono lo offre mediante essa e i suoi sacerdoti, che agiscono e
rimettono i peccati nella persona di Cristo stesso. Un buon cristiano si confessa regolarmente, almeno una volta al
mese. Ci si prepara alla Confessione con un buon Esame di Coscienza sulla base della Legge di Dio.

LA CONFESSIONE RICHIEDE CINQUE COSE:


1. Esame di coscienza (da farsi prima della Confessione, per riportare alla mente tutti i peccati commessi dall’ultima confessione ben fatta);
2. Dolore per i propri peccati (i peccati di cui non si è pentiti non possono essere rimessi)
3. Proposito di non commetterli più (i peccati dai quali non ci si vuole allontanare non possono essere rimessi)
4. Accusa/Confessione dei peccati (davanti al sacerdote)
5. Soddisfazione o penitenza dopo la Confessione (ossia quanto il sacerdote domanderà di
compiere dopo la confessione per rimediare al peccato)

ESAME DI COSCIENZA
“Ama il Signore tuo Dio”
Primo comandamento: non avrai altro Dio fuori di me
Dio è presente nella mia vita? La mia vita è orientata a dare gloria a Dio in ogni mia azione?
Ho praticato con costanza la preghiera quotidiana? Ho cercato di evitare distrazioni?
Ho atteso allo scopo principale della mia vita, quello della santificazione? L’ho amato con tutto il cuore?
Al contrario, ho partecipato a sedute spiritiche? Sono ricorso a maghi, sono stato superstizioso?
Ho praticato il maleficio? Ho praticato la “medicina dell’occhio”? Faccio uso di amuleti (“cornetti ”, “portafortuna” ecc)?
Secondo comandamento: non nominare il nome di Dio invano
Ho fatto dei voti o promesse a Dio che non ho mantenuto? Ho bestemmiato? Ho pronunciato il nome di Dio, 31
della Vergine Maria, dei Santi invano? Ho giurato il falso usando il nome di Dio?
Terzo comandamento: ricordati di santificare le feste
Ho trascurato di partecipare alla S. Messa domenicale o nelle altre feste di precetto? Ho ricevuto l’Eucaristia senza aver confessato
prima i peccati gravi? Ho taciuto peccati gravi in confessione? Mi sono recato a Messa con ritardo colpevole? Ho accolto il Signore
nella Santa Comunione col dovuto raccoglimento?
“Ama il tuo prossimo”
Quarto comandamento: onora il padre e la madre
Sono stato motivo di sofferenza per i genitori, per il marito, per la moglie, per gli altri familiari? Ho compiuto i miei doveri di lavoro? Sono
caritatevole in casa e col prossimo? Ho dato il mio contributo e il mio impegno alla società? Ho contribuito alle necessità della Chiesa?
Quinto comandamento: non uccidere
Ho ucciso? Ho commesso o consigliato l’aborto? Ho fatto uso di sostanze stupefacenti? Sono schiavo della gola o dell’alcool?
Ho compiuto mancanze gravi di carità? Ho perdonato le offese? Mi sono vendicato? Ho contribuito in modo colpevole a divisioni
familiari/amicali? Ho parlato male degli altri? Ho seminato discordie? Sono stato superbo, arrogante, vanitoso, invidioso? Vivo con
spirito di umiltà? Pratico opere di carità? Vivo dinamiche di contrasto/divisione/odio con parenti/conoscenti/vicini di casa ecc?
Sesto comandamento: non commettere atti impuri
Ho fatto uso scorretto della sessualità da solo o con altre persone? Nell’ambito matrimoniale, ho vissuto l’affettività secondo
le modalità prescritte dalla Chiesa? Ho conservato la fedeltà matrimoniale? Vivo situazioni sentimentali irregolari (convivenza,
separazione colpevole, divorzio)? Son ricorso alla pornografia? Sono stato puro nelle parole e nei pensieri?
Settimo comandamento: non rubare
Ho rubato? Ho danneggiato i beni altrui? Ho riparato quanto ho rubato o danneggiato? Ho cercato guadagni disonesti? Pago le
tasse? Ho sfruttato il mio prossimo non rimunerandolo come si doveva?
Ottavo comandamento: non dire falsa testimonianza
Sono stato bugiardo? Le affermazioni false hanno danneggiato il prossimo? Ho calunniato?
Ho espresso sospetti o giudizi temerari? Ho riparato le maldicenze, le calunnie e le bugie che hanno recato danno?
32 Nono comandamento: non desiderare la donna d’altri
Lascio proliferare nella mia mente desideri affettivi esterni alla vocazione familiare che vivo?
Decimo comandamento: non desiderare la roba d’altri
Sono invidioso dei beni altrui, desiderando che gli altri non li avessero? Ho goduto del male o delle disgrazie altrui?
Ho organizzato truffe nei confronti del prossimo, anche se poi non le ho realizzate?

Alcune preghiere di pentimento ATTO DI CONTRIZIONE


Mio Dio, ho un grande dispiacere di
ATTO DI DOLORE offendere più, né mai più disgustarti, averti offeso, perché Sei infinitamente
Mio Dio, mi pento e mi dolgo con tutto il perché ti amo sopra ogni cosa. Gesù buono e che il peccato ti dispiace. Prendo
cuore dei miei peccati, perché peccando mio, misericordia, perdonami! la ferma risoluzione, col tuo aiuto e la
ho meritato i tuoi castighi e molto più CONFESSO tua Santa Grazia, di non offenderti mai
perché ho offeso te, infinitamente buono Confesso a Dio onnipotente e a più e di fare penitenza.
e degno di essere amato sopra ogni cosa. voi, fratelli e sorelle, che ho molto PREGHIERA PER OTTENERE
Propongo col tuo santo aiuto di peccato in pensieri, parole, opere e
non offenderti mai più e di fuggire IL DONO DELLE LACRIME
omissioni per mia colpa, mia colpa, O Dio onnipotente e mitissimo, che
le occasioni prossime di peccato. mia grandissima colpa. E supplico
Signore, misericordia, perdonami. hai fatto scaturire dalla roccia una fonte
la beata sempre Vergine Maria, gli d’acqua viva per il popolo assetato,
O GESÙ D’AMORE ACCESO angeli, i santi e voi, fratelli e sorelle, di strappa alla durezza del nostro cuore
O Gesù, d’amore acceso, non t’avessi pregare per me il Signore Dio nostro.. lacrime di pentimento: affinché possiamo
mai offeso! O mio caro e buon Gesù, piangere i nostri peccati e meritare, per tua
con la Tua Santa Grazia non ti voglio misericordia, la loro remissione. Amen.
