Sei sulla pagina 1di 27

Sogno lucido/Tecniche di Induzione

Indice
https://www.youtube.com/watch?v=JdbFE6NwpUc

 1 Preliminari
o 1.1 Al risveglio e all'andar a letto
o 1.2 Test della realtà
 1.2.1 Tabella
 1.2.2 Domande frequenti
 2 Tecniche
o 2.1 WBTB Svegliarsi e tornare a letto
o 2.2 Autosuggestione
o 2.3 MILD Induzione Mnemonica Sogni Lucidi
o 2.4 WILD Induzione da Svegli
 2.4.1 Immagini Ipnagogiche
 2.4.2 Contare
 2.4.3 Metodo del suono
 2.4.4 Leggera Scomodità Fisica
o 2.5 Incubare Sogni
 2.5.1 Sogni Concatenati
 2.5.2 VILD Induzione Visiva Sogno Lucido
 2.5.3 LILD Induzione Lucida Sogno Lucido
o 2.6 CAT Tecnica Aggiusto del Ciclo
o 2.7 Metodo tibetano
o 2.8 Altre tecniche
 3 Altri metodi
o 3.1 Cibo e Bevande
o 3.2 Droghe
o 3.3 Gadgets
 4 Note

Probabilmente sarebbe opportuno riuscire a ricordarsi almeno un sogno per notte, prima di cercare di
'indurne' uno 'lucido' (vedi: Ricordare sogni). Tuttavia non è strettamente necessario.

Preliminari
Ci sono alcune informazioni preliminari che dovrebbero essere presi in considerazione prima d'iniziare.

Al risveglio e all'andar a letto

Anzitutto bisogna sapere come, in che modo svegliarsi e quando andare a dormire: tenendo presente che noi,
come già detto, vogliamo svegliarci proprio nel bel mezzo di un sogno, per poterlo poi ricordare (il cui
'ricordo' si trasformerà poi così sempre di più in 'esperienza lucida').

Può darsi che il metodo più comodo sia una sveglia messa all'altro capo della stanza, per sforzarci ad alzarci
per andare a spegnerla. Oppure vi è, in alternativa, una tecnica chiamata MILD di cui parleremo fra poco.
Alcuni usano bere grosse quantità di liquido o qualche tipo di tè per farlo: avvalendosi così dello stimolo di
andare in bagno; ma va ricordato, soprattutto nel caso del tè, che a parte ad essere diuretici, alcuni possono
contenere pure caffeina ed essere quindi molto controindicati per avere un buon sonno. Inoltre, se si hanno
problemi ad addormentarsi, non bisogna bere acqua per circa un'ora prima di spegnere le luci per andar a
letto. A parte la caffeina e gli altri eccitanti, prima di dormire va evitato anche lo zucchero.
Se nonostante tutto si trovasse ancora difficoltà a prendere sonno, si può approfittare della situazione per
leggere un libro sui "sogni lucidi": questo sarà senza dubbio di grande utilità. Cercate inoltre di tenere il
pulsante della luce vicino al letto, giacché alzarsi per andare a spegnerla potrebbe definitivamente farci
svegliare.

Test della realtà

Il "test della realtà" è un metodo che ci permette di capire se stiamo sognando o se siamo svegli
(ovviamente, questa sarà una cosa sempre più difficile da definire perché, quando stiamo "sognando" un
"sogno lucido", questo sembra "realtà": un po' come avviene per le allucinazioni: durante l'effetto delle
sostanze che ce le provocano, sembrano "vere"). Ecco qui dunque qualche metodo, per cercare di capirlo.

È estremamente importante fare questi test. Si potrebbe dire che essi siano la "chiave" dei sogni lucidi. È
anche estremamente importante assicurarsi che questi producano i risultati sperati durante i nostri sogni;
accettiamo e viviamo come "realtà" anche quando si tratta invece solo di un sogno. Potrebbe quindi essere
controproducente prevederne i risultati in vivo, proprio perché il risultato del test potrebbe altrimenti essere
modificato da un eventuale effetto placebo. Di sicuro l'esito dei test non sara positivo durante lo stato "reale"
di veglia della nostra vita quotidiana (a meno che non si sia pazzi) e anche se non sono sempre tutti affidabili
al 100%, di certo si avrà un tasso di esito positivo maggiore durante i sogni.

Segue qualche test di realtà. È necessario familiarizzarsi con tutta la lista completa, anche se si utilizzeranno
poi solo alcuni di questi.

Tabella

Falsi
Affidabilità Rapidità Discrezione Media
positivi
Si può respirare col naso completamente
Respirazione 5 5 3 4.33 0
tappato?
Quando si salta, si cade fluttuando o
Saltare comunque ci sono ingongruenze con la 5 5 1 3.67 0
gravità?
Cambiano le lettere di un testo quando
lo si legge? Leggere, appartarsi e
Lettura ripetersi a se stessi quanto letto, poi 5 3 4 4.33 0
tornare e leggere di nuovo. Farlo due
volte.
Si ha una visione perfetta? Questo
funziona solo ovviamente, con le
Visione 4 5 5 4.67 1
persone che abbiano una vista
imperfetta da svegli.
Le mani sono di uno strano colore?
Troppe dita? (a volte, appaiono e
scompaiono quando si cerca di
Mani 4 5 5 4.67 0
contarle!) O hanno qualche altra
anomalia? Si può trapassare l'altra mano
con un dito?
Gli orologi segnano un'ora ragionevole?
Si è in grado di leggere l'ora che
Tempo marcano? A volte hanno un numero 4 5 4 4.33 0
sbagliato di lancette, oppure contengono
degli strani simboli. [1]
Poteri Si è in grado di volare (solo 4 5 3 4
Falsi
Affidabilità Rapidità Discrezione Media
positivi
pensandolo), aprire porte o usare altri
poteri magici? Come ad esempio
cambiare forma al nostro corpo,
attravesare pareti, finestre o specchi?
Interruttori
Funzionano gli interruttori della luce? 4 3 1 2.67 3
della luce
Il nostro aspetto è normale se ci
Specchi 3 3 3 3 0
guardiamo in uno specchio?
Possiamo vedere il nostro naso con un
Naso 2 5 5 4 0
occhio chiuso?
Siamo in grado di ricordare come siamo
Memoria arrivati fin qui, perché siamo qui e cos'è 2 3 5 3.33 2
successo un'ora fa?

Scegliete qualcuno di questi test di realtà e fateli sempre, regolarmente, finché sia necessario: finché non si
riesca a distinguere che un sogno è tale e si sia convinti del contrario. Sempre si dovranno realizzare più
d'uno di questi test: guardiamoci attorno e domandiamoci se "veramente" tutto ciò è "vero" e se ci
rispondiamo di sì, allora pensiamo quello che potrebbe essere diverso tale da renderlo invece "un sogno". Se
si arriva al punto di avere l'automatismo di fare questi test si avranno più possibilità di effettuare dei test
sulla realtà durante il sogno.

È opportuno fare questi test anche immediatamente dopo essersi svegliati. Questo, ci aiuta a raggiungere la
lucidità nel caso si trattasse di un "falso risveglio".

Se si avessero problemi a realizzarli, allora prima di andare a letto è consigliabile cercare d'immaginare se
stessi in un sogno, avvertendo i particolari ed i dettagli stonanti, tali da condurci ad effettuarne uno. Poi,
effettuare uno di questi test stando svegli. Se si fa così un po' di volte, noteremo che saremo portati a
realizzarli più frequentemente anche nel sogno.

Se ci si trovasse in una situazione che non facilita l'esecuzione di un test di realtà, bisogna ricordare
comunque di farne uno il prima possibile. Questa può essere per esempio una discussione in pubblico o cose
del genere. Si possono effettuare test di realtà in maniera molto discreta, ad esempio contare le proprie dita
ed assicurarsi che siano cinque. Se si comincia col dire: "Non posso fare un test di realtà adesso" non
bisognerebbe sorprendersi quando si fa questo errore in un sogno!

Domande frequenti

Quali sono i migliori test di realtà?

Quando si sta scegliendo un test di realtà, le proprietà più importanti da tenere in considerazione sono
affidabilità, rapidità e discrezione.

 L'affidabilità di ogni test rappresenta la probabilità che si ha di riconoscere i risultati del test come
prova del fatto che si sta sognando (ovviamente se il test è effettuato in sogno). Questo varia per ogni
persona ma alcuni di questi test sono in genere più accertati di altri. Le cifre nella tabella sopra
riportata sono approssimative e cambiano da persona a persona.
 In un test di realtà è importante essere rapidi. Fa perdere tempo del sogno il dover andare a cercare
un libro o (anche peggio) uno specchio. Inoltre, potrà anche dare più tempo al subconscio per
produrre risultati tipici dello stato di veglia, specialmente se si è convinti che il test darà questi
risultati.
 Infine, un test di realtà dovrebbe essere discreto; cioè, non dovrebbe attrarre troppa attenzione
intorno a chi sta effettuando il test durante la veglia. Saltare in aria all'improvviso o provare ad
attraversare una parete potrebbe causare una certa vergogna!

Nella tabella precedente, queste caratteristiche hanno un punteggio da 1 a 5.

Non riesco a ricordarmi di fare test di realtà durante il giorno. Che "promemoria" posso usare?

Sei fortunato ad avere una giornata interessante e scordarti dei sogni lucidi! Non è consigliabile scrivere
esplicitamente "test di realtà" o "lucido" sulla mano, dato che potrebbe creare una "dipendenza" da questo
promemoria, che non esisterebbe in sogno. Tuttavia, si potrebbe scrivere un puntino sulla mano o disegnare
un piccolo cerchio. Questo dovrebbe essere sufficiente per ricordarci di fare un test di realtà.

Una semplice tazza di caffè con su scritto qualcosa tipo "Sto sognando?" potrebbe essere utile, ma bisogna
cercare di non arrivare a dipendere troppo da ciò.

Un'altra tecnica è annotare tre cose che si fanno regolarmente in una giornata. Per fare alcuni esempi, sentire
il nostro nome, passare per una certa porta, accendere la televisione, cominciare a leggere un libro, o
incontrare un estraneo. Dalla mattina, scegliere tre di questi eventi e pensare di fare un test di realtà ogni
volta che succedono durante il giorno.

Ho fatto un test di realtà in un sogno ma il risultato è stato che non stavo sognando. Ho sbagliato
qualcosa?

