Sei sulla pagina 1di 2

morso sino a che - stanco ·d'imporsi la calma e • del buon gusto e delle , alte tradizioni, tranne p.

adizioni, tranne p.e- TRE ll&DAGLIE D'ARGENTO {1a., 2" e 33 classe). -


la rifiessic;,ne, finisce 'per, rifenere che la sua.'vò- che e lodevolissime eçcezioni, serve cli vèsJe alla Pez:co vocale con accompagna,_mento di piano-
cazione è per l'arte, e deoi&ç di dedicarvisi pro- lode pagata e arde incensi a nµllità potenti e forte. 0

rompe: all'arte I all'arte I veramente grandi nell'arte d'intri gare e di spen- TR& MEDAGUE D ARGENTO (1~, 2" e 3": classe). -
La lotta incomincia, e non è lotta fac,ile n è fe. dere e di leggere con çompiacenza articoli che si Pez_zo strn111entale per solo pianoforte a due o a , f

conda di vittorie. Si lascia la casa paterna, la fa. pagano !,111 tanto al rigo, e,mentre rriolte volte 'essa 1 ,qu_a1_fro mani, Capriccio, Notturno, Fa,ntasia, eec.,
migli11, gli .amici dell'infa nzia; bisogna recarsi in getta s ul volto al giovane artista, senza pretese, ongmale.
qualche cemtro artistico ov,e esislanò buoni mae- l'oltraggio in lu ogo del consiglio, tributa a quello _DuE ~tEDAGLI-E D'ARGEwuo (1" e 2 " clp.sse). - Bai-
stri. Il 'teatro comincia ad oft'rir,e al giovane le che indegnamente calca scene importanti, con lab,le per solo pi a no fo rte a due mani. ,
sue delizi.È intime ; 'lo clrcond11, di bauli, gi visi pagh e- favolose, una lode immeritata. Il pub.- u_.,_A MED~GL!A D' ARGENTO. - Marcia (movimento
ignoti e . non sempre simpatici; la scena o!frjrà: blico stesso ne .subisce le influenze· si lascia · !Ibero) m pamtura per b11nda, con riduzione
più tardi, sdntuosi patagi e piincipesche dimore, trav-0lgere dalla corrente; a:cceHa pe~ otti'mi, il - p~r· pianofor_te lJ: c_!ue Q a quµttro mabi.
intanto si comincia da una cameretta a cui l'. a - discreto, e inneggia all"idolo senza osservare V} saranno moltre -delle Menzioni -011orevoli.
more- dell'arte dà mplte . attrattive, ma che so- che- hà i piedi di creta e che, coscienzio samente , A talè _scopo_ sarà . ele!ta -u_na commissione di
v'ente ne ha ben poche. E quasi sempre ui:ta ca- giudicato, cadrebbe infranto .al suolo. Cosl s i fa ma~stn, 1 quah s_tud1e~a_n no 1 ,l avori premiandi e
mera mobiliata fra estranei ; a più tardi i torrenti complice dell'artistica decadenza, dello scema.lo ne md,çherauno 1 men ti , relat1 y1 1 restapdo all'As-
di lu-ce ... per _ora la tradizionale candela. L'or- buon gusto e contribuisce a che il vero merito si semb!ea Genernle de,, Soci la ;proclamazione dei
<ehestra piena di .vita e d'anima, questa tavolozza rimanga oscuro e brilli in sua yec;e l' ·(l-Udacia la von prefent1.
dai mille smaglianti colori . è rappresentata- da fortunata. Norme pel conferimento dei premi:
un pianofÒrte~ che è di rado- un' ideale. S.e' ciò non accad'e sempre, accade spesso,
Coraggio e avanti I il portafogli è colmo, si M'a v'ha cli più. G li s tranieri amano l'arte nostra i.• I lavori da presentarsi devono essere inediti.
