Sei sulla pagina 1di 35

Testo originale tedesco:

Rudolf Steiner Einfhrung in die Geisteswissenschaft


Rudolf Steiner (Archiati Verlag e. K., Monaco 2004)

Introduzione
alla scienza dello spirito
I problemi urgenti del XXI secolo

Traduzione di Pietro Archiati e Silvia Nerini


Archiati Verlag e.K., Monaco di Baviera
Stampa: Memminger MedienCentrum, Memmingen (Germania)
Foto: Rietmann, Verlag am Goetheanum, Dornach (Svizzera)

ISBN 3-937078-34-7

Archiati Verlag e. K.
Sonnentaustrae 6a 80995 Mnchen Germania
info@archiati.com www.archiati.com

3 4
Indice
Pietro Archiati
La scienza dello spirito di Rudolf Steiner
nella mia vita 7

Rudolf Steiner
Tre conferenze tenute a Basilea

I.
La scienza dello spirituale
in rapporto allo spirito
e al controspirito del nostro tempo
(Basilea, 4 maggio 1920) 33

II.
Lanima e il valore morale delluomo
alla luce della scienza dello spirito
(Basilea, 5 maggio 1920) 73

III.
Le energie spirituali e morali
dei popoli contemporanei
alla luce della scienza dello spirito
(Basilea, 6 maggio 1920) 107

5 6
Pietro Archiati meglio si crede, ed giusto cos. Mi starebbe addirittura
La scienza dello spirito di Rudolf Steiner bene che ci fossero ancora pi diritti in questo ambito.
nella mia vita Lunica giustificazione della propriet intellettuale che
chi la produce dispone anche delle migliori facolt per
Fra le numerose conferenze di Rudolf Steiner, ve ne sono gestirla.
anche tre da lui tenute espressamente per principianti, Spero che arrivi presto il giorno in cui in Internet sar
che costituiscono in un certo senso una prima introduzio- disponibile e accessibile a chiunque tutto quel che Rudolf
ne alla sua scienza dello spirito. Ho scelto di presentare Steiner ha creato. Un fatto del genere potrebbe chiamare
proprio queste tre non perch siano particolarmente sem- in campo tanti talenti in grado di affrontare in maniera
plici o facili da leggere, ma per la loro attualit. Grazie ad molteplice nel rispetto e nella fedelt allo spirito di
esse possiamo renderci conto con chiarezza di quanto al Rudolf Steiner conferenze che non possono pi essere
giorno doggi sia necessario un approfondimento scienti- recepite con i sensi nella loro forma originale.
fico-spirituale in tutti i campi della vita. Mentre mi accingevo a scrivere la prefazione per
Molte persone hanno difficolt ad accedere al pensiero queste conferenze, mi sono ben presto reso conto di
di Rudolf Steiner. La presentazione grafica delle sue con- quanto sia difficile presentare Rudolf Steiner a chi forse
ferenze insieme alla massima fedelt possibile al testo lo conosce solo di nome. Ma questo testo mi sta a cuore
stenografato ai suoi tempi pu contare molto: aiuta, per far conoscere non tanto la persona di Rudolf Steiner,
per esempio, strutturare il testo dotandolo di una punteg- quanto il dono che ha portato al mondo: la scienza del-
giatura che consenta allocchio del lettore di sostituirsi lo spirito a orientamento antroposofico, come lui stesso
allorecchio dellascoltatore. Anche il prezzo e il formato la chiama.
di un libro rivestono per molti un ruolo di non secondaria Ho quindi deciso di descrivere semplicemente la mia
importanza. esperienza con questa scienza dello spirito, il modo in cui
Rudolf Steiner considerava le sue conferenze patrimo- mi sono imbattuto negli scritti di Rudolf Steiner e ci che
nio di tutti, esattamente come tutte le sue altre produzioni. essi hanno rappresentato per me in tutti questi anni. Una
Nella conferenza del 25 aprile 1919 afferma: Luomo sola volta nella mia vita ho tenuto una conferenza auto-
deve le creazioni che partono dalle sue capacit alla so- biografica, nel 2002 presso lAccademia protestante di
ciet umana, allordine sociale umano. In verit esse non Bad Boll (Germania), ed da essa che riprendo la descri-
gli appartengono. Trentanni dopo la mia morte chiunque zione di ci che ho vissuto occupandomi della scienza
potr stampare ci che ho prodotto; lo si potr usare come dello spirito di Rudolf Steiner.

7 8
Potrei dire naturalmente molte cose sulla vita in America, to, e mentre leggevo un testo di un autore italiano di no-
ma ve ne dir solo una: in quegli anni ho perso la voce. A me Massimo Scaligero, ecco che a met libro mimbatto
poco a poco ho perso la voce. E solo molto pi tardi un con il nome di Rudolf Steiner, messo tra parentesi dopo
medico di Milano ha avuto lidea di farmi bere una solu- una citazione. Mi sono detto: sar ben tedesco questo
zione di contrasto, e dalla radiografia si visto che leso- Steiner. Ho riletto la citazione, lautore aveva parlato
fago faceva una gran curva; era una cisti della tiroide. E a entusiasticamente in tutto il libro di un Maestro dei tem-
poco a poco la mia voce era scomparsa. Oggi funziona pi nuovi, senza per dire chi fosse. Nel giro di pochi
bene una sola corda vocale, un miracolo che io sia in secondi sentii in me la certezza che questo Steiner fosse
grado di parlare. la fonte, il Maestro di cui si continuava a parlare. E la
Me la sono spiegata cos questa vicenda (ognuno deve mia domanda successiva fu: chi mai questo Rudolf
pur trovare qualcosa di buono in ci che gli capita): se Steiner? Quando mai vissuto?
allora non avessi perso la voce, lordine degli Oblati di Ed eccomi l, in quella casa remota dellordine sul la-
Maria Immacolata nel quale ero entrato fin da piccolo non go di Como, sulle tracce di Rudolf Steiner. In fondo al
mi avrebbe mai permesso di fare leremita sul lago di Co- libro infatti erano citati circa venti libri di Scaligero, ma
mo, e forse non avrei scoperto Steiner. Trascorrere un pe- di Steiner niente. Due mesi dopo, a Milano, ho scovato i
riodo da eremita era in effetti il sogno della mia vita. Non primi libri di questo personaggio. Dovevo tenere delle
che volessi passare tutta la mia esistenza in questo modo, conferenze per delle suore, pi col fiato che con la voce.
sono troppo chiacchierone. Solo che, per dirla in poche Ma avevo fatto il voto di obbedienza, qualcuno era assen-
parole, ero pervaso da un profondo sentimento che diceva: te e io dovevo sostituirlo, anche se non mandava. E tra
non abbiamo quasi pi verit, solo parole, parole vuote. Un una conferenza e laltra non visitavo le chiese, di cui ne
tratto fondamentale della mia vita interiore costituito da avevo abbastanza, ma le librerie. E in una piccola libreria
una sete inestinguibile di verit. Ai tempi mi fu per esem- di piazza del Duomo ho trovato per la prima volta dei
pio offerto di dirigere la parrocchia a New York, una ga- libri di Rudolf Steiner, ma, da buon religioso, non avevo
ranzia per tutta la vita, dato che in quelle casse entravano denaro. Allora sono tornato dalle suore dicendo che avevo
molti soldi. Ma io ho rifiutato, perch sapevo che non sarei bisogno di soldi senza per specificare che mi servivano
pi stato libero di dire ci che pensavo o di continuare a per acquistare libri di Steiner. I primi che ho comprato
cercare, di muovermi e camminare. sono stati La filosofia della libert e le conferenze di
Allora, dato che ero rimasto senza voce, mi fu conces- Amburgo sul Vangelo di Giovanni. Nel giro di pochi
so di fare leremita sul lago di Como. Ero appena arriva- giorni, potrei addirittura dire nel giro di poche ore, ho

9 10
avuto la certezza assoluta che quello fosse ci che avevo Fin dallinizio ho avuto un libretto in cui segnavo
cercato per tutta la vita a est e a ovest. Su di me ha avuto quando avevo finito di leggere un libro, e in media, a
leffetto di un uragano. tuttoggi, ho letto da capo a fondo lOpera Omnia di Stei-
Per quanto riguarda le conferenze sul Vangelo di Gio- ner quattro o cinque volte. Alcuni volumi magari dieci
vanni, ho notato che mi mancava tutta una serie di pre- volte, altri due volte, ma se faccio il conto di tutti quelli
supposti, ma leggendo La filosofia della libert era come che ho studiato negli ultimi venticinque anni, posso dire
se ogni frase fosse uscita dalla mia anima, persino nelle che si aggirano fra i milleseicento e i millesettecento.
formulazioni. Non per niente avevo alle spalle una solida Con questo voglio dire: la scienza dello spirito di Ru-
formazione filosofica. Mi sono subito accorto che la dolf Steiner diventata la mia vita.
scienza dello spirito di Rudolf Steiner, da un punto di Mi chiedevo per quanto tempo ancora sarei andato
vista quantitativo, un bello strapazzo. Non che mi fossi avanti con la Chiesa cattolica. Ero molto curioso, soprat-
comprato immediatamente i trecentocinquanta volumi tutto per via della domanda, ancora oggi pi proibita che
dellOpera Omnia, per mero informato. E mi dicevo: ammessa, se vero che luomo riceva una sola volta que-
hai una stanza, un piatto, un letto, il tuo destino te li ha sto meraviglioso dono di poter vivere sulla Terra, o se
procurati. Vedi com ampio, com complesso questo invece la sovrabbondanza della grazia divina non si mani-
nuovo impulso spirituale? Sta calmo e sta zitto, per ora. festi nel fatto che ogni spirito umano ha il compito di
Ti ci vorr tempo per calartici dentro. Finch riuscirai a essere corresponsabile dellevoluzione intera della Terra e
tenere il becco chiuso su certi argomenti, le cose con la dellUomo, dallinizio fino alla fine.
Chiesa funzioneranno. Non funzioneranno pi quando Voglio cercare di presentarvi un paio di aspetti di que-
comincerai a parlarne. Questo lo sapevo perfettamente, sto gigante dello spirito che Rudolf Steiner. Comincia-
perch conoscevo molto bene la baracca. mo con il primo: mi ha sempre meravigliato come attra-
Per farla breve, per due anni sono stato eremita e leg- verso la lettura di Rudolf Steiner si crei chiarezza su
gevo ero abituato a lavorare in piedi col leggio uninfinit di cose e di certo voi potrete capire che una
dalle sedici alle diciotto ore al giorno. A tutta birra, per cosa del genere non pu succedere al primo colpo. Per
dirla alla buona, mi sono fatto una media di un volume quanto mi riguarda, non ho mai, dico mai, creduto a
dellOpera Omnia al giorno. Oggi non ho nemmeno la qualcosa che Steiner ha detto. Per me non esiste il crede-
met dellenergia fisica di cui disponevo allora, e leggo re puro e semplice, ho una formazione troppo razionali-
Steiner molto pi lentamente. Ma a quellepoca ero come stica per permettermi di aderire a qualcosa solo perch me
un terreno riarso a cui lacqua non bastava mai. la dice un altro. Le mie difficolt con la Chiesa stavano