Alcuni test di realtà funzionano alla perfezione con alcune persone e terribilmente male per altre. In genere
sono quelli degli interruttori della luce e quelli della mano. Se il risultato che si ottiene è che gli interruttori
funzionano o che le mani sono perfettamente normali, è necessario passare a una tecnica differente.

Ho fatto un test di realtà in un sogno però non avevo chiaro che stavo sognando. Cos'è andato storto?

Un esempio di ciò è guardare dentro uno specchio e vedere una grande nuvola di vapore o una nebbia grigia
nel riflesso e non rendersi conto che si sta sognando. Questo è raro se si sta realmente guardando in uno
specchio come test di realtà. È necessario essere meno superficiali quando si esegue un test di realtà da
svegli o sceglierne uno più affidabile che ci mostri in maniera più ovvia che stiamo sognando. Bisogna
anche scegliere un test che sia semplice da realizzare. Per esempio, non bisogna scegliere il test di lettura
dell'ora se non si porta mai l'orologio e non si deve scegliere di guardarsi in uno specchio se ci specchiamo
raramente o se si sa che non si incontrerà uno specchio in sogno.

Tecniche
Quando leggi queste tecniche, ricorda che tecniche diverse funzionano per persone diverse. Non esiste la
"tecnica migliore" e la maggior parte delle tecniche possono essere usate per avere 2–5 sogni lucidi ogni
notte! Potresti avere diversi sogni lucidi in una notte ma non potrai saperlo a meno che non li ricordi!

Comunque vorrai qualche consiglio su quale tecnica provare inizialmente. Una scelta fondamentale è se
usare un metodo che inizi da un sogno o un metodo che inizi dallo stato di veglia[2]. Se impari una tecnica
che inizia dallo stato di veglia, sarai in grado di avere sogni lucidi ogni volta che puoi dormire. Per le altre
tecniche devi basarti sulla fortuna per avere sogni lucidi dopo che hai eseguito la tua tecnica. Di seguito
sono elencati vantaggi e svantaggi per le specifiche tecniche:

Tecnica Descrizione Vantaggi Svantaggi Consigliata per Voto


WBTB  Semplice Gente che vuole
Svegliarsi e poi  Distrugge il
(Wake-Back-  Può essere rafforzare altre Verde
tornare a letto. ciclo del
To-Bed) molto tecniche, o che
affidabile, sonno si sveglierebbe
specie in comunque in
combinazione mezzo alla
con altre notte.
tecniche

Convinciti che
diventerai  Meno efficace Gente molto
lucido, senza di altre suscettibile
l'intenzione di  Semplice tecniche all'ipnosi o che
Autosuggestione Verde
diventarlo, (come il non ha l'energia
cosicché lo MILD) per altre
diventerai tecniche.
veramente.
Addormentati Persone aventi
MILD concentrato buona memoria
 Può essere
(Mnemonic sulla tua  Semplice a lungo termine
noioso Verde
Induction of intenzione di (ricordo di
Lucid Dreams) ricordare che intenzioni
stai dormendo. future).
 Può causare
 permette esperienze
Mantieni la tua
WILD realmente di terrorizzanti Persone che
consapevolezza
(Wake-Initiation indurre sogni  Può volerci vogliono
mente ti Verde
of Lucid lucidi a molto a correttamente
addormenti ed
Dreams) volontà padroneggiarl fare sogni lucidi.
inizi a sognare.
o

 Anche questo
ti permette di  ...ma non
Con la
indurre sogni molto bene
visualizzazione
VILD lucidi a per altre Gente che ha
ripetitiva, Verde
(Visual volontà  La buone capacità
incubare un /
Induction of  Funziona visualizzazion di
sogno nel quale giallo
Lucid Dreams) molto bene per e può tenerti visualizzazione.
esegui un test di
alcune sveglio
realtà.
persone...

 Ha bisogno
solo di
svegliarsi
 Richiede solo
Regolare il presto per
l'impegno
proprio ciclo di alcuni giorni
relativamente
CAT sonno in modo  Prepara
piccolo di Gente che ha un Verde
(Cycle da incoraggiare esclusivament
regolare il ciclo di sonno /
Adjustment la e ad avere un
ciclo del molto regolare. giallo
Technique) consapevolezza sogno lucido
sonno
durante l'ultima nel prossimo
 Molto efficace
parte di questo. futuro (benché
è molto più
frequente che
ciò avvenga
che non
usando le altre
tecniche)

Ricorda: aiuterà molto il saper ricordare almeno un sogno per notte prima di provare queste tecniche.

WBTB Svegliarsi e tornare a letto

Classificazione verde. Questa tecnica è risultata efficace in ricerche scientifiche e/o era descritta in libri
commerciali riguardanti i sogni lucidi.

WBTB sta per "Wake-Back-To-Bed".

Svegliati dopo 4 o 6 ore di sonno, scendi dal letto e rimani alzato per un tempo che va da qualche minuto
sino ad un'ora prima di tornare a letto. Sarebbe preferibile, durante questo tempo, svolgere qualche attività
correlata ai sogni lucidi (come il leggere un libro che ne parli) ma questo non è obbligatorio. Funziona
meglio se combinata con altre tecniche; molte persone hanno sorprendenti risultati con una combinazione
MILD/WBTB. La WBTB accresce significativamente le possibilità di fare sogni lucidi ed usandola in
congiunzione con MILD (v. nel seguito) fornisce buone probabilità se hai pianificato di dormire un'altra ora
o più dopo la sessione WBTB. Comunque potresti aver bisogno di fare un sonno completo e pertanto
potresti utilizzarlo solamente nei fine-settimana.

Se sperimentando questa tecnica senti che dormi troppo profondamente per essere lucido, allora potresti
provare a tornare a dormire in un posto diverso da quello ove dormi abitualmente, ad esempio su un divano,
un altro letto o anche sul pavimento; oppure cambiare il modo in cui dormi, ad esempio dormendo con una
coperta più leggera o rovesciando l'orientamento del corpo una volta a letto (cioè mettendo i piedi al posto
della testa e viceversa). Fai queste cose in modo da insegnare al tuo corpo che queste differenze significano
che vuoi avere un sonno più cosciente che profondo. All'inizio, queste differenze ti fanno stare più all'erta,
ossia possono innalzare il proprio livello di coscienza durante il sonno.

Qualche volta mi sveglio per brevissimo tempo ma non ho la forza sufficiente per alzarmi dal letto.
Cosa posso fare?

Attacca un pezzo di carta brillante sul muro o sul soffitto in modo da vederlo quando ti svegli. Altri stimoli
possono consistere in una bottiglia di acqua calda, una luce accesa sotto il letto o una sveglia. Una buona
tecnica è quella di posizionare una sveglia lontano dalla portata del braccio così sei costretto fisicamente ad
alzarti per spegnerla. Ove ciò non fosse ancora sufficiente per riprendere conoscenza, puoi provare a
scrivere, vicino alla sveglia, la propria intenzione di rimanere sveglio. Dopo avere avuto un sogno lucido
con questo metodo, sarà sempre più facile alzarti dal letto perché sarai più motivato.

Autosuggestione

Classificazione verde. Questa tecnica è risultata efficace in ricerche scientifiche e/o era descritta in libri
commerciali riguardanti i sogni lucidi.

Questa tecnica descrive come usare l'autosuggestione per avere dei sogni lucidi. può essere particolarmente
efficace per gente altamente suscettibile all'ipnosi, ma per molti altri - probabilmente - la MILD funziona
meglio.

Quando stai per prendere sonno, suggestiona te stesso che vuoi avere una sogno lucido quella stessa notte o
in un prossimo futuro. Puoi usare, se vuoi, un mantra (tipo: "Mi accorgerò che sto sognando") ma cerca di
non provare troppo fortemente ad ottenere un sogno lucido. Invece di mettere uno sforzo intenzionale nella
suggestione, provare ad aspettarsi genuinamente di avere un sogno lucido. Rifletti sulla tua aspettativa del
sogno che stai per avere, ma sii paziente se non ne avrai uno subito.

E` anche possibile utilizzare l'autosuggestione per migliorare il ricordo dei sogni. Basta utilizzare la tecnica
appena descritta suggestionandosi però sul ricordo del sogno al risveglio. Puoi, anche qui, usare un mantra
come "Quando mi sveglierò ricorderò ciò che ho sognato". Comunque fai sempre attenzione a non mettere
eccessivo sforzo intenzionale nel mantra ma piuttosto prova ad aspettarti genuinamente di ricordare i tuoi
sogni.

MILD Induzione Mnemonica Sogni Lucidi

Classificazione verde. Questa tecnica e stata descritta in dettaglio nel libro Exploring the World of Lucid
Dreaming di Stephen LaBerge.

MILD sta per "Mnemonic Induction of Lucid Dreams" o "Mnemonically Induced Lucid Dream" (induzione
mnemonica di sogno lucido). E` stata sviluppata Stephen LaBerge ed è completamente descritta nel suo libro
Exploring the World of Lucid Dreaming.

Con questa tecnica, quando stai per prendere sonno, ti concentri sulla tua intenzione di ricordare di
riconoscere che stai sognando. Ripeti nella tua testa un breve mantra, tipo: "la prossima volta che sognerò mi
ricorderò che starò sognando". Pensa a cosa questo significhi (ad esempio, che vuoi ricordare che stai
sognando così come quando vai al negozio di alimentari improvvisamente ti ricordi che devi comperare il
pane) ed immagina di tornare indietro, ad un sogno che hai fatto recentemente, ma questa volta capisci che
stai sognando. Per esempio, immagina che stai volando e realizzi che si tratta d'un sogno proprio perché stai
volando. Continua a ripeter e visualizzare il mantra finché non sei sicuro che la tua intenzione si sia fissata
nella mente o ti addormenti. Se arresti la ripetizione e la visualizzazione del mantra, continua ad accertarti
che l'ultimo tuo pensiero, prima di addormentarti, sia la tua intenzione di ricordarti di riconoscere che stai
sognando.

In generale, puoi praticare questa tecnica quando vai a dormire o dopo che ti sei svegliato durante la notte.
Se la usi dopo esserti svegliato, prima dovresti ripercorrere tutto il sogno fatto per assicurarti di non
dimenticarlo. Alcune persone trovano utile annotare questi sogni in un apposito diario.