Salmi e Cantici spirituali 33

SALMO 23 SALMO 129 SALMO 103


Fiducia e abbandono in Dio Richiesta di perdono Nella gioia e nel ringraziamento
Il Signore è il mio pastore: Dal profondo a te grido, o Signore; Benedici il Signore, anima mia,
non manco di nulla. Signore, ascolta la mia voce. quanto è in me benedica il suo santo nome.
Su pascoli erbosi mi fa riposare, Siano i tuoi orecchi attenti Benedici il Signore, anima mia,
ad acque tranquille mi conduce. non dimenticare tutti i suoi benefici.
alla voce della mia supplica. Egli perdona tutte le tue colpe,
Rinfranca l’anima mia, Se consideri le colpe, Signore, guarisce tutte le tue infermità,
mi guida per il giusto cammino Signore, chi ti può resistere? salva dalla fossa la tua vita,
a motivo del suo nome. Ma con te è il perdono: ti circonda di bontà e misericordia.
Anche se vado per una valle oscura, così avremo il tuo timore. Il Signore compie cose giuste,
non temo alcun male, perché tu sei con me. difende i diritti di tutti gli oppressi.
Io spero, Signore. Misericordioso e pietoso è il Signore,
Il tuo bastone e il tuo vincastro Spera l’anima mia, lento all’ira e grande nell’amore.
mi danno sicurezza. attendo la sua parola. Non ci tratta secondo i nostri peccati
Davanti a me tu prepari una mensa L’anima mia è rivolta al Signore e non ci ripaga secondo le nostre colpe.
sotto gli occhi dei miei nemici. più che le sentinelle all’aurora. Come è tenero un padre verso i figli,
Ungi di olio il mio capo; così il Signore è tenero verso quelli che lo temono,
Più che le sentinelle l’aurora, L’amore del Signore è da sempre,
il mio calice trabocca. Israele attenda il Signore, per sempre su quelli che lo temono,
Sì, bontà e fedeltà mi saranno compagne perché con il Signore è la misericordia e la sua giustizia per i figli dei figli,
tutti i giorni della mia vita, e grande è con lui la redenzione. per quelli che custodiscono la sua alleanza
abiterò ancora nella casa del Signore Egli redimerà Israele e ricordano i suoi precetti per osservarli.
per lunghi giorni. Benedite il Signore, voi tutte opere sue.
da tutte le sue colpe.
Benedici il Signore, anima mia.
34 SALMO 40 SALMO 27 SALMO 63
Richiesta di aiuto Nella prova e nella malattia Desiderio di Dio
Il Signore è mia luce e mia salvezza: O Dio, tu sei il mio Dio,
Non rifiutarmi, Signore, la tua misericordia, di chi avrò timore? dall’aurora io ti cerco,
la tua fedeltà e la tua grazia Il Signore è difesa della mia vita: ha sete di te l’anima mia,
mi proteggano sempre, di chi avrò paura? desidera te la mia carne
poiché mi circondano mali senza numero, Una cosa ho chiesto al Signore, in terra arida, assetata, senz’acqua.
le mie colpe mi opprimono questa sola io cerco: Così nel santuario ti ho contemplato,
e non posso più vedere. abitare nella casa del Signore guardando la tua potenza e la tua gloria.
Sono più dei capelli del mio capo, tutti i giorni della mia vita, Poiché il tuo amore vale più della vita,
il mio cuore viene meno. per contemplare la bellezza del Signore
le mie labbra canteranno la tua lode.
Degnati, Signore, di liberarmi; e ammirare il suo santuario.
Così ti benedirò per tutta la vita:
accorri, Signore, in mio aiuto. Nella sua dimora mi offre riparo
nel giorno della sventura. nel tuo nome alzerò le mie mani.
Esultino e gioiscano in te quanti ti cercano,
Mi nasconde nel segreto della sua tenda, Come saziato dai cibi migliori,
dicano sempre: «Il Signore è grande»
sopra una roccia mi innalza. con labbra gioiose ti loderà la mia bocca.
quelli che bramano la tua salvezza.
Ascolta, Signore, la mia voce. Quando nel mio letto di te mi ricordo
Io sono povero e infelice;
Io grido: abbi pietà di me, rispondimi! e penso a te nelle veglie notturne,
di me ha cura il Signore.
Il mio cuore ripete il tuo invito: a te che sei stato il mio aiuto,
Tu, mio aiuto e mia liberazione,
“Cercate il mio volto!”. esulto di gioia all’ombra delle tue ali.
mio Dio, non tardare.
Il tuo volto, Signore, io cerco. A te si stringe l’anima mia:
Non nascondermi il tuo volto, la tua destra mi sostiene.
non respingere con ira il tuo servo.
Sei tu il mio aiuto, non lasciarmi,
non abbandonarmi, Dio della mia salvezza.
