Sei sulla pagina 1di 12

Amadeus

REGISTRAZIONE ESCLUSIVA

Caix dHervelois

Pices de Viole avec la Basse-Continu

Jordi Savall viola da gamba


Ton Koopman clavicembalo
Ariane Maurette viola da gamba
Hopkinson Smith tiorba e chitarra barocca

booklet CD1016_DEF.indd 1

13/09/16 10:56

Louis de Caix dHervelois


(ca. 1680 - ca. 1755)

Pices du Premier Livre (1708)

1 Prlude (3:07)
2 Allemande: Lentement et marqu (3:13)
3 Sarabande (3:41)
4 La Milaneze: (Lgrement (2:44)
5 Prelude: Lentement - Vite (2:36)
6 La Diligence: Lgrement (2:07)
7 L'Indiffrente: Vivement (1:14)
8 Allemande: Vite et Double (2:25)
9 Plante (3:43)
Premire Suite de la Troisime Oeuvre (1731)

bl Prlude: Lentement - Vite (2:36)


bm La Surgere, Musette en Rondeau (2:22)
bn Le Biron, Rondeau (2:15)
bo Sarabande (1:55)
bp Menuet II (2:11)
bq La Boussac: Gaiement (1:08)
br Rondeau: Gracieusement (1:33)
bs La Jourdain, Rondeau: Lgrement (1:12)
bt Rigaudon I & II (1:59)
bu La Monguichet: Gravement et marqu - Vite - Grave - Gaiement (4:03)

booklet CD1016_DEF.indd 2

13/09/16 10:56

Jordi Savall
viola da gamba

(basse de viole, anonimo francese, fine sec. XVII)

Ton Koopman
clavicembalo

(Jean-Henry Hemsch, 1754)

Ariane Maurette
viola da gamba

(basse de viole, Barak Norman, 1697)

Hopkinson Smith
tiorba

(Jacob van de Geest, Vevey)

chitarra barocca

(Jol van Lennep, Boston)

booklet CD1016_DEF.indd 3

13/09/16 10:56

guida allascolto
Caix dHervelois

mento, per lepoca fuori moda, ma capace


ancora di toccare gli animi. Del resto, la
Viola da Gamba fu da subito equiparata
alla voce umana, per lincredibile estensione e capacit di creare emozioni e fu
sempre soggetto molto amato dai pittori, come ci ricordano appunto i lavori di
Bouys.
Fra questi compositori testardi, consapevoli di essere fuori dal loro tempo ma
consci di fornire un servizio quanto mai
socialmente utile si ricorda molto bene
Karl Friedrich Abel (1723-1787). Del
tutto sconosciuto ai pi invece Louis
de Caix dHervelois, oggetto di questa
pregevole incisione discografica. Di lui
sappiamo davvero pochissimo: nasce nel
1680 e muore nel 1755 (il circa quanto
mai dobbligo) e compone seguendo i dettami di colui che fu con molta probabilit
il suo maestro: Marin Marais.
Una produzione strumentale di tutto rispetto per questo compositore certamente
da riscoprire, con 5 raccolte di vari Pices
de Viole pi tre altre raccolte di brani per
flauto traversiere e viola da gamba.
In questa registrazione Jordi Savall ci
propone due raccolte lontane cronologi-

Pices de Viole
avec la Basse-Continu
di Gabriele Formenti

l celebre ritratto di Marin Marais realizzato da Andr Bouys uno dei pi


famosi del barocco francese. Bouys,
coetano di Marais (entrambi nascono nel
1656), ritrae il prediletto di Luigi XIV
assieme al suo inseparabile strumento, la
Viola da Gamba. Uno strumento musicale
inventato nel XV secolo che attraverser
lEuropa e che sar suonato, apprezzato e
amato almeno fino alla met del settecento quando, caduto in disuso, sar soppiantato dal pi versatile violoncello (che per
non deriva assolutamente lo ricordiamo
dalla Viola da Gamba).
Solamente pochi compositori proseguiranno a comporre brani per questo stru4