Una volta imparato il sogno a memoria, torna a dormire seguendo i passi descritti, con l'eccezione che - in
questo caso - visualizzerai il sogno appena fatto. Ripassa mentalmente il sogno finché non trovi un
particolare che prima avevi dimenticato. A questo punto, invece di dimenticare il particolare nella tua
visualizzazione, riconoscilo come tale e divieni "lucido".

Devi ripetere questi passaggi sinché non ti addormenti, con un po' di fortuna ti ritroverai nuovamente nel
sogno da cui ti eri svegliato e riconoscerai il segno che avevi marcato conseguendo la lucidità.

WILD Induzione da Svegli

Classificazione verde. Questa tecnica è risultata efficace in ricerche scientifiche e/o era descritta in libri
commerciali riguardanti i sogni lucidi.

WILD sta per "Wake-Initiated Lucid Dream", o "Wake-Initiation of Lucid Dreams" e si riferisce a qualsiasi
tecnica che comporti l'addormentarsi coscientemente. Queste tecniche sono simili all'auto-ipnosi. Alcuni
sostengono che i WILD non siano veri e propri sogni, ma delle proiezioni astrali.

Per molte persone, questi sono molto più facili da indurre la mattina presto prima di alzarsi o durante i riposi
pomeridiani, poiché il ciclo del sonno continuerà con una fase REM. Una volta che sarai esperto nell'indurre
dei WILD, potrai provare a tentare anche in altri momenti del giorno.
Affinché si verifichi un WILD, è necessario che il tuo corpo sia completamente rilassato. Quando vai a letto,
coricati in una posizione comoda. Ora stendi e rilassa il corpo, partendo dalle spalle e scendendo
progressivamente, poi risali fino al viso. Questa (o altre tecniche simili di rilassamento, meditazione o
trance) dovrebbero rendere il tuo corpo piacevolmente pesante e rilassato.

Ci sono molti modi diversi per indurre i WILD, ma tutti prevedono un metodo che permetta di mantenere la
mente desta mentre il corpo si addormenta. Alcune tecniche sono specificate qui sotto.

Se poni l'attenzione sul tuo corpo fisico mentre adotti queste tecniche, probabilmente ad un certo punto
sperimenterai la paralisi del sonno (che solitamente sopraggiunge quando ti sei già addormentato) senza però
aver perso la lucida coscienza del tuo corpo. Sentirai un formicolio (questo potrebbe essere fastidioso).
Queste sensazioni potrebbero essere così forti che ti potresti sentire come se stessi morendo, ma non
preoccuparti, non c'è alcun pericolo! Infatti questo processo si compie ogni volta che dormi, solamente che
tu non sei cosciente in quei momenti. A volte puoi semplicemente aspettare finché non cadrai addormentato
e proiettato direttamente in un sogno lucido. Comunque, se non ti addormenti, e il tuo corpo si paralizza
completamente (ad eccezione degli occhi), non provare a muoverti. Immaginati la mano del tuo corpo
onirico che si solleva, lasciandosi alle spalle la tua mano fisica. Adesso dovresti possedere due corpi
separati, uno onirico e uno reale. Controlla solo quello onirico; se cerchi di controllare quello reale, ti
sveglierai. Ora puoi provare ad alzarti dal letto all'interno del tuo mondo onirico.

Immagini Ipnagogiche

Prova a non pensare a nulla per più di uno o due secondi spostando continuamente la tua attenzione. Questo
simula te stesso che vaghi con la mente (think patterns) quando stai per addormentarti. Una volta che avrai
fatto ciò per abbastanza tempo, le immagini e i suoni inizieranno a prendere vita di loro iniziativa (questa è
chiamata immagine ipnagogica) e a diventare molto strani ed illogici. Più o meno a questo punto dovresti
entrare in un sogno e diventare quasi subito lucido. Comunque, alla fine realizzerai di essere entrato
coscientemente nello stato di paralisi del sonno.

Contare

Un'altra tecnica è quella di contare a mente fino a 100, magari aggiungendo (per esempio) una frase come
"sto sognando" dopo ogni numero. Oppure puoi immaginarti di scendere delle scale, e, ad ogni piano,
leggere il numero del piano stesso, dal centesimo al piano terra. Prova a rendere questa immagine più vivida
possibile; includi non solo cosa vedi, ma anche cosa senti, tocchi ed odori. Ad un certo punto questa
immagine dovrebbe continuare in un sogno oppure dovresti iniziare ad entrare nello stato di paralisi del
sonno, come descritto sopra. È facile perdere il conto, soprattutto contando fino a cento aggiungendo un "sto
sognando" dopo ogni numero. Ma devi pensare a questo: non stai per addormentarti. Il tuo corpo c'è e devi
concentrarti intensamente.

Metodo del suono

Questo metodo potrebbe funzionare con alcune persone, ma non con altre. Il concetto è circa lo stesso degli
altri metodi WILD, cioè restare coscienti mentre si entra nello stato di sogno. Per utilizzare bene questo
metodo, dovresti dormire in un luogo molto silenzioso. Devi ascoltare gli acufeni, che sono i ronzii che ogni
tanto puoi sentire nell'orecchio. Stenditi e rilassati il più possibile provando ad ascoltare questi suoni. Questo
metodo funziona meglio se viene combinato con la tecnica WBTB. Se sei molto stanco, ti addormenterai
troppo velocemente e sarà difficile restare cosciente. Nel frattempo, il ronzio diventerà più forte. Questo
potrebbe spaventare i nuovi arrivati, ma garantiamo che non succederà niente di male. No, non sarai sordo
quando ti sveglierai; è assolutamente sicuro! É solo un effetto causato dal tuo cervello che cambia stato,
dall'ascolto dei suoni circostanti all'ascolto dei suoni del mondo dei sogni, che non sono veri suoni ma solo
cariche elettriche immesse nella parte del cervello che crea una parvenza di ascolto. In questo tempo,
entrerai nello stato ipnagogico. Tutto quello che devi fare è concentrarti; non pensare a niente di preciso, e
lentamente il tuo corpo virtuale uscirà, separandosi dal tuo corpo fisico, ed ecco, sei arrivato nel modo dei
sogni.
Leggera Scomodità Fisica

Durante l'esecuzione delle tecniche WILD può essere utile mantenere una leggera scomodità fisica per
mantenerti cosciente. Questo ti impedisce semplicemente di addormentarti. Se stai usando una tecnica
WILD e sei totalmente a tuo agio le tue possibilità di addormentarti invece di restare cosciente sono molto
alte. Le tecniche WILD si affidano all'induzione di una sorta di profonda trance, e molte persone che entrano
in trance per altre ragioni si affidano appunto a leggeri disagi fisici, per esempio nella posizione "loto", o
sedendosi su una sedia dallo schienale duro. Di seguito riportiamo delle scomodità fisiche in ordine
crescente, in modo che tu possa scegliere quella che più ti si addice:

1. Accatastare cuscini in modo che puoi dormire da seduto.


2. Sdraiarsi sul pavimento.
3. Alzare un avambraccio verso l'alto, ma restando disteso con il resto del braccio.
4. Sedersi in una sedia scomoda.

Incubare Sogni

Classificazione verde. Questa tecnica è risultata efficace in ricerche scientifiche e/o era descritta in libri
commerciali riguardanti i sogni lucidi.

Per incubare un sogno di un argomento specifico, dovresti prima di tutto pensare a una frase che riassume
questo tema (es., "Voglio andare su Atlantide."). È utile scrivere la frase in questione. Se c'è qualcosa di
preciso che vorresti fare nel sogno, pensa ad una frase che lo riassuma (es. "Voglio vedere Atlantide mentre
affonda nell'oceano."). Se vuoi diventare lucido durante il sogno, dovresti scrivere qualcosa come "Quando
sogno [l'argomento], ricorderò che sto sognando." sotto alla frase precedente. Subito dopo vai a dormire e
concentrati sulla tua frase. Visualizza te stesso che sogni quello che hai deciso di sognare e (se vuoi
diventare lucido) che ti accorgi di sognare. Se c'è qualcosa di specifico che vuoi fare nel sogno, visualizzati
che lo fai prima di diventare lucido (non molto facile da fare se non diventi lucido). Pensa alla tua frase (e
all'intenzione di diventare lucido) finché non ti addormenti. Assicurati che l'ultima cosa nella tua mente
prima di addormentarti sia la tua intenzione di sognare (lucidamente) quello che vuoi, appunto sognare.
Potresti volerti svegliare quando il sogno comincia a dissolversi per ricordarti meglio il sogno; puoi farlo
ignorando la tua percezione dell'ambiente del sogno — il contrario delle tecniche per stabilizzare i sogni
(semplicemente assicurati di fare un test di realtà quando ti svegli per essere sicuro di essere davvero
sveglio).

Sogni Concatenati

Classificazione verde. Questa tecnica è risultata efficace in ricerche scientifiche e/o era descritta in libri
commerciali riguardanti i sogni lucidi.

I sogni concatenati o "Catena di Sogni" è un metodo per "rientrare" nel sogno dopo essersi svegliati. Può
funzionare per i sogni lucidi e non, ma probabilmente vorrai entrare lucidamente nel sogno.

Subito dopo un sogno (se non ti accorgi di stare sognando potrebbe non funzionare bene) non alzarti e tieni
gli occhi chiusi. L'importante è non muoversi e stare svegli il meno possibile. Idealmente, dovresti sentirti
un po' meglio di quando ti sei svegliato, e ancora meglio se ti prendi una pausa di 30 secondi prima di
ricominciare a sognare. Visualizza di essere tornato nel sogno, o usa la "tecnica dello spin" descritta nel
prossimo capitolo per immaginarti mentre ritorni "dentro" il sogno. Lo spinning è un po' più veloce della
visualizzazione. Assicurati di ricordarti che stai sognando (se vuoi restare lucido), o potresti perdere la
lucidità mentre ti addormenti. Stimola i tuoi sensi (vedi il prossimo capitolo) prima possibile.

VILD Induzione Visiva Sogno Lucido

Classificazione gialla.
VILD sta per "Visual Induction of Lucid Dreams" o, a volte, "Visually Induced Lucid Dream". Questa
tecnica è stata perfezionata da Peter Harrison, conosciuto come Pedro nel forum su ld4all.com. Se vuoi puoi
leggere the main thread about the technique. La versione qui presentata è stata leggermente modificata.

