Sei sulla pagina 1di 1

GIORNALE DI BRESCIA MARTEDÌ 25 GENNAIO 2011 ECONOMIA 31

AFFARI IN RETE
Il pecha kucha L’Ewmd,
dell’Officina il network
Strategia delle donne
è da provare ha messo radici
BRESCIA Più spesso di BRESCIA Ewmd sta per Eu-
quanto si possa immaginare ropean women’s manag-
accade che il mondo reale ap- ment development, un
prodi in quello virtuale per da- network internazionale volu-
re spazio e visibilità alle idee. to dalle donne per promuove-
È un fenomeno interessante. re il loro sviluppo professio-
Si parte dalla rete e dagli in- nale. Nato nel 1984 per opera
contri e le chiacchiere«virtua- di alcune manager europee si
li» e poi ci si decide ad incon- è diffuso in 26 Paesi: negli
trarsi, a confrontarsi di perso- Usa, Sud Africa, Australia
Protagoniste na, a fare cose concrete insie- principalmente, oltre che in
me. Italia. A Brescia è presente
■ A sinistra Daniela Bandera mentre È quanto ha fatto, per esem- dal 2007 dove, oltre a momen-
parla ad una riunione della Ewmd; pio, Officina Strategia - uno ti di incontro e formazione,
qui sopra Sara Baroni, presidente spazio fisico, si trova infatti a ha promosso il premio «Don-
della Officina Strategia Brescia in via Puletti 8/A, in ne leader» giunto alla sua ter-
città - nato come luogo d’in- za edizione.
contro con i clienti oltre che

Dalla California a Brescia


Daniela Bandera, presidente
come sede di Oxigenio (socie- della delegazione bresciana,
tà di consulenza aziendale), ci tiene a sottolineare che «il
ma da subito approdato sul network si rivolge a donne e
web e, nello specifico, su Fa-

Il fenomeno dei social business


uomini, anche se nella prati-
cebook e Twitter. casiamo in maggioranzadon-
«Una scelta imposta - spiega ne, con l’intento di offrire lo-
la presidente Sara Baroni - ro una rete di relazione attra-
non solo dall’enorme poten- verso cui sviluppare cono-
zialità che la rete ci offre in ter- scenze e valorizzare risultati
Agli inizi - 2003 - era solo LinkedIn. Adesso quel sito ha 70 milioni mini di visibilità, ma anche
dalla consapevolezza che, a
professionali.
di utenti nel mondo e 350 in città raccolti nel club BresciaIn parità di valore dei contenuti,
il successo di una società di
Sono nati così gli «Aperitiv@
mente», momenti di incon-
troe formazione con persona-
consulenza sta nella differen-
litàdel mondo imprenditoria-
DA CAPIRE BRESCIA Da comunità vir- Marche e Sardegna più uno mente per fare business, ma ziazione delle proposte e nel-
le ma anche dell’arte, della
tuale a comunità reale smen- nel Canton Ticino. in modo diverso rispetto alle la sua capacità di costruire
Tanti legami deboli tendo quanti pensano che in- Anche Brescia conta il suo forme associazionistiche tra- una rete di relazioni, nella re-
danza, della fotografia o gli
workshop, come l’ultimo te-
che insieme ternet allontani le persone club che, da marzo 2011, en- dizionali.Vincenti - dice sem- altà ma anche nei social
nuto presso la facoltà di Eco-
dalla voglia di creare rapporti trerà ufficialmente a far parte pre Mastella - sono sicura- network.
fanno una forza veri e concreti. dellaFederazione, avendosu- mente l’informalità degli in- «Officina Strategia - continua
nomia su musica e manag-
La storia ha inizio su Linke- perato il numero di 350 iscrit- contri (l’età media dei nostri ment, che ha visto la parteci-
la Baroni - è innanzitutto un
BRESCIA È un fenomeno dIn,un social business lancia- ti e dimostrando, nelle conti- iscrittiè di 37 anni), che preve- luogo d’incontro che rispec- pazione di musicisti, autori e
che, ora dopo ora, assume to in rete nel maggio del 2003 nue new entry che si registra- dono, oltre ad occasioni cul- chia il nostro Dna: qui ci ritro- manager da tutta Europa.
nuovi contorni, in California, con lo scopo pa- no agli incontri turalilegate alla vi- viamo con i clienti per mo- «Fare rete, soprattutto per un
perlomeno numerici. Ma lese di mettere in contatto tra mensili,il crescen- ta del territorio, menti formativi che vanno network internazionale co-
non solo. Quel che di loro manager e professioni- te interesse susci- momenti collo- dal Circo di scrittura creativa me il nostro - dice la Bandera
BRESCIAIN - significa essere sempre in
sorprende chi è un po’ sti, in cerca di relazioni d’affa- tato. «Sono vera- quiali che favori- alle colazioni dove, tra un caf-
distratto rispetto a questi ri ed opportunità lavorative. mente soddisfat- scono la cono- fè e un cappuccio si parla di contatto online, interagire at-
fenomeni, è il salto di Oggi la piattaforma conta set- to del nostro suc- scenza, e infine il web, ai "Pecha Kucha" time». traverso i nostri siti, in tempo
qualità che la chiacchiera tanta milioni di utenti sparsi cesso», dice il pre- legame con la rete Pecha Kucha viene dal giap- reale grazie a blogs, wikis,
via internet ha assunto. in duecento Paesi di cui un sidente di Club che consente, at- ponese ed è l’equivalente mailinglist, o aprendo pagine
Prima era solo chiacchiera milione solo in Italia. BresciaIN Stefano traverso LinkedIn onomatopeico del più comu- neisocial network come Face-
per l’appunto, adesso è Ed è proprio nel nostro Paese Mastella, ingegne- ovviamente, e il ne «chit-chat» inglese, ovve- book e LinkedIn».
altro, per lo meno anche che, nel 2005, accade un feno- re informatico nostro sito: www. ro chiacchiera:in pratica 6 mi- A dispetto di chi ancora pen-
altro. Dalla solitudine del meno singolare: la nascita di con la passione bresciain.net di nuti e 40 secondi per chiun- sa che siano i ragazzi i mag-
proprio Pc si passa a far una Federazione formata da per internet. «Sin Stefano Mastella mantenerecontat- que, attraverso anche l’utiliz- giori fruitori della rete, que-
gruppo vero, reale, iscritti a LinkedIn che, dopo dallanascita di Mi- ti quotidiani». zo di 20 slide, voglia esprime- sta è la conferma che il mon-
concreto. Ci si ritrova in essersi conosciuti virtual- lanoIN, il primo,
(ingegnere Recentementetut- do delle aziende e dell’asso-
re il proprio pensiero.
un bar, in una sala mente e condividendo l’idea ho creduto nella informatico) è il ti i rappresentanti Una formula brevettata che ciazionismo ha scoperto da
riunioni; addirittura si cheil networking sia uno stru- validitàdel proget- presidente del dei club italiani, dal 2003 ha preso piede in tut- tempo le potenzialità della re-
crea una sede fisica per mento prezioso per il busi- to, decidendo poi, coordinati da Ste- to il mondo, grazie al passapa- te e se n’è impadronito.
club bresciano Con una sottolineatura ag-
quelli che si sono ness, decidono di incontrarsi nel 2009, assieme fano Tazzi, si sono rola ma soprattutto al tam-
scambiati idee via e dar vita ad una nuova forma ad alcuni amici di riuniti a Genova tam di internet. Piace ai mo- giuntiva: la Rete si sta mo-
internet. Rinasce un po’ la di associazionismo. costituirne uno dove la Federazio- derni manager che sempre strando uno strumento parti-
vita vera, verrebbe da Oggi i ClubIN, così si chiama- anche a Brescia, e in breve ce ne si è data un codice etico più manifestano il desiderio colarmente interessante per
aggiungere. Una vita che no a rimarcare lo stretto rap- l’abbiamo fatta. Il successo «perché vogliamo che i rap- di ritrovarsi in luoghi fisici le donne che lavorano, spe-
ha magari contorni porto con il sito da cui sono della nostra associazione, ri- porti di business che si intrec- lontanidall’aziendadove spe- cie in Italia. Del milione di
inconsueti, ma pur nati, contano oltre 15mila so- gorosamente senza scopo di ciano nei nostri incontri sia- rimentare modelli di forma- utenti di LinkedIn Italia (ne
sempre vita vera è. Sarà ci distribuiti in otto club in lucro, dimostra la voglia cre- no trasparenti e orientati alla zione informali e perché no parliamo qui accanto) uno su
inconsueto dover esporre Lombardia, Piemonte, Ligu- scente che molti professioni- responsabilità sociale». divertenti. www.officinastra- tre è donna: ed è un record eu-
davanti a tutti in 6 minuti ria, Friuli, Toscana, Emilia, sti hanno di aggregarsi, certa- Patrizia Dolfin tegia.it. ropeo.
quel che uno pensa della
vita o la possibile
soluzione ad un
problema, come in

