Sei sulla pagina 1di 22

TIPI DI VARIAZIONE

vV A R I A Z I O N E C O N T R O L L A T A
caratterizzata da modello di variazione
stabile e coerente nel tempo: una
variazione RANDOM, una fluttuazione
uniforme attorno a un valore costante .
VARIAZIONE NATURALE
vVARIAZIONE NON CONTROLLATA
caratterizzata da un modello di
variazione che cambia nel tempo e che
quindi non prevedibile.
74
IL PROCESSO E STABILE QUANDO
la media del processo costante e
la variabilit controllata

75
IL PROCESSO E FUORI CONTROLLO
QUANDO
cambia nel tempo a) la media del
processo, 2) oppure la variabilit
oppure 3) entrambe.

76
SPC Statistical Process Control
v1924 Shewart W.A.
introduce le carte
di controllo.
Western
Electric
Engineering
Dept.

La prima carta di controllo


77
CARTA DI CONTROLLO

LIMITI DI CONTROLLO
CAMPIONAMENTO DI CONTROLLO
IN FASE DI LAVORAZIONE
Finalizzato a determinare se il processo
sta cambiando.

E possibile infatti identificare


lingresso di cause di variazione
significative.
79
Limiti di Controllo (Control
level) vs i limiti di Specifica
(Spec Limit)

TIME

Limiti di Controllo descrivono la voce del processo


Lorigine deriva da un elemento del sistema
imprevedibili e/o instabili, intermittenti,
localizzate e stagionali

Tecnico/Operatore per
eliminarla

Lorigine deriva da Direzione


componenti del per ridurla
processo
Statistical Thinking
RIDURRE
CAMBIAMENTO
la variazione
del
dovuta a
Processo
cause comuni

Soddisfazione
dei Clienti
All work Migliora-
I processi ANALIZZARE Sviluppare la Ridurre
is a mento
sono la variabilit CONOSCENZA la
process della
variabili del processo del processo variabilit
Qualit

RIMUOVERE
CONTROLLO
la variazione
del
dovuta a
Processo
cause speciali

Snee (1990). Statistical thinking and its contribution to Total


Quality. The American Statistician, vol.44, No 2.
82
Shewhart e Il Controllo Economico
della Produzione Manufatturiera
E a Shewhart che si deve il primo saggio
in materia di controllo qualit, in cui
venivano riportate lesperienza presso i
Laboratori Bell della Western Electrics..
Obiettivo del Controllo Statistico:
ridurre il costo di ispezioni massive
necessarie per misurare la conformit.
SPC
- STATISTICAL PROCESS CONTROL -
UNA METODOLOGIA SCIENTIFICA

Shewhart cre un nuovo modello di


riferimento per il monitoraggio e la
misurazione della conformit alle
specifiche dei prodotti basato su:

CAMPIONAMENTO STATISTICO
C A R T A D I C O N T R O L L O D E L
PROCESSO
LA QUALIT DEFINITA IN
TERMINI DI COSTI E PREZZI
Secondo Garvin un PRODOTTO DI
QUALIT quello che consente:

q prestazioni a prezzi accettabili


q o la conformit alle specifiche ad un
COSTO accettabile.
LA QUALIT DEFINITA COME
IL VALORE
OFFERTO AI CLIENTI
Secondo Feigenbaum (Total Quality Control)
q La qualit non ha il significato comunemente

attribuito al termine di il meglio in senso assoluto,


q bens il meglio secondo il cliente in funzione di:
q (a) luso che ne viene fatto;
q e (b) il prezzo di vendita del prodotto.
ALCUNI PUNTI DI FORZA
Se la qualit di un prodotto o servizio si determina in
funzione del valore offerto ai clienti, le aziende
devono concentrarsi su:

q EFFICIENZA INTERNA
q EFFICACIA ESTERNA

q Le implicazioni di costo delle conformit interne


alle specifiche e sulleffettiva capacit
dellazienda di soddisfare le attese dei clienti.
I COSTI DELLA QUALIT
HARRINGTON * E I COSTI DELLA NON QUALITA O
QUALITA SCADENTE
Costi della QUALIT

