Sei sulla pagina 1di 12

Ethernet Interface

Cod. 0KLC52SA

Rev.0 –24.05.2017 1
INDEX

1 CARATTERISTICHE TECNICHE...................................................................3
2 DESCRIZIONE GENERALE .........................................................................4
3 SCHEMA DI COLLEGAMENTO ....................................................................4
4 DESCRIZIONE FUNZIONAMENTO...............................................................7
4.1 DIP .......................................................................................................7
4.2 DHCP ....................................................................................................7
4.3 DNS ......................................................................................................7
4.4 LED .......................................................................................................7
4.5 AGGIORNAMENTO FIRMWARE ..................................................................8
4.5.1 USB BOOTLOADER ................................................................................8
4.5.2 AGGIORNAMENTO FIRMWARE INTERFACE VIA ETHERNET ..........................8
4.6 CONFIGURAZIONE DA USB ......................................................................8
4.7 INFORMAZIONI FILE DI SISTEMA..............................................................9
4.8 APPLICAZIONE CLOUD.............................................................................9
4.9 MODBUS TCP/RTU BRIDGE.......................................................................9
5 RIFERIMENTI ...................................................................................... 10
6 SMALTIMENTO .................................................................................... 11
7 INDICE REVISIONI .............................................................................. 11

Rev.0 –24.05.2017 2
1 CARATTERISTICHE TECNICHE
Temperatura di lavoro: -5 ÷ +50°C con 90% umidità relativa non condensante.
Temperatura magazzinaggio: -20 ÷ +60 °C

Alimentazione: 9-35VDC, corrente massima 150mA@9V (40mA@35V) durante funzionamento tipico.


Alimentazione USB dedicata (5V, max. 150mA).
Potenza massima: 1,5W.

Connessioni:
• No.1 RS 485
• No.1 RS232
• No.1 alimentazione
• USB host
• Connettore femmina ethernet RJ45 con LED di collegamento e velocità (10/100Mbit/s)

4 LED segnalazione stato

4 dip di configurazione

Conforme con USB CDC (Comunication Device Class) supportato da sistema operativo Microsoft Windows XP (o seguenti).

Funzioni Ethernet:
• ARP
• DHCP client
• DNS client
• MODBUS TCP/IP server
• HTTP_Client vs Cloud

Funzioni RS232 e RS485:


• MODBUS RTU master

Funzione USB host:


• Aggiornamento firmware
• Configurazione modulo
• Statistiche di sistema

Conforme alle direttive:


• EMC: 2004/108 CE
Sono state applicate le seguenti norme armonizzate:
• SAF: EN 60950-1
• EMC: EN 55022 ed EN 55024

Rev.0 –24.05.2017 3
2 DESCRIZIONE GENERALE
Ethernet Interface ha due tipi di funzionalità:
• Cloud client: i dati dei compressori della serie Logik (vedi REF4) sono letti
periodicamente via RS232 e RS485 ed inviati al server Cloud tramite collegamento
Ethernet
• MODBUS TCP <--> MODBUS RTU bridge.

Una funzionalità esclude l’altra.

Attraverso l’interfaccia USB è possibile aggiornare il firmware del modulo (Bootloader) per
configurare il modulo ed ottenere informazioni dal sistema.

3 SCHEMA DI COLLEGAMENTO

Rev.0 –24.05.2017 4
I compressori possono essere collegati alle porte seriali RS485 e RS232. Solamente 1 compressore può essere collegato
tramite la porta RS232 mentre tramite la porta RS485 è possibile collegare un bus di compressori.
Le 2 porte possono essere usate contemporaneamente, basta assicurarsi che tutti I compressori collegati all’interfaccia
abbiano indirizzi differenti.
L’alimentazione può essere fornita dal connettore M3 o tramite il connettore M2 (RS232). Attenzione a non invertire la
polarità dell’alimentazione.
Il cavo Ethernet deve essere collegato al connettore M5 che è il tipico connettore femmina RJ45.
In caso il collegamento internet via Ethernet non fosse disponibile, è possibile utilizzare un router GPRS/UMTS/LTE.

