Sei sulla pagina 1di 36

IL BRANDING SENSORIALE

IL SUONO DI UN
BRAND DI SUCCESSO

LA RIVISTA COMMERCIALE E TECNOLOGICA DI SANDVIK COROMANT


COROMANT

#1/2008

Cinzia Parolin e
Georgette Bile
Mala Assamoi
lavorano insieme
alla Bifrangi, in
Italia.

DOOSAN INFRACORE
UNA STORIA ACCATTIVANTE
LAVORIAMO PER UNINDUSTRIA
PIU VERDE!
IN DIRETTA DA HAL:
RIVELAZIONI IN VOLO
BIFRANGI VUOL DIRE BUSINESS:

IL MEGLIO DELLO
STAMPAGGIO A CALDO

EDITORIALE

PASSIONE E KNOW-HOW
ISPIRANO LO SVILUPPO
SONO PASSATI OLTRE 100 ANNI da quando Orville

Wright complet il primo volo in un aeromobile


sopra una sabbiosa spiaggia nel North Carolina,
coprendo una distanza di circa 40 metri, procedendo ad unaltitudine media pari a sei metri e
per una durata totale di circa 12 secondi. Quella
che a noi, oggi, non sembra una grande impresa,
allepoca segn linizio di una nuova era, e fece
entrare i fratelli Orville e Wilbur Wright nella
storia. Certo , che quel primo volo non avrebbe
mai potuto essere completato senza una vita di
impegno e di devozione.

OGGI CONSIDERIAMO IL VOLO una cosa scontata.

FOTO: MATS JONHOLT

I produttori di aeromobili lanciano continuamente


nuovi velivoli pi efcienti in termini di consumi,
che sono in grado di trasportare centinaia di passeggeri per migliaia di miglia, e di soddisfare esigenze di ogni tipo in materia di trasporto. Grazie
alla crescente globalizzazione e allaumento della
spesa militare, il mercato aerospaziale cresce e
prospera ma, come ogni altro settore produttivo,
costellato di sde: la concorrenza si fatta sempre pi intensa negli ultimi anni, e grandi sforzi si
concentrano sullimpiego di nuovi materiali, allo
scopo di costruire aerei pi leggeri con lobiettivo
di ridurre i costi legati al carburante. Ci impone
una pressione considerevole sulle persone che
operano nei laboratori di Ricerca&Sviluppo,
afnch generino utensili da taglio in grado di

METALWORKING WORLD

lavorare questi nuovi materiali, spesso difcili.


Lindustria aerospaziale un cliente oculato, con
rigorose esigenze tecniche. In questo numero di
Metalworking World vi racconteremo la storia
della partnership in essere tra Sandvik Coromant
e Hindustan Aeronautics Ltd (HAL).
LA GAMMA DI PRODOTTI OFFERTA dalla HAL

comprende motori per aeroplani, elicotteri e applicazioni aerospaziali, ma questa azienda svolge
anche un ruolo primario nel programma spaziale
indiano. Tuttavia, in un settore veramente globale
come quello aerospaziale, nessuno pu permettersi di riposare sugli allori. Afferma V. Sadagopan,
responsabile della pianicazione e progettazione
presso la divisione motori di HAL: Quello che
abbiamo fatto lanno passato non si pu ripetere
questo anno. Ci deve essere una curva decrescente nella quantit di risorse utilizzate, e i costi devono diminuire. Questa la sda che si presenta a
tutti i principali produttori del settore elettromeccanico. Sandvik Coromant lavora in parallelo con
noi, e tra le molte migliorie su cui abbiamo lavorato c lintroduzione da parte nostra di concetti
ingegneristici di valore per la riduzione dei costi
di produzione.
Accogliamo tali sde, considerandole come
delle vere opportunit. Oltre che della HAL in
India, questo numero di Metalworking World vi
racconter storie che hanno come scenario la Corea del Sud e lItalia, mostrando come le soluzioni avanzate da Sandvik Coromant contribuiscano
a ridurre i costi e a migliorare la produttivit di
Doosan Infracore, azienda produttrice di macchine utensili, e di Bifrangi, subfornitore del settore
automobilistico. Passione e know-how ispirano
davvero lo sviluppo.
Spero che troviate questo numero di
Metalworking World produttivo per la vostra
attivit.

KENNETH V SUNDH
PRESIDENTE SANDVIK COROMANT

FOTO: KYOUNG WOOK YOON/GETTY IMAGES

INDICE

METALWORKING WORLD #1/2008

TECNOLOGIA

11 ALBERO A GOMITI UN PEZZO DIFFICILE

18 LAVORARE AD ALTA PRESSIONE

Il sistema di lubrorefrigerazione ad alta pressione Coroturn HP costituisce un nuovo mezzo


standard per la lavorazione di materiali difcili, in
termini sia di lavorabilit sia di controllo truciolo.
E particolarmente indicato per le applicazioni
su macchine multi-task, torni verticali e centri di
tornitura.

26 PROTAGONISTE NELLAVANGUARDIA

La comprensione degli ambienti in cui devono


operare gli inserti ha portato allo sviluppo di una
nuova generazione. Come possibile aumentare
la produttivit senza tuttavia compromettere la
sicurezza durante la lavorazione? Una nuova
generazione di inserti permetter migliori
prestazioni in ogni campo di applicazione, pur
continuando ad offrire elevata produttivit e
sicurezza durante il processo.

30 UNA CHIAVE PER MOLTE SERRATURE

La sfida insita nelle operazioni di fresatura consiste


nel riuscire a mantenere lattuale livello qualitativo
sia del componente sia della finitura, tagliando i
costi generali legati alla lavorazione. Il nuovo
utensile CoroMill 490 cambia il mondo della
fresatura di spallamenti retti, offrendo un maggior
numero di taglienti rispetto alle esistenti frese per
spallamenti.

Kim Woong Bum,


Vice Presidente
Esecutivo di Doosan
Infracore Machine
Tools BG.

14
4
6
14
20
25
28
32

METALWORKING NEWS
BIFRANGI IN ITALIA:
A QUALCUNO PIACE CALDO
GRANDI RISULTATI
PER I COSTRUTTORI DI
MACCHINE

11

HAL IN INDIA:
GUARDA CHE CIELO!
METALWORKING NEWS
RICICLARE HA SENSO
NEGLI AFFARI

FOTO: MAHESH BHAT/GETTY IMAGES

Lalbero a gomiti un pezzo unico: nessun altro


componente, infatti, viene lavorato utilizzando
cos tanti processi diversi. Il Centro di Applicazioni
Sandvik Coromant per la lavorazione di alberi a
gomiti e a camme collabora con lindustria e i
costruttori di macchine utensili per sviluppare e
ottimizzare processi e utensili.

20

IL REGNO
DEI SENSI

METALWORKING WORLD una rivista commerciale e tecnologica di AB Sandvik Coromant, 811 81 Sandviken, Svezia.

Telefono: +46 (26) 26 60 00. La rivista esce tre volte allanno, tradotta in inglese (americano e britannico), ceco, cinese, danese,
olandese, finlandese, francese, tedesco, ungherese, italiano, giapponese, coreano, polacco, portoghese, russo, spagnolo e svedese ed
distribuita gratuitamente ai clienti Sandvik Coromant in tutto il mondo. Metalworking World una pubblicazione Spoon Publishing,
Stoccolma, Svezia. ISSN 1652-5825.
Direttore editoriale e Direttore Responsabile: Pernilla Eriksson. Account executive: Christina Hoffmann.
Gestione editoriale: Lisa Lundqvist. Co-Editor: Johan Andersson. Progetto grafico: Erik Westin.
Picture editor: Christer Jansson. Technical editor: Christer Richt. Sub editor: Valerie Mindel. Traduzione: International Service
Gallarate. Language editor Italia: Barbara Allaria. Coordinamento editoriale: Monica slund. Coordinatore traduzioni: Sergio
Tenconi, Karolina Tullberg. Prepress: Markus Dahlstedt. Foto di copertina: Maurizio Camagna.
Si informa che non verranno accettati manoscritti, se non espressamente richiesti. Il materiale presente in questa pubblicazione potr
essere riprodotto solo previa autorizzazione, da richiedere al Syndications Manager di Metalworking World. Il materiale editoriale e le
opinioni espresse in questa rivista non riflettono necessariamente il punto di vista di Sandvik Coromant o delleditore.
Si prega di inviare tutta la corrispondenza inerente alla rivista a: Metalworking World, Spoon Publishing AB, Kungstensgatan 21B, 113
57 Stoccolma, Svezia. Telefono: +46 (8) 442 96 20. E-mail: mww@spoon.se
In caso di domande relative alla distribuzione, contattare: Monica slund, Sandvik Coromant. Telefono: +46 (26) 26 60 14. E-mail:
mww.coromant@coromant.sandvik.com
Stampato in Svezia presso Sandvikens Tryckeri. Stampato su carta MultiArt Matt 115 grammi e MultiArt Gss 200 grammi da Papyrus
AB, conforme a certificazione ISO 14001 e registrato con EMAS.
Coromant Capto, CoroMill, CoroCut, CoroPlex, CoroTurn, CoroThread, CoroDrill, CoroBore, CoroGrip, AutoTAS, GC, iLock sono tutti
marchi registrati Sandvik Coromant.

Vijaya Kumar,
senior manager
della divisione
motori di HAL.
Metalworking World distribuito a scopi divulgativi e le informazioni
fornite sono di natura generale; non vanno dunque intese come
suggerimenti o norme cui fare affidamento in fase decisionale o per
impieghi in ambito specifico. Qualsivoglia utilizzo delle informazioni
fornite a rischio esclusivo dellutente e Sandvik Coromant declina
ogni responsabilit per qualsiasi danno
diretto, incidentale, consequenziale o indiretto di qualsiasi tipo, causato dalluso delle
informazioni contenute in Metalworking
World.
METALWORKING WORLD

NEWS

SOTTO RETE IN POLONIA


Quando, il 15 luglio scorso, la nazionale
brasiliana di pallavolo ha battuto la
Russia nella finale dei Campionati del
Mondo a Katowice in Polonia, la squadra
ha conquistato il suo quinto titolo
consecutivo.
In Polonia la pallavolo uno sport
estremamente popolare e le finali del
Campionato del Mondo di Katowice
hanno rappresentato un evento che ha

I posti allo Spodek Hall


di Katowice, che pu
ospitare no a 12.000
spettatori, erano tutti
esauriti.

fatto registrare il tutto esaurito. Non deve


stupire, quindi, che Sandvik Coromant
Polonia abbia ritenuto opportuno
prendere parte a questo evento
emozionante.
Il nostro logo e un saluto a tutti i
nostri clienti erano esposti sui tabelloni a
bordo campo di ciascuna delle 10 partite
delle fase finale, spiega Alfred Zachwiej,
direttore Sandvik Coromant Poland.

I posti allo Spodek Hall di Katowice,


che pu ospitare fino a 12.000 spettatori,
erano tutti esauriti durante la maggior
parte delle partite, mentre lincontro
valido per la medaglia doro stato
trasmesso in mondovisione in 110 paesi,
con unaudience di oltre 1,1 miliardi di
telespettatori. Sandvik Coromant Polonia
ha anche invitato 500 clienti, rivenditori
autorizzati e rispettivi clienti allevento,

FIERE 2008

A SANDVIK COROMANT IL PREMIO


PER LECCELLENZA NEL RISPARMIO DEI COSTI
La Regione nord-orientale dellIndustrial Distribution Group (IDG) negli
Stati Uniti ha recentemente proposto che Sandvik Coromant venisse
insignita del premio Platinum Supplier Award 2006, per aver consentito
ai clienti IDG significativi risparmi in termini di costi durante lanno
trascorso.
IDG tiene monitorati la conformit di prodotto, gli ordini e la logistica
per oltre 100 partner, facenti parte del Strategic Growth Supplier,
documentando i servizi prestati e il risparmio di costi generato.
Al termine di ogni anno, IDG premia le aziende che si sono classificate
ai primi tre posti in occasione di un gala di assegnazione delle
onorificenze.
Il team leader del settore produttivit, Kevin McCall, insieme ai
direttori vendite Toby Grove, Mark Grimes, James Spengler e Dave
Lewandowski, tutti membri del team della Sandvik Coromant Zona
Orientale, sono intervenuti per ricevere lonorificenza.

METALWORKING WORLD

Technishow,
11-15 marzo
Utrecht, Paesi Bassi
METAV,
31 marzo 4 aprile
Dsseldorf, Germania
MACH 2008,
21-25 aprile, Birmingham, UK
EMEX,
68 maggio, Nuova Zelanda
SIAMS,
2024 maggio,
Moutier, Svizzera
Farnborough Air Show,
1420 luglio, UK
Norden AB,
69 settembre,
Gothenburg, Svezia
ITF Plovdiv,
24-29 settembre, Bulgaria
IMTS ,
8-13 settembre
Chicago, USA
Vienna Tec , 7-13 ottobre
Vienna, Austria
PRODEX, 1821 novembre,
Basilea , Svizzera

con la formula pranzo e partita, spiega


Zachwiej.
Era molto difficile trovare i biglietti
per i vari match, e questa stata
uniniziativa che ci ha fatto guadagnare
molto in termini di popolarit, afferma.
Alcuni dei nostri ospiti arrivavano da
molto lontano, addirittura 700 chilometri,
e ognuno ha ricevuto una T-shirt
personalizzata della nazionale polacca.

LO SAPEVA
TE C
Sandvik Co HE
romant
presente
nel mondo
in 130 pae
si.

PROSSIME TAPPE:
SHANGHAI E
STOCCARDA
In ottobre, Sandvik Coromant
inaugura due nuovi Centri di
Applicazioni, il primo a Shanghai, in
Cina, specializzato in Stampi &
Matrici, e il secondo alla periferia di
Stoccarda, in Germania, specializzato nel settore Automobilistico.
Quello del Centro di Applicazioni
un concetto Sandvik Coromant che ha
lobiettivo di sviluppare soluzioni
consolidate che miglioreranno la
produttivit e leconomia dei costi del
cliente.
Il primo Centro di Applicazioni
stato inaugurato a Sandviken, in
Svezia, ed destinato ai segmenti
Aerospaziale e Stampi & Matrici.

ECCO LA FRESA A CANDELA CHE


LAVORA IN INTERPOLAZIONE

LUTENSILE CHE TORNISCE I FILETTI


Nel corso del 2008 Sandvik Coromant
lancer un nuovo concetto di utensile,
CoroThread, progettato per la
lavorazione produttiva dei filetti.
La tornitura dei filetti unoperazione comune in molte applicazioni, e
CoroThread 266 stato sviluppato per
soddisfare la richiesta dei clienti in
termini di stabilit ricorrente con
elevata precisione e pi rapidi tempi di
produzione, afferma Tomas Sjberg,
project leader di CoroThread 266.
Questo utensile dotato di un inserto,
bloccato rigidamente con la massima
precisione, che garantisce un processo
di alta qualit. E progettato per
limpiego in particolar modo nellindustria petrolifera, in quella del gas e
aerospaziale, dove le variazioni delle
forze di taglio possono causare
problemi, ma anche per limpiego nel
settore meccanico in generale e nella
produzione di serie.

CoroThread 266 dotato di


uninterfaccia iLock, un ampio concetto
di bloccaggio, applicata ad utensili in
cui le applicazioni sono sensibili ai
micromovimenti degli inserti, spiega
Sjberg. Il design del bloccaggio
unico e differisce nei diversi concetti di
utensile. Linserto viene posizionato
con precisione nella sede dellutensile,
garantendo che questo rimanga stabile
e mantenga la posizione del tagliente.
Saranno disponibili due tipi di
inserti, in funzione dellapplicazione:
inserti generici (tolleranza M) per
operazioni di filettatura generale ed
inserti di precisione (tolleranza E) per i
settori del petrolio, del gas e
aerospaziale. Ci aspettiamo che
CoroThread diventi la prima scelta per
tutta la produzione di filettature e, in
particolare, per i clienti che producono
componenti a tolleranza stretta,
afferma Sjberg.

