Sei sulla pagina 1di 26

Giordano e Veronica

San Giovanni Battista


Manziana
10 agosto 2015

Presiede la celebrazione:
Don Federico Riquelme

Testimoni dello sposo: Testimoni della sposa:

Gianfranco Liccardo Flaminia Francesca Rota


Silvia Cassini Daniele Nogas Sobrinho
Giuliana Angelini Stefano Nogas Sobrinho

3
4
Riti di introduzione
Sacerdote: Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo.
Tutti: Amen
Sacerdote: La grazia del Signore nostro Gesù Cristo, l'amore di Dio Padre e la comunione
dello Spirito Santo, sia con tutti voi.
Tutti: E con il tuo spirito

5
Memoria del battesimo
Sacerdote: Fratelli e sorelle, ci siamo riuniti con gioia nella casa del Signore nel giorno in cui
Giordano e Veronica danno inizio alla loro famiglia. In quest'ora di grazia siamo loro vicini
con l'affetto, l'amicizia e la preghiera fraterna. Supplichiamo Dio Padre, per mezzo di Cristo
Signore nostro, perché li benedica e, nella forza dello Spirito, li renda un cuor solo e
un'anima sola. Facciamo ora memoria del Battesimo, nel quale siamo rinati a vita nuova.
Divenuti figli nel Figlio, riconosciamo con gratitudine il dono ricevuto, per rimanere fedeli
all'amore a cui siamo stati chiamati. Padre, nel Battesimo del tuo Figlio Gesù nel fiume
Giordano, hai rivelato al mondo l'amore sponsale per il tuo popolo:
Tutti: Noi ti lodiamo e ti rendiamo grazie.
Sacerdote: Cristo Gesù, dal tuo costato aperto sulla croce hai generato la Chiesa, tua diletta
sposa:
Tutti: Noi ti lodiamo e ti rendiamo grazie.
Sacerdote: Spirito Santo, potenza del Padre e del Figlio, oggi fai splendere in Giordano e
Veronica la veste nuziale della Chiesa:
Tutti: Noi ti lodiamo e ti rendiamo grazie.
Sacerdote: Dio onnipotente, origine e fonte della vita, che ci hai rigenerati nell'acqua con la
potenza del tuo Spirito, ravviva in noi la grazia del Battesimo, e concedi a Giordano e
Veronica un cuore libero e una fede ardente perché purificati nell'intimo, accolgano il dono
del Matrimonio, nuova via della loro santificazione. Per Cristo nostro Signore.
Tutti: Amen.

Gloria
6
Gloria a Dio nell'alto dei Cieli
e pace in terra agli uomini di buona volontà.
Noi ti lodiamo, ti benediciamo, ti adoriamo,
ti glorifichiamo, ti rendiamo grazie
per la tua gloria immensa,
Signore Dio, Re del cielo, Dio Padre onnipotente.
Signore, Figlio unigenito, Gesù Cristo.
Signore Dio, Agnello di Dio, Figlio del Padre,
tu che togli i peccati del mondo, abbi pietà di noi;
tu che togli i peccati del mondo,
accogli la nostra supplica;
tu che siedi alla destra del Padre,
abbi pietà di noi.
Perché tu solo il Santo, tu solo il Signore,
tu solo l'Altissimo, Gesù Cristo,
con lo Spirito Santo nella gloria di Dio Padre.

Sacerdote: Preghiamo. Dio onnipotente, concedi a Giordano e Veronica, che oggi consacrano
i loro amore, di crescere insieme nella fede che professano davanti a te, e di arricchire con i
loro figli la tua Chiesa. Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che e Dio, e vive e regna
con te, nell'unità dello Spirito Santo, per tutti i secoli dei secoli.
Tutti: Amen.