booklet CD1016_DEF.indd 4

13/09/16 10:56

camente fra loro ma accomunate da medesimi ideali stilistici ed estetici: i Pices


de Viole du Premier Livre del 1708 e la
Premire Suite de la Troisime uvre del
1731. Ventitr anni dunque intercorrono
fra le due raccolte le quali lo diciamo
subito sono di fatto delle Suites, raccolte di danze, che non seguono per lo
schema standard Prelude - Allemande Courante - Sarabande - Gigue. Anzi.
forse questa estrema libert strutturale ad
avvicinare la figura di Caix dHervelois
a quella di un altro celebre compositore
francese, Franois Couperin, il quale per
assecondare questa esigenza di libert
stilistico-strutturale aveva ben pensato
di utilizzare la parole Ordre. E proprio
come Couperin, anche Caix dHervelois
omaggia lItalia senza dichiararsi apertamente italofono.
La prima raccolta si apre con il classico
Preludio bipartito 1. Una sequenza di tre
accordi iniziali, superba, decisa, quasi
pomposa, apre le danze introducendo la
tonalit di la maggiore, una tonalit costantemente ricercata ma mai fissa (altro
omaggio allo stile italiano). Si evidenzia
qui un gioco cromatico che caratterizza

tutta lopera di dHervelois nonch subito la perizia tecnica richiesta allesecutore, chiamato a mostrare le tipiche
capacit della viola da gamba francese,
che sviluppa la scrittura a doppie corde
esplorando al contempo il registro pi
alto della viola da gamba. La sezione
veloce di questo Preludio presenta sequenze di scale e di salti, dove chiaro
il richiamo allo stile italiano nellutilizzo di progressioni armoniche ascendenti
e discendenti. NellAllemande: Lentement et marqu 2 troviamo una gustosa
linea melodica proposta dal solista. Una
linea semplice, essenziale ma di grande
efficacia. Proprio qui Caix dHervelois
mostra il suo gusto per lesplorazione del
registro della viola da gamba, soprattutto
verso il registro pi alto.
La Sarabande 3 un movimento di forte
contemplazione con giochi polifonici fra
il solista e laccompagnamento del basso continuo che in questa incisione viene
realizzato con un cembalo, una tiorba (in
alternanza alla chitarra barocca) e unaltra
viola da gamba. In questo brano il cembalo tace, lasciando cos allimpasto timbrico delle due viole accompagnate dalla sola
5

booklet CD1016_DEF.indd 5

13/09/16 10:56

tiorba la possibilit di creare unatmosfera


sensuale e intima. Il successivo movimento porta uno strano titolo: La Milaneze.
Lgrement 4. Ecco che torna in scena
Couperin e i suoi fantasiosi e quanto mai
buffi titoli. Qui pi che mai evidente il
gusto per il gioco: la semplice linea melodica viene reiterata a modo di Rond
attraverso uno sviluppo del contrappunto e del ritmo piuttosto notevole. Ma la
prima, vera dichiarazione damore per lo
stile italiano la troviamo nel successivo
movimento Prelude, Lentement - vite
5 dove dHervelois sembra quasi voler
evocare lo spirito di Arcangelo Corelli
proponendo unatmosfera di arcadica purezza sonora, bipartita in una introduzione
lenta, seguita da una virtuosistica.
Il successivo brano 6 porta nuovamente
un titolo: La Diligence - Lgrement che
propone un interessante inizio fugato fra
le varie voci e ancora una volta un gioco
timbrico dato dallaccostamento delle due
viole da gamba. LIndiffrente - Vivement 7 invece un brano molto ritmato, in tempo ternario, ancora un Rond di
fatto, che propone una medesima cellula
melodico-ritmica inframmezzata da di-