CANTICO - Col 2 CANTICO - Fil 2 CANTICO - Ef 2
Contemplazione dell’opera di Cristo La Passione e Glorificazione del Signore La Salvezza in Cristo 35
Ringraziamo con gioia Dio, Gesù Cristo, pur essendo di natura divina, Benedetto sia Dio,
Padre del Signore nostro Gesù Cristo, non considerò un tesoro geloso Padre del Signore nostro Gesù Cristo,
perché ci ha messi in grado di partecipare la sua uguaglianza con Dio; che ci ha benedetti
alla sorte dei santi nella luce, con ogni benedizione spirituale nei cieli, in Cristo.
ma spogliò se stesso, In lui ci ha scelti
ci ha liberati dal potere delle tenebre assumendo la condizione di servo prima della creazione del mondo,
ci ha trasferiti nel regno del suo Figlio diletto, e divenendo simile agli uomini; per trovarci, al suo cospetto,
per opera del quale abbiamo la redenzione, apparso in forma umana, umiliò se stesso santi e immacolati nell’amore.
la remissione dei peccati. facendosi obbediente fino alla morte Ci ha predestinati a essere suoi figli adottivi
Cristo è immagine del Dio invisibile, e alla morte di croce. per opera di Gesù Cristo,
generato prima di ogni creatura; Per questo Dio l’ha esaltato secondo il beneplacito del suo volere,
è prima di tutte le cose a lode e gloria della sua grazia,
e gli ha dato il nome che ci ha dato nel suo Figlio diletto.
e tutte in lui sussistono.
che è al di sopra di ogni altro nome; In lui abbiamo la redenzione
Tutte le cose sono state create per mezzo di lui
e in vista di lui: perché nel nome di Gesù ogni ginocchio si pieghi mediante il suo sangue,
quelle nei cieli e quelle sulla terra, nei cieli, sulla terra la remissione dei peccati
quelle visibili e quelle invisibili. e sotto terra; secondo la ricchezza della sua grazia.
e ogni lingua proclami Dio l’ha abbondantemente riversata su di noi
Egli è il capo del corpo, che è la Chiesa; con ogni sapienza e intelligenza,
è il principio di tutto, che Gesù Cristo è il Signore,
poiché egli ci ha fatto conoscere
il primogenito di coloro che risuscitano dai morti, a gloria di Dio Padre. il mistero del suo volere,
per ottenere il primato su tutte le cose. il disegno cioè di ricapitolare in Cristo tutte le cose,
Piacque a Dio di fare abitare in lui ogni pienezza quelle del cielo come quelle della terra.
per mezzo di lui riconciliare a sé tutte le cose, Nella sua benevolenza lo aveva in lui prestabilito
rappacificare con il sangue della sua croce, per realizzarlo nella pienezza dei tempi.
gli esseri della terra e quelli del cielo.
36 Altre preghiere
TE DEUM Verrai a giudicare il mondo Ti lodiamo pregando, Signore,
Noi ti lodiamo, o Dio, alla fine dei tempi. che sei venuto a togliere i peccati.
ti proclamiamo, Signore. Soccorri i tuoi figli, o Signore, Ti supplichiamo, grande Redentore,
O eterno Padre, che hai redento col tuo sangue prezioso. che il Padre ci mandò come Pastore.
tutta la terra ti adora. Accoglici, accoglici nella tua gloria Tu sei il Cristo, il Signore, il Salvatore,
A te cantano gli angeli nell’assemblea dei santi, nato dalla Vergine Maria.
e le potenze dei cieli. nell’assemblea dei santi. Libera per sempre da opgni colpa
Santo, Santo, Santo Salva il tuo popolo, Signore, noi che riceviamo il sacrosanto calice.
il Signore Dio dell’universo. guida e proteggi i tuoi figli. _________________________
I cieli e la terra Ogni giorno ti benediciamo
sono pieni della tua gloria. e lodiamo il tuo nome. PER LA CHIESA
Ti acclama il coro degli apostoli, Degnati oggi, Signore, Dio onnipotente ed eterno, che hai
la candida schiera dei martiri, di custodirci senza peccato. rivelato in Cristo la tua gloria a tutte
le voci dei profeti Sia con noi la tua misericordia: le genti, custodisci l’opera della tua
si uniscono nella tua lode. in te abbiamo sperato. misericordia, perché la santa Chiesa,
La Santa Chiesa Pietà di noi, Signore, diffusa su tutta la terra, salda nella
proclama la tua gloria, pietà, pietà di noi. fede, perseveri nella confessione del
adora il tuo unico Figlio Tu sei la nostra speranza, tuo nome. Per Cristo nostro Signore.
e lo Spirito Paraclito. non saremo confusi in eterno. Amen.
O Cristo, re di gloria,
eterno Figlio del Padre, TE LAUDAMUS DOMINE PER IL PAPA
tu nascesti dalla Vergine Madre Inno Ambrosiano Signore Gesù, pastore eterno di
per la salvezza dell’uomo. Ti lodiamo, Signore onnipotente, tutti i fedeli, tu che hai costruito
Vincitore della morte che siedi sopra i cherubini e i serafini. la tua Chiesa sulla roccia di Pietro,
apristi ai credenti il tuo regno. Ti benedicono gli angeli e gli arcangeli, assisti continuamente il Papa perchè
Tu siedi alla destra di Dio, ti lodano i profeti con gli apostoli. sia, secondo il tuo progetto, il
nella gloria del Padre.
segno vivente e visibile, e il promotore Fa’ che l’ insuccesso non lo avvilisca e il Accogli il nostro lavoro perché
instancabile dell’unità della tua Chiesa nella successo non lo renda superbo. Rendici ci procuri il pane quotidiano 37
verità e nell’amore. Annunci al mondo con docili alla sua voce. Fa’ che sia per noi e sia un servizio ai fratelli.
apostolico coraggio tutto il tuo vangelo. maestro, medico, padre. Dagli idee chiare, Benedici tutti noi perché arriviamo nel tuo
Ascolti le voci e le aspirazioni che salgono concrete, possibili; a lui la forza per attuarle, regno. Amen.
dai fedeli e dal mondo, non si stanchi mai a noi la generosità nella collaborazione. Fa’ PER LE FAMIGLIE IN DIFFICOLTÀ
di promuovere la pace. Governi e diriga il che ci guidi con l’ amore, con l’ esempio; Noi ti preghiamo, Signore, per le coppie
popolo di Dio avendo sempre dinanzi agli con la parola, con le opere. Fa’ che in lui divise, per gli sposi separati o divorziati, per
occhi il tuo esempio, o Cristo buon Pastore, vediamo, stimiamo ed amiamo Te. Che non i figli feriti e i figli ribelli, accorda loro la tua
che sei venuto non per essere servito ma si perda nessuna, delle anime che gli hai pace. Rendi feconda la loro croce, aiutali a
per servire e dare a vita per le pecore. A affidato. Salvaci insieme con lui. Amen. vivere in unione con la tua passione, morte
noi concedi, o Signore, una forte volontà PER LE VOCAZIONI e resurrezione; dona ad essi consolazione
di comunione con lui e la docilità ai suoi SACERDOTALI nelle prove, guarisci le loro ferite; dona agli
insegnamenti. O Gesù, Sacerdote Eterno, suscita in molti sposi il coraggio di perdonare dal profondo.