Sulla base del successo della fresa


CoroMill 390, Sandvik Coromant
lancer CoroMill 490 allinizio del
2008.
Questa nuova fresa dotata di
caratteristiche che riducono in
maniera sostanziale i costi delle
operazioni di spianatura e spallamenti
retti, afferma Hans Lindberg,
specialista di prodotto presso Sandvik
Coromant. Soddisfa la tendenza
verso limpiego di mandrini pi piccoli
nelle macchine, lotti di produzione
medi e piccoli, e particolari requisiti di
componenti dove necessaria una
ridotta profondit di taglio.
CoroMill 490 stata progettata
con geometrie dinserto uniche per
fornire componenti di alta qualit, ma
anche prestazioni di produzione dipendenti e prevedibili, spiega Lindberg.
I vantaggi includono spianatura con
superfici eccellenti, spallamenti senza
formazione di gradini e la possibilit d

lavorare in interpolazione circolare, a z


costante. E molto facile da usare
perch segue il nostro concetto
CoroKey, afferma.
Il cliente pu ridurre le scorte ed
ampliare lo spazio in magazzino.
Il design a quattro taglienti,
unitamente ai dati di taglio consigliati,
rende lutensile altamente efficace in
termini di costi.
CoroMill 490 caratterizzata da
qualit e geometrie della Nuova
Generazione di Inserti per fresatura,
per tutti i gruppi di materiali P, M, K, N,
S e H. Ogni utensile sar disponibile
con adduzione interna di refrigerante
ed in una vasta scelta di passi.
La profondit massima di taglio
5,7 mm, mentre la gamma di diametri
varia da 20 mm a 125 mm.
Ulteriori informazioni sul nuovo
utensile saranno disponibili nel
prossimo numero di Metalworking
World.

UN MODO INTELLIGENTE PER TAGLIARE I COSTI


La riduzione dei costi resta
in maniera tale che i
uno degli elementi di maggior
seminari potessero tenersi in
pressione per tutte le aziende
contemporanea con la fiera
produttrici, perch
EMO ad Hannover, in
costituisce uno dei metodi
Germania, mentre contenuti
per garantirsi la sopravvivensono stati studiati per le
za a lungo termine. Questa
piccole e medie imprese con
anche la ragione per cui
sede in Italia, Svezia,
Sandvik Coromant, in
Repubblica Ceca,
Mike Nicholson
collaborazione con il
Slovacchia,Ungheria,
produttore giapponese di macchine
Polonia, Spagna e Portogallo.
utensili Yamazaki Mazak e la britannica
Volevamo fornire un quadro
Pathrace che lavora nel settore dello
generale di come sia possibile ottenere i
sviluppo di software, ha recentemente
migliori risultati da un investimento, e
tenuto una serie di seminari incentrati
spiegare cosa significhi investire in
sulla competitivit attraverso
modo ben congegnato per rimanere
linvestimento nel giusto tipo di
concorrenziali sul lungo periodo,
equipaggiamento macchina. I seminari
afferma Mike Nicholson, Sandvik
hanno avuto luogo nellarco di tre
Coromant. Si tratta di argomenti
settimane, nei mesi di settembreparticolarmente importanti per questo
ottobre 2007. Le date sono state scelte
tipo di aziende in Europa.

Il design di CoroMill
490, unitamente ai
dati di taglio
consigliati, rende
lutensile altamente
efcace in termini di
costi.

METALWORKING WORLD

FOTO: MAURIZIO CAMAGNA

A sinistra: Francesco
Biasion, AD, Presidente
e fondatore di Bifrangi
insieme a Roberto
Biasion, Amministratore
di Bifrangi.

A QUALCUNO
PIACE CALDO

La sua sede a Mussolente, una cittadina in provincia di Vicenza, potrebbe


apparire di basso prolo, ma Bifrangi, unazienda sub-appaltatrice locale dotata
di appeal globale, tuttaltro che questo. Efcienti processi di produzione e
qualit coerente costituiscono il cuore di questa storia di successo tutta italiana.
6

METALWORKING WORLD

FOTO: MAURIZIO CAMAGNA

Georgette Bile Mala Assamoi


lavora presso lo stabilimento
Bifrangi a Mussolente.

Mozzi ruote pressati


ancora incandescenti.

I TEMPI DI UNA LINEA di produzione dipendono

spesso da operazioni invisibili. Difcili da


valutare, perch avvengono al riparo dagli occhi
di chi sovrintende al ciclo: nella gabbia di un
centro di lavoro a controllo numerico, per
esempio. Analizzare le situazioni critiche,
valutare insieme al cliente i possibili miglioramenti e seguirne lapplicazione , per i tecnici
Sandvik Coromant, lavoro quotidiano. Essenziali
per questo compito sono sia la perfetta conoscenza delle applicazioni dei prodotti sia la disponibilit di programmi e strumenti efcienti per
lanalisi delle situazioni non soddisfacenti. Tra
questi il PIP, Production Improvement Programme (Programma di miglioramento della
produttivit) e il PA, Productivity Analyzer
(analizzatore della produzione).
UN IMPORTANTE CASO DI applicazione del PIP e

PA la Bifrangi di Mussolente, nellAlto


Vicentino. Lazienda effettua stampaggio a caldo
e lavorazioni meccaniche di particolari per
lindustria: ange, ingranaggi, mozzi ruota. La
produzione si divide su un proprio catalogo,
costituito essenzialmente da ange a disegno su
standard internazionali (Din, Iso, Sae, Uni), che
costituisce circa un 40% dei volumi produttivi, e
un rimanente 60% di semilavorati e pezzi niti su
disegno del cliente. Grazie allelevata qualit
produttiva la Bifrangi ha ottenuto negli ultimi
anni importanti commesse. Recentemente

Una partnership che ci

racconta Francesco Biasion, AD, Presidente e


fondatore dellazienda abbiamo introdotto
cinque nuove linee ad alta automazione. Su
queste linee, che effettuano lavorazioni
meccaniche sui mozzi ruota destinati a componentisti del settore automotive e a case produttrici
di autoveicoli e macchine movimento terra, il
lavoro degli addetti si limita a carico, scarico,
cambio utensili e controllo qualit. Una sesta
linea simile sar presto messa in funzione per
soddisfare nuove richieste. Le linee, acquistate
da poco con un contratto chiavi in mano che
prevedeva anche utensili e inserti forniti da un

permette di ricevere
con tranquillit le visite
periodiche: quelle dei
clienti, che monitorano
ogni mese lintera filiera
della produzione e che
sono tempestivamente
informati di ogni
cambiamento del
processo produttivo, e
quelle dei consulenti
che seguono le nostre
certificazioni.
METALWORKING WORLD

Un utensile che
garantisce un
controllo ottimale
del truciolo
permette di
cambiare
radicalmente la
metodologia di
controllo qualit

METALWORKING WORLD

importante concorrente, lavorano ventiquattrore


al giorno su tre turni. Dopo i primi mesi
racconta Roberto Biasion, Amministratore di
Bifrangi i risultati attesi non arrivavano. La
produttivit era bassa, nonostante i nuovi centri
di lavoro Famar funzionassero correttamente. La
qualit della produzione era soddisfacente ma i
fermi macchina per la sostituzione degli utensili
erano troppo frequenti e difcilmente prevedibili. Ogni linea effettua tre/quattro fasi di
lavorazione con asportazione di truciolo, e il
problema era generato proprio da queste fasi.
Rotture casuali, un cattivo controllo dimensionale del pezzo dovuto a una non perfetta evacuazione del truciolo, mancata prevedibilit della vita
degli utensili erano i principali punti critici.
Da qui nata la richiesta di intervento di
Sandvik Coromant. Afdabilit, prevedibilit,
costanza, ripetibilit dei risultati erano le
esigenze di Bifrangi, che su queste linee realizza
mozzi per clienti importanti tra cui Berco,
Getrag, Nsk, Skf. A partire dal settembre 2006 si
sono esaminate 15 fasi di lavorazione. Lanalisi
ha richiesto 250 ore e ha coinvolto tecnici
Sandvik Coromant e personale addetto alla linea.
Su ogni linea operano due addetti per turno

FOTO: MAURIZIO CAMAGNA

FOTO: MAURIZIO CAMAGNA

Avere una bicicletta


semplica la vita se
lavori alla Bifrangi.

Lo stampaggio a caldo
al meglio. Sopra: un
operaio Bifrangi
controlla un macchinario tramite un display.

spiega Diego Moretto, tecnico di area Sandvik


Coromant Italia per il Nord-Est sottoposti a un
turn-over continuo e, mediamente, con unesperienza relativamente bassa delle lavorazioni con
asportazione di truciolo. Abbiamo tenuto corsi di
formazione nel senso canonico del termine, svolti
immediatamente prima e immediatamente dopo i
turni di lavoro. E, soprattutto, si fatto coaching
a bordo macchina. Del resto, i responsabili della
macchina non sono stati gli unici a imparare
qualcosa da questa fase. I tecnici hanno insegnato
loro a conoscere meglio le lavorazioni e
limportanza di molte operazioni, e hanno fatto
emergere il livello di professionalit degli
addetti. Allo stesso tempo, per, i tecnici hanno
acquisito importantissime informazioni sul ciclo
di lavoro (e sui principali problemi che da questo
nascevano), essenziali per poter proporre
miglioramenti. Operatori e tecnici, insomma,
devono pensare che non si smette mai di
imparare e che ognuno di noi ha qualcosa da
insegnare allaltro.
A NOVEMBRE, CONCLUSA Lanalisi del processo,

si avviata la seconda fase: il monitoraggio. La


soluzione poi adottata non stata lunica

FOTO: MAURIZIO CAMAGNA

BIFRANGI: QUESTIONI DI STAMPA


Alle origini della storia del gruppo
Sandvik ci sono maglio, fuoco e
martello. Alle origini di quella della
Bifrangi, pure. Quella che oggi
unazienda da 800 dipendenti (370 a
Mussolente e 430 nei due stabilimenti in
Gran Bretagna), affonda le radici in
unantichissima tradizione familiare di
lavorazione del ferro. Levoluzione da
azienda artigiana a industriale si
compiuta a partire da fine anni Sessanta
grazie a Francesco Biasion e dal fratello
Gino: Bifrangi, infatti, lacronimo di
Biasion Francesco e Gino. Fondata nel
1967 come societ di fatto, si evoluta
sino a diventare una Spa. Lattuale
stabilimento italiano stato inaugurato
nel 1980 e mostra unattenzione
allambiente non comune nemmeno ai
giorni nostri. Intorno ai capannoni la
vegetazione fitta. Lacqua di
raffreddamento passa attraverso

laghetti e piccoli corsi dacqua che


ricordano quelli di un giardino zen; vi
vivono fra gli altri carpe e gamberi
dacqua dolce. La mensa si rifornisce
principalmente di frutta e verdura di
stagione e carni coltivati biologicamente
in un orto di propriet della stessa azienda.
Nata per lo stampaggio a caldo e la
forgiatura per conto terzi, la Bifrangi ha
introdotto negli anni le lavorazioni
meccaniche, richieste da clienti che
cercavano un partner a ciclo completo.
Molte delle linee e delle macchine
utilizzate in produzione sono state
costruite o modificate allinterno. La
Bifrangi titolare di diversi brevetti di
impianti produttivi e, seppure in piccola
parte, vende le sue macchine
allesterno. Da poco ha ordinato il
maglio pi grande del mondo, che sar
montato nei prossimi anni. Prossima

allentrata in servizio invece la pi


grande macchina al mondo per lo
stampaggio a caldo in orizzontale. Avr
una forza di 4000 tonnellate, contro le
1800 delle pi grandi oggi in servizio.
La sua struttura racconta Francesco
Biasion interamente forgiata e
calcolata per 6000 tonnellate, ma
lingombro lo stesso di una macchina
da 1800. Lazienda non ha un
atteggiamento chiuso verso i
concorrenti, che incontra regolarmente
e con cui collabora. Spesso sono
ancora parole di Francesco Biasion
riceviamo visite di tecnici e imprenditori
del Lontano Oriente o forniamo un pezzo
di ricambio a unaltra azienda.
Il fatturato della Bifrangi oggi di 145
millioni di euro. Si deve per tenere
conto dellelevato valore aggiunto, dal
momento che vi entrano materie prime
e vi escono prodotti finiti. Impressionan-

te la quantit di trucioli prodotta: 10


tonnellate al giorno. In pratica,
considerato il volume del truciolo, ogni
giorno escono dai cancelli tre
autoarticolati carichi di materiali di
scarto. I prodotti dello stabilimento
italiano sono flange e particolari
meccanici, in particolare mozzi ruota,
per autovetture, autocarri e macchine
movimento terra. Tra i clienti principali
Bmw, Caterpillar, Cummins, Deutz,
Getrag, John Deere, Nsk, Skf,
Volkswagen, oltre a grandi terzisti
(specie spagnoli), stockisti di flange in
tutto il mondo e, ultimamente,
produttori di impianti eolici: il nuovo
maglio servir molto per loro. Negli
stabilimenti inglesi, invece, si producono
alberi per motori industriali da 300 a
4000 kW di potenza; anche in questo
caso la lavorazione a ciclo completo;
fra i principali clienti, Iveco.

METALWORKING WORLD

La nuova procedura ha
permesso a Bifrangi di
mantenere il proprio
livello di produttivit
senza dover
espandere la linea di
produzione.

esaminata. Una delle alternative valutate stato

il cambio dei dati di taglio; proprio dal monitoraggio, per, emerso che non ci sarebbero state
sufcienti garanzie di vita di utensile e inserti.
La soluzione che si adotta al termine del
monitoraggio spiega il tecnico di vendita
Sandvik Coromant Italia per il Nord-est Paolo
Comis dipende molto dal tipo di macchina
impiegato e deve essere pienamente condivisa
dal cliente. Per questo esiste la terza fase del PIP,
ovvero la verica da parte del cliente. Che ha

visto Bifrangi molto soddisfatta dei risultati


raggiunti. Nel gennaio di questanno il PIP si
concluso ed partito in maniera denitiva il
nuovo assetto produttivo; ulteriori miglioramenti
sono oggi allo studio e saranno presto valutati.
Modicato il ciclo di lavoro, si applicato il PA
per evidenziare anche dal punto di vista
economico i risultati raggiunti. Che sono stati
notevoli: un risparmio di 2.755 ore lavorative e,
quindi, di 372.872,00 euro annui. Il nuovo ciclo
ha soprattutto permesso di mantenere i quantitativi di produzione previsti senza impiantare
unulteriore linea. E ha inne reso disponibile un
manuale del ciclo di lavoro. Il volume molto
seguito dal personale, che lo considera il primo
riferimento quando la linea presenta un intoppo.
Lutilit del manuale molto apprezzata anche
dal management: va al di l di unistruzione di
persone che possono cambiare e lascia una base
permanente utile anche a chi arriver dopo. Certo
un volume stampato non sostituisce il coaching e
i rapporti umani che questo implica, ma rende
meno traumatico lavvicendamento del
personale.
PER IL MANAGEMENT, i miglioramenti conse-

guenti allintervento dei tecnici Sandvik


Coromant sono stati immediatamente tangibili.
Un utensile che garantisce un controllo ottimale
del truciolo spiega Roberto Biasion permette
di cambiare radicalmente la metodologia di
controllo qualit: a campione anzich sul 100%
della produzione, con un immaginabile risparmio
di tempo e costi. Gi dalle nostre prime analisi
abbiamo capito che una delle cause principali dei

problemi riscontrati stava proprio nella pulizia


del pezzo. Abbiamo risolto il problema con nuovi
getti di aria e acqua e, appunto, con lutilizzo di
nuovi utensili e inserti. La produzione del
truciolo, infatti, non deve essere casuale ma
controllata. Lesperienza decisamente
positiva, tanto che Bifrangi sta valutando di
estendere le forniture di Sandvik Coromant ad
altri reparti (oggi i prodotti dellazienda svedese
sono utilizzati soprattutto in tornitura e
nellofcina che sovrintende a manutenzione e
preparazione delle macchine) in unottica di
riduzione dei fornitori tesa a ridurre i costi
amministrativi e burocratici che gravano
sullazienda. Sandvik Coromant ha dichiarato
Francesco Biasion ci fornisce un prodotto di
ottima qualit. Che signica soprattutto un
prodotto che permette di mantenere le aspettative
del cliente. Soprattutto nella liera dellautomotive, i tempi di consegna sono importanti tanto
quanto la qualit. E per mantenerli servono
strumenti di produzione afdabili e una perfetta
organizzazione del lavoro. Sandvik Coromant ci
fornisce gli strumenti e ci ha aiutato molto a
denire i cicli produttivi, lavorando con
correttezza e concretezza. Una partnership che
andata ben al di l della pura vendita del
prodotto. E che ci permette di ricevere con
tranquillit le visite periodiche: quelle dei clienti,
che monitorano ogni mese lintera liera della
produzione e che sono tempestivamente
informati di ogni cambiamento del processo
produttivo, e quelle dei consulenti che seguono le
nostre certicazioni.
MASSIMO CONDOLO