Per prima cosa, assicurati di essere rilassato. Puoi usare la tecnica di rilassamento descritta nel capitolo della
tecnica WILD. Puoi anche immaginare la tua mente che si svuota e comincia a dormire. Se non riesci ad
addormentarti velocemente, ti potrebbe aiutare leggere un libro (preferibilmente sui sogni lucidi) per un po'
prima di andare a dormire, finché non ti senti molto stanco.

Ora, devi visualizzare un sogno che hai preparato precedentemente. Ecco un esempio di un sogno preparato:

Sono in una stanza rossa con una porta. Un amico vicino a me mi chiede che cos'è un test di realtà.
Faccio il mio test (mostrando che sto sognando), e gli dico che sto sognando, poi vado vicino alla
porta.

Assicurati di sapere esattamente come dovrebbe essere il sogno, ad esempio gli amici, le parole esatte che
diranno, e che test di realtà farai. I test di realtà che non necessitano di appoggi, come libri e orologi, sono
raccomandati. Visualizza questo sogno lentamente per tre volte, per assicurarti di conoscere ogni dettaglio.
Poi, comincia a going full-on e visualizza il sogno più e più volte. Dovresti visualizzare il sogno come se
guardassi attraverso i tuoi occhi, non da una prospettiva in terza persona. Se senti i tuoi pensieri divagare,
ignorali e continua a visualizzare continuamente il sogno. Ti servirà pazienza per questo — non rinunciare
anche se pensi che non funzionerà.

Quando sognerai questo, non noterai la differenza — anche se farai i test di realtà! Continua a sognare il
sogno come predefinito (es, ricordati di ringraziare il tuo amico!) prima di continuare e attraversare la porta.

Ho provato a visualizzare il sogno finché non mi addormento, ma resto sveglio. In cosa sbaglio?

Se visualizzare ti fa restare sveglio, la tecnica VILD non fa per te! Dovresti usare una tecnica diversa.

LILD Induzione Lucida Sogno Lucido

Classificazione gialla. Ci sono stati alcuni aneddoti da almeno una persona a favore di questa tecnica.

LILD sta per "Lucid Induction of Lucid Dreams", o, a volte, "Lucidly Induced Lucid Dream".

Per usare questa tecnica, in primo luogo hai bisogno di avere un sogno lucido, che ti servirà per indurne altri.
L'idea è di fare qualcosa nel sogno che ti può aiutare a diventare lucido la prossima volta che sognerai.
L'idea è quella di fare qualcosa, che la prossima volta vi faccia capire che state sognando mentre siete nel
sogno. Ad esempio, puoi chiedere aiuto a un personaggio di un sogno — mettetevi d'accordo per incontrarvi
la notte successiva e che ti dica che stai sognando. Se funziona come dovrebbe, la prossima volta che
sognerai, il personaggio camminerà da te e ti dirà che stai sognando, così (si spera) diventerai lucido. Ci
sono molte varianti di questa tecnica; Puoi impostare dei segnali nel tuo mondo dei sogni per ricordarti di
fare un test di realtà oppure di mangiare delle "pillole di lucidità"! Questa tecnica non è molto efficace, ma
può funzionare; si affida alla possibilità che tu possa (a livello del subconscio) ricordare questo particolare
(cioè il personaggio del sogno o il segno o quello che avete usato) durante i sogni successivi, e diventare
lucidi grazie a questo.

È da notare che la LILD funziona meglio se viene usata assieme ai dreamsigns e i sogni non lucidi
autosuggested. L'idea di base, come spiegato sopra, è di avere qualcosa nel sogno che inneschi la transizione
tra sogno normale e lucido. Dire semplicemente a un personaggio di dirvi che state sognando la prossima
volta che ti addormenterai spesso non è abbastanza. Non c'è garanzia che sognerai quel personaggio e
neppure che il tuo subconscio creda abbastanza al personaggio abbastanza da farti diventare lucido.
Questa tecnica suggerisce di avere vari metodi per indurre un sogno lucido. Non è importante quale tecnica
viene utilizzata per indurre il primo sogno lucido, ma dovresti ricordarti di usare questa tecnica (LILD)
quando riesci a fare alcuni sogni lucidi. Pensare a questo prima di addormentarsi (MILD) a volte aiuta ad
avere sogni lucidi. Quando sei in un sogno lucido,trovati un "segno dei sogni". Può essere qualunque cosa.
Può essere un oggetto,può essere un cibo o una bevanda (che ha un gusto diverso da tutti gli altri alimenti).
Di solito è meglio usare qualcosa di strano. Qualcosa che a prima vista apparirebbe normale nella realtà,ma
che ad uno sguardo più attento abbia qualcosa di strano. Il cibo o le bevande vanno bene perché possono non
avere gusto o non rinfrescare nei sogni. Ma cerca di trovare un oggetto che sogni spesso,così che tu sia
sicuro di sognarlo prima o poi. Ora trova qualcosa che succede solo nei tuoi sogni lucidi. Può essere
qualunque cosa. Se non c'è nulla nel tuo sogno lucido,crea qualcosa di davvero strano. Qualcosa che non
potrebbe mai essere reale. Ora associa mentalmente il "segno dei sogni" con questa cosa che non potrebbe
esistere nella realtà. Allo stesso tempo questo oggetto irreale devi correlarlo ai sogni lucidi. Quando vedi
questo strano oggetto,deve farti pensare ai sogni lucidi. Ora abbiamo un triplo collegamento ai sogni lucidi.
Fai tutte le cose precedenti quando sei in un sogno lucido.

La prossima volta che sogni il tuo "segno dei sogni",il tuo subconscio penserà a quella cosa inusuale. La
cosa inusuale ti farà pensare ai sogni lucidi. Le due cose impossibili combinate (1. il "segno dei sogni" che
non può esistere nella realtà 2. l'oggetto che compare solo nei sogni lucidi) farà in modo che il tuo incoscio
decida. Questo porterà la tua parte conscia in superficie e dovrebbe farti capire che stai sognando. Molte
volte non ne avrai voglia perché sei stanco (è per quello che dormi no?) e tornerai ad un sogno normale. Per
questo dovrai potresti dover provare alcune volte. Eventualmente il tuo subconscio ti lascerà messaggi chiari
come un cartellone con su scritto "TU STAI SOGNANDO". Quando capiterà capirai che se un attimo prima
non avevi nessun controllo,ora puoi fare tutto ciò che vuoi. Inoltre se fallisci,di solito saprai il perché. La
prossima volta potrai scegliere un diverso "segno dei sogni" o qualcosa di più sorprendente. Quando
funzionerà la prima volta,diventerà più facile da usare,siccome la parte difficile è già conclusa. A volte c'è
bisogno di usare altre tecniche alternativamente,dopo un uso esagerato di questa.

Praticamente questa tecnica ti forza a fare un test di realtà in un sogno,dove il tuo subconscio non ha altra
scelta che dirti che stai sognando. Quando saprai di essere in un sogno il tuo conscio ti farà prendere il
controllo. Questo è ciò che sono i sogni lucidi.

CAT Tecnica Aggiusto del Ciclo

Classificazione verde/gialla. Ci sono stati aneddoti da molte persone a favore di questa tecnica.

1. Per una settimana, vai a letto alla stessa ora ogni sera e alzati 90 minuti prima rispetto a quando ti
alzi di solito. Usa questi 90 minuti facendo test di realtà ogni 2–5 minuti.
2. Dopo la prima fase, torna al ciclo normale: questo farà in modo che tu faccia test di realtà in quei 90
minuti, mentre sogni.

For detailed information on the Cycle Adjustment Technique, see the appendix on CAT.

Metodo tibetano

I buddisti tibetani praticano quella che è conosciuta come "yoga del sogno tibetano". Probabilmente la
maggior parte del tempo viene utilizzato per indurre sogni lucidi, è anche, in accordo con i praticanti, la più
gratificante. La tecnica di base è la coscienza. La coscienza dovrebbe essere praticata mentre si dorme così
come quando si è svegli. Meditare sulla questione "chi è cosciente?" potrebbe catapultarti in un più alto
grado di coscienza. Il mantenimento di questo stato di coscienza è un'altra questione. I Tibetani hanno
sviluppato molti esercizi e discipline di yoga che possono essere praticati. Probabilmente la differenza più
interessante tra lo yoga del sogno e i metodi occidentali moderni sull'induzione lucida è la convinzione
tbetana di poter sognare lucidamente anche durante il sonno profondo, non solo durante i periodi REM. Chi
è interessato a questa tecnica dovrebbe comportarsi come se TUTTE le situazioni fossero sogni. Dopotutto il
nostro cervello riceve solo una minima parte del gran numero di stimoli che gli vengono inviati
continuamente. Per quelli che credono che siamo noi a creare il nostro destino questa pratica dovrebbe
essere naturale. Però è meglio avere un istruttore in carne ed ossa piuttosto che un libro come questo.

Altre tecniche

Classificazione rossa. Gli autori di questo libro non hanno trovato testimonianze del funzionamento di
queste tecniche.

Molte di queste sono combinazioni o modifiche di altre tecniche.

 Indurre dreamsigns - Puoi diventare lucido cercando di indurre specifici dreamsigns da guardare
durante il tuo sogno. Puoi usare l'autosuggestione(leggi dopo) per associare uno specifico dreamsign
col fare un test della realtà, Oppure puoi soltanto fare un test della realtà ogni qualvolta noti il
dreamsign. Alcuni dreamsigns che puoi usare:
o Sete - Non bere per molto. Svegliati dopo durante la notte e mettiti del sale sulla lingua o
mangia del chili per renderti ancora più assetato. Prendi un bicchiere di acqua fredda e bevilo.
Ora potresti sognare di bere qualcosa.
o Falso Risveglio - Intenzionati a dormire e di svegliarti nel mezzo della notte. Se sei un
dormitore pesante, sognerai di dormire nel tuo sogno. Se invece dormi poco, ci saranno più
possibilità di sognare che ci si svegli.
o Vescica - Bevi tanta acqua prima di dormire. Dovresti sognare di andare al bagno. Potresti
fare pipì a letto! Si dovrebbe usare questa tecnica con cautela, perché causa l'intossicazione
acuta da acqua
 Chakra - Usa il chakra('third eye') Per addormentarti. Usare con la tecnica WBTB.
 Punizione O Premio - Punitevi o premiatevi se sbagliate ad avere un sogno lucido o se lo ottenete.
Potrebbe dare motivazione, ma non induce a sogni lucidi. La psicologia Cognitiva, tuttavia, afferma
che questa tecnica è controproducente, poiché mina la nostra autostima per l'esito del tentativo.
L'alternativa a questo sarebbe un sistema in cui ogni tentativo (anche se non è riuscito) sarebbe stato
visto come un plus, un altro passo verso il successo.
 Invocazione Angelica - l'Angelo HAHAIAH presiede al Mondo dei Sogni. Invocandolo
pronunciando mentalmente 3 volte il suo Nome e chiedendo cortesemente il suo aiuto nel sognare, è
possibile ottenere un sogno lucido.

