Sei sulla pagina 1di 2

12

IL TEATRO ILLUSTRATO.

in terzetto al sopraggiungere di Carolina, Luella Dal Bardo, dal tenore Giuseppe D' Aysin vitatovi anche dalla certezza di assistere a spet-
la quale si espande con frasi appassionate e dal baritono G. Palazzi. tacolo degno di lode sotto ogni rapporto.
e d1 una verità che è di tutti i tempi, 8. La prima rapprese ntazione deUa So1111amb1'la Ed i fatti corrisposero completamente alle spe-
al Costanzi di Roma ebbe un successo lieto solo in ranze concepite da tutti su questo lavoro del·
come di tutti i tempi sono gli stati affet· parte. Il teatro offriv~ un _as_Petto imponente ; non l'immortale autore del!' Ebrea : gli applausi ri-
tivi dell'uomo. un posto vuoto. Degh arttst1 destò entusiasmo la suonarono ins.istenti e fragorosi dalla prima al·
s.i gnorina Donadio; ma i l tenore ed il baritono l'ultima nota della Reg ina di Cipro.
Sempre stupenda l'impressione che de- guastarono non poco essendo indisposti. Gli esimii interpreti signora Steinbach, e signori
sta l'aria: "Pria che spunti in ciel l'aurora,, 9. Sollevarono entusiastici applausi i Vespri Vicentelli, De Anna, Tanzini, Villani, furono ri-
con i suoi ritmi a tre misure, il clarinetto Siciliani di Verdi, allestiti sulle scene del Teatro petutamente chiamati al proscenio alla fine d'ogni
di Ba~letta. La signora E. Parodi dovette repli- atto.
dialogizzante col cantore, le armonie imi- U pubblico chiese con entusiasmo la replica
care. 11 famoso bolero. Colla Parodi ebbero i;:li
tative, onomapotepiche, e quanto mai ar- onon della serata i signori De Magis e Contedini della gran marcia, replica che non fu accordata
ricchisce questa grande pagina melodram- Achille. non avendo potuto il direttore di.scena riordinare,
Discrete le masse corali, e ottima l'orchestra lì per n, il corteo; applaudi con calore ed ammi·
ma~ica, non a torto giudicata la più bella diretta dal maestro Varola. razione al nuovo jinal$ dell'illustre Platania; volle
scritta da autore italiano nella seconda salutare tre volte al proscenio l'autore di questo
- Esito mediocre lo conseguirono i Promessi pezzo magistrale; e pure con applausi accolse il
metà del ' secolo XVIII. Sposi al Politeama di Genova : gli artisti parvero sontuoso allestimento scenico, e le graziosissime
L'aria del Conte '' Son lunatico, bilioso ,, dominati da soverchio panico. danze composte dal Felter.
Ma per altro toccarono applausi alle signorine Per la parte orchestrale va tutto il merito al-
è assai divertente; la segue uno squarcio Gastaldi {Lucia) e Castella]1i {Perpetua), al bari- l'esimio maestro Mascheroni.
di musica di genere drammatico, cantato tono Sa vignoni e al basso Burucchia. Ma intorno a questo spettacolo più nulla aggiun.-
da Carolina - che ci prova ancor una 10, La prima rappresentazione della Favorita, giamo: una nostra corrispondenza da Roma ne
al teatro di Trani, sorti esito felicissimo. parla diffusamente.
volta come la passione tradotta in frasi Tutti gli artisti ebbero applausi , chfamate al - Al pubblico piacentino piacquero molto gli ·
sentite , ampie, commoventi, non fosse proscenio, e il pubblico fece replicare il primo Ugonotti interpretati dalla Magi-Trapani, dalla Bu-
estranea al grande maestro d'Anversa. duetto fra il tenore e la donna. ratti, e dai signori Guardenti, Garbini e Marty.
- A Torino ottenne esito completo il Ma- Il famoso coro della congiura ebbe l'ouore della
Che si può ideare di più toccante della trimonio Segreto, di Cim,arosa1 _interpretato dalle replica : ne va lode ali' egregio direttore maestro
apostrofe " Ma voi siete disumani ,, ? La signore Luè, Ponti Le-Roy, Martinetti e dai si- Bolzoni.
società del secolo passato rivive intera in gnori Chinelli, Natali, Marchisio. . - Sulle scene del teatro di Mantova navigò
I primi onori li ebbero le signore Luè e Le-Roy. abbastanza col vento in poppa il Z.àust di Gounod,
questo quadro. Geronimo e Fidalma vo- Tocca lode per la concertazi one e direzione del- eseguito dalle signore Giollini, Tomillini, e dai
gliono chiudere Carolina in un chiostro, l'insii:ne capolavoro ali' esimio maestro Cesare signori Marcucci, Gui!laume, Barbieri.
perchè sorpresa in colloquio col Conte e Ross1. Il pubblico voUe la replica della ballata, del coro
accusata di rubare lo sposo alla sorella. 12. Al Castagnola di Catania fu allestita l'opera dei vecchi e del terzetto finale.
la Regina e Contadina, ultimo lavoro dello sven- - Fu un esito lietissimo quello che conseguì
Carolina si discolpa, piange, scongiura con turato Sarria. la prima rappresentazione della Giocouda al Fi-
tanto sentimento che se non riesce a in- La _musica piacque; ': l'esec~zione lasci~ _nulla larmonico di Verona.
a desiderare. Le s1gnorme Bev1lacqua e Vigliante L'eroe della serata fu l'esimio maestro Usiglio,
tenerire il padre e gli altri, riesce però a q;areggiarono di valore e furono applauditissime; che diresse l'orchestra in modo da meritarsi en-
commuovere l' intero teatro. 11 tenore Panzetta interpretò bene la sua parte; tusiastiche ovazioni dal pubblico.
Cimarosa già prelude allo stile così detto ed i signori Frigiotti e Morelli si m ostrarono va- Dopo l' Usiglio vengono gli artisti, sil\Dore Copca,
