Sei sulla pagina 1di 24

DEJA VU

I could swear Ive done this before...

DEJA VU

I could swear Ive done this before...

DEJA VU

I could swear Ive done this before...

DEJA VU

I could swear Ive done this before...

DEJA VU

I could swear Ive done this before...

DEJA VU

I could swear Ive done this before...

DEJA VU

I could swear Ive done this before...

DEJA
VU
I could swear Ive done this before...

DEJA VU

I could swear Ive done this before...

DEJA VU

I could swear Ive done this before...

A/A 2016-2017
Politecnico di Milano

Luci
ano
Cres
Dav
pi
Gi ide C
rip
Ba ac
pa
rb omo
ar
Ga
a
tt
Di
i
Pr
et
e

Laboratorio di Sintesi finale I4


Design degli interni

i
n
a

a
n
n

z
n
A

avanzi

sa
o
Do
ll
a
mi
ra
tt
Ja
me
ra
am
Mi
Fi
a
ur
La

GRUPPO 9

Ele
Fr na Ci
pri
Fa ance
ani
bi
sc
a
o
De
De
l
so
Pa
pa
gu
s

AVANZO
DEFINIZIONE

Quel che
AVANZA,
RESTO,
RESIDUO

AVANZO
DEFINIZIONE IN EDILIZIA
AVANZO s. m. 1. Quel che avanza, resto, residuo: gli a. del
pranzo, della cena (in questo senso anche assol.: gettare gli
a. al cane); negli a. di tempo; gli a. mortali, il cadavere;
RUDERE ci che
fig., avanzo di galera, cattivo soggetto. RUDERE,
rimane di antichi monumenti in rovina: gli a. del Foro. In
aritmetica, il resto della sottrazione o della divisione.
Frequente la locuz. avv. davanzo, nelle frasi esserci da.,
a sufficienza: da mangiare ce n da.; con altro sign.,
averne da., essere stufo di qualche cosa: ne ho da. dei
tuoi piagnistei. 2. Leccedenza di componenti positivi su
quelli negativi nella determinazione del risultato di gestione
nelle aziende di erogazione; in partic.: a. economico o di
rendita,leccedenza delle entrate sulle uscite finanziarie. Con
riferimento alle aziende pubbliche, a. damministrazione, la
somma algebrica delle attivit e passivit finanziarie. Nelle
imprese sociali, a. utile, quella parte di utile che, dopo
lapprovazione del bilancio e del piano di riparto del reddito
accertato, lasciata in attesa di successiva destinazione.
3. In marina, a. dellelica, lo spazio percorso in un giro
dallelica, nella direzione del moto della nave, rispetto
allacqua calma; a. nella manovra di evoluzione della nave,
lo spazio percorso da una nave nella direzione della rotta
primitiva, dallinizio della manovra di accostata al momento
in cui ha compiuto una rotazione di 90 rispetto alla direzione
iniziale. 4. ant. Acquisto, guadagno, vantaggio e sim.: E
quali agevolezze o quali avanzi Ne la fronte de li altri si
mostraro ...? (Dante). Quindi, fare avanzo, fare degli a.
(espressioni ancora in uso talvolta), risparmiare, mettere
da parte: lesinando sulle spese meno necessarie, riuscito
a fare qualche avanzo. Dim. avanzino; spreg. avanzccio.