Altri metodi
Di seguito, metodi alternativi.

Cibo e Bevande

Ci sono vari cibi che si possono consumare per ottenere effetti sui sogni. Tuttavia , qui di seguito sono
elencati metodi non certificati scientificamente, che potrebbe funzionare solo come placebo.

Non fate uso smodato di questi cibi,Esagerare porterebbe effetti indesiderati(beh, il latte dovrebbe però
essere sicuro, a parte per chi ne è allergico).Non sperimentate senza esservi documentati abbastanza.Gli
autori inoltre scoraggiano l'utilizzo di droghe, sia legali che illegali.

 L'amino acido triptofano, si trova nel latte caldo e dovrebbe aiutare il ciclo del sonno, ovvero, induce
sonnolenza.
 Vitamin B6 e le altre del gruppo B group sono importanti per le funzioni neurali. La vitamina B6 si
trova nell'albume dell'uovo.
 Melatonin è un ormone con effetti neurali.
 5-HTP or L-5-HTP è un supplemento legato alla serotonina, Che dovrebbe aggiungere possibilità di
avere un sogno lucido se assunta.
 Caffeine utile nelle tecniche WILD o correlgate poiché aiuta la mente a restare concentrata e aiuta a
restare svegli.Ricordiamo che la caffeina crea dipendenza.

Piante:

 Artemisia vulgaris
 Hypericum perforatum
 Korean Ginseng
 Valeriana officinalis
 Calea zacatechichi
 Ginkgo biloba

Droghe

Gli allucinogeni potrebbero essere usati per ottenere (più o meno)stati simili al sogno lucido. Gli autori
sconsigliano l'utilizzo di droghe legali e illegali e non sono responsabili di controindicazioni e di guai
con la legge del vostro stato. Pensate prima di agire.

Alcuni allucinogeni potrebbero essere:

 Amanita muscaria
 Ayahuasca
 DMT
 DXM
 Ketamine
 LSD
 Mescaline
 Morning glory semi
 PCP
 Psilocybe mushrooms
 Salvia divinorum in dosi elevate

Per più info visita Erowid Vaults.

Gadgets

Ci sono vari Gadget che possono indurre alla lucidità.Generalmente sono dispositivi che riconoscono la fase
REM e danno dei segnali al sognatore. Questo segnale va regolato con le proprie esigenze per evitare di
svegliare l'onironauta inutilmente. Appena il dispositivo riconosce la fase REM invia dei segnali che fanno
diventare il sogno normale, un sogno lucido.

Il più conosciuto è NovaDreamer. Tuttavia questo prodotto è fuori produzione. Assicuratevi di aver letto le
avvertenze prima dell'uso qui :Dreamviews.

Un dispositivo simili è DreamMaker. Il DreamMaker funziona come NovaDreamer ma senza l'allarme del
sogno, che funzionava per svegliare il sognatore nella fase REM. Il prodotto è distribuito con una maschera,
dei circuiti aggiustabili, le batterie, un piccolo manuale, un worbook per il sogno lucido, il libro di Stephen
LaBerge Esplorando il mondo del sogno lucido. Viene consegnata pronta per l'uso.

Un'alternativa è Kvasar. Kvasar costa 20 $ in materiali, ma deve essere assemblato da persone esperte di
elettronica. Potrebbe essere difficile da utilizzare.

Un'altra alternativa fai-da-te alle maschere è Nate True's Lucid Dream Mask, non ha sensori difficili da
calibrare e ha risultati competitivi con il resto dei dispositivi descritti sopra.
I proprietari di Wellness Tools, coloro che producono DreamMaker, e Kvasar non hanno una relazione
amichevole, che può essere vista su DreamViews.com.

Note
  Quelli digitali di solito funzionano meglio in questo tipo di test.
 I più frequenti acronimi nei forum per questa tecnica sono: DILD (Dream-Initiated Lucid Dream) e
WILD (Wake-Initiated Lucid Dream). Tutte le tecniche utili al WILD sono descritte WILD in questa
pagina.

La tecnica “WILD”
ATTENZIONE : La seguente tecnica necessita di una mente abituata ai sogni lucidi, quindi è fortemente
sconsigliata a chi non ha già una elevata media e una frequenza costante. Altrimenti è estremamente
probabile che la tecnica non funzionerà e si limiterà a frustrare il neofita che vedrà vani i suoi sforzi.
_____________________

WILD sta per ―Wake Initiated Lucid Dream‖, ovvero ―Sogno Lucido Iniziato da Sveglio‖, perché il
sognatore riesce ad entrare in un sogno direttamente dallo stato di veglia senza nessuna perdita di coscienza.
In molti affermano che ciò sia possibile perché quando il corpo resta immobile per un lungo periodo di
tempo il cervello è indotto a pensare che il sognatore si sia addormentato. Quando questo accade, la mente si
disconnette dal corpo tramite quella che è conosciuta come paralisi del sonno. Da qui il cervello entra nella
fase REM e iniziano a formarsi i sogni, permettendo al sognatore di entrarci direttamente.

Ci sono molte strategie differenti per entrare consciamente in un sogno. Questa guida si focalizza sulla
tecnica WILD tradizionale in cui il sognatore rimane semplicemente immobile e aspetta che il corpo si
addormenti. Saranno spiegati anche i modi per mantenere cosciente la tua mente.

Retroscena
Il termine ―Wake Initiated Lucid Dream‖ fu coniato dal dottor Stephen LaBerge, ma la gente la eseguiva già
da migliaia di anni. Tra i famosi praticanti della WILD troviamo Salvador Dali, che ha parlato di uno stato
simile alla trance in cui poteva camminare attorno ad un mondo immaginario. Molti ritengono che i monaci
che praticano meditazione profonda a volte entrano nei sogni in questo modo, alcuni dei quali possono
essere interpretati come lo stato del nirvana.

Preparazione
Ci sono due momenti in cui puoi fare con successo una WILD: nel mezzo della notte durante un ciclo REM,
o durante il giorno con un pisolino.

Durante la notte
Devi imparare a svegliarti durante o subito prima di un ciclo REM. Questo può risultare difficile dato che il
momento in cui ci si sveglia comunemente è dopo un ciclo REM. Durante le ultime parti del sonno i cicli
REM sono molto vicini tra loro, quindi svegliarsi dopo un ciclo dovrebbe essere sufficiente. Solitamente è
raccomandato dormire circa sei ore, prima di svegliarsi.
Il modo di svegliarsi sarà ovviamente quello di usare una sveglia. Per impostarla correttamente dovresti
sapere quando avvengono i tuoi cicli REM, ma nella migliore delle ipotesi sarebbe solo una stima.

Un‘altra strada comune per svegliarsi è bere molta acqua o succo prima di dormire. Ti sveglierai nel mezzo
della notte e dovrai andare in bagno. Il tuo corpo non ti sveglierà per questo (potresti facilmente trattenerla
per tutta la notte), però se sei già sveglio perché hai appena finito un sogno, il tuo corpo ti segnalerà di
andare in bagno. A quel punto avrai appena terminato un ciclo REM. Questo potrebbe anche rivelarsi
inesatto, perché potresti svegliarti troppo presto perché sia efficace.

Fare stretching prima di un tentativo di WILD è una buona idea. La maggior parte dei tuoi muscoli dovranno
rimanere immobili per diverse ore e saranno rigidi. I muscoli rigidi possono far provare dolore e causare
scomodità, che ostacoleranno il tuo tentativo di WILD.

Sonnellino pomeridiano
Per eseguire con successo una WILD durante un sonnellino, devi prima rilassarti profondamente e svuotare
la tua mente. La meditazione è un modo efficace per farlo. Se non svuoti completamente la tua mente, ti sarà
difficile distaccarti dal mondo fisico e immergerti in un sogno.

Come eseguire la WILD


Cambiamento dell’attenzione
Il principio base della WILD Tradizionale è di spostare la tua focalizzazione dagli stimoli esterni a quelli
interni. Adagiati in una posizione comoda. Questa posizione sarà probabilmente quella in cui ti addormenti
normalmente, perché la mente ci è abituata. L‘obiettivo di questo passaggio è di portare il tuo corpo a
credere che tu sia addormentato e quindi spegnersi. Questa è chiamata paralisi del sonno. Avviene ogni volta
che ti addormenti, solamente che quando accade di solito sei già incosciente. Non preoccuparti se ti senti
strano, la sensazione della paralisi del sonno varia notevolmente ad ogni esperienza; alcune persone possono
anche non sentirla per nulla.

Durante questa fase potresti anche sperimentare le allucinazioni ipnagogiche. Possono essere di qualsiasi
senso, ma molto spesso sono associate con immagini e suoni. Ci sono diverse allucinazioni comuni, ma
comunque possono avere qualsiasi forma.

L‘impronta delle allucinazioni ipnagogiche nella memoria ti dice che ti stai avvicinando ad un sogno lucido.
Accade quando sei in bilico tra la mente subconscia e conscia, che si immerge nel subconscio per prelevare
una parte di un‘immagine onirica, ma poi ritorna fuori. Dato che quando vedi queste allucinazioni sei tra due
coscienze diverse, è importante non disturbarti perché sei molto vicino ad addormentarti ed entrare in un
sogno.
Transizione
Una volta che sei passato con successo dalla focalizzazione esterna a quella interna è tempo di entrare nel
sogno. Questa parte può accadere oppure no. A volte anche quando sei focalizzato internamente, un sogno
non riesce a formarsi e cadrai nel sonno. Questo accade solitamente perché non sei nel momento giusto del
tuo ciclo del sonno e non sei pronto per entrare in un altro ciclo REM.

