Sei sulla pagina 1di 1

Serie B R Il traguardo

VENERDÌ 29 SETTEMBRE 2017 LA GAZZETTA DELLO SPORT

27
27
1
1
2
2
3
3
4
4

1 L’Allianz Stadium, ex Juventus Stadium (inaugurato nel settembre 2011) 2 Il Mapei Stadium dove il Sassuolo gioca le gare interne dalla stagione 2013-14 3 La Dacia Arena (ex Friuli) impianto dell’Udinese 4 Lo stadio Benito Stirpe, nuova casa del Frosinone LAPRESSE/BORLENGHI

Ecco a voi casa Frosinone E’ uno stadio spettacolo

1 Inaugurato l’impianto da 16 mila posti, un gioiello in stile inglese Malagò e l’accordo pubblico-privato: «Un esempio per tutta l’Italia»

Alessio D’Urso

INVIATO A FROSINONE

Q uando Fe der ico Dionisi

segna il pr imo gol nel

nuovo te mp io del calcio

ciociaro, alle 19 .31, du-

rante la sf ida inaugurale con la

Pr imave ra, la sua gioia e qu ella

dei 16 mila tifosi sono da fi nale

mondiale. Compr ensibile: si sono appena conquista ti il loro

piccolo pos to nella stor ia. In

qu ell’ar ena dei leoni di viale

Olimpia, nel qu ar tiere Casale- no, ch e adesso accende la città. Lor o c ’erano, ier i. E c hi non c’era ha to rto. Pe rc hé nel nuo- vo st adio di Fr osinone da 20

milioni di euro, ve st ito a fe st a davanti ai pote nti dello spor t, tutti si sentono a ragione eroi attor no ad una bandiera: qu el-

la giallazzur ra.

NUOVA ERA Il titolo «Bentor -

nati a casa», proposto dal club

pe r l ’eve nto, ha un fo rt issimo

valore evo cativo: fa ri pensare

al padre dell’attuale presidente

Maur izio St ir pe, il ca valier e Benito – cui il Comunale è de- dicato - ch e sognava la Ser ie A già negli Anni 60, fa commuo-

ve

passat o i nv it ati

alla fe st a, da Ar -

ri goni a Cavasin

fi no a Carboni e

Stellone, e fa to r- nare alla memo-

ri a t utt e l e i m-

prese del passato

di qu es to Fr osi-

none. Un a vitto-

ri

ri

par tner ship col

Comune, ch e va-

le qu ant o u na pr omozione e

premia una famiglia ch e ha co-

ni, fa entrare ora gl i St ir pe nel

network d elle re altà modello d’It alia, rappresent ato propr io dalla Juve degli Ag nelli e della Fi at con l’Allianz St adium, dal Sassuolo col Mapei St adium e dall’Udinese la Dacia Ar ena:

«Siamo all’avan- guardia - s piega il patr on -, qu e- sto st adio è fr ut- to di una colla- borazione tra pubblico e pr iva- to di cui tutti dobbiamo essere orgogliosi».

re i te cnici del

IL NUMERO 17
IL NUMERO
17

I palchi previsti nel

nuovo stadio di

Frosinone, mentre

sono 76 le postazioni

dei giornalisti

a i mp re ndit o-

ale, ot te nut a in

GIOIELLO E c os ì

nell’impianto i n

st ile ing lese da 16 .125 pos ti tutti coper ti (con la pioggia di

liano». Il presidente del Coni, Malagò: «Fro sinone è in linea

coi parametr i Uefa, tutt a It alia dovrebbe prendere e sempio».

Al momento del fatidico ta gl io

del nastro c’è pure il presidente

gc Tave cc hio, accanto a St ir -

Fi

pe

e al sindaco Ott av iani. E tra

le

«celebr ità» pr esenti spazio

mer it ato anc he agli operai, ai giar dinier i c he hanno curato

un prato bellissimo e agli inge-

gner i c he hanno re so qu es to

st adio un gioiello. Un a Bombo-

nera con 17 palc hi e 76 posta -

zioni per gior nalisti: da qu alsi-

asi

posto si osser ve rà il post ici-

po

con la Cremonese l’impatto

visivo sarà fo rm idabile. Spett a- colo puro. Come qu ello of fe rto

i, nel gior no inaugurale, da-

ier

gl i s bandierator i d i C or i, dal

gr uppo Legend e, soprattutto,

st

ru ito un impero producendo

ier iar ender e t utt o p iù br i-

dai giocat or i d el Fr osinone:

componenti in plastica per au-

tish…) le autor ità dello spor t

una par tit a c elebrativa ch e è

to

per cont o d i M er cedes,

applaudono conv inte. Il mini-

già una promessa di fe licità. O

Vo

lk sw agen e Fiat. E q ues to

st ro dello Spor t, Lotti: «Grande

la

promessa di un ru ggito: ben-

st

adio di te rz a ge nerazione, in

opera, è una ta ppa impor ta nte

to

rn ati a casa, leoni.

concessione al club per 45 an-

per il movimento calcistico it a-

©

RIPRODUZIONE RISERVATA

L’ANTICIPO

Parma rilanciato ma ora cerca igol su azione

Guerriero-Piovani

N ell’anticipo della set- tima gior nat a il Pa r- ma, ri lanciat o d alla

vittor ia di Ve nezia, aspett a

la Saler nit ana.