PER IL VESCOVO giovani che si aprono alla vita il desiderio Riunisci in Gesù, attraverso Maria, tutte le
famiglie, unite o divise, perché un giorno
O Dio, pastore e guida di tutti i credenti, santo di farsi sacerdoti per il bene delle tutti insieme possiamo prendere parte alla
guarda con benevolenza il tuo servo (N) anime. Infondi in tutti coloro, che chiami al tua gioia eterna. Amen!
che hai posto a presiedere questa santa tuo Ministero, un desiderio ardente di santità
Chiesa; donagli di edificare con la parola e e di apostolato. Che i tuoi Sacerdoti siano PER UN AMMALATO
con l’esempio il popolo a lui affdato perché, Angeli di purezza, amanti della povertà, O Cristo, medico dei corpi e delle anime
insieme al suo gregge, giunga alla vita eterna. efficaci nella parola e nelle opere. Amen. veglia sul nostro fratello infermo e sofferente;
Per Cristo nostro Signore. Amen. e, come il buon samaritano, versa sulle sue
PER LA FAMIGLIA ferite l’olio della consolazione e il vino della
PER IL PARROCO (San Paolo VI) Signore, benedici la nostra casa perché sia speranza. Con grazia sanante del tuo Spirito,
Signore, ti ringrazio di averci dato un uomo, un luogo di amore e di accoglienza. Guarda illumina la difficile esperienza della malattia
non un angelo, come pastore delle nostre alla nostra famiglia perché in essa regni e del dolore, perché sollevato nel corpo e
anime; illuminalo con la tua luce, assistilo la pace. Veglia su ognuno di noi perché nell’anima si unisca a tutti noi nel rendimento
con la tua grazia, sostienilo con la tua forza. cammini sempre nella verità e nella carità. di grazie al Padre delle misericordie. Amen.
38 In suffragio dei defunti
La realtà della Comunione dei Santi, ovvero il legame profondo fra Chiesa militante, purgante e trionfante, ci invita alla preghiera per i
nostri fratelli che, fatti salvi, vivono la dolorosa, ma necessaria, esperienza del Purgatorio per poter accedere alla visione di Dio in Cielo.
Pregare per i defunti, conosciuti o non, è un atto di carità soprannaturale. La nostra preghiera li suffragia, ossia giova loro. La tradizione
della Chiesa ci insegna inoltre che le Anime del Purgatorio intercedono per noi, Chiesa militante.
Le Anime vanno aiutate nelle espiazione delle loro pene affinché si presentino Pure al cospetto di Dio. Per suffragare le Anime del
Purgatorio ci si può adoperare in vari modi:
Con la S. Messa. Per ogni S. Messa celebrata molte Anime escono dal Purgatorio. Esse non provano nessun tormento durante la
messa offerta per loro (S. Girolamo).
Con la Comunione. La S. Comunione, dopo il sacrificio dell'altare, è l'atto più sublime della religione, meritorio per i vivi e per i defunti (S. Agostino)
Facendo elemosine. Conviene soccorrere i morti non con le lacrime ma con elemosine (S. Giovanni Crisostomo)
Facendo visita, al Cimitero, presso le tombe dei nostri defunti e recitando preghiere in loro suffragio.
Con la Preghiera, il Digiuno, le opere di Carità in loro suffragio.

L’ETERNO RIPOSO (vedi pag. 5)

OFFERTA AL PADRE PER UN’ANIMA PARTICOLARE


Eterno Padre, io ti offro il Sangue Onnipotente Eterno Padre, nella Tua bontà paterna, abbi compassione
preziosissimo del Tuo Divin Figlio, del/la tuo/a servo/a... Tu che l’hai chiamato/a a te da questo mondo,
Gesù, in unione con tutte le Messe purificalo/a dai suoi peccati, portalo/a nel Regno della Luce e della Pace,
celebrate oggi nel mondo, in suffragio nel consesso dei Santi e donagli la sua parte di gaudio eterno. Per questo noi
di tutte le anime sante del Purgatorio ti preghiamo. Per Cristo Nostro Signore. Amen.
PER LE ANIME PIÙ ABBANDONATE GIACULATORIA ALLE ANIME PURGANTI
DEL PURGATORIO Anime sante, anime del Purgatorio, 39
pregate Dio per me, ch’io pregherò per voi,
Gesù, per la mortale agonia che patisti nell’Orto del Getsemani,
perché vi doni la gloria del Paradiso
per i dolori acerbissimi che soffristi durante la Flagellazione
e la Coronazione di Spine, lungo la salita al Monte Calvario, Preghiere indulgenziate
durante la Tua Crocefissione e Morte, abbi pietà delle anime
del Purgatorio e, in particolare, delle anime più dimenticate! TI ADORO O CROCE SANTA
Liberale dai loro tormenti, chiamale a Te e accoglile fra le Tue Ti adoro, o Croce Santa, che fosti ornata del Cor­
po Sacratissimo del mio Signore, coperta e tinta del suo
INVOCAZIONE DELLE ANIME PURGANTI Preziosissimo Sangue. Ti adoro, mio Dio, posto in croce per
Anime sante del Purgatorio, noi ci ricordiamo di voi per me. Ti adoro, o Croce Santa, per amore di Colui che è il mio
alleggerire la vostra purificazione con i nostri suffragi; Signore. Amen.
voi ricordatevi di noi per aiutarci, perché è vero che per (Recitata 33 volte il Venerdì Santo, libera 33 Anime del Purgatorio.
voi stesse non potete far nulla, ma per gli altri potete Recitata 50 volte ogni venerdì, ne libera 5)
moltissimo. Le vostre preghiere sono molto potenti e
giungono presto al trono di Dio. Otteneteci la liberazione DAVANTI AL CROCIFISSO
da tutte le disgrazie, le miserie, le malattie, le angosce e Adoro te, Croce preziosa, che con le venerabili membra
i travagli. Otteneteci la pace dello spirito, assisteteci in del mio Signore Gesù Cristo foste ador­nata, e col suo
tutte le azioni, soccorreteci prontamente nei nostri bisogni preziosissimo san­gue tinta. Adoro te mio Dio, posto su
spirituali e temporali, consolateci e difendeteci nei pericoli. quella Croce per amor mio.
