Sei sulla pagina 1di 7

Insegnamento: PIANOFORTE (Settore disciplinare: Prassi esecutiva e repertori)

I Ciclo
La formazione strumentale si articolerà nei seguenti ambiti formativi:

Tecnica
A.d.r. Conoscenze e abilità da conseguire Opere di riferimento Prove d’esame
 Posizione alla  Sedere in modo corretto allo strumento. Luigi FINIZIO, Le Estrazione ed esecuzione
tastiera  Assumere un corretto assetto delle mani sulla tastiera. scale per lo studio di una scala maggiore e
 Posizione delle  Percepire e utilizzare le diverse articolazioni del braccio (polso, gomito, spalla) creando un del pianoforte della relativa minore o del
cinque dita rapporto di flessibilità tra mano, avambraccio e omero. suo modo minore.
 Note ribattute  Conoscere e percepire la differenza intervallare tra accordo maggiore, minore e diminuito e Carl TAUSIG,
 Scale applicarla all’esecuzione della posizione delle cinque dita in tutte le tonalità. Esercizi giornalieri Estrazione ed esecuzione
 Arpeggi  Eseguire la ribattuta di un tasto con tutte le dita di un arpeggio maggiore e
 Sostituzione del  Eseguire tutte le scale maggiori e minori per moto retto su quattro ottave. Testi analoghi ai minore in una tonalità che
dito  Eseguire gli arpeggi sugli accordi perfetti maggiori e minori nelle tonalità che iniziano con tasto precedenti inizia su tasto bianco.
bianco.

Repertorio
A.d.r. Conoscenze e abilità da conseguire Opere di riferimento Prove d’esame
Studi  Riconoscere e realizzare: Carl CZERNY, La scuola della velocità Op. 299 (nn 9, 12) Esecuzione di uno studio
- i segni di fraseggio Carl CZERNY, 24 Studi Op. 636 (dal n° 12 in poi) estratto a sorte fra tre di
- le indicazioni dinamiche Carl CZERNY, 30 Studi Op. 849 (dal n° 20 in poi) tecnica diversa.
- le indicazioni ritmiche e agogiche Hermann BERENS, Nuova Scuola Della Velocità. 40 Studi Op.61
 Individuare e realizzare le prime Ettore POZZOLI, 24 studi di facile meccanismo
differenze d’intensità tra le due mani
Danze Johann Sebastian BACH, Suites Francesi (i brani più semplici). Esecuzione di una danza
(accompagnamento e melodia).
Wolfgang Amadeus MOZART, Minuetti, K.V. 176 estratta a sorte tra due: una
 Conoscere gli elementi principali Ludwig van BEETHOVEN, Dodici Danze Tedesche WoO 8 scelta da Johann Sebastian
della pedalizzazione (in battere e Franz SCHUBERT, 12 Walzer D. 145 (n° 9) BACH, Suites Francesi e l’altra
sincopato). Franz SCHUBERT, 8 Ländler D. 378 (nn 3, 4, 5) di un periodo storico diverso.
 Riconoscere e realizzare le Franz SCHUBERT, 24 Minuetti D. 41 (n° 16)
indicazioni grafiche del pedale. Béla BARTÓK, Danze popolari rumene, s.o.