Liturgia della parola


Prima lettura
Dal Cantico dei Cantici (2,8-14,16;8,6-7a)
7
Una voce! L'amato mio! mia bella, e vieni, presto!
Eccolo, viene O mia colomba,
saltando per i monti, che stai nelle fenditure della roccia,
balzando per le colline. nei nascondigli dei dirupi,
L'amato mio somiglia a una gazzella mostrami il tuo viso,
o ad un cerbiatto. fammi sentire la tua voce,
Eccolo, egli sta perché la tua voce è soave,
dietro il nostro muro; il tuo viso è incantevole".
guarda dalla finestra, Il mio amato è mio e io sono sua;
spia dalle inferriate. egli pascola fra i gigli.
Ora l'amato mio prende a dirmi: Mettimi come sigillo sul tuo cuore,
"Àlzati, amica mia, come sigillo sul tuo braccio;
mia bella, e vieni, presto! perché forte come la morte è l'amore,
Perché, ecco, l'inverno è passato, tenace come il regno dei morti è la passione:
è cessata la pioggia, se n'è andata; le sue vampe sono vampe di fuoco,
i fiori sono apparsi nei campi, una fiamma divina!
il tempo del canto è tornato Le grandi acque non possono spegnere l'amore
e la voce della tortora ancora si fa sentire né i fiumi travolgerlo.
nella nostra campagna. Parola di Dio
Il fico sta maturando i primi frutti
e le viti in fiore spandono profumo.
Àlzati, amica mia, Tutti: Rendiamo grazie a Dio

Salmo Responsoriale
Dal Salmo 45
8
Rit. Sia con noi ogni giorno la bontà del nostro Dio

Ascolta, figlia, guarda, porgi l'orecchio:


dimentica il tuo popolo e la casa di tuo padre;
il re è invaghito della tua bellezza.
È lui il tuo signore: rendigli omaggio. Rit.

Gli abitanti di Tiro portano doni,


i più ricchi del popolo cercano il tuo favore.
Entra la figlia del re: è tutta splendore,
tessuto d'oro è il suo vestito. Rit.

È condotta al re in broccati preziosi;


dietro a lei le vergini, sue compagne,
a te sono presentate;
condotte in gioia ed esultanza,
sono presentate nel palazzo del re. Rit.

Seconda Lettura
Dalla prima lettera dell’apostolo San Paolo ai Corinzi (15.1-13)
9
Fratelli, se parlassi le lingue degli uomini e degli angeli, ma non avessi la carità, sarei come
bronzo che rimbomba o come cimbalo che strepita.
E se avessi il dono della profezia, se conoscessi tutti i misteri e avessi tutta la conoscenza, se
possedessi tanta fede da trasportare le montagne, ma non avessi la carità, non sarei nulla.
E se anche dessi in cibo tutti i miei beni e consegnassi il mio corpo per averne vanto, ma non
avessi la carità, a nulla mi servirebbe.
La carità è magnanima, benevola è la carità; non è invidiosa, non si vanta, non si gonfia
d'orgoglio, non manca di rispetto, non cerca il proprio interesse, non si adira, non tiene
conto del male ricevuto, non gode dell'ingiustizia ma si rallegra della verità. Tutto scusa,
tutto crede, tutto spera, tutto sopporta.
La carità non avrà mai fine. Le profezie scompariranno, il dono delle lingue cesserà e la
conoscenza svanirà. Infatti, in modo imperfetto noi conosciamo e in modo imperfetto
profetizziamo. Ma quando verrà ciò che è perfetto, quello che è imperfetto scomparirà.
Quand'ero bambino, parlavo da bambino, pensavo da bambino, ragionavo da bambino.
Divenuto uomo, ho eliminato ciò che è da bambino.
Adesso noi vediamo in modo confuso, come in uno specchio; allora invece vedremo faccia a
faccia. Adesso conosco in modo imperfetto, ma allora conoscerò perfettamente, come anch'io
sono conosciuto. Ora dunque rimangono queste tre cose: la fede, la speranza e la carità. Ma
la più grande di tutte è la carità!
Parola di Dio
Tutti: Rendiamo grazie a Dio