UNA PARTNERSHIP PRODUTTIVA


Nel processo di analisi, il primo
problema ad emergere racconta Diego
Moretto, tecnico di Sandvik Coromant
stato lerrato settaggio dellutensile.
Questo importantissimo passaggio
spesso sottovalutato. unoperazione
che si d per acquisita; sembra avere
scarsa rilevanza ma invece molto
importante. Sandvik Coromant ha
quindi suggerito di effettuare il
presettaggio dellutensile a bordo
macchina. Il presettaggio effettuato
per via informatica, grazie a utensili che
lo consentono come i Coromant Capto.
Grazie a questa procedura, il centro di
lavoro richiama in automatico le
caratteristiche dimensionali di utensile e
inserto adottati e parte con offset zero.
Gi il primo pezzo prodotto, in pratica,
presenta tolleranze perfettamente
rispondenti agli standard di qualit; la
partenza della produzione non ha quindi

10

METALWORKING WORLD

bisogno di aggiustamenti.
inserti. Ora di 20 minuti
Si riducono cos i tempi di
per lintera linea grazie
montaggio. Ulteriore
alla concentrazione di
suggerimento stato
tutte le operazioni di
quello di nominare un
sostituzione e settaggio
responsabile dellutensilesu un unico fermo. Il
ria. Inoltre, contrariamente
risultato molto
a quanto avveniva in
importante, non soltanto
passato, ogni operatore ha
per il tempo guadagnato
a disposizione pi serie di
direttamente: a ogni
utensili, di cui responsaripartenza della macchina
bile e che utilizza in
ci sono rischi di difformit
Diego Moretto, tecnico
esclusiva. Conosce quindi Sandvik Coromant.
dimensionali dovute a
perfettamente le
errori umani. Riducendo
caratteristiche di ognuno e il relativo
le ripartenze si riduce di conseguenza la
stato di usura; non rischia n di perdere
possibilit di questi errori. Lanalisi di
tempo nellanalisi di utensili che vede la
Sandvik Coromant ha portato alla
prima volta n di utilizzare strumenti
sostituzione completa degli inserti con
inefficienti. I nuovi utensili e inserti, cos
altri in metalli duri (3210, 4005, 4015 e
come il nuovo metodo di lavoro, hanno
4225). La definizione dei tipi di inserti
ridotto sensibilmente i tempi di fermo
spiega Diego Moretto ha richiesto una
impianto per la sostituzione di utensili e
lunga fase di verifica per definire la

qualit del metallo e la geometria.


Rispetto agli inserti utilizzati in
precedenza da Bifrangi, i Sandvik
Coromant (e in particolare i modelli
della New Insert Generation), hanno una
vita utile superiore e offrono maggiori
garanzie contro le rotture casuali. Il
metallo duro ha poi permesso di definire
serie di inserti con un ciclo di vita
uniforme su tutta la linea. Con un solo
fermo macchina di 20 minuti si
sostituisce lintera dotazione e si riparte
con la produzione sino al successivo
fermo programmato. La sostituzione di
alcuni utensili originariamente in
dotazione ai centri di lavoro con i
Coromant Capto ha permesso una
sensibile riduzione delle vibrazioni. Con i
Capto abbiamo anche migliorato la robustezza e ottimizzato levacuazione del
truciolo, punto critico degli utensili
precedentemente impegnati.

TECNOLOGIA
DI CHRISTER RICHT

Lalbero a gomiti unico: nessun


altro componente viene lavorato
con cos tanti processi diversi.

ALBERO A GOMITI

UN PEZZO DIFFICILE

SFIDA: FORNIRE UNA COMPETENZA DI PRIMA QUALITA PER LA LAVORAZIONE DEGLI ALBERI A
GOMITI.
SOLUZIONE: IL CENTRO DI APPLICAZIONI PER LA LAVORAZIONE DI ALBERI A GOMITI ED ALBERI A
CAMME.
LALBERO A GOMITI uno dei pezzi pi

impegnativi da lavorare. fortemente


asimmetrico, lungo e relativamente sottile,
fatto di un materiale di scarsa lavorabilit,
con elevate richieste di qualit e soggetto ad
esigenze di lavorazione molto competitive.
Componente centrale di ogni motore a
combustione, lalbero a gomiti viene
prodotto in numerose forme e dimensioni da quelle pi piccole che si trovano nei
motori a due tempi, come nelle attrezzature
da giardino, a quelle pi grandi o mastodontiche per i motori a diesel delle navi. Anche
gli alberi a gomiti nei motori degli autoveicoli variano, ciascuno secondo il tipo e la
marca dellautovettura. Come componente
della produzione di serie, lalbero a gomiti
delle auto governato dallefcienza dei
costi e ha subto un notevole sviluppo per
quanto riguarda il design, il materiale e la
lavorazione. E probabile che questa
evoluzione continui con laumento delle

esigenze basate sul minimo impatto


ambientale, sulle migliori prestazioni e sui
minori costi di produzione.
LE PRESSIONI AMBIENTALI rendono la

fabbricazione di questi alberi pi difcile.


Per tale motivo, i motori vengono ridimensionati e combinati con turbo e turbocompressori, ed i produttori sono costretti a
ridurre le emissioni indesiderate cercando, al
tempo stesso, di minimizzare la perdita di
potenza. Levoluzione dellalbero a gomiti
ha contribuito a questo e contribuir in
questo senso anche in futuro. Oggi, i motori
degli autocarri funzionano in modo pi
pulito rispetto a quelli delle autovetture degli
anni 90 ed il loro rendimento nettamente
superiore. Inoltre, gli sviluppi nella
lavorazione degli alberi a gomiti hanno
consentito di raggiungere livelli di precisione
pi alti, mantenendo inalterato il costo di
fabbricazione per pezzo.

Sono poche le norme industriali che


illustrano il livello di aspettative: lerrore di
run-out dellutensile per fresatura che lavora
un albero a gomiti destinato al settore
automobilitsico solitamente entro 0,02
millimetri. La durata dellutensile deve
essere lunga e prevedibile per soddisfare i
programmi di produzione, ed i taglienti
devono durare in modo afdabile no a
8.000 alberi a gomiti tra un cambio utensile e
laltro. I tempi ciclo sono ottimizzati al
secondo per garantire i volumi dei turni ed i
materiali da lavorare diventano sempre pi
impegnativi acciai forgiati con elevato
carico di rottura e, in crescente misura, la
ghisa austemprata, che pi leggera e pi
robusta. Entrambi i materiali sono, inutile
dirlo, pi difcili da lavorare.
Per ottimizzare le prestazioni ed i risultati,
si devono stabilire singole soluzioni di
lavorazione per ogni tipo di albero a gomiti.
E, questo, si ottiene dalla stretta collabora-

METALWORKING WORLD

11

Fresatura esterna di albero a gomiti.

zione tra costruttore di alberi, costruttore di

macchine utensili e fornitore di utensili da


taglio.

AL CENTRO DI APPLICAZIONI per la lavorazio-

ne degli alberi a gomiti ed a camme, in


Germania, Gnter Wermeister ed il suo team
di Sandvik Coromant possono contare su una
comprovata esperienza, con quasi 900
attrezzamenti installati in tutto il mondo.
La lavorazione degli alberi a gomiti non
un campo nuovo per Sandvik Coromant;
infatti, lazienda ha introdotto utensili di
fresatura speciali durante gli anni 70.
Tuttavia, un sostanziale accumulo di capacit
ed esperienza non si vericato no agli
inizi degli anni 90, in risposta alle richieste
del settore automobilistico. Anche la tornifresatura diventata una specialit del
centro.
Oggi, con la produzione globale di
autovetture superiore ai 60 milioni di
autoveicoli allanno e con le richieste di
modiche ai motori per migliorare le
emissioni, il peso, la combustione, i valori di
attrito per il carburante ed il rendimento di
potenza, si cercano pi che mai nuove
soluzioni per la lavorazione degli alberi a
gomiti. Lalbero a gomiti in continua
evoluzione, spiega Wermeister. Soluzioni
di successo sono basate su unattenta e
completa analisi di fattori quali: volume di
produzione, tempo ciclo, richiesta di
equipaggiamento, limite della lavorazione,
livelli di qualit, intervalli di cambio utensili
ed altro ancora, prosegue. Non esiste
ununica soluzione, che si pu adottare come
standard. Tutte le soluzioni devono essere

12

METALWORKING WORLD

Fresatura interna di albero a gomiti.

adattate alla loro applicazione. Lalbero a


gomiti ha bisogno di operazioni di diverso
tipo per essere completato, e i pezzi forgiati
o ottenuti per fusione differiscono dai
semilavorati. Il costruttore basa la soddisfazione del suo processo sulla valutazione del
risultato nale in termini di costo di
lavorazione per albero, produttivit e costo
dinvestimento.
Un albero a gomiti, che dovr essere
supportato da cuscinetti nel motore, un

esigenze, nel corso degli anni Sandvik


Coromant ha sviluppato ampliamente design
di frese, geometrie e qualit degli inserti,
allo scopo di ottimizzare ogni singola
applicazione.
Lalbero a gomiti di per s lanello pi
debole nel sistema utensile-componentemacchina, spiega Wermeister. Linstabilit
del pezzo inuisce sui tempi ciclo e
sullottenimento della qualit. Questo crea
enormi pressioni sullo sviluppo e sulla

Il team del Centro di Applicazioni di Sandvik Coromant, in Germania, offre soluzioni pratiche ed
assistenza tecnica ai produttori di alberi a gomiti ed a camme, supportati dalle organizzazioni
mondiali di Sandvik Coromant e dallaccesso agli utensili da taglio generati dal settore Ricerca &
Sviluppo. Da sinistra: Michael Herting, Gnter Wermeister, Uwe Schiemann, Stefan Knecht e
Michael Kopp.

elemento meccanico robusto e stabile, ma


fortemente scomodo come pezzo da
lavorare, continua Gnter. Questo ha
contribuito al fatto che esistono vari modi di
lavorare gli alberi a gomiti, soprattutto nel
settore automobilistico. Qualsiasi fossero le

progettazione di frese ed inserti multitaglienti, nonch sul know-how applicativo.


Signica combinare la distribuzione dei
taglienti per ottenere forze di taglio
bilanciate e stabilire elevati dati di taglio per
ogni tipo di supercie, con conseguenti

Torni-torni brocciatura di un albero a gomiti.

passate senza problemi e senza vibrazioni.


Wermeister dice che, per essere accettato
come un serio giocatore nella lavorazione
di alberi a gomiti, bisogna avere un vasto
background alle spalle, con capacit e
risorse. Questa era la parte della losoa
alla base del Centro di Applicazioni e della
sua collocazione in Germania, centrale
rispetto allEuropa, aggiunge Gnter.
Vantiamo una stretta collaborazione
internazionale, sia con i produttori di alberi a
gomiti che con un numero relativamente
piccolo di costruttori di macchine utensili in
questo settore.
LA TORNITURA UN METODO essibile utiliz-

zato principalmente per lavorare le parti


concentriche dellalbero a gomiti: in alcuni
casi e in alcune parti del mondo, anche
utilizzata per perni eccentrici. Per questi, le
posizioni di bloccaggio fuori asse, richiedono mandrini speciali con sistema di
compensazione delle masse. Per la
lavorazione di alberi a gomiti, la tornitura
viene eseguita su macchine speciali, come
pure su torni con torrette realizzate su
misura. I requisiti richiesti agli utensili sono
rigorosi a causa delle sporgenze e della
tendenza alle vibrazioni.
La torni-brocciatura stata usata in
misura pi limitata ed in pochissime
installazioni. Si tratta di un processo di
brocciatura, o attraverso la torni-brocciatura
lineare con una broccia diritta tradizionale,
avanzata tangenzialmente contro lalbero a
gomiti che ruota, o con utensili a forma
circolare o elicoidale, come evoluzione del
processo di brocciatura. Sebbene efciente,

Gli utensili per la lavorazione di alberi a gomiti possono


contenere 350 inserti su un diametro di 700 mm. Gli inserti
sono bloccati in segmenti, che possono essere cambiati
facilmente e rapidamente e riposizionati con la massima
precisione.

la mancanza di essibilit ad adattarsi alle


varie congurazioni degli alberi a gomiti ha
impedito a questo metodo di diffondersi su
larga scala.
La torni-torni brocciatura una combinazione di tornitura e torni-brocciatura, dove
gli utensili di tornitura e di torni-brocciatura
sono montati radialmente su una torretta a
disco, che si sposta nellalbero a gomiti e
lungo i supporti e perni, lavorando lalbero
mentre ruota. Questo metodo usato per la
maggior parte dei tipi di alberi a gomiti. Le
operazioni di tornitura sono principalmente
passate di sgrossatura, con una torretta ssa
ed il tagliente sullasse del pezzo. Gli utensili
per torni-brocciatura eseguono le passate di
nitura, spostandosi tangenzialmente
attraverso una torretta che ruota lentamente
contro le superci portanti dellalbero a
gomiti. Un vantaggio di questo metodo
luso del numero pi efciente di utensili
gemelli sulla torretta per lapplicazione.
La fresatura interna, conosciuta anche
come fresatura planetaria , pu gestire
lavorazioni pesanti a tempi di contatto molto
lunghi. La fresa forma un anello, attraverso il
quale viene fatto ruotare lalbero a gomiti.
Gli inserti multitaglienti sono posizionati a
passo stretto sulla circonferenza interna per
lavorare il cuscinetto, il perno e le superci
del contrappeso dellalbero a gomiti. Questo
piazzamento molto stabile e viene
utilizzato solitamente per alberi a gomiti di
grandi dimensioni o quando deve essere
rimosso parecchio sovrametallo.
La fresatura esterna viene principalmente
utilizzata per la lavorazione di grandi serie di
alberi a gomiti di dimensioni medio-piccole

per lindustria automobilistica. Fondamentalmente, una fresa di tipo a disco, a passo


normale e a rotazione veloce, lavora le
superci dellalbero a gomiti, mentre ruota
in un movimento combinato. Il metodo
caratterizzato da elevati volumi di asportazione truciolo e rapido posizionamento per
passata. Generalmente, una fresa pu avere
no a 350 inserti su un diametro di 700 mm e
lavora cuscinetti, perni e parti superiori dei
contrappesi degli alberi. Il metodo sfrutta
brevi tempi ciclo e veloci tempi di messa a
punto e sostituzione dei taglienti.
PER ULTERIORI INFORMAZIONI:
Contattate il vostro rappresentante locale
di Sandvik Coromant.