11 12
appunto nella sua pretesa che si dovesse credere anche a notte , che mi dice: i Vangeli sono scritti da uomini,
ci che non si capisce. Ma io ho sempre voluto capire, lo chiamati iniziati, che avevano delle vere e proprie espe-
ritenevo mio diritto. rienze nel mondo sovrasensibile. Erano in grado di perce-
E se uninfinit di cose mi convince leggendo gli scrit- pire lo spirituale come una persona normale non pu fare.
ti e le conferenze di Steiner, ci perch il mio pensiero E solo perch la teologia tradizionale ha perso la chiave
vede quello che legge in sintonia con la realt in cui vi- di lettura del loro linguaggio cosa che fa parte delle
viamo. Questo il criterio della verit: la sintonia con la necessit dellevoluzione , solo perch non capisce pi
realt. Non un criterio ridotto e nemmeno facile, ma non la lingua dellesoterismo, pur con tutta la buona volont
ce ne sono altri. Una cosa infatti vera quando in armo- non riesce a trar quasi niente da questi testi.
nia con tutta la realt. vero tutto ci che illumina la Credetemi, il mio rispetto per i Vangeli ha ripreso ad
creazione di modo che essa possa essere compresa me- essere cos grande che ho rinfrescato le mie conoscenze di
glio, pi a fondo e pi vastamente. greco, anche perch in Steiner avevo letto: puoi avvici-
Rudolf Steiner che ha salvato per la mia coscienza il narti al Vangelo di Giovanni solo se hai il coraggio mora-
dogma cattolico dellispirazione delle Sacre Scritture. le di pesare ogni parola sul bilancino dellorefice. Tutto in
Quandero studente di teologia, infatti, mi hanno raccon- questo Vangelo testimonia di una precisione scientifico-
tato che Matteo, Marco, Luca e Giovanni erano sicura- spirituale e di uninfinita profondit. Ditemi un po se in
mente delle brave persone, ma non con una solida forma- ambito cattolico o protestante c un singolo individuo,
zione scientifica come quella nostra, non cos competenti un solo professore, che abbia un rispetto cos profondo
come un professore di esegesi del giorno doggi. Hanno per la Sacra Scrittura! Potete immaginarvi che cosa si
senza dubbio fatto del loro meglio, gli evangelisti, ma prova e quanto fa male leggere che Rudolf Steiner non
come storici sono inattendibili. E a volte, negli anni di teneva in nessuna considerazione la Scrittura. Anche que-
universit, ho avuto limpressione che qualche professore sto fa parte della tragedia del cristianesimo del giorno
del Nuovo Testamento si ritenesse molto pi in gamba di doggi.
Matteo, Marco, Luca e Giovanni messi assieme. Lui sa- Oppure facciamo un altro esempio: mi vedo a New
peva dove bisognava apportare correzioni, chi e quando si York (allepoca non avevo neanche mai letto il nome di
ripetuto, chi ha copiato da chi, dov che tutti si sono Steiner) a predicare il giorno dellEpifania. Sono sul pul-
contraddetti e cos via. pito e dico ai fedeli, in americano: Cari cristiani, ovvia-
E poi leggo Rudolf Steiner sto riassumendo cose di mente parto dal presupposto che non pensiate che questi
cui mi occupo da venticinque anni, potrei dire giorno e tre Re Magi siano venuti in carne e ossa dallOriente per

13 14
adorare il Bambin Ges. Siamo persone istruite, dunque Virt e delle Dominazioni, dei Troni, dei Cherubini e dei
prendiamo questa pagina del Vangelo come una bella Serafini diventano un organismo spirituale. Tutti gli Esse-
immagine, una bella storia inventata da Matteo per dirci ri del sistema solare vengono resi uno nel suo cuore, nel
che quel bambino il re del mondo intero. Ma non vo- suo amore. Mi sono chiesto: com possibile che il cri-
gliamo essere cos ingenui da pensare che i Re Magi sia- stianesimo abbia perduto la dimensione cosmica del Cri-
no davvero venuti dallOriente. sto? E ancor oggi sento persone che dicono: lAntroposo-
Neanche un anno dopo, da eremita sul lago di Como, fia di Rudolf Steiner non cristiana.
leggo le conferenze di Rudolf Steiner sul Vangelo di Mat- Lumanit odierna, e anche la teologia dei nostri gior-
teo. E mi sento dire che i tre Re erano degli iniziati, a cui ni, stata letteralmente abbandonata da tutti gli spiriti
lungo i millenni era stata trasmessa la saggezza di Zara- buoni. E c un senso positivo in questo: proprio per il
thustra, di generazione in generazione. Essi erano in gra- fatto che la tradizione ha perso di vista tutti gli esseri
do di decifrare le costellazioni e il corso delle stelle, e spirituali, per il singolo individuo sorge la possibilit di
sapevano che quando gli astri avrebbero formato una de- cercare lo spirito di propria iniziativa, e anche di riuscire
terminata costellazione, allora sarebbe tornata sulla Terra a trovarlo a poco a poco.
la loro stella, il loro grande Maestro. E i tre Re sono Lumanit non pu uscire dal vicolo cieco del materia-
venuti veramente dallOriente per portare i loro doni a lismo con la sola fede. La fede da sola baster sempre di
questo bambino. E mi sono detto: accidenti, ma cosa sei meno alle persone. Mia madre mi diceva sempre: Figlio
andato a predicare a New York da prete cattolico? Che mio, ma non puoi semplicemente crederci?, e io le ri-
ingenuo pensare che si tratti di qualcosa di reale, di stori- spondevo: Mamma, io tinvidio questa capacit di crede-
camente accaduto? re con semplicit a tutto, anche se non lo capisci. Io non
Ma devo dirvi che grazie alla lettura di Rudolf Steiner ci riesco.
non solo la Scrittura, ma pi ancora il Cristo stesso pas- Lumanit si trova ad unimportante svolta nella sua
sato per me da qualcosa di reso misero dalla teologia a evoluzione, a un punto in cui deve superare il materiali-
qualcosa di infinitamente grande. Il Cristo della Chiesa smo se non vuole precipitare da un abisso di disumanit
cattolica davvero un essere striminzito se paragonato al allaltro. Ci non pu avvenire mediante un ritorno
Cristo di Steiner. Grazie a questuomo si sperimenta un allantica fede, occorre invece trovare una nuova via per
enorme ampliamento degli orizzonti. Il Cristo presenta- andare avanti. Dopo diversi secoli di scientificit nello
to come lEntit spirituale in cui tutte le forze degli Ange- studio del mondo materiale, lunica via non pu che esse-
li, degli Arcangeli e dei Principati, delle Potest, delle re una conoscenza dello spirituale, del sovrasensibile, non

15 16
meno scientifica e rigorosa, sviluppata in tutte le direzio- detto duemila anni fa tutto ci che aveva da dire alluma-
ni. E la scienza dello spirito di Rudolf Steiner la prima nit e che, da Risorto, non possa continuare a parlare spi-
grammatica al mondo che consenta di fondare una ritualmente e direttamente agli uomini, ancora oggi. So-
scienza del sovrasensibile. In alcune conferenze Steiner stenere che la rivelazione del Cristo si sia conclusa col
entra gi nella sintassi, ma in ogni caso fornisce la Nuovo Testamento significa mettere il Cristo a tacere,
grammatica del linguaggio scientifico riguardo a tutto ci significa decretare che da quel momento in poi non possa
che spirituale. dire pi niente. Egli ha promesso agli uomini di celebrare
Un altro aspetto che caratterizza Rudolf Steiner che con loro il suo Ritorno spirituale, la seconda venuta. La
tutto il reale viene considerato dal punto di vista evoluti- Chiesa pensa veramente che al suo Ritorno il Cristo non
vo. Lumanit in evoluzione, ogni essere umano si possa far altro che ripetere ci che ha gi detto duemila
evolve incessantemente, tutto sulla Terra in continuo anni fa? Il concetto di evoluzione di Rudolf Steiner dice:
mutamento. Unaffermazione che pu essere giusta per il Cristo accompagna gli uomini lungo tutto il loro cam-
un determinato periodo, non lo potr essere altrettanto per mino. Egli parla sempre spiritualmente e ha sempre delle
un altro. cose nuove da dire, poich i compiti dellevoluzione sono
E qui vengo a un punto essenziale del conflitto fra sempre diversi. Solo che molti uomini sono diventati
Chiesa e Antroposofia, per cui ad un certo momento mi sordi e non sentono pi la sua voce.
sono dovuto dire: anche con tutta la buona volont, non Un giorno, mentre vivevo sul lago di Como, sono sta-
pi possibile continuare con la Chiesa cattolica. Essa to invitato in Sudafrica dai miei ex colleghi per un lavo-
esige che tu proclami i suoi dogmi. Dora in poi devi tro- ro come docente in un seminario. Gli ho detto: ci vengo
vare un altro posto in cui tu possa dire e fare quello che volentieri, per devo dirvi una cosa in tutta franchezza:
intendi, perch non conciliabile con la Chiesa. Questa vedete questi 350 volumi? Vado pazzo per Steiner e mi
inconciliabilit vale per solo per la Chiesa come istitu- va di continuare cos. Se mi volete come patito di Stei-
zione, dato che essa deve avere come priorit assoluta la ner, vengo volentieri. Loro non avevano la pi pallida
conservazione del proprio potere. Non vale per il singolo idea di che cosa significasse essere un patito di Steiner.
cattolico, che pu sempre ampliare e approfondire il pro- Mi hanno risposto: ti conosciamo da quando eri studen-
prio cattolicesimo in ogni direzione. te, impossibile che tu sia diventato matto del tutto, e a
Uno dei punti essenziali dellincompatibilit con la noi serve qualcuno che tenga i corsi che nessun altro
Chiesa risiede appunto nel peso dato allevoluzione. Stei- vuole tenere, quindi vieni! Ed io ho risposto: daccordo,
ner considera non cristiana lidea che il Cristo debba aver vengo.

17 18
Ed eccomi in Sudafrica, allepoca in cui cera ancora con landar del tempo le cose si sono fatte sempre pi
lapartheid, la segregazione razziale. La nostra comunit difficili.
era uneccezione, giacch grazie al potere della Chiesa il E quello che gli studenti apprezzavano nel caso mio
governo tollerava che in seminario convivessero tutte le era il fatto che, soprattutto agli esami, non pretendevo da
razze. Il Sudafrica, lo sapete, il paese in cui sono rap- loro nozioni imparate a memoria, quanto piuttosto lattivi-
presentate tutte le razze. Ci vivono anche pi di un milio- t del pensare, lo sforzo di capire le cose. Sono profon-
ne di indiani. l che Gandhi ha cominciato la sua mis- damente grato agli anni trascorsi in Sudafrica. Grazie alla
sione. scienza dello spirito di Rudolf Steiner ho potuto presenta-
Bene, ora mi trovavo davanti a quegli studenti, una re la filosofia e la teologia nel modo pi vasto possibile.
rappresentanza dellumanit intera. Ci sono rimasto cin- Per me sarebbe stato impossibile scendere a compromessi
que anni. Ho pensato: per te la scienza dello spirito di anche minimi con la mia coscienza. Tutto ci che inse-
Rudolf Steiner il metodo dellaspirazione alluniversali- gnavo era ai miei occhi puro cristianesimo, proprio perch
t. Agli studenti puoi dire tutto ci che vuoi, limportante nello stesso tempo era anche pura scienza dello spirito.
tradurlo in un linguaggio accessibile per loro. Non la Come accennavo, ho tenuto i corsi che nessun altro
terminologia importante, ma le realt, che si possono voleva tenere ed ora vi devo rivelare di quali si trattava.
esprimere in termini diversi. Devi cercare di raggiungere Uno era il corso su Dio, laltro il corso di mariologia, cio
gli studenti interiormente. Let dei seminaristi andava sulla madre di Dio in questultimo ho spiegato tutta
grosso modo dai venti ai sessantanni, avevamo quindi levoluzione della Sofia. Un altro corso era quello di sto-
una bella mescolanza sia di razze che di et, mancavano ria della filosofia. C un volumetto di Rudolf Steiner,
per le donne, dato che era un seminario cattolico. Pensiero umano e pensiero cosmico, in cui descrive le
Mi sono detto: devi prendere gli studenti l dove sono. dodici possibili visioni del mondo. Ogni fenomeno pu
Devi parlare una lingua che possano capire. E come si fa essere considerato dal punto di vista del materialismo, ma
a trovare una lingua comprensibile per tutte le razze e per anche da quello dello spiritualismo, del realismo, dellide-
tutte le culture? Esternamente, lunica lingua che tutti alismo, del razionalismo, del dinamismo, del sensismo,
avevamo in comune era linglese. Volevo parlare al cuore del pneumatismo, del matematicismo, del monadismo, del
di ognuno, dire qualcosa di significativo per lui, senza fenomenalismo e dello psichismo! A ci si aggiungono
per rischiare di diventare banale. Quella di costruire dei sette specie di atteggiamento interiore nei confronti della
ponti stata una grande sfida per me. E devo dire che con realt, sette disposizioni danimo. Ho spiegato la storia
gli studenti tutto andava bene, con gli altri docenti che della filosofia mostrando come ogni pensatore prediliga