Versione 2.2 – A.a. 2010/2011 – Referente: prof. Fernando Scafati 1


Pezzi di  Realizzare i più semplici segni Robert SCHUMANN, Album per la gioventù Op. 68 (Piccolo studio, Impressioni Esecuzione di un pezzo di
carattere d’abbellimento. del teatro) carattere romantico o moderno
 Eseguire le prime semplici forme di Pëtr Il’ič ČAJKOVSKIJ, Album per la gioventù Op. 39 (Il piccolo cavaliere, (durata massima 5 minuti).
polifonia a due voci (canoni e Canzone della Lodoletta)
invenzioni). Enrique GRANADOS, Il mio primo Granados. 8 pezzi facili (Il risveglio del
 Apprendere le prime tecniche di cacciatore)
memorizzazione. Alfredo CASELLA, 11 Pezzi infantili Op. 35 (Carillon, Galop finale)
Claude DEBUSSY, Le Petit Nègre
Brani Conoscenze e abilità complesse: Johann Sebastian BACH, Invenzioni Esecuzione di un brano
polifonici ad  Eseguire un brano con precisione Georg Friedrich HÄNDEL, Capriccio in Sol minore HWV 483 polifonico estratto a sorte tra
almeno due ritmica, dinamica e agogica, Robert SCHUMANN, Album per la gioventù Op. 68 (Fughetta) due: uno scelto da Johann
voci realizzandone le caratteristiche Max REGER, 111 Canoni in tutte le tonalità maggiori e minori Sebastian BACH, Invenzioni e
espressive. Béla BARTÓK, Mikrokosmos vol. 4 (Studio a due voci) l’altro di un diverso autore.
 Produrre sonorità adeguate al
Sonata carattere del brano. Franz Joseph HAYDN, Sonata in Do magg. Hob. XVI/1 Esecuzione di un tempo di
Carl Philipp Emanuel BACH, 6 Sonate facili per piano Wq. 53 sonata estratto a sorte tra il
Wolfgang Amadeus MOZART, Sonata in Do magg. K 545 primo e l’ultimo della stessa
Ludwig van BEETHOVEN, Tre Sonate WoO 47 Sonata.
Robert SCHUMANN, Tre Sonate per la gioventù Op. 118 (n° 1)
N.B.: almeno uno dei brani preparati deve essere eseguito a memoria e sarà oggetto di valutazione.

Lettura a prima vista e trasporto


A.d.r. Conoscenze e abilità da conseguire Opere di riferimento Prove d’esame
Lettura e trasporto Leggere e trasportare a mani alternate sequenze melodiche scritte nelle due Paul HARRIS, Improve your Leggere un facile brano nelle
a mani alternate chiavi di violino e basso. sight-reading, voll. I-II, Ed. tonalità di Do magg. La min., Sol
Faber Music magg., Mi min., Fa magg., Re min.
Lettura e trasporto  Leggere e trasportare contemporaneamente nei due pentagrammi di violino
(max. 12 battute).
a mani unite e basso semplici linee melodiche. Jeremy NORRIS, A prima
 Leggere e trasportare nelle tonalità diatoniche brevi melodie con vista, Ricordi
accompagnamento di triadi.

Improvvisazione
A.d.r. Conoscenze e abilità da conseguire Opere di riferimento Prove d’esame

Versione 2.2 – A.a. 2010/2011 – Referente: prof. Fernando Scafati 2


Melodia  Inventare una melodia su accompagnamento predefinito. Annibale Non richiesta
 Creare motivi melodici di due battute sull’accordo di tonica e riproduzione degli stessi sugli accordi di REBAUDENGO,
sottodominante e dominante. Leggere e
 Organizzare i motivi in semifrasi e frasi di quattro, otto e sedici battute. improvvisare, Ed.
 Inventare melodia e accompagnamento usando la scala pentatonica, esatonale e le scale modali (vedi opera Carisch
di riferimento di A. Rebaudengo).
Emilio MOLINA, Piano
Armonia  Conoscere e suonare gli accordi di tonica, sottodominante e dominante con la settima nelle tonalità maggiori di complementario, vol. I,
do, sol, fa e nelle relative minori organizzati secondo una concatenazione armonica di senso musicale Ed. Real Musical
compiuto (es. I, IV, V, I ).
 Conoscere e utilizzare il basso cifrato con lettere e quello con numeri romani.
 Creare diversi tipi di accompagnamento con i tre accordi indicati.
Velocità Esercitare le attività precedenti in diversi andamenti agogici.
Intensità e Esercitare le attività precedenti con diverse intensità (piano, forte, crescendo e diminuendo) e in diversi registri
altezza (acuto, grave) associandole anche ad immagini per incrementare la valenza espressiva.

Versione 2.2 – A.a. 2010/2011 – Referente: prof. Fernando Scafati 3


II Ciclo
La formazione strumentale si articolerà nei seguenti ambiti formativi:

Tecnica
A.d.r. Conoscenze e abilità da conseguire Opere di riferimento Prove d’esame
Scale Eseguire tutte le scale maggiori e minori per Luigi FINIZIO, Le scale per lo Estrazione ed esecuzione di una scala maggiore e del suo relativo minore
moto retto, in terza e in sesta nell’estensione di studio del pianoforte (armonica e melodica) o del modo minore sulla tonica estratta (armonica e
quattro ottave. Carl TAUSIG, Esercizi melodica), a quattro ottave per moto retto, in terza e in sesta.
giornalieri
Arpeggi Eseguire gli arpeggi su accordi maggiori, minori, Estrazione ed esecuzione di un arpeggio da eseguirsi: maggiore, minore,
di settima di dominante e di settima diminuita, in di settima di dominante e di settima diminuita nell’estensione di quattro
Testi analoghi ai precedenti
tutte le tonalità, nell’estensione di quattro ottave. ottave.