lenti e coscienziosi esecutori. Levi, Parsi, e signori Durot, Beltrami e Jeromin.
romantico moderno nel duetto della fuga. 13. La prima rappresentazione del Faust al Pa- Il bravo baritono Beltrami dovette replicare la
Quanto mistero in quel colorito orche- gliano di Firenze conseguì lieto successo. Ebbero barcarola; la Copca fu giudicata nella parte di
strale e cons(;guito con una parsimonia di applausi calorosi: il tenore Ravagli, che ha bella Gioconda cantatrice esimia; ed il Durot seppe
voce ed educata a buona scuola; la gentile e strappare applausi colla sua bella voce, educata
mezzi da non credere. I violini e gli oboi brava signorina Nowak; il signor Scaramella, ed a buona scuola.
ben poche volte furono impiegati con in- il signor Vanden. Oltre che la ballata del baritono, piacquero
tento estetico più felice. L'orchestra aveva a direttore il maestro Bar· molto l'ar,:a della Cieca e il a11ctto tra Laura e
ducoi. Gioconda.
Stupendo duettino! Ricco l'allestimento scenico.
20. Col Matrimonio segreto di Cimarosa s'apri
Magistrale il finale ultimo (che ha prin- a spettacoli d'opera buffa il teatro Carnano di - Il teatro Civico di Cuneo venne aperto al
cipio però col pezzo precedente). Quanto Milano. solito spettacolo musicale, col G"arany.
Questo capolavoro ebbe ad interpreti le si- Gli artisti cui ne fu affidata l'esecuzione sono:
accorgimento nel tradurre musicalmente la gnore Morelli Adelaide, Binda, Galliani-Russo la signora Erba Annetta (soprano) ed i signori
commedia: e cioè il modo onde viensi ed i signori Bettero, Baldelli ed Annovazzi. Migliazzi-Guaraldi Antonio (batitono), Re Enrico
a scoprire il matrz'monio segreto di Caro- Dirigeva l'orchestra il bravo maestro Luigi (basso), Livio Bianc.hi-Fiorio (tenore) e Masini
Ricci. Ercole (baritono), Dirigeva l'orchestra il signor
lina e di Paolino, la sorpresa del burbero L'esito dello s~ettacolo fu splendido: veggasi Vigoni. L'esito deUo spettacolo fu buono e venne
padre, il dispetto di Fidalma che sognava l'articolo " Teatri di Milano. ,, applauditi ssimo il signor Migliazzi-Guaraldi.
- Al teatro Bellini di Palermo fu allestita la
fare proprio sposo il garzone di Gero- 22. Il teatro Dal Verme di Milano inaugurò Trav iata di Verdi.
nimo, la gelosia del Conte, la maraviglia di colla Norma la sua stagione di carnevale . Lo spettacolo sorti lieto successe e ne va lode
Sull'esito dello spettacolo nulla crediamo dover agli artisti signora Lablanche e signori Lombardi
Elisabetta! Una frase appassionata dei gio- dire, parlandosene nell'articolo " Teatri di Milauo 11 e Carpi. ·
vani sposi " già da due mesi,, - come nota - a noi basti il registrare che il capolavoro di Bel- Il dr,etlo della Lablanche col Carpi, l'aria della
lini ebbe ad interpreti la signora Birò de Marion,
il povero Geronimo con dolore - final- Bareggi ed i signori Percuoco e Migliara. Diri- Lablanche, e i due finali soUevarono entusiastici
mente tocca il cuore del padre, e già un geva l'orchestra l'egregio maestro N. Guerrera. applausi.
26. Colla Gioconda del Ponchielli e col ballo
delizioso motivo dei violini modulato a sua 23. Il Mefistofele di Boito ottenne lieto successo Flik e F/ok, venne inaugurata la stagione di car·
volta da Fidalma, conduce ai canti di tri- al Comunale di Ferrara. nevale al teatro della Scala. di Milano.
Dell'opera piacquero specialmente: il prologo, L'opera ebbe ad interpreti la §ignora Romilda
pudio con cui si chiude il capolavoro. la stretta del duetto finale; il quartetto del giar- Pantaleoni, la signora De Giuli-Borsi, la signora
Sentiamo il bisogno di rendere in nome dino; la marcia; e la morte di Margherita. Falconis, il tenore Cardinali, il baritono Delfino
dell'arte vive grazie all'Impresa del Car- Il Mefistofele avea ad interpreti la si~norina Me- Menotti ed il basso Navarrini.
yer, ed il Megia, il Del Papa, e la signora Neu· Nel!' articolo " Teatri ai Milano " il lettore tro- t_
cano per il bel pensiero avuto di ripro- mann. verà la cronaca di questo importante spettacolo.
durre questo spartito al quale andammo Cori b ene, e benissimo l'orchestra guidata dal-
l'esimio maestro Sangiorgi. - Altro successo lietissimo l'ottenne la Gioconda
debitori di emozioni soavi, nuove, ineffabili. - Col Ballo in maschera si aprl la Pergola di
a Modena, egregiamente interpretata dalle si-
Ci torna grato il sapere che Il Matri- gnore Rey, Leoni, Del Bruno, e dai signori Pa-
Firenze. peschi, Verdini, Belletti. La Rey fu giudicata una
monio segreto venne testè dato pure a ·L'esito fu lieto e n'ebbero applausi gli artisti ottima protagonista.
Torino, e con un successo pari a quello signore Negroni, Balma, Casaglia e signori Am· Bene l'orchestra diretta dall'esimio Fornari.
brasi, Carbonell-Villar, e Arzilli. - Colla parola discreto si deve classificare l'esito
ottenuto fra noi. - Non piacquero troppo I Promessi· Sposi di avuto dal Saiva-for Rosa al teatro Concordia di
Petrella, al pubblico del teatro Rossini di Ve- Cremona.
nezia. Vi furono però applauditissime le artiste Boffa
26. Sull'esito conseguito al Sannazzaro di Na- e Marangoni.