AVANZO
DEFINIZIONE IN MARINA
AVANZO s. m. 1. Quel che avanza, resto, residuo: gli a. del
pranzo, della cena (in questo senso anche assol.: gettare gli
a. al cane); negli a. di tempo; gli a. mortali, il cadavere;
fig., avanzo di galera, cattivo soggetto. Rudere, ci che
rimane di antichi monumenti in rovina: gli a. del Foro. In
aritmetica, il resto della sottrazione o della divisione.
Frequente la locuz. avv. davanzo, nelle frasi esserci da.,
a sufficienza: da mangiare ce n da.; con altro sign.,
averne da., essere stufo di qualche cosa: ne ho da. dei
tuoi piagnistei. 2. Leccedenza di componenti positivi su
quelli negativi nella determinazione del risultato di gestione
nelle aziende di erogazione; in partic.: a. economico o di
rendita,leccedenza delle entrate sulle uscite finanziarie. Con
riferimento alle aziende pubbliche, a. damministrazione, la
somma algebrica delle attivit e passivit finanziarie. Nelle
imprese sociali, a. utile, quella parte di utile che, dopo
lapprovazione del bilancio e del piano di riparto del reddito
accertato, lasciata in attesa di successiva destinazione.
3. In marina, a. dellelica, lo spazio percorso in un giro
dallelica, nella direzione del moto della nave, rispetto
allacqua calma; a. nella manovra di evoluzione della nave,
lo SPAZIO PERCORSO da una nave nella direzione della rotta
primitiva, dallinizio della manovra di accostata al momento
in cui ha compiuto una rotazione di 90 rispetto alla direzione
iniziale. 4. ant. Acquisto, guadagno, vantaggio e sim.: E
quali agevolezze o quali avanzi Ne la fronte de li altri si
mostraro ...? (Dante). Quindi, fare avanzo, fare degli a.
(espressioni ancora in uso talvolta), risparmiare, mettere
da parte: lesinando sulle spese meno necessarie, riuscito
a fare qualche avanzo. Dim. avanzino; spreg. avanzccio.

AVANZO
DEFINIZIONE ECONOMICA
AVANZO s. m. 1. Quel che avanza, resto, residuo: gli a. del
pranzo, della cena (in questo senso anche assol.: gettare gli
a. al cane); negli a. di tempo; gli a. mortali, il cadavere;
fig., avanzo di galera, cattivo soggetto. Rudere, ci che
rimane di antichi monumenti in rovina: gli a. del Foro. In
aritmetica, il resto della sottrazione o della divisione.
Frequente la locuz. avv. davanzo, nelle frasi esserci da.,
a sufficienza: da mangiare ce n da.; con altro sign.,
averne da., essere stufo di qualche cosa: ne ho da. dei
tuoi piagnistei. 2. Leccedenza di componenti positivi su
quelli negativi nella determinazione del risultato di gestione
nelle aziende di erogazione; in partic.: a. economico o di
rendita,leccedenza delle entrate sulle uscite finanziarie. Con
riferimento alle aziende pubbliche, a. damministrazione, la
somma algebrica delle attivit e passivit finanziarie. Nelle
imprese sociali, a. utile, quella parte di utile che, dopo
lapprovazione del bilancio e del piano di riparto del reddito
accertato, lasciata in attesa di successiva destinazione.
3. In marina, a. dellelica, lo spazio percorso in un giro
dallelica, nella direzione del moto della nave, rispetto
allacqua calma; a. nella manovra di evoluzione della nave,
lo spazio percorso da una nave nella direzione della rotta
primitiva, dallinizio della manovra di accostata al momento
in cui ha compiuto una rotazione di 90 rispetto alla direzione
GUADAGNO vantaggio e sim.: E
iniziale. 4. ant. Acquisto, GUADAGNO,
quali agevolezze o quali avanzi Ne la fronte de li altri si
mostraro ...? (Dante). Quindi, fare avanzo, fare degli a.
(espressioni ancora in uso talvolta), risparmiare, mettere
da parte: lesinando sulle spese meno necessarie, riuscito
a fare qualche avanzo. Dim. avanzino; spreg. avanzccio.

TIPOLOGIE DI AVANZI

di tempo

economico

di cibo
rurale

visivo

materiale
mortale

mnemonico
sociale
di spazio

COS PER NOI LAVANZO?