19 20
uno di questi modi di pensare, chi pi questo, chi pi solo adesso posso rendermi conto di come stata la mia
quello, mentre la realt li comprende tutti. Un pensatore vita. E ammettiamo anche che lerrore pi grande sia
diventa unilaterale quando assolutizza la sua concezione, stato quello di suicidarmi. Ma perch sei cos tirchio da
e non vede o addirittura combatte le altre. non volermi concedere una seconda possibilit, per fare
Ancora un esempio sul modo in cui ho cercato di get- meglio, per imparare dai miei sbagli?.
tare un ponte fra cattolicesimo e scienza dello spirito, so- Negli anni di teologia, con la miglior formazione
prattutto riguardo alla spinosa questione delle ripetute vite allinterno della Chiesa, non ho sentito neanche una le-
sulla Terra. Un giorno gli studenti mi hanno chiesto: Co- zione su questa questione. Il cristianesimo tradizionale
sa pensi della reincarnazione?, sapevano che nei 350 non mostra qui il suo anacronismo? Ogni moderno spirito
volumi di Steiner che avevo nella mia stanza si parlava umano deve dirsi: ognuno muore ancora allinizio della
anche di questo argomento. Ed io ho risposto: certo, mi propria evoluzione. Non ha quasi neanche cominciato, in
fate questa domanda non perch siete interessati alla rein- lui sono ancora assopite infinite potenzialit evolutive.
carnazione, ma per saltare una lezione. Niente di male, Che cos ognuno di noi, anche il migliore di noi, alla
lho fatto anchio da studente, quando un professore non fine della vita, se non un principiante? E da questi inizi
era particolarmente interessante. E ho aggiunto: se adesso dovremmo venir catapultati, dopo la morte e in modo del
vi tengo una lezione cattedratica su questa questione non tutto irrazionale, in una situazione definitiva che duri per
vi servir a niente. Propongo invece di mettere in scena tutta leternit?
Giuda dopo la sua morte. Molti neri sono attori nati. Pro- Alla fine ho dovuto andarmene dalla Chiesa cattolica,
viamo a rappresentare il Giuda appena morto, ho detto, e perch pur con tutta la buona volont proprio non andava.
vediamo se il buon Dio riesce a sbatterlo allinferno o se Sto volentieri dove posso dire ci che ho da dire. Ma ho
Giuda invece riesce a cavarsela. da questa idea che dovuto andarmene soprattutto perch ho posto la doman-
nato il mio libretto su Giuda. da della reincarnazione e per di pi ho messo in chiaro
Lidea in breve era questa: nel Vangelo il Cristo non cosa ne pensavo.
ha fatto niente per trattenere Giuda dal suicidio, e una Ma proprio il confronto con i contenuti della scienza
domanda importante : come avrebbe potuto il Cristo dello spirito di Rudolf Steiner oggi il compito pi ur-
lasciare che si suicidasse, se non fosse stato convinto che gente, se lumanit vuole uscire dal tragico vicolo cieco
levoluzione di Giuda sarebbe continuata? E perci il del materialismo. Le moderne scienze naturali attendono
nostro Giuda improvvisato dice: Bene, bene, caro Dio, di venire integrate da una scienza dello spirituale, altri-
ammettiamo pure che io abbia sbagliato di grosso, ma menti la fissazione sul materiale finir per rendere ancora

21 22
pi paurosa e terribile la guerra quotidiana di tutti contro cuore mentre la scienza odierna pu dimostrare che si
tutti. E per quanto riguarda la religione, in questi duemila diramano dal cervello arriva uno Steiner che dice:
anni di cristianesimo non vedo da nessuna parte unindivi- hanno ragione entrambi, perch Aristotele non ha mai
dualit, uno spirito umano, in cui il Cristo si sia manife- inteso parlare dei nervi fisici, materiali, bens di quelli
stato in modo cos essenziale e vasto come in Rudolf eterici, per lui ben pi importanti, e questi si diramano
Steiner e la sua Antroposofia. E sono assolutamente con- effettivamente a partire dal cuore, non dal cervello.
vinto che sia la Chiesa cattolica che quella protestante nei Qualcosa di simile si potrebbe dire anche a proposito
prossimi decenni e secoli dovranno confrontarsi a fondo delle leggi galileiane sulla caduta libera dei gravi. Gali-
con questa scienza dello spirito. Da questo confronto leo misura dallesterno la distanza percorsa da un sasso
dipende la vita o la morte del cristianesimo stesso, non che cade nel primo secondo, nel secondo e cos via.
vedo altra possibilit. convinto di confutare Aristotele, dato che non immagina
La concezione che Tommaso dAquino aveva di Ari- neanche che ai tempi del filosofo greco non era minima-
stotele era: Aristotele non erra. Ci non vuol dire che mente possibile percepire un sasso che cade come qual-
Aristotele sia per principio infallibile. Uninfallibilit di cosa di completamente esterno alluomo. Lesperienza
principio non che una vuota astrazione. Linfallibilit era a quei tempi tale per cui luomo sentiva interiormente
del Papa un diktat di potere, perch si riferisce anche ad come doveva lui stesso sforzarsi e spronarsi per muover-
affermazioni che il Papa non ha ancora fatto. Non il si alla stessa velocit del sasso che cadeva in opposi-
contenuto da tutti percepibile e pensabile che rende vere zione allattrazione passiva esercitata dalla gravit dal di
le sue affermazioni, bens la sua carica. Tommaso ha pre- fuori. Pieno di stupore, mi sono detto: di Rudolf Steiner
so posizione nei confronti di tutte le affermazioni di Ari- che ho bisogno per salvarmi lopinione che Tommaso
stotele che aveva a disposizione, e non ha riscontrato da dAquino aveva di Aristotele. La prima volta che lho
nessuna parte errori di ragionamento. Ci per lui significa letto ero cos felice, ma cos felice, gentile pubblico, che
che Aristotele parla soltanto di cose su cui ha maturato il mi sono detto: allora vero il concetto che Tommaso
proprio giudizio. Su altre cose, riguardo alle quali il suo aveva di Aristotele. Ed io sono uno e mi starebbe bene
giudizio magari non maturo, tiene la bocca chiusa, non anche se fossi il solo in tutta lumanit che ha di Ru-
si esprime. dolf Steiner lo stesso concetto che Tommaso dAquino
E tra parentesi, leggendo Rudolf Steiner ho trovato aveva di Aristotele!
che persino l dove Galileo sosteneva che Aristotele sba- Nei primi anni in cui leggevo Steiner ho creduto di
gliasse diceva che le diramazioni dei nervi partono dal aver individuato un paio di contraddizioni, che ho serbato

23 24
accuratamente perch lo volevo prendere in castagna, verifica non far che confermare le sue affermazioni.
volevo scoprire dove si sbagliava. E col tempo mi sono Sono anche trascorsi parecchi decenni dalla sua morte: se
accorto che dipendeva dal fatto che ero io a non essere i suoi numerosi e in parte accaniti nemici avessero ri-
ancora in grado di pensare le cose in modo abbastanza scontrato anche un solo errore inequivocabile ad esem-
vasto e profondo. Un esempio: una volta Steiner afferma pio nelle sue affermazioni nel campo delle scienze natu-
che il Cristo sulla croce deve aver detto: Mio Dio, mio rali non avrebbero mancato di strombazzarlo ai quat-
Dio, perch mi hai abbandonato?, e unaltra volta: Mio tro venti.
Dio, mio Dio, come mi hai esaltato!. Per un certo perio- So che questa convinzione molto impopolare in
do ho pensato che una frase escludesse laltra, che una questepoca di livellamento generale pardon, stavo
delle due dovesse essere sbagliata, prima di arrivare a quasi per dire di democrazia. Molti non sopportano che ci
capire che entrambe le affermazioni sono invece insepa- siano, spiritualmente, dei giganti e dei nani. Dobbiamo
rabili: alla morte lelemento umano-troppo umano vive per forza essere tutti uguali e la political correctness im-
lesperienza dellabbandono, mentre lanima e lo spirito pone che nessuno sia cos razzista da pretendere di aver
vengono esaltati e liberati. Il mio problema era che trovato anche solo un frammento di verit oggettiva. Es-
mero messo in testa che il Cristo avesse potuto pronun- sendoci sempre meno tolleranza nei confronti degli uomi-
ciare solo parole udibili attraverso i sensi fisici e che solo ni, molti diventano di colpo tolleranti nei confronti della
quelle fossero state sentite. verit. Molti intendono la tolleranza nel senso che ognuno
La mia concezione di fondo riguardo a Rudolf Steiner ha la sua opinione personale e soggettiva, e che non deve
che in lui il Cristo ha regalato allumanit una persona e esistere una verit oggettiva. Per costoro tollerare signifi-
il Cristo ha ben il diritto di farlo che afferma solo quel- ca che tutte le opinioni sono ugualmente vere perch u-
le cose su cui il suo giudizio, grazie alla percezione sensi- gualmente false. Intollerante per loro chi sostiene che
bile e a quella sovrasensibile, maturato a un punto tale c una verit oggettiva, valida e vincolante per tutti, co-
da dargli lassoluta certezza che quanto dice vero. E io noscibile a tutti.
posso dire in tutta onest di aver letto pi o meno tutto ci Invece, la verit non mai una pura questione di s o
che di Rudolf Steiner accessibile allumanit odierna. no, la verit il modo in cui lo spirito umano si sforza di
Egli ha sempre aggiunto che su ogni cosa detta ci sarebbe scandagliare la realt per comprenderla sempre meglio. E
ancora moltissimo da dire, poich ogni fenomeno ine- sono convinto che lassioma fondamentale del cristiane-
sauribile. Ha sempre sottolineato che non gli si deve mai simo sia lo stesso dellAntroposofia, e cio che la realt in
credere ma si deve verificare tutto, nella certezza che ogni tutte le sue manifestazioni inesauribile.