PARMA D’Aver sa dovr ebbe confer mare il 4-3-3 con al- cune var iazioni. L’ idea na-

turalmente è qu ella di sfr ut-

ta re al meglio il tur no casa-

lingo contro una Saler nit a-

na con molte defezioni. «Ma

pensar e d i ave re di fr onte

una sq uadra indebolit a –

spieg a D ’Ave rs a–s ar ebbe un er ro re micidiale. Lor o

st

anno bene». Po i ha parlato

d

un Pa rm a ch e «sta sfr ut-

ta

ndo bene i c alci piazzati

(tre reti su qu attro segnate da calci d’angolo, ndr ) m a deve cer ta mente creare più occasioni».

SALERNITANA Bollini cerca

il te rz o ri sult ato consecuti-

vo ma è in piena emerge nza

per l’assenza di sette gioca-

to ri . «Il Pa rm a? E’ un av ve r-

sar io ch e non considero una matr icola ma una squadra

di categor ia con ambizioni

impor ta nti, molto temibile anc he sulle ri par te nze», ha detto i l tecnico alla vigilia della par tit a.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

PARMA

(4-3-3)

SALERNITANA

(3-5-2)

OGGI ore 20.30 PREZZI 15-55 euro

2 IACOPONI 3 33 DEZI 26 VITALE 1 FRATTALI 5 28 DI CESARE GAGLIOLO 21
2
2

IACOPONI

3
3
33
33

DEZI

26
26

VITALE

2 IACOPONI 3 33 DEZI 26 VITALE
1 FRATTALI 5 28
1
FRATTALI
5
28

DI CESARE

GAGLIOLO

21
21
8
8

SCAGLIA

17
17
 

SCOZZARELLA

BARILLÀ

9
9
10
10
CALAIÒ
CALAIÒ

BARAYE

  SCOZZARELLA BARILLÀ 9 10 CALAIÒ BARAYE 23 28 13 ODJER DELLA MINALA KIYINE ROCCA
  SCOZZARELLA BARILLÀ 9 10 CALAIÒ BARAYE 23 28 13 ODJER DELLA MINALA KIYINE ROCCA
23
23
28
28
13
13

ODJER

DELLA

MINALA

KIYINE

ROCCA

29
29
29

SCHIAVI

PERICO

MINALA KIYINE ROCCA 29 SCHIAVI PERICO SILIGARDI 9 RODRIGUEZ 24 BOCALON 17 5 21

SILIGARDI

9

RODRIGUEZ

24

BOCALON

17
17

5 21

MANTOVANI

MANTOVANI
MANTOVANI
MANTOVANI 22 RADUNOVIC
MANTOVANI 22 RADUNOVIC

22

RADUNOVIC

PARMA Sempre out Ceravolo (infortunio tendineo-muscolare), fuori pure Saporetti. In difesa rientrano Gagliolo e Scaglia. PANCHINA 22 Nardi, 31 Sierralta, 6

Lucarelli, 7 Mazzocchi, 8 Scaglia, 4 Corapi,

11

Munari, 29 Scavone, 20 Di Gaudio,

18

Nocciolini, 14 Frediani, 19 Insigne.

ALLENATORE D’Aversa.

SQUALIFICATI nessuno. DIFF. nessuno.

SALERNITANA Mezza difesa è out: Bollini cambia modulo e rinuncia al fantasista.

Perico in dubbio: se non recupera, Vitale

scala in difesa eacentrocampo c’è Zito. PANCHINA 1 Adamonis, 12 Iliadis,

26

Asmah, 6 Signorelli, 8 Zito, 11 Alex,

28

Sprocati, 31 Cicerelli, 18 Kadi,

10

Rosina, 25 Di Roberto, 30 Rossi.

ALLENATORE Bollini. SQUALIFICATI nessuno. DIFF. nessuno.