Se entri in un sogno, accadrà una di queste due cose:

 Le allucinazioni ipnagogiche che hai visto e sentito negli ultimi minuti si potranno espandere fino ad
incapsularti in un sogno. Questo è il modo in cui puoi scegliere la WILD che preferisci. Durante la
fase di transizione, con la pratica, puoi manipolare e controllare le immagini ipnagogiche, che ti
permetteranno di disegnare il tuo sogno personale (vedi la sezione Visualization WILD)
 Potresti anche veder svanire completamente le allucinazioni ipnagogiche e vedere il retro delle tue
palpebre. Spesso è qui che un praticante inesperto della WILD interrompe la sua WILD perché pensa
di aver fallito, e inizierà un sogno non lucido. Questo è lo scenario del falso risveglio. I praticanti
della WILD hanno riferito che la maggior parte delle loro WILD iniziano con un falso risveglio.

Visualization WILD
Spesso abbreviata con V-WILD o VILD, una variante comune della tecnica WILD è di integrare una
componente di immaginazione. Man mano che le tue immagini ipnagogiche si formano, è possibile usare i
tuoi poteri di immaginazione per creare un sogno. Solitamente negli alti livelli di coscienza non vedrai la tua
immaginazione, ma avrai solo il suo concetto. La concettualizzazione è un termine migliore per questo
stadio iniziale dell‘immaginazione. Più le tue allucinazioni ipnagogiche diventano più dettagliate, più
dovresti iniziare a percepire l‘immaginazione con la vista e gli altri sensi. È importante usare tutti i tuoi
sensi, non solo quello della vista. Ovviamente, la vista è uno dei più importanti, ma così come il tatto e
l‘udito. Possono incrementare il realismo della tua immaginazione.

È importante non cercare di controllare adesso ogni aspetto del tuo sogno, tu vuoi sia immettere qualcosa nel
sogno che ricevere qualcosa dal sogno. Ad esempio se stai immaginando un‘automobile, non cercare di
immaginare a cosa assomiglia il cruscotto, che tipo di sedili ha e cose del genere, soltanto il concetto astratto
di automobile. Il tuo sogno creerà la macchina come meglio crede. Crea il concetto, lascia che il tuo sogno
riempia i dettagli.
Con questa variazione della tecnica WILD puoi disegnare il tuo paesaggio da sogno, tuttavia senza una
buona capacità di immaginazione può essere difficile.

Stabilizzazione
Un falso risveglio (quando ti ―svegli‖ nel tuo letto dentro un sogno) è di solito un sogno già abbastanza
stabile e richiede poca stabilizzazione, se non soltanto di guardarsi un po‘ intorno.

Un sogno che si è formato intorno a te può richiedere invece una ulteriore stabilizzazione. Per prima cosa,
potresti continuare a sentire il tuo corpo nel tuo letto (o almeno potresti sentirti così). Puoi scegliere di
―aprire i tuoi occhi‖ e accettare il falso risveglio. Questa è la tua mente che è aggrappata ai segnali esterni
che aveva poco prima.

Se ti piace realmente la scena che hai creato, puoi lavorare sbizzarrendoti sulla sensazione che ti dice che sei
ancora a letto. Dovresti anche sentire il corpo che stai sognando, è su questo che ti devi concentrare. Le
sensazioni tattili sono un modo efficace per farlo, strofinarti le mani o toccare tutto quello che vedi
permetterà al tuo cervello di dimenticarsi dell‘altro corpo. Questo permetterà alla tua coscienza di cimentarsi
nel mondo onirico che la tua mente ha creato.

Vantaggi
Logica

Ogni volta che ti svegli, il centro logico del cervello si accende. Questo fa di ogni tecnica in cui prima devi
svegliarti una tecnica molto più logica e dettagliata di una DILD. Può essere vero specialmente per le WILD
fatte durante un sonnellino pomeridiano.

Ricordo

Svegliarti nel mezzo della notte ti permette di ricordare il sogno che stavi avendo prima. Questo può fornirti
il ricordo di un sogno che altrimenti potresti aver dimenticato.
Lunghezza

Grazie al momento del tuo ciclo del sonno in cui devi trovarti e dal fatto che stai entrando direttamente in un
sogno invece che dover aspettare un segnale, hai una durata estesa della fase REM, e ogni suo momento è
lucido. Una WILD media è solitamente più lunga di una DILD media.

Svantaggi
Difficile da imparare

Qualcuno trova che imparare a passare dallo stato di veglia a quello di sogno sia difficile. Ci sono molte
sensazioni ed allucinazioni che non sei abituato a provare / vedere. Questo tende a innervosirti o eccitarti,
nonché a distrarti da quello che dovresti fare. Serve tempo e pratica per farla correttamente.

Falsi risvegli

Con qualsiasi tipo di tecnica WILD, i falsi risvegli quando entri nel sogno sono molto comuni. Molte
persone che praticano la WILD riferiscono che un buon numero delle loro WILD inizia con un falso
risveglio, quindi sii attento ai tentativi di WILD che pensi che siano falliti.

Perdita di sonno

Siccome ti svegli durante la notte e stai alzato, perdi del sonno. Per questo è raccomandato di non eseguire la
WILD quando devi alzarti presto. Questo la rende difficile per gli studenti, oltre che per i lavoratori che
devono alzarsi presto.

Può essere pauroso

L‘inizio della paralisi del sonno varia da WILD a WILD e da persona a persona. A volte la paralisi non
viene neanche sentita, ma in certe occasioni può essere molto violenta e causare al sognatore la voglia di
interrompere il tentativo di WILD.

Fonte
L‘articolo originale in lingua inglese su DreamViews (EN) è stato scritto dall‘utente ninja9578, che ha
gentilmente permesso la sua traduzione e pubblicazione su questo sito.
WILD 90% not force
Pubblicato il 23 maggio 2014

1 Vote

WILD questa sconosciuta: Wake Initiated Lucid Dream, cioè ―sogno lucido iniziato dalla veglia‖.

Durante tutti questi anni, ho fatto esperienza, ho cercato di analizzare i sogni in maniera scientifica e
immaginare la loro parte oscura in maniera meno scientifica.

Al momento con questa tecnica la WILD riesco a sognare lucido quando voglio senza impegnarmi molto (al
90 % senza integratori mentali), come Laberge, ma in aggiunta con la tecnica di velocizzare il corso degli
eventi.
Con gli integratori mentali (vedi EILD) e sacrificando un po di ore di sonno e con altre tecniche diurne, si
può arrivare al 99% di possibilità di induzione lucida. Questi sono dati certi.

Questi sono i passi per l‘induzione non forzata di una WILD, in maniera non impegnativa non focalizzata:
Provare innanzitutto appena ci si addormenta e/o verso le 2 o le 4 del mattino (vedi diramazione DEILD ,
praticamente quando si è mezzi addormentati, ma ancora svegli)

1) I seguenti passi sono da fare senza concentrazione mentale ne fisica, solo in maniera spontanea. Non
provare a ripetere i passi mentre ci si addormenta, devono venir da soli, piuttosto immaginati ..bisogna avere
pazienza. Se il tutto non succede entro 10-15 minuti, abbandonare il tutto e riprovare quando si ha
più sonno. Mettersi supini possibilmente con braccia e caviglie incrociate.
2) Essere convinti che il sogno lucido avvenga è essenziale, sopratutto a livello di inconscio, è una cosa
normale e potete farla anche voi che ci avete gia provato a farli
3) Deconcentrarsi il piu possibile da fatti esterni o corporei, non focalizzare nulla (ripeto fare questi passi in
maniera spontanea, non riflessiva)

4) Per addormentarsi più in fretta immaginare di cadere col busto e la testa verso l‘indietro, sotto il letto ,
sotto il cuscino
5) Pensare ad una immagine statica (non dettagliata) e niente altro (ne suoni ne altro). Può essere un ricordo
ma non deve essere della settimana, e viverne l‘emozione in maniera diversa da come si è processata nella
realtà, poi cambiarla subito se l‘inconscio cambia quest‘ultima e viverne il pensiero
6) Scegliere un immagine a caso, e deconcentrarsi, eventualmente ―guardare‖ ,ovviamente con la mente,
verso l‘alto (una sorta di spinning mentale). Rivivere la sequenza dell‘ immagine in maniera veloce,
spensierata, nel piu breve tempo possibile e riviere solo quella fino a che essa non si allunga e…
7) Il sogno si materializza, è normale, niente panico, utilizzare tecniche per stabilizzare il sogno solo dopo
qualche minuto: esempio alzare la voce dicendo che è un sogno lucido, a prescindere se sia lucido o no (vedi
anche ADILD)
Come fare sogni lucidi: tutte le tecniche e gli
esercizi
11 aprile 2016

Hai presente quei momenti in cui scopri una novità sul mondo talmente entusiasmante da farti esclamare:
―Incredibile! Come ho fatto a vivere tutto questo tempo senza conoscerla!‖?

Uno di questi momenti, per me, è stato quello in cui ho scoperto come fare sogni lucidi, ovvero come
svegliarsi all’interno di un sogno.

EDIT: 07/07/2017 (Ho anche fatto un mega video sull‘argomento, guardalo se ti va)

Che cos’è un sogno lucido?

I sogni lucidi, se non ne hai mai sentito parlare, sono sogni nei quali, pur rimanendo nel sogno, ti
“risvegli” e riacquisisci la lucidità e la coscienza proprie del mondo reale, grazie alle quali puoi
esplorare il mondo onirico come se ti trovassi nella realtà.

Fare sogni lucidi è una delle esperienze più straordinarie in assoluto, ma non solo. Una volta imparate le
tecniche necessarie potrai:

 Avere un accesso diretto agli stati più profondi della tua coscienza, normalmente inaccessibili.
 Dialogare con il tuo subconscio, e fargli tutte le domande che vuoi.
 Simulare un’esperienza del mondo reale, ad esempio una performance o un‘interrogazione, e
sfruttare la simulazione come una prova generale, in modo da allenare ulteriormente le tue capacità e

liberarti dall‘ansia della prestazione. Ma non solo


 Sfruttare l‘esperienza per trovare nuove idee o spunti per le tue creazioni. (La macchina da cucire è
stata inventata in un sogno!)
 Esplorare mondi fantastici come se fossero reali.
 E tanto altro ancora…

Leggi anche: Le basi dell’onironautica: cos’è un sogno lucido?