F G
D

HI J

OP
MN
Q

T
S

V
U

Z
Y

partE di una tota Lit, richiamo al passato;


a i che cera e di cui R imangono i resti

COS PER NOI LAVANZO?

atto
MNEMONICO
in
cui viene richiamato
un
contesto
o
una
sensazione che si pensa
di aver gi vissuto nel
passato

AVANZO MNEMONICO

dinamiche mentali relative al processo del ricordo

ci che resta di
ununit: portatore
di un significato

qualcosa di gi
sperimentato, visto,
sentito o presunto
tale

richiamo alla
memoria passata

oggetto materiale,
sensazione, contesto

per noi,

avanzo mnemonico

quel

frammento di memoria o ricordo che, se non


corrispondente alla realt effettivamente
vissuta, risulta essere un

dj vu

DJ VU

avanzo mnemonico
paramnesia
sensazione di
unesperienza gi vissuta
alterazione delle
funzioni cognitive di
riconoscimento
alto valore emotivo

DJ VU
STORIA

Ricerche scientifiche
Brown, A. S. (1994) The Dj vu
Experience: Essays in Cognitive
Psychology.

Teorie neurologiche
Breve epilessia che causa
una disfunzione del sistema
nervoso.

DJ VU
STORIA

Ricerche scientifiche
Brown, A. S. (1994) The Dj vu
Experience: Essays in Cognitive
Psychology.

Teoria del processamento


duale
Momentanea disattivazione
del sistema di recupero
della memoria.

DJ VU
STORIA

Ricerche scientifiche
Brown, A. S. (1994) The Dj vu
Experience: Essays in Cognitive
Psychology.

Teoria attenzionale
Linterruzione
dellattenzione causa
un riprocessamento
dellinformazione.

DJ VU
STORIA

Ricerche scientifiche
Brown, A. S. (1994) The Dj vu
Experience: Essays in Cognitive
Psychology.

Teorie amnestiche
Un elemento appartenente
a un ricordo realmente
memorizzato a causa di
un errore di memoria
sufficiente a richiamare la
sensazione di familiarit.

AREE DI INTERESSE

DJ VU

memoria

dove

identit

chi

percezione

come

PAROLE CHIAVE
SHOCK

FALSIFICAZIONE

IDENTIT --> UNICIT

SOVRAPPOSIZIONE
PARTE DEL TUTTO

RICORDO ALTERATO

DISTORSIONE

PERCEZIONE

COLLEGAMENTO ALLA MEMORIA PASSATA


ESTRANEAZIONE

FINZIONE
SENSORIALIT
SOSPENSIONE

STUPORE
ATTRAZIONE/REPULSIONE

ATTEGGIAMENTO PROGETTUALE

Partendo dalla tematica del Dj vu, si cercato di canalizzare tale


concetto in azioni che potessero essere intese, successivamente, come
pratiche concrete applicabili al progetto.

sovrapporre
inteso come duplicare
ununit, moltiplicare
unopera, aumentare la
velocit temporale o
stimolare i sensi

falsificare
la sensazione di
aver gi vissuto la
situazione che si sta
vivendo fittizia, non
corrisponde alla realt

sospendere
a livello temporale,
ritrovarsi in una
dimensione eterea, dove
nulla accade, il tempo
sospeso e tutto
statico e non si degrada

falsificare
La sensazione di aver gi vissuto la situazione che si
sta vivendo fittizia, non corrisponde alla realt.

Corridor, Monika Sosnowska, 2003

sospendere
Sopratutto a livello temporale, ritrovarsi in una
dimensione eterea, dove nulla accade, il tempo
sospeso e tutto statico e non si degrada.

Wrapped Reichstag, Christo e Jeanne-Claude, 1995

sovrapporre
Inteso come duplicare ununit, moltiplicare unopera,
aumentare la velocit temporale o stimolare i sensi.

Rovesciare i propri occhi, Giuseppe Penone, 1970

grazie per
lattenzione.

MEMORIA

per noi,

avanzo mnemonico

quel

frammento di memoria o ricordo che, se non


corrispondente alla realt effettivamente
vissuta, risulta essere un

dj vu