cerca un maestro, çhe' invitato, sente i:iuest' au- e per un battesimo artistico in ftalia ti nuncfan o ~,0 l lavori saranno ~pediti al Circolo, ciascuno
rea voce. a con1pensi di cui non hann.o bisogno, saJvo poi separatamente, senza nome di autore, avranno
Bella davvero I bt avo ,giovaaotto, esclama, g li a sostituire il nostro artista in Teatri esteri, ove un motto sul fro ntispizio: il nome e l'indirizza
acuti sono un po' striduli,' il centro manca divo- .l'ele mento italiano si fa sempre più scarso _con dell'autoré saranno scritti entro · unit~ scheda
h1me, le noi.e gravi sono debolucce,. ma si far_à, nostro disdoro. , . . · su_ggellata, al di fuori deHa quale sarà t'ipetuto.' il
oh I se si farà! Bisog 11a studiar molto, studiare Giustissimo il ritene-re, che l 'arte n(?n • ha pa- mcitto contrassegnante 1I lavoro. '.Altra scheda
sempre, prender lezi_pne o-gai gi orno. E cos i av- tria, che il talento non vuole conlìni, ch e la luc e aperta porterà UIJ indirizzo a,,.scelta dell'autore.
viene. Ciò ~ costoso, ma che importa > Col te- del m erito può projet,t are ovunque i suoi ragg i, 3. 0 Al manoscritto sarà unito in moneta o ' in
nore X che prende 109,000 lire a Madrid, col b a- che l'emul azione ci migliora tutti; ma sullo stesso vaglia postal i: l'importo di L . 2, di cui s,i farà te -
Titono Y ct?e si becca 4000 lire , per sera, si-può terreno deve ac~ader la lotta e ad armi uguali. he re regolare rice vuta all'indirizzo scelto dàll';fo-
pensare a lesiuar sulle lezioni ~ Pagando il _nolo degli spartiti e gl' impresari, t9 re.0 , '
. L'arte compenserà tutto, una stagi9ne come ' colmando 'di doni gli agenti, non,_ è l'arte ma il · 4- Il Circolo aprirà la scheda dei lavorì premiati
quella del tenore, _qualcl1,:: serata com e qùel[e cens·o che entra in camp o. conoscerà il nome dell'autore ed invierà cons e..'.:
de[ batitono, e tuttQ si pareggia; ì l maestro tro· Si può esitare un istante. a chiamar sleale una guentemecite i relativi premi. ~
,;:ato (rara fortuna l) non è- un ,costruttore di voci, tal guerra? Noi credo. Quanti mali! quanti mali, 5. 0 , I t:1vori pr~miati verra~no ce ssi in P,rnprietà
non .parla di -emissione ad ombrello, _di voce a . , dir,à l'amico, ed i rimedi ? Molti ve ne sono, ma , al Cir,colo, che_ a sua _cura lt farà pubblicare m
tubo, -di appoggro al diafra:mrria; sa. -il conto suo lederebbero interessi, distruggerebbero co'rrditioni d1vers1 eleganti' v0Jum1
e7 cosi, si passa dalle scale- ai vocalizzi, dai voca-, sociali strenuamente difese, pelchè esigono unità 6.0 O'g ni pren'lÌ'aro con medaglia avrà diritto ad ,
liizi agli spartiti ,e avanti serripre sino a che si d'azione p§r venire applicati. u~a ,copia del ' volume, che gli v~rrà speçlita al-
fa necessar,io q,ualche amicl),ev,ol'e consicrllo sul 'Iutti gti artisti deplorano lo stato anormale l'mdmzzo. '
IJIOdO di C.amminarn, SU quello ,di ·star f~rmi iFl' • dell'a~te, ma parlate loro d'a s soci,azi,oai, di unioni, 7. • I lav-ori non premiati resterann'ò ·nell'ar~liivi'o
i scena e.- sull'arte (non facile) di vestire è di-truc- di far fronte CoEcordi al sopruso ed ali' ingiu- del Circolo , ·e le schede relative suggellate .
carsi. Cosi si esordisce. • stizia, parlerete al deserto. Ognuno fa da sè e sarann,o bruciate in presenza dell'Assemblea Ge-
Bel momento, davver,q! , Pet. esardire, non si fa mèntre ù nome d'Italia è amato e stimato nelle nerale. • · -
questione di pag.a nè di località; una piccola città più lontane regioni appunto in gràzia all'arte li- ~,. 0 • Gl_i origi_nali dei lavori premiati sararlnò
è perfettamente , adatta alle priJne armi; si tratta rica, raro avviene che in Parlamento si parli chms1 m apposJto Album nell'Archivio del Circolo.