ARBITRO Di Paolo di Avezzano GUARDALINEE Intagliata-Soricaro TV Sky Sport1HD

Avezzano GUARDALINEE Intagliata-Soricaro TV Sky Sport1HD IL PROGRAMMA Pinzani arbitra Ascoli-Palermo Marinelli a

IL PROGRAMMA

Pinzani arbitra

Ascoli-Palermo Marinelli a Brescia

Il programma di domani (ore 15) Ascoli-Palermo: PINZANI di Empoli (Cangiano-Grossi). Avellino-Empoli: PICCININI di Forlì

(Rocca-Cipressa);

Brescia-Perugia: MARINELLI di Tivoli (Opromolla-Capaldo) Carpi-Pescara: MINELLI di Varese (Galetto-C. Rossi) Cittadella-Entella: MARTINELLI di Roma (Margani-Raspollini);

Pro Vercelli-Cesena: LA PENNA di

Roma (Villa-Muto)

Spezia-Bari: ROS di Pordenone

(Bresmes-Scatragli) Ternana-Venezia: DI MARTINO di Teramo (Borzomi’-Tardino) Domenica, ore 15 Foggia-Novara:

SERRA di Torino (Imperiale- Mastrodonato). Lunedì, ore 20.30 Frosinone- Cremonese: CHIFFI di Padova (Baccini-Chiocchi) Classifica: Perugia e Frosinone p. 13; Palermo 12; Empoli e Carpi 11; Cittadella e Avellino 10; Bari e Parma 9; Cremo- nese 8; Pescara, Salernitana, Venezia e Spezia 7; Brescia*, Novara, Entella, Ascoli e Foggia 6; Ternana* 5; Cesena 4; Pro Vercelli 2. (* una partita in meno) B ITALIA Vince ancora laBItalia nella toruneè giapponese: battuto 2-0 il Vegalta Sendai (StoppaeBorrelli).

Serie C R Il personaggio

Il Pordenone di Colucci vola:

«Giampaolo la mia ispirazione»

Marco Agrusti

Po rd enone guida il girone B di

Ser ie C con un gioco ch e a trat-

PORDENONE

ti

sembra stordire gl i av vers ar i:

 

e

il seg reto non è solo un piatto

U n p iatt o d i o re cc hie tt e con le cime di rapa nel pr of ondo nor d-es t. Il

successo del Po rd enone di Leo-

nar do Colucci nasce anc he a tavo la, dall’incontro tra i sapo-

di orecc hiette. Ogni sera a casa

Co lu cc i ( il te cnico ha lasciato

la famigl ia a Bologna, a Po rd e-

none vive da solo, ndr ) c’è una

ri unione. Allenatore e collabo-

rator i, Gianni Miglior ini e An-

ri

e l’anima te st arda della Pu-

dr

ea To ffolo, st udiano, guar -

gl

ia fo ggiana con la prog ram-

dano video, si parlano e limano

mazione aus tr oung ar ica fr iu- lana. L’ allenatore di Cer ignola

i d et ta gl i. «Viv endo da solo

posso pensare 24 ore al gior no

ta gl i. «Viv endo da solo posso pensare 24 ore al gior no Leonardo Colucci,

Leonardo Colucci, 44 LAPRESSE

ri e C1, st agione 19 93-1994) e

allenatoreaC agliar i ( Ser ie A

2006-2007). Le sue idee mi

hanno ispirato» spiega Colucci.

A Po rd enone ha i suoi leader si-

lenziosi, ch e «quando parlano fanno tremare i mur i»: De Ag o-

st ini, Stefani, Bur rai, Misuraca

Ber rettoni. «Ser vo no - prose- gue - p er ch é, anc he se non sembra, la pressione c’è anc he