Repertorio
A.d.r. Conoscenze e abilità da conseguire Opere di riferimento Prove d’esame
Studi  Riconoscere e realizzare: Henri BERTINI, 24 Studi Op. 29 Esecuzione di due studi tra dieci preparati: uno
- i segni di fraseggio Henri BERTINI, 24 Studi Op. 32 scelto dal candidato e uno estratto a sorte seduta
- le indicazioni dinamiche Johann Baptist CRAMER, 60 studi scelti stante tra nove di tecnica diversa e di almeno due
- le indicazioni ritmiche e agogiche Carl CZERNY, La Scuola della velocità Op. 299 (dal n° autori differenti.
 Individuare e realizzare differenze di 15 in poi)
intensità tra le due mani Ettore POZZOLI, Studi di media difficoltà
(accompagnamento e melodia).
Polifonia a  Conoscere gli elementi principali della Johann Sebastian BACH, Sinfonie Esecuzione di una Sinfonia estratta a sorte fra tre
tre voci pedalizzazione (in battere e sincopato). presentate da Johann Sebastian BACH, Sinfonie.
Sonate  Riconoscere e realizzare le indicazioni Carl Philipp Emanuel BACH, Sonate Prussiane Wq. 48 Esecuzione di due movimenti scelti dalla
grafiche del pedale. nn 3, 4, 5, 6 commissione da una sonata completa scelta tra
 Realizzare i segni di abbellimento. Franz Joseph HAYDN, Sonate (esclusi i Divertimenti) quelle di C.Ph.E. Bach, Haydn (esclusi i
 Eseguire forme di polifonia a tre voci Wolfgang Amadeus MOZART, Sonate (esclusa la K 545) divertimenti), Mozart (esclusa K 545), Clementi o
(canoni e invenzioni). Muzio CLEMENTI, Sonate (Op. 1 n° 2, Op. 10 n° 1, Op. Beethoven (esclusa l’op. 49).
 Apprendere tecniche di memorizzazione. 25 n° 6)
Ludwig van BEETHOVEN, Sonate (esclusa l’Op. 49)
Conoscenze e abilità complesse:
Danze Johann Sebastian BACH, Suites Francesi Esecuzione di due movimenti estratti seduta stante
 Eseguire un brano con precisione Johann Sebastian BACH, Suites Inglesi da una suite intera di Bach o Haendel.
ritmica, dinamica e agogica, Georg Friedrich HÄNDEL, Suites

Versione 2.2 – A.a. 2010/2011 – Referente: prof. Fernando Scafati 4


Pezzi di realizzandone le caratteristiche Felix MENDELSSOHN, Romanze senza parole Esecuzione di una composizione significativa da
carattere espressive. Edvard GRIEG, Pezzi lirici Op. 12 ciascuno dei due gruppi di autori:
 Produrre suoni le cui qualità dinamiche e Pëtr Il’ič ČAJKOVSKIJ, Le Stagioni Op. 37 (“Gennaio”) a) Weber, Schubert, Mendelssohn, Chopin,
timbriche siano in relazione al carattere Claude DEBUSSY, Deux Arabesques Schumann, Liszt, Caikovskji, Grieg, Brahms o di altri
del brano. Alexandr Nikolaevič SCRJABIN, 24 Preludi Op. 11 autori dello stesso periodo;
 Esercitare la capacità d’indipendenza b) Debussy, Skrjabin, Busoni, Schönberg, Prokof’ev,
delle dita di ciascuna mano nella Casella o di altro autore del Novecento.
graduazione dell’intensità e La durata complessiva delle due composizioni non
dell’articolazione ritmica. deve superare i 10 minuti.
Brani  Imparare a dedurre princìpi elementari di
Sonate a scelta di Cimarosa, Platti e Scarlatti. Esecuzione di un brano clavicembalistico estratto fra
clavicem- diteggiatura e ad utilizzarli nello studio tre presentati, di cui almeno una sonata di D.
balistici delle composizioni. Scarlatti.
N.B.: almeno uno dei brani preparati deve essere eseguito a memoria e sarà oggetto di valutazione.