SCHEMI DI COLLEGAMENTO ETHERNET INTERFACE – LOGIK PER SUPERVISIONE CLOUD

E’ possibile il collegamento del modulo Ethernet con tutti i controllori della famiglia Logik di ultima generazione dalle release
seguenti: Logik9 (rel. 1.12), Logik19 (rel. 1.12), Logik26-S (rel. 1.33), Logik33-S (CPU rel. 1.57), Logik103 (rel. 0.64) e
Logik200 (CPU rel. 1.42) oltre al modello Logik25-S (rel. 1.52)

Collegamenti con Logik9 / Logik19 / Logik26-S / Logik33-S

Collegamento con Logik103

Rev.0 –24.05.2017 5
Collegamento con Logik200

Collegamento con Logik25-S

Rev.0 –24.05.2017 6
4 DESCRIZIONE FUNZIONAMENTO

4.1 DIP
I dip sono riservati per implementazioni future.

4.2 DHCP
Quando abilitato, permette di ottenere automaticamente i seguenti:
1. Indirizzo IP
2. netmask
3. default gateway
4. DNS primario ed alternativo

4.3 DNS
Il supporto DNS permette la risoluzione dei nomi simbolici degli host.

4.4 LED
Il significato del 4 led è spiegato nella tabella seguente.
LED Significato
DL1 fisso: no comunicazione su RS232/RS485
lampeggiante: communicazione OKsu RS232/RS485
DL2 • DHCP ATTIVO
o off: link ethernet off
o lampeggiante: richiesta DHCP in corso
o on: link ethernet ok, indirizzo IP assegnato
• DHCP NON ATTIVO
o off: link ethernet off
o on: link ethernet ok
DL3 lampeggiante: in attesa di collegamento al cloud
fisso: collegato al cloud
DL4 fisso: funzionamento normale
1 lampeggio: file delle informazioni di sistema scritto sulla USB
lampeggiante: configurazione file non valida o errore aggiornamento firmware da USB

Rev.0 –24.05.2017 7
4.5 AGGIORNAMENTO FIRMWARE

4.5.1 USB BOOTLOADER


Questa funzione permette all’utente di aggiornare il firmware dell’interfaccia.
Il format del file è etlgk_v_x_xx.bin, dove x_xx rappresenta la revisione del firmware.
Una chiavetta USB deve essere collegata prima di dare alimentazione all’interfaccia. Se viene riconosciuto il firmware, i led 2
e 3 cominciano a lampeggiare per informare che l’aggiornamento è in corso.
Quando i led smettono di lampeggiare l’aggiornamento è terminato. A questo punto si può scollegare la chiavetta USB e
l’interfaccia riavvierà il sistema automaticamente con il nuovo firmware.
Se durante l’aggiornamento qualcosa non va a buon fine il led 4 comincerà a lampeggiare continuamente.

4.5.2 AGGIORNAMENTO FIRMWARE INTERFACE VIA ETHERNET


Questa funzione è disponibile solo quando l’interfaccia è in modalità Applicazione Cloud.
Di volta in volta l’interfaccia informa il server cloud sulla versione firmware.
Se il server ha una versione firmware più recente informerà l’interfaccia della presenza di questo nuovo firmware e
l’interfaccia la scaricherà automaticamente andando a salvarla su una memoeria flash esterna.
Una volta completato lo scarico l’interfaccia avvia il bootloader.
Il bootloader troverà il nuovo firmware salvato e pronto al caricamento sulla flash memory di programma così che il processo
di aggiornamento possa cominciare. Durante questa fase i led 1, 2 e led 3 lampeggiano.
Una volta che la scrittura è terminata ed il firmware correttamente verificato, il firmware salvato viene marcato come scritto
così che alla successiva accensione dell’interfaccia se il bootloader venisse avviato, l’ aggiornamento verrà fatto nuovamente.
A questo punto l’interfaccia sarà avviata con la nuova versione firmware.
Se qualcosa dovesse andare storto durante l’aggiornamento, il led 4 lampeggerà finché l’interfaccia non sarà spenta.
In questo caso, alla successive accensione il bootloader troverà un nuovo nome firmware valido ed il processo di
aggiornamento sarà riprovato.

4.6 CONFIGURAZIONE DA USB


Alcuni parametri possono essere configurati tramite USB.

• Modalità Cloud client o Modbus TCP/RTU bridge


• DHCP on o off
• Indirizzo IP (statico)
• Subnet mask
• Default gateway
• Server DNS primario
• Server DNS alternativo

Il nome del file di configurazione è LGKCloud.cfg e può essere generato dall’applicazione al link seguente:
https://config.logika.cloud.