Acclamazione del Vangelo


Alleluia, alleluia
10
Se il Signore non costruisce la casa,
invano si affaticano i costruttori
Alleluia

Vangelo
Dal Vangelo secondo Matteo (7,21.24-29)

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: Non chiunque mi dice: "Signore, Signore",
entrerà nel regno dei cieli, ma colui che fa la volontà del Padre mio che è nei cieli. Perciò
chiunque ascolta queste mie parole e le mette in pratica, sarà simile a un uomo saggio, che ha
costruito la sua casa sulla roccia. Cadde la pioggia, strariparono i fiumi, soffiarono i venti e si
abbatterono su quella casa, ma essa non cadde, perché era fondata sulla roccia. Chiunque
ascolta queste mie parole e non le mette in pratica, sarà simile a un uomo stolto, che ha
costruito la sua casa sulla sabbia. Cadde la pioggia, strariparono i fiumi, soffiarono i venti e si
abbatterono su quella casa, ed essa cadde e la sua rovina fu grande". Quando Gesù ebbe
terminato questi discorsi, le folle erano stupite del suo insegnamento: egli infatti insegnava
loro come uno che ha autorità, e non come i loro scribi.
Parola del Signore

Tutti: Lode a te O Cristo

11
Liturgia del matrimonio
Sacerdote: Carissimi Giordano e Veronica siete venuti insieme nella casa del Padre perché la
vostra decisione di unirvi in Matrimonio riceva il suo sigillo e la sua consacrazione, davanti
al ministro della Chiesa e davanti alla comunità.
Voi siete già consacrati mediante il Battesimo: ora Cristo vi benedice e vi rafforza con il
sacramento nuziale, perché vi amiate l'un l'altro con amore fedele e inesauribile e assumiate
responsabilmente i doveri del Matrimonio.
Pertanto vi chiedo di esprimere davanti alla Chiesa le vostre intenzioni.
Sacerdote: Giordano e Veronica siete venuti a celebrare il Matrimonio senza alcuna
costrizione, in piena libertà e consapevoli del significato della vostra decisione?
Sposi: Sì
Sacerdote: Siete disposti, seguendo la via del Matrimonio, ad amarvi e a onorarvi l'un l'altro
per tutta la vita?
Sposi: Sì
Sacerdote: Siete disposti ad accogliere con amore i figli che Dio vorrà donarvi e a educarli
secondo la legge di Cristo e della sua Chiesa?
Sposi: Sì

12
Manifestazione del consenso
Sacerdote: Alla presenza di Dio e davanti alla Chiesa qui riunita, datevi la mano destra ed
esprimete il vostro consenso. Il Signore, inizio e compimento del vostro amore, sia con voi
per sempre
Giordano: Io, Giordano, accolgo te, Veronica, come mia sposa. Con la grazia di Cristo
prometto di esserti fedele sempre, nella gioia e nel dolore, nella salute e nella malattia, e di
amarti e onorarti tutti i giorni della mia vita.
Veronica: Io, Veronica, accolgo te, Giordano, come mio sposo. Con la grazia di Cristo
prometto di esserti fedele sempre, nella gioia e nel dolore, nella salute e nella malattia, e di
amarti e onorarti tutti i giorni della mia vita.
Sacerdote: Il Dio di Abramo, il Dio di Isacco, il Dio di Giacobbe, il Dio che nel paradiso ha
unito Adamo ed Eva confermi in Cristo il consenso che avete manifestato davanti alla Chiesa
e vi sostenga con la sua benedizione. L'uomo non osi separare ciò che Dio unisce.
Tutti: Amen

Benedizione e consegna degli


anelli

13
Sacerdote: Signore benedici questi anelli nuziali: gli sposi che li porteranno custodiscano
integra la loro fedeltà, rimangano nella tua volontà e nella tua pace e vivano sempre nel
reciproco amore. Per Cristo nostro Signore.
Tutti: Amen
Giordano: Veronica, ricevi questo anello, segno del mio amore e della mia fedeltà. Nel nome
del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo.
Veronica: Giordano, ricevi questo anello, segno del mio amore e della mia fedeltà. Nel nome
del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo.