Lettura a prima vista e trasporto


A.d.r. Conoscenze e abilità da conseguire Opere di riferimento Prove d’esame
Lettura e trasporto a Leggere e trasportare nelle tonalità Paul HARRIS, Improve your sight-reading, vol. III, Ed. Faber Music Leggere un facile brano (max.
mani unite diatoniche semplici brani Jeremy NORRIS, A prima vista, Ricordi 16 battute).

Improvvisazione
A.d.r. Conoscenze e abilità da conseguire Opere di riferimento Prove d'esame
Melodia  Sviluppare l’invenzione melodica tramite la variazione Annibale REBAUDENGO, Assegnazione di una melodia di sedici
 Organizzare i motivi in semifrasi di sedici battute. Leggere e improvvisare, battute e realizzazione estemporanea di un
Ed. Carisch accompagnamento
 Usare l’imitazione e il canone con le scale modali.
Armonia  Conoscere e suonare gli accordi di tonica, sottodominante e dominante con la Emilio MOLINA, Piano Improvvisare una melodia con
settima nelle tonalità di Re magg., Si bem. Magg., Mi bem. Magg. e nelle complementario, vol. II, Ed. accompagnamento su schema armonico
relative minori e nella tonalità di La magg. Real Musical dato (sedici battute) suggerendo anche
 Eseguire le cadenze in tutte le tonalità maggiori e minori studiate suonando gli un’immagine sulla base dell’andamento
accordi della destra nelle tre posizioni. ritmico e agogico scelti.
 Conoscere e usare il basso cifrato con lettere e quello con i numeri romani.
 Creare diversi tipi di accompagnamento con i tre accordi indicati.
 Usare le prime dominanti secondarie.

Versione 2.2 – A.a. 2010/2011 – Referente: prof. Fernando Scafati 5


III Ciclo
La formazione strumentale si articolerà nei seguenti ambiti formativi:

Tecnica
A.d.r. Conoscenze e abilità da conseguire Opere di riferimento Prove d’esame
Scale in doppie terze,  Studio del meccanismo delle doppie note e applicazione nelle scale Carl TAUSIG, Esercizi giornalieri Non richiesta
doppie seste e doppie magg. e min. in doppie terze e doppie seste. Luigi FINIZIO, Le scale per lo studio del pianoforte
ottave  Studio del meccanismo delle doppie ottave e applicazione nelle scale
magg. e min. Testi analoghi ai precedenti

Repertorio
A.d.r. Conoscenze e abilità da conseguire Opere di riferimento Prove d’esame
Studi di  Conoscere e realizzare una vasta gamma di segni di Carl CZERNY, L'arte di rendere agili le dita Op. 740 (dal n° Esecuzione di uno studio estratto a
tecnica fraseggio, d’indicazioni dinamiche, ritmiche e 11) sorte seduta stante tra quattro
diversa agogiche dei brani studiati e collocarli nei diversi Muzio CLEMENTI, Gradus ad Parnassum (nn 9, 32, 65, 78) presentati dal candidato di almeno
contesti stilistici. Fryderyc CHOPIN, 12 Studi Op. 10 due autori diversi e di almeno due
 Individuare e realizzare possibilità di tocco Fryderyc CHOPIN, 12 Studi Op. 25 periodi storici diversi.
differenziato tra le due mani e coordinare Alexandr Nikolaevič SCRJABIN, Studi Op. 2
l’esecuzione simultanea di fraseggi diversi. Alexandr Nikolaevič SCRJABIN, Studi Op. 8
Polifonia  Usare il pedale per favorire il fraseggio, la ricchezza Johann Sebastian BACH, Clavicembalo ben temperato voll. I Esecuzione di due Preludi e Fughe
timbrica e dinamica dei brani eseguiti. e II del Clavicembalo ben temperato di
 Conseguire una buona autonomia nella scelta e uso Bach estratti a sorte seduta stante
delle diteggiature. Preludi e fughe di altri autori e di diversi periodi storici (es.: rispettivamente fra tre Preludi e Fughe
 Conoscere e realizzare una vasta gamma di Dmitrij Dmitrievič ŠOSTAKOVIČ) del vol. I e tre del vol. II.
abbellimenti e contestualizzarli stilisticamente.
Clavicem  Aumentare l’indipendenza delle dita di ciascuna Domenico SCARLATTI, Sonate Esecuzione di una Sonata di D.
balisti mano nella graduazione delle intensità e Scarlatti.
Sonate dell’articolazione ritmica. Ludwig van BEETHOVEN, Sonate (escluse Op.49) Esecuzione di una Sonata di
 Eseguire con proprietà stilistica e caratterizzazione Franz SCHUBERT, Sonate Beethoven, Schubert o Clementi a
espressiva composizioni di diversi periodi storici. Muzio CLEMENTI, Sonate Op. 40 nn 1, 2, 3 scelta del candidato tra le opere di
 Sviluppare le tecniche di memorizzazione. Muzio CLEMENTI, Sonate Op. 50 nn 1, 2, 3 riferimento.
 Utilizzare la propria immaginazione e intuizione nella
Pezzi di soluzione dei problemi che si incontrano. Franz SCHUBERT, Quattro Improvvisi Op. 90 (n° 1) Esecuzione di due composizioni: una
carattere Robert SCHUMANN, Pezzi fantastici op. 12 (Aufschwung) dell’Ottocento e una del Novecento.
 Comunicare in modo efficace le proprie scelte
Franz LISZT, Sogni d’amore (n° 3) La durata complessiva delle due
interpretative e fornirne le motivazioni.
Versione 2.2 – A.a. 2010/2011 – Referente: prof. Fernando Scafati 6
 Ascoltare con spirito critico la propria esecuzione. Johannes BRAHMS, Tre Intermezzi Op. 117 composizioni deve essere compresa
Claude DEBUSSY, Préludes tra un minimo di 10’ e un massimo di
15’.
N.B.: almeno uno dei brani preparati deve essere eseguito a memoria e sarà oggetto di valutazione.