RIEPILOGO
Sempre pi rigorosi sono i requisiti
imposti per i moderni motori a
combustione in materia di emissioni,
prestazioni e affidabilit, come pure per
i costi di produzione. In risposta, lalbero
a gomiti, come parte integrante del
motore, continuamente in fase di
sviluppo, cos come i metodi di
produzione. Gli alberi a gomiti sono tra i
pezzi pi difficili da lavorare e, per
questo motivo, il Centro di Applicazioni
di Sandvik Coromant dedicato alla
lavorazione di questi due alberi
collabora con lindustria ed i costruttori
di macchine utensili per sviluppare e
ottimizzare i processi e gli utensili per il
settore.

METALWORKING WORLD

13

GRANDI RISULTATI
PER I COSTRUTTORI
DI MACCHINE

Doosan Infracore produce macchine utensili in Corea del Sud e sa


perfettamente che cosa vuole portare nel mercato globale di alto livello.
JEONG KEUN LEE, amministratore delegato del

Doosan Infracore Machine Tools R&D Centre,


incontra MWW nel suo ufcio, presso limpianto
di produzione aziendale che ha sede a Changwon,
citt industriale nella Corea del Sud, vicino a
Busan. Le pareti dellufcio sono tappezzate dai
riconoscimenti che lazienda ha ottenuto per le
innovazioni introdotte in ambito tecnologico:
cinque anni fa, ci spiega Lee, il sistema di
portautensili Coromant Capto di Sandvik
Coromant entrato a far parte della nostra
famiglia ed diventato un componente chiave

14

METALWORKING WORLD

nella nuova generazione di macchine multi-task


che lazienda produce, dopo aver sbaragliato la
concorrenza di altre tre proposte, sottoposte al
vaglio dei vertici direttivi.
In parole semplici, una macchina utensile un
dispositivo azionato elettronicamente che viene
utilizzato per dare forma ai componenti metallici
delle macchine, attraverso la lavorazione o
lasportazione del metallo. Negli anni Ottanta,
per, il settore stato totalmente rivoluzionato con
lo sviluppo delle macchine a controllo numerico
(CNC), che erano in grado di produrre con un solo

piazzamento, su una sola macchina, ci che


precedentemente richiedeva tre piazzamenti
diversi su tre macchine differenti. Allavanguardia, per quanto riguarda questa tecnologia, cerano
due aziende giapponesi, leader del mercato.
Come racconta Sang Taek Kim, amministratore
delegato del settore esportazioni, Doosan
Infracore si posta lobiettivo di riuscire a
superare i due principali produttori attraverso il
miglioramento della produttivit e una maggiore
attivit di R&S.
Gli esiti di questa decisione apparvero

DOOSAN INFRACORE: UN POSTO TRA I CINQUE MIGLIORI AL MONDO

FOTO: KYOUNG WOOK YOON/GETTY IMAGES

Costituita nel 1896, Doosan lazienda


pi vecchia, nonch la nona pi grande
della Corea. Nel 2005, assorbe la
Daewoo Heavy Industries & Machinery e
la denominazione sociale viene
modificata in Doosan Infracore Co Ltd.
Nel 1976, lazienda avvia la sua attivit
nel campo delle macchine utensili: per
tutti gli anni ottanta sviluppa prodotti
chiave, come i centri di tornitura, ai quali
seguono, tra gli altri prodotti, i centri di
lavoro, le macchine per barenatura CNC
e le macchine di elevatissima precisione
per le superfici asferiche. Oggi la societ
leader globale nellindustria della
lavorazione tramite macchine utensili.
Lo scorso gennaio, Doosan Infracore
ha assorbito lattivit delle macchine
utensili di Doosan Mecatec, che aveva il
disperato bisogno di incrementare il
numero di impianti di produzione in
seguito ad un drastico aumento nella
quantit di ordini in ricezione:
lacquisizione garantisce la disponibilit
di un terzo stabilimento, con una
capacit produttiva mensile pari a 1.440
unit.

inizialmente chiari,
per la prima volta, nel
2003, in occasione
della quarta edizione
della Doosan
International
Machine Tools Fair,
unesposizione
sponsorizzata dalla
Doosan con cadenza
semestrale che si
tenne presso
Jeong Keun Lee, AD,
limpianto della
Doosan Infracore.
Doosan Infracore a
Changwon. Il PUMA MX2500ST, una macchina
multi-task a 9 assi, presentava accoppiamenti
Coromant Capto, il sistema fornito dal gruppo svedese specializzato in alta tecnologia Sandvik
Coromant.
Kim spiega: Essendo partiti tardi nel mercato
del multi-task, Doosan Infracore doveva limitare i
costi di manutenzione al cliente, grazie alla
collaborazione con unazienda produttrice di
attrezzamenti che fosse altamente compatibile: la
scelta dunque caduta su Coromant Capto, perch
diventasse il sistema leader sul mercato delle
macchine utensili multi-task.
Negli anni Novanta, racconta Lee del settore
R&S, Doosan Infracore non possedeva
macchinari complessi. Abbiamo capito che i
mercati pi avanzati in Europa e negli Stati Uniti

si stavano muovendo verso macchine ad alto


valore aggiunto e, nel 1998, abbiamo deciso che,
entro il 2010, ci saremmo spostati anche noi verso
la produzione di serie di macchine multi-task.
Per Kim, si trattava di una strategia naturale
per Doosan Infracore: citando lindustria
automobilistica, un mercato chiave per i
produttori di macchine utensili, ci fa notare come
i produttori americani ed europei si siano spostati
verso la produzione delocalizzata non solo allo
scopo di limitare i costi imposti nei propri
mercati, ma anche per rifornire i mercati in via di
sviluppo, dove iniziava ad avere luogo la
produzione.
I clienti devono ridurre i costi di produzione,
aumentare la produttivit e risparmiare sulle spese
di manutenzione, afferma Kim. Per farlo, hanno
bisogno di un produttore che sia in grado di
soddisfare la loro domanda, qualcuno che possa
fornire soluzioni di utensili ai clienti.

Con circa il 25% degli impiegati


presso la Doosan Infracore attivamente
coinvolti nella ricerca, la societ
fortemente concentrata nellattivit di
Ricerca & Sviluppo. Nel 1997, lazienda
sviluppa simultaneamente oltre 26
diversi centri di tornitura e centri di
lavoro. Nel 2005, il numero sale a 55,
mentre le aspettative per lanno in corso
fanno pensare ad unulteriore crescita
fino a 58 centri. Questa strategia parte
del programma di Doosan Infracore che
mira a spostare gradualmente la
produzione interna da macchine utensili
di gamma medio-piccola a macchine
multi-task ad elevato valore aggiunto, e
ad aumentare il proprio segmento di
macchine multi-task avanzate
dallattuale 25% al 40% entro il 2010.
Doosan Infracore vanta 46 importanti
network di vendita in tutto il mondo ed
uno dei cinque maggiori produttori di
macchine utensili a livello globale: le sue
esportazioni di macchine utensili rappresentano oggi circa il 70% del totale in
Corea del Sud e il 6% del mercato
globale.

I clienti devono limitare i


costi di produzione,
aumentare la
produttivit e
risparmiare sulle spese
di manutenzione.

ALLA DIVISIONE MACCHINE UTENSILI della

Doosan Infracore di Changwon, il reparto di


produzione pieno di macchine utensili delle
dimensioni di una cabina telefonica, tutte
elegantemente a tema, declinate nei colori del
grigio metallizzato opaco, del bianco e del lilla, in
varie fasi di montaggio o di collaudo. La maggior
parte delle unit sono centri di tornitura in serie
Lynx o PUMA, oppure centri di lavorazione in
serie Mynx e HP e HM, che costituiscono il grosso
METALWORKING WORLD

15

FOTO: KYOUNG WOOK YOON/GETTY IMAGES

Noi mostriamo ai clienti un


video dei tecnici Sandvik
Coromant impegnati a
collaudare la macchina, e
questo li mette a proprio
agio.
16

METALWORKING WORLD

circa 10.000 unit. C per anche una piccola


selezione della gamma PUMA MX, che impiega
Coromant Capto, per lo pi gi destinata
allesposizione EMO 2007 di Hannover, in
Germania, una era semestrale dove si presenta
circa il 90 percento dei fornitori mondiali di
macchine utensili.
Il volume di produzione della serie MX
ancora basso ma, spiega Lee, ci dovuto al fatto
che la serie MX rappresenta una tecnologia di
prima generazione per Doosan Infracore. In
alcuni mercati siamo ancora indietro, racconta.
Ma adottando Coromant Capto, abbiamo
eliminato una difcolt.
AL MOMENTO, la rettica nale degli accoppia-

menti nelle macchine MX viene eseguita dalla


stessa Sandvik Coromant, che, sottolinea Lee,
rende felici i nostri clienti: noi mostriamo loro un
video dei tecnici Sandvik Coromant impegnati a
collaudare la macchina, e questo li mette a proprio
agio.
Il volume unitario mensile aumenter quando
lanno prossimo entreranno in produzione le
macchine multi-task MX di seconda generazione,

attualmente in fase di sviluppo: entro il 20092010, afferma Lee, Doosan Infracore ha in


programma di produrre i corrispondenti multi-task
di terza generazione. Per allora, Doosan Infracore
pensa di riuscire a produrre, su licenza di Sandvik
Coromant, propri accoppiamenti Coromant Capto.
Questo approccio graduale, spiega Woong Bum
Kim, Executive Vice President e Chief Operating
Ofcer (COO) di Doosan Infracore, non solo
generato da limitazioni tecnologiche dovute al
nostro tardivo ingresso in questo campo, bens
anche dalla domanda globale.
Come sostiene Kim, nei mercati emergenti la
domanda di macchine utensili di gamma media ed
elevata capacit rimarr forte per il futuro
prevedibile, ma la fabbrica di Yantai, nella
provincia cinese di Shandong, organizzata per
far fronte a tale considerevole domanda, con una
produzione pari a circa 1.000 unit stimata per
questanno e il doppio per lanno a venire.
Inoltre, Kim prevede che quando le macchine
Doosan Infracore di terza generazione arriveranno
inne sul mercato, la societ arriver nalmente
ad occupare di diritto il proprio posto nella
classica dei leader globali del settore multi-task.

FOTO: KYOUNG WOOK YOON/GETTY IMAGES

del fatturato annuale di vendita dellazienda, con

Nei mercati emergenti la domanda di macchine


utensili di gamma media e a prestazioni elevate
rimarr forte per il futuro prevedibile, afferma
Woong Bum Kim, Executive Vice President e COO
di Doosan Infracore Machine Tools BG.

CHRIS TAYLOR

Chang Hun Son, senior OTS engineer


presso Sandvik Coromant, descrive
Coromant Capto come una sorta di
sistema di accoppiamento che unisce la
macchina utensile e un pezzo da
lavorare. Capirlo bene essenziale
nella lavorazione multi-task ad alta
velocit, perch parliamo di velocit di
rotazione mandrino comprese tra 6.000
e 60.000 giri/min. Tradizionalmente, la
coppia del bloccaggio degli utensili
viene raggiunta attraverso una
combinazione di molle a disco, tuttavia,
a velocit elevate, i mandrini iniziano ad
espandersi, diminuendo potenzialmente
il contatto tra il portautensile e il
mandrino e producendo una riduzione
della rigidit o uno sbilanciamento. La
soluzione a questo problema stata
linnovazione degli accoppiamenti a
doppio contatto frontale. Coromant
Capto un nuovo sistema di accoppiamento poligonale di questo tipo,
afferma Son.
Nel 2002, quando Doosan Infracore
decise di sviluppare macchine multi-task
(la serie MX), dotate sia di utensili
rotanti che fissi nella stessa macchina,
emerse la necessit di scegliere quale
prodotto utilizzare.
Coromant Capto era considerato a
malapena unopzione di sistema, spiega

Son. Per competere con gli accoppiamenti degli altri concorrenti, Doosan
Infracore scelse Coromant Capto come
proprio standard, decidendo di usare
una macchina con le migliori prestazioni
a un prezzo standard.
Son considera Coromant Capto come
un acciarino in un robot multi-funzione,
che rende superflui due turni di lavoro
umano al giorno su una macchina
utensile tradizionale.
Infatti, spiega, le macchine MX non
sono cos semplici da usare, perch
lazionamento su assi cos diversi rende
la programmazione talmente complessa
da essere quasi impossibile. Al Centro
Multiprocesso di Doosan Infracore, i
ricercatori cercano costantemente di
adattare il sistema software EdgeCAM
alle macchine MX. EdgeCAM un
programma che fornisce la programmazione automatica alla macchine MX sulla
base di disegni computerizzati in 3D.
Con appena pi che due assi utilizzati
nei centri di tornitura tradizionali,
diventa troppo difficile per un
operatore, spiega Son.
Secondo il suo parere, Coromant
Capto offre flessibilit rispetto agli altri
sistemi e spiega che la Doosan Infracore
programma di produrre da s gli
accoppiamenti sotto licenza dalla

FOTO: KYOUNG WOOK YOON/GETTY IMAGES

CHE COS COROMANT CAPTO?


A sinistra: Yang Bae
Kim, Doosan
Infracore, con
Chang Hun Son,
Sandvik Coromant.

Sandvik Coromant. Tuttavia, durante la


fase di sviluppo della capacit produttiva
per le macchine MX, Sandvik Coromant
continua ad offrire un ottimo supporto
tecnico e disegni 3D, oltre a fornire gli
accoppiamenti.
Essenzialmente, le macchine multitask rappresentano il futuro in un

mondo dove i costi della mano dopera


costituiscono il fattore determinante per
produrre macchine sempre meno
costose, afferma Son. Senza la serie
MX, Doosan Infracore potrebbe
continuare a rimanere in attivit, ma la
serie PUMA MX rappresenta certamente
il nostro futuro.

METALWORKING WORLD

17

TECNOLOGIA
DI CHRISTER RICHT

LAVORARE AD
ALTA PRESSIONE
SFIDA: MIGLIORARE LA TORNITURA DEI MATERIALI DIFFICILI OTTENENDO MAGGIORE
PRODUTTIVIT E SICUREZZA.
SOLUZIONE: MIGLIORARE IL CONTROLLO TRUCIOLO ATTRAVERSO LINTRODUZIONE DI
UTENSILI CON SISTEMA DI ADDUZIONE DI REFRIGERANTE AD ALTA PRESSIONE.

UN REFRIGERANTE se direzionato

CoroTurn HP con
refrigeranti ad
ultrapressione.

I refrigeranti ad Alta
Pressione inuenzeranno la
produttivit, in particolare
nella lavorazione di materiali
difcili.