versi motivi. Il penultimo brano di questa


raccolta 8 unAllemande, altro evidente
omaggio allo stile italiano-corelliano, con
ampie sezioni in progressione e continue
modulazioni fra tonalit maggiore e minore, con ripetizioni variate e diminuite.
DHervelois decide di terminare questa
racconta con un brano dal titolo Plainte
9, un lamento a tutti gli effetti, che utilizza pure la tipica figurazione con tetracordo
discendente (altra invenzione tutta italiana) a sottolineare la melanconica melodia
della viola da gamba che qui diviene la
vera voce umana.
La seconda raccolta presentata , come ricordavamo, del 1731. Non si notano particolari evoluzioni stilistiche rispetto alla
precedente, anche se forse si fa pi evidente lesigenza di miscelare i vari stili,
quello francese (nel continuo e pi deciso
utilizzo di titoli insoliti) e quello Italiano
(nella ricerca costante del cromatismo e
della progressione armonica). Ancora una
volta il Prlude bl ad aprire questa Suite.
Introduzione lenta caratterizzata da una
soave melodia in maggiore esplora il registro pi alto dello strumento. Il successivo allegro spiccato strizza ancora una
6

booklet CD1016_DEF.indd 6

13/09/16 10:56

volta locchio allItalia. La Surgere,


Musette en Rondeau bm il tipico rond
alla francese con struttura A-B-A1-C-A2.
Nel successivo brano possiamo cogliere
un interessante aspetto della scrittura di
Caix dHervelois, che gi avevamo colto
nella precedente raccolta: lutilizzo delle
due viole da gamba, accompagnate dalla
tiorba. senza dubbio un chiaro omaggio a una moda incominciata intorno agli
anni venti del settecento, quella cio di
comporre duetti per due strumenti della
stessa taglia. Il suo quarto libro del 1740
sar quasi totalmente composto da duetti
per due viole. In questo brano, dal titolo
Le Biron bn i due strumenti ad arco ci
trasportano in una dimensione contemplativa caratterizzata da due sezioni contrastanti in ritornello.
La successiva Sarabande bo omaggia ancora lItalia mentre il seguente Menuet bp
chiaramente francese nel suo giocare
con la semplicit ritmica e armonica (alternanza di maggiore e minore). Ancora
una volta protagoniste assolute sono le
due viole da gamba. La Boussac - Gaiement bq, un brano dal forte carattere
gioioso, piuttosto virtuosistico con ampi e

impegnativi passaggi per il solista mentre


il successivo Rondeau br presenta ancora
una volta il gioco timbrico dato delle due
viole da gamba accompagnate dalla solta
tiorba con lesclusione dunque del cembalo. Il brano successivo, La Jourdain
bs forse uno dei brani pi riusciti fra
quelli qui proposti: un richiamo a certe
atmosfere alla Lully, alle turcherie,
con un inciso della viola che colpisce
immediatamente limmaginazione dellascoltatore, incatenandolo, ipnotizzandolo
con il suo incedere sempre uguale ma
allo stesso tempo diverso. Rigaudon I e
II bt presentano rispettivamente un inizio
fugato-imitativo in tonalit maggiore e il
modo minore senza cembalo.
La raccolta si chiude con il brano pi
lungo e forse pi enigmatico per quanto
riguarda il suo titolo: La Monguichet
(Gravement et marqu - Vite - Grave Gaiement) bu. Il tono marziale, degno di
una conclusione. Si tratta per ancora una
volta di un Rond mascherato, costituito da varie sezioni. La penultima di queste, prima della ripresa finale del motivo,
lenta e contemplativa, in contrasto con
il precedente materiale musicale.
7

booklet CD1016_DEF.indd 7

13/09/16 10:56

gli interpreti
Jordi Savall

plessi Hesprion XXI (1974), La Capella


Reial de Catalunya (1987) e Le Concert des
Nations (1989), con i quali ha esplorato e
creato un universo di emozioni e di bellezza, che egli diffonde nel mondo intero per
la felicit di milioni di amanti della musica.
Nel corso della sua carriera, egli ha registrato e pubblicato pi di 230 dischi nei repertori
medievali, rinascimentali, barocchi e classici, con una particolare attenzione al patrimonio musicale ispanico e mediterraneo.
Questo lavoro stato sovente ricompensato
da numerosi premi, come diversi Midem
Awards, degli International Classical Music
Awards, e un Grammy Award. I suoi pro-