25 26
verace colui che si sente sempre per strada alla ri- cos e solo cos. Dice: guarda, questo fenomeno pu esse-
cerca della verit, perch di volta in volta riesce a cogliere re osservato da questo lato, e allora si presenta cos. Ma
solo una piccola parte del tutto, e vuole vederla anche da se lo osservi da un altro lato, avr questaltro aspetto.
questaltra angolazione, e da questaltra e da unaltra anco- Guardalo da un altro lato ancora, e di nuovo presenter
ra. Quello che oggi, ancor pi di venticinque anni fa, mi una forma differente. Mai come in Rudolf Steiner, per
fa innamorare della scienza dello spirito di Rudolf Steiner esempio, ho trovato una descrizione cos multiforme
il fatto che non diventa mai sistematica, che non chiude dellEssere del Cristo, del suo operare e del modo in cui
mai gli orizzonti. Ogni volta che termino di leggere una celebra il suo Ritorno fra gli uomini. Lo spirito umano
conferenza di Steiner e giro la pagina, trovo una nuova pu gioirne allinfinito.
conferenza in cui affronta la realt di cui sta parlando da Per questo ritengo che nella scienza dello spirito di
un punto di vista completamente diverso. Gli errori sono Rudolf Steiner lerrore sia escluso in linea di principio dal
sempre delle unilateralit di pensiero e unaffermazione metodo stesso. Steiner chiama questo metodo lo sforzo di
unilaterale errata nella misura in cui nega o esclude guardare tutte le cose da punti di vista sempre nuovi. Dato
espressamente un lato o un aspetto qualsiasi della realt. che la realt in tutti i suoi fenomeni inesauribile, nella
Ho dovuto lasciare la Chiesa cattolica perch avevo la ricerca della verit bisogna evitare non uno, ma due sco-
sensazione che la fede cattolica o lorizzonte di verit gli. Il primo quello del dogmatismo, che presume di
cattolico avesse una determinata estensione, ma che la poter gestire tutta la verit con un paio di concetti astratti;
scienza dello spirito fosse completamente aperta su tutti i il secondo lo scoglio del relativismo, che ritiene che
fronti. tutto sia unicamente soggettivo, che esistano solo delle
Quando avete due cerchi concentrici, uno pi grande e opinioni e nessuna verit oggettiva.
uno pi piccolo mi perdonerete se lo dico cos, non Rudolf Steiner percorre la via di mezzo: per lui esiste
presunzione, se la verit , allora quello pi piccolo una verit oggettiva, ognuno pu avvicinarsi sempre pi ad
dovr condannare e tacciare di eresia quello pi grande, essa, ma sar sempre in cammino, poich la ricerca della
poich non lo comprende. Ma non succeder mai che il verit non finisce mai. Si tratta di comprendere aspetti
cerchio pi grande tacci di eresia quello pi piccolo, sempre nuovi della realt nella sua oggettivit e di armo-
poich lo comprende in s. nizzarli con ci che si gi trovato. come un grande
Non ho mai dovuto negare neanche un frammento di edificio o un grande albero che possono essere fotografati
vero cattolicesimo, tutto diventava per me sempre pi da varie angolazioni. Sarebbe assurdo dichiarare che le
grande e profondo. Steiner non dice mai: le cose stanno varie foto non sono vere, o che sono errate, solo perch

27 28
sono diverse le une dalle altre. Basta solo combinarle fra tare decisivi per il proprio destino cos che diano scopo e
loro in modo da ottenere il quadro completo. Lesperienza direzione alla vita, dipende solo dal singolo individuo. Il
che si fa leggendo Steiner che ogni realt viene descritta primo levento cristico mi pare che rappresenti la
da punti di vista sempre nuovi. I nuovi punti di vista ven- forma pi pura dellamore per lessere umano, mentre il
gono percepiti come veri non solo perch non entrano in secondo la scienza dello spirito di Rudolf Steiner
contraddizione con quelli vecchi, ma soprattutto perch mi sembra che sia il fenomeno puro della coscienza pen-
permettono di vederli sotto una nuova luce. come sante. Insieme mi pare siano in grado di consentire al
quando si scala una montagna: pi vasto il panorama, singolo individuo lesercizio della libert e dellamore.
pi le singole percezioni vengono inserite in un contesto
globale, e pi si conosce la verit della montagna, si ha
cio una riproduzione fedele, anche se non completa,
della sua realt. La ricerca incessante della verit rende lo
spirito versatile e libero.

Al termine del lavoro redazionale sulle conferenze di


Rudolf Steiner presentate in questo libro mi sono detto:
adesso hai fatto tutto quel che potevi per renderle accessi-
bili alluomo doggi; ci non significa comunque che
Rudolf Steiner si sia trasformato in una lettura facile e
divertente. Oggi come ieri il lettore non pu restare passi-
vo, non pu assumere un atteggiamento di semplice rice-
zione; deve invece attivare il suo pensiero, deve applicar-
si, dato che gli viene richiesto di dimostrare nei confronti
dei contenuti quel profondo interesse che pu nascere
solo da unardente sete di conoscenza.
Mi sembra che la scienza dello spirito di Rudolf Stei-
ner abbia un fattore in comune con levento verificatosi
sulla Terra duemila anni fa: la decisione di ignorare en-
trambi i fenomeni, di non notarli neppure, o di farli diven-

29 30
31 32
Rudolf Steiner
Tre conferenze tenute a Basilea

I.

La scienza dello spirituale


in rapporto allo spirito
e al controspirito del nostro tempo
Basilea, 4 maggio 1920

II.

Lanima e il valore morale delluomo


alla luce della scienza dello spirito
Basilea, 5 maggio 1920

III.

Le energie spirituali e morali


dei popoli contemporanei
alla luce della scienza dello spirito
Basilea, 6 maggio 1920

33 34
I.
La scienza dello spirituale
in rapporto allo spirito
e al controspirito del nostro tempo
Basilea, 4 maggio 1920

35 36
In queste tre conferenze desidero fornire da un certo pun- re verso unosservazione della cultura attuale, alla luce
to di vista una specie di quadro riassuntivo delle intenzio- del punto di vista scientifico-spirituale.
ni del movimento scientifico-spirituale, di quel volere che Quando oggi si sente parlare a livello esteriore e su-
nasce dai compiti evidenti del presente e da quelli che perficiale, com conforme al gusto di molti nostri con-
possono essere riconosciuti come compiti dellumanit temporanei, di ci che il movimento spirituale il cui
*
per il prossimo futuro. simbolo materiale ledificio di Dornach , si ha subito la
Oggi, in una sorta di introduzione, vorrei fare delle os- sensazione che si tratti di qualcosa che va bene solo per i
servazioni sulla natura della scienza dello spirito a orien- giorni di festa.
*
tamento antroposofico e sulla necessit di un movimen- Durante la settimana, infatti, gli uomini sono occupati
to scientifico-spirituale allinterno della vita culturale del a svolgere le attivit utili, che sottostanno a regole, che
presente. forse per via di qualche avvenimento hanno evidenziato
Domani vorrei mostrare soprattutto come questa scien- per quattro o cinque anni una forte irregolarit, ma che
za dello spirito porti ad una conoscenza pi profonda, pi adesso vengono rimesse in piedi riparando ci che stato
vivace dellanima e dello spirito umani, e da l ad un ap- distrutto. Non si ha per la sensazione che quel che ha a
profondimento della coscienza morale. Desidero anche che fare con le incombenze quotidiane dellumanit possa
spiegare in qual modo questa scienza dello spirito si sente nascere per mezzo di un movimento spirituale.
in dovere di porsi nei confronti delle confessioni religiose Ecco allora che si formata lopinione che tutto ci
del nostro tempo. che esteriormente viene rappresentato dalledificio di Dor-
E infine, nella terza conferenza, vorrei far vedere co- nach sia per lappunto un movimento settario, che voglia
me la catastrofe attuale della guerra provenga dalle pecu- essere una sorta di nuova religione, e al massimo si lascia
liarit psicologiche dei popoli sparsi sulla Terra al giorno che a cercare di combattere un movimento di questo ge-
doggi come esse siano sorte dallevoluzione storica di
questi popoli. Intendo per cos dire procedere partendo da *
Il Goetheanum stato eretto a Dornach, vicino a Basilea.
una caratterizzazione della scienza dello spirito per anda- Rudolf Steiner si adoper affinch la struttura artistica rendesse
tangibile la fertilit della sua scienza dello spirito per il rinnova-
mento di tutte le arti. In questo senso considerava il Goetheanum
*
questo il nome che Rudolf Steiner d alla sua antroposofia. il simbolo materiale della sua scienza dello spirito. Sosteneva
Questa parola dal greco nthropos, uomo, e sopha, saggezza con coerenza che la costruzione appartiene allumanit intera. In
significa una saggezza ottenuta dalluomo stesso: grazie alla co- questo senso, in occasione della conferenza del 26 aprile 1920 a
noscenza delluomo porta alla conoscenza del mondo. Basilea, ha affermato che ledificio di Dornach non propriet
di nessuno nel vecchio senso della parola.

37 38
nere in tutti i modi possibili siano coloro i quali, con un formare la vita sociale si sono gi rese conto di ci che
certo fanatismo generato da questo o da quel motivo, desidero portare ora alla vostra attenzione. Ma non lhanno
aderiscono al passato. notato in modo da coglierne laspetto essenziale.
Ora, cari ascoltatori, oltre a tutto il resto desidero farvi Se osserviamo diversi movimenti del XIX secolo che a
notare proprio oggi, allinizio di queste considerazioni, partire dalla met del secolo hanno tentato di introdurre la
che nelle ultime settimane il movimento spirituale che qui valuta aurea come valuta unica al posto del bimetallismo,
definiamo a orientamento antroposofico ha cominciato a che era lunit monetaria fissata in termini sia doro che
svolgere delle attivit decisamente pratiche. Come in altri dargento, possiamo notare che questi seguaci del cosid-
luoghi, anche qui si sta facendo qualcosa di assolutamente detto monometallismo affrontavano la questione da un
pratico nel momento in cui si cerca per quanto possa punto di vista ben preciso. Dicevano e lo si pu ricava-
sembrare paradossale quando si parla a nome di un mo- re dagli innumerevoli verbali dei parlamenti europei
vimento scientifico-spirituale di contrapporre unistitu- che sotto linflusso della valuta aurea, unica in tutto il
zione al degrado della vita attuale, mediante una societ mondo civile, si sarebbe dovuto sviluppare il libero scam-
per azioni volta alla promozione di valori economici e bio come portatore effettivo della libera vita economica,
spirituali. che non deve essere pregiudicata da nessun genere di
Intendiamo a breve scadenza dare il via ad attivit mol- barriere doganali, dazi protettivi e cos via. Si parlato in
to pratiche. Vogliamo mostrare come quello a cui diamo il tutte le sfumature possibili di questa incentivazione al
nome di movimento scientifico-spirituale a orientamento libero scambio per mezzo del monometallismo, della
antroposofico non sia affatto una serie di prediche della valuta aurea.
domenica pomeriggio, bens qualcosa di intimamente Ma che cosa accaduto sotto linflusso della valuta
connesso con ci di cui il nostro tempo ha bisogno, pro- aurea? Proprio laddove questa stata introdotta in manie-
prio anche in termini di nuovi impulsi provenienti dalla ra radicale si verificato lesatto contrario di quanto era
vita pratica. stato predetto dai valenti esperti di economia! Dappertutto
Permettetemi quindi di prendere le mosse da una de- emersa la necessit di ricorrere a dazi protettivi, Stati
scrizione che caratterizzi la vita pratica in alcuni suoi americani compresi. Ci significa che quasi tutti coloro i
aspetti fondamentali, e di poter cos definire a fondo le quali hanno disquisito sulla valuta aurea basandosi sulle
intenzioni della scienza dello spirito a orientamento an- loro conoscenze pratiche o di economia politica, si sono
troposofico. Anche certe persone che al giorno doggi, sbagliati a proposito di qualcosa che era radicato nella
per motivi pi o meno ideologici e utopici, vogliono ri- realt.