Preghiera dei fedeli e invocazione


dei santi
Sacerdote: Fratelli e sorelle, invochiamo Dio, nostro Padre, sorgente inesauribile dell'amore,
perché sostenga questi sposi nel cammino che oggi hanno iniziato.
Lettore: Ripetiamo insieme: ascoltaci o Signore
Tutti: ascoltaci o Signore

Riflessioni libere

Ora, in comunione con la Chiesa del cielo, invochiamo l'intercessione dei Santi.
Santa Maria, Madre di Dio, prega per noi
San Giuseppe, sposo di Maria, prega per noi
San Gioacchino e Anna, pregate per noi
Santi Angeli di Dio, pregate per noi

14
San Giovanni Battista, prega per noi
San Francesco D'Assisi, prega per noi
Santi Pietro e Paolo, pregate per noi
San Giordano, prega per noi
Santa Veronica, Prega per noi
Santi e Sante tutti di Dio, pregate per noi.

Sacerdote: Effondi, Signore, su Giordano e Veronica lo spirito del tuo amore, perché
diventino un cuore solo e un'anima sola: nulla separi questi sposi che tu hai unito e,
ricolmati della tua benedizione, nulla li affligga. Per Cristo nostro Signore.
Tutti: Amen

Liturgia eucaristica
Sacerdote: Pregate, fratelli, perché il mio e vostro sacrificio sia gradito a Dio, Padre
onnipotente.
Tutti: Il Signore riceva dalle tue mani questo sacrificio a lode e gloria del suo nome, per il
bene nostro e di tutta la sua santa Chiesa.
Sacerdote: Accogli, Signore, i doni e le preghiere che ti presentiamo per Giordano e
Veronica, uniti nel vincolo santo: questo mistero, che esprime la pienezza della tua carità,
custodisca per sempre il loro amore. Tu che vivi e regni per tutti i secoli eterni.
Tutti: Amen
Sacerdote: Il Signore sia con voi
Tutti: e con il tuo spirito
Sacerdote: In alto i nostri cuori
Tutti: Sono rivolti al Signore
15
Sacerdote: Rendiamo grazie al Signore nostro Dio
Tutti: e cosa buona e giusta
Sacerdote: e veramente cosa buona e giusta, nostro dovere e fonte di salvezza, rendere grazie
sempre e in ogni luogo a te, Signore, Padre santo, Dio onnipotente ed eterno.
Tu hai dato alla comunità coniugale la dolce legge dell'amore e il vincolo indissolubile della
pace, perché l'unione casta e feconda degli sposi accresca il numero dei tuoi figli. Con
disegno mirabile hai disposto che la nascita di nuove creature allieti l'umana famiglia, e la
loro rinascita in Cristo edifichi la tua Chiesa. Per questo mistero di salvezza, uniti agli angeli
e ai santi, recitiamo insieme l'inno della tua gloria:
Tutti: Santo, Santo, Santo e il Signore Dio dell'universo. I cieli e la terra sono pieni della tua
gloria. Osanna nell'alto dei cieli. Benedetto colui che viene nel nome del Signore. Osanna
nell'alto dei cieli.