Ma c‘è una notizia ancora più entusiasmante: sei a un passo dal conoscere queste tecniche, che potrai
cominciare ad applicare oggi stesso per iniziare il cammino che ti porterà a vivere in prima persona la
straordinaria esperienza del sogno lucido! Sei interessato? Continua a leggere…

Piccola premessa

Come in tutte le pratiche, anche l’onironautica richiede un po’ di pazienza e di esercizio. Se dopo una o
due settimane ti accorgi che non è successo ancora nulla non ti preoccupare! I numeri variano da soggetto a
soggetto, ma tieni conto che normalmente i primi risultati arrivano dopo tre o quattro settimane circa.

Mantieniti costante e determinato e la lucidità onirica arriverà prima di quanto pensi!


Leggi tutto l‘articolo, non ti addormentare!

Come puoi vedere si tratta di un articolo piuttosto massiccio e denso di contenuti. Se lo trovi troppo difficile
da digerire in una sola sessione puoi aggiungerlo ai preferiti in modo da poterlo leggere con più calma e a
più riprese.

Non devi per forza fare tutti gli esercizi e applicare tutte le tecniche. Scegli quelli che preferisci e
comincia a concentrarti su quelli poco alla volta. Dopo un po‘ di tempo, quando sarai pronto, potrai
sperimentare ciò che prima avevi lasciato indietro.

Buona lettura!

Memoria Onirica e Consapevolezza Onirica

Introduciamo subito due concetti, che ci torneranno molto utili in seguito.

Memoria Onirica (MO)

La Memoria Onirica (in inglese Dream Recall) è letteralmente la capacità di riportare alla mente i sogni
e i loro particolari durante la giornata. È una capacità molto importante, perché è la tua prima via di
accesso al mondo onirico, e pertanto andrà specificatamente allenata.

Consapevolezza Onirica (CO)

La Consapevolezza Onirica (in inglese Dream Awareness) è la tua consapevolezza di te stesso e di ciò
che ti circonda mentre stai sognando. Anche questa è una capacità fondamentale, che potrai allenare
attraverso molte delle tecniche che si trovano in questo articolo.

Come fare sogni lucidi: tutte le tecniche e gli


esercizi
Prima di cominciare con gli esercizi veri e propri, dobbiamo assicurarci che tu sappia ricordare i tuoi sogni
con precisione e ricchezza di particolari.

Ciò è fondamentale per almeno due motivi.

 Primo, perché nel caso farai un sogno lucido avrai bisogno anche di ricordartelo per poterti
rendere effettivamente conto di averlo fatto.
 Secondo, perché allenare la Memoria Onirica ha effetti molto positivi sulla Consapevolezza
Onirica, caratteristica chiave per raggiungere la lucidità più spesso e per avere un maggior controllo
sul sogno.

Se pensi di ―fare pochi sogni‖ o di ―non sognare quasi mai‖, o ancora se pensi di ―non riuscire a ricordarti
bene quello che sogni‖ non ti preoccupare: tutte queste condizioni possono essere risolte, e per giunta
piuttosto facilmente.

Il Diario dei Sogni


La prima caratteristica sulla quale andremo a lavorare sarà la tua Memoria Onirica (MO).

Per allenarla come si deve, il metodo più usato e più infallibile di tutti consiste nel tenere uno speciale
tipo di diario: il Diario dei Sogni.

Il Diario dei Sogni è un’agenda, un diario o un quaderno, di solito diviso in


base ai giorni, sul quale annotare tutto ciò che riesci a ricordare sui tuoi sogni. Tutto ciò che devi fare,
appena sveglio, è aprire il Diario e scrivere i tuoi ricordi fino a che non si esauriscono.

All‘inizio, se hai una Memoria Onirica ancora poco sviluppata, è probabile che farai un po‘ di fatica per
riportare alla mente i particolari di ciò che hai sognato. Non perdere la speranza! Dopo solo qualche giorno
di appunti, vedrai che i ricordi di ciò che hai sognato cominceranno a essere sempre di più.

Scrivere sul Diario la mattina appena sveglio è la cosa più naturale, ma volendo puoi farlo anche nei

momenti di veglia durante la notte. Lo so che è difficile, prova a sforzarti un po‘!

Cerca di riportare alla mente più scene, personaggi e dettagli possibili. Più parole riuscirai a scrivere,
meglio sarà.

Leggi anche: Come tenere il diario perfetto in pochi minuti

Gli Indizi Onirici (IO)

I dettagli più importanti ai quali fare caso sono i cosiddetti Indizi Onirici. Gli IO sono quei segnali che ti
fanno capire chiaramente che la scena in cui ti trovi appartiene alla realtà del sogno. Se nella stanza ci
sono persone con 7 occhi, se riesci a mantenerti sospeso a mezz‘aria agitando le gambe, se la faccia della
persona con cui stai parlando continua a cambiare connotati, è probabile che ti trovi in un sogno. Annota
tutte queste stranezze nel tuo Diario, segnandole con un asterisco, ti torneranno utili più avanti.

Tecnica #1: Induzione Mnemonica del Sogno Lucido, o MILD


(Mnemonic Induction of Lucid Dreaming)
Questa tecnica, creata dal Dottor Stephen LaBerge negli anni ‗70, si basa su un concetto molto semplice.

Hai presente quando vuoi ricordarti di fare qualcosa nel futuro? Ad esempio quando sei a casa e pensi
―Quando sarò al supermercato mi devo ricordare di prendere il sale integrale…‖. In quel momento hai due
possibilità. O aggiungi il sale integrale alla lista della spesa, o fai un promemoria mentale, tipo questo:
―Tra 1 ora mi ricorderò di prendere il sale‖.

Questa proiezione nel futuro di qualcosa da ricordare è proprio la base della tecnica MILD per indurre sogni
lucidi.

Il promemoria mentale

Siccome mentre dormiamo non possiamo portare con noi blocchetti di appunti o liste della spesa, l‘unica
soluzione è quella di farsi un promemoria mentale.
L‘idea è che se attraverso questo promemoria riuscirai a ricordarti di fare una certa azione durante il sogno,
riuscirai a innescare finalmente un sogno lucido.

Puoi fare promemoria mentali e allenarti a ricordarli durante tutta la giornata. Per esempio, quando sono
le 8 prova a fare un promemoria che scadrà alle 10 tipo ―tra due ore mi ricorderò di lavare i piatti‖, e quando
sono le 10 prova a ricordarti di lavarli.

Dopo esserti esercitato sui promemoria durante il giorno, puoi cominciare a “spedirti” un promemoria
notturno, in modo da ricordartelo mentre starai dormendo. Fallo poco prima di addormentarti: ―tra 5 ore mi
ricorderò di controllare se sto sognando‖. Se riuscirai nell‘intento e dopo 5 ore il promemoria ti tornerà in
mente, ti ricorderai di controllare se stai sognando, attivando così il sogno lucido.

Abitudine

Se hai provato ad applicare la tecnica dei promemoria, ti sarai forse accorto che ricordarteli è qualcosa di
piuttosto complicato.

Se sei sveglio le cose sono più semplici, dato che puoi usare riferimenti e oggetti del mondo reale per aiutarti
(come l‘orologio).

Se stai sognando invece, le cose si complicano non poco. Quando starai sognando, infatti, ti troverai in
un luogo sconosciuto, senza punti di riferimento né orologi (funzionanti).

Una soluzione a questo problema consiste nel ripetere l’azione che ci si vuole ricordare molte volte. In
questo modo, dopo un po‘ di tempo, l‘azione ripetuta diventerà un‘abitudine e compierla diventerà
praticamente automatico.

In poche parole, invece di farti un promemoria tipo questo: ―Mi ricorderò di chiedermi se sto sognando‖,
chiediti sei stai sognando mentre sei sveglio per almeno 10 volte al giorno tutti i giorni. Dopo
qualche giorno, se sarai costante, farti quella domanda inizierà a diventare un‘azione naturale che ti capiterà
spontaneamente anche durante uno dei tuoi sogni, il che ti permetterà di accorgerti che stai sognando.

I 3 esercizi seguenti possono essere usati assieme alla tecnica MILD come promemoria mentali (ad es.
―Tra 5 ore mi ricorderò di fare un Test di Realtà‖), o come abitudini (ad es. ripetendo i Test di Realtà molte
volte durante il giorno), e sono fatti apposta per aiutarti a renderti conto del fatto che stai sognando e attivare
così il sogno lucido.

Esercizio #1: fare attenzione agli Indizi Onirici

Durante la giornata, osserva il mondo attorno a te e cerca di fare caso gli Indizi Onirici che hai annotato
nel Diario.

Ovviamente, per quanto ti sforzi, quando sei sveglio non li troverai mai, ma non ti preoccupare. L‘esercizio
consiste nel riportare l’attenzione agli IO che riesci a ricordarti, confrontandone il ricordo con le
situazioni che ti si presentano davanti durante il giorno.

Ti faccio un esempio.

Uno dei tuoi IO più ricorrenti consiste nel vedere le sedie volare. La prossima volta che sarai in un posto con
delle sedie, presta particolare attenzione a come la legge di gravità le tiene incollate al pavimento.

Se ripeti questo esercizio tutti i giorni, la prossima volta che sarai in un sogno con delle sedie ti ricorderai
automaticamente di fare attenzione alla gravità, al che noterai che le sedie stanno volando, ti ricorderai del
fatto che le sedie volanti sono un IO, e finalmente ti renderai conto di stare sognando.
Esercizio #2: i Test di Realtà

I Test di Realtà (in inglese Reality Check) sono uno degli esercizi più utilizzati per ottenere la lucidità
all‘interno di un sogno.

L‘orologio si comporta in modo strano? La tua mano ha un numero di dita


diverso da 5? Ho una buona notizia per te… stai sognando!

Fare un Test di Realtà è piuttosto semplice. Durante il giorno, osserva un particolare del posto in cui ti
trovi in cerca di qualcosa di strano o fuori posto, e che ti aiuti a capire se ti trovi veramente nella realtà
oppure in un sogno.

Questo esercizio è leggermente diverso dal precedente. Nel primo si trattava di fare attenzione alla maggior
quantità di particolari possibili in base agli IO annotati. In questo invece stai compiendo un’azione
specifica per testare la realtà in cui ti trovi e determinare se si tratti di un sogno o di quella vera.