39 40
A questo punto ci si pu chiedere: ma allora quegli in- ta dal giudizio di questi sedicenti esperti. Il risultato di
dividui erano tutti stupidi? Erano privi di qualsiasi tipo di tutto ci che negli ultimi cinque o sei anni lumanit
logica? Hanno capito cos poco della vita, al punto che si stata improvvisamente colpita da una disastrosa catastro-
verificato lesatto contrario di quel che avevano previ- fe, ancora ben lungi dallessersi conclusa.
sto? Io non sono dellopinione che gli individui che si La nascita di una scienza dello spirito a orientamento
sono occupati di libero scambio nel XIX secolo fossero antroposofico stata indotta dallosservazione di questo
tutti degli stupidi; al contrario, ritengo che siano state fatto. questo il motivo per cui, proprio da parte di chi ha
persone piene di acume, che si siano espresse con una fatto valere questa scienza dello spirito a orientamento
logica sottile e che ciononostante non abbiano colto antroposofico, va costantemente richiamata lattenzione
nel segno riguardo alla realt! sulle manifestazioni pratiche di questa scienza stessa.
Quello di cui non ci si rende conto quando oggi si di- So bene come singoli individui, compreso il piccolo
scute su un tale argomento appunto il fatto che si pu gruppo di Basilea, si siano stupiti quando molti anni fa ho
essere molto in gamba riguardo al modo di pensare for- fatto notare che abbiamo cominciato con unattivit per
matosi nel mondo civile nel corso degli ultimi tre o quat- cos dire semipratica, e cio mettendo in scena dei dram-
tro secoli, e tuttavia non essere aderenti alla realt nel mi misteriosofici. Diversi mistici lhanno considerata
proprio giudizio; che ci si pu ritenere grandi esperti ep- una cosa da non fare, poich ci si impegna in una certa
pure dare i consigli pi inesperti. E in fin dei conti negli direzione, in misure che si costretti a prendere su cose
ultimi decenni sono stati questi consigli incompetenti a esteriori.
condurre lumanit ad una terribile catastrofe. Ma io ho detto: il mio ideale sarebbe non solo di met-
in Germania che si potuto vedere in particolare tere in scena dei drammi, ma di sviluppare unattivit
come la gestione pubblica sia stata gradualmente affidata bancaria per permeare proprio lelemento pi pratico
al giudizio dei grandi o piccoli dirigenti commerciali e della vita con quel modo di pensare che necessario se si
industriali dello stato. Gli altri sono diventati pi o meno vuole esercitare una proficua scienza dello spirito. Per
dipendenti dai dirigenti commerciali e industriali. Lin- ragioni oggettive dovevo restare convinto che i risultati a
fluenza di costoro stata molto pi grande di quanto si cui aspira la scienza dello spirito non si raggiungono con
voglia ammettere. Solo durante la guerra si visto come un pensiero malsano e miope, bens con un pensiero sa-
tutto abbia dato ascolto ai giudizi di queste parti e come no, avveduto, dotato di presenza di spirito. E che si pu
tali giudizi si siano rivelati fatali. E in ci si potuto ve- imparare tramite la scienza dello spirito ad educare il
dere che tutta la vita pubblica in un certo senso costitui- pensiero, come non stato possibile nella concezione

41 42
materialistica degli ultimi secoli, cos che quel pensiero Ma per vedere chiaramente in questa direzione ne-
sano, che necessario allesercizio della scienza dello cessario dedicare oggi almeno ancora un paio di parole a
spirito nel senso in cui la intendiamo qui, ci permette di ci che ho sviluppato nel corso degli anni sulla natura
acquisire un atteggiamento pratico nei confronti della della scienza dello spirito a orientamento antroposofico.
vita. Questa scienza prende le mosse dallattivit interiore
Vorrei dire che una sana gestione della vita come un umana pi profonda, per fare proprio di essa il metodo di
effetto collaterale, scontato, delloccuparsi della scienza ricerca scientifico-spirituale.
dello spirito. Se vogliamo acquisire una comprensione E mentre ci che risiede nel profondo della natura
non nebulosa ma oggettiva e vera della natura del mondo umana come attivit, come essenza, viene studiato per
per mezzo della scienza dello spirito, siamo costretti a mezzo di questa scienza dello spirito, lattenzione delluo-
sviluppare un pensiero che non sia vago e nebuloso, ma mo viene nel contempo richiamata sullintero universo,
che disponga di una chiarezza molto pi grande di quella sulluniverso naturale e su quello spirituale. Luomo rie-
a cui abituata la scienza del giorno doggi. sce a penetrare nelle profondit del mondo proprio mentre
Se sviluppiamo questo pensiero, se ci sforziamo di impara ad osservare oggettivamente le profondit del pro-
comprendere ci che la scienza dello spirito vuole che si prio essere.
capisca, educhiamo automaticamente il nostro pensiero in Nel vissuto delluomo la scienza dello spirito deve
modo da riuscire a pensare con correttezza e oggettivit prendere le mosse da due cose:
anche negli ambiti pratici della vita, senza pi rischiare di
prima di tutto da unulteriore evoluzione della vita
prevedere che il monometallismo favorir il libero scam-
intellettiva e
bio, quando i fatti sono tali per cui la valuta aurea provo-
secondariamente da unulteriore evoluzione della vita
cher allopposto i dazi protettivi.
volitiva.
Proprio da questa concezione del mondo a cui diamo il
nome di antroposofia nasce una vera praticit, la capa- In un certo senso noi sviluppiamo ci che vita del pen-
cit di immergersi nella realt, al contrario del materiali- siero per la vita pratica nel mondo esterno o anche per la
smo, che tende ad intellettualizzare, ad osservare il mon- scienza corrente; e sviluppiamo la volont nella misura in
do in modo puramente esteriore, rimanendo cos infecon- cui veniamo coinvolti dalle condizioni sociali che si ven-
do ad eccezione dellunico campo in cui riuscito ad gono a creare spontaneamente.
essere produttivo, dove passato di trionfo in trionfo: La scienza dello spirito porta a riconoscere che, pro-
nellambito della tecnica. prio come possibile far crescere le energie ancora non

43 44
sviluppate del bambino, di modo che da adulto possa inse- zione e non si osserva ci che in concomitanza con essa si
rirsi nel mondo col suo pensare e col suo agire, possibi- verifica come una completa trasformazione dellintera
le sviluppare ulteriormente il pensiero e la volont quali costituzione dellanima nel bambino.
usati con tutta comodit per la vita ordinaria e per la Fino al cambio dei denti il bambino vive praticamente
scienza. in modo da avere come istinto pi profondo limitazione
Per conseguire questo obiettivo per necessario ac- di ci che avviene nel suo ambiente ad opera degli esseri
quisire prima di tutto una corretta conoscenza dellessere umani, e precisamente ad opera di quelle persone con cui
umano. Occorre procurarsi la possibilit di osservare luo- cresciuto per via di parentela o di educazione. Possiamo
mo nel suo divenire. capire ogni movimento della mano compiuto dal bambi-
Si dovr imparare ad osservare luomo in evoluzione, no, se sappiamo che il bambino si affida incondizionata-
come lo richiede una riforma della pubblica istruzione. La mente alle persone del suo ambiente. In fin dei conti ogni
pedagogia attende di venir riformata, e lo si far quando gesto unimitazione, anche se talvolta lessere che imita
ci si render conto che gran parte del caos sociale dei si nasconde. Chi per sa osservare, nota che ad esempio
nostri giorni dipende proprio da una pubblica istruzione anche nella formazione del linguaggio presente un adat-
fuori strada. tamento, unaggregazione imitativa allambiente.
Una riforma pedagogica non sar tuttavia possibile se Vediamo quindi come il bambino nei primi anni di vita
prima non si sar osservato con effettiva cognizione di sia un imitatore. E mentre osserviamo il bambino in que-
causa il bambino che cresce, luomo in evoluzione che in sto modo e vediamo come di settimana in settimana, di
ogni singolo esemplare rappresenta un enigma che in un mese in mese, di anno in anno cresca dallinteriorit pi
certo senso chiede di essere decifrato. profonda ci che poi si trasmette alla figura, al gesto, al
Osserviamo bene il bambino in evoluzione: che mera- movimento e allazione, al suono articolato al pensiero;
vigliosi fenomeni ci si presentano se lo guardiamo nelle quando osserviamo ci nel bambino, ci rendiamo conto
prime settimane, nei primi mesi, nei primi anni della sua se non ci possibile diversamente possiamo cominciare
crescita! Se davvero non distogliamo lo sguardo da ci che col prenderlo come unipotesi di come lelemento
accade di settimana in settimana, di mese in mese, di anno animico-spirituale lavori su quello fisico.
in anno, ma ci immergiamo in questo uomo in divenire, E immergendosi in una tale osservazione, nel verificare
che avvenimenti cosmici miracolosi ci si presentano! come lelemento animico-spirituale lavora su quello fisico,
Per esempio, di solito si considera solo esteriormente non si pu far altro che rilevare fin nel pi intimo questo
un avvenimento come la comparsa della seconda denti- lavorio dellelemento animico-spirituale su quello fisico.

45 46
Ci si dir allora: con la comparsa dei denti permanenti lavorava alla formazione dei denti. Unattivit organica
al posto di quelli di latte intorno ai sette anni accade qual- ha subito per cos dire una metamorfosi, si trasformata
cosa di importante in tutto lorganismo. In un certo senso in unattivit animico-spirituale, e in quanto tale continua
questo cambio dei denti rappresenta un punto finale. Ci ora a vivere nelluomo.
che emerso con la seconda dentizione a quel punto Vedete, da queste cose che prende le mosse, in modo
qualcosa di compiuto. rigorosamente metodico, la scienza dello spirito a orien-
E che cosa compare nel bambino al termine della se- tamento antroposofico. Essa dice: si provi ad osservare
conda dentizione? Chiunque si ricordi della propria infan- con quale intensit agisce nellorganismo nei primi sette
zia pu rilevare che da quel momento le rappresentazioni, anni di vita ci che in seguito attivo come lavoro di
che prima erano in un certo senso fugaci, che andavano e puro pensiero e di memoria.
venivano, che erano caotiche, hanno cominciato ad assu- Ora ci si proponga di accogliere questa rafforzata atti-
mere contorni pi nitidi, a formarsi in modo fisso, al pun- vit pensante e rappresentativa, cercando di far lavorare
to da cristallizzarsi, per cos dire, e diventare poi ricordi nella propria anima non solo la mutata attivit animico-
duraturi. spirituale degli anni successivi, ma lattivit pi forte che
A dire il vero ci sono persone in cui la capacit mne- riuscita a far spuntare i denti, non solo a trasformare i
monica compare gi prima, ma i ricordi dai contorni pre- pensieri in ricordi: questultima attivit solo una parte di
cisi, i ricordi che prendono la forma di pensieri, si presen- quella pi rozza, pi vigorosa, che dura fino al settimo
tano solo a quellet. E chi osservi questa sequenza di anno. Questa attivit pi forte viene riconquistata median-
fatti non potr fare a meno di dirsi: gi, la stessa attivit! te ci che la scienza dello spirito a orientamento antropo-
Fino alla seconda dentizione era unattivit animico- sofico chiama meditare.
spirituale che faceva spuntare i denti, unattivit animico- Meditare non altro che un pensare pi rigoroso, un
spirituale che agiva sullorganismo. Ora che ha concluso pensare reso pi intenso, ulteriormente evoluto.
il suo compito nel primo campo dazione, si manifesta La meditazione di cui stiamo parlando consiste nel met-
come pura attivit animico-spirituale. Ora compaiono i tere con intensit al centro della coscienza un pensiero o
pensieri, i pensieri dai contorni ben definiti, quelli capaci una serie di pensieri per gli uni va bene questo, per gli
di suscitare ricordi. Ma prima che cosa facevano? altri quello; trovate informazioni pi precise nelle opere
Erano loro che lavoravano nellorganismo per far usci- Come si consegue la conoscenza dei mondi superiori?, La
re i denti! La stessa attivit che pi tardi allopera nel scienza occulta nelle sue linee generali, Lenigma delluo-
pensiero e nella memoria viveva prima nellorganismo, mo, Enigmi dellanima ecc. e nel divenire poi cos in-