Rito di consacrazione
Sacerdote: Padre, veramente santo, fonte di ogni santità, santifica questi doni con l'effusione
del tuo spirito, perché diventino per noi il corpo e il sangue di Gesù Cristo tuo figlio e nostro
Signore.
Sacerdote: Nella notte in cui fu tradito, egli prese il pane e rese grazie, lo spezzò, lo diede ai
suoi discepoli, e disse: “prendete, e mangiatene tutti: questo e il mio corpo offerto in sacrificio
per voi.” Dopo la cena, allo stesso modo, prese il calice e rese grazie, lo diede ai suoi
discepoli, e disse : “prendete, e bevetene tutti : questo e il calice del mio sangue per la nuova
ed eterna alleanza, versato per voi e per tutti in remissione dei peccati. fate questo in memoria
di me.”
Sacerdote: Mistero della fede.
Tutti: Annunciamo la tua morte, Signore, proclamiamo la tua resurrezione, nell'attesa della
tua venuta.
16
Sacerdote: Celebrando il memoriale della morte e risurrezione del tuo Figlio, ti offriamo,
Padre, il pane della vita e il calice della salvezza.
Ti rendiamo grazie per averci ammessi alla tua presenza a compiere il servizio sacerdotale.
Ti preghiamo umilmente: per la comunione al corpo e al sangue di Cristo, lo Spirito Santo ci
riunisca in un solo corpo.
Ricordati, Padre, della tua Chiesa diffusa su tutta la terra: rendila perfetta nell'amore in
unione con il nostro Vescovo Francesco I, e tutto l'ordine sacerdotale.
Ricordati dei tuoi figli Giordano e Veronica, che in Cristo hanno costituito una nuova
famiglia, piccola Chiesa e sacramento del tuo amore, perché la grazie di questo giorno si
estenda a tutta la loro vita.
Ricordati dei nostri fratelli, che si sono addormentati nella speranza della risurrezione, e di
tutti i defunti che sono morti in pace con te: ammettili a godere la luce del tuo volto. Di noi
tutti abbi misericordia: donaci di aver parte alla vita eterna, insieme con la beata Maria,
Vergine e Madre di Dio, con gli apostoli e tutti i santi che in ogni tempo ti furono graditi : e
in Gesù Cristo tuo Figlio canteremo la tua gloria.
Per Cristo, con Cristo e in Cristo, a te, Dio Padre onnipotente, nell'unità dello Spirito Santo,
ogni onore e gloria, per tutti i secoli dei secoli.
Tutti: Amen

Riti di comunione
Sacerdote: Prima di partecipare al banchetto dell'eucarestia, segno di riconciliazione e
vincolo di unione fraterna, preghiamo insieme come il Signore ci ha insegnato:
Tutti:
Padre nostro,
che sei nei cieli,
17
sia santificato il tuo nome,
venga il tuo Regno,
sia fatta la tua volontà,
come in Cielo, così in terra,
dacci oggi il nostro pane quotidiano,
e rimetti a noi i nostri debiti,
come noi li rimettiamo ai nostri debitori,
e non ci indurre in tentazione,
ma liberaci dal male.

Benedizione degli sposi


Fratelli e sorelle, invochiamo con fiducia il Signore, perché effonda la sua grazia e la sua
benedizione su questi sposi che celebrano in Cristo il loro Matrimonio: egli che li ha uniti
nel patto santo [per la comunione al corpo e al sangue di Cristo] li confermi nel reciproco
amore.
O Dio, con la tua onnipotenza hai creato dal nulla tutte le cose e nell'ordine primordiale
dell'universo hai formato l'uomo e la donna a tua immagine, donandoli l'uno all'altro come
sostegno inseparabile, perché siano non più due, ma una sola carne; così hai insegnato che
non è mai lecito separare ciò che tu hai costituito in unità.
O Dio, in un mistero così grande hai consacrato l'unione degli sposi e hai reso il patto
coniugale sacramento di Cristo e della Chiesa.
O Dio, in te, la donna e l'uomo si uniscono, e la prima comunità umana, la famiglia, riceve in
dono quella benedizione che nulla poté cancellare, né il peccato originale, né le acque del
diluvio. Guarda ora con bontà questi tuoi figli che, uniti nel vincolo del Matrimonio,