ordi Savall una personalit musicale


tra le pi polivalenti della sua generazione. Da pi di cinquantanni egli fa
conoscere al mondo delle meraviglie musicali lasciate nelloscurit, nellindifferenza
e nelloblio. Egli scopre e interpreta queste
musiche antiche, sulla sua viola da gamba
o come direttore. Le sue attivit di concertista, insegnante, ricercatore e creatore di
nuovi progetti sia musicali sia culturali, lo
situano tra i principali attori del fenomeno
della rivalutazione della musica storica. Ha
fondato, con Montserrat Figueras, i com-

Ton Koopman e Jordi Savall


8

booklet CD1016_DEF.indd 8

13/09/16 10:56

Ton Koopman

grammi di concerto hanno saputo trasformare la musica in uno strumento di mediazione per lintesa e la pace tra i popoli e le
differenti culture, a volte in conflitto. Non
un caso quindi che, nel 2008, Jordi Savall
sia stato nominato Ambasciatore dellUnione Europea per un dialogo interculturale e,
a fianco di Montserrat Figueras, Artista per
la Pace, nellambito del programma Ambasciatori di buona volont dellUnesco.
La sua feconda carriera musicale stata coronata da ricompense e distinzioni sia nazionali, sia internazionali, tra cui possiamo
citare i titoli di Dottore honoris causa delle Universit di Evora (Portogallo), Barcellona (Catalogna), Lovanio (Belgio) e Basilea (Svizzera). Ha anche ricevuto linsegna
di Cavaliere della Legione dOnore della
Repubblica Francese, il Premio Internazionale della Musica per la Pace, del Ministero della Cultura e delle Scienze della Bassa
Sassonia, la Medalla dOr del Governo
Regionale della Catalogna e il prestigioso
premio Lonie Sonning, considerato come
il Premio Nobel per la musica. Jordi Savall mette in evidenza una comune eredit
culturale infinitamente varia. un uomo
per i nostri tempi (The Guardian, 2011).

ato a Zwolle in Olanda, Ton Koopman ha avuto uneducazione classica e ha studiato organo, clavicembalo e musicologia ad Amsterdam. Attratto
dagli strumenti antichi e dalla prassi filologica, ha da subito concentrato i suoi
studi sulla musica barocca, con particolare attenzione a J.S. Bach, ed diventato
una figura di riferimento nel movimento
dellinterpretazione antica. Si esibito
nelle pi importanti sale da concerto e
nei pi prestigiosi festival. Nel 1979 ha
fondato lAmsterdam Baroque Orchestra
e nel 1992 lAmsterdam Baroque Choir.
Svolge unintensa attivit come direttore
ospite, lavorando con le principali orchestre del mondo. La sua attivit come solista
e direttore testimoniata dalla ricca produzione discografica (con la registrazione
delle Cantate di Bach e lopera integrale di
Buxtehude); nel 2003 ha creato la sua propria etichetta Antoine Marchand. Professore allUniversit di Leiden e Membro
Onorario della Royal Academy of Music
di Londra oltre che direttore artistico del
Festival Itinraire Baroque.

booklet CD1016_DEF.indd 9

13/09/16 10:56

Ariane Maurette

iplomata in flauto dolce e


viola da gamba alla Schola
Cantorum di Basilea (Hans
Martin Linde, Jordi Savall), dopo una
fiorente carriera come concertista accanto a direttori e solisti prestigiosi,
nonch come docente (flauto dolce,
viola da gamba, musica da camera,
declamazione per cantanti) alla Schola Cantorum di Basilea, al Centro di
Musica Antica di Ginevra, al Conservatorio CRR di Parigi e in numerosi
corsi internazionali, Ariane Maurette,
fondatrice del complesso Isabella
dEste, conduce da alcuni anni le
sue ricerche su un altro aspetto molto
importante del mestiere di musicista:
i meccanismi interiori che frenano o
favoriscono una vera creativit e libert espressiva. Il suo sperimentare
in questo campo lha portata a creare
una pratica: il Musico Interiore, per
aiutare i musicisti a raggiungere la
parte divina che lamore per la musica
cerca di aprire in loro. Vive ora in Italia, nei pressi di Firenze.