Fate che un giorno possiamo venire con voi nella Pace e Pater, Ave, Gloria e Requiem
nella Gioia del Paradiso. (Con questa Orazione si liberano tre anime dal Purgatorio ogni
3Gloria al Padre, 3 Eterno riposo. venerdì che si recita, e 33 al Venerdì Santo)
CORONA DEI CENTO REQUIEM
40 Moltissime grazie si narrano, ottenute dai devoti delle sante Anime per mezzo della corona dei Cento Requiem. Per questo pio esercizio, ognuno
può servirsi d’un rosario comune di cinque poste o decine, percorrendolo due volte, per formare le dieci decine, ossia il centinaio di Requiem.
Segno della Croce
Per ogni posta: 5. Ti offro, adorato mio Gesù, per le anime del Purgatorio l’umiliazione da te
tollerata, quando, per trattarti da finto re, ti hanno posto sulle spalle un cencio di
- Recita dell’offerta porpora e ti hanno dato per scettro una canna, ti cinsero il capo con la tormentosa
- Padre Nostro corona di spine, e così Pilato ti mostrò al popolo con le parole: Ecce homo.
- 10 Eterno Riposo
- Giaculatoria: 6. Ti offro, adorato mio Gesù, per le anime del Purgatorio, l’ineffabile rammarico
“Anime sante del Purgatorio, pregate per me, che provasti, quando contro di te si gridò: crucifige, crucifige: ed il penoso peso
sostenuto con sublime rassegnazione lungo la via del Calvario, col pesante legno
ch’ io pregherò Dio per voi, che vi doni la gloria del Paradiso.” della croce sulle spalle.
1. Ti offro, adorato mio Gesù, in aiuto delle anime del Purgatorio, i meriti dei 7. Ti offro, adorato mio Gesù, per le anime del Purgatorio, la compassione pietosa,
patimenti e dei dolori da te sofferti per la nostra redenzione.E incomincio dal e il dolore profondo da te interamente sentito, allorquando dalla tua diletta Madre,
contemplare quel sangue, che trasudò dal tuo corpo per la tristezza e l’angustia che venuta ad incontrarti e ad abbracciarti, fosti con tanta violenza separato.
ti assalì nell’orto degli Ulivi.
8. Ti offro, adorato mio Gesù, per le anime del Purgatorio, gli inauditi tormenti
2. Ti offro, adorato mio Gesù, per le anime del Purgatorio, la somma afflizione, che patisti quando, disteso sulla croce il tuo corpo sanguinante, fosti orribilmente
che ti strinse il cuore, nel vedere un tuo discepolo, Giuda, da te amato e beneficato, trafitto con chiodi nelle nani e nei piedi, e innalzato sopra l’ignominioso patibolo.
il quale, fattosi persecutore, con bacio sacrilego ti tradì per consegnarti nelle mani
di crudeli nemici. 9. Ti offro, adorato mio Gesù, per le anime del Purgatorio le angosce e le pene, che
per tre ore continue sopportasti pendente alla croce e gli spasimi, che soffristi in
3. Ti offro, adorato mio Gesù, per le anime del Purgatorio, la mirabile pazienza tutte le membra, accresciuti dalla presenza della tua addolorata Madre, testimone
con cui sopportasti tanti oltraggi da quella vile soldatesca, che ti trascinò da Anna di una simile straziante agonia.
a Caifa, da Pilato ad Erode, il quale, per maggior disprezzo, facendoti indossare
la veste dei folli, fra le beffe e le derisioni del popolo, ti rimandò al governatore 10. Ti offro, adorato mio Gesù, per le anime del Purgatorio, la desolazione da cui
romano. fu oppressa la Vergine Santissima nell’assistere alla tua morte, e lo schianto del
suo tenero cuore nell’accoglierti esanime, deposto dalla croce, tra le sue braccia.
4. Ti offro, adorato mio Gesù, per le anime del Purgatorio, l’amarezza che turbò
il tuo spirito allorché dai Giudei, tu innocente e giusto fosti posposto a Barabba,
sedizioso ed omicida; poi legato alla colonna, senza alcuna pietà, fosti percosso Si conclude con la recita del De Profundis (Salmo 129) (vedi pag. 33)
con innumerevoli frustate.
Invochiamo i Santi del Cielo
A SAN MICHELE ARCANGELO Messaggero dei segreti del Signore, mia salvezza, quando nel santo
41
Principe delle Milizie celesti Eccoti, san Gabriele. Battesimo mi ha adottato per uno
(Leone XIII) Risveglia in noi l’ amore dei suoi figliuoli,ottienimi con la tua
San Michele Arcangelo, difendici Per i sentieri della Luce. potente intercessione che io viva una
nella lotta: sii il nostro aiuto contro vita conforme allo spirito di quella
la malvagità e le insidie del demonio. legge santa ed immacolatadi cui fosti
Nella nostra ricerca del Regno,
Supplichevoli preghiamo che Dio lo così zelante osservatore.
Eccoti, san Raffaele. Aiutami caritatevole protettore
domini e Tu, Principe della Milizia Nostro sostegno contro la malattia dell’anima mia, a ricuperare tutto
Celeste, con il potere che ti viene E nostra guida verso la Salvezza. quello che ho perduto col peccato, a
da Dio, incatena nell’inferno satana combattere i miei spirituali nemici che
e gli spiriti maligni, che si aggirano Radiosa folla di angeli, sempre tentano di sedurmi.
per il mondo per far perdere le tutti voi aiutateci; Fa, con le tue preghiere presso Dio,
anime. Amen. affinché possiamo essere vostri che egli mi conceda la grazia di imitare
compagni nella felicità che Dio prodiga. fedelmente le tue luminose virtù.