18

METALWORKING WORLD

correttamente ad alta pressione inuisce


sul modo di smaltimento del calore e
formazione dei trucioli, sullentit del
materiale che tende ad incollarsi sul tagliente
e sullo sviluppo di usura dello stesso. A sua
volta, il refrigerante inuir direttamente
sulla durata tagliente, sul controllo truciolo,
sulla qualit del componente e sulla
produttivit: fattori chiave per la competitivit di qualsiasi ofcina. Questo vale per la
tornitura in generale, ma particolarmente
importante durante la lavorazione di
materiali difcili.
In tornitura, inondare solamente la zona
di taglio con liquido refrigerante non pi
una soluzione da accettare per la moderna
lavorazione. Ci sono parecchie questioni che
riguardano ladduzione di grandi volumi di
liquido refrigerante, compreso laccumulo di
polvere durante la lavorazione della ghisa
grigia e labbondanza di trucioli che si
verica in foratura e barenatura. Tuttavia, in
molti casi limpiego di refrigerante nella
lavorazione rappresenta un vantaggio, in
quanto raffredda e lubrica lutensile, se
applicato nella corretta quantit e direzionato
correttamente e direttamente ad alta
pressione. Nella maggior parte delle
applicazioni, gli inserti multitaglienti di oggi

non hanno bisogno di refrigeranti, poich


sono in grado di sopportare il calore generato
nella zona di lavorazione. Anni di sviluppo e
di impiego industriale di refrigeranti (ad alte
pressioni) nelle operazioni di tornitura hanno
dimostrato i loro beneci, e questi prodotti
oggi vengono messi a disposizione sotto
forma di attrezzamento standard per ogni
macchina: utensili CoroTurn HP basati sul
sistema Coromant Capto.
MOLTE SUPERLEGHE e leghe di titanio

pongono drastiche richieste in materia di


durata dei materiali da taglio e della capacit
degli utensili di fornire una soddisfacente
formazione truciolo. Lacciaio inossidabile e
quello a basso contenuto di carbonio sono
particolarmente difcili per quanto riguarda
il controllo truciolo. Questi fattori di
lavorabilit sono diventati sempre pi critici
per soddisfare la necessit di ridurre i fermi
macchina e la presenza delloperatore alla
macchina. I limiti di qualit e ripetibilit
sono diventati pi rigorosi, cos come il

bisogno di una produzione pi veloce nello


stabilimento. Ci ha creato lesigenza di
ottimizzare la capacit dellinserto multitagliente con ulteriori mezzi per aumentarne le
prestazioni nella lavorazione.
Le macchine multi-task, in particolare,
hanno evidenziato i vantaggi di una tornitura
con refrigerante ad alta pressione in termini
di controllo truciolo. E fondamentale che
linterruzione causata dallaccumulo dei
trucioli venga eliminata, in quanto queste
macchine sono sempre pi utilizzate dalle
ofcine che producono componenti per il
settore aerospaziale, petrolifero e dei
cuscinetti a sfera. Lattrezzamento in grado
di fornire un sistema di lubrorefrigerazione
ad alta pressione soddisfa le esigenze di
queste applicazioni, producendo un cuneo
idraulico nella zona di lavorazione.

PER ULTERIORI INFORMAZIONI:


Contattate il vostro rappresentante locale
di Sandvik Coromant.

COROTURN HP UN NUOVO STANDARD A 70 BAR


CoroTurn HP linnovativo sistema di
lubrorefrigerazione ad alta pressione il
nuovo standard per lavorare i materiali difficili,
migliorandone la lavorabilit ed il controllo
truciolo. E particolarmente adatto per le
applicazioni su macchine multi-task, torni
verticali e centri di tornitura.
In combinazione con Coromant Capto,
diventa un utensile unico nel suo genere,
consentendo di incanalare il refrigerante
attraverso il mandrino. Lutensile dotato di
ugelli che producono getti di refrigerante ad
alta pressione. Questi ugelli, posizionati e

direzionati in funzione del tipo di utensile,


applicazione e dati di taglio, devono essere
collegati alla macchina utensile o ad una unit
pompa supplementare per ottenere
unerogazione di refrigerante alla pressione di
70 bar. Questo sistema di raffreddamento ad
alta pressione largamente disponibile oggi e,
anche se questo valore non particolarmente
elevato come nelle applicazioni sperimentali o
speciali, pi che sufficiente per migliorare le
prestazioni ed i risultati, nonch per sfruttare
questo sistema che molte officine dispongono
gi o che possono adottare in futuro.
I getti direzionati
accuratamente
nella zona di taglio
migliorano la
formazione dei
trucioli.

CoroTurn HP equipaggiato con


numerosi ugelli, che generano getti di
refrigerante ad alta pressione.

REFRIGERANTE AD ALTA
PRESSIONE PRESENTAZIONE
Jet Break un sistema di raffreddamento
ad alta pressione sviluppato da Sandvik
Coromant nel corso degli anni 80 e 90,
che implicava getti di refrigerante
direzionati esattamente nel punto
necessario ad altissima pressione (1001000 bar). Questo sistema divent parte
dellutensile da taglio usato per lavorare i
materiali che erano difficili in termini di
lavorabilit e controllo truciolo. I getti di
refrigeranti, aprendosi un varco, formavano
un cuneo idraulico tra il truciolo ed il
tagliente. La lunghezza di contatto (tra
inserto e truciolo) venne ridotta e la
temperatura nella zona di taglio abbassata.
Un altro risultato interessante fu il modo
in cui veniva influenzata lincurvatura del
truciolo, migliorandone la formazione ed in
alcuni casi anche la rottura.
Jet Break divenne la soluzione per un
numero limitato di applicazioni con utensili
speciali, in particolare per la tornitura di
leghe di titanio e HRSA, come pure di
acciaio inossidabile e acciai a basso tenore
di carbonio - tutti noti per la loro scarsa
lavorabilit e/o problemi di formazione
truciolo. In seguito alla vasta acquisizione di
conoscenze sulleffetto della distribuzione
della pressione di refrigerante e sulla
dimensione dei relativi ugelli, su scala
limitata, vennero effettuate installazioni per
risolvere i problemi, in particolare
nellindustria petrolifera, aerospaziale e dei
cuscinetti a sfera.

RIEPILOGO
I numerosi anni di sviluppo e di
applicazione industriale di refrigeranti
ad alta pressione, sotto forma di getti
direzionati accuratamente nella zona di
taglio, hanno fornito preziose
esperienze. I miglioramenti delle
prestazioni sono stati radicali,
soprattutto durante la lavorazione dei
materiali pi difficili.
Lo svantaggio era costituito dalla
necessit di dotare le macchine di
equipaggiamenti refrigeranti supplementari, ma oggi la situazione diversa.
Molte comuni macchine CNC
dispongono di un sistema di raffreddamento ad alta pressione fornito come
standard o optional. Ma la cosa pi
importante, per trarre tutti i vantaggi
dalla tornitura ad alta pressione, la
disponibilit degli utensili standard
CoroTurn HP, semplici da usare.

METALWORKING WORLD

19

GUARDA CHE CIELO!


E una delle aziende pilastro di quellimpero che il settore
pubblico in India: HAL serve giganti industriali a livello globale,
ma anche aziende specializzate nel settore aerospaziale, per un
business che decollato davvero alla grande. I motori che
produce sono il risultato di soluzioni rmate Sandvik Coromant.

20

METALWORKING WORLD

NON SONO IN MOLTI, tra quanti viaggiano

a 64 acri di terreno nei pressi dellaeroporto di


Bangalore, lentusiasmo alle stelle e il reparto di
produzione dei motori Adour CNC brulica di
attivit. Il nostro team composto da circa 1.800
persone che lavorano allinterno della divisione
Motori, spiega V. Sadagopan, direttore generale
aggiunto del settore Projects & Planning di HAL.
Sono oltre 20 anni che Sadagopan e il collega
A. L. Vijaya Kumar, senior manager del reparto
Adour CNC, lavorano alla HAL, ed entrambi
aspettano il momento in cui lazienda riuscir a
guadagnarsi un posto tra i primi 10 attori al
mondo nel settore aerospaziale.
Ma allora, cosa c di speciale nei motori
HAL?
Afdabilit, credibilit e qualit, altrimenti
non potremmo competere su un mercato di respiro
mondiale, afferma Kumar, ed proprio

abitualmente in aereo, a sapere che quando


atterrano a Bangalore, la Silicon Valley indiana,
mettono piede in un aeroporto di propriet della
Hindustan Aeronautics Ltd (HAL). In effetti, la
gamma di prodotti che HAL offre comprende
aeromobili, elicotteri, motori per aerei, accessori e
apparecchiature avioniche, ma non nita qui:
HAL riveste un ruolo signicativo anche nel
programma spaziale indiano, giacch partecipa
alla produzione di strutture per i veicoli di
supporto al lancio di satelliti e produce motori per
turbine a gas destinate al settore industriale e a
quello marittimo. La HAL, un pilastro del settore
pubblico indiano, unorganizzazione di cui ogni
indiano va orgoglioso.
Alla divisione Motori della HAL, un ampio
spazio verde che si estende su una supercie pari

perseguendo lobiettivo di mantenere questi


criteri inalterati nel tempo che la HAL ha avviato
la partnership con Sandvik Coromant India,
per studiare nuove soluzioni di lavorazione
industriale.
LA PARTNERSHIP TRA HAL e Sandvik Coromant

risale ad oltre 20 anni fa: era il 1985 e Sadagopan


lavorava come tecnico nellofcina di HAL.
Quando fu introdotto il concetto di inserti
multitaglienti, abbiamo iniziato con i prodotti
Sandvik Coromant, racconta. Il rappresentante
Sandvik Coromant in India aveva lavorato
precedentemente per HAL, e quando venne qui da
noi a proporre i suoi nuovi inserti, la nostra
reazione fu: perch no?
Una delle ragioni che ci hanno spinto a provare
era che gli inserti allora in uso alla HAL erano

FOTO: MAHESH BHAT/GETTY IMAGES

FOTO: MAHESH BHAT/GETTY IMAGES

V. Sadagopan,
direttore generale
aggiunto Projects
&Planning alla
divisione Motori di
HAL.

HAL, gruppo hightech del settore


aerospaziale,
sostiene il
programma
spaziale indiano ed
proprietario
dellaeroporto di
Bangalore.

METALWORKING WORLD

21

A. L. Vijaya Kumar, senior


manager della divisione
motori di HAL.

FOTO: MAHESH BHAT/GETTY IMAGES

La partnership tra HAL e


Sandvik Coromant risale a 20
anni fa e ha resistito alla prova
del tempo, come il concetto
degli inserti multitaglienti.

difcili da reperire e acquistare, a causa di alcune


limitazioni imposte agli scambi commerciali con
lestero.
Noi compilavamo lordine di acquisto,
attendevamo lautorizzazione della Reserve Bank
of India per il commercio con lestero e solo
allora potevamo mandare avanti la pratica,
aggiunge. Il giovane tecnico decise, quindi, di
provare il nuovo prodotto: linserto H13A di
Sandvik Coromant fece cos il suo ingresso in
HAL.
Il passaggio a questi inserti ha apportato
grandissimi vantaggi, afferma Sadagopan.
Sebbene sia stato necessario del tempo per
stabilizzare il processo di produzione, potevamo
mandare avanti il lavoro.
Negli anni, il rapporto tra HAL e Sandvik
Coromant si ulteriormente rafforzato.
Nel marzo del 2004, la Indian Air Force ha
rmato un contratto per lacquisto di 66 velivoli
Hawk, 24 da costruirsi presso la BAE (British
Aerospace) in Gran Bretagna, mentre i restanti 42
avrebbero dovuto vedere la luce, sotto licenza,
alla HAL. Il velivolo HAWK 200 alimentato da
un motore turbofan Adour 871 prodotto dalla
Rolls-Royce, alcuni componenti del quale
venivano realizzati dalla divisione motori di HAL.
Secondo il progetto, il primo HAWK di
costruzione HAL dovr essere pronto per volare
nel 2008, e in questo momento tutte le attivit
inerenti la produzione di pezzi, lattrezzamento,
lapprovvigionamento relativo allimpianto e ai
macchinari, nonch i lavori civili sono in pieno
fervore negli stabilimenti HAL sparsi su tutto il
territorio indiano.
Nel marzo del 2007, mentre il team motori di
HAL lavorava un disco turbina in materiale
Inconel 718, sono sorti alcuni problemi in merito
alla nitura superciale, laddove anche una
minima imprecisione pu rovinare la performance
del motore. Dal momento che il problema toccava
la sfera della lavorazione dei metalli, HAL si
rivolta a Sandvik Coromant India.

22

METALWORKING WORLD

Ci stiamo addentrando
nella produzione
specica di
componenti con i
principali attori del
settore aerospaziale.
INSIEME, HAL E SANDVIK COROMANT hanno

cercato una soluzione, sostenuti dalla ducia che


un regolare programma di formazione dei tecnici
HAL presso il Centro di Produttivit di Sandvik
Coromant India a Pune aveva generato allinterno
di HAL. Il risultato, una combinazione di training
e soluzioni di attrezzamento di Sandvik Coromant
India, afferma Kumar, ha portato una produttivit maggiore, una velocit di taglio e di avanzamento superiori, e anche un miglioramento per
quanto concerne le ore della manodopera.
Ora, spiega, I miei uomini chiedono di
avere alcuni degli utensili pi moderni, afferman-

do che migliorerebbero la produttivit risparmiando tempo, e noi cerchiamo di accontentarli. E


migliorata anche la cultura del lavoro tra coloro
che hanno seguito il programma di formazione.
M. S. Dinesh, Responsabile delle macchine
CNC, ha frequentato il corso di tre giorni in prima
persona e ne conferma il valore, spiegando:
Vogliamo che chiunque lavori su una macchina
si rechi al Centro di Produttivit di Sandvik
Coromant, perch vengono proposte ottime
soluzioni utensili per il taglio dei materiali
temprati. Riteniamo il corso estremamente utile e
chiederemo pertanto che la sua durata venga
estesa di altri due giorni!
Per Sandvik Coromant India, HAL rappresenta
un cliente importante e di prestigio nellindustria
aerospaziale Indiana, che promette un maggiore
carico di lavoro per gli anni a venire man mano
che si svilupperanno nuovi progetti di esportazione.
I progetti di esportazione rappresentano unarea
che ci permetter di collaborare ancora di pi in
futuro, afferma Sadagopan. Ci stiamo addentrando nella produzione specica di componenti per i
principali attori del settore aerospaziale, come Pratt
and Whitney, Honeywell e GE.

LAMBIZIOSA STORIA DELLA HAL


che continuare con le collaborazioni con
altri protagonisti del settore, spiega V.
Sadagopan, direttore generale di HAL.
Durante un recente incontro con
gli impiegati, il presidente di HAL, Ashok
K. Baweja, ha sottolineato la necessit
di migliorare lambiente e la cultura del
lavoro. La voglia di cambiare una
qualit che noi dobbiamo assorbire dai
paesi occidentali, ha affermato.
Aggiunge Ashok Nayak, amminstratore delegato di HAL: La nostra azienda
ha ricevuto un numero elevatissimo di
ordini, ed evaderli in maniera efficiente
rappresenta il nostro principale
obiettivo. Sul fronte produttivo c
Sandvik Coromant, che
un ottimo partner commerciale, e
insieme abbiamo condotto numerosi
test sul campo, lavorando su soluzioni
personalizzate per la produzione di
componenti.
Vogliamo competenza in tutte le
aree chiave del settore aerospaziale,
conferma.

Sadagopan e Kumar lavorano per


dare una forma concreta agli obiettivi
espressi da Nayak. Spiega Sadagopan,
Normalmente, le societ si concentrano su una o due aree principali, ma la
nostra visione autosufficienza.
I progettisti di HAL sono alla costante
osservazione di sistemi in varie parti
dellaeromobile, motori, componenti
avioniche, pura elettronica e software.
Inoltre, esistono 16 unit dedicate alla
produzione di motori,
componenti avioniche, accessori per
aerei e motori, e alcuni di essi prendono
corpo grazie a progetti di collaborazione.
Distinguendosi per eccellenza e
tecnologia allavanguardia, HAL ispira
quellorgoglio che Kumar esprime
affermando: Negli anni ho ricevuto
davvero ottime offerte di lavoro da parte
di societ private, ma la tecnologia
molto meglio qui.
Questo un lavoro stimolante, dove
continuo a vedere cose nuove e posso

anche contribuire alla capacit di difesa


del mio paese.
Anche il Presidente indiano uscente,
A. P. J. Abdul Kalam, ha un sogno per
la HAL. Nel prossimo decennio, ha
affermato in una recente intervista per
la rivista interna dellazienda, HAL
dovrebbe lavorare con un ciclo
completo di progettazione, sviluppo,
produzione e marketing di sistemi
aerei totalmente indiani e avventurarsi
a progettare, sviluppare, produrre e
commercializzare, individualmente
oppure tramite joint-venture, un jet da
200 posti a sedere per il trasporto di
passeggeri.
Sadagopan, luomo dei dadi e dei
bulloni, afferma che lobiettivo di HAL
di diventare uno dei 10 maggiori attori al
mondo nel settore aerospaziale un
traguardo raggiungibile. Siamo sicuri
di farcela, , spiega. Verr un giorno in
cui le persone parleranno dei nostri
prodotti che volano nei cieli di tutto il
mondo.