18
chiedono l'aiuto della tua benedizione: effondi su di loro la grazia dello Spirito Santo perché,
con la forza del tuo amore diffuso nei loro cuori, rimangano fedeli al patto coniugale.
In questa tua figlia Veronica dimori il dono dell'amore e della pace e sappia imitare le donne
sante lodate dalla Scrittura. Giordano, suo sposo, viva con lei in piena comunione, la
riconosca partecipe dello stesso dono di grazia, la onori come uguale nella dignità, la ami
sempre con quell'amore con il quale Cristo ha amato la sua Chiesa.
Ti preghiamo, Signore, affinché questi tuoi figli rimangano uniti nella fede e nell'obbedienza
ai tuoi comandamenti; fedeli a un solo amore, siano esemplari per integrità di vita; sostenuti
dalla forza del Vangelo, diano a tutti buona testimonianza di Cristo. Sia feconda la loro
unione, diventino genitori saggi e forti e insieme possano vedere i figli dei loro figli. E dopo
una vita lunga e serena giungano alla beatitudine eterna del regno dei cieli.
Per Cristo nostro Signore.

Tutti: Amen.

Scambio del segno di pace


Sacerdote: La pace del Signore sia sempre con voi.
Tutti: E con il tuo spirito
Sacerdote: Scambiatevi un segno di pace.

19
Frazione del pane
Tutti: Agnello di Dio che togli i peccati del mondo, abbi pietà di noi.
Agnello di Dio, che togli i peccati del mondo, abbi pietà di noi.
Agnello di Dio, che togli i peccati del mondo, dona a noi la pace.
Sacerdote: Beati gli invitati alla cena del Signore. Questo e l'Agnello di Dio che toglie i
peccati del mondo.
Tutti: Signore, non son degno di partecipare alla tua mensa, ma dì soltanto una parola ed io
sarò salvato.
Sacerdote: Preghiamo
O Signore, per questo sacrificio di salvezza, accompagna con la tua provvidenza la nuova
famiglia che hai istituito: fa che Giordano e Veronica, uniti nel vincolo santo e nutriti con
l'unico pane e l'unico calice, vivano concordi nel tuo amore. Per Cristo nostro Signore.
Tutti: Amen

Benedizione di congedo
Sacerdote: Il Signore Gesù, che santificò le nozze di Cana, benedica voi, i vostri parenti e i
vostri amici.

20
Tutti: Amen.
Sacerdote: Cristo, che ha amato la sua Chiesa sino alla fine, effonda continuamente nei vostri
cuori il suo stesso amore.
Tutti: Amen.
Sacerdote: Il Signore conceda a voi, che testimoniate la fede nella sua risurrezione, di
attendere nella gioia che si compia la beata speranza.
Tutti: Amen.
Sacerdote: E su voi tutti, che avete partecipato a questa liturgia nuziale, scenda la
benedizione di Dio onnipotente, Padre e Figlio e Spirito Santo.
Tutti: Amen.
Sacerdote: Nella Chiesa e nel mondo siate testimoni del dono della vita e dell'amore che
avete celebrato. Andate in pace.
Tutti: Rendiamo grazie a Dio.

21
……………………………………………..
Grazie per aver condiviso la nostra felicità
Giordano e Veronica

22
Momenti Musicali
Romanza da “Eine kleine Nachtmusik” - W.A.Mozart
C a n o n i n D M a j o r – J . P a c h e lb e l
M a r c i a n u z i a l e d a “ L o h e n g r i n ” - R . W a g ner
A r i a s u l l a I V c o r d a – J . S . B a ch
Je te Veux – E.Satie
A v e M a r i a – J . S . B a c h / C . G o u no d
S a l u t D ’ a m o u r - E . E lg a r
M e d i t a t i o n d a “ T h a i s ” – J . M a s s e ne t
Quartet No. 4 in C, K. 157 - W.A.Mozart
M a r c i a n u z i a l e d a “ S o g n o d i u n a n o t t e d i m es s a es t a t e” - F . M e nd e ls h o n

Ensemble: Organo, Soprano, Arpa e Quartetto d’archi

23