INNO AI SANTI ARCANGELI Difendimi perciò da ogni pericolo
Nella gioia, santi arcangeli Onore, potere e gloria nel corso della mia vita, e non mi
Noi vi celebriamo. abbandonare nell’ora della mia morte,
al Padre, al Figlio e allo Spirito,
Vicinissimi a Dio per servirlo affinchè dopo averti rassomigliato nel
il Dio Santissimo che voi cantate nome su questa terra,sia introdotto nel
Voi risplendete della Sua Gloria. nel vostro inno senza fine. Amen. cielo a partecipare alla tua gloria per
tutta l’eternità.
Alla testa degli eserciti celesti, PREGHIERA AL SANTO
Eccoti, san Michele. DI CUI SI PORTA IL NOME
Con la forza della tua destra, O glorioso/a S. (N), a cui per
Trionfa la Grazia di Dio. somiglianza del nome, Iddio ha in
modo speciale affidato la cura della
A San Giuseppe così ora difendi la santa Chiesa di Dio Giuseppe, figlio di Davide,
42 dalle ostili insidie e da ogni avversità; e non temere di prendere con te Maria,
stendi ognora sopra ciascuno di noi il tua sposa.
A TE O BEATO GIUSEPPE (Leone XIII) tuo patrocinio, affinché a tuo esempio Perché il bambino che è generato in lei
A te, o beato Giuseppe, stretti dalla e mediante il tuo soccorso, possiamo viene dallo Spirito Santo.
tribolazione, ricorriamo, e fiduciosi virtuosamente vivere, piamente morire
invochiamo il tuo patrocinio, dopo Ave Giuseppe, ....
e conseguire l’eterna beatitudine in
quello della tua santissima sposa. cielo. Amen.
Per quel sacro vincolo di carità, che Ella darà alla luce un figlio
e tu lo chiamerai Gesù
ti strinse all’Immacolata Vergine Egli infatti salverà il Suo popolo dai suoi
Maria, Madre di Dio, e per l’amore peccati.
paterno che portasti al fanciullo ANGELUS DI SAN GIUSEPPE
Gesù, riguarda, te ne preghiamo, con Ave Giuseppe, ...
occhio benigno la cara eredità che L’angelo del Signore apparve
Gesù Cristo acquistò col suo Sangue, in sonno a Giuseppe. Prega per noi, glorioso Patriarca san Giuseppe.
e col tuo potere ed aiuto sovvieni ai Affinché Maria non venisse ripudiata. Perché siamo resi degni delle promesse di Cristo.
nostri bisogni. Proteggi, o provvido Ave Giuseppe, ricco di grazia,
custode della divina Famiglia, l’eletta Preghiamo.
il Signore è con te. Sorretti dal patrocinio dello Sposo della Tua
prole di Gesù Cristo: allontana da Tu sei benedetto fra gli uomini
noi, o Padre amatissimo, gli errori Santissima Madre, Ti preghiamo, Signore,
e benedetto è il frutto per la Tua misericordia: che i nostri cuori
e i vizi, che ammorbano il mondo; del seno di Maria, Gesù. possano disprezzare tutte le cose terrene e
assistici propizio dal cielo in questa San Giuseppe, padre putativo amare Te, vero Dio, con un amore perfetto.
lotta col potere delle tenebre, o del Figlio di Dio, Tu che vivi e regni nei secoli dei secoli Amen.
nostro fortissimo protettore; e come prega per noi peccatori,
un tempo salvasti dalla morte la adesso e nell’ora della nostra morte. Gloria al Padre... (3 volte)
minacciata vita del pargoletto Gesù, Amen. L’Eterno riposo...
Preghiere in lingua latina 43
SIGNUM CRUCIS GLORIA PATRI SALVE REGINA
In nómine Patris et Fílii Glória Patri et Fílio et Spirítui Sancto. Salve, Regína, Mater misericórdiae,
et Spíritus Sancti. Amen. Sicut erat in princípio, et nunc et semper vita, dulcédo et spes nostra, salve. Ad
et in sǽcula sæculórum. Amen. te clamámus, éxsules filii Evae. Ad te
PATER NOSTER suspirámus geméntes et flentes in hac
Pater noster, qui es in cælis: sanctificétur SYMBOLUM APOSTOLICUM lacrimárum valle. Eia ergo, advocáta
Nomen Tuum: advéniat Regnum Tuum: Credo in Deum Patrem omnipoténtem, nostra, illos tuos misericórdes óculos
fiat volúntas Tua, sicut in cælo, et in terra. Creatorem caeli et terrae, et in Iesum ad nos convérte. Et Iesum, benedíctum
Panem nostrum cotidiánum da nobis Christum, Filium Eius unicum, fructum ventris tui, nobis, post hoc
hódie, et dimítte nobis débita nostra, sicut Dominum nostrum, qui concéptus est exsílium, osténde. O clemens, o pia, o
et nos dimíttimus debitóribus nostris. et de Spíritu Sancto, natus ex Maria Virgine, dulcis Virgo María!
ne nos indúcas in tentatiónem; sed líbera passus sub Póntio Piláto, crucifixus,
nos a malo. Amen. mórtuus, et sepúltus, descéndit ad ANGELE DEI
Angele Dei, qui custos es mei, me, tibi
ínferos, tértia die resurréxit a mórtuis,
AVE MARIA commíssum pietáte supérna, illúmina,
ascéndit ad caelos, sedet ad déxteram
Ave, Maria, grátia plena, Dóminus tecum. custódi, rege et gubérna. Amen.
Dei Patris omnipoténtis, inde ventúrus
Benedícta tu in muliéribus, et benedíctus
fructus ventris tui, Iesus.
est iudicáre vivos et mórtuos. Et in REQUIEM AETERNAM
Sancta María, Mater Dei, ora pro nobis Spíritum Sanctum, sanctam Ecclésiam Réquiem aetérnam dona eis, Dómine, et
peccatóribus, nunc et in hora mortis cathólicam, sanctórum communiónem, lux perpétua lúceat eis. Requiéscant in
nostrae. Amen. remissiónem peccatórum, carnis pace. Amen.
resurrectiónem, vitam aetérnam. Amen.