FOTO: MAHESH BHAT/GETTY IMAGES

La societ Hindustan Aeronautics Ltd


(HAL) nasce dalla fusione tra la
Hindustan Aircraft Ltd (costituita nel
1940 dallindustriale Seth Hirachand
Walchand in associazione con lo Stato
di Mysore) e la Aeronautics India e
Aircraft Manufacturing Depot.
Oggi impiega circa 29.000 persone e
conta 16 unit di produzione e nove
centri di ricerca e progettazione in sette
citt indiane.
HAL inizia lattivit nel settore della
riparazione e della revisione di
aeromobili, passa successivamente alla
produzione di aerei sotto licenza e,
infine, avvia la produzione in proprio di
velivoli e componenti associati,
progettati e sviluppati internamente. Il
governo indiano proprietario della
nostra azienda, e la politica strategica
tende lentamente a spostarsi dallimportazione di aerei verso la progettazione e
la produzione locale, allo scopo di
portare gli aeromobili made-in-India a
volare in tutti i cieli del mondo, piuttosto

HAL esegue numerosi test in


reparto e provvede ad evadere in
maniera efciente il numero
sempre crescente di ordini
ricevuti.
METALWORKING WORLD

23

La partnership di HAL con Rolls-Royce risale


ad oltre 50 anni fa: oggi HAL si pregia di avere un
ruolo tra i membri della catena di fornitura
globale di Rolls-Royce.
Da sempre, HAL occupa una posizione di
rilievo nel mercato di nicchia della Difesa Indiana
e, allo stato attuale, si congura come un polo di
outsourcing per i protagonisti globali dellindustria aerospaziale, evadendo ordini per lacquisto
di motori e relativi componenti. Probabilmente
possiamo lavorare con Sandvik Coromant e
sviluppare un sistema che ci permetta di avere una
struttura produttiva comune e offrire soluzioni a
360 gradi, afferma Sadagopan. Ma le sde non
mancano. La settimana prossima dovrebbe essere
testato in India un prodotto che Sandvik
Coromant sta collaudando in Austria o in Francia.
Inoltre, se i nostri concorrenti impiegano due ore
per una lavorazione, noi vogliamo che Sandvik
Coromant ci fornisca una soluzione che permetta
di ridurre il tempo necessario a una sola ora. E
questo il tipo di velocit che noi ci aspettiamo.

FOTO: MAHESH BHAT/GETTY IMAGES

Sottoponetegli un
problema pratico e loro
vi proporranno una
soluzione pratica.
SADAGOPAN SPIEGA CHE negli ordini per

lesportazione, lingegneria del valore costituisce


la norma. Quello che abbiamo fatto lanno
passato non possiamo ripeterlo questanno,
afferma. Deve evidenziarsi una curva a scendere
nelle risorse utilizzate, e i costi devono anchessi
diminuire. Questa la sda che si presenta a tutti
i maggiori produttori nel nostro settore e
vorremmo che Sandvik Coromant lavorasse al
nostro anco per introdurre concetti di ingegneria del valore che ci permettano di ridurre i costi
di produzione.
Lingegneria del valore
cruciale. I costi dovrebbero continuare a scendere,
spiega V. Sadagopan.

HAL ha inserito in lavorazione gli ordini di


prova inviati da Pratt and Whitney per la
produzione di componenti di motori e provveder
a creare una divisione apposita proprio per questo
cliente.
CON LESPANSIONE DELLE sue capacit produtti-

ve, il fatturato in crescita, che arriver a toccare il


totale di 75,05 miliardi di rupie (USD 1,83
miliardi) nel biennio 2006-07, e diversi ordini gi
confermati, il futuro della societ promette bene:
nel marzo del 2007, il registro ordini della HAL
evidenziava il massimo storico di oltre 400
miliardi di INR (USD 9,75 miliardi).
In merito al rapporto con Sandvik Coromant,
Sadagopan dice: Il vantaggio n. 1 che hanno
sempre pronta una soluzione, ma anche la velocit
e il supporto rapido sono caratteristiche distintive
di Sandvik Coromant. Tuttavia, stiamo ancora
studiando soluzioni economiche
e continueremo a farlo.
R. F. MAMOOWALA

Il futuro di HAL appare


ricco di promesse, ma
anche di sde.

ABBIAMO BISOGNO DI SOLUZIONI ALLAVANGUARDIA


Sottoponetegli un problema pratico e
loro vi proporranno una soluzione
pratica, il generoso complimento che
V. Sadagopan, direttore generale
aggiunto, Planning & Projects di HAL,
ha fatto parlando di Sandvik Coromant
India.
A. L. Vijaya Kumar, del reparto Adour
CNC, spiega: Noi utilizziamo materiali
esotici come Inconel e Titanio, e gli
inserti che impieghiamo per i materiali
ordinari non sono in grado di produrre
la finitura superficiale che desideriamo.
Facevamo uso di inserti ceramici,
ma non eravamo soddisfatti del
risultato della finitura, e abbiamo
contattato Sandvik Coromant per una
dimostrazione.
Aggiunge M. S. Dinesh, Responsabile
delle macchine CNC presso la HAL: La
finitura superficiale importante perch
il disco turbina un componente che,

24

METALWORKING WORLD

ruotando a grande velocit, non


dovrebbe presentare difetti di alcun tipo.
Una cattiva finitura pu produrre lo
sviluppo di una cricca e influenzare negativamente la performance dellintero
motore.
Spiegando come stato possibile
ottenere la finitura desiderata sul disco
della turbina, Nikhil Dasari, Responsabile
per il miglioramento della produttivit
presso Sandvik Coromant India, spiega:
I clienti del settore aerospaziale,
come la HAL, richiedono soluzioni
allavanguardia per materiali di altissima
capacit come Inconel, una lega
caratterizzata da unalta percentuale di
nickel, che richiede limpiego di utensili
specifici.
Dopo che i componenti fucinati nel
disco della turbina sono stati lavorati
fino ad ottenere le dimensioni richieste,
questi vengono sottoposti a brocciatura

e ad altre operazioni successive. Il disco


della turbina un componente rotante
sul quale viene eseguita la brocciatura e
vengono attaccate le pale, spiega
Dasari. Il rotore viene quindi montato
allinterno del motore: questo disco
costituisce la base di tutte le pale e, di
conseguenza, deve essere estremamente robusto e senza difetti. La HAL
utilizzava inserti in ceramica e noi li
abbiamo sostituiti con inserti di metallo
duro. Il problema stato oggetto di
discussione dalla quale emersa una
lista ristretta di utensili Sandvik
Coromant, aggiunge Dasari. Quindi
abbiamo ripreso lintera lavorazione del
componente, costituita da tornitura
esterna, sfacciatura e scanalatura
frontale, continua.
In pratica, Dasari ha vissuto per 10
giorni nel lavorario HAL per riuscire a
calcolare i parametri di taglio necessari

per la lavorazione, i dettagli tecnici e cos


via.
I tecnici della HAL hanno ottenuto il
valore di finitura superficiale che stavano
cercando: limplementazione di questa
soluzione gi stata avviata. In questa
particolare operazione, linserto di
Sandvik Coromant ha trovato
unapplicazione molto migliore, afferma
Kumar. La soluzione dava buoni risultati,
la produttivit risultava migliorata, e noi
abbiamo ordinato interi set di questi
utensili. Non solo la soluzione ad
essere buona: anche lassistenza
ottima, perch noi chiamiamo e loro
arrivano subito. La nostra una
partnership piacevole e redditizia.
Per Sandvik Coromant, si tratta di un
importante passo avanti, spiega Dasari.
Sulla scia di questo successo possiamo
incrementare la quota di mercato che
abbiamo con questo cliente.

NEWS
IL CENTRO IN ROMANIA AL SERVIZIO DI TUTTA
LEUROPA
Ucraina
Ungheria

Timisoara

Moldavia

ROMANIA

Bulgaria

100 km

Un nuovo Centro di Produttivit stato


recentemente inaugurato in Romania,
allo scopo di permettere alle aziende
manifatturiere con sede nellEuropa
Centrale di avere accesso ad un altro
centro di formazione per una
produzione efficiente.
In giugno, infatti, ha aperto il
diciannovesimo Centro di Produttivit
Sandvik Coromant, con sede nella
cittadina di Timisoara, nella Romania
occidentale. Il centro servir 11 paesi
mitteleuropei ed il secondo in questa
parte del mondo, dopo quello gi
operativo a Vienna.
I centri permetteranno a Sandvik
Coromant di sostenere le aziende che
lavorano nel settore della lavorazione
dei metalli, affinch possano
aumentare la propria efficienza e

migliorare la produzione.
Rappresentano una sorta di
officina-campione, dove i visitatori possono assistere alle dimostrazioni su
come possibile incrementare la
propria produttivit, afferma Katarina
Dahl, direttore marketing e comunicazione. In questi centri, lobiettivo pi
incentrato su come ottenere la
soluzione migliore piuttosto che sul
prodotto che viene usato.
Il centro appena inaugurato ha
sede proprio nel cuore dellEuropa
Centrale, e questa posizione lo rende
accessibile alle molte aziende
interessate ad una produzione pi
efficiente, continua.
Nel 2006, i Centri di Produttivit
Sandvik Coromant hanno fatto
registrare un totale di 13.000 visitatori.

QUANDO ANCHE I MINUTI CONTANO


Finalmente, i produttori di componenti di precisione saranno in grado di
ridurre i tempi di fermo macchina,
grazie al nuovo sistema di portautensili QS di Sandvik Coromant. I primi
test sul campo relativi al cambio
inserti e alla preparazione per i
nuovi componenti si sono rivelati un
successo.
Il primo test stato condotto
presso la Sderlunds Metall AB, un
subfornitore con sede a Gnosj,
Svezia, specializzato in operazioni di
tornitura automatizzata, al servizio
dellindustria automobilistica.
Per noi ogni minuto importante,
il che si traduce in uno sfruttamento
esteso delle macchine utilizzate,
afferma Bjrn Sderlund, tecnico di
produzione e figlio di uno dei cinque
fratelli che hanno fondato lazienda
nel 1943.
Sderlunds Metall venuta per la
prima volta a conoscenza del sistema
di portautensili QS circa un anno fa.
Abbiamo partecipato ad una
esposizione presso il nostro fornitore
di utensili, Tools Sohlberg a Vrnamo,
Svezia, dove il sistema veniva
presentato in anteprima, spiega
Sderlund. Sembrava semplice,
eppure funzionale, e ci siamo
interessati immediatamente.

Il nuovo sistema non era ancora


stato lanciato, e lazienda offriva
unopportunit doro per eseguire un
test sul campo. Grazie alla cooperazione tra Sandvik Coromant,
Sderlunds Metall, il rivenditore Tools
Sohlberg e il costruttore di macchine
Citizen, il test stato ben presto
avviato.
Si tratta di un sistema di semplice
impiego, continua Sderlund. Non
stato necessario apportare modifiche,
e non abbiamo dovuto investire in
attrezzature aggiuntive per farlo
funzionare. Lo abbiamo solo installato
nella torretta esistente e abbiamo
iniziato ad usarlo.
Sderlunds Metall utilizza il
sistema di portautensili QS su tutte le
posizioni utensile esterne, per la
lavorazione di profili sui torni a fantina
mobile della Citizen. Al momento, i
portautensili QS vengono utilizzati
sulla stessa macchina. Sderlund
rimasta piacevolmente colpita dal
considerevole risparmio in termini di
tempi di lavorazione.
Cambiare gli inserti richiede ora
circa met tempo, afferma.
Lavoriamo come subfornitore e
produciamo una gamma di inserti,
quindi questo guadagno di tempo
molto importante per noi.

Cunei caricati a molla,


elementi di arresto e
portautensili semplicano molte operazioni ed
applicazioni su macchine
a fantina mobile.

SISTEMA DI PORTAUTENSILI QS
QS rappresenta una soluzione
del tutto nuova per massimizzare il tempo di utilizzazione delle
macchine a fantina mobile. La
possibilit del cambio rapido
offerta, contrapposta ai
tradizionali cunei e portautensili
nella torretta, si traduce in una
produzione pi efficiente e priva
di problemi.
Il sistema viene fornito in kit,

progettati per un modello


macchina specifico, il che
minimizza la necessit del
cambio utensili e riduce i tempi
di messa a punto, garantendo al
tempo stesso un sicuro
posizionamento dellinserto.
La compatibilit con
unampia gamma di macchine
sinonimo di eccellente
flessibilit.

METALWORKING WORLD

25

TECNOLOGIA
DI ELAINE McCLARENCE

PROTAGONISTE
NELLAVANGUARDIA

COME LE MODERNE QUALIT DINSERTO


INCREMENTANO LA PRODUTTIVIT
SFIDA: IN CHE MODO POTETE SPINGERE LA PRODUTTIVIT SENZA COMPROMETTERE LA
SICUREZZA DURANTE LA LAVORAZIONE?
SOLUZIONE: MIGRANDO VERSO LE NUOVE QUALIT DINSERTO AD ELEVATE PRESTAZIONI.
giunta quasi al
termine del suo programma di introduzione della nuova generazione di inserti che
superano i confini delle prestazioni.
Lobiettivo era soddisfare le tendenze del
settore verso lincremento della produttivit e il miglioramento dei risultati,
nonch offrire processi di lavorazione pi
sicuri e produttivi.
Migliorare le prestazioni delle qualit
dinserto ha significato esaminare ogni
fase della progettazione e fabbricazione
degli stessi inserti. Lo sviluppo delle
qualit deve tener conto di un numero
enorme di fattori, che coprono qualsiasi
aspetto, dalle tendenze di produzione
industriale e lo specifico componente da
lavorare, alla pura essenza dellinserto
stesso. Questa la sua composizione,
come viene realizzato, rivestito e trattato.
Alla fine, si arriva alla capacit di
presentare un tagliente in grado di fornire
eccellenti risultati, a temperature che
possono raggiungere fino a 1.200C e
pressioni equivalenti al peso di circa 200
autovetture.
Le nuove qualit dinserto sono state
sviluppate da un team di specialisti di
Sandvik Coromant. Anche se il substrato
di ogni inserto normalmente di metallo
duro, per conferire ad esso le caratteristiSANDVIK COROMANT

26

METALWORKING WORLD

che di base, i progettisti aggiungono una


gamma di altri ingredienti, per adattare
appositamente ogni qualit al suo uso
finale. Lo sviluppo dei substrati
diventato cos sofisticato che le singole
dimensioni dei grani e la distribuzione dei
diversi costituenti allinterno del
macromateriale possono essere controllate
per fornire resistenza, supporto e
prestazioni esattamente dove necessario.