Costi della Costi della


QUALIT BUONA
SCADENTE QUALIT

Costi delle Costi delle


Costi dell Costi della
DIFETTOSIT DIFETTOSIT
ACCERTAMENTO PREVENZIONE
INTERNE ESTERNE

COSTI CHE DERIVANO DAL * Presidente dellInternational Academy


MANCATO SODDISFACIMENTO DEI for Quality e dellAmerican Society for
REQUISITI DEL CLIENTE
Quality Control
COSTI DELLA NON-QUALIT
Le difettosit sono causate sia da errori
nei prodotti e inefficienze nei processi.
Esempi includono i costi per:
COSTI DELLE COSTI DELLE
DIFETTOSIT INTERNE DIFETTOSIT ESTERNE
q Rilavorazioni
q Ritardi q Reclami
q Ri-designing q R i p a r a z i o n i d i p r o d o t t i e
q Ri-testing rierogazione di un servizio
q Carenze di scorte q Garanzie
q Analisi delle difettosit q Perdite dovute a riduzioni delle
q Declassamento prodotti vendite
q Inattivit q Costi ambientali
COSTI DELLA
BUONA QUALIT (1/2)
COSTI DI PREVENZIONE derivanti da tutte le
attivit che sono dirette a prevenire la non-
qualit nei prodotti e nei servizi.
Esempi di questi costi includono le voci seguenti:
q Pianificazione della Qualit
q Valutazione e selezione dei fornitori
q Riesame di un nuovo prodotto
q Valutazione della Capabilit dei Processi
q Riunioni dei gruppi di miglioramento della qualit
q Progetti dei gruppi di miglioramento della qualit
q Formazione e addestramento su approcci e strumenti per la Qualit
COSTI DELLA
BUONA QUALIT (2/2)
COSTI DI ACCERTAMENTO sostenuti per il
controllo di prodotti e servizi al fine di assicurare
un livello alto di qualit in tutte le fasi, conformit
agli standard di qualit e ai requisiti di
prestazione.
Esempi di questi costi includono le voci seguenti:

q Controlli e verifiche di merci e servizi acquistati


q Ispezioni/test in-process e finali
q Prove sul campo
q Audit di processi o servizi o di sistemi di gestione per la qualit
q Calibrazione della strumentazione per le misurazioni e per i test
ALCUNI PUNTI DI DEBOLEZZA
qE difficile distinguere le componenti individuali
che entrano nel giudizio di VALORE e quindi:

q(a) quali componenti sono importanti


q (b) il peso attribuito dal singolo a queste
componenti.

qUn peso che inoltre soggetto a variazioni nel


tempo
SECONDO GARVIN

Unazienda non pu avere solo un


approccio alla qualit

differenti approcci sono possibili al suo


interno.
APPROCCIO VALUE-BASED

PERFORMANCE ATTRIBUTI
QUALIT PERCEPITA
APPROCCIO PRODUCT-BASED
APPROCCIO USER-BASED
DURABILIT
ESTETICA

CONFORMIT

APPROCCIO MANUFACTURING-BASED

AFFIDABILIT
Evoluzione della Gestione della Qualit

SOSTENIBILIT,
ECCELLENZA & GLOBAL
QUALITY MANAGEMENT
(dal 2000 ca.)

TQC & Qualit TQM

CWQC Totale
(dal 1970-1980 ca.)

GESTIONE
(dal 1950 ca.)

ASSICURAZIONE
(dal 1930 ca.)

CONTROLLO
(dal 1924 ca.)
Organizzazione
ISPEZIONE
(dal 1910 ca.)

ORGANIZZAZIONE ORGANIZZAZIONE,
PRODOTTO PROCESSO ORGANIZZAZIONE E PRESTAZIONE PRESTAZIONE
ORGANIZZATIVA ORGANIZZATIVA E
SOCIET
95