44 Breve sintesi della Fede e dei precetti della Chiesa
I DUE MISTERI PRINCIPALI DELLA FEDE
1. Unità e Trinità di Dio.
2. Incarnazione, Passione, Morte e Risurrezione del Nostro Signore Gesù Cristo.
I DIECI COMANDAMENTI (vedi pagg. 30-31)
LE TRE VIRTÙ
I CINQUE PRECETTI DELLA SANTA CHIESA
1. «Partecipare alla Messa la domenica e le altre feste comandate» TEOLOGALI
2. «Confessare i propri peccati almeno una volta all’anno.» 1. Fede
3. «Ricevere il sacramento dell’Eucaristia almeno a Pasqua.» 2. Speranza
4. «Astenersi dal mangiare carne e osservare il digiuno nei giorni stabiliti dalla Chiesa.» 3. Carità.
5. «Sovvenire alle necessità materiali della Chiesa stessa, secondo le proprie possibilità.»

LE BEATITUDINI (Mt 5) LE QUATTRO VIRTÙ


Beati i poveri in spirito, perché di essi è il regno dei cieli. CARDINALI
Beati gli afflitti, perché saranno consolati. 1. Prudenza
Beati i miti, perché erediteranno la terra. 2. Giustizia
Beati quelli che hanno fame e sete della giustizia, perché saranno saziati.
Beati i misericordiosi, perché troveranno misericordia. 3. Fortezza
Beati i puri di cuore, perché vedranno Dio. 4. Temperanza.
Beati gli operatori di pace, perché saranno chiamati figli di Dio.
Beati i perseguitati per causa della giustizia, perché di essi è il regno dei cieli.
Beati voi quando vi insulteranno, vi perseguiteranno e, mentendo, diranno ogni sorta di male
contro di voi, per causa mia. Rallegratevi ed esultate, perché grande è la vostra ricompensa nei cieli.
I SETTE SACRAMENTI LE 7 OPERE DI MISERICORDIA I 7 PECCATI CONTRO
Battesimo SPIRITUALE LO SPIRITO SANTO 45
Cresima 1. Consigliare i dubbiosi. 1. Disperazione della salvezza
Eucaristia 2. Insegnare agli ignoranti. 2. Presunzione di salvarsi senza merito
Penitenza
3. Ammonire i peccatori. 3. Impugnare la verità conosciuta
Unzione degli infermi
Ordine sacro
4. Consolare gli afflitti. 4. Invidia della grazia altrui
Matrimonio 5. Perdonare le offese. 5. Ostinazione nei peccati
6. Sopportare pazientemente le persone moleste. 6. Impenitenza finale
I SETTE DONI 7. Pregare Dio per i vivi e per i morti.
DELLO SPIRITO SANTO I 4 PECCATI CHE GRIDANO VENDETTA A DIO
LE 7 OPERE DI MISERICORDIA
1. Sapienza
CORPORALE 1. Omicidio volontario
2. Intelletto
3. Consiglio 1. Dar da mangiare agli affamati. 2. Peccato impuro contro natura
4. Fortezza 2. Dar da bere agli assetati. 3. Oppressione dei poveri
5. Scienza 3. Vestire gli ignudi. 4. Defraudare la giusta mercede a chi lavora
6. Pietà 4. Alloggiare i pellegrini.
7. Timor di Dio. 5. Visitare gli infermi.
6. Visitare i carcerati. I 4 DOGMI MARIANI
I SETTE VIZI CAPITALI
1. Superbia 7. Seppellire i morti. 1. Divina Maternità
2. Avarizia 2. Perpetua Verginità
I QUATTRO NOVISSIMI
3. Lussuria 3. Immacolata Concezione
(Ossia le Realtà ultime)
4. Ira 4. Assunzione al Cielo
1. Morte
5. Gola
2. Giudizio
6. Invidia
3. Inferno
7. Accidia.
4. Paradiso.
Alcune verità di fede 18. Che cos’è il purgatorio? Il purgatorio è il patimento
46 dal CATECHISMO DELLA DOTTRINA CRISTIANA temporaneo della privazione di Dio, e di altre pene che tolgono
1. Chi ci ha creato? Ci ha creato Dio dall’anima ogni resto di peccato.
2. Chi è Dio? Dio è l’Essere perfettissimo, Creatore e 19. Perché Dio premia i buoni e castiga i cattivi? Dio premia i
Signore del cielo e della terra. buoni e castiga i cattivi perché è la giustizia infinita.
6. Dio ha corpo come noi?
Dio non ha corpo come noi, ma è purissimo spirito. 20. Dio è uno solo? Dio è uno solo, ma in tre Persone, uguali e
7. Dov’è Dio? Dio è in cielo, in terra e in ogni luogo: Egli è l’Immenso. distinte, che sono la Santissima Trinità.
8. Dio è sempre stato? Dio è sempre stato e sempre sarà: Egli è l’Eterno. 21. Come si chiamano le tre persone della Santissima Trinità?
9. Dio sa tutto? Dio sa tutto, anche i nostri pensieri: Egli è l’Onnisciente. Le tre Persone della Santissima Trinità si chiamano Padre, Figlio e Spirito Santo.
10. Dio può far tutto? Dio può far tutto ciò che vuole: Egli è l’Onnipotente. 22. Ogni Persona della Santissima Trinità è Dio?
11. Dio può fare anche il male? Dio non può fare il male perché Si, ogni Persona della Santissima Trinità è Dio.
non può volerlo essendo bontà infinita. 23. Delle tre Persone della Santissima Trinità si è incarnata e
12. Dio ha cura delle cose create? Dio ha cura e provvidenza fatta uomo alcuna? Delle tre Persone della Santissima Trinità si è
delle cose create e le conserva e dirige tutte al proprio fine, con incarnata e fatta uomo la seconda, cioè il Figlio.
sapienza, bontà e giustizia infinita. 24. Come si chiama il Figlio di Dio fatto uomo?