47 48
tensamente attivi a livello animico-spirituale in questa serie A poco a poco si ha proprio la sensazione di imparare
di pensieri da esercitare non solo quellattivit di pensiero a pensare come si imparato a prendere in mano le cose o
astratta e intellettualistica, tipica della scienza e della vita a camminare, la sensazione che lattivit pensante sia
ordinarie, ma quellintensa attivit di pensiero che, se fos- qualcosa di indipendente dalluomo.
simo ancora bambini al di sotto dei sette anni, lavorerebbe Se ci si spinge fino ad unattivit pensante di questo
gorgogliante e ribollente nel nostro organismo. tipo, che pi intensa di quella ordinaria ed sviluppata
Ma mentre la esercitiamo come attivit animico-spiri- nella meditazione, unattivit di pensiero che ci fa sentire
tuale, lattivit pensante ci insegna a vivere con i pensieri interiormente che, se fossimo ancora piccoli, essa agireb-
come con realt. be persino sulla crescita, sulla formazione del corpo se
Si osservi latteggiamento degli uomini nei confronti si genera questo pensiero si scopre che cosa significa
del pensiero e del giudizio nella vita quotidiana o nella svolgere nel pensiero, nel rappresentare, unattivit libera
scienza comune: essi non se la prendono affatto calda! Un dal corpo.
individuo se la prende se amico di un altro e costui gli senzaltro vero che il pensiero ordinario del tutto
reca danno, prende a cuore il fatto che innamorato di legato al cervello. E ce ne rendiamo conto proprio nel
qualcuno, che ha sete o fame e cos via. Gli eventi della momento in cui facciamo lesperienza di questo pensare
vita interessano luomo, non altrettanto i pensieri. libero dal corpo, a cui ci si pu innalzare mediante levolu-
Attraverso la meditazione si impara a muoversi nel zione meditativa.
pensiero come ci si muove nella vita di tutti i giorni. E a Quando si viene a conoscere questo pensiero arbi-
poco a poco si finisce per fare lesperienza che attraverso trario come i movimenti delle mani e delle gambe che
questo meditare si compie un balzo nella propria vita vengono eseguiti sforzandosi, che affaticano e che dopo
interiore. un certo tempo devono essere smessi, proprio come si
Mentre nella vita ordinaria il mondo esterno fornisce deve interrompere ogni sforzo fisico quando si cono-
una specie di guida per i nostri pensieri, mentre tendiamo sce questo pensiero dallinterno, allora si fa una prima
ad abbandonarci ai pensieri che ci circondano nel mondo esperienza del pensiero creativo, dellimmaginazione
esterno a seconda che giungano attraverso ricordi di- creativa.
sordinati, emergano, svaniscano e cos via , il meditare Allora nelluomo si avverte la presenza di un essere
consiste nel portare i nostri pensieri a coscienza secondo che eterico-pensante, quello stesso che al momento
la nostra volont, nel maneggiare un pensiero cos come della nascita, o diciamo in occasione del concepimento,
si muove una mano quando si fa qualcosa. sceso dai mondi spirituali e ha collaborato da scultore, da

49 50
architetto, alla formazione del corpo umano. Veniamo cos Per rendervi conto dellimportanza di questa evolu-
a toccar con mano ci che lavora sul corpo umano, ritor- zione della volont vi basti pensare alla distanza che
nando in modo vivente alla nostra condizione di uomini esiste fra ci che definiamo il contenuto dei nostri ideali
prima di calarci in questo corpo fisico, prima di assumere morali, degli impulsi morali, e ci che sono gli eventi
la forma corporea che ci stata data per via della trasmis- della natura esteriori, che sono anche eventi naturali
sione ereditaria da parte di padre, madre ecc. nelluomo. Il cruccio della filosofia per lappunto
Facciamo cos unesperienza della nostra vita prenata- limpossibilit di inserire i cosiddetti ideali nel divenire
le o della vita anteriore al concepimento, unesperienza di della natura.
quella che era la nostra esistenza sovrasensibile prima Da un lato i geologi e gli astronomi descrivono come
dellattuale esistenza fisica. Grazie a unulteriore forma- la Terra, con tutto ci che fa parte del nostro sistema pla-
zione del pensiero, la nostra vita di uomini si estende oltre netario, abbia avuto origine da una nebbia primordiale in
la nascita e il concepimento. base a leggi eterne e ineluttabili, come questa si sia poi
Quello che vi sto raccontando proprio il risultato ga- spaccata, come si siano prodotte le piante e gli animali,
rantito di una ricerca rigorosa e metodica che segue le vie per arrivare fino alluomo. E poi seguono il tutto per for-
a cui ho accennato, proprio come un qualsiasi risultato mulare ipotesi su come un giorno si dissolver.
chimico. Ci che la chimica realizza in laboratorio o lastro- Ma riflettiamo: in questo mondo non ha posto il mon-
nomia in un osservatorio non meno sicuro di ci che do degli ideali, il mondo di ci che dobbiamo prefiggerci
scaturisce dallintimit della vita di pensiero fatta evolve- se vogliamo condurre unesistenza dignitosa, il mondo di
re ulteriormente e diventa conoscenza dellentit umana ci che esercita uninfluenza sulle azioni che compiamo.
sovrasensibile prenatale. Tutto ci che parla alla nostra coscienza non incide sul
semplicemente un pensiero pi evoluto quello che mondo della natura che ci presenta la scienza.
fornisce il metodo per penetrare nel mondo sovrasensibi- Eppure, cari ascoltatori, che significato ha tutto ci per
le. Questo pensiero d per anche la possibilit di dire il mondo della natura? Nellattuale concezione del mondo
qualcosa a proposito di questa vita prenatale. Ma di que- non si riesce a gettare alcun ponte fra lideale morale e
sto ci occuperemo domani pi da vicino. ci che si sviluppa naturalmente!
Ora desidero portare la vostra attenzione sullaltra re- Lastronomo e il geologo guardano ad uno stato finale
alt che luomo deve far sviluppare ulteriormente per della Terra, a quando tutto soccomber alla morte per
ascendere dalla conoscenza sensibile a quella sovrasensi- calore o, come sostengono altri, si coprir di ghiaccio e
bile. Questaltra realt la volont. cos via. Allora quella che adesso la vita terrena sar

51 52
una tomba colossale. E che ne sar di quelli che chiamia- do di vita nel cambiamento della voce, nel diverso timbro
mo ideali morali? Essi sono come il pensiero umano: assunto dalla voce.
sono pensieri che una concezione materialistica ritiene dei Cos che si impadronito del linguaggio? Se met-
fuochi fatui che esulano dal mondo della natura. tiamo in atto unosservazione spassionata scopriamo che
Chi prende le mosse dal punto di vista della scienza la volont!
dello spirito di cui stiamo parlando non teorizza su questi Come nei primi sette anni era la vita delle rappresenta-
ideali morali, ma cerca di approfondire la vita seguendo zioni ad assumere infine la forma di un pensiero in grado
un altro percorso. Cerca soprattutto di far entrare nellarbi- di ricordare, cos ora la volont che prende possesso
trio umano ci che di solito viene considerato dalluomo dellorganismo e dora in poi pervade il linguaggio in qua-
come qualcosa cui ci si abbandona passivamente. lit di libero arbitrio, mentre fino ai quattordici o quindici
E di nuovo losservazione imparziale del secondo pe- anni il ragazzo non era libero nel linguaggio, ma e lo si
riodo della vita umana, quello compreso fra la seconda pu provare subiva linflusso del suo ambiente.
dentizione e la maturit sessuale, ci aiuta a capire che Possiamo quindi dire che nel secondo periodo della vi-
cosa intendo dire. ta gli organi vengono formati da quella che successiva-
Vediamo come nel bambino fra i sette e i quattordici mente si manifesta come volont.
anni si sviluppino a poco a poco determinate forze che E sorge nelladolescenza, a diciassette, diciotto anni,
raggiungono il culmine intorno ai quattordici-quindici an- la volont libera che prosegue fin oltre ai ventanni, in-
ni. Vediamo sorgere dapprima lamore individuale, nonch fiammando il giovane di ideali. diventato libero lele-
tutto ci che in relazione con la riproduzione sessuale. mento che ha lavorato su ci che in seguito si manifester
Ma di solito non notiamo come fra i sette e i quattor- come amore sessuale, come amore umano. Ci che diven-
dici, quindici anni sia allopera un elemento animico- ta libero dopo la maturit sessuale, dopo i quattordici o
spirituale non meno che nei primi sette anni di vita, e che quindici anni, ha lavorato sullorganismo fino ai quattor-
questo trova il proprio compimento nel liberarsi e in dici, ed la volont: prima quella legata allelemento or-
un certo senso staccarsi dallattivit organica allo sca- ganico e poi quella indipendente.
dere dei quattordici-quindici anni. Partendo di nuovo da l, prendendo in mano levolu-
Se osserviamo il ragazzo nella sua evoluzione nelle zione della volont e rendendo attivo ci che di solito
ragazze ci avviene in modo leggermente diverso, pi luomo vive passivamente, vedremo che nellinteriorit
animico, ma qui non abbiamo modo di spiegarlo appro- umana si sviluppa una seconda, ben specifica forza ani-
fonditamente troviamo la conclusione di questo perio- mico-spirituale.

53 54
Si pu farlo osservando come possibile dirsi: se ti proprio come si prova avversione per qualcosa dal sapore
volti indietro a considerare la tua vita, ti accorgerai che di sgradevole. Ci che di solito fluttua ad altezze astratte si
anno in anno cosa che viene poco notata o comun- avvicina intimamente a ci che vive nel gusto, nellolfatto.
que di decennio in decennio sei diventato un altro. Lesi- Si comincia ad avvertire che anche quando si solleva
stenza, le condizioni esteriori, i dolori, le gioie, tante cose semplicemente un braccio, lo scopo che ci si prefigge
hanno influsso sulla vita. Ognuno di voi si chieda se nel operante nel metabolismo del braccio.
corso dei decenni non diventato un altro. Non una In altre parole, quando si prende attivamente in mano
cosa in nostro potere, la vita plasma e leviga ogni uomo, la propria evoluzione umana si prova la sensazione che
trasformandolo di volta in volta in un altro. lelemento animico-spirituale compenetri quello fisico-
Il metodo scientifico spirituale consiste appunto nel corporeo e operi in esso.
prendere in mano la propria evoluzione anche in questo Come nel pensiero, sviluppandolo oltre, ci si libera dal
campo, per esempio nel prendere pi seriamente del solito corpo, cos attraverso levoluzione a cui sto accennando si
gli ideali di vita morali, nellassimilarli, nel verificare assorbe ci che attivo nellorganismo dai sette ai quat-
come sia possibile organizzare qualcosa che ci proponia- tordici, quindici anni cos intensamente che lamore non
mo di fare in modo da volerlo cos come si vuole il cibo agisce pi solo come fa normalmente nella vita, sociale o
quando si ha fame. individuale, ma come fa quando plasma organicamente il
Ci possibile! Si pu arrivare a far s che quelle che nostro corpo.
sono di solito solo idee morali astratte diventino come un Se ora si applica quellintensit dellamore alla propria
istinto, come un impulso interiore. Allora ci che di soli- auto-educazione, si consegue nella volont ci che abba-
to, come vi ho detto, aleggia oltre la natura di cui non stanza forte per operare anche dopo che questo corpo sar
si capisce leffettivo significato si avvicina al divenire stato riconsegnato alla Terra o agli elementi.
umano interiore, organico. Una volta capito come la volont abbia il potere di
S, anche se a molti potr sembrare paradossale, arriva agire sul corpo, come essa non ponga dentro di noi solo
un momento in cui su un individuo gli impulsi morali degli impulsi morali astratti, ma ci induca invece a sentire
agiscono come le vivande sul gusto. in noi gli impulsi morali nello stesso modo in cui il gusto
Non si ha pi una sensazione astratta rispetto a un ci fa provare il sapore dei cibi, allora si anche compreso
qualcosa che si considera buono o cattivo, ma si sviluppa che il volere interviene nellesistenza naturale umana cos
unantipatia interiore nei confronti di qualcosa di moral- come interviene in tutto lessere naturale delluniverso.
mente obbrobrioso o malvagio o anche solo riprovevole, Allora, grazie a questaltro aspetto dellevoluzione inte-