I BENEFICI
Elevata produttivit
Campi di applicazione ampliati
Processo stabile e sicuro
Possibilit di produzione non presidiata

DATI TECNICI
Nuova generazione di qualit di inserti in
metallo duro
Fresatura di acciaio: GC4220, GC4230,
GC4240 e GC1030
Applicazioni di ghisa:
GC3220 e GC1020
Qualit per tornitura:
GC4215, GC4225 e GC4235

Lazienda ha acquisito una notevole


esperienza nelle tecnologie avanzate dei
rivestimenti, processi di deposizione
chimica e fisica, che consentono di
rivestire il substrato con diversi strati per
funzioni specifiche, come barriera
termica, resistenza allusura, tenacit del
filo tagliente e sicurezza durante la
lavorazione. Infine, le nuove qualit
hanno beneficiato delle tecniche di posttrattamento, che sono state sviluppate per
garantire agli inserti una superficie liscia e
rivestimenti a basse tensioni interne
residue, dove le cricche da raffreddamento
e le sollecitazioni a trazione sono state
ridotte ai minimi termini.
Poich le esistenti qualit di Sandvik
Coromant sono i metalli duri pi performanti e pi venduti, nei loro rispettivi
campi, era importante che la nuova
generazione superasse le aspettative del
mercato con un margine nettamente
superiore. I test eseguiti non solo hanno
rivelato le eccezionali prestazioni delle
qualit specifiche, ma anche dimostrato le
loro capacit attraverso una gamma di
applicazioni pi ampia.
PER ULTERIORI INFORMAZIONI:
Contattate il vostro rappresentante
locale di Sandvik Coromant.

La combinazione intelligente di
substrato, rivestimento e micromacro geometria, che stabilisce il
livello di prestazioni di un inserto.
Ecco lesempio di GC1020 la
scelta delezione per la fresatura
di ghisa.

CASISTICHE
MAGGIORE PRODUTTIVIT
NELLA FRESATURA A SECCO
In questo test stato sottoposto ad
operazione di fresatura a secco un
componente di turbocompressore in Ni-RESIT,
utilizzando una CoroMill 290 con inserti in
qualit GC1020. Il confronto stato
effettuato con un utensile della concorrenza,
che richiedeva limpiego di refrigerante.
Laumento della velocit e dellavanzamento,
reso possibile con la soluzione GC1020, ha
consentito un incremento di produttivit,
realizzando50 pezzi rispetto ai soli 30 pezzi
con la soluzione concorrente. Questo ha
contribuito ad un risparmio sui costi di
93.072,00 euro allanno e ad una riduzione
del tempo di produzione pari a 655 ore. Un
ulteriore vantaggio stata la possibilit di
fresare a secco, ottenendo ulteriori risparmi
ambientali e di liquido refrigerante.

MIGLIORE FINITURA
SUPERFICIALE ED
ECONOMIA CON GC4225
PER TORNITURA
In questa applicazione di tornitura su un
blocco cilindro, la nuova GC4225 stata
confrontata con una qualit concorrente. I
risultati sono stati eccezionali: GC4225 ha
permesso di produrre il 440% di pezzi in pi
rispetto allinserto concorrente, realizzando
54 pezzi contro i 10 della soluzione confrontata. Nel complesso, la qualit GC4225 ha
consentito un risparmio sui costi pari a
14.372,00 euro allanno, con miglioramenti
nella finitura superficiale del pezzo grazie alla
ridotta formazione di bave.

Un moderno rivestimento
dove ogni strato fornisce
la sua particolare
protezione contro lusura.
Ogni strato appositamente progettato, ogni strato
importante.

RIEPILOGO
Capire gli ambienti di lavoro in cui gli
inserti operano ha portato allo sviluppo
della nuova generazione di qualit
dinserto, che consente di ottimizzare le
operazioni. Sandvik Coromant ha
successivamente introdotto nuove
qualit, che consentono di estendere le
prestazioni degli inserti nei loro
rispettivi campi di applicazione,
offrendo, al tempo stesso, anche
sicurezza ed incremento della
produttivit.

METALWORKING WORLD

27

RICICLARE HA SENSO
NEGLI AFFARI
In unepoca caratterizzata da una sempre maggiore coscienza
ambientalista, prendere iniziative ecologiste assume un perfetto
signicato aziendale. Il Sistema di Riciclaggio Coromant (CRC) , allo
stesso tempo, un servizio globale di riciclaggio e un modo per passare
parola ai partner e ai clienti in tutto il mondo.

Lennart Lindgren

28

METALWORKING WORLD

LA COSCIENZA AMBIENTALISTA spinge le aziende

a rivedere i propri processi produttivi, allo scopo


di affrontare la questione dellimpatto che
esercitano sulla natura: agendo in maniera
responsabile e seguendo i dettami della coscienza
verde, esse possono guadagnare margine sui
rispettivi concorrenti.
Sta aumentando limportanza del pensiero
ecologista, e ci aspettiamo che le aziende
prendano iniziative ambientaliste, afferma
Lennart Lindgren, Vice Presidente Esecutivo,
marketing & business, di Sandvik Coromant.
I nostri clienti non sono diversi. Questo un
aspetto importante del mondo degli affari.
Dobbiamo mostrare che stiamo facendo quello
che possiamo per ridurre al minimo gli sprechi e
diminuire il nostro impatto ambientale.

materia prima. E un programma che implica


davvero solo vantaggi.
Dal momento che i programmi migliori sono
quelli che vengono effettivamente implementati,
lazienda sta compiendo sforzi considerevoli per
rendere il Sistema di Riciclaggio Coromant
(CRC) il pi ecologico possibile: Sandvik
Coromant fornisce il contenitore di raccolta e la
cassetta di trasporto direttamente presso la sede
del cliente; quando un contenitore di raccolta
pieno, il cliente trasferisce i contenuti nellapposita cassetta per il trasporto, che viene quindi
spedita presso uno degli impianti di riciclaggio di
Sandvik Coromant. Tutti gli inserti vengono
raccolti, senza differenza di marca, e al cliente
viene pagato un corrispettivo, sulla base delle
tariffe correnti di mercato.

UNA DELLE INIZIATIVE adottate il Sistema di

SANDVIK COROMANT ricicla inserti di metallo

Riciclaggio Coromant (CRC), un servizio globale


per la raccolta di inserti usurati di metallo duro e
di utensili integrali di metallo duro, caratterizzato
da un programma che riette la crescente
preoccupazione in merito al consumo globale di
materie prime non rinnovabili. Abbiamo a che
fare con materie prime che sono limitate, e
riciclare un modo per gestire le risorse non
rinnovabili e promuovere lo sviluppo sostenibile, spiega Lindgren. Invece di gettare via gli
inserti, noi li ricicliamo e usiamo nuovamente la

duro da 10 anni, ma ora sta registrando un


aumento nella quantit di materiale riciclato
ricevuto. Abbiamo lavorato molto attivamente
per incoraggiare il riciclaggio, racconta
Lindgren. Abbiamo anche migliorato gli aspetti
logistici del programma, semplicando
addirittura la partecipazione dei clienti, senza
vincoli di sede per gli stessi.
Sandvik Coromant non lunica azienda che
offre un programma di riciclaggio. In effetti, tutto
il mercato delle materie prime secondarie si

COME SI FA A RICICLARE

Sandvik Coromant
ricicla gli inserti di
metallo duro
usurati da 10 anni.

Vorremmo che il riciclaggio diventasse un gesto


naturale: in questo modo, tutti i nostri clienti in ogni
settore di mercato potranno comperare un inserto,
utilizzarlo e poi riciclarlo.
espanso enormemente negli ultimi anni con
laumento dei prezzi. Il tungsteno, che viene
utilizzato per il metallo duro, ha visto triplicare i
propri prezzi, e ci ha reso il materiale secondario un bene di valore. Ci signica anche che
quello del riciclaggio un concetto solido a
livello ambientale.
Sono molti gli attori sul mercato delle
materie prime secondarie, e ci signica che
dobbiamo continuamente sviluppare e migliorare
quello che facciamo, afferma Lindgren.
Sandvik Coromant ha investito cifre consistenti
nellofferta di riciclaggio allo scopo di garantire

tutti i processi. E certicata a tutti i livelli


secondo lo standard ambientale internazionale
ISO 14001. Il Sistema di Riciclaggio Coromant
(CRC) disponibile a livello mondiale, e
lattivit di riciclaggio sta crescendo in tutte le
regioni.
Vorremmo che il riciclaggio diventasse un
gesto naturale: in questo modo, tutti i nostri
clienti in ogni settore di mercato potranno
comperare un inserto, utilizzarlo e poi riciclarlo,
continua Lindgren. Non ci siamo ancora
arrivati, ma questo lobiettivo che ci poniamo.

1. I clienti ordinano a Sandvik


Coromant i contenitori di
raccolta e le cassette per il
trasporto. Vengono posizionati bidoni per il riciclaggio
presso ciascuno stabilimento.
2. Gli inserti usati vengono
raccolti negli appositi contenitori per il riciclaggio.
3. Una volta che il contenitore
pieno, gli inserti vengono
trasferiti nella cassetta per il
trasporto (20 chilogrammi per
cassetta).
4. Il cliente invia la cassetta al
rappresentante Sandvik
Coromant locale, da dove
viene trasportata alla stazione
di raccolta. Le cassette vuote
vengono restituite al cliente.
5. Il materiale secondario viene
riciclato presso il centro di
riciclaggio Sandvik Coromant,
in ottemperanza a tecniche
sicure per lambiente.

IL TUNGSTENO IN BREVE
Il tungsteno un metallo unico, dotato di
propriet a temperature elevate e di una densit
eccezionalmente alta, che viene spesso impiegato nella produzione dei metalli duri. Le riserve
mondiali di tungsteno sono state stimate in circa
7 milioni di tonnellate. Al ritmo annuale attuale
di consumo, tali riserve basteranno per circa
100 anni. Le maggiori riserve si trovano in Cina,
che anche il maggior fornitore di tungsteno
primario. Altri importanti produttori sono
Austria, Bolivia, Canada, Portogallo e Tailandia.
Il mercato secondario costituisce un fattore
importante nella fornitura globale di tungsteno,
e si stima che il tungsteno riciclato rappresenti il
30 percento del consumo annuale di questo
materiale.
Fonte: International Tungsten Industry
Association

CAROLINA JOHANSSON
METALWORKING WORLD

29

TECNOLOGIA
DI ELAINE McCLARENCE & ULF WIMAN

UNA CHIAVE PER


MOLTE SERRATURE

LA VERSATILIT DELLA FRESATURA DI


SPALLAMENTI
SFIDA: RIDURRE IL COSTO DELLE VOSTRE OPERAZIONI DI FRESATURA.
SOLUZIONE: UTILIZZARE LA GAMMA DI FRESE PER SPALLAMENTI PER
NUMEROSE OPERAZIONI.
NELLINDUSTRIA DELLA lavorazione dei

metalli c stato un aumento generale


nelluso di frese per spallamenti retti. Una
ragione di ci da ricercarsi nel fatto che le
aziende tendono ad investire in macchine di
dimensioni pi piccole, con cono mandrino
misura 30 e 40, per risparmiare spazio nelle
loro ofcine. Inoltre, in seguito alla tendenza
di avere pezzi fucinati o fusi con piccoli
sovrametalli, sempre pi frequente lavorare
con profondit di taglio ridotte e frese di
diametro pi piccolo. Oggi molte aziende
scoprono di aver bisogno di pi posizioni nel
magazzino utensili delle loro macchine. E,
dato che i lotti di produzione diventano
sempre pi piccoli, sono necessari anche
piazzamenti utensili standard per incrementare la essibilit.

BENEFICI

La fresa a candela
CoroMill 490, il primo
utensile nel nuovo
concetto di fresatura,
sar lanciata nel 2008.

30

METALWORKING WORLD

Migliore qualit del componente


Versatilit per numerose operazioni
Ridotte scorte di utensili
Migliore economia
Semplice impiego ed applicazione
Maggiore sicurezza

Gli utensili a candela CoroMill di Sandvik


Coromant sono stati concepiti proprio per
soddisfare queste esigenze della fresatura di
spallamenti. Oggi, questa lavorazione
rappresenta circa il 60% di tutte le operazioni
di fresatura, offrendo una soluzione essibile
e versatile in molte situazioni, nonch
numerosi vantaggi, tra cui lesecuzione di
pareti laterali molto profonde, la capacit di
fornire un disimpegno naturale per ssaggi
limitatati e complessi, e limpiego di assiemi
utensili con sporgenze molto elevate. Inoltre,
le frese per spallamenti retti possono
sostituire, in alcuni casi, le frese per
spianatura studiate per eseguire anche queste
operazioni, con conseguente riduzione
dellassortimento utensili per spianatura e
spallamenti retti.
In questo contesto, il principale problema
da considerare in relazione alla fresatura di
spallamenti, linsorgenza di eccessive forze
radiali generate dallangolo dattacco di 90
con cui lutensile si presenta sul pezzo.
Diversamente, pu vericarsi lindesiderata
essione tra utensile e pezzo, con conseguente deterioramento della qualit globale del
componente e della nitura superciale. La
produttivit pu essere compromessa se non
si tiene conto di questo fattore che, nel

Tipica operazione di
spallamento retto con
una fresa CoroMill
390.

peggiore dei casi, d normalmente adito alla


comparsa di vibrazioni e ad una necessaria
riduzione dei dati di taglio.
COME CONSEGUENZA dellincremento

generale della fresatura di spallamenti,


importante migliorare leconomia generale
delloperazione. Oggi, Sandvik Coromant
offre CoroMill 390, che ha stabilito nuovi
standard di prestazioni in termini di
sicurezza e qualit del componente. Il suo
successo fondato sul fatto che, avendo un
campo di applicazione estremamente ampio,
abbinato ad una buona economia, questa
fresa consente, nella maggioranza dei casi, di
realizzare una produttivit molto alta.
La fresatura di spallamenti viene effettuata in
molte applicazioni e, usando la nuova
generazione di inserti Sandvik Coromant, in
combinazione con CoroMill 390, possibile

aumentare la velocit di taglio e, quindi la


produttivit, e ridurre il costo di lavorazione
dei componenti.
CoroMill 390 un grande successo
nellindustria della lavorazione dei metalli.
Nel corso del 2008, Sandvik Coromant
lancer CoroMill 490, sviluppata sulla scia
delle numerose caratteristiche e vantaggi del
suo versatile predecessore, che hanno fatto
un ulteriore passo avanti in fase di progettazione. La nuova fresa a candela diventer la
scelta delezione per la maggior parte delle
operazioni. Informazioni pi dettagliate sul
nuovo utensile saranno disponibili nella
prossima edizione di Metalworking World.

PER MAGGIORI INFORMAZIONI:


Contattate il vostro rappresentante locale
di Sandvik Coromant.

RIEPILOGO
Con lattuale tendenza dellindustria della
lavorazione dei metalli verso macchine
sempre pi piccole e pezzi fucinati o fusi
con piccoli sovrametalli, la fresatura di
spallamenti sta guadagnando in
popolarit. La fresatura di spallamenti
rappresenta una soluzione flessibile e
versatile in molte lavorazioni, fornendo
numerosi vantaggi, tra cui lesecuzione di
pareti laterali molto profonde, la capacit
di fornire un disimpegno naturale per
fissaggi limitati e complessi, e limpiego
di assiemi utensili con sporgenze molto
elevate, con conseguente riduzione
dellassortimento utensili per spianatura
e spallamenti retti.