d'una scampagnata e un po' di pratica prima di anche incidental,m ente di Teatro. I Municipi dal g. 0 Il termin e utile a presentare i lavori ~•fis's ato
slanciarsi a:i massimi è indispensabile. Quale èanto loro cancellano pian piano, quasi alla che- a tutto il 3! agòsto 1883. · ,
emozione I Ecco la pr:ima sera. Va tutto bene; tichella, le aoti dai loro bilanci; gl'impresari non
applausi all'aria, al duetto; chiamate al proscenio (lrdiscono più tentare speculazioni p erchè la ca-
.al _tenette finale, la gioja è al :olmo ma . pacità nel_la _scelta d'artisti n 0n è sempré la loro Istituzione pei Conèor; i Ctistofori •
e fumo p a.sseggier. qq_aht_à migliore_~~ anche " perchè m generale
questi non c imtnbmscono colle elevate e sragio- Il Consiglio Amministrativo, in esecu'z ione del
' i· imrres11.,rio ba fatto ma_leJ conti, poveretto! si nevolissime prete se, a migliorare le condizioni di disposto del!<;> Statuto aeprovato con R. Decreto
del di 18 aprile 1878, e d_eUe deliber;,.,;io,ni prese
è sbaghat9, ed a metà stagione, esauriJe le forze questa grande inferma. che è l'arte.
ed il Céraggio ha piantato baracca e.... artisti. Il giovane ,che abbracciò con entusiasmo la 11 d1 20 marzo e 6 maggio 1883 dall'Accademia
E, ~I che la_ co_!IlpS:gnia . non_-e ra cara e per di più carriera dirà ali' amico tutto ciò, e mentre ri- d el R. Istituto Musicale di Firenze, alla quale è
pol~glotta: 1l soprano era m1ilese, spagnuolo il terrà .doveroso tenere alta e salda la bandiera devoluta !a scelta dei temi pei pubblici Coni;9 r-si
!;>antono, russo 11 basso. _ dell'arte, di prepararle, . cogli studj costanti, col- da apnrs1 a congrui mtervalh di tempo 'clalla
Si torna a Milano, Centro artistico d'Italia, ìn Istituzione predetta: - ,
l''~ bnegazion,e, .colla_virtù, tempi migliori, me n1re
,.cerca di nuova scrittura ; si girà in lungo e. in guarderà· impavido le di!fìcoltà giuste ed ingiuste Ap~e il _1° Concorso, per il conferimen\_g, <li un
Jargo la gentile ·e simpatica citt'à, , presentandosi che lo accerchiano, dirù all'amico, nell'et à in cui Premio d1 una medagha d'oro del valore·di L. 5oo
agh agenti che a_ccolgo no in vada guisa, a se- la riflessione è giogo pe·sante al quale non si a que, _costruttori di pianoforti italiani ovvi;ra.
-conda della maggiore o minore famigliarità · che vuole sottostare : op_era,nt, permanentemente in Italia,_ i quali_d_~ll:4
hanno col _galateò; ad ano si paga l'abbonamento Pensa che qu~ndo 1;ar_te ti alletta colle sue affa- sumd1cata epoca del 18 apnle 1878 .m cui ·la-Isti- •
al giornale annesso, all'altro lo si promette, ma sc1nant1 attrattive, d1 Bene! Bravo I Fuori! non tuz,one ste ssa venne eretta in Ente Morale a tutto
ahimè! non ci- sono a(fari l . si vive; che s e alle gioje della scena fa.nno ri - giugno_ 1883, dim ost rin ~ di. ess~rsi resi Jegni 'di '
Ma carne si provvede ai propri bisog ni lavo - scont~o . i di_s ing~nni e le ,angos çe di nobìli in- n_ota, si a per qualche mnovaz19-ne nella fattura,
rando -cosi pocp ? quali risparmi sono possibili tenti msodd1 sfa tt1, qaeste gtoJe ' divengono amare ,s,a per _costante bontà degl i strumenti da essi
con cempens i cosi meschini? ma, ma tant' è l'a'><- e f applauso suona ali' orecchio come un'ironia, costrutt1, sta p er importanza commerciale della
'Venire è Ià; un p o' men ros eo, ma sempre b;llo e Che puoi amare la musica, arte 1 sublimemente loro manifattura, e cc. ' .