e

in

Fr iuli. No n mi hanno ch iesto

di

andare diret ta mente in Se-

ri e B, ma è logico ch e una so-

cietà ch e per due anni è ar riva-

ta

vicina al traguardo pensi a

pr

oseguir e l ungo la st rad a

tracciat a. A m e l a c at egor ia non int er essa molt o: l’anno

scor so ho ri fi ut ato la Pro Ve r- celli per un patto st retto con la

ci

sc her za su: «A Po rd enone ci

al

Po rd enone» dice Colucci. Si

l’avver sar io negli ultimi 20-25

Re

ggiana». Altro seg reto di Co-

sono ta nti cer ignolani e l e

concede qu alc he passeggiat a

me tr i g iocando sulle linee

lucci, il meto do: «Da qu ando

orecc hiette e ccome se vado a

in

una città nella qu ale «incon-

d’anticipo». Il resto è ampiez-

ho

ve nt ’anni ri empio un diar io

mangiarle». Po i p untualizza,

trare i tifosi è un piacere e non

za, campo ch e s i a llar ga e s i

con i dett agli di tutti gl i allena-

spiega ch e non gl i piace parla-

un

peso» e nel re sto del te mp o

st ri nge i n u n s econdo, confu-

menti ch e ho fatto. Ho iniziato

re

delle vittor ie, «meglio essere

scr

ive l a s ceneggiatura della

sione per gl i altr i e godur ia per

cos

ì a capirci qu alcosa». Lu ne-

ch

e a ppar ire». Il Colucci alle-

st

agione. Il suo calcio si ve de

ch i la butt a dentro. Alle spalle

d

ì sera alle 20.45, in trasfer ta

nato re non è diver so dal Coluc-

già: «Palla, por ta , c ompagno,

c’è un maestro: «Marco Giam-

contro la Fe ralpisalò, la prov a

ci

giocatore: «Anzi a vo lte sono

av

ve rs ar io. Sono le qu attro pa-

paolo (oggi allenat or e d ella

della ve ri tà per mantenere l a

ancora tr oppo calciat or e»,

ro

le ch e spiegano la mia fi loso-

Sampdor ia, ndr ), mio compa-

leader ship del girone B.

sc her za. Int ant o p er ò i l s uo

fi a di gioco. Iniziamo a seguire

gno di squadra a Siracusa (Se-

© RIPRODUZIONE RISERVATA

gno di squadra a Siracusa (Se- © RIPRODUZIONE RISERVATA LA SITUAZIONE Stasera l’anticipo Matera-Paganese Riposa il

LA SITUAZIONE

Stasera l’anticipo Matera-Paganese

Riposa il Vicenza

Oggi c’è Matera-Paganese (20.45):

MATERA (3-4-3) 1 Golubovic; 5 Scognamillo, 28 De Franco, 3

Mattera; 4 Angelo, 14 De Falco, 23

Urso, 27 Casoli; 10 Strambelli, 11

Giovinco, 21 Battista. (22 Tonti, 12

Mittica, 25 Maciucca, 17 Sernicola, 2

Buschiazzo, 8 Salandria, 20 Maimone,7Sartore, 19 Corado). All. Auteri PAGANESE (4-3-3) 1 Gomis; 23 Picone, 18 Piana, 6 Carini, 3 Della Corte; 27 Tascone,5Carcione,

19

Bernardini; 14 Talamo, 21 Buxton,

25

Cesaretti. (22 Galli,

13

Meroni, 17 Garofalo, 20 Pavan,

26

Dinielli, 8 Ngamba, 4 Bensaja,

16

Baccolo,9Maiorano, 10 Scarpa,

15

Negro, 11 Regolanti). All. Favo

ARBITRO Zingarelli di Siena (De

Palma-Abruzzese) TV Sportitalia

GIRONE A Livorno p. 13; Siena 11; Olbia 10; Viterbese e Carrarese 9; MonzaePisa 8; Pistoiese*, Cuneo, Lucchese e Piacenza 7; Arzachena 6; Pro Piacenza* e Prato* 5; Giana 4;

Arezzo e Alessandria* 3; Pontedera

2; Gavorrano* 0. Domenica, ore 16.30 Alessandria-Arezzo, Arzachena-Monza, Carrarese-Siena, Pistoiese-Cuneo,

Pontedera-Livorno e P. Piacenza-Olbia;

20.30 Gavorrano-Viterbese, Lucchese-

PiacenzaePisa-Prato; riposa Giana

GIRONE B Pordenone p. 13; Renate 12; Vicenza 11; Fermana e Bassano 10; Samb e AlbinoLeffe 9; Mestre 8; Padova*eFeralpi 7; Ravenna 6; Triestina*eSüdtirol 5; Reggiana* e Teramo* 4; Fano*eSantarcangelo 3; Gubbio 1; Modena 0. Domani, 16.30 Reggiana-Samb; domenica, 14.30 Bassano-A. Leffe, Gubbio-Südtirol, Teramo-Fermana e Triestina-Renate;

18.30 Fano-Ravenna, Modena-Mestre,

Padova-Santarcangelo; lunedì, 20.45 Feralpi-Pordenone (Rai Sport); riposa

Vicenza

GIRONE C Monopoli p. 13; Catania,

Lecce e Siracusa 10; Reggina 8;

Trapani*, Bisceglie*, Akragas,

CatanzaroeFrancavilla 7; Rende 6;

J. Stabia*eSicula L.* 5; Casertana*, Matera (-1), Paganese e Andria 4; Cosenza 2; R. Fondi 1. Domani, 14.30 J. Stabia-R. Fondi (a Caserta), Sicula L.- CatanzaroeTrapani-Casertana; 16.30 Akragas-Siracusa (a Siracusa) e Francavilla-Reggina; 20.30 Cosenza- Catania, Andria-Monopoli e Lecce- Bisceglie; riposa Rende