METALWORKING WORLD

31

IL REGNO
DEI SENSI

La Singapore Airlines lo ha reso parte integrante della sua strategia di


marketing. Rolls-Royce, Kellogg e Unilever lo applicano tutte, come anche i
centri commerciali sparsi in ogni angolo del mondo. Stiamo parlando di
marketing e di branding sensoriale, un campo che spazia dalla vista, alludito e
dal gusto no al pi potente di tutti i sensi umani: lolfatto. Qualcuno desidera
un biscottino con scagliette di cioccolato appena sfornato?
I NOSTRI SENSI sono perfettamente afnati per lo spazio che ci

circonda: sviluppatisi in origine per allertare luomo in caso di


pericolo, ci permettevano anche di rimanere in salute,
aiutandoci ad evitare di ingerire alimenti velenosi. Mano a
mano, tuttavia, che la vita si semplicava per lHomo sapiens,
abbiamo imparato anche quali piaceri i nostri sensi potessero
farci provare.
La parola chiave in questo caso imparato. E enorme la
differenza che intercorre tra una risposta istintiva a suoni,
sapori e odori, e una preferenza personale acquisita attraverso
lesperienza.
In essa sta la magia, e il dilemma, di ci che divenuto noto
con il nome di marketing sensoriale, una scienza che fa
appello ai nostri sensi per sviluppare strategie di vendita e delizzazione di brand: infatti, gli esseri umani sono in sintonia
con qualunque cosa affascini i loro sensi, e, con la stessa
velocit, si disinteressano se qualcosa non ispira piacere
oppure se diventa eccessivamente familiare.
Martin Lindstrom, guru del branding sensoriale e autore
del libro intitolato Brand Sense, pubblicato nel 2005,
conosciuto a livello internazionale per il suo lavoro in merito
ai vantaggi commerciali che derivano dallapertura polisensoriale alla creazione di una connessione tra persone e brand.
I sensi sono un regalo della vita, e interpretano il mondo
per noi senza alcuno sforzo, spiega. I nostri sensi condizionano le nostre opinioni senza che noi ce ne accorgiamo.
La mia ricerca mondiale sul senso legato al brand,

32

METALWORKING WORLD

LO SAPEVATE CHE...
Le persone ricordano gli odori con il 65% di accuratezza
dopo un anno rispetto al ricordo visivo di fotografie, che
scende a circa il 50% dopo appena tre mesi.
I test hanno evidenziato che la gente crede sinceramente
che un prodotto per la pulizia che profuma di fresco funzioni
meglio di un prodotto che abbia esattamente la stessa
formulazione, ma senza alcuna fragranza.
Nel 2006, la britannica Stilton Cheese Makers Association
ha commissionato la fragranza Eau de Stilton, mentre la
Play-Doh ha lanciato un profumo in edizione limitata per
festeggiare il cinquantesimo anniversario di fondazione
dellazienda.
Circa l80% delle neo-mamme in grado di riconoscere il
figlioletto di due giorni esclusivamente percependone
lodore.

condotta per oltre due anni in collaborazione con lagenzia di


ricerca Millward Brown, ha evidenziato alcune interessantissime differenze a livello percettivo tra le varie culture,
continua. Per esempio, il senso dellolfatto molto pi acuto
nella comunit giapponese rispetto a quanto non sia tra i
consumatori americani. In India, il gusto gioca un ruolo pi
importante che negli Stati Uniti. E nel Regno Unito, tutti e
cinque i sensi sembrano sostanzialmente essere pi deboli di

PETTER LNEGRD

Lesperienza del consumatore off-line torna prepotentemente in


auge: la gente vuole percepire, gustare, sentire, odorare e vedere.
quanto non siano in altre parti del mondo.
Tutti i brand possono far leva sul potere del branding
sensoriale, afferma Lindstrom. Tuttavia, la questione
alquanto rilevante: come ogni aspetto del branding, le strategie
di carattere sensoriale devono avere un signicato ed essere in
linea con i valori dello stesso brand. Daltro canto, abbiamo
rilevato sperimentalmente che, addirittura, i pochi sensi a cui
alcuni brand hanno accesso vengono utilizzati raramente come
leva al pieno del loro potenziale. N Amazon n eBay hanno

una colonna sonora nei loro siti, sia essa per la navigazione o
una generale di brand.
Lindstrom sottolinea alcuni esempi di aziende che hanno
fatto leva sui sensi non comunemente associati alla rispettiva
tipologia di business.
Lo studio di un importante avvocato ha diffuso il profumo
del cuoio sulla propria carta intestata, e la gente ancora ne
parla. Intel ha un logo audio e la Bang and Olufsen un
telecomando che riproduce i suoni di apertura e di chiusura

METALWORKING WORLD

33

Il nostro senso dellolfatto ha un


impatto tale, pi signicativo della
vista e delludito, perch scatena
emozioni e ricordi.
quando viene inserito o estratto un CD. Il peso del dispositivo

aumenta anche la percezione della qualit.

QUANDO GLI CHIEDIAMO di raccontarci alcune classiche storie

Il motivetto Nokia la
melodia utilizzata come
suoneria di default da
tutti i telefoni cellulari
con questo marchio.

di successo, Lindstrom ci racconta: La Singapore Airlines si


assicurata una posizione di leadership nella strategia di
branding sensoriale. Dalla fragranza brevettata, che pervade le
cabine e profuma gli asciugamani caldi no agli specici
colori del make-up utilizzato dalle hostess, la Singapore
Airlines rappresenta un elegante esempio di branding
sensoriale al lavoro in maniera olistica ed esperienziale allo stesso tempo.
Lindstrom parla anche della Harley
Davidson e del caratteristico rumore
delle sue motociclette (reso in
inglese con potato-potatopotato) che lazienda ha
cercato (senza
successo) di registrare

come marchio, e aggiunge: Ha ancora unimportanza pari a


circa il 42% del valore totale del brand.
E POI C IL MOTIVETTO della Nokia che, afferma Lindstrom,

conosciuto dal 42% della popolazione mondiale.


Lindstrom riconosce tuttavia che le tecnologie di comunicazione hanno creato una combinazione paradossale di
intimit e di distanza tra i consumatori e i brand.
Ironicamente, tanto il mondo off-line quanto il mondo online ricorda ai creatori di brand la pi intima delle connessioni,
quella che che si esprime attraverso i sensi, spiega. Udito e
vista possono essere coinvolti on-line, ma afnch i sensi di
olfatto, gusto e tatto possano esserlo altrettanto, necessario
essere nel mondo reale. Lesperienza del consumatore off-line
torna prepotentemente in auge: la gente vuole percepire,
gustare, sentire, odorare e vedere. E una caratteristica
semplicemente umana.
Graham Frost, della Societ Britannica di Audiologia,
spiega come sentire un brand pu funzionare o meno.
Le persone non sentono pi il ticchettio di un orologio, e
se in casa ne hanno uno che rintocca le ore, non noteranno pi
quel suono, a differenza dei loro ospiti, afferma Frost. La
percezione dei suoni soggettiva. Molto delleffetto dovuto
allo stato della mente e allambiente che ci circonda.
Esistono alcuni sapori che potete essere certi le persone
apprezzeranno, ad esempio il dolce, continua. Allo stesso
modo, esistono suoni e tonalit che sono pi accettabili e
piacevoli.
JANE GARNER

FIUTARE PER CREDERE

34

METALWORKING WORLD

raggiungere i centri emotivi.


Le nostre reazioni a specifici odori
sono basate sullesperienza e sulla
cultura, afferma. Noi impariamo a
conoscere i profumi e gli odori cattivi
attraverso quello che accade nelle
nostre vite, mentre i luoghi dove
diventiamo adulti influenzano le nostre

CORBIS

Rachel S Herz una dei pi famosi


esperti e ricercatori al mondo nel
campo degli effetti dellodorato. Il suo
volume, intitolato The Scent of Desire:
Discovering Our Enigmatic Sense of
Smell (William Morrow/Harper
Collins), disponibile in libreria dallo
scorso 9 ottobre.
Professore in visita presso il
Dipartimento di Psichiatria e
Comportamento Umano alla Brown
University Medical School di
Providence, Rhode Island, la Herz
afferma: Il nostro senso dellolfatto ha
un impatto tale, pi significativo della
vista e delludito, perch scatena
emozioni e ricordi. Ci pu contribuire
ad attrarre e a fidelizzare il cliente.
Agli odori rispondiamo in maniera
emotiva, e per certi versi la risposta
quasi pre-cognitiva, continua. La
reazione iniziale avviene prima di
pensare. I profumi vengono elaborati
istantaneamente a livello emotivo,
mentre le informazioni che provengono dagli altri sensi vengono filtrate
attraverso altri livelli cognitivi prima di

preferenze. Il profumo del formaggio,


per esempio, molto amato in
occidente, ma ritenuto disgustoso in
Asia. Il profumo della piroletta (una
pianta erbacea perenne) molto
apprezzato negli Stati Uniti, ma meno
popolare nel Regno Unito dove non
evoca le stesse associazioni piacevoli.
Il nostro senso dellolfatto pu
portare alcuni di noi ad acquistare
qualcosa letteralmente a naso.
Prendete il profumo dei biscotti con
scagliette di cioccolato in un centro
commerciale. I biscotti non vengono
nemmeno cotti l, spiega la Herz. Ma
arrivano confezionati in scatole, e
laroma solo vaporizzato, eppure
funziona davvero.
Tuttavia, esistono insidie di
marketing. Mentre le aziende come
Victorias Secret e Sony hanno tratto
vantaggio dallimpiego di particolari
fragranze diffuse allinterno dei propri
negozi, labuso di numerose
profumazioni in un centro commerciale potrebbe addirittura creare una
forte reazione contraria.

La sottigliezza essenziale: la
chiave che il profumo deve essere
concettualmente congruo con la
merce in vendita, afferma la Herz.
Il nostro senso dellolfatto legato
allassociazione, spiega. Ci pu
creare un maggiore coinvolgimento tra
un individuo e un prodotto. E quando
ci avviene, allora la percezione di
quelloggetto risulta migliorata. Potete
sentire il profumo di qualcosa e
percepire qualcosa, ma non avere idea
del perch.
Mentre i maestri profumieri
lavorano seguendo questi stessi
principi da anni, e i bravi chimici sono
in grado di creare qualsiasi fragranza
esistente in natura, non mancano
alcuni esempi di Santo Graal nel
marketing olfattivo. Per esempio,
sostiene la Herz, la possibilit di
trovare un qualche tipo di sostanza
chimica simile ai feromoni che possa
essere aggiunta ai profumi, per creare,
diciamo cos, un atteggiamento
positivo da parte delle donne nei
confronti degli uomini.

STRATEGIE CHE HANNO SENSO


KELLOGG

Si dice che il colore (e la croccantezza) dei


cornflakes della Kellogg sia cos distintivo che
anche se i cereali venissero introdotti in un
contenitore di vetro insieme ai prodotti di una
marca concorrente, risulterebbero ancora
riconoscibili.
Allo stesso modo, il rumore tipico prodotto dai
Rice Krispies della Kellogg quando vi viene
versato sopra il latte, un esempio classico di
brand che utilizza una traccia audio per rinforzare
il branding, sebbene lidea originale fosse solo
quella di incoraggiare i bambini a consumare i
cereali insieme al latte.

UPM

Il gruppo internazionale UPM (industria della


carta) in Finlandia ha condotto un progetto di
ricerca durato due anni per studiare le reazioni
della gente allaspetto visivo della carta, al suo
rumore, al tatto e allodore. Nel mondo
multimediale, giornali e riviste continuano a
competere in maniera pressante con la stampa
elettronica, e il contatto fisico con i consumatori
costituisce un vantaggio cruciale. La ricerca
punta sul potenziale sviluppo della qualit della
carta con un pi elevato livello di appeal
sensoriale, afferma un esperto di UPM.

ROLLS-ROYCE

Alcuni anni fa, si disse che la Rolls-Royce,


produttrice di auto di lusso, avesse creato un
profumo che replicasse lodore di auto nuova, da
spruzzare nei veicoli per aumentarne le vendite.
La leggenda vuole che questo stratagemma
funzionasse incredibilmente bene.
Alla domanda di conferma, la Rolls-Royce
afferm che continuava ad essere deliziata da
tale leggenda urbana, basata su qualcosa di pi

I brand che fanno appello a


pi di un senso avranno
pi successo rispetto ai
brand che si concentreranno esclusivamente su uno
o due.

che un briciolo di verit. La famosa idea del


profumo di auto nuova era stato ispirato
dallodore originale delle automobili classiche,
come le Rolls-Royce e le Austin Healey, che
impiegavano imbottiture di pelle Connolly. Il
procedimento cui era sottoposto questo tipo di
pellame creava un odore particolare e una
finitura che si screpolava con il tempo.

della divisione packaging nel Regno Unito,


afferma che tali innovazioni furono sviluppate
allinizio del secolo in seguito alla necessit di
creare un segno distintivo per i brand e
allintroduzione di etichette shrink sleeve
(realizzate con film termoretraibile) per le
bottiglie destinate a bevande come gli
alcopop (bevande alcoliche con
aggiunta di bibite).

Oggi gli inchiostri


possono essere
profumati ma, pi
importante, possono
aggiungere consistenza
alle pubblicazioni e al
packaging.
Un portavoce della Rolls-Royce ha dichiarato a
MWW che le loro auto hanno ancora un odore
particolare quando vengono consegnate, ma ci
deriva dalla somma di vari elementi, compresi i
sedili realizzati in pelle, sfruttando una materia
prima oggi utilizzata ad uno stato quasi naturale.

SUN CHEMICAL INKS

La SunChemical Inks ha sviluppato numerosi


inchiostri e metodi di impiego degli stessi che
fanno appello pi ai sensi che alla nostra vista.
Oggi gli inchiostri possono essere profumati
ma, pi importante, possono aggiungere
consistenza alle pubblicazioni e al packaging.
Barry Ferne, business development manager

Queste speciali etichette consentono


pubblicit, promozioni o branding a 360 gradi,
spiega. Si riesce a creare un effetto opaco su
superfici vitree. Un paio di anni pi tardi, quel
segno distintivo veniva richiesto per tutte le
forme di packaging. Ferne racconta che, ora, i
brand discutono con SunChemical tutte le
diverse nuove e segretissime idee legate al
marketing sensoriale.
E uno strumento di marketing subliminale,
spiega. Possiamo fornire inchiostri e vernici che
creano consistenza e molto di pi. Cerchiamo
sempre nuovi materiali che potrebbero stimolare
un tipo diverso di sensazione. Abbiamo bisogno
di incrociare le esperienze, di trasferire le
conoscenze acquisite da discipline e settori
diversi.
Ad esempio, la SunChemical Inks ha
contribuito a creare un tipo di packaging per il
pane caratterizzato da una finitura pi morbida,
che i consumatori dovrebbero associare alla
pagnotta appena sfornata in esso contenuta. I
supermercati, per, sottolinea Ferne, devono
disporre internamente di veri forni per cuocere il
pane, perch quella fragranza non pu essere
riprodotta sinteticamente.

COURTESY OF ROLLS-ROYCE

GUERLAIN

Lindustria dei profumi riveste un ruolo primario


nel campo delleccellenza olfattiva, tuttavia la
Guerlain, che produce profumi, ha associato alla
sua fragranza Insolence! anche una firma audio,
abbinandola alla canzone Hysteria, dei Muse,
utilizzata per la campagna media destinata ai
consumatori, ed inserita anche in uno speciale
cofanetto musicale inviato alla stampa per il
lancio del nuovo profumo.

METALWORKING WORLD

35

Print n:o C-5000:523 ITA/01


AB Sandvik Coromant 2008:1

Eroi industriali.
Immaginate che il vostro lavoro consista nel migliorare una
tecnologia che sia gi quanto di meglio esista sul mercato.
Si potrebbe denire un compito deprimente.
Eppure, si tratta precisamente di ci che i designer industriali
di tutto il mondo devono fare. Rendere migliore ci che gi il meglio nel suo campo. Che siano automobili, aeroplani, o lettori mp3.
Ma anche livelli di aggiornamento.
Nel nostro caso, la sda consisteva nel produrre inserti, gi
leader del mercato, che dessero risultati ancora migliori.

Non era ammesso alcun compromesso:


Gli inserti della nuova generazione dovevano essere pi veloci,
pi sicuri, pi prevedibili. E anche durare di pi.
Sono proprio loro, nellimmagine sulla destra.
Mentre sulla sinistra c un membro del nostro staff che
riuscito a migliorare quella tecnologia che era gi la migliore sul
mercato.
Un eroe industriale, e basta.

Per maggiori dettagli su tutti gli inserti della nuova generazione, visitate il sito internet www.coromant.sandvik.com.

Your Productivity Partner