Bollettino teatrale di Dicembre poli dalla Mif!liO>t - interpretata dalle signore


Frandin, Bai!!, Marzolla e dai signori De Bassini
e Buti - veggasi la corrispondenza che da quella
- Grande folla al teatro Comunale di Reggio
Emilia per la prima rappresentazione del Roberto
__,_~ il Diavolo.
città ci fu inviata in proposito, Furono applauditissimi: la prima donna signora
f, L'Er11a11i, rappresentato al Fiorentini di Na· - L'Argentina di Roma - restaurato e riahbellito Barronat ed il basso Dondi; passabile il tenore
poli, sollevò applausi continui, fragorosi, meritati. - si riaprì a spettacoli d'opera colla Re5 ·ina ai Mazzolani ed i cori; bene il Rambaldo; ed al di·
Fra gli artisti i primi onori toccarono alla signora Cipro d' Halévy, lo spartito che l'anno sco1 ·so ot· sotto del mediocre l'orchestra,
Baesi ed al signor Bargioli. Fu chiesta la replica teneva cosl splendido s uccesso sulle imp,ortanti Totale : uno spéttacolo misero.
del finale del 3° atto. scene del Regio di Parma. - Al Regio di Parma ebb,;, luogo la prima
6. Al Guillaume di Brescia piacque abbastanza li pubblico rom.ano, pel quale la Re!{ina di Cipro rappresentazione del Lol1e11gri11, ·d-i Wa~er.
la Lucia ai Lammermoor, interpretata dalla signora era affatto nuova, accorse numeroso m teatn1, in- Il teatro era affoUato e l'aspettazione v1vìsslma.
Your right to access and to use the RIPM Retrospective Index, RIPM Online Archive and RIPM e-
Library is subject to your acceptance of RIPM’s Terms and Conditions of Use. Available at
www.ripm.org/termsandconditions, these state, in part, that (i) you agree not to download a complete
issue of a journal, multiple copies of any article(s) or a substantial portion of any journal; and (ii) you
understand that the use of content in the RIPM Retrospective Index, RIPM Online Archive and RIPM e-
Library for commercial purposes is strictly forbidden.