Per aggiornare l’interfaccia con una nuova configurazione si deve caricare il file su di una chiavetta USB e collegarla
all’interfaccia.
Quando una nuova configurazione è caricata correttamente I led 2 e 3 cominciano a lampeggiare; scollegando la chiavetta
USB l’interfaccia ripartirà automaticamente con la nuova configurazione.
Se la configurazione è identica a quella già esistente l’interfaccia la ignorerà.
Se la configurazione non può essere letta correttamente dalla USB, il led 4 lampeggerà per alcuni secondi.

Rev.0 –24.05.2017 8
4.7 INFORMAZIONI FILE DI SISTEMA
Quando una chiavetta USB è collegata all’interfaccia, un file nominato LGKCloud.sts viene scritto. Il file contiene diverse
informazioni circa lo stato del sistema:

• Data ed ora dell’ultimo collegamento al cloud


• Modalità Cloud o Modbus TCP/RTU bridge
• Stato DHCP
• Indirizzo IP
• Subnet mask
• Default gateway
• Server DNS primario
• Server DNS alternativo
• Indirizzo MAC
• Il numero di modbus collegati ed i loro indirizzi.

Il file è leggibile con un qualsiasi editor comune di testo ma per la visualizzazione può essere anche importato al link
seguente: https://config.logika.cloud

4.8 APPLICAZIONE CLOUD


In questa modalità l’interfaccia esplora prima la linea RS232/RS485 cercando compressori collegati (il massimo numero di
unità permesse è 32).
Quindi invia al cloud le informazioni sui compressori trovati, ricevendo dal cloud la lista dei registri modbus da leggere ed
ogni quanto questi dati debbano essere aggiornati.
L’applicazione può anche inviare comandi ai compressori attraverso l’interfaccia.
Tutti i dati scambiati con il cloud sono criptati utilizzando l’algoritmo AES-256.

In caso di multiunit attivo, l’interfaccia controllerà la sincronizzazione multi-unit senza interferire con le alter richieste
modbus standard.

Per ulteriori informazioni su MODBUS RTU e sulla linea serial MODBUS vedere REF1 e REF2.
Per informazioni sul protocollo Logik compressor modbus vedere REF4.

4.9 MODBUS TCP/RTU BRIDGE


Quando questa modalità è attivata tramite la configurazione file, una presa TCP è attivata sulla porta 502. Il numero
massimo di connessioni dati simultanee è 4.
L’interfaccia può essere utilizzata anche per raccogliere tutte le informazioni desiderate dai dispositivi collegati sulle linee
RS232/RS485 utilizzando il protocollo TCP MODBUS.
Ad esempio l’utilizzatore può crearsi la sua propria applicazione di Gestione e raccogliere i dati modbus attraverso
l’interfaccia ethernet.
In caso di multiunit attivo, l’interfaccia controllerà la sincronizzazione multi-unit senza interferire con le altre richieste
modbus standard.
Ulteriori informazioni su TCP MODBUS sono disponibili su REF1 e REF3.

Rev.0 –24.05.2017 9
5 RIFERIMENTI
REF1 Definizione di protocollo MODBUS RTU – www.modbus.org:
" Modbus Application Protocol v1.pdf"

REF2 Implementazione sulla linea seriale MODBUS RTU – www.modbus.org:


" Modbus_over_serial_line_V1.pdf"

REF3 Definizione di protocollo MODBUS TCP/IP – www.modbus.org:


"Modbus_Messaging_Implementation_Guide_V1_0b.pdf"

REF4 Documentazione Logika compressori MODBUS:


"LogikMODBUSData.pdf"

Rev.0 –24.05.2017 10
6 SMALTIMENTO
L’interfaccia Ethernet è composta da plastica, cavi, circuito stampato e componenti elettrici; per questa ragione non deve
essere disperso nell’ambiente.
Per lo smaltimento rivolgersi a ditte specializzate

Logika Control s.r.l.


Via Garibaldi 83/a
20834- Nova Milanese
Italy
www.logikacontrol.it

7 INDICE REVISIONI
Revisione 0 = 24/05/2017 – Emissione

Rev.0 –24.05.2017 11
Rev.0 –24.05.2017 12