55 56
riore, si ottiene la possibilit di capire cosa c dopo la re pochi o tanti, non importa. Leggendo il mio libro Come
morte. si consegue la conoscenza dei mondi superiori? vi rende-
Come attraverso levoluzione della vita del pensiero si rete conto che ognuno pu diventare scienziato dello spi-
comprende la vita prenatale come qualcosa di sovrasensi- rito fino a un certo punto, pu porsi in grado di guardare
bile ed eterno, cos attraverso levoluzione della volont nellessenza del mondo sovrasensibile, basta solo che
si comprende la vita dopo la morte. sviluppi i suoi talenti naturali.
Tramite le indagini della scienza dello spirito, ci che Forse per alcuni risulta impossibile diventare scienzia-
luomo sperimenta nel mondo fisico si estende oltre que- ti dello spirito in questo senso, perch a questo scopo
sto mondo, ma non cos che egli si limiti a speculare al di sono necessarie tante cose a cui luomo non sempre pu
l del mondo fisico, bens in maniera che debba mettere mirare nella vita comune. Pensate solo al tempo che deve
in atto, per giungere davvero alle mete che ho descritto, passare in laboratorio, lontano da tutto il resto, alle cose a
una vita del pensiero e della volont collegate con la cui deve in un certo senso rinunciare chi studia da chimico.
realt. Lo stesso avviene per ogni altra attivit umana.
Si sviluppa la vita intellettiva in maniera da sentirla Pensate solo a cosa significhi dover acquisire familia-
nelle forze in cui essa ci plasma al momento del nostro rit con un mondo completamente diverso da quello in cui
ingresso nella vita. Si afferra la vita volitiva in una realt viviamo ogni giorno dal momento del risveglio fino a che
cos intensa come quella che continua ad agire anche ci corichiamo, un mondo con leggi assolutamente diverse,
quando il nostro corpo, con tutti i suoi istinti e impulsi che tuttavia agiscono, seppur invisibilmente, anche nella
naturali, si sar decomposto. nostra realt ordinaria. Luomo che indaga questo mondo
Una volta conseguiti questi obiettivi si ottiene qualco- spirituale ne riceve unimpronta che nello stesso tempo
sa che pu presentarsi come il contenuto della mia Scien- fonte di dolore, di sofferenza.
za occulta. Come dal punto di vista di una scienza natura- Ogni vero scienziato dello spirito vi dir che accoglie
le si pu parlare dellaspetto esteriore del mondo, cos con gratitudine ogni gioia procuratagli dalla vita e che
possibile parlare di quello interiore. desidera sempre rivolgere unumile preghiera di ringra-
Per comprendere la scienza dello spirito non occorre ziamento alle potenze cosmiche per tutta la gioia che gli
che tutti diventino scienziati spirituali. Lintelletto umano stato concesso di provare. Ma le sue conoscenze non le
spassionato porta da s alla comprensione di questa deve alle gioie, che in un certo modo narcotizzano la vera
scienza. Non c nessun bisogno di discutere su quanti essenza della vita, le conoscenze le dobbiamo alla
scienziati dello spirito ci saranno in futuro. Potranno esse- sofferenza. E, come vi ho spiegato oggi, sono proprio

57 58
sofferenze pi profonde ad attraversare la nostra anima della vita esteriore, leggi che non possibile venire a
quando siamo saliti di un determinato gradino nelluscire conoscere nel mondo esterno, ma solo grazie alla cono-
dal mondo sensibile. scenza di quello sovrasensibile, poich da esso dipende
Poi viene il resto. Pensate un po a questo, che io stes- tutto ci che sensibile.
so ho detto: il pensare diventa qualcosa di simile allaffer- Per questo ho ripetuto gi diverse volte che la scienza
rare o al camminare, diventa dipendente dalla volont dello spirito di cui vi parlo vedr realizzati i suoi ideali
delluomo. In genere siamo abituati a pensare involonta- soprattutto quando sar in grado di intervenire nei vari
riamente, a lasciare che i pensieri scorrano in modo au- ambiti pratici della vita.
tomatico. Ma, perlomeno quando si indaga a livello spiri- Cos per esempio ho sempre sostenuto che questo ide-
tuale, il pensiero deve trasformarsi cos da sottostare alla ale antroposofico verrebbe concretizzato in maniera parti-
nostra volont, proprio come quando decidiamo di muo- colare se fosse possibile parlare con dei medici del ruolo
vere gambe e mani. che la scienza dello spirito potrebbe assumere in un pro-
Ora limportante imparare a distinguere nettamente cesso di rinnovamento della medicina. Nel frattempo
e lo si impara, se si viene guidati sul giusto percorso questo si realizzato: a Dornach si tenuto un corso per
nellindagine spirituale , occorre imparare ad operare medici e studenti di medicina sugli apporti che questa
una chiara distinzione fra la vita che si deve condurre nel scienza dello spirito a orientamento antroposofico potreb-
mondo fisico e quella che ci conduce nel mondo spiritua- be fornire alla scienza medica.
le. Qui nel mondo fisico infatti bisogna saper vivere come In verit, tutto ci che agisce positivamente sulle atti-
tutti gli altri. vit pratiche della vita sta pi a cuore a questa scienza
I veri studiosi dello spirito non sono quelli che per una dello spirito a orientamento antroposofico che non linsul-
certa presunzione o per autogodimento perdono il contat- so polemizzare con chi, per ottuso fanatismo o peggio
to con la realt, sono colmi di abnegazione mistica e ancora, animato da una generica avversione nei confronti
disprezzano la vita, si isolano dal resto dellumanit, in- di ogni progresso umano, diffonde calunnie allo scopo di
dossano gli abiti pi strani e cos via, oppure dicono: noi far passare questa scienza dello spirito per una setta reli-
apparteniamo ad una gena completamente diversa. I veri giosa.
ricercatori spirituali sono quelli che non lo danno a vede- A coloro i quali prendono sul serio questa scienza del-
re, perch sono inseriti nella vita esteriore esattamente lo spirito non interessa la polemica con le confessioni
come gli altri, e risultano addirittura ancora pi pratici, religiose, quanto piuttosto un serio lavoro in tutti i settori
poich hanno una profonda comprensione delle leggi reali pratici della vita. soprattutto questo che si vuole realiz-

59 60
zare a Dornach, e quindi le ciance che si sollevano da indagatori dello spirituale, fa parte a sua volta delle cose
ogni parte sono semplicemente grottesche. Si cerchi di che forse, come molte altre, non sono da tutti.
conoscere ci che davvero vogliamo fare e si vedr che si tuttavia sufficiente che quanto viene comunicato in
tratta di qualcosa di completamente diverso da quello che termini di risultati dai singoli ricercatori spirituali venga
viene presentato da gran parte della stampa. semplicemente accolto dal buon senso umano.
Ecco di che si tratta: che il metodo descritto, che per- La scienza dello spirito non teme di non essere com-
mette alluomo di penetrare pi profondamente nel pro- presa da chi pensa in maniera spassionata. Al contrario, sa
prio essere, lo fa entrare pi profondamente anche nella bene che quanto pi la si avvicina senza pregiudizi, quan-
realt nel mondo. to pi la si accosta in maniera oggettiva e scientifica, e
Da un lato impariamo a conoscere la realt che ci con- meno da dilettanti, tanto meglio verr capita. Essa richie-
duce allesistenza e dallaltro quella che ci porta fuori da de anzi un approccio il pi rigoroso e serio possibile.
essa. In questo modo si ha la possibilit di guardare alla Allora si noter che non si pu pi parlarne come si fa
vita in modo pi profondo. quando la si conosce solo superficialmente.
Al giorno doggi gli uomini si passano accanto senza Il buon senso umano pu accettare ci che gli si mani-
avere la pi pallida idea di quale influsso gli uni eserciti- festa sotto forma di risultati scientifico-spirituali, ma al
no sugli altri, non solo per quanto riguarda gli influssi buon senso umano viene avanzata una certa richiesta che
trasmessi a livello di fisicit esteriore, ma anche di quelli al giorno doggi non fa ancora piacere. Ma proprio perch
che passano di anima in anima, di spirito in spirito. Gli questo requisito non piace, si precipitati nella catastrofe
esseri umani hanno quasi paura di pensare a questi effetti che lumanit ha dovuto sopportare negli ultimi cinque o
che lanima e lo spirito esercitano su anima e spirito. Ma sei anni.
finch non ci si render conto di come gli esseri umani si Vedete, se oggi si prendesse e si leggesse la mia
influenzino reciprocamente come esseri spirituali, non ci Scienza occulta con la disposizione danimo che va per
si potr fare unidea giusta di quello che il mondo so- la maggiore, allora essa risulterebbe uggiosa, allora avreste
vrasensibile. anche il diritto di parlarne male. Essa infatti non in
Il ricercatore spirituale deve assolutamente abituarsi a grado di dirvi la stessa quantit di cose che vi vengono
osservare il mondo spirituale senza pregiudizi, continuan- dette quando vi sedete in un cinema e osservate le im-
do altres ad occupare il proprio posto nel mondo visibile. magini scorrere davanti ai vostri occhi, situazione in cui
Questa necessit di regolamentare la vita in questo mondo non dovete lavorare molto, ma in cui potete restare pas-
in modo del tutto diverso, molto pi cosciente, quando si sivi. Quando assistete ad una conferenza in cui vengono

61 62
mostrate diapositive potete anche dormire e negli inter- definirli? fanfaroni, forse? che hanno millantato di
valli dedicare passivamente la vostra attenzione alle im- prevedere tutto ci che sarebbe accaduto nella vita eco-
magini. nomica e in altri ambiti, e che hanno distrutto la vita nel
Ben altra cosa avviene in una conferenza del tipo che modo che sotto gli occhi di tutti, questi individui do-
io mi permetto di proporre: essa va in un certo senso se- vranno essere sostituiti da coloro i quali sanno come pro-
guita attivamente se deve significare qualcosa per luomo. cede davvero la vita, poich hanno imparato qualcosa sulla
Per non parlare dei libri: la mia Scienza occulta non ha vita nella misura in cui essa riguarda il rapporto delluomo
contenuto per chi non si adopera ad elaborarla personal- con luniverso.
mente. Essa per cos dire nientaltro che una partitura, il A questo punto mi permetto di richiamare lattenzione
cui contenuto va ricreato tramite unattivit interiore se lo su un fatto che dopo tutto documentabile. stato allinizio
si vuol davvero far proprio. della primavera del 1914, quando a Vienna, il luogo da cui
Ma cos facendo come studiosi di ci che stato partito il conflitto mondiale, ho detto a un piccolo gruppo
esplorato dal ricercatore spirituale si acquisisce un di persone: ci troviamo allinterno di unevoluzione sociale
pensiero attivo, quel pensiero che si immerge nella real- dellEuropa che ci indica come la vita pubblica soffra di
t, che si congiunge con essa. Si acquisisce un pensiero una sorta di carcinoma sociale, di un cancro sociale, che
che non fa pi affermazioni del tipo: con lintroduzione prossimamente dovr esplodere in maniera terribile.
della valuta aurea favoriremo il libero scambio. Questo Questo fu detto allinizio della primavera del 1914!
pensiero, completamente al di fuori della realt, del Poco dopo, uomini che si considerano degli esperti, come
tutto irreale. per esempio il ministro degli esteri tedesco e quello au-
Ci si educa ad un pensiero intimamente connesso con striaco, hanno affermato, pi o meno con le stesse parole,
la realt, in grado di adeguarsi ad essa anche nelle situa- davanti ai loro parlamenti o delegazioni: la distensione
zioni pratiche della vita. Laltro pensiero, quello comune, politica generale sta facendo grandiosi progressi. Abbia-
non allenato, non formato. Il pensiero addestrato inve- mo rapporti di buon vicinato con la Russia e grazie a que-
ce produce in un certo senso come sottoprodotto sti rapporti fra non molto entreremo in unera di pace
dellattivit scientifico-spirituale una trasformazione europea. In Germania si diceva: abbiamo delle trattative
delluomo in individuo pragmatico nei confronti delle in corso con lInghilterra e, nonostante non siano ancora
richieste che avanza la vita doggi. concluse, fanno sperare di poterlo essere a breve e che si
Pertanto questa scienza dello spirito ha il diritto di af- possano instaurare relazioni pacifiche a lungo termine fra
fermare che gli esperti apparenti, illusori come potrei la Germania e lInghilterra.