Il Figlio di Dio fatto uomo si chiama Gesù Cristo.
13. Per qual fine Dio ci ha creato? Dio ci ha creato per conoscerlo, 25. Gesù Cristo è Dio e uomo? Si, Gesù Cristo è vero Dio e vero uomo.
amarlo e servirlo in questa vita, e per goderlo poi nell’altra in paradiso. 26. In che modo il Figlio di Dio si è fatto uomo? Il Figlio di Dio
14. Che cos’è il paradiso? Il paradiso è il godimento eterno di si è fatto uomo prendendo un corpo e un’anima, come abbiamo noi,
Dio, nostra felicità, e in Lui di ogni altro bene senza alcun male. nel seno purissimo di Maria Vergine, per opera dello Spirito Santo.
15. Chi merita il paradiso? Merita il paradiso chi è buono, 27. Il Figlio di Dio, facendosi uomo, cessò di essere Dio?
ossia chi ama e serve fedelmente Dio e muore nella sua grazia. Il Figlio di Dio, facendosi uomo, non cessò di essere Dio; ma
16. I cattivi che non servono Dio e muoiono in peccato restando vero Dio, cominciò a essere anche vero uomo.
mortale, che cosa meritano? I cattivi che non servono Dio e 28. Da chi nacque Gesù Cristo? Gesù Cristo nacque da Maria
muoiono in peccato mortale meritano l’inferno. sempre Vergine, la quale perciò si chiama ed è vera Madre di Dio.
17. Che cos’è l’inferno? L’inferno è il patimento eterno della 29. San Giuseppe non fu padre di Gesù Cristo? San Giuseppe non
privazione di Dio, nostra felicità, e del fuoco, con ogni altro fu vero padre di Gesù Cristo, ma padre putativo come custode di Lui.
male senza alcun bene. 30. Perché il Figlio di Dio si fece uomo? Il Figlio di Dio si fece uomo
per salvarci, cioè per redimerci dal peccato e riacquistarci il paradiso. Gesù Cristo, il quale raccolse i suoi fedeli in una società,
31. Che fece Gesù Cristo per salvarci? Gesù Cristo per salvarci la sottopose agli Apostoli con san Pietro per capo, 47
soddisfece per i nostri peccati, patendo e sacrificando se stesso e le diede il sacrificio, i sacramenti e lo Spirito Santo
sulla croce, e ci insegnò a vivere secondo Dio. che la vivifica.
32. Per vivere secondo Dio, che cosa dobbiamo fare? 61. Che cosa sono i comandamenti di Dio? I comandamenti di
Per vivere secondo Dio dobbiamo credere le verità rivelate da Lui Dio o Decalogo sono le leggi morali che Dio nel Antico Testamento
e osservare i suoi comandamenti con l’aiuto della sua grazia, che diede a Mosè sul monte Sinai, e Gesù Cristo perfezionò nel Nuovo.
si ottiene mediante i sacramenti e l’orazione. 85. Che cos’è il peccato?
33. Gesù Cristo morì come Dio o come uomo? Gesù Cristo morì Il peccato è un’offesa fatta a Dio disobbedendo alla sua legge.
come uomo, perché come Dio non poteva né patire né morire. 133. Che significa « remissione dei peccati »? Remissione dei
34. Che fece Gesù Cristo, dopo la sua risurrezione? peccati significa che Gesù Cristo ha dato agli Apostoli e ai loro
Gesù Cristo, dopo la sua risurrezione, rimase in terra quaranta giorni; successori la potestà di rimettere nella Chiesa ogni peccato.
poi salì al cielo, dove siede alla destra di Dio, Padre onnipotente. 134. Nella Chiesa come si rimettono i peccati? Nella Chiesa i
35. Ora Gesù Cristo è solamente in cielo? peccati si rimettono principalmente coi sacramenti del Battesimo
Ora Gesù Cristo non è solamente in cielo; ma, come Dio, è in ogni luogo e della Penitenza, istituiti da Gesù Cristo a questo fine.
e, come Dio e uomo, è in cielo e nel Santissimo Sacramento dell’altare. 94. Che cosa sono i sacramenti? I sacramenti sono segni
36. Gesù Cristo tornerà mai più visibilmente su questa terra? efficaci della grazia, istituiti da Gesù Cristo per santificarci.
Gesù Cristo tornerà visibilmente su questa terra alla fine 156. Che cosa ci attende alla fine di questa vita? Alla fine di questa
del mondo, per giudicare i vivi e i morti ossia tutti gli uomini. vita ci attendono i dolori e lo sfacelo della morte e il giudizio particolare.
37. Gesù Cristo, per giudicarci, aspetterà sino alla fine del mondo? 157. Che cosa ci attende alla fine del mondo? Alla fine del
Gesù Cristo per giudicarci non aspetterà sino alla fine del mondo, mondo ci attende la risurrezione della carne e il giudizio universale.
ma giudicherà ciascuno subito dopo la morte. 158. Che significa « risurrezione della carne » ? Risurrezione della carne
38. Di che cosa ci giudicherà Gesù Cristo? Gesù Cristo ci giudicherà significa che il nostro corpo, per virtù di Dio, si ricomporrà e si riunirà
del bene e del male operato in vita, anche dei pensieri e delle omissioni. all’anima per partecipare, nella vita eterna, al premio o al castigo da
essa meritato.
105. Che cos’è la Chiesa? La Chiesa è la società dei veri cristiani, cioè dei 159. Che significa «vita eterna»? Vita eterna significa che il
battezzati che professano la fede e dottrina di Gesù Cristo, partecipano premio, come la pena, durerà in eterno, e che la vista di Dio sarà
ai suoi sacramenti e ubbidiscono ai Pastori stabiliti da Lui. la vera vita e felicità dell’anima, mentre la privazione di Lui sarà la
106. Da chi fu fondata 1a Chiesa? La Chiesa fu fondata da massima infelicità e come una morte eterna.
48

“Siate sempre lieti, pregate ininterrottamente,


in ogni cosa rendete grazie:
questa infatti è volontà di Dio in Cristo” (1Ts 5)