Alcuni esempi di test di realtà sono:

 Contarsi le dita della mano. Se il numero è diverso da 5, stai sognando.


 Accendere e spegnere la luce. Se invece di spegnersi e accendersi si comporta in modo strano, per
esempio rimanendo accesa, stai sognando.
 Guardare l’orologio, distogliere lo sguardo e poi ricontrollare l’ora. Se l‘ora è cambiata
completamente, o se succede qualcosa di strano, stai sognando.
 Fare un salto. Se atterri più lentamente del solito, o se rimani sospeso in aria, stai sognando.
 …

Capito?

La parte fondamentale del Test di Realtà è il momento in cui metti seriamente in discussione il fatto di
essere sveglio. Non limitarti a dire ―Ho 5 dita come sempre, che cavolata!‖, ma concentrati attentamente
sulla tua convinzione di essere sveglio. Più a lungo riuscirai a mantenere questo fatto in discussione e più
efficace sarà l‘esercizio.

Esercizio #3: la Forma Illusoria

Quando ero ancora alle prime armi, per ottenere la lucidità facevo prevalentemente uso dei Test di Realtà.
Oggi preferisco un esercizio un pochino più difficile ma molto più efficace: la Forma Illusoria.

La Forma Illusoria è una pratica originaria del Tibet, usata dai monaci buddisti
praticanti il Dream Yoga, lo Yoga del Sogno, una forma di Yoga che come avrai già capito fa uso dei sogni
per raggiungere l‘illuminazione. Oltre che per questo nobile scopo, la Forma Illusoria può essere utilizzata
anche per fare dei semplici sogni lucidi.

L‘esercizio consiste nel considerare la realtà di tutti i giorni della stessa natura dei sogni.
Secondo i buddisti infatti, la realtà non è altro che un’illusione prodotta dalla nostra mente. Riflettere
profondamente su questo concetto ti permetterà di aumentare la tua consapevolezza di te stesso, con effetti
positivi anche per quanto riguarda la tua Consapevolezza Onirica.

Se hai dei dubbi in proposito, ricordati che anche la scienza moderna riconosce che la realtà non è altro che
una complessa immagine prodotta dall‘insieme delle percezioni sensoriali generate dai segnali elettrici che
arrivano al nostro cervello. Di fatto, non abbiamo prove che esista qualcosa di solido all’infuori di questi
segnali. Gli oggetti stessi che crediamo di vedere, in realtà, non sono altro che fotoni che hanno raggiunto e
colpito i nostri occhi. E forse, appunto, nient‘altro che sogni.

Sei confuso? Dai un’occhiata qui: Locus of control e realtà soggettiva: tutto è dentro di te

Ma torniamo a noi.

Puoi applicare la Forma Illusoria durante una normale seduta di meditazione, aggiungendo alla tua
concentrazione la consapevolezza del fatto che la realtà che ti circonda è solamente un‘illusione, oppure
puoi ricordarti di applicarla durante un qualsiasi momento della tua giornata.

Quando avrai ripetuto questo esercizio a sufficienza, grazie alla forza dell‘abitudine, ti succederà di
applicarlo spontaneamente durante uno dei tuoi sogni. Nel momento in cui ci riuscirai il gioco è fatto:
sarai sveglio all‘interno dei tuoi sogni!

Stai attento alle razionalizzazioni!

Tieni gli occhi aperti e diffida delle spiegazioni razionali!

Uno dei nemici più grandi dei sogni lucidi è costituito dalla razionalizzazione. Mentre stai sognando, anche
se ti ricordi di fare uno degli esercizi che ti ho proposto, e anche se riesci a effettuarlo come si
deve, potrebbe succederti di non renderti conto di sognare.

Questo succede perché il cervello umano, continuamente abituato a credere di vivere nella realtà, continua a
cercare spiegazioni razionali per qualsiasi stranezza accada nel mondo che lo circonda.

Per questo potrebbe capitare di guardarti la mano, constatare che hai 7 dita e pensare ―Ma certo che ho 7
dita, l‘altro giorno me ne ero fatte crescere altre 2. È molto più comodo così!‖. So che adesso ti sembra un
pensiero assurdo che non faresti mai, ma sappi che quando sei nel sogno pensieri del genere sono all‘ordine
del giorno.

La difficoltà maggiore consiste nel continuare a mettere in dubbio la realtà di tutti giorni, e di farlo
seriamente. Se durante un esercizio, come ad esempio un Test di Realtà, ti dirai distrattamente che è ovvio
che hai 5 dita e che sei nella realtà, è probabile che anche quando ti troverai nel sogno ti succederà di
pensare una cosa simile, ovvero che è ovvio che hai 7 dita e che sei nella realtà.

Per il cervello 5 o 7 non fa differenza. L‘importante per lui è continuare a credere di trovarsi nella realtà.
Se c‘è qualcosa di strano, si metterà a trovare una spiegazione razionale, per quanto stupida e assurda essa
sia.

Il cervello è un osso duro da convincere, ma se farai gli esercizi che ti ho proposto mettendoci tutta la tua
voglia di riuscirci, vedrai che prima o poi avrai successo nell‘impresa.
Tecnica #2: Induzione del Sogno Lucido da Sveglio, o WILD (Wake
Initiated Lucid Dreams)
Questa tecnica è completamente diversa dalla precedente, ma la puoi usare in sinergia con essa per
aumentare le tue probabilità di successo.

Funziona più o meno in questo modo.

Quando ti addormenti, solitamente c’è un momento in cui “lasci andare” l’attenzione e ti abbandoni tra
le braccia del sonno. Quel momento di transizione è molto importante, ed è proprio lì che la tecnica WILD
entra in azione.

Stavolta, invece di lasciarti andare e cominciare a sonnecchiare cerca di mantenere attiva l’attenzione e
rimani concentrato sulle tue sensazioni.

In particolare, concentrati sul rimanere perfettamente immobile (eccetto i muscoli della respirazione). La
fase REM è caratterizzata dalla completa immobilità del corpo: ogni movimento che farai significherà dover
ricominciare tutto da capo.

Dopo un po‘ di tempo, se avrai pazienza, inizierai a sprofondare pian piano nel sonno. Qui il gioco sta nel
rimanere rilassati e allo stesso tempo non perdere la concentrazione. Se riesci a bilanciare il delicato
equilibrio tra attenzione e sonnolenza, dopo un po‘ di tempo passerai a una fase in cui ti passeranno davanti
agli occhi alcune immagini simili ai sogni. Si tratta delle illusioni ipnagogiche, un fenomeno molto
comune costituito da immagini allucinatorie che appaiono nelle fasi di transizione tra sonno e veglia
(solitamente quando ci si sveglia bruscamente dalla fase REM).

Prosegui oltre le illusioni ipnagogiche senza paura… il sogno lucido è vicino!

Le illusioni ipnagogiche, talvolta, spaventano il soggetto che le percepisce. Questo succede perché chi sta
sognando non si rende conto che quello che ha davanti è solo un’immagine collegata con il suo subconscio.
Nella tecnica WILD la tua attenzione sarà continuamente sintonizzata sull‘arrivo di queste immagini, per
questo quando compariranno saprai esattamente che cosa sono e non correrai il rischio spaventarti
scambiandole per vere.

Una volta superata la fase delle immagini ipnagogiche, se sarai abbastanza bravo, riuscirai a sprofondare in
un sonno sempre più profondo, sempre mantenendo la tua coscienza ben attiva, fino ad arrivare alla fase
REM. Benvenuto nel sogno lucido!

Dopo un po‘ che avrai iniziato a concentrarti per rimanere immobile, di solito, inizierai a sentire piccoli
fastidi o pruriti in una o più parti del corpo. Non ti grattare e non ti preoccupare! Dopo un po‘ svaniranno
da soli… Queste sensazioni sono dei segnali inviati appositamente dal cervello, che non essendo abituato a
trovarsi in un corpo immobile cerca di assicurarsi che vada tutto bene e che non ci sia nessun pericolo.

Tecnica #3: Svegliarsi e tornare a letto, o WBTB (Wake Back To


Bed)
Più che una tecnica vera e propria, si tratta di una tecnica di aiuto alle precedenti.

Il concetto è molto semplice: invece di puntare la sveglia a distanza di 7 o 8 ore come faresti normalmente,
puntala a distanza di sole 5 o 6 ore. Quando ti sarai svegliato dovresti essere molto più stanco del solito.
Alzati dal letto, concentrati sull‘intenzione di fare sogni lucidi (oppure leggi o ascolta del materiale
sull‘argomento) e poi ritorna a dormire.

A questo punto, se provi ad applicare la MILD o la WILD, le tue probabilità di avere successo
aumenteranno notevolmente.

Ciò succede perché le varie fasi REM che si alternano durante la notte diventano sempre più lunghe
man mano che il tempo passa. Il tuo sonno infatti è diviso in diversi cicli, alla fine dei quali si trova una
fase REM (sempre più lunga all‘avanzare dei cicli) seguita da un risveglio più o meno lungo.

Le fasi del sonno

L‘ultima fase REM prima di svegliarsi, quella della mattina, è la più lunga di tutte e per questo motivo è
molto più probabile riuscire a fare un sogno lucido all‘interno di essa.

Rimanere sveglio per un po‘ in questa particolare fase del sonno farà in modo che l’effetto dei tuoi sforzi
per ottenere la lucidità venga massimizzato.

È grazie a questa tecnica che sono riuscito a fare i sogni lucidi più lunghi, arrivando alla bellezza di più di

due ore di lucidità consecutiva. Una vera e propria maratona del sogno!

Sogni lucidi: la guida definitiva


Credo di aver risposto alla domanda “Come fare sogni lucidi?” in modo piuttosto esauriente.

Se vuoi approfondire l‘argomento ci sono dei libri come il fantastico Exploring the World of Lucid
Dreaming di Stephen LaBerge, un classico del genere, strapieno di consigli, tecniche e testimonianze.

Come sempre, se hai chiarimenti, domande, o curiosità ti invito a farti avanti nei commenti o
a scrivermi una mail. Ovviamente anche tutti gli altri tipi di feedback (complimenti, testimonianze,
curiosità…) sono assolutamente ben accetti.

Mi raccomando, comincia subito ad applicarti per riuscire a risvegliarti all‘interno dei sogni il prima
possibile.