Sei sulla pagina 1di 2

Dibattito vegetariani versus onnivori

Vantaggi e svantaggi della dieta vegetariana


Escludendo gli alimenti di origine animale (compresi latticini, latte e uova) e consumando
unicamente cibi vegetali, viene naturalmente ridotto il rischio di sviluppare varie patologie,
come malattie cardiovascolari, ipertensione, obesit, diabete e alcuni tipi di tumore, che
sono dovute ad eccesso di cibi animali e carenza di cibi vegetali.
Gli alimenti vegetali se scelti correttamente sono molto protettivi per il cuore, prevengono i
tumori e tante altre patologie cronico-degenerative. Fa per presente che i latto-ovo
vegetariani rischiano di mangiare troppi formaggi e latte, con il rischio di mettere peso ed
assumere troppi grassi che non fanno bene al cuore e alle arterie. Invece i vegani
rischiano di mangiare troppo cibi raffinati, come le farine 0 e 00, troppi dolci e troppo
zucchero. Inoltre rischiano di avere carenza di vitamina B12 che presente praticamente
solo in cibi animali.
Una questione etica
Oltre agli aspetti legati alla salute, alla base della scelta vegan c' l'intenzione di non
nuocere agli animali e di preservare lambiente naturale.
ormai dimostrato e noto che gli allevamenti (che si tratti di produzione di carne, pesce,
latte o uova) hanno un impatto ambientale molto elevato; dunque, ricavando i nutrienti che
ci servono da ingredienti vegetali diminuiamo la nostra impronta ecologica in modo
sostanziale, riuscendo a 'risparmiare' fino al 90 per cento di risorse.
Dunque con la scelta vegan smettiamo di far soffrire gli animali negli allevamenti-prigione e
di ucciderli senza piet nei macelli.

Dieta onnivora vantaggi e svantaggi


ADDRESS: Str. Sf. Lazar nr. 66A, Cod Postal 700049, IASI ROMANIA
SHARE CAPITAL: 1.555.200 RON
TEL : +40 (332) 7117.00 FAX : +40 (332) 730168
www.firecredit.eu - E-MAIL: office@firecredit.eu

UZ INTERN

In biologia per onnivoro sintende un organismo che si nutre di unampia variet di alimenti di origine
animale e vegetale:
carne, uova, latte e derivati, pesce e prodotti del mare; cereali, frutta, verdura, legumi.

Secondo linee guida della Scienza dellAlimentazione, una persona sana dovrebbe alimentarsi
di tutti i cibi citati rispettando le regole che dettano le quantit di ogni alimento e la frequenza di
consumo giornaliera o settimanale, quindi unalimentazione variata che consenta di assumere
tutti i macronutrienti: proteine, carboidrati, grassi in giusta proporzione e i micronutrienti come
vitamine e minerali nelle quantit che coprano i fabbisogni giornalieri o settimanali
dellorganismo umano. Contrariamente alla dieta onnivora la parola vegetariana d unidea
imprecisa del suo significato. Per vegetariana sintende una dieta prevalentemente basata su
alimenti vegetali priva di carne, ma per essere pi precisi occorre distinguere i regimi alimentari
vegetariani di cui esistono decine di varianti, ma derivate da 3 classi di base: latto-ovovegetariana; pesco-vegetariana; vegana.

In buona sostanza la dieta onnivora consente di coprire i fabbisogni nutrizionali con


alimenti che fanno parte della tradizione mediterranea, facili da reperire, oltre che
ingredienti fondamentali per moltissime gustose preparazioni. Generalmente non
procura carenze nutrizionali e dona salute se equilibrata in nutrienti e nel rispetto del
bilancio energetico.