63 64
Ecco che cosa hanno detto gli esperti nel maggio del Levoluzione intellettualistica giunta ora per a un
1914! Laltro invece, quello che ha detto che soffriamo di punto tale per cui necessario che di nuovo ce ne allonta-
un carcinoma sociale, era il sognatore, il vaneggiatore, il niamo per poter riconoscere lo spirito, cosa di cui il puro
pazzo antroposofo. Ma gli esperti, quelli a cui la gente intelletto non sar mai capace. Oggi tutto estraneo alla
ha dato retta, hanno detto le cose che vi ho appena citato. realt, anche la scienza, la medicina, la giurisprudenza,
La loro competenza si rivelata tale per cui negli anni tutte le scienze, ad eccezione di quelle inorganiche e della
seguenti sono state uccise dieci o dodici milioni di perso- tecnica, il loro braccio destro. Negli ultimi secoli si
ne, e tre volte tante sono state mutilate. Negli ultimi cin- dovuta sviluppare lintellettualit.
que o sei anni si visto come si sono realizzate le loro Prima cera una conoscenza istintiva e spirituale che
previsioni come nellambito del monometallismo si per un po ha dovuto mettersi in disparte, ed ora neces-
sono visti in piccolo gli effetti delle misure introdotte da sario che al suo posto subentri una nuova conoscenza
questi esperti fasulli, estranei alla vita reale. spirituale.
Oggi di fronte alla civilt umana, la scienza dello spi- Tuttavia portiamo in noi leredit di questa antica co-
rito afferma come sia necessario approfondire il suo con- noscenza spirituale, e una componente fondamentale di
tenuto per mettere in atto un pensiero che non sia solo questa eredit la nostra lingua, sono tutti i linguaggi
logico, ma anche aderente alla realt. Ho detto esplicita- della civilt. Ci che vive nella lingua non proviene dalla
mente che non ritengo stupidi i monometallisti, ma che li concezione del mondo entrata in vigore negli ultimi tre o
considero persone il cui pensiero non in grado di calarsi quattro secoli. Se gli esseri umani non avessero gi avuto
nella realt, individui dal pensiero poco realistico. So che le lingue, non sarebbero mai stati in grado di crearle a
oggi sono in molti a non credere che ci si possa calare partire dallattivit animica che ha portato allintellettuali-
nella vita reale proprio grazie a un approfondimento spiri- smo!
tuale! Le lingue sono un antico patrimonio, sono sorte in
cos che la scienza dello spirito si pone in rapporto unepoca in cui si aveva una comprensione, seppur istin-
allo spirito e al controspirito del nostro tempo. tiva, della realt spirituale.
Ma come si manifesta questo controspirito? Bene, Che cosa sono diventate nellera dellintellettualismo?
solo negli ultimi tre o quattro secoli che lumanit ha Sono diventate ci che la nostra vita pubblica ha gra-
conseguito lintellettualismo. Essa infatti si sviluppata a dualmente reso una vuota fraseologia. Dato che abbiamo
partire da una saggezza primigenia, istintiva e sognante, e perso lantico contenuto spirituale e sostanziale della
che quindi doveva lasciare il passo allintellettualit. parola, la nostra lingua vive nella frase fatta e ci tocca

65 66
recuperare un contenuto sostanziale per le nostre lingue ferrati da questo impulso come il singolo individuo vie-
attraverso un approfondimento spirituale. ne colto dalla maturit sessuale o da altre scadenze della
La frase fatta per sorella della menzogna. Chiede- vita. Dalla met del XV secolo il richiamo della demo-
tevi spassionatamente in che modo la menzogna abbia crazia, della vera democrazia, ha preso sempre pi piede
compiuto nel mondo la sua marcia trionfale in questi ul- nel mondo civile. Ma che cos la vera democrazia?
timi cinque o sei anni, nellera delle frasi fatte! La nostra Se intesa onestamente, la democrazia una conviven-
vita culturale si svolge allinsegna delle frasi fatte. Ecco il za umana tale per cui nellorganismo sociale ogni mag-
principio contrario allo spirito nella vita culturale attuale: giorenne gode degli stessi diritti di tutti gli altri maggio-
la vuota retorica! renni. Non una cosa che si pu realizzare in riferimento
Potremo uscire dalla vuota retorica, da questa prima alla vita culturale, giacch in questambito contano i ta-
componente del controspirito, solo se sapremo riempirci lenti, le capacit. La vita culturale va tenuta separata,
di nuovo con una scienza dello spirito. Se tenderemo al deve avere un campo suo proprio. La democrazia pu
contenuto spirituale, alla sostanza spirituale, i contenuti riguardare solo la vita politica.
spirituali riprenderanno a risuonare nelle nostre parole. Ma che cosa diventata la vita politica? pur vero
Oggi luomo dice parole su parole perch ha perduto il che c limpulso a costruire la democrazia, ma esso vie-
contenuto spirituale del linguaggio. ne ostacolato dappertutto in quanto subisce linflusso del
Questo il primo punto che viene sottolineato dalla controspirito e cos diventata questa vita? Invece di
scienza dello spirito, per quanto riguarda la triarticola- una convivenza equa e giusta, invece di una vera vita
zione dellorganismo sociale: il fatto che la vita culturale giuridica scaturita dallinteriorit delluomo, nata una
sia dominata dalla vuota retorica e che si debba cercare vita piena di convenzioni!
una via di cui avremo modo di parlare nei prossimi Come nella vita culturale viviamo di vuota retorica,
giorni per ridare alle nostre parole un contenuto so- cos in quella giuridica viviamo di convenzioni, di ci che
stanziale attinto dalla vita spirituale. questo il primo stabilito in base ai paragrafi, qualcosa a cui luomo non
compito che ci spetta per vincere il controspirito del no- appartiene ma a cui ubbidisce, dato che stato fissato
stro tempo. convenzionalmente da un potere assoluto o da una demo-
Il secondo consiste in questo: emerso chiaramente crazia.
che questi tempi nuovi sono del tutto sotto linflusso La seconda cosa che la scienza dello spirito vuole ot-
dellimpulso che vuole sviluppare una vita democratica, tenere relativamente alla triarticolazione dellorganismo
veramente democratica. Gli esseri umani sono stati af- sociale fondare una vera democrazia nellambito in cui

67 68
essa pu esistere, cos che le vuote convenzioni vengano Negli anni settanta del secolo scorso qui in Svizzera
sostituite da ci che deve nascere dal pi profondo della vissuto un uomo di nome Johannes Scherr. Sotto molti
natura umana, da individui maggiorenni dotati degli stessi aspetti era un brontolone, ha riversato la sua critica mor-
diritti. dace su tutto ci che ha potuto, proprio come un vero
E in un terzo ambito, quello della vita economica, al brontolone. Ma nel suo strepitare c spesso un sano giu-
posto dellunit imprenditoriale che conosce solo calcoli dizio. In base a una certa intuizione questo Johannes
astratti e statistiche, dobbiamo mettere un fondato giudi- Scherr ha detto a proposito di ci che vedeva nella sua
zio economico che si former nel modo che vi esporr nei epoca: se le cose vanno avanti cos, se nella conoscenza
prossimi giorni ma che potete trovare anche nel mio gli uomini correranno solo dietro al materialismo, se nella
libro I punti essenziali della questione sociale. Questo vita sociale e politica perseguiranno solo uneconomia
modo di valutare leconomia sorto per far fronte al con- finanziaria, quale sta esplodendo, dove ognuno prende in
trospirito dei tempi moderni. considerazione soltanto i propri interessi finanziari o in-
Luomo diventato abitudinario invece che un esperto dustriali, cedendo al proprio egoismo se perdurer
di economia, un abitudinario che si muove nel tessuto in questa tendenza, allora verr il momento in cui luomo
cui si venuto a trovare per nascita o per altri eventi della dovr dire: ha vinto il controsenso!
vita. Luomo non un esperto pratico in fatto di vita eco- Vorrei sapere chi negli ultimi anni, e anche adesso
nomica, ma un abitudinario spinto dallistinto privo di dovendo prendere imparzialmente posizione di fronte a
spirito. ci che accaduto e ancora accade nel mondo, vedendo
Viviamo cos sotto il dominio della retorica, delle con- come tutto il mondo civile si opponga a tutto ci che po-
venzioni, della routine, e non ne usciremo se non riem- trebbe solo essere utile allumanit, vedendo come ci si
piremo la vita culturale, quella giuridica e quella eco- ficcati in queste condizioni portando allassurdo la civilt
nomica con il senso della realt, con il senso dello spiri- presente vorrei sapere chi abbia potuto non dirsi: ora
to, che possiamo acquisire esercitando la scienza dello giunto il tempo in cui non si dovrebbe affermare con Jo-
spirito. hannes Scherr che ha vinto il controsenso, bens che il
Bene, oggi gli uomini tendono ancora ad ignorare que- controsenso ha determinato i fatti stessi!
ste cose. Riguardo a ci che pu mostrar loro le cose pi Tratter il resto pi approfonditamente nei prossimi
importanti della vita pratica spesso gli uomini si fermano giorni. Oggi mi interessava dirvi, a mo di introduzione,
alla convinzione che si tratti di fantasticherie, fantasie e che la scienza dello spirito a orientamento antroposofico
via di seguito. S, gli uomini sono fatti cos. di cui stiamo parlando non intende prender parte alla cre-

69 70
azione di uno stato di cose in cui ci si debba dire sempre
di pi che ha vinto il controsenso, bens alla creazione di
una condizione in cui, conoscendo davvero luomo nella
sua profondit, ci si debba dire: possibile ridare senso
alla vita, un senso costruttivo. a questo che la scienza
dello spirito desidera lavorare.
Ed essa ricava la propria forza dalla convinzione
che ben pi di una semplice fede che dovr giungere
il tempo in cui il controspirito della retorica, della con-
venzione e della routine dovr essere vinto dallo spirito
che, mosso da una conoscenza pi profonda, riprenda a
parlare del senso della vita. La scienza dello spirito non
pu che esser convinta che solo lo spirito, e non il suo
opposto, possa condurre gli esseri umani ad un benefico
sviluppo della loro vita.
Per questo, di fronte ai bisogni del presente, la scienza
dello spirito deve far appello con la massima intensit
possibile allo spirito e alla sua vera conoscenza.

71