Azienda Futura parte puntando sul mondo dell’edilizia


qualche social business si
pratica. Ma non è una
brutta idea. Ci si ritrova, ci
si conosce, si torna ad
annusarsi. Ivana Pais, una Obiettivo: «Realizzare il primo network italiano con etica condivisa». Parte un canale webTv
sociologa che sarà bene
andare a sentire più a BRESCIA Azienda Futura è il nome mo. Primo progetto la stesura di un corsi di formazione in «pillole». La
fondo, dice che una delle di un progetto studiato dalla società libro dove le società si raccontano e strategia è chiara: utilizzare la siner-
molle che lanciano i social Archèitalia12 e presentato recente- noi ci occupiamo di tutto il processo gia tra le varie piattaforme internet
business è quello di mente ad una quarantina di impren- editoriale». A parlare è Paolo Borzac- per ottenere la massima visibilità e
costruire una piccola forza ditori legati, a vario titolo, al mondo chiello,coach professionista, respon- creare una rete di relazioni solida, e
mettendo insieme tanti dell’edilizia. Scopo è quello di creare sabile e coordinatore del progetto in- attiva 24 ore su 24.
legami deboli. È un punto «il primo network italiano di aziende sieme a Gianfranco Delbarba già fon- Il tutto a costo pressoché zero per-
di partenza. Non aiuta in che condividono un’etica professio- datore di Taopolis, associazione che ché oggi è possibile aprire un sito,
automatico ad uscire dalle nale, una visione progettuale ed una si propone come centro di aggrega- connetterlo con uno o più social
secche della crisi ma, dirsi passione umana orientate all’indivi- zione etico. network e il gioco è fatto visto che ba-
guardandosi negli occhi duo e al suo benessere. Una sfida che Entrambe le società sono sbarcate in stano poche nozioni d’informatica
che insieme è più facile, la nostra società vuol portare avanti internet, per ora solo su Facebook per allestire il tutto. Così la rete virtua-
agevola. con tutti coloro che condividono i ma prossimamente anche su YouTu- le diventa motore propulsivo e cassa
Gianni Bonfadini principi di sostenibilità ambientale, be; quest’anno Archèitalia12 aprirà di risonanza di quella reale. www.ar-
g.bonfadini@ giornaledibrescia.it di strutture e aziende a misura d’uo- un canale WebTV che trasmetterà cheventi12.it. pa. do. Paolo Borzacchiello (al centro)