·qualche migliaj o di lire si ponno spender~ ... bella, educatrice altissima del cuore, senza farne Per maggiori schiarimenti rivolgersi all'Acca-
·Avant_i sempre! ali' ~srero si guada gna ; ·è vero scopo e mezzo della esistenza; ch e l'a rte è in demia deJ R. Istituto Musicale di Firenze.
che c1 vuol repertorio e che l'amico conosce più condizio!li anormali, e ch e s e all'artis ta che per-
o meno bene u_n ni:mero. _lim!tato di spartiti, ma se,•era s , deve la lode e la simpatia che si tri-
ta __fortuna · a_ss:stera; cosi_ s,_ alternano periodi D' BVlINENTE PUBBLICAZIONE: .
buta , ai coraggiosi , al giovane inesperto e sag-
-ullh e lunghi mtervall1 d1 nposo e di vane ri- gio si deve un consiglio di riflessione e prudenza · .IL CONTE DI VARCHRETZ. ~~a?it~t~r~~s
cercli,e, di st udj pacifici e di nervi concentrati
- in cui si-ha campo di pensare: Che 'l'a rte è assai
nè sarà del tutto- vano un appello a coloro eh;
soo_o ii:t grado di migliorare le soni del Teatro,
quadri, di ANT~~IO SCIUTO. ,,
- ·d!flicile, e c!1e !_'artista paga a caro prezzo le sue n~ 11 dtr loro: Pro~vedete a ·che in quest'arte no-
g10Je, I SUOI tnonfi. bile e bella non c1~ 1a tolto il pr_imato; provve- Staqllimento, delP Edit. EDOARDO SONZOGNO tn Mila.no.'
E eh~ ))er ci?,? )1 no_s)ro giovanotto non ha dete a che qaello che ogg, s1 cb,arna sommes-
paura; e d1 ferm, propos1t1, economo ed ordinato· samente : decadenza , non si debba chiamar fra
raddoppia d_ì studi(?, divien e _ogni giorno miglior~ t . P_UBBLlCATA
poco : irreparabile ruina.
e fo~se un giorno nncerà (giielb auguro d.i cuore),
ma 10 s~no certo che ad un amico simpatico VrcTOR. La seconda annata (1882)
c!1,~ trovi sul suo ".ammine entus iasta P,er l'arte , DEL "GIORNALE
d1ra (con_o_scende 91 che cosa s~ tratta): Guardati
"""~ ~ '"'"s;'"'"'
- dalte fac1h 1Jlus1001, l'arte Jaci gue e sotto l' orpello
, e le bugiarde apparenze, piange• e s' afl'anna; se IL TEATRO ILLUSTRATO
'tela le sue fente, non sente meno il dolore che CONCOR-SI I
le arrecano ; la patria nostra,- che deve ali' arte Un elegante volume in-folio
l!ric'.1 t.anta parte del suo 9ecoro, protegge poco
l artista ; alle aumentate esigenze del pubblico si L egato in b.-oclmre , .
oppone la breve durata degli , studj, il des iderio Allo scopp di commemorare il settimo anni- . L. 6 -
di far presto nei discepo li, la poca coscienza e versario del trasporto delle ceneri dell'immortale t ela e oro . • » 10 - ,
più spessq I' incapaciì à nei maestri. mae stro Catanese Vn,;CENZO BELLINI il Circolo
L:3, dt!Jìcoltà degli a[fari_ si accresce per Ja poca letterario artistico musicale di Catani'a aperse un Rimane sempre io \'end ita la prima annata (1881). '
reltlfudme colla quale s 1 trattano : sono arbitri Concorso con dieci prem i. Legata in brocJmre . . . . . . . • L. 6 -
della ca:riera artistica e giudici d'arte persone I preini saranno cosi distribuiti : tela e oro . . . . . . » 10 -
che ne ig norano persino gli elementi, UNA )lED_AGLIA D'ORO, - Sinfoµia (forma libera)
La crit~:i, queata _grande e nobile maestra, m partitura per gra11de orchestra e con ridu- SJ spedlsc~ fra.n eo di p 0rto in t utto Il Reg no Inv iando VagH a.
questa guida al meglio, questa sentineJfa vigile, F ~s tale a.ll'&dttore EDOARDO SONZOGNO la. M.lh.o.o,
zione per pianoforte a due o a quattro mani. Vu. Pasqulrolo, t4.

;
Your right to access and to use the RIPM Retrospective Index, RIPM Online Archive and RIPM e-
Library is subject to your acceptance of RIPM’s Terms and Conditions of Use. Available at
www.ripm.org/termsandconditions, these state, in part, that (i) you agree not to download a complete
issue of a journal, multiple copies of any article(s) or a substantial portion of any journal; and (ii) you
understand that the use of content in the RIPM Retrospective Index, RIPM Online Archive and RIPM e-
Library for commercial purposes is strictly forbidden.