Hopkinson Smith

ato a New York nel 1946, nel 1972


si laureato con lode in Musica ad
Harvard. L'anno successivo si
trasferito in Europa per studiare con Emilio Pujol in Catalogna e Eugen Dombois
in Svizzera. Da quel momento rimasto
coinvolto in numerosi progetti di musica
da camera, tra cui la fondazione dell'ensemble Hesprion XX. Dalla met degli
anni Ottanta si concentrato quasi esclusivamente sui repertori solistici per strumenti a pizzico antichi, realizzando una
serie di registrazioni per l'etichetta Nave
dedicate alla musica spagnola per vihuela e chitarra barocca, musica francese per
liuto tra Rinascimento e Barocco, musica
italiana del primo Seicento e repertorio
barocco tedesco. Si esibito e ha tenuto
corsi di perfezionamento in tutta l'Europa,
Nord e Sud America, Australia, Nuova Zelanda, Corea e Giappone; nel 2007 e nel
2009 ha tenuto concerti e workshop in Palestina sotto gli auspici della Fondazione
Barenboim-Said e il Consiglio svizzero
per la cultura. Insegna presso la Schola
Cantorum Basiliensis.

10

booklet CD1016_DEF.indd 10

13/09/16 10:56

Amadeus
n. 323 (10/2016)
Periodico registrato al Tribunale di Milano 186/19-03-1990

2016 Alia Vox


2016 Bel Vivere s.r.l.
Direttore responsabile Gaetano Santangelo
Responsabile artistico Andrea Milanesi
Grafica e impaginazione Dario Codognato
Registrazione giugno 1976, Chiesa Evangelica Tedesca, Parigi
Ingegnere del suono Benjamin Bernfeld
Per gentile concessione di Alia Vox Heritage

In copertina e sulla custodia Jordi Savall (foto di Toni Pearroya)

N.B.: possibile scaricare questo booklet in formato digitale


all'indirizzo www.amadeusonline.net/books/201610.pdf

booklet CD1016_DEF.indd 11

13/09/16 10:56

Amadeus
Louis de Caix dHervelois
(ca. 1680 - ca. 1755)

Pices du Premier Livre (1708)


1 Prlude
3:07
2 Allemande (Lentement et marqu)
3:13
3 Sarabande 3:41
4 La Milaneze (Lgrement)
2:44
5 Prelude (Lentement - Vite)
2:36
6 La Diligence (Lgrement)
2:07
7 L'Indiffrente (Vivement)
1:14
8 Allemande (Vite et Double)
2:25
9 Plante 3:43
Premire Suite de la Troisime Oeuvre (1731)
bl Prlude (Lentement - Vite)
2:36
bm La Surgere, Musette en Rondeau
2:22
bn Le Biron, Rondeau
2:15
bo Sarabande
1:55
bp Menuet II
2:11
bq La Boussac (Gaiement)
1:08
br Rondeau (Gracieusement)
1:33
bs La Jourdain, Rondeau (Lgrement)
1:12
bt Rigaudon I & II
1:59
bu La Monguichet (Gravement et marqu - Vite - Grave - Gaiement) 4:03

Jordi Savall viola da gamba (basse de viole)


Ton Koopman clavicembalo
Ariane Maurette viola da gamba (basse de viole)
Hopkinson Smith tiorba e chitarra barocca
NON IN VENDITA SEPARATAMENTE DA AMADEUS

booklet CD1016_DEF.indd 12

AM 323-2
T.T.: 46:10

13/09/16 10:56