Lettura a prima vista e trasporto


A.d.r. Conoscenze e abilità da conseguire Opere di riferimento Prove d’esame
Lettura e Leggere e trasportare nelle tonalità Jeremy NORRIS, A prima vista, Ricordi Leggere un facile brano nelle tonalità
trasporto a diatoniche brani di difficoltà pari a quelli maggiori e minori fino a quattro
mani unite indicati nelle opere di riferimento. Paul HARRIS, Improve your sight-reading, vol. IV-V, Ed. Faber Music alterazioni in chiave (max. 16 battute).

Improvvisazione
A.d.r. Conoscenze e abilità da conseguire Opere di riferimento Prove d'esame
Armonia  Armonizzare la scala maggiore e minore, ascendente e discendente, sia al basso sia al Emilio MOLINA, Modulare a tonalità vicine partendo
soprano. Piano dalla tonalità assegnata (max. quattro
 Improvvisare delle modulazioni ai toni vicini con le cadenze proprie delle tonalità, con un complementario, vol. alterazioni in chiave) con un tempo
tempo assegnato in un ambito di 6-8 misure. III e IV, Ed. Real assegnato in un ambito di 6-8 misure.
Musical
Il periodo  Improvvisare un periodo musicale di 8 misure e collegarlo ad uno seguente in modo Improvvisazione di un minuetto, di un
musicale coerente dal punto di vista tematico e armonico. preludio o di un adagio a scelta del
 Improvvisazione di un minuetto (forma A-B o A-B-A) realizzato a due parti o con accordi candidato con utilizzo di un frammento
alla mano sinistra, utilizzando un breve frammento tematico. melodico assegnato dalla
 Improvvisare una breve forma libera (preludio, adagio), utilizzando un frammento tematico. commissione.

Conoscenza dello strumento e cultura relativa


A.d.r. Conoscenze e abilità da conseguire Opere di riferimento Prove d’esame
Storia del pianoforte  Caratteristiche del pianoforte moderno: La voce “Pianoforte” nel La prova si svolge in forma
- conoscenza delle principali parti che lo compongono lessico DEUMM e gli di colloquio e verterà su tutti
- uso e funzioni dei pedali. autori dei brani preparati gli argomenti indicati nel
 Principali differenze tra fortepiano e pianoforte moderno. nelle biografie del settore “Conoscenze e
Repertorio pianistico DEUMM (Ed. UTET). abilità”.
 Conoscenza della letteratura per pianoforte solo e per pianoforte ed orchestra degli
autori eseguiti in sede di esame.

Versione 2.2 – A.a. 2010/2011 – Referente: prof. Fernando Scafati 7