Sei sulla pagina 1di 4

Esercizio n° 2

TESTO

Nell’ipotesi di solaio infinitamente rigido, verificare allo SLU le colonne della struttura in figura.

I vincoli al piede sono assimilabili a cerniere sferiche. Le colonne, realizzate con profilo IPE 240, sono
incastrate nel solaio.

I valori di calcolo delle forze applicate, già comprensivi dei coefficienti parziali di sicurezza, sono i
seguenti:
- Fx = +/- 40 KN
- Fy = +/- 40 KN
- Fz = 750 KN
Assumere la forza in direzione X non contemporanea a quella agente in direzione Y ed unitario il
coefficiente di combinazione con la forza verticale.
Il materiale impiegato è acciaio tipo S235.
Suggerimenti:
a) per effetto della infinita rigidezza del solaio il carico Fz si ripartisce in parti uguali tra le colonne, senza
indurre in esse momento flettente;
b) il sistema di controvento dei telai giacenti sui piani ad Y = costante è sufficientemente rigido da non indurre
flessione in testa alle colonne per forze orizzontali agenti secondo la direzione X.
SOLUZIONE

Caratteristiche geometriche della struttura

H = 3,50 m
B = 4,00 m
D = 5,00 m

Determinazione delle sollecitazioni in una colonna dovute alle varie condizioni di carico

1) Carico verticale

750
N Fz   187,50 KN
4

2) Forze in direzione X

Fx H 40, 00 3,50
N Fx      17,50 KN
2 B 2 4, 00
MyFx  0 sia in testa che alla base

3) Forze in direzione Y

Fy H 40, 00 3,50
N Fy      14, 00 KN
2 D 2 5, 00
Fy 40, 00
TyFy    10, 00 KN
4 4

MxFy  TyFy  H  10  3,50  35, 00 KNm in testa


MxFy  0 alla base

Condizione di carico 1 + 2 (da utilizzare per la verifica ad instabilità in direzione X)


NEd = 187,5 + 17,50 = 205,00 KN

Condizione di carico 1 + 3 (da utilizzare per la verifica ad instabilità in direzione Y)


NEd = 187,5 + 14,00 = 201,50 KN
MxFy  TyFy  H  10  3,50  35, 00 KNm in testa
MxFy  0 alla base

Caratteristiche geometriche della IPE 240


A = 39,1 cm2; Wx = 324 cm3; Wy = 47,3 cm3
ix = 3892 cm4; Jy = 284 cm4;
iy = 2,69 cm; Ix = 9,97 cm
Caratteristiche del materiale

Fyk = 235 N/mm2


E = 210000 N/mm2

Instabilità in direzione X (Compressione centrata)

Condizioni di vincolo: in testa spostamento orizzontale impedito e rotazione impedita;


al piede rotazione libera e spostamento orizzontale impedito
β = 0,8
 2 EJ y  2  210000  284 104
N cr   103  750, 79 KN
 0,8  3,50 10 
3 2
2
0

A  f yk 39,1102  2354
   1,106 KN
Ncr 750, 79 103

α = 0,34 (parametro “b”)

  0,50  1       0, 2    2   0,50  1  0,34  1,106  0, 2   1,1062   1, 266

1 1
   0,531
  2   2 1, 266  1, 2662  1,1062

  A  f yk 0,531 39,1104  235 3


Nb, Rd   10  465,10 KN
 M1 1, 05
N Ed 205, 00
  0, 44  1
Nb, Rd 465,10

La verifica è soddisfatta.

Instabilità in direzione Y (Pressione eccentrica)


Condizioni di vincolo: in testa spostamento orizzontale consentito e rotazione impedita;
al piede rotazione libera e spostamento orizzontale impedito
β = 2,0
 2 EJ x  2  210000  3892 10 4
NE   103  1646, 25 KN
 2, 0  3,50 10 
3 2
2
0

Poiché il momento flettente sulla colonna varia linearmente da 0 al suo valore massimo, si considera il
momento equivalente:

M eq  0, 60  M max  0, 60  35, 00  21, 00 KNm ( M eq  0, 40  M max )


N Ed   M 1 M eq   M 1 201,50 103 1, 05 21, 00 106 1, 05
    0, 7632 1
 min  f yk  A  N  0,5315  235  39,1104  201,50 
f yk  Wx 1  Ed  f yk  Wx 1  
 NE   1646, 25 